Kazaa butta fuori gli australiani

Sharman Networks reagisce alle imposizioni del tribunale isolando gli utenti australiani dal network di sharing anziché installare filtri contro lo scambio di file illegali


Canberra (Australia) – La società dietro uno dei più noti sistemi di scambio file , Kazaa , sta tentando di arginare e limitare gli effetti sulla propria rete delle imposizioni dei giudici australiani che, come noto, ritengono l’azienda colpevole di aver favorito la pirateria.

Da qualche ora sulla home page australiana del sito di Kazaa appare, anziché la consueta pagina iniziale, un avvertimento: “Attenzione, il download di Kazaa Media Desktop da parte di utenti australiani non è ammesso”. A questa nota corrisponde l’impossibilità per l’utenza del paese dei canguri di utilizzare la rete di sharing FastTrack su cui si appoggia Kazaa.

La mossa di Sharman bypassa, almeno per il momento, l’ ultimatum della magistratura australiana che, come si ricorderà, ha di recente imposto che Kazaa sospenda le proprie operazioni oppure inserisca filtri antipirateria nel proprio software, filtri che dovrebbero impedire la condivisione tra gli utenti di migliaia di file contenenti musica ed altri materiali protetti dal diritto d’autore.

Il sito americano di Kazaa rimane tuttora disponibile, così come continua ad essere attiva per tutti gli altri utenti la rete di scambio. Sebbene Kazaa oggi non goda che di una piccola percentuale della popolarità di cui ha goduto negli anni scorsi, alle proprie reti continuano ad accedere centinaia di migliaia di utenti internet di mezzo mondo.

Come annota Slyck.com , comunque, il destino di Kazaa appare segnato, considerato anche che il software non è più stato aggiornato da quasi tre anni, segno probabile di pesanti difficoltà in casa Sharman Networks.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    gareggia pure
    tanto visti gli ottimi risultati di mercato fino ad oggi conseguiti, arrivera sicuramente ultimo.E' bello sapere che esiste una alternativa a Windows (cosi' in MS si prendono un po' di paura), ma ancora piu' bello vedere come tutti ne parlino e nessuno lo usi (ad eccezione di una insignificante comunita' di geek)
  • sNicker scrive:
    Re: Linux al posto degli altri unix
    - Scritto da: Anonimo
    windows in client.Lo mettiamo la dove fa meno danni...
  • Anonimo scrive:
    Senza voler..
    ..scatenare polemiche inutili, ma veramente cretede che Bill si lasci scappare una simile opportunità? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza voler..
      - Scritto da: Anonimo
      ..scatenare polemiche inutili, ma veramente
      cretede che Bill si lasci scappare una simile
      opportunità? ;)E IBM e Cisco sono fessi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza voler..
      grazie al cielo bill non c'entra niente... atos origin è il system integrator da salt lake 2002 fino a londra 2012.. atos origin decide chi e cosa, quando e perchè.. ma non è detto che per questo siano tutte rose e fiori... manco a pelare le patate... amen.
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza voler..
        Da prima di SL2002.- Scritto da: Anonimo
        grazie al cielo bill non c'entra niente... atos
        origin è il system integrator da salt lake 2002
        fino a londra 2012.. atos origin decide chi e
        cosa, quando e perchè.. ma non è detto che per
        questo siano tutte rose e fiori... manco a pelare
        le patate... amen.
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza voler..

      nessuno lo mette in dubbio, ma tu credi che TUTTI
      i computer siano mission critical? sicuramente lo
      saranno i serveroni, ma il piccì che usano per
      stampare i buoni pasto agli operai non mi sembra
      critico...Conosco qualcosina perchè ho seguito qualche lavoro fatto in grecia per le olimpiadi. Gli SLA del comitato olimpico locale (su indicazione del CIO immagino) con i fornitori IT erano tali che tutto era mission critical, anche cose banali. (le penali che il fornitore doveva pagare in caso di sistema down venivano calcolate conuna formula valore fisso*minuti di down, e noi avevamo calcolato che in meno di due ore di down cominciavamo ad essere in passivo e dover pagare noi!!!)
    • Anonimo scrive:
      Esempio...
      http://www.stratus.com/E dei loro sistemi, tanto per rimanere in Italiahttp://www.stratus.com/products/reference/pirelli.htm
      • Anonimo scrive:
        Ah, scusa.. Dimenticavo questo....
        http://www.stratus.com/uptime/ftserver.htmAdesso mi trovi un produttore qualsiasi che garantisce il 99,9997 % di availability con Linux?Grazie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ah, scusa.. Dimenticavo questo....
          - Scritto da: Anonimo
          http://www.stratus.com/uptime/ftserver.htm

          Adesso mi trovi un produttore qualsiasi che
          garantisce il 99,9997 % di availability con
          Linux?
          possiamo cominciare dalla stratus stessa che tu citi, che sta migrando i suoi sistemi su red-hat linuxhttp://www.stratus.com/news/2005/20051024.htmhttp://www.stratus.com/news/2005/20051205.htm
          • sNicker scrive:
            Re: Ah, scusa.. Dimenticavo questo....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            http://www.stratus.com/uptime/ftserver.htm



            Adesso mi trovi un produttore qualsiasi che

            garantisce il 99,9997 % di availability con

            Linux?



            possiamo cominciare dalla stratus stessa che tu
            citi, che sta migrando i suoi sistemi su red-hat
            linux

            http://www.stratus.com/news/2005/20051024.htm
            http://www.stratus.com/news/2005/20051205.htm

            bravo, non avevo letto che stesse migrando... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah, scusa.. Dimenticavo questo....


            Adesso mi trovi un produttore qualsiasi che

            garantisce il 99,9997 % di availability con

            Linux?

            autogol....Basta prendere la stessa Stratus che tu citi, e scopri che su red-hat garantisce oltre il 99.9998%http://www.stratus.com/news/2005/20050803.htm
        • sNicker scrive:
          Re: Ah, scusa.. Dimenticavo questo....
          - Scritto da: Anonimo
          http://www.stratus.com/uptime/ftserver.htm

          Adesso mi trovi un produttore qualsiasi che
          garantisce il 99,9997 % di availability con
          Linux?

          Grazie.http://www.stratus.com/products/ftservertseries/t30ac.htmNon sono dovuto neanche andare a cercare una societa' diversa. Eppure io leggo Red Hat enterprise Linux. Senza contare che il fatto che sia failsafe e' piu' una garanzia dell'hardware...
      • Anonimo scrive:
        Re: Esempio...
        - Scritto da: Anonimo
        http://www.stratus.com/

        E dei loro sistemi, tanto per rimanere in Italia

        http://www.stratus.com/products/reference/pirelli.
        Non capisco.. qui scrivono che per Windows le patch prima di essere installate devono essere autorizzate dalla stratus stessa perchè potrebbero non essere compatibili e che possono metterci fino a 4 giorni lavorativi. Bella storia.. 4 giorni con i sistemi non pacchati... meno male che sono sistemi per applicazioni critichehttp://www.stratus.com/support/ftserverhotfix.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza voler..

      nessuno lo mette in dubbio, ma tu credi che TUTTI
      i computer siano mission critical? sicuramente lo
      saranno i serveroni, ma il piccì che usano per
      stampare i buoni pasto agli operai non mi sembra
      critico...Beh, io installo sistemi telefonici presso banche & affini.Ti assicuro che li' il mission critical e' richiesto.Mi e' quasi spiaciuto spegnere una macchina linux (server che fa da pbx e acd per la filiale) per sostituirla attiva da 790 giorni...Pero' prima ho fatto uno screenshot del nostro monitor di sistema (perche' uptime di unix dopo circa 450 gg si resetta a zero) come testimonianza della solidita' del sistema. :)Invece proprio ieri un server win2003 mi si e' resettato sotto il naso per motivi sconosciuti. Meno male che abbiamo pensato alla ridondanza del sistema (win) e il servizio non si e' interrotto...EB
  • Anonimo scrive:
    Come titolo avrei preferito:
    "Il Pinguino parteciperà alle Olimpiadi"Perché non gareggia con nessuno, quindi non ha senso.Fra l'altro "partecipare" può essere associato con il famoso detto di De Coubertin:"L'importante non è vincere ma partecipare"
    • Anonimo scrive:
      Re: Come titolo avrei preferito:
      - Scritto da: Anonimo
      "Il Pinguino parteciperà alle Olimpiadi"
      Perché non gareggia con nessuno, quindi non ha
      senso.Temo invece che sia il nuovo sistema che gareggiera' con il vecchio, con tanto di tifosi da entrambi le parti, squali pronti a fare a pezzi il perdente, assunzioni e rinnovi in premio per il vincitore e licenziamenti per il perdente.
      Fra l'altro "partecipare" può essere associato
      con il famoso detto di De Coubertin:
      "L'importante non è vincere ma partecipare"Gia, ma gli sponsor della cosa : M$ da una parte e le varie IBM, Cisco, ecc, dall'altra credo che non abiano nessuna voglia di perdere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come titolo avrei preferito:
      venite a lavorare al comitato organizzatore (toroc)... vedrete lo squallore...
  • Anonimo scrive:
    OpenSource e non M$, ma poi....
    ....ma poi che hardware usano??...Cisco!!!!! LOL ;)
  • Anonimo scrive:
    se fa notizia non è buono
    se citassero ogni utilizzo windows ne avremmo almeno 200 al giorno di questi topic.Linux è la dimostrazione di come sia disorganizzato l'open, portando avanti prodotti eccezionali in certe parti ma molto, molto approssimativi nel complesso. Il problema però è che la gente rinuncia volentieri alla stabilità e velocità di linux (non poi tanto maggiore di windows XP, mandrake mi è pure crashato una volta facendo comparire schermo nero, e velocissima seguenza di numeri a schermo) a favore di una maggiore utilità pratica. Finchè linux non sarà alla portata dell'utente medio basso ci saranno sempre problemi nella diffusione, dal software alle periferiche. Inoltre la notevole differenziazione ha portato a disorientare l'utente che si ritrova a dover fare complicate scelte fin dalla prima installazione.
    • MeDevil scrive:
      Re: se fa notizia non è buono
      - Scritto da: Anonimo
      se citassero ogni utilizzo windows ne avremmo
      almeno 200 al giorno di questi topic.Se linux avesse avuto la stessa politica di microsoft saremmo nello stesso modo.
      Linux è la dimostrazione di come sia
      disorganizzato l'open, portando avanti prodotti
      eccezionali in certe parti ma molto, molto
      approssimativi nel complesso. "Approssimativi" non direi proprio... il kernel non è "approssimativo", apache non è "approssimativo".Se poi "approssimativo" è una parola che tu leggi in un modo e io in un altro... allora boh...
      Il problema però è che la gente rinuncia
      volentieri alla stabilità e velocità di linux
      (non poi tanto maggiore di windows XP, mandrake
      mi è pure crashato una volta facendo comparire
      schermo nero, e velocissima seguenza di numeri a
      schermo) a favore di una maggiore utilità
      pratica. L'unica "utilità pratica" sta nella forza di abitudine.Prova a convertire un "linaro" nato a windows...
      Finchè linux non sarà alla portata
      dell'utente medio basso ci saranno sempre
      problemi nella diffusione, dal software alle
      periferiche. Linux è alla porta anche dell'utente medio-tonto, (vedi ubunto & co.); quello che tu vedi come "difetto" in realtà si chiama "forza di abitudine". Non c'è nessuna differenza nell'avviare open office su gnome o avviarlo da windows... (i bottoni sempre quadrati sono...)
      Inoltre la notevole differenziazione
      ha portato a disorientare l'utente che si ritrova
      a dover fare complicate scelte fin dalla prima
      installazione.Eh no... scusami. Se devi installare un os (sia pure windows xp), allora un minimo di competenze tecniche le devi avere... anche windows ti chiede di partizionare, anche windows ti chiede quale fs vuoi usare (ntfs/fat) o sbaglio?Saluti, MeDevil
      • Tyl3r scrive:
        Re: se fa notizia non è buono
        MeDevil come al solito sei impeccabile e concordo con te.
        • Anonimo scrive:
          Re: se fa notizia non è buono
          - Scritto da: Tyl3r
          MeDevil come al solito sei impeccabile e concordo
          con te.Galoppino.
          • Anonimo scrive:
            Re: se fa notizia non è buono
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Tyl3r

            MeDevil come al solito sei impeccabile e
            concordo

            con te.

            Galoppino.Zombie.E pure consapevole!http://punto-informatico.it/p.asp?i=56668&r=PI
          • Anonimo scrive:
            Re: se fa notizia non è buono
            Vorrei aggiunger il mio utilizzo del libretto di windows(perchè il cd era troppo solido, e va usato come arma da lancio), ovvero pura carta igenica di redmond
          • Anonimo scrive:
            Re: se fa notizia non è buono
            - Scritto da: Anonimo
            Vorrei aggiunger il mio utilizzo del libretto di
            windows(perchè il cd era troppo solido, e va
            usato come arma da lancio), ovvero pura carta
            igenica di redmondnon e' buona neppure come carta igienica !il "patinato" ha alcuni spiacevoli inconvenienti... io sono per la "crespatina" nostrana!
          • Tyl3r scrive:
            5 --
      • plus scrive:
        Re: se fa notizia non è buono
        - Scritto da: MeDevil

        - Scritto da: Anonimo

        se citassero ogni utilizzo windows ne avremmo

        almeno 200 al giorno di questi topic.
        Se linux avesse avuto la stessa politica di
        microsoft saremmo nello stesso modo.


        Linux è la dimostrazione di come sia

        disorganizzato l'open, portando avanti prodotti

        eccezionali in certe parti ma molto, molto

        approssimativi nel complesso.
        "Approssimativi" non direi proprio... il kernel
        non è "approssimativo", apache non è
        "approssimativo".
        Se poi "approssimativo" è una parola che tu leggi
        in un modo e io in un altro... allora boh...


        Il problema però è che la gente rinuncia

        volentieri alla stabilità e velocità di linux

        (non poi tanto maggiore di windows XP, mandrake

        mi è pure crashato una volta facendo comparire

        schermo nero, e velocissima seguenza di numeri a

        schermo) a favore di una maggiore utilità

        pratica.
        L'unica "utilità pratica" sta nella forza di
        abitudine.
        Prova a convertire un "linaro" nato a windows...


        Finchè linux non sarà alla portata

        dell'utente medio basso ci saranno sempre

        problemi nella diffusione, dal software alle

        periferiche.
        Linux è alla porta anche dell'utente medio-tonto,
        (vedi ubunto & co.); quello che tu vedi come
        "difetto" in realtà si chiama "forza di
        abitudine". Non c'è nessuna differenza
        nell'avviare open office su gnome o avviarlo da
        windows... (i bottoni sempre quadrati sono...)


        Inoltre la notevole differenziazione

        ha portato a disorientare l'utente che si
        ritrova

        a dover fare complicate scelte fin dalla prima

        installazione.

        Eh no... scusami. Se devi installare un os (sia
        pure windows xp), allora un minimo di competenze
        tecniche le devi avere... anche windows ti chiede
        di partizionare, anche windows ti chiede quale fs
        vuoi usare (ntfs/fat) o sbaglio?Non dimentichiamoci che le terribili domande fatte dalle distribuzioni Linux si concludono con l'installazione di un migliaio di applicativi. La facilità e la rapidità di installazione di Windows la si vede dopo 24 ore di scambio di CD (e immissione di licenze varie) per l'installazione del sistema, di Office, di Nero, di Photoshop, di WinZip (o WinRar), e chi più ne ha più ne metta.
        Saluti, MeDevil
        • Anonimo scrive:
          Re: se fa notizia non è buono

          Non dimentichiamoci che le terribili domande
          fatte dalle distribuzioni Linux si concludono con
          l'installazione di un migliaio di applicativi. La
          facilità e la rapidità di installazione di
          Windows la si vede dopo 24 ore di scambio di CD
          (e immissione di licenze varie) per
          l'installazione del sistema, di Office, di Nero,
          di Photoshop, di WinZip (o WinRar), e chi più ne
          ha più ne metta.


          Saluti, MeDevilquesta è proprio bella. Se windows include un browser, e un lettore multimediale è monopolio e si chiama l'antitrust. Se non lo fa, meglio linux che include il software. Magari uscisse una versione windows all in one (windows, office e molte utility). Ma non è possibile, altrimenti tutti a piangere.
          • Anonimo scrive:
            Re: se fa notizia non è buono
            - Scritto da: Anonimo
            che include il software. Magari uscisse una
            versione windows all in one (windows, office e
            molte utility). Ma non è possibile, altrimenti
            tutti a piangere.Ma win + office + tutte queste splendide utility la M$ te le regalerebbe o le dovresti pagare?La M$ non ti ha regalato proprio nulla fino ad ora, neppure Explorer e WMP. Perché quando ti regala questi programmi, raggiunge una condizione di monopolista nei settori in cui vengono utilizzati quei programmi (internet e multimedia) e lei fa miliardi di $$$.Ti regala un programmillo per fottere milioni di utenti in tutto il mondo e diventare leader in determinati servizi.Certo che sei furbo te...
      • Anonimo scrive:
        Re: se fa notizia non è buono

        Eh no... scusami. Se devi installare un os (sia
        pure windows xp), allora un minimo di competenze
        tecniche le devi avere... anche windows ti chiede
        di partizionare, anche windows ti chiede quale fs
        vuoi usare (ntfs/fat) o sbaglio?Partizionare? Credi che lui sappia cosa vuol dire partizionare?Ho visto macchine win server con hdd da 120 a 200 GB in un 'unica bella partizione: C... e l'"esperto" si vantava di n certificazioni MS...EB
    • Anonimo scrive:
      Re: se fa notizia non è buono
      - Scritto da: Anonimo
      se citassero ogni utilizzo windows ne avremmo
      almeno 200 al giorno di questi topic.Guarda che atos vuole utilizzare piattaforme Linux al posto di altre piattaforme unix che utilizzava di solito (Solarir principalmente e AIX..) mica al posto di windows...
  • Anonimo scrive:
    si ma poi arriva zio bill e..
    ..lo toglie dal suo abitat naturale... nel deserto lo mette!avete mai visto come boccheggia un pinguino nel deserto?PINGUINAZZOLI!! la ciccia è finita! e anche l'acqua.
    • Anonimo scrive:
      Re: si ma poi arriva zio bill e..
      - Scritto da: Anonimo
      ..lo toglie dal suo abitat naturale... nel
      deserto lo mette!

      avete mai visto come boccheggia un pinguino nel
      deserto?

      PINGUINAZZOLI!! la ciccia è finita! e anche
      l'acqua.non l'ho capita
      • Anonimo scrive:
        Re: si ma poi arriva zio bill e..
        - Scritto da: Anonimo
        non l'ho capitaè il solito trollone sfigato che gira su PI da un po di tempo.
        • Anonimo scrive:
          Re: si ma poi arriva zio bill e..
          ovvio!! linux è di qua e di la, ma la microzozz lo lascia fare indisturbato, strano eh..?che sia un S.O. sicuro non v'è dubbio, però la microzozz non sta di certo a guardare, lo capite questo?malignamente parlando, per quello che ha dato giudizi affrettati come il suo stesso modo di vivere limitato... linux è fermo al '91, microzozz è già nel 2020, nel bene o nel male, io vado per la seconda ma solo per gli effetti.
          • MeDevil scrive:
            Re: si ma poi arriva zio bill e..
            - Scritto da: Anonimo
            ovvio!!
            linux è di qua e di la, ma la microzozz lo lascia
            fare indisturbato, strano eh..?La campagna "Get the facts" non ti dice nulla eh? e gli spot in tv con le farfalle che volano? nada eh?
            che sia un S.O. sicuro non v'è dubbio, però la
            microzozz non sta di certo a guardare, lo capite
            questo?Infatti, rilascia le patch ogni 6 mesi e un os ogni 3 anni...
            malignamente parlando, per quello che ha dato
            giudizi affrettati come il suo stesso modo di
            vivere limitato... linux è fermo al '91,
            microzozz è già nel 2020, nel bene o nel male, io
            vado per la seconda ma solo per gli effetti.Le trasparenze su xfree (e relativi window manager) ci stanno da anni... su windows si vedono solo adesso...file system? vogliamo parlare anche di questo?oppure continuiamo con l'implementazione del tcp/ip presa da bsd e che nn supporta neanche i raw sockets?(non continuo xkè sennò la lista diventa lunga...)Ah, e non mi tirare in ballo la vecchia storia dei software... qui si parla del sistema operativo...Saluti, MeDevil
          • Anonimo scrive:
            9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: si ma poi arriva zio bill e..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ..lo toglie dal suo abitat naturale... nel

        deserto lo mette!



        avete mai visto come boccheggia un pinguino nel

        deserto?



        PINGUINAZZOLI!! la ciccia è finita! e anche

        l'acqua.

        non l'ho capitaE' solo un PRETORIANO di REDMOND...
  • Anonimo scrive:
    Il Pinguino con la medaia
    Linari siete contenti anche alle olimpiadi vi prendono in considerazione :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Pinguino con la medaia
      - Scritto da: Anonimo
      Linari siete contenti anche alle olimpiadi
      vi prendono in considerazione
      :@ :@hemmmm....centrali nucleari, centrali termo/idro/other-elettriche, Olimpiadi, internet backbone, 90% server web...si, non c'è male...hai mai letto la tua licenza di windoz? fallo, è particolarmente divertente la sezione dove parla dell' uso di wincioz in zone ad alto livello di sicurezza...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Pinguino con la medaia
      non credo sarà così facile... i sistemi atos origin sono troppo platform dependant (i.e., windows)... migrare tutto su piattaforma open source sarebbe un costo esagerato per atos origin... che non ne ha nessun interesse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Pinguino con la medaia
        - Scritto da: Anonimo
        non credo sarà così facile... i sistemi atos
        origin sono troppo platform dependant (i.e.,
        windows)... Min**ia li conosci molto bene i sistemi atos origin. E quali sarebbero??? Quelliche fanno gli altri visto che Atos è un sistem integrator e implementa sw fatti da altri (Bmc, IBM, SAP....) Poi Atos storicamente non ha mai utilizzato windows nei suoi server.. qui si parla di passare da alcuni unix a linux......
  • Anonimo scrive:
    Ormai dilaga
    E' invitabile il dilagare dell' Oepn Source, in ogni dove e in ogni luogo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ormai dilaga
      è così dilagante che nemmeno sai come scriverlo...ah già che i linari non hanno lo spellchecker!(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ormai dilaga
        veramente i linari (come li chiami tu) hanno lo spell checker anche nei programmi di messaggistica istantanea... mentre il tuo MSN merdanger fa sempre + schifo -.-
        • Anonimo scrive:
          Re: Ormai dilaga
          - Scritto da: Anonimo
          veramente i linari (come li chiami tu) hanno lo
          spell checker anche nei programmi di
          messaggistica istantanea... mentre il tuo MSN
          merdanger fa sempre + schifo -.-Confermo. Lo spell checker mi funziona anche in Konqueror all'interno dei form di compilazione di questi messaggi e di tutti i textfield aperti col browser...
Chiudi i commenti