Kermit sponsor della censura tv

Sarà la ranocchia verde più famosa a ricordare ai genitori di attivare il v-chip, cosino tecnologico che oscura certe trasmissioni

Washington (USA) – Indiscussa star del Muppet Show e irrinunciabile parte dell’immaginario infantile, la “mitica” ranocchia verde Kermit verrà ora utilizzata negli Stati Uniti per promuovere la censura televisiva.

Sarà Kermit, infatti, il “testimonial” di una campagna mirata a rendere consapevoli i genitori americani dell’esistenza del V-Chip, un dispositivo già utilizzato in alcune regioni del Canada, che consente di inibire facilmente la visualizzazione di certi contenuti televisivi.

La V-Chip è già presente su moltissimi televisori americani, essendo stata inserita di “default” in tutti gli apparecchi da 13 pollici in su venduti dal 2000 ad oggi. Il suo funzionamento si basa sulla “lettura” di un certo codice di rating che viene trasmesso dal programma televisivo in corso.

A quanto pare Hallmark Channel, in collaborazione con la Jim Henson Company che possiede i diritti sui muppets , ha deciso di “prestare” l’immagine di Kermit alla Commissione federale sulle comunicazioni affinché venga utilizzata per l’imminente campagna ideata dalla Commissione.

Hallmark si presterà come canale distributivo di una immagine di Kermit che segna una “V” con le proprie dita. Anziché significare “Victory”, come nel celebre gesto di Winston Churchill, però, Kermit intenderà “V-Chip”, che viene descritta così dalla Commissione: “E’ uno strumento molto importante che consente ai genitori di filtrare facilmente i programmi non appropriati per i propri bambini. Il prossimo difficile passo per la V-Chip è rendere consapevoli i genitori della tecnologia V-Chip e far adottare alle televisioni il giusto sistema di rating”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Anthill dietro front
    Nella pagina c'è scritto che le selezioni sono terminate.E' merito di punto informatico?
    • Anonimo scrive:
      Re: Anthill dietro front
      - Scritto da: d
      Nella pagina c'è scritto che le selezioni
      sono terminate.E' merito di punto
      informatico?è scritto con un vistoso errore di ortografia, che conferma l'idea di una frettolosa chiusura.
  • Anonimo scrive:
    Denuncia
    La legge su assunzione e/o intermediazione di personale è molto chiara. Ci potrebbero essere gli estremi di una denuncia.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Disoccupati miniera d'oro
    Anche partecipando ai concorsi pubblici si paga una "tassa di selezione" a fondo perduto, ma che comunque è dell'ordine di una decina di migliaia di lire, non certo 120.000...Certo è che i disoccupati sono una fonte di reddito per gli sciacalli: molte "ditte" vanno a consultare i quadri degli scrutini per i neomaturandi, e poi si presentano a casa proponendo, o meglio facendo credere, che pagando milioni per un "corso di formazione" presso questa ditta, alla fine si lavorerà presso di lei...Quella della email è un'assurdità indice di poca serietà: il minimo che devi, ad uno che ti paga 120 bigliettoni da diecimila, è una Raccomandata con avviso di ricevimento, quando lo convochi per un colloquio da cui potrebbe dipendere il suo futuro lavorativo, no?Disoccupati: una miniera d'oro...
  • Anonimo scrive:
    Sommergiamoli
    Andiamo sul loro sitohttp://www.anthill.it/job.htme compiliamo il form per la ricerca del personale, con dati falsi naturalmente, ed esprimiamo il nostro disgusto per la loro idea e la loro azienda. MORTI DI FAME sono!
  • Anonimo scrive:
    La solita sòla
    e che c'è di nuovo in questa notizia? è sempre la solita sòla. gli unici che "svoltano" con anthill e stronzate di questo genere sono solo quelli che le propongono! quelli sì, che hanno trovato lavoro!!! uno dei lavori più vecchi del mondo: solàre il prossimo. ma annassero a rubbà de notte, che è più dignitoso che fregà chi sta in difficoltà. io je cecherebbe 'n occhio e je tajerebbe le mano, artro che selezzione...
    • Anonimo scrive:
      Re: La solita sòla
      Scusate, già che siamo in argomento vi ricordo che questo genere di società guadagna pure sul vostro consenso (ovviamente obbligatorio) al trattamento dei dati personali. Ovvero spammano a rotta de collo e rompono le balle con interviste e sondaggi sul tuo telefono che hai fornito nella speranza di essere contattato..
  • Anonimo scrive:
    metodo di selezione?
    è giusto che sia così, i deficenti che decideranno di aderire saranno quelli scartati dalla società di ricerca......li manderei a lavorare in miniera altro che società TLC
    • Anonimo scrive:
      Re: metodo di selezione?
      - Scritto da: seranto
      è giusto che sia così, i deficenti che
      decideranno di aderire saranno quelli
      scartati dalla società di ricerca......li
      manderei a lavorare in miniera altro che
      società TLCForse.Ma tu meriteresti di scoprire cosa succede se la tua ditta fallisce e devi pagare il mutuo della casa e mantenere tua moglie e due figli.
      • Anonimo scrive:
        Re: metodo di selezione?
        Ma per favore...adesso per salvare la casa e i figli del povero imprenditore ci mettiamo a truffare tutti i poveri disgraziati che il lavoro lo stanno cercando e magari hanno già una casa e i figli da mantenere... O NO?
  • Anonimo scrive:
    ...hummm...
    ma e' legale tutto questo ? A quel che so' e' illegale discriminare nella selezione per un posto di lavoro.Il fatto stesso che si richieda il possesso di una mail e' di per se' una discriminazione, il richiedere il versamento di 120.000 lire diventa un atto da sciacalli.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ...hummm...
      e piu' che sciacallaggio io direi truffa ...casomai mo tiro su pure io na societa' chiedendo soldi per un posto di lavoro poi non assumo nessuno e intanto sono diventato miliardario e sto a godermi i miei miliardi a caraibi ( brunelli docet )
  • Anonimo scrive:
    cialtroni...
    vedi subj.
Chiudi i commenti