Kazaa sceglie di auto-sospendersi

Dal sito non è più possibile scaricare il software per la condivisione dei file. Una mossa in vista della sentenza di fine mese. Secondo qualcuno questa è la fine dei grandi sistemi di file-sharing. Ma in realtà non cambia nulla


Roma – Kazaa ha scelto di autosospendersi o, meglio, di sospendere il download del software Kazaa dal proprio sito , uno dei più noti e frequentati dall’immensa comunità degli utenti che utilizzano sistemi di file-sharing per scambiarsi file. L’autosospensione non pregiudica la possibilità di condividere file, né tra coloro che già posseggono il software né tra tutti coloro che utilizzano lo stesso sistema di base, FastTrack, per condividere materiali digitali.

La clamorosa decisione di Kazaa è stata comunicata in un breve trafiletto , in cui si spiega che “il download del software Kazaa Media Desktop è temporaneamente e volontariamente sospeso in attesa di una sentenza presso un tribunale olandese prevista per il 31 gennaio. Ci scusiamo per l’inconveniente”. Chiunque volesse collegarsi ancora al network in FastTrack può farlo scaricando altri programmi, come Grokster o Morpheus .

Sebbene la sospensione sia volontaria, la situazione di Kazaa non è delle più semplici. Fino a questo momento, infatti, il boss Niklas Zennstrom, 35enne svedese che opera da Amsterdam, è riuscito a parare le decisioni del tribunale affermando di non possedere un network centralizzato e di non poter dunque controllare cosa viene scambiato dagli utilizzatori del suo software.

Proprio questa posizione ha consentito a Zennstrom di non chiudere lo scorso novembre, quando un giudice olandese avrebbe voluto mettere sotto chiave il network di Kazaa e multarlo di 40mila dollari americani per ogni ulteriore giorno di apertura. Non solo, Kazaa ha potuto dimostrare che l’accusa, supportata dalla società del diritto d’autore olandese Buma/Sterma, avrebbe avuto di che guadagnare indebitamente dalla sospensione dei servizi.

Ora però, il 31 di questo mese, il tribunale potrebbe trovare il modo di mettere i bastoni tra le ruote in modo definitivo a Kazaa. Non è chiaro però quale strada possa essere perseguita per chiudere un network peer-to-peer i cui “nodi” sono formati dagli “utenti partecipanti” che utilizzano persino software diversi.

La situazione è dunque fluida e sebbene nessuno si meravigli che giunga in Europa la scure repressiva dei discografici, autori negli USA della più massiccia crociata antipirateria che ha coinvolto diversi sistemi di file-sharing, a cominciare da Napster , qualcuno sostiene che per la condivisione dei file questa è la fine.

Secondo il Gartner G2 rimarranno sempre attivi piccoli gruppi di utenti capaci di scambiarsi file “in barba” alla grande discografia. Ma, prevedono gli esperti, l’epoca dello scambio di file di massa è finita. Ora si tratta di dirlo alle decine di milioni di utenti che ogni giorno condividono mezzo hard disk in tutto il mondo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ottimo allora non compro nulla di nessun tipo....
    vedi titolo
    • Anonimo scrive:
      Re: ottimo allora non compro nulla di nessun tipo....
      non serve boicottare tutto, anche se potrebbe apparire una soluzione logica.Questo tipo di protezioni si possono bypassare e troverai poi i brani su i vari programmi di file-sharing.Per quanto riguarda le protezioni sui cd audio vai a http://spazioweb.inwind.it/cactusprotection/index.htm e troverai quanto può soddisfare la tua curiosità
  • Anonimo scrive:
    muovetivi cactus!
    Cactus è ora di muoversi!! Oramai non riesco a vendere più niente, anche mia nonna riuscirebbe a masterizzarsi un cd da sola. Finalmente riuscirò di nuovo a fare affari, però muovetevi a introdurre 'ste cazzo di protezioni!!!!
  • Anonimo scrive:
    A CAV796
    Carogne ! di CAV796 (non registrato) del 25/01/02 (11:11)Discografici, da me non prenderete + una lira, siete degli sciacalli ! Le protezioni non servono a nulla, tanto i cd li copiamo lo stesso ! ALLORA FANNO BENE A METTERTI LA PROTEZIONE... TANTO NON GLIELO COMPRAVI PRIMA E NON GLIELI COMPRERAI ORA... E' LA GENTE COME TE CHE SQUALIFICA LA NOSTRA LOTTA...
  • Anonimo scrive:
    Carogne !
    Discografici, da me non prenderete + una lira, siete degli sciacalli ! Le protezioni non servono a nulla, tanto i cd li copiamo lo stesso !
  • Anonimo scrive:
    Trovato!!! :-)))
    1- Acquisti il cd2- Te lo scopiazzi in analogico come t pare e piace (audiocassette, minidisc, cd audio utilizzando l'uscita analogica invece che digitale - capirai che perdita audio... tanto con tutte ste protezioni il cd si sente già da schifo di sua iniziativa).3- Secondo la "return policy" pubblicata qui http://www.musichelponline.com/ReturnPolicy.aspdichiarate che il cd non lo sentite e ve lo fate rimborsare.Et voilà!! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Trovato!!! :-)))
      SSSSSS......Zitto !!!!Ci eravamo arrivati tutti, tranne ovviamente i discografici (che evidentemente non sono "normodotati")....Se lo gridi ai quattro venti lo capiscono anche loro, rinunciano alle loro protezioni del "Cactus" e il giochetto non funziona più .... :-)- Scritto da: ROM Picasso
      1- Acquisti il cd

      2- Te lo scopiazzi in analogico come t pare
      e piace (audiocassette, minidisc, cd audio
      utilizzando l'uscita analogica invece che
      digitale - capirai che perdita audio...
      tanto con tutte ste protezioni il cd si
      sente già da schifo di sua iniziativa).

      3- Secondo la "return policy" pubblicata qui
      http://www.musichelponline.com/ReturnPolicy.a
      dichiarate che il cd non lo sentite e ve lo
      fate rimborsare.

      Et voilà!! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Trovato!!! :-)))
      Si chiama truffa ed è sanzionata dal codice penale, ma siccome non ti prenderanno mai e mi pare del tutto inutile appellarsi al tuo senso di legalità e giustizia o al tuo senso morale, lasciaci a combattere per cambiare la situazione torna pure a fare le tue maneggiate... (voti FI, ci scommeterei, la mentalità è quella...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Trovato!!! :-)))
        - Scritto da: Boz
        Si chiama truffa ed è sanzionata dal codice
        penale, Copiarsi un CD su musicassetta si chiama truffa?uauauauauau
        • Anonimo scrive:
          Re: Trovato!!! :-)))
          Aggirare la protezione e rendere noto il sistema si. Vatti a leggere la direttiva europea sul diritto d'autore ... per ora non la applica nessuno ma anche fino a qualche giorno fa non arrestavano quelli che compravano i cd taroccati dai marocchini della camorra...Leggi qualche giornale normale di tanto in tanto, non solo PI e la Gazzetta dello sport...- Scritto da: iL Lordo


          - Scritto da: Boz

          Si chiama truffa ed è sanzionata dal
          codice

          penale,

          Copiarsi un CD su musicassetta si chiama
          truffa?
          uauauauauau

  • Anonimo scrive:
    qualità CD
    D'accordo ,vogliono proteggere i CD, ma iovorrei sapere se poi alla fine, con tutte queste protezioni va a farsi friggere la qualità audio (anche se loro dicono di no).Perchè quella volta che decidessi di comprarmi un CD (CD nuovi ne acquisto ormai pochissimi),vorrei che suonasse come si deve, o forse alla maggioranza della gentequeste cose non interessano? Cioè, basta che si sente qualcosa e va tutto bene.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: qualità CD
      presto qualcuno si interesserà al problema della qualità auDIO di questi cd, in quanto sono usciti sul MERcato DA poco nel continente americano!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: qualità CD
        - Scritto da: MAIUSC

        presto qualcuno si interesserà al problema
        della qualità auDIO di questi cd, in quanto
        sono usciti sul MERcato DA poco nel
        continente americano!!!!!uauaua questa si che si chiama crittografia.......iL Lordo
  • Anonimo scrive:
    ma non diciamo cazzate...
    Secondo me qui state sparando un mucchio di stronzate...Non la penso ne come voi perbenisti contro la pirateria, ne coem voi che rivendicate i diritti dei cd difettosi...Io la penso così!1)Le case discografiche sono dei mucchi di stronzi e vorrebbero che pagassimo x tutto... anche per l'aria...2)Vendono i CD per non farli copiare3)voi, anche se fate finta di essere legali e volere i vostri "diritti" siete contro alle protezione perchè siete UTONTI e non riuscite semplicemnte a estrarre 2 tracce da un cd inf ormato wav e rimasterizzarle (con Nero è operazione di 2 minuti)E' ovvio che se usate Easy Cd Creator magari col simpatico wizard col cd parlante nn copierete un cazzo...4) IO SONO CONTRO ALLA LEGALITA'... VOGLIO MASTERIZZARE TUTTI I CD CHE VOGLIO SENZA PAGARE UN CAZZO A NESSUNO.... PERO' NN MI METTO A DIRE CHE "VOGLIO AVERE PIU' DIRITTI"... CD DIFETTOSI E STRONZATE SIMILI...Le protezione che danno fanno a chi ascolta unc d? nessuna.Proprio ieri un mio amico a comprato il cd di gigi d'agostino e me l'ha dato da masterizzare...Era protetto (cd enhanced) ma lui non si è accortose nn glielko dicevo io lui l'ascolatava e non lo sapevaQuindi la verità è che siete contro alle protezioni perchè, sfigati come siete, nonriuscite più a copiare ai vostri amichetti i cd...quindi siete incazzati xchè nn guadagnate più una lira (O MEGLIO 0,01 EURO) e non potete più comprarvi le canne...Imparate a copiare... smettetela di succhiare latte da vostra madre, oramai si sarà rotta i coglioni!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non diciamo cazzate...
      Certi epiteti carissimo FUCKYOU dovrestitenerteli per te, infatti dimostri di non aver capito un c---o della questione.
      3)voi, anche se fate finta di essere legali
      e volere i vostri "diritti" siete contro
      alle protezione perchè siete UTONTI e non
      riuscite semplicemnte a estrarre 2 tracce da
      un cd inf ormato wav e rimasterizzarle (con
      Nero è operazione di 2 minuti)E' ovvio che non ci hai provato, DEFICIENTE!!!Se ci avessi provato sul serio ti saresti accorto che Nero (come tutti i programmi di estrazione audio-digitale) non riesce a leggere correttamente la TOC di questi CD. IL PROBLEMA STA NEL LETTORE NON NEL SOFTWARE, UTONTOOO!
      E' ovvio che se usate Easy Cd Creator magari
      col simpatico wizard col cd parlante nn
      copierete un cazzo...E RIDAGLI....UTONTONE!!!
      4) IO SONO CONTRO ALLA LEGALITA'... VOGLIO
      MASTERIZZARE TUTTI I CD CHE VOGLIO SENZA
      PAGARE UN CAZZO A NESSUNO.... PERO' NN MI
      METTO A DIRE CHE "VOGLIO AVERE PIU'
      DIRITTI"... CD DIFETTOSI E STRONZATE
      SIMILI...ECCO CHE SI SCOPRE LA VERA NATURA DI QUESTO UTONTONE!!!

      Le protezione che danno fanno a chi ascolta
      unc d? nessuna.
      Proprio ieri un mio amico a comprato il cd
      di gigi d'agostino e me l'ha dato da
      masterizzare...
      Era protetto (cd enhanced) ma lui non si è
      accortoUTONTONE! cd-enhanced non vuol dire protetto, bensì che contiene audio+dati: MULTIMEDIA, NON PROTEZIONE!!
      Imparate a copiare... smettetela di
      succhiare latte da vostra madre, oramai si
      sarà rotta i coglioni!TU IMPARA A PROVARE, A TESTARE SUL SERIO LE TUE AFFERMAZIONI PRIMA DI SPARARE COTANTE STRONZATE!!!LA PROTEZIONE ESISTE E NON E' FACILMENTE AGGIRABILE DA COLORO CHE NON POSSIEDONO HARDWARE APPROPRIATO (plextor cd-rw)!!! MA TU DIMOSTRI DI NON AVERE HARDARE NEL TUO CERVELLO UTONTONE!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non diciamo cazzate...
      ebbravo.. hai scoperto la merica dicendoci che ti riesce copiare tutto...la discussione verte sul principio che le protezioni dei cd peggiorano il disco, il fatto che il tuo amico non se ne sia accorto non è significativo, e danneggiano proprio i clienti onesti.- Scritto da: FUCKYOU
      Secondo me qui state sparando un mucchio di
      stronzate...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non diciamo cazzate...
      Non commento........solo perché sparare sulla Croce Rossa non è il mio sport preferito.... agli idrocefali preferisco farjli assistenza piuttosto che rispondergli...Comunque...
      4) IO SONO CONTRO ALLA LEGALITA'... VOGLIO
      MASTERIZZARE TUTTI I CD CHE VOGLIO SENZA
      PAGARE UN CAZZO A NESSUNO.... PERO' NN MI
      METTO A DIRE CHE "VOGLIO AVERE PIU'
      DIRITTI"... CD DIFETTOSI E STRONZATE
      SIMILI...
      ...quelli come te, una volta, li impiccavano sulla pubblica piazza.....Bei tempi andati !!!!!!!STRONZO !
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non diciamo cazzate...
      In teoria sono daccordo che non si debba copiare, perchè è giusto così, perchè chi lavora nel settore discografico ha diritto di mangiare come tutti.Ma il crimine di chi copia è praticamente nulla rispetto a quello delle case discografiche!Pagare 20 ? per un CD che ne costerà si e no 1 è un furto bello e buono! E quei soldi non vanno certo agli impiegati/operai/fattorini/tecnici da 1000 ? al mese o -!!! NOOO, la fetta grossa va ai 50/100 nomi grossi dell'editoria musicale e del marketing che si pappano tutto alla faccia nostra e dei loro subalterni!E' un sacrosanto dovere rompere le uova nel paniere a quegli ingordi, ma la pirateria per loro è solo una puntura di zanzara! In realtà chi ne paga le conseguenze sono gli artisti (spece quelli meno di richiamo) e i normali occupati del settore! Eppure nella loro infinita ingordigia questi signori vogliono mandare al rogo chi copia mentre le loro casse rigurgitano dei ns soldi e il settore discografico piange miseria!Contro ladri di questo calibro dovrebbero muoversi le commissioni antitrust e indagare dove vanno a finire i ns soldi, altrochè! E magari ci giustificano le spese tirando fuori marketing e contorni vari! Ma la pubblicità vi fa vendere di più, quindi è un vantaggio per voi, non per me, perchè dovrei pagarvi io di più perchè voi fate più pubblicità ai vostri dischi? Il contenuto che compro è lo stesso e se le vostre spese aumentano affari vostri!!!Esperienze tipo Napster e simili e le avventure di tante case discografiche indipendenti hanno dimostrato che la gente vuole molta più musica ma non ai vostri prezzi!Rendetevene conto! Fino ad oggi avete fatto fallire chiunque entrasse nella torta senza le vostre regole e gabelle, ma credo che sia solo l'ultima fetta di medioevo destinata inevitabilmente a sparire come voi, brutti vampiri!
  • Anonimo scrive:
    Red book, questo sconosciuto
    Evidentemente gli squali incravattati della Universal non hanno mai sentito parlare di questo standard, che ci permette di ascoltare i cd audio da 20 anni su TUTTI i cd players.
  • Anonimo scrive:
    MI FATE SCHIFO, VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ho sempre acquistato cd originali, sin da quando costavano 30.000. Ai tempi i cd li pagavo tra le 25 e le 27mila, perche' gli artisti e le case discografiche che apprezzo non saranno grandi, ma almeno sono serie e rispettano i clienti.Sono andato avanti finche' un cd e' arrivato a costare 37/38mila. Io li pagavo sempre tra le 3/5mila in meno.Bene... da quel momento io NON TROVO PIU' I CD!!!!Lo sapete perche'? Perche' i negozi non li tengono in quanto le vendite sono diminuite causa prezzi troppo alti e qualita' scarsa. E non lo dico io, lo dicono i negozianti stessi!!!Quindi siccome escono i cd di britney spears a 40mila e sono per giunta protetti e la gente se li copia nessuno si puo' permettere di tenersi in magazzino dischi "elitari".Il risultato e' che IO che ho sempre comprato originale da quando avevo 14 anni sono COSTRETTO a scaricarmi gli mp3 e masterizzarmi un cd di un gruppo il cui batterista PER VIVERE FA IL DEMOLITORE!!!!! E questo continuera' a suonare part-time perche' tanti come me NON TROVANO I CD!VERGOGNATEVI, NON COMPRERO' MAI PIU' UN CD SIAE. MAI PIU'!!!!! LI COMPRERO' VIA INTERNET ADESSO CHE NON C'E' PIU' IL CAMBIO DELLA VALUTA. NON VOGLIO PIU' VEDERE QUELLO SCHIFOSO BOLLINO ATTACCATO SUI CD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Fimi: "Una piaga che sta uccidendo la musica"
    La musica l'avete già uccisa voi con la SIAE, i prezzi dei cd che al posto di scendere si alzano sempre di +, e altro. E poi, perchè nei negozi di dischi si trovano sempre di + raccolte di artisti con una o due canzoni nuove, che l'apppassionato non compra di sicuro perchè non vale la pensa spendere 40k per una canzone.Inoltre aggiunge: "Anche molti studenti coinvolti nel traffico: non percepiscono il loro comportamento come illegale"Gli sudenti e tutti gli altri che masterizzano lo percepiscono, ma masterizzano perchè stufi del "regime" (se così si può chiamare) dei discografici.Oberon
    • Anonimo scrive:
      Re: Fimi:
      Senti, che sganciare i soldi non piaccia lo capisco (e infatti non lo faccio spesso) ma se le vendite calano mi pare evidente che i prezzi aumentino. Risolvere tutto urlando che vanno ridotti i margini di profitto mi sembra sinceramente una affermazione ridicola. La verità è che se paghi 60/100k per un concerto puoi anche pagarne 40 per un cd. La differenza sta nel fatto che il concerto mica lo puoi vedere gratis (salvo sfondamento)...CiàRox
      • Anonimo scrive:
        Re: Fimi:
        - Scritto da: Rox
        Senti, che sganciare i soldi non piaccia lo
        capisco (e infatti non lo faccio spesso) ma
        se le vendite calano mi pare evidente che i
        prezzi aumentino.Eh beh si! Non lo sapevate che in tutti i testi di economia c'e` scritto che se la domanda diminuisce i prezzi aumentano?Ma fammi il piacere :)
  • Anonimo scrive:
    LISTA CD "PROTETTI"
    Per sapere quali sono i cd che integrano la protezione CACTUS DATA SHIELD andate qua:CD PROTETTI IN INGHILTERRA:http://uk.eurorights.org/issues/cd/bad/CD PROTETTI UN PO' OVUNQUE:http://www.fatchucks.com/corruptcds/index.htmlMinchius NON SONO POCHI!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LISTA CD
      Entro pochissimi sarà presente una lista anche su o www.hackersite.it (che è in attesa di attivazione), nel frattempo il sito è raggiungibile a questo URL: http://web.tiscali.it/hacker_sitechi volesse segnalare un CD protetto, può farlo scrivendo a questa E-Mail: lista_cda_protetti@yahoo.it indicando Titolo, Autore, Casa discografica e possibilmente il testo (se riportato sulla confezione) riguardante la protezione.
  • Anonimo scrive:
    PLEXTOR RULES (X ORA!)
    Posso confermare le voci che affermano che effettivamente i masterizzatori PLEXTOR riescono ad aggirare la protezione!Possiedo un PLEXTOR 16/10/40A con firm-ware 1.04.Usando Feurio 1.64 sono riuscito ad estrarre tranquillamente le tracce audio dal CD di Gazzè e quello dell'Imbruglia, cosa che non mi è riuscita col lettore CD-ROM.Questo porterà sicuramente anche le altre case produttrici di masterizzatori ad integrare questi sistemi di riconoscimento della TOC protetta, per via della concorrenza!.Per quelli che intanto non hanno il Plextor consiglio di creare una copia 1:1 con clonecd (con "leggi subcanale dalle tracce audio") e darla in pasto a DAEMON TOOLS 3. Dovrebbe essere possibile estrarre le tracce dal drive virtuale creatosi, tramite qualsiasi software normale...Per adesso saluti a tutti, sperando che questa CACTUS del CACTUS se ne ritorni dal dimenticatoio!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: PLEXTOR RULES (X ORA!)

      Per quelli che intanto non hanno il Plextor
      consiglio di creare una copia 1:1 con
      clonecd (con "leggi subcanale dalle tracce
      audio") e darla in pasto a DAEMON TOOLS 3.Funziona anche CdMage :-)Francesco
  • Anonimo scrive:
    DVD Drives Defeat Cactus Data Shield
    Signori, vi siete lamentato del cactus ma a quando sembra nessuno tra di voi si e minimamente accorto che i lettori DVD per PC se ne sbattono della protezione! (almeno i NEC/Pionner SCSI)...Pertanto invece di farsi dei viaggi assurdi, provate i cd nei vari lettori DVD e poi compilate una Lista e poi ridete della miopia delle case perchè per quanto studiano protezioni c'e' sempre il trucco per eluderli...Io sto ancora rotolando dal ridere quando ho scoperto che il mio Pioneer 304S e NEC playano tranquillamente CD prottetto con Cactus....ahahahhahahhahahahahahahahahahahahahah :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: DVD Drives Defeat Cactus Data Shield
      - Scritto da: Maestro Aban
      Io sto ancora rotolando dal ridere quando ho
      scoperto che il mio Pioneer 304S e NEC
      playano tranquillamente CD prottetto con
      Cactus....

      ahahahhahahhahahahahahahahahahahahahah :-)La proTTezione avrebbe dovuto, nelle intenzioni dei suoi ideatori, impedire la riproduzione (play) sul DVD-player Piooneer 304S o sui DVD-player NEC ?No, anzi, piu' apparecchi riescono a playare il cd audio cosi' proTTetti e tanto meglio e' per loro.Allora, chettiridi ?O forse non sei riuscito ad esprimere cio' che realmente alberga nel tuo cranio ?
      • Anonimo scrive:
        Re: DVD Drives Defeat Cactus Data Shield

        La proTTezione avrebbe dovuto, nelle
        intenzioni dei suoi ideatori, impedire la
        riproduzione (play) sul DVD-player Piooneer
        304S o sui DVD-player NEC ?certo, peccato che i sviluppatori non hanno preso in considerazione che il laser/meccanica dei DVD e "come dire" leggermente diverso... i laser sono più calibrati, le meccaniche più precisi...
        No, anzi, piu' apparecchi riescono a playare
        il cd audio cosi' proTTetti e tanto meglio
        e' per loro.dici ? cercare di impedire di ascoltare il supporto su un PC mi sembra una bella cagata.Io personalmente i CD-Audio non li duplico, anche perchè ho poco tempo per ascoltare musica.Quello che verramente mi intressa lo compro anche se tutte le volte che entro in un negozio mi viene un attacco di cuore... per non parlare al mio protafoglio.
        Allora, chettiridi ?semplicemente che tutti sono dietro a urlare contro la protezione :) quando con i lettori DVD questo problema non sussiste.rimane pero un MA grosso come una casa, leggendo le specifiche della protezione suoi CD sono stati introdotti dei errori arificialmente! questo ovviamenete a discapito della qualità audio, in oltre rende i supporti anche molto + sensibile...
        O forse non sei riuscito ad esprimere cio'
        che realmente alberga nel tuo cranio ?mai sentito la parola "Ironia" ?Bye Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: DVD Drives Defeat Cactus Data Shield
      Scusa ma vorrei precisare una cosa, non si tratta del problema della lettura visto che quasi tutte le periferiche DVD/CD in commercio oggi la leggono.La famosa Cactus Data Shield 200 non impedisce la lettura del cd nei lettori DVD/CD dei computer, bensì vorrebbe evitare l'estrazione delle tracce audio e la loro copiatura.Infatti finora qualsiasi DVD interpreta 2 tracce audio e altre tracce tutto come dati.Hai provato a copiarle?Prova semplicemente ad estrarre la prima traccia, quella che contiene gran parte della protezione.Poi dimmi.Le uniche periferiche in grado di discriminare la protezione DATA200 sono i masterizzatori ed è da questi che si può estrarre di tutto fregandosene della Cactus.Fare poi la lista mi sembra importante da dipende dai punti di vista.http://spazioweb.inwind.it/cactusprotection/index.htmf|K0
  • Anonimo scrive:
    BlackList al contrario
    Esiste una lista online dei CD in circolazione che hanno questo tipo di protezione?
    • Anonimo scrive:
      Re: BlackList al contrario
      Fin ora non ne ho trovata una italiana, così ho deciso di crearla, sarà disponibile entro pochissimi giorni sul sito www.hackersite.it che è in attesa di attivazione, nel frattempo il sito è raggiungibile a questo URL: http://web.tiscali.it/hacker_sitechi volesse segnalare un CD protetto, può farlo scrivendo a questa E-Mail: lista_cda_protetti@yahoo.it e indicando Titolo, Autore, Casa discografica e possibilmente il testo (se riportato sulla confezione) riguardante la protezione.
    • Anonimo scrive:
      Re: BlackList al contrario
      Eccotela.http://www.fatchucks.com/corruptcds/quella italiana e' in costruzione suhttp://spazioweb.inwind.it/cactusprotection/index.htmf|K0
  • Anonimo scrive:
    Ma è la stessa protezione del cd di Gazzé?
    Perché se così fosse credo che non serva un genio a superarla... in 20 minuti l'ho copiato col Clone e in 40 minuti ho estratto le tracce audio, ho masterizzato il cd sprotetto e l'ho compresso in mp3... senza perdere qualità...(Ah, e avevo lo'originale che però sul lettore cd rom del pc in ufficio non veniva letto... bah...)
  • Anonimo scrive:
    DUBITO CHE DURERA'
    Difficilmente i cd protetti diventeranno uno standard (infatti in realtà NON RISPETTANO lo standard ISO). Sembra quasi un'operazione SPERIMENTALE... (vogliono mettere alla prova la capacità dei consumatori di ribellarsi!).I cd protetti cmq si possono copiare 1:1 senza sforzo usando CLONECD.Si possono anche estrarre le singole tracce digitalmente, ma per adesso bisogna essere dei fortunati possessori di masterizzatori PLEXTOR con firm-ware aggiornato alle ultime versioni.Se qualcuno avesse maggiori informazioni al riguardo.....(rendiamo inutile la tecnologia anti-copia ed essa sparirà!)Riportiamo senza paura tutti i cd con Cactus Data Shield ai negozi dicendo che sono difettosi!!!! (Non importa se si possono ascoltare con i lettori audio: il problema è la portabilità su altre piattaforme es. lettori MP3)
  • Anonimo scrive:
    La soluzione in 4 semplici step
    Non è solo questione di dittatura del denaro, ma di ignoranza diffusa delle masse.Che poi se ci pensiamo bene, l'ignoranza diffusa delle masse ci viene molto ma molto utile, perchè?Semplice: se tutto il pianeta smettesse all'istante di comprare musica, le case discografiche fallirebbero in 3 giorni, quindi dopo 10 giorni non ci sarebbe più nessun disco nuovo da copiare, e noi amanti della "musica free cioè capito..." ce lo prederemmo al culo.Quindi la cosa funziona così:1) Loro fanno i loro dischi del Cactus2) Mio cuggino truzzo e tamarro tira fuori le 40000 e se lo accatta, il suo amico truzzo e tamarro "ci piace tanto la tecno-rap-dance" e non riuscendo minimamente a copiare il disco "eppure ci ho il prextor, cazzo..." se ne accatta uno anche lui.3) Noi tecnologicamente evoluti dedichiamo parte del nostro tempo a trovare il sistema di copiare il disco, anche a costo di registrarlo col microfono dalle casse.4) Quindi siamo tutti contenti, loro hanno venduto due dischi invece di uno, noi abbiamo imparato qualcosa e ci siamo anche diverti, i nostri cuggini truzzi tamarri e i loro amici si ascoltano a palla la loro musica rap-tecko-afro-dance.iL Lordo
  • Anonimo scrive:
    Risate all'infinito
    Finchè la musica si ascolterà attraverso delle casse e non per via telepatica sarà possibile con uno sforzo che ci riporta indietro solo di pochi anni ri-registrare la musica con una perdita di segnale minima - Attacchi il lettore che vuoi con la sua brava uscita di linea all'ingresso della scheda audio e passi i tuoi 74 minuti circa, una compressione a scelta - magari OGG che è pure libero da licenze - e sei di nuovo pirata al 100%. Lo sanno e sapranno fare tutti, per sempre. E allora?Musica via flebo?Saluti..
    • Anonimo scrive:
      Re: Risate all'infinito
      è anche vero ... ma K2 palle! ... ci si sta un anno e mezzo a CD e poi se hai tracce attaccate diventa una rottura staccarle per rifare ogni singola traccia...KEPPA
      • Anonimo scrive:
        Re: Risate all'infinito
        - Scritto da: zoccolona
        è anche vero ... ma K2 palle! ... ci si sta
        un anno e mezzo a CD e poi se hai tracce
        attaccate diventa una rottura staccarle per
        rifare ogni singola traccia...


        KEPPAVero, in pratica si torna quasi ai tempi eroici di quando registravamo le canzoni dalla radio col microfono, bisognava stare zitti e sperare che il conduttore rompicoglioni non ci parlasse sopra sul finale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Risate all'infinito
          D'accordo con te su tutta la linea. In piu' (forse eravamo anche piu' giovani, eh?) ci si divertiva e soprattutto LA SI ASCOLTAVA 'STA BENEDETTA MUSICA!!!So di gente che rippa talmente tanti CD che alla fine ne ascolta il 30% se va bene... è la sindrome dell'accumulo, come mio nonno che avrebbe tranquillamente abbattuto la foresta amazzonica per riempirsi la legnaia... e aveva il riscaldamento a gasolio! Il problema quindi è: quanti di noi sfruttano veramente al 100% le risorse che già hanno a disposizione piuttosto di accumulare cose che non riusciranno neanche ad utilizzare???La musica dovrebbe essere qualcosa che ci accompagna, non un sottofondo e basta...
      • Anonimo scrive:
        Re: Risate all'infinito
        per gli uetenti mac:CD Spin Doctor (accessorio di Toast), digitalizza, separa i brani e li nomina pure: più comodo di così!
    • Anonimo scrive:
      Re: Risate all'infinito
      Tutto vero e in + c'è pure il bonus. Compro il cd. Lo duplico. Poi lo restituisco, dico che non funziona sul mio lettore xkq e, se quello che dice l'articolo è vero, mi ridanno i soldi. Ragazzi, è uno spasso.- Scritto da: dIggItY
      Finchè la musica si ascolterà attraverso
      delle casse e non per via telepatica sarà
      possibile con uno sforzo che ci riporta
      indietro solo di pochi anni ri-registrare la
      musica con una perdita di segnale minima -
      Attacchi il lettore che vuoi con la sua
      brava uscita di linea all'ingresso della
      scheda audio e passi i tuoi 74 minuti circa,
      una compressione a scelta - magari OGG che è
      pure libero da licenze - e sei di nuovo
      pirata al 100%. Lo sanno e sapranno fare
      tutti, per sempre. E allora?

      Musica via flebo?

      Saluti..
      • Anonimo scrive:
        Re: Risate all'infinito
        - Scritto da: Ender
        Tutto vero e in + c'è pure il bonus. Compro
        il cd. Lo duplico. Poi lo restituisco, dico
        che non funziona sul mio lettore xkq e, se
        quello che dice l'articolo è vero, mi
        ridanno i soldi. Ragazzi, è uno spasso.
        Infatti domani mi vado ad accattare il CD della Imbruglia, lo compro in un grande magazzino, dove non fanno tante storie a cambiare la roba, lo riporto al negozio e dico che sul mio Sony anno 1991 non si legge, e per buona misura gli dico che nemmeno in macchina si legge, me ne faccio dare un altro uguale che gli riporto poi il giorno dopo, a quel punto mi incazzo pure e gli dico che vendono roba non buona che non funziona, e lo cambio con un altro cd diverso, sempre protetto da cactus, che e il giorno dopo gli riporto.Alla fine mi faccio dare un buono acquisto e ci compro un DVD.Che pacchia raga...
    • Anonimo scrive:
      Re: Risate all'infinito

      Musica via flebo?purtroppo si...pensa a questo scenario:il mercato e' al 90% di cd protetti...le grosse case di produzione si mettono d'accordo e creano un lettore(come gia' avviene per il lettore software della midbar con tecnologia microsoft) dal quale non puoi registrare.. allora certo qualche simpatico smanettatore riuscira' pur sempre a trovare un modo (se il segnale arriva alle casse perche' non ad un'altra sorgente) di registrare ma a te non rimarra' che metterti col microfono davanti alla cassa....anche perche' nel frattempo case che consentiranno la lettura di questi supporti (sia via hardware che software) saranno trascinate in tribunale e distrutte dal DMCA o dall'EUCD...la soluzione non e' non comprare... ma non stare a sentire max gazze' o laura pausini (il che non e' un gran danno)...come ci siamo fatti il software, 'noi pensatori liberi', cosi' ci possiamo fare la musica...l'altra soluzione e' scontrarsi con questi giganti...ma avete le palle e la voglia di farlo?non credo... tanto anche se ci mettiamo a fare musica libera ci dovremmo scontrare lo stesso.. vedi linux...saluti
  • Anonimo scrive:
    Boicottiamoli
    Facciamo nascere un movimento per escludere queste case dal mercato.Se vorranno distribuire i loro dischi di me*da ce li dovranno regalare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Boicottiamoli ... see come la petizione?
      ma guardati attorno!credi che tua cugina e mia sorella, il tuo amico truzzo-tamarro che vuole one-shot-90-disko-teknodance ci penserà, prima di tirare fuori le 40 carte?ci pensa la gente allo sfruttamento quando compra "made in China", "Made in Indonesia" ... ?ci pensa qualcuno al fatto che la legge sull'editoria è passata?frega a qualcuno il fatto che Internet in Cina è Cinanet?no.non frega a nessuno.la dittatura del denaro non è vicina... è qui.- Scritto da: Mesòrotto
      Facciamo nascere un movimento per escludere
      queste case dal mercato.
      Se vorranno distribuire i loro dischi di
      me*da ce li dovranno regalare!



      • Anonimo scrive:
        Re: Boicottiamoli ... see come la petizione?
        - Scritto da: Ossomollo


        ma guardati attorno!
        credi che tua cugina e mia sorella, il tuo
        amico truzzo-tamarro che vuole
        one-shot-90-disko-teknodance ci penser$B!&(B
        prima di tirare fuori le 40 carte?Io ho una cugina, una sorella e un amico truzzo-tamarro, e credimi, con 'sti prezzi CI PENSANO prima di tirare fuori 40 carte.

        ci pensa la gente allo sfruttamento quando
        compra "made in China", "Made in Indonesia"
        ... ?No, non e' la stessa cosa. Qui e' lo stesso sano egoismo a invitarti a NON COMPRARE piu' CD.

        ci pensa qualcuno al fatto che la legge
        sull'editoria $B!&(Bpassata?no

        frega a qualcuno il fatto che Internet in
        Cina $B!&(BCinanet?no. ma ripeto, qui la storia e' diversa. Ha ragione qualcuno dicendo che con queste protezioni le major si stanno dando la zappa sui piedi. Gli analisti che hanno assunto dovrebbero mandarli a coltivare le patate, per quello che valgono, non riescono neanche a capire le basi della psicologia dei consumatori.

        no.
        non frega a nessuno.
        la dittatura del denaro non $B!&(Bvicina... $B!&(B
        qui.Come consumatori abbiamo ancora l'ultimo potere, decidere di comprare o di non comprare. Per quello che mi riguarda questi CD protetti possono anche rimanere in negozio a fare chili di muffa. Alberto
  • Anonimo scrive:
    E' inutile proteggere
    Tanto la gente che ha i soldi i cd li compra originali anche senza che siano protetti, la gente povera di certo non li comprerà ora che sono protetti, quindi tutto rimarrà come prima.
  • Anonimo scrive:
    Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
    Ciao,non sono più un ragazzo ormai, e sono cresciuto come voi ascoltando tanta, tantissima musica, posseggo innumerevoli cd originali, intere collezioni, per non parlare di vinile e audiocassette.Mi meraviglio, mi meraviglio davvero, non capisco perchè le case discografie, continuino a DANNEGGIARE E LO RIPETO DANNEGGIARE I LORO MIGLIORI, LO RIPETO MIGLIORI CLIENTI.A chi scarica musica illegalmente da internet, non gli fa un baffo se i CD distribuiti sono PROTETTI (o per meglio dire VOLONTARIAMENTE DIFETTATI), loro POSSONO GODONO DELLA QUALITA' AUDIO DEL FORMATO MP3.Io invece, ovviamente dopo aver speso una cifra non indifferente, mi devo "GODERE" un album che risulta difettoso su alcuni lettori e a volte totalmente illeggibile (ho già restituito un paio di CD in una settimana).A questo punto mi chiedo... è questa veramente la soluzione per fermare la pirateria???Personalmente, questo provvedimento sortisce l'esatto contrario, io mi sento spinto a reperire una copia pirata, che sebbene sia illegale, almento funziona su innumerevoli lettori.Con rammarico.Luigi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
      Hai ragione.Lorenzo
    • Anonimo scrive:
      Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
      Hai ragione.Lorenzo
    • Anonimo scrive:
      Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
      cmq vada,ci sono già cracker al lavoro per sproteggere questi così detti forzieri,xchè qualsiasi protezione software è valicabile...senza limite.ALk ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
        E' vero, qlc che conosco ci sta lavorando ed ha gia un firmware modificato per i masterizzatori ple*tor che li legge già benissimo, quindi... aspettate solo qlc giorno e potrete trovare il firmware (= software da inserire come aggiornamento del masterizzatore) in tutti i siti warez.Le majors non capiscono che ormai la musica e' un file binario e tutto cio' che puo' essere trasformato in esso potra' circolare liberamente per la rete. I crackers non fanno altro che dare la possibilità alle persone di scegliere, e la gente sceglie quello che vuole.Si stanno mettendo i bastoni tra le ruote, ne vedremo delle belle ragazzi!! W il digitalr!!
        • Anonimo scrive:
          Re: FIRMWAREZ
          interessantissimo!!!!ovviamente non ci avevo pensato.pensavo solo ai software di masterizzazione...invece ovvio, il firmware modificato!però questo spingerà all'acquisto di _certi_ masterizzatori!e soprattutto diventerà difficile come una volta lo era avere un certo driver per linux per una periferica vecchia!:(
      • Anonimo scrive:
        Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
        si ma dare i riferimentini agli amici noooo??? ;)e poi, restituisce le tracce in wav, posso spararmele sul lettore mp3 portatile (SOLO mp3) oppure riesco solo a fare cd --
        cd ?:( dai sono indietro!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!!
          - Scritto da: Una delle parche

          si ma dare i riferimentini agli amici
          noooo??? ;)

          e poi, restituisce le tracce in wav, posso
          spararmele sul lettore mp3 portatile (SOLO
          mp3) oppure riesco solo a fare cd --
          cd ?

          :(
          dai sono indietro!!!Dai ti aiuto io, non posso vedere gli animali soffrire... :-))Cambiando il FIRMWARE al masterizzatore esso lui sarà in grado di leggere i cd protetti come gli altri non protetti, quindi ci potrai fare la tua brava estrazioncina digitale oppure anche la copia paro paro del CD.Quando hai fatto l'estrazione digitale e ai il file wav te lo puoi convertire in tutti i formati audio che ti aggradono, anche in WMA se sei masochista :-)))iL Lordo
    • Anonimo scrive:
      Re: Danneggia unicamente i loro migliori clienti!!
      - Scritto da: Luigi.
      Ciao,

      non sono più un ragazzo ormai, e sono
      cresciuto come voi ascoltando tanta,
      tantissima musica, posseggo innumerevoli cd
      originali, intere collezioni, per non
      parlare di vinile e audiocassette...................Tutto quello che dici è giusto. Tranne una cosa: i loro migliori clienti non sono gli appassionati che comprano tanti CD, ma pretendono qualità e contenuti, ma sono le maree di ragazzini che, istruiti dalle campagne pubblicitarie e dalle mode, corrono a comprare ogni cioffeca gli venga propinata.
  • Anonimo scrive:
    solo per windows
    E io/noi che usiamo BeOS ci in%uliamo?Ma che vadano afarsi f***tere....Servisse a qualcosa.... invece serve solo a far aumentare il prezzo del cd, un cane che si morde la coda. E poi perchè? Perchè vogliono "eliminare" le copie pirata che tolgono loro grandi profitti? Ma suvvia sappiamo tutti come sono quei tipi, se guadagnano 60 vogliono 100, se guadagnano 100 vogliono 200....Per quanto mi riguarda, finchè c'è la possibilità di truffarli si deve continuare a farlo, tanto il 97% delle volte chi se la prende nel c**o siamo noi, almeno quando possiamo, approfittiamone!
    • Anonimo scrive:
      Re: solo per windows
      VERO!
      • Anonimo scrive:
        Re: solo per windows
        Sono 6 anni che diamo battaglia commerciale a Windows ... promuovendo l'utilizzo di Linux su multi-piattaforma (Intel e Apple/Macintosh).Faranno una versione per noi ... che oggi rappresentiamo il 20% del mercato ???Boh ... mah ... mi sembra una cazzata
        • Anonimo scrive:
          Re: solo per windows
          la faranno.il che avrà varie simpatiche implicazioni1) avranno inculato tutti perché il cd ORIGINALE sarà leggibile ovunque e quindi niente scuse per i pirati (sob)2) i sistemi NON-WINDOWS saranno riconosciuti con maggior luce ... linux non sarà da parte, dato che la musica è onnipresente ...:)
          • Anonimo scrive:
            Re: solo per windows
            - Scritto da: pinciopalline

            la faranno.

            il che avrà varie simpatiche implicazioni

            1) avranno inculato tutti perché il cd
            ORIGINALE sarà leggibile ovunque e quindi
            niente scuse per i pirati (sob)Non credo proprio.Non sono solo macchine Linux, Windows e MacOS ad avere un lettore CD collegato. Ho qui tra piedi un HP730 con installato HP-UX 9.qualcosa. Che dici, faranno un prg. anche per lui? e per AIX? e per Solaris? BeOS? QNX? Tru64? Per tutte le 40 architetture su cui gira NetBSD e le 16 di Linux? Senza scordarci Hurd e AtheOS, naturalmente.Potrebbero distribuire i binari del programma con un comodo DVD allegato al CD, che dici?
  • Anonimo scrive:
    kAkkA
    e ancora kakka.allora si torna alla solita corsa eh?una volta era copyIIpc, oggi è nero, feurio, cdfreaks ... eppure guardacaso da una volta in cui copiavamo cassette e dischetti, ad oggi, quali industrie sono cresciute a dismisura? la musica e l'informatica!ma di che DIAVOLO hanno paura?
Chiudi i commenti