KidZui, the Internet for kids

L'Internet per i bimbi, filtrata da specialisti, da un team editoriale dedicato e da genitori collaborativi, in perfetto stile duepuntozero. Si vede ciò che è permesso, il resto no

Roma – Con 200 collaboratori alle spalle, un totale di 8 milioni di dollari di finanziamenti e un certosino lavoro di certificazioni sito per sito , KidZui Inc . dà alla luce l’omonimo browser KidZui , “the Internet for kids”.

KidZui Il Web tagliato su misura per i bimbi, secondo la vision dell’azienda, è un ambiente da creare in maniera collaborativa . Genitori e parenti, fino ad oggi, hanno tentato di controllare la navigazione dei marmocchi facendo in gran parte uso di black list , di “liste nere” il cui obiettivo era di impedire la navigazione su siti porno o, comunque, con contenuti non adatti.

Il concetto seguito per questo nuovo browser è opposto: per farlo funzionare, l’azienda ha assunto 200 tra impiegati, genitori e insegnanti per esaminare e valutare siti Web, immagini e video. Tutto viene categorizzato e inserito in gruppi suddivisi per fasce d’età e c’è un intero team editoriale , dedicato a mantenere aggiornate le librerie. I marmocchi potranno, dunque, girare liberamente perché è possibile vedere tutto ciò che è permesso , mentre tutto il resto è vietato . Porno compreso , ovviamente.

Ma la scelta è davvero ampia: una volta che i genitori si iscrivono, i loro bimbi – fino a 10 per famiglia – possono eseguire il log-on a KidZui, creare e decorare un proprio avatar e navigare nella collezione di siti consentiti , già oggi ben oltre 500 mila . Non mancano vaste collezioni di video, immagini e ogni altro materiale, accuratamente revisionato dal team prima di essere approvato .

KidZui Ad ogni nuovo sito che i genitori collaborativi individuano e segnalano come adatto, si guadagnano punti, con i quali il marmocchio “usufruttuario” può decorare ulteriormente il proprio avatar o collezionare altri vantaggi.

Per realizzare tutto ciò l’azienda, con sede a San Diego, ha raccolto 8 milioni di dollari di finanziamenti: a settembre 2006, 3 milioni sono arrivati da Emergence Capital Partners e da First Round Capital, mentre a luglio 2007 altri 5 milioni sono giunti da Maveron . Il presidente dell’azienda è l’ex CEO di Mattel e Leapfrog , Tom Kalinske, insieme a cui figurano altri personaggi già noti nel mondo dello svago infantile e giovanile.

KidZui non è gratis. Per avere questo guardiano virtuale, mamma e papà dovranno “scucire” 9,95 dollari al mese , oppure 99,95 l’anno . Ma c’è la promozione: per il lancio, durante il primo mese il prezzo promozionale è di 4,95 dollari mensili . E i primi 30 giorni sono di “prova” gratuita , giorni in cui mamma e papà potranno sincerarsi dell’idoneità del servizio.

Non resta che sperare in un’espansione rapida, che offra il servizio anche in altre lingue: al cambio odierno , le mamme e i papà italiani che volessero aderire al servizio – lingua permettendo – dovrebbero pagare poco più di 3 euro al mese.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • micciaccies a scrive:
    Numerazioni fastweb
    No iin ufficio abbiamo una nuemrazione nata in fastweb che quanod abbiamovoluto togliere abbiamo scoperto non essere portabile verso nessun altro operatore.ci è stato risposto che se ilnumero fosse nato in telecom e poi portato a FW si sarebbe potuto fare ma essendo nato in FW se vuoi cambiare devi rinucniare al numero!a ragion del vero al numerazione FW non segue quella tradizionale telecom (i numeri iniziali non sono quelli del quartiere), qualucno sa se può essere dovuto ad una motivazione squisitamente tecnica?seconodo me in parte si ma in parte è una volontà commerciale.noi ora siamo bloccati con FW, non possiamo dopo 3 anni lasciare il numero e cambiarlo!
    • spectator scrive:
      Re: Numerazioni fastweb
      - Scritto da: micciaccies a
      No iin ufficio abbiamo una nuemrazione nata in
      fastweb che quanod abbiamovoluto togliere abbiamo
      scoperto non essere portabile verso nessun altro
      operatore.

      ci è stato risposto che se ilnumero fosse nato in
      telecom e poi portato a FW si sarebbe potuto fare
      ma essendo nato in FW se vuoi cambiare devi
      rinucniare al
      numero!

      a ragion del vero al numerazione FW non segue
      quella tradizionale telecom (i numeri iniziali
      non sono quelli del quartiere), qualucno sa se
      può essere dovuto ad una motivazione
      squisitamente
      tecnica?

      seconodo me in parte si ma in parte è una volontà
      commerciale.

      noi ora siamo bloccati con FW, non possiamo dopo
      3 anni lasciare il numero e
      cambiarlo!perche' c'e' qualcuno che vi obbliga col fucile a dovervi tenere lo stesso numero?
      • ascolta un cretino scrive:
        Re: Numerazioni fastweb

        perche' c'e' qualcuno che vi obbliga col fucile a
        dovervi tenere lo stesso
        numero?Non hai capito una mazza, ma proprio nulla di nulla!Se tu avessi una attivita' commerciale sapresti bene che per nessun motivo al mondo vorresti mai cambiare numero di telefono.Invece non ce l'hai e spari minchiate qui.A ninna, da bravo.
        • akex scrive:
          Re: Numerazioni fastweb
          e resta fastweb ma che ti frega di andartene alla fine fastweb e' meglio di altre compagnia messe insime
  • Sandro F scrive:
    Portabilità dei mobili
    Ciao,Se sono veloci come con quella tra operatori mobili stiamo freschi...E' un mese che il numero deve passare e il vecchio gestore al posto di portarlo al nuovo ha messo il mio numero nella lista per farmi bombardare di sms inutili!Viva l' Italia...Sandro F
  • Davide scrive:
    Come no
    Aspetto da Agosto 2007 la portabilità del mio numero e mi tocca andare in giro con due cellulare.
    • YellowT scrive:
      Re: Come no
      quale parte di fisso non è chiara?
      • katalin scrive:
        Re: Come no
        - Scritto da: YellowT
        quale parte di fisso non è chiara?quale parte del lui gira col cellulare perche' non ha ancora la portabilita' sul fisso? non e' chiara?
    • Mah scrive:
      Re: Come no
      - Scritto da: Davide
      Aspetto da Agosto 2007 la portabilità del mio
      numero e mi tocca andare in giro con due
      cellulare.Io ho fatto 3 cambi in 6 mesi (non dello stesso numero) tutti andati a buon fine in tempi relativamente brevi (massimo 40 giorni)
  • ciccio scrive:
    Portabilità su VOIP
    Io ho da qualche mese una connessione a banda larga fornita con tecnologia Hiperlan 2Ho portato il numero fisso telecom presso una società VOI, in modo gratuito. La procedura è durata una quindicina di giorni lasciandomi senza linea per circa 3 giorni, tra la disconnessione telecom e l'attivazione su VOIP.Ora telefono felicemente senza più linea telecom e relativi costi fissi.Speriamo ora che la procedura di portabilità diventi ulteriormente più snella.
    • ilcaroleader scrive:
      Re: Portabilità su VOIP
      Il problema è la portabilità da Voip a Voip. Io ho un numero con Parla.it e al momento è un matrimonio per la vita, con buona pace dell'Agcom e dei suoi proclami.- Scritto da: ciccio
      Io ho da qualche mese una connessione a banda
      larga fornita con tecnologia Hiperlan
      2
      Ho portato il numero fisso telecom presso una
      società VOI, in modo gratuito. La procedura è
      durata una quindicina di giorni lasciandomi senza
      linea per circa 3 giorni, tra la disconnessione
      telecom e l'attivazione su
      VOIP.
      Ora telefono felicemente senza più linea telecom
      e relativi costi
      fissi.
      Speriamo ora che la procedura di portabilità
      diventi ulteriormente più
      snella.
  • Garlini Valter scrive:
    Diffusione a banda larga ?
    Chi si loda si imbroda.... AGCOM vergonateVi e leggetevi l'articolo di oggi su "La Stampa" a pag. 5 dove per diffusione sulla banda larga siamo quasi ultimi in Europa !Però c'è una cosa in cui eccelliamo.... gli stipendi dei dirigenti dell'AGCOM sono a livelli elevatissimi, primi in Europa, nel Mondo, nell'intera Galassia !Un esempio su tutti: il Presidente Poeta dell'AGCOM Corrado Calabrò si becca 450.000 Euro l'anno (fonte La Casta).Complimenti !
    • ciaociciu scrive:
      Re: Diffusione a banda larga ?
      450.000? esticazzi!!! cosa fa con 450K che non puo' fare con 80K???
      • Zio Bill scrive:
        Re: Diffusione a banda larga ?
        - Scritto da: ciaociciu
        450.000? esticazzi!!! cosa fa con 450K che non
        puo' fare con
        80K???Quoto interamente.'Stikazzi!!!
  • Marco Kronreif scrive:
    Tele2
    Ho tele2 come operatore unico e non pago più il canone, siccome hanno messo i filtri contro il P2P ho disdetto l'ADSL ma ho scoperto che per tornare a Telecom devo sborsare 60 a tele2 per disdire il servizio voce + 96 a telecom per la riattivazione della linea, alla faccia della portabilità! Sapete se nell'accordo di aprile risolvano questi incomprensibili problemi?Ho notato che non parlate più di tele2 e dei blocchi al P2p e che tele2 è diventato vostro sponsor, spero che le due cose non siano collegate!!! Abbiamo fiducia in voi, non lasciatevi corrompere!!
    • hola scrive:
      Re: Tele2
      Io ho l'adsl di tele2 e a me non risulta nessun blocco sul P2P...
    • telefiltro scrive:
      Re: Tele2
      - Scritto da: Marco Kronreif
      Ho notato che non parlate più di tele2 e dei
      blocchi al P2p e che tele2 è diventato vostro
      sponsor, spero che le due cose non siano
      collegate!!! Abbiamo fiducia in voi, non
      lasciatevi
      corrompere!!Anche io ho protestato e ho promesso a Tele2 di disdire... mi sa che l'abbiamo fatto in troppi... pare che i filtri, almeno qui dalle mie parti, si siano per lo meno "allentati". A te non risulta?
      • Marco Kronreif scrive:
        Re: Tele2
        Non lo so perché è da inizio marzo che sono senza ADSL perché ho disdetto ed è allora che ho scoperto la sgradevole notizia, che per disdire tele2 voce (che non sapevo i miei avessero attivato) sono 60 e per riattivare telecoma sono altri 96, bella fregatura!! Aspetto fino ad aprile per vedere se, come dice l'articolo, cambierà qualcosa..
  • picchiatello scrive:
    Avessero detto ultimo miglio...
    Avessero dato libero il famoso "ultimo miglio" , ma alla fine per chi telefona poco ed ha come principale esborso i costi fissi dei servizi base per gran parte delle utenze non c'e' scelta che tenga l'unica che ha le linee e' telecom ed anche andando con le altre compagnie poco si risparmia.
    • ciaociciu scrive:
      Re: Avessero detto ultimo miglio...
      dovrebbero liberalizzare l'ultimo miglio e levarsi finalemnte telezozz dai marroni!!ma si sa che telecom come le coop e' la cassa dei comunisti maledetti capitanati da d'alema & Co!
  • deepred scrive:
    Le verità sulla GNP
    Piccole verità sul GNP di Vodafone.Premetto che da 1 anno sono un dealer affezionato, (si, Vodafone mi sta simpatica.) Proprio oggi un cliente mi avvisa che Vodafone ha fatto una GNP (Geographic Number Portability) con un consenso telefonico apparentemente non dato. La notizia non è nuova, a 1.000 clienti è stato erroneamente portabilitato il numero telecom in Voda.A quanto pare, per ora, sembra non ci sia il modo per tornare indietro dopo questa pratica, anche se, confermano dal 190, c'è un modulo per segnalare di rientrare nelle 1.000 fortunatissime persone e richiedere l'annullamento della portabilità, quindi tornando sicuramente a Telve :).Ad oggi si aspetta ancora l'apparecchio che consente di utilizzare il normale telefono fisso con il servizio VFCasa.--"E aveva attaccato anche sul fronte portabilità, dove mediamente un utente italiano deve attendere 20 giorni per cambiare operatore"..Su una verifica effetuata in negozio, il tempo per la portabilità richiede circa 15 giorni, su 20 pratiche monitorate, 17 sono passate a VF dopo soli 7 giorni... direi che come tempistica ci siamo e problemi non ce ne sono.Unica pecca? ... Tassa di Concessione Governativa e Bollo su contratto, bill shock la prima volta ... e poi basta per 2 anni...
  • za73 scrive:
    Ma il rientro in telecom?
    Non capisco se l'articolo fa intuire che si potrà passare da un operatore all'altro senza rientrare in telecom o il problema rimarrà...
    • cesare uomini scrive:
      Re: Ma il rientro in telecom?
      - Scritto da: za73
      Non capisco se l'articolo fa intuire che si potrà
      passare da un operatore all'altro senza rientrare
      in telecom o il problema
      rimarrà...più che altro è la velocità del passaggio secondo me come poi avvenga tecnicamente in teoria manco dovrebbe interessarci
      • giulio scrive:
        Re: Ma il rientro in telecom?
        non tecnicamente ma amministrativamente se vuoi passare per esempio da infostrada a tiscali mantenendo il vecchio numero (parliamo di ull) devi fare infostrada-
        telecom-
        tiscalia breve si potrà fare tiscali-
        tele2 senza passare da telecozz
    • giulio scrive:
      Re: Ma il rientro in telecom?
      ma dovrebbe essere questa la novità il poter mantenere il numero senza passare dal via (telecom)
Chiudi i commenti