JeOS, l'Ubuntu sposata a VMware

Canonical ha pubblicato la prima versione di un sistema operativo basato sulla celebre distribuzione Ubuntu Linux ma dedicato alle appliance virtuali ed ottimizzato per i software di VMware

San Francisco (USA) – Annunciata a settembre, Ubuntu JeOS è già pronta a muovere i suoi primi passi nel mondo della virtualizzazione. Questo cucciolo di Ubuntu , a cui gli sviluppatori hanno assegnato lo stesso numero di versione della distribuzione “maggiore” (7.10), è stato espressamente progettato per girare all’interno delle macchine virtuali e per creare virtual appliance pronte all’uso.

JeOS, acronimo di Just Enough Operating System, promette di minimizzare il consumo di risorse di calcolo e di memoria e di ridurre i costi di manutenzione normalmente associati ai sistemi operativi general purpose. La distribuzione è stata ottimizzata per funzionare con i software di virtualizzazione di VMware , principale partner di Canonical nello sviluppo di JeOS.

“Le sue ridotte dimensioni, in combinazione con le sue performance ottimizzate, assicurano che Ubuntu JeOS Edition faccia un uso estremamente efficiente delle risorse dei server nei grandi ambienti di virtualizzazione”, si legge in questo comunicato .

Estromettendo dalla versione standard di Ubuntu software come MySQL, Cups, postfix, slapd, evms e mutt, Canonical è riuscita a portare la dimensione di Ubuntu Jeos a poco più di 200 MB , più i 65 MB del software di virtualizzazione VMware inglobato nella distribuzione.

Gerry Carr, marketing manager di Canonical, afferma che Ubuntu Jeos è il sistema operativo guest ideale per i vendor di software indipendenti, che a suo dire possono far girare anche molte copie della distribuzione senza sovraccaricare i propri server . Ma Jeos si presta anche alla creazione di virtual appliance, ossia di applicativi preconfigurati per girare all’interno di una macchina virtuale.

Attualmente Canonical non ha annunciato alcun accordo commerciale relativo a JeOS.

L’immagine ISO della distribuzione, della dimensione di 151 MB, può essere scaricata gratuitamente da qui per architetture x86.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti