KDE 3.4 acquista la parola

Il progetto KDE lancia una nuova major release che punta soprattutto a migliorare l'accessibilità dell'interfaccia per mezzo di una tecnologia di sintesi vocale integrata

Roma – A brevissima distanza dal rilascio dell’ ultima versione del suo eterno rivale GNOME, KDE si lancia sui desktop Linux con la nuova major release 3.4.

Tra le molte novità e migliorie di questa versione il team di sviluppo del noto desktop environment ha messo in particolare evidenza i nuovi strumenti per l’accessibilità, tra i quali spicca un motore text-to-speech integrato nell’interfaccia utente e in diverse applicazioni: tra queste c’è il viewer PDF, l’editor di testi, il browser Web (Konqueror) e alcuni tool specifici per la sintesi vocale, come KSayIt e KMouth. Con pochi accorgimenti è tuttavia possibile “far parlare” qualsiasi altra applicazione, una caratteristica che va soprattutto a beneficio dei non vedenti.

KDE 3.4 contiene poi temi ad alto contrasto e un completo insieme di icone monocromatiche per le persone che hanno problemi alla vista, e un tool per la gestione del mouse dedicato a coloro che soffrono di tendinite o della sindrome del tunnel carpale.

Tra le novità più in vista del nuovo KDE vi sono poi le versioni riviste e corrette di Kontact e Kopete, rispettivamente una suite per il personal information management e un client di instant messaging. Il primo sfoggia un nuovo editor di messaggi e una nuova schermata d’avvio, inoltre supporta la nuova versione 2.0 del software per la collaborazione Kolab . Kopete migliora invece l’integrazione con Kontact e include una nuova lista dei contatti capace di visualizzare la foto di ogni amico o collega di lavoro. La nuova versione dello sparamessaggini con la K supporta AIM, Gadu-Gadu, GroupWise, ICQ, IRC, Jabber, Lotus Sametime, MSN, Yahoo e l’invio degli SMS.

KDE 3.4 include anche un cestino ridisegnato e maggiormente flessibile, una versione di KPDF che permette di copiare e incollare testo e immagini dai documenti PDF, un motore di rendering delle pagine web (KHTML) con pieno supporto agli standard CSS 2.1 e CSS 3 Selectors Module, una più avanzata funzionalità per la sincronizzazione tra due PC, una migliorata integrazione fra il client di posta elettronica KMail e il ricorda-password KWallet, e la possibilità di utilizzare le animazioni in formato SVG come sfondi per il desktop.

In totale, gli sviluppatori sostengono di aver corretto oltre 6.500 bug e di aver apportato oltre 1.700 modifiche richieste dagli utenti.

KDE 3.4 può essere scaricato da qui in 49 lingue, tra cui quella italiana, per tutte le principali distribuzioni di Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti