Kinder, esca da pedopornografi

Lo afferma don Fortunato di Noto che provoca anche una reazione della Ferrero: fermiamo i criminali. Il rischio-ovetti. Ma il sito è già sparito


Roma – “Questo sito è stato controllato da Ferrero e non contiene materiale dannoso per i bambini”. Questa una delle avvertenze che la celebre casa di produzione dolciaria pone sui propri siti dedicati ai più piccoli, ovvero la sua principale clientela. Si tratta essenzialmente di due siti, kindersurprise.com kindersorpresa.it, che Ferrero garantisce come “luogo sicuro” per i bambini in rete. Un luogo che ora è minacciato.

Ad affermarlo è don Fortunato di Noto, consigliere del ministro delle Comunicazioni italiano nonché coordinatore dell’associazione “Meter”, secondo cui il nome “kinder” associato a “surprise” viene utilizzato da pedopornografi per posizionare il proprio sito nei risultati dei motori di ricerca interpellati utilizzando queste parole chiave. E dunque per attirare bambini sul loro sito. Fino a qualche ora fa all’indirizzo www.terra.es/personal8/sj7vcz7x/exrb50av/, un sito mantenuto sui server del colosso “Terra” e ora non più attivo, si trovavano le pagine incriminate.

Non è chiaro perché un sito pedopornografico, già più volte denunciato da Di Noto e residente su un server spagnolo, abbia interesse a promuoversi in questo modo, ma la Ferrero non ha alcuna intenzione di vedere il proprio marchio associato ad immagini di abusi e servizie. “Già in passato – ha infatti dichiarato la Ferrero – abbiamo comunicato alle autorità giudiziarie e di polizia l’uso improprio in rete del marchio Kinder”. “Faremo tutto quanto in nostro potere – ha assicurato l’azienda – per collaborare con le istituzioni impegnate nel debellare il fenomeno della pedofilia, anche al fine di tutelare l’immagine aziendale”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Un DJ scrive:
    Libertà ai DJ!
    E SE FOSSERO MP3 COMPRATI SU BEATPORT? CHE MALE CI SAREBBE? I VERI LADRI NON SONO I DJ!
  • Anonimo scrive:
    Per me la siae e la gdf hanno ragione...
    ...perché sarebbe assolutamente impossibile da partye dei dj dimostrare a chi controlla di possedere tutti i dischi o cd originali contenuti nelle compilation da lavoro....io conosco un dj che lavora con i cd masterizzati, ha 2 case logic da 220 cd pieni zeppi, quindi, calcolando 15 brani a cd moltiplicati per 440 cd il risultato é 6600 brani....il finanziere di turno secondo voi quanto ci mette ad ascoltare 6600 brani? dovete tenervelo in casa per 3 settimane? E poi scusate, quando i cd non esistevano nel mondo dei dj come si faceve? ci si portavano dietro 3 o 4 bauli di dischi e la serata si faceva, non capisco come mai adesso nascano tutti questi problemi.CiaoDavide
    • Anonimo scrive:
      Re: Per me la siae e la gdf hanno ragione...
      no, se non possono dimostrare niente non hanno ragione di muovere nessuna denuncia, DEVONO per legge e per la Costituzione dimostrare la colpevolezza di qualcuno prima di condannarlo!Un giorno sentirai bussare alla porta e vedrai un signore coi baffi che ti dirà: "Senti facciamo così, per me tu sei un p1rl4 e per punizione trasferiscimi tutti i tuoi averi e fatti un'era geologica di carcere, tanto non posso dimostrartelo ma ho ragione perchè ho il distintivo dellla gdf"
    • Anonimo scrive:
      Per me la siae e la gdf hanno ragione...x me no
      caro davidetu pensi da dj, sei un dj oppurepensi...cosa?ti dico hoo una collezione di circa 3000 dischi in vinile, cio' significa in questo momento ho cestinato circa 50 milioni delle vecchie lireperchè come ben sai, caro davide, il vinile si rovina...vero?per la siae,dopo aver pagato tot di percentuale di diritti...mi costringe a non salvaguardare il mio investimento...perchè bohinoltre ti vorrei segnalare il programma di rai tre report, il servizio sulla siae...puoi scaricarlo dal sito e ti rendi conto che in fondo alla siae non va poi cosi' bene e che tante cose che affermano sono in contrasto con le normative europee...allla prosssima- Scritto da: Davide
      ...perché sarebbe assolutamente impossibile
      da partye dei dj dimostrare a chi controlla
      di possedere tutti i dischi o cd originali
      contenuti nelle compilation da lavoro....io
      conosco un dj che lavora con i cd
      masterizzati, ha 2 case logic da 220 cd
      pieni zeppi, quindi, calcolando 15 brani a
      cd moltiplicati per 440 cd il risultato é
      6600 brani....il finanziere di turno secondo
      voi quanto ci mette ad ascoltare 6600 brani?
      dovete tenervelo in casa per 3 settimane? E
      poi scusate, quando i cd non esistevano nel
      mondo dei dj come si faceve? ci si portavano
      dietro 3 o 4 bauli di dischi e la serata si
      faceva, non capisco come mai adesso nascano
      tutti questi problemi.
      Ciao
      Davide
      • Anonimo scrive:
        Re: Per me la siae e la gdf hanno ragione...x me no
        No non ci siamo proprio, ancora una volta siamo incapaci di vedere oltre il nostro naso. Tutto volendo si può regolarizzare, volendo appunto... mi spiego meglio... il dj non masterizza per rivendersi la musica, ma solo per ragione strettamente professionali e di comodità nel trasporto, senza contare che sempre di più i dj preferiscono lavorare con cdj e supporti digitali anzichè coi tradizionali piatti e dischi in vinile, e questo per due mitivi, le strumentazioni di ultima generazione offrono regolazioni, effetti, possibilità tecniche di giocare con la musica e quindi di perfezionare ulteriormente la tecnica del dj e per seconda cosa non si rovinano e sono di minimo ingombro, il futuro avanza e in capo a pochi anni tutti i dj professionisti lavoreranno in questo modo. Allora i casi sono 2: o si arrestiamo tutti i dj, anzi facciamo che rendere illegale questo lavoro e chiudiamo le discoteche, oppure troviamo il modo di lasciarli lavorare in pace (con tutta la disoccupazione che c'e'...) e, anzi, facciamo in modo che casse dello stato e SIAE siano felici e contenti imponendo non solo alla discoteca ma anche al dj una tassa in percentuale sul suo cachet, per quanto riguarda poi la pirateria ci sarebbe un discorso troppo lungo da fare, occorre valutare caso per caso e accertarsi veramente che il dj sia in possesso di musica non acquistata regolarmente o che quei cd non siano copie di backup degli originali, ma questo è affare dei finanzieri che ci devono mettere olio di gomito e non bloccare a priori chiunque lavori con i masterizzati, se poi hanno altro da fare che andare a spulciare a casa di ogni dj lascino perdere e si dedichino alla lotta alla delinquenza comune che ne avremmo un gran bisogno.
    • Anonimo scrive:
      Per me la siae e la gdf hanno ragione...x me no
      caro davidetu pensi da dj, sei un dj oppurepensi...cosa?ti dico hoo una collezione di circa 3000 dischi in vinile, cio' significa in questo momento ho cestinato circa 50 milioni delle vecchie lireperchè come ben sai, caro davide, il vinile si rovina...vero?per la siae,dopo aver pagato tot di percentuale di diritti...mi costringe a non salvaguardare il mio investimento...perchè bohinoltre ti vorrei segnalare il programma di rai tre report, il servizio sulla siae...puoi scaricarlo dal sito e ti rendi conto che in fondo alla siae non va poi cosi' bene e che tante cose che affermano sono in contrasto con le normative europee...allla prosssima
    • Anonimo scrive:
      Re: E SE ADOTTESSERO UN SISTEMA SIMILE?
      Il problema per i dj è che molti brani non sono abbastanza "commerciali" e quindi si reperiscono più facilemente on-line da altri utenti specializzati nel genere che in negozi.Le sanzioni applicate poi, andrebbero comunque diversificate se un dj fa il dj professionista (basta fissare un minimo di 20 serate all?anno e il prezzo dele serate!) o se è un 20enne che x hobby fa il dj e riesce a farlo?solo una volta all?anno x 50/100 euro!LA MIA PROPOSTA:..si dobrebbe stabilire un sistema in modo che chi fa il dj, può recarsi in un ufficio SIAE e pagando una quota forfettaria x traccia, gli sarà rilasciato un "verbale" di registrazione con bollino siae da allegare solo a quel cd, con tanto di numero di protocollo o codice a barre a cui fa capo nome e cognome o ancora meglio il codice fiscle del dj e IL CONTENUTO DEL CD REGISTRATO...in questo modo, il dj ha il cd con le traccie che realmente gli occorrono x le serate...... le copie sono esclusive e nessun altro dj potrà avere e utilizza una copia di un cd non registrata a suo nome...e soprattutto... NON SO VOI...MA IO NON FAREI MAI COPIE O PRESTEREI AD AMICI DI UN CD REGISTRATO A MIO NOME!...ovviamente (DAVIDE ...LEGGI!) la sanzione sarà estesa sia al dj che ha o usa una copia illecita, sia a me che ho premesso la duplicazione!l'ideale sarebbe anche una soluzione on-line con una banca dati SIAE/FIMI dove un dj ha un proprio account e PWD e può stamparsi il report dei cd/compilation e realativi codici a barre registrati a proprio nome e può portare con se questo documento in discoteca senza correre rischi.
  • Anonimo scrive:
    CHE DOBBIAMO PORTARCI DIETRO UN VAGONE DI CD?
    Non diciamo stronzate !Noi DJ comprimao sacchi e sacchi di cd dei qualimettiamo poi solezioniamo un numero di pezzi limitato.Se non possiamo fare le compilation per lavorodovremmo portarci dietro un carretto pieno deglioriginali, dovremo metterci 3 ore a trovare nacanzone, dovremo rischiare di rovinare materiale costoso.Possedendo gli originali e pagando oltretuttoulteriori diritti sia sui cd vergini (per chinon lo sapesse) sia per la programmazione dellaserata non vedo che altro si possa volere.Eppoi, se rovino gli originali che spesso sono costosi e a votle introvabili, me li risarcisce la SIAE ?Credetemi, ci ho messo più di un anno a trovareil 45 giri originale di Le Louvre di DIana Est,e l'ho suonato solo una volta per metterlo su CD. Da allora è sotto una campana di vetro e che mi mettano in prigione...Basterebbe che fosse verificata la presenza deglioriginali o chessò, una lista cartacea approvata di brani di cui si è pagato il diritti d'autore...un timbro e via. A prova di controllo.Comunque credo che certe cose introvabili che si trovano su internet non le metterebbe nessuno e per lo meno mettendole nelle liste dele serate qualche centesimo lo prendono anche loro, sennòsti artisti non ripubblicati su CD è inutile tutelarli. sarebbero contenti anche loro come autori che li suoniamo ancora grazie ad internet.E' che allo stato mancano dindini e non sanno più che santi pigliare ih ih
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE DOBBIAMO PORTARCI DIETRO UN VAGONE DI CD?
      - Scritto da: Angel 80's
      Credetemi, ci ho messo più di un anno a
      trovare il 45 giri originale di Le Louvre di DIana
      Est,
      e l'ho suonato solo una volta per metterlo
      su CD. Da allora è sotto una campana di
      vetro e che mi mettano in prigione...bastava chiedere... io cell ho! ;)"fuori dai musei..."ciao!LucaS
  • Anonimo scrive:
    LA SIAE VADA A DIRLO ALL' INDUSTRIA...
    CARISSIMI DJ'S , LA PIRATERIA NON ESISTE,O MEGLIO,NON E'UN CRIMINE VOLONTARIO,MA INDOTTO DALLE CASE PRODUTTRICI DEI LETTORI CD STESSI.INFATTI I SIGNORINI PREDISPONGONO LE LORO MACCHINE ALLA LETTURA DI CD-R,CD-RW,MP3,SD CARD ECC.SENZA TALE COMPATIBILITA' NON ESISTEREBBE ALCUN REATO,MA IL BUSSINESS...
  • Anonimo scrive:
    Pro DJ
    Quella di discutere su argomenti indiscutibili, mi sembra, scusate, una prerogativa tipicamente italiana !Perchè mettere limiti alla creatività ?Sono DJ da 15 anni e sono orgogliosa del fatto che, tramite il mio lavoro, artisti che magari non venivano programmati dalle radio o che il mio gusto mi ha suggerito di far conoscere, sono diventati un po' meno di nicchia...Occhio ! Parlo di artisti !L'assurdo è che persone intelligenti si debba ancora ragionare (!) a base di pregiudizi !Che differenza c'è tra Masters At Work, Jazzanova, Samuele Bersani, Limp Bizkit e Frank Sinatra ?Solo il gusto !Grazie al cielo non siamo tutti uguali !W I DJ, W I MUSICISTI !Abbasso l'ipocrisia e i bacchettoni che ci vendono la musica come bene di consumo !!!
  • Anonimo scrive:
    IL PROGRESSO NON SI PUO' FERMARE !!!
    C'erano una volta i 78 giri... (col giradischi a manovella)...poi venne il 45 giri (e il mangiadischi... quando un singolo vendeva anche un milione di copie, in Italia !!!)...il 33 giri (con quelle belle copertine giganti)... poi la qualità del cd... e poi la tecnologia ci regalò, in tempi + recenti i vari formati audio (tra cui l'mp3 ecc ecc...)Per farla breve... l'industria discografica è in crisi !!!E il futuro è anche il peer to peer !Vogliamo regolarizzarlo, invece di intraprendere decisioni che non fanno altro che rallentarne la diffusione ?La musica è per tutti !!!E' sempre stato così e deve continuare ad esserlo !!!E basta ipocrisie !!!
  • Anonimo scrive:
    RINGO vuole solo un privilegio...
    ... mica ha chiesto qiualcosa per tutti... NO! LUI lo ha chiesto SOLO PER SE STESSO!!!E per i suoi amici, poveracci dj che fanno da mezzo milione a serata in su...Lui poi quanto guadagna lo sa solo Zio!E piange!Ps: alla gente come lui, famosa che trasemtte in radio i cd arrivano gratis e promozionali dalla case discografiche...
    • Anonimo scrive:
      Re: RINGO vuole solo un privilegio...
      Ringo è amichetto dei discografici... e vuole avere il diritto di copia tant'è che la Fimi lo sostiene !!!- Scritto da: Frau Blucher
      ... mica ha chiesto qiualcosa per tutti...
      NO! LUI lo ha chiesto SOLO PER SE STESSO!!!
      E per i suoi amici, poveracci dj che fanno
      da mezzo milione a serata in su...
      Lui poi quanto guadagna lo sa solo Zio!

      E piange!


      Ps: alla gente come lui, famosa che
      trasemtte in radio i cd arrivano gratis e
      promozionali dalla case discografiche...
  • Anonimo scrive:
    sto con ringo!!!!!!!!
    faccio lo stesso lavoro e sono disposto anche a spendere 50 euro per un disco che dia emozioni alla gente che lo ascolta e lo balla.NON è gia una piccola multa ......bene moltiplicala per almeno una cinquantina di volte in un anno.Fisicamente poi l ingombro e il peso per chi suona vari generi ......meglio masterizzare.Comunque 105 non se la caga nessuno !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: sto con ringo!!!!!!!!
      - Scritto da: DJ l Biagi
      faccio lo stesso lavoro e sono disposto
      anche a spendere 50 euro per un disco che
      dia emozioni alla gente che lo ascolta e lo
      balla.
      [...]
      Comunque 105 non se la caga nessuno !!!!! Non sapevo di chiamarmi nessuno
      • Anonimo scrive:
        Re: sto con ringo!!!!!!!!
        BE QUASI NESSUNO QUALCHE PIRLA CHE ASCOLTA GLI IDIOTI SPECIALMENTE ALLA MATTINA SI TROVA !!!!!POI GLI STESSI DEL MATTINO LI RITROVI IN DISCOTECA MAGARI IL VENERDI ( DELL ANNO SCORSO ) A SVUOTARTI IL ROLLING STONES !!!!!! CHE PENA VEDERE LEONE DI LERNIA CHE SI STROFINA LE MAGLIETTE DI 105 SUL CULO E LE LANCIA ALLA GENTE. COMUNQUE é UN ALTRO DISCORSO .Ps io sono quello che lavorava in consolle quella sera !!!
  • Anonimo scrive:
    Forum per DJ
    Sono un DJ che ha aperto un Forum per tutti quelli che vogliono essere aggiornati sul problema dei CD masterizzati. Tramite l'Assessore alle attività produttive di Bologna, Enzo Raisi, sono arrivato in Parlamento all'attenzione del Ministro Gasparri. Se vuoi seguire tutte le vicissitudini segnati il sito: http://www.malaisi.com Dico solo che non è affatto giusto che NON esista una possibilità di Backup come accade nel mondo informatico anche per il mondo musicale. Io compro un disco e lo 'suono' nel formato che mi pare !! Attendo visite.
  • Anonimo scrive:
    pirateria
    chi non ha peccato scagli la prima pietra....però è assurdo!Se ho tutti gli originali sparsi in 150 contenitori....e mi faccio copia e te lo dimostro (staremo lì una settimana....) tu la multa te l'attacchi al c...o!Ciao. Paolo.
  • Anonimo scrive:
    Arruoliamo Ringo
    Grande occasione, arruoliamo Ringo nella causa Copyleft!!!!Che cavolo, inizi a mandare in Radio un po' di musica royalty free. Dica alle giovani band che per emergere non serve più mandare i demo tape alle radio ma è più efficace pubblicare online gli MP3 e distribuirli gratuitamente.Parli del movimento Copyleft e probabilmente troverà un sacco di sostenitori pronti a pagargli la multa della SIAE.Ma so già che finirà a tarallucci e vino (o meglio ringo e vino :-) ) e lui come tanti altri continuerà a sfruttare il business della musica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Arruoliamo Ringo
      meglio perderlo che trovarlo.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Arruoliamo Ringo
        purtroppo viviamo in un mondo in cui Ringo è più seguito di Rubbia
        • Anonimo scrive:
          Re: Arruoliamo Ringo
          - Scritto da: copirait
          purtroppo viviamo in un mondo in cui Ringo è
          più seguito di RubbiaPurtroppo....Cmq non vedo come un personaggio che lavora in radio sponsorizzato da case discografiche possa essere utile alla crociata anti case discografiche...
          • Anonimo scrive:
            Re: Arruoliamo Ringo
            Perchè questo è uno dei casi in cui la legge sul copyright da la zappa sui piedi di chi fa parte del sistema.Se questi casi si moltiplicheranno magari si potrà iniziare a parlare di Copyleft. Any way W David Bowie che ha detto: "Discografici cercate di arraffare più soldi che potete adesso perchè il copyright è già morto."
          • Anonimo scrive:
            Re: Arruoliamo Ringo

            Perchè questo è uno dei casi in cui la
            legge sul copyright da la zappa sui piedi di
            chi fa parte del sistema.Sfortunatamente (o fortunatamente) dj ringo conta poco o nulla...
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole poco...
    Forse non è chiara una cosa...La SIAE a fine serata si ciuccia lo stesso i soldi, perchè fa fede ciò che è scritto del borderò (o come ca@@@ si chiama).Quindi due sono le cose:1) la guardia di finanza non ha un ca@@@ da fare ed invece di controllare contrabbandieri e spacciatori preferisce accanirsi contro obiettivi sin troppo facili. Da considerare poi che la maggior parte dei finanzieri sono ignoranti come una capra.2) la SIAE è governata da una massa di luridi bastardi, perchè a prescindere dal supporto copiato o meno i soldi li incassa lo stesso. Quello che fa fede è il nome dell'artista sul foglio compilato e non dove è registrato. Però evidentemente sfruttano questa legge mal fatta per fottere quante più persone possibili.Penso che qualsiasi avvocato potrebbe rompere il cu@@ a questi bastardi: l'importante è avere le prove di aver acquistato l'originale, sia esso in vinile o su CD perchè:1) ha pagato la tassa SIAE sull'opera al momento dell'acquisto2) ha pagato la tassa SIAE sull'esecuzione in un locale pubblicoHo fatto il DJ per diversi anni e mi ricordo ancora il viscidume degli agenti SIAE, quando non ancora esistevano gli MP3 ed il file-sharing.
  • Anonimo scrive:
    E incredibile guadagnano un sacco di soldi
    e copiano cd.probabilmente quando poi fanno uno dei loro cd (mixando pezzi altrui) si lamentano che gli altri invece di comprarli li copiano.ma
  • Anonimo scrive:
    questi so matti
    e chi non ha un CD musicale copiato ???Devono costruire molte carceri nuove se vogliono far rispettare quella legge demenziale.Te 60.000.000 di italiani tutti in carcere....Questi sono proprio matti..Abbiamo una evasione fiscale e contributiva di oltre 300.000 miliardi di lire e la finza mi rincorre Gringo per quattro cd scopiazzati e magari anche male..Gia sono matti....Si, si so proprio matti...Contenti loro ...
  • Anonimo scrive:
    I dj esenti
    Cavolo ma quelli fanno un sacco di pubblicita' alla musica... Devono pure pagare? Ma siamo matti?
    • Anonimo scrive:
      Re: I dj esenti
      - Scritto da: Frankie
      Cavolo ma quelli fanno un sacco di
      pubblicita' alla musica... Devono pure
      pagare? Ma siamo matti?I loro CD a casa... Ovviamente sì!Quelli che usano in radio... Li mandano direttamente le Majors.Quelli che si fanno loro, copiando brani dai cd della radio, magari mixandoli, per evitare di portare vagonate di CD in giro per ogni serata e comunque pagando un tot per canzone fatta ascoltare... beh, è quello di cui si sta discutendo!
    • Anonimo scrive:
      Re: I dj esenti
      hehehehehehehahahahahehehehhahahhhaaheheheh   ...
    • Anonimo scrive:
      Re: I dj esenti
      - Scritto da: Frankie
      Cavolo ma quelli fanno un sacco di
      pubblicita' alla musica... Devono pure
      pagare? Ma siamo matti?Loro o la casa discografica il bollino lo deve pagare....Aggiungo che,secondo me i DJ la musica si limitano a rovinarla mixandola, snaturando musica composta da altri...Forse era meglio una frase del genere...un cd 40.000 ma siamo matti?
      • Anonimo scrive:
        Re: I dj esenti

        Aggiungo che,secondo me i DJ la musica si
        limitano a rovinarla mixandola, snaturando
        musica composta da altri...Hai fatto male ad aggiungere.Quella frase non significa nulla.Non capisco cosa vuoi dire.Stai parlando del RMX (remix) o del mixaggio?Il mixaggio non rovina la musica...Un dj come Ringo rovina la musica quando mixa perchè non sa mixare... ma questo è un'altro discorso.Se, al contrario, ti riferisci ai remix... non c'entra proprio niente con l'argomento trattato.Quindi, perpiacere, se non avete conoscenze su un argomento... e volete per forza esprimere un opinione... cercate di documentarvi almeno...P.S: Non basterebbe una giornata per scrivere titoli di RMX più belli della canzone originale...
        • Anonimo scrive:
          Re: I dj esenti
          - Scritto da: DJ Palmis

          Aggiungo che,secondo me i DJ la musica si

          limitano a rovinarla mixandola, snaturando

          musica composta da altri...

          Hai fatto male ad aggiungere.

          Quella frase non significa nulla.
          Non capisco cosa vuoi dire.

          Stai parlando del RMX (remix) o del mixaggio?
          Il mixaggio non rovina la musica...
          Un dj come Ringo rovina la musica quando
          mixa perchè non sa mixare... ma questo è
          un'altro discorso.

          Se, al contrario, ti riferisci ai remix...
          non c'entra proprio niente con l'argomento
          trattato.

          Quindi, perpiacere, se non avete conoscenze
          su un argomento... e volete per forza
          esprimere un opinione... cercate di
          documentarvi almeno...

          P.S: Non basterebbe una giornata per
          scrivere titoli di RMX più belli della
          canzone originale...Grazie per averci illuminato....Aggiungo ci sarà un motivo perchè i dj non vengono definiti musicisti....forse perchè sono musicisti senza talento? non sanno suonare uno straccio di strumento? mah
          • Anonimo scrive:
            Re: I dj esenti

            Grazie per averci illuminato....

            Aggiungo ci sarà un motivo perchè i dj non
            vengono definiti musicisti....forse perchè
            sono musicisti senza talento? non sanno
            suonare uno straccio di strumento? mah
            Evidentemente non ti ho illuminato abbastanza: provvedo subito!Sono certo che ti sei documentato abbastanza prima di rispondere... vero?Adesso:CHI TI HA MAI DETTO CHE UN DJ DEVE ESSERE MUSICISTA???????????IL DJ MIXA!!!!!!!!IL DJ-PRODUTTORE(quello che è tutta un'altra stopria n.d.a.) è colui che CREA le canzoni... e giacchè sa mixare se le mixa durante le serate!!!E se non lo chiami musicista... a me non interessa...Però perpiacere... prima di rispondere... PENSATE!!! Mi spiego: Hai presente Picasso? Dipingeva come se era una macchina fotografica a soli 9 anni...Quando arrivò sulla trentina capì che si poteva uscire un'attimino fuori dagli schemi...Anche se i quadri sembrerebbero (per degli stupidi) dei scarabocchi... non significa che non sapeva farti un ritratto perfetto nei minimi detagli... semplicemente non era quello che voleva esprimere.Devo continuare oppure ci siamo capiti?Un saluto a tutti gli Anti-DJ per fede politica.
          • Anonimo scrive:
            Re: I dj esenti
            - Scritto da: DJ Palmis

            Mi spiego: Hai presente Picasso? Dipingeva
            come se era una macchina fotografica a soli
            9 anni...Come "se fosse stato"
            Anche se i quadri sembrerebbero (per degli
            stupidi) dei scarabocchi... sembrerebbero "degli" scarabocchi
            Devo continuare oppure ci siamo capiti?No lascia pure perdere e torna a scuola che è meglio.
            Però perpiacere... prima di rispondere...
            PENSATE!!! Da che pulpito! E tu allora prima di rispondre STUDIA!
          • Anonimo scrive:
            Re: I dj esenti
            E' chiaro che cercavi il cavillo.Volevi per forza dire la tua.E quando i contenuti sono inattaccabili si discute la forma.Però non offendere la gente.Non puoi giudicare la gente solo da un post grammaticalmente scorretto.Pensa: frequento l'università.Ed è risaputo: per coloro che frequentano Ingegneria l'italiano è un optional.Ma non sto giustificandomi.Ammeto d'aver sbagliato.La prossima volta farò più attenzione.Dimenticavo: complimenti... sei l'unico che ha azionato il cervello prima di scrivere.
          • Anonimo scrive:
            Re: I dj esenti
            - Scritto da: DJ Palmis

            Grazie per averci illuminato....



            Aggiungo ci sarà un motivo perchè i dj non

            vengono definiti musicisti....forse perchè

            sono musicisti senza talento? non sanno

            suonare uno straccio di strumento? mah



            Evidentemente non ti ho illuminato
            abbastanza: provvedo subito!

            Sono certo che ti sei documentato abbastanza
            prima di rispondere... vero?

            Adesso:CHI TI HA MAI DETTO CHE UN DJ DEVE
            ESSERE MUSICISTA???????????

            IL DJ MIXA!!!!!!!!

            IL DJ-PRODUTTORE(quello che è tutta un'altra
            stopria n.d.a.) è colui che CREA le
            canzoni... e giacchè sa mixare se le mixa
            durante le serate!!!

            E se non lo chiami musicista... a me non
            interessa...
            Però perpiacere... prima di rispondere...
            PENSATE!!!

            Mi spiego: Hai presente Picasso? Dipingeva
            come se era una macchina fotografica a soli
            9 anni...
            Quando arrivò sulla trentina capì che si
            poteva uscire un'attimino fuori dagli
            schemi...
            Anche se i quadri sembrerebbero (per degli
            stupidi) dei scarabocchi... non significa
            che non sapeva farti un ritratto perfetto
            nei minimi detagli... semplicemente non era
            quello che voleva esprimere.

            Devo continuare oppure ci siamo capiti?ma, secondo me, siete la rovina della musica...
          • Anonimo scrive:
            Re:[Ormai tremendamente OT] I dj esenti

            ma, secondo me, siete la rovina della
            musica...Addirittura :))Guarda: non voglio imporre le mie idee agli altri, sia chiaro. Ecco però la mia opinione: Lavoro (più che altro ci divertiamo) con molta gente che fa Pop, rock, Blues e quant'altro.Tutti professionisti... naturalmente a livello provinciale se non cittadino... non sono certo D'Agostino.Quando io ho bisogno, per esempio, di un certa melodia fatta con un certo strumento vengono a casa, capiono e vanno via.Quando loro hanno bisogno di effetti e quant'altro porto il Notebook e registrano.Chiesi ad un mio amico che fa Blues i primi giorni che ci riunivamo: "Come mai tu ascolti la musica che faccio, mi aiuti nel comporla, mentre altri non ne vogliono sapere?"Lui mi rispose che chi ha i paraocchi non è un vero musicista... e che sicuramente cambierà opinione crescendo professionalmente.La cosa che non capisco è un'altra: Ho trovato molti musicisti Metal (ma si scrive così?) che ascoltavano con piacere le mie canzoni...Ma non sono MAI riuscitoa far ascoltare per più di 3 sec. una canzone dance ad un semplice "amatore" di musica Metal!Hanno dei pregiudizi nel DNA :))Coloro che lo suonano, invece, no!Io adesso sto ascoltando "Claudia Mori - Buonasera Dottore" e da circa un mesotto che è nella mia personale Hit Parade: è una canzone bellissima. LA nuova di Jamiroquai la sento quasi 10 volte al giorno.Ma tra queste canzoni c'è, ad esempio, un "mario ambro - ritmo arabico" (genere dance).A te ti sembrerà strano, pazzesco, impossibile... ma a me, sia Claudia Mori, che Mario Ambro, mi danno delle _emozioni_.Ed è questo lo scopo della musica.Una volta dissi ad un metallaro sfegatato (e da allora siamo diventati molto amici):Il genere musicale è solo una lingua, un mezzo, per diffondere un messaggio che può essere espresso solo attraverso delle note perche la lingua (italiano,africano ecc. ecc..) non permette di comunicare efficaciemente ciò che si ha dentro, i propri sentimenti.Se vuoi dire "Fuk (si scrive così?) the world" puoi usare una chitarra elettrica con la distorsione a palla ed una bella cassa oppurese vuoi dire "Ti amo" puoi usare un pianoforte che suona in mezzo a dei violini...Ma gli stessi strumenti potranno essere usati da un musicista Rock, Blues, pop, Dance.Ognuno intrpreterà gli stessi sentimenti in chiave completamente diversa... quello che cambia è il destinatario: Se fai sentire il pezzo dance al metallaro lui non ti "capirà".Ogni carattere predilige un certo genere.Ormai sto divagando. E mi dispiace averti (o avervi) annoiato.Spero che d'ora in poi vedrai sotto una luce diversa NON la musica dance, o i DJ! Ma la MUSICA in quanto linguaggio.Tutto qui.
          • Anonimo scrive:
            Re: I dj esenti

            ma, secondo me, siete la rovina della
            musica...Come al solito in Italia si e' completamente a digiuno su certi argomenti e si generalizza in modo vergognoso.C'e' il dj che vedi in discoteca,un tipo come tanti altri che deve cercare di far ballare piu' gente che puo'. Ergo deve mettere pezzi che la gente conosca, e visto che la gente non ama molto la musica devono essere spesso molto commerciali. A meno che non abbia a che fare con un pubblico smaliziato o strafatto,che non sono necessariamente la stessa cosa.Quello che deve fare il buon dj da discoteca e' quindi limitarsi a mixare i pezzi mettendoli in battuta e tenendo la pista piena (senno' il boss della disco lo silura e ne prende un altro: e' un lavoro come un altro, poco creativo).Magari il tipo poi se ne torna a casa e si mette su bitches brew di Davis, Paolo Conte, John Zorn,Trent Reznor,Takeo Yamashita,i Gong o Donald Byrd o sai che cosa..Tanto in disco e' un lavoro!Poi ci sono i locali meno allineati, dove gia' ti trovi gente piu' creativa, che magari parte con i chemical brothers,poi ti mette un pezzo dei clinic e poi layo e bushwacka, ovvero un po' di elettronica, indie rock e house non allineata, tutti a tempo e in modo molto valido.Li' cmq e' sempre un lavoro come un altro.Poi ci sono i dj radiofonici, cui non interessa molto l'aspetto tecnico del mixaggio (dei 12' da 6m e 30 tagliano l'intro e l'outro e ci mettono i jingle,oppure usano i radio edit che appunto, si chiamano apposta cosi'),ma soprattutto fare compagnia all' agente di commercio che viaggia in macchina, alla segretaria o all'adolescente con tanti bei discorsi senza senso.Poi ci sono i dj come Dj Shadow, gente che ha 12000 dischi e che porta avanti l'arte del campionare,e che comunque sa 'suonare' un giradischi come tu nemmeno puoi immaginare, passandoci giorni interi per perfezionarsi. Gente che ha una passione folle,e che costruisce pezzi destrutturandone altri. Oltretutto con conoscenze tecniche (non e' detto che per essere un musicista devi saper suonare la chitarra) da studio molto elevate.Poi ci sono personaggi come i thievery corporation, persone che si circondano di musicist,mcs e compagnia e ti sfornano dischi da favola (e sono loro i c.d. dj/produttori).Non pensare che non sappiano suonare. Magari Ringo (non l'ho mai sentito,odio le radio) no, ma molti tra i dj piu' famosi (a livello internazionale) sicuramente gli strumenti 'classici' li sanno suonare. Pensa a Fatboy Slim che suonava con gli housemartins. Pensa anche ai Subsonica quando fanno le serate Motel Connection.Per cui se continuate ad ascoltare radio dj o rete 105 o andare nella disco sottocasa, non stupitevi se la situazione-personaggio-dj e' deprimente. C'e' un mondo da scoprire fuori!
  • Anonimo scrive:
    ... poco chiaro ma ... SPIEGATEVI!!
    Non è chiara una cosa: se hanno "arrestato" 'sto DJ Ringo perchè aveva dei CD masterizzati, allora per LUI mi sembra che basta produrre le prove della mancata violazione del copyright: Ovvero far vedere che ha a casa i cd originali! (le compra in giornata o se le fa prestare dagli amici? ma se è un libero professionista quello è materiale di lavoro, quindi lo deduce dalle tasse e la SUA copia è sua è registrata e basta!)Sembra anche vero che che non tutte le produzioni siano reperibili, e qui do ragione ai DJ. (pagate un'una tantum alla siae per ogni CD che vi copiate a sbafo, previa dichiarazione di titolo ed autore e ricevuta della relativa tassa)MA in fallo mi sembra la notizia che ha molti punti oscuri. Spero (ma è solo un'ipotesi, non credo nessuno in malafede) per alimentare lettere (come questa) flame, trollate etc!Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ... poco chiaro ma ... SPIEGATEVI!!
      - Scritto da: The Raptus
      Non è chiara una cosa: se hanno "arrestato"
      'sto DJ Ringo perchè aveva dei CD
      masterizzati, allora per LUI mi sembra che
      basta produrre le prove della mancata
      violazione del copyright: Ovvero far vedere
      che ha a casa i cd originali! Mi pare però che questo principio sia applicabile solo all'uso personale (es. vado in vacanza in campeggio e mi porto i CD masterizzati perchè chiunque mi può entrare in tenda), mentre, da quel che ho capito, quei cd erano compilation "di lavoro" (magari già mixate, che so) da usare in discoteca etc... L'uso personale decade.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ... poco chiaro ma ... SPIEGATEVI!!

      Sembra anche vero che che non tutte le
      produzioni siano reperibili, e qui do
      ragione ai DJ. (pagate un'una tantum alla
      siae per ogni CD che vi copiate a sbafo,
      previa dichiarazione di titolo ed autore e
      ricevuta della relativa tassa)questa potrebbe essere una buona idea
  • Anonimo scrive:
    In Galera !
    voglio proprio vedere quanti di questi cd "protezione" corrispondono a cd "originali" conservati al sicuro ...ma lo sapete quanti "mix" si vendono oggi in media in confronto a 5-10-15 anni fa ?sapete quanto guadagna un DJ medio del giro buono ?sapete quanto chiedono questi gentiluomini per passare un brano su un loro network ?questa gente ha ucciso di fatto il mercato con tutto cio' che puo' implicaree adesso pretendono di non pagare nemmeno la musica che usano quando vanno a "lavorare" !e una VERGOGNA ! IN GALERA !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: In Galera !
      siete dei fascisti.Sparate giù duro in maniera arrogante e senza la dovuta cognizione di causa.Non avete la minima idea di quale sia il lavoro di un dj.E non parlo di Ringo, né del ragazzetto che fa le feste di compleanno.
  • Anonimo scrive:
    Io i DJ li metterei in galera senza processo...
    ...e butterei via la chiave!TronchettoPS Eppoi cos'ha da lamentarsi tale Ringo, che a suo tempo si trombo' tale Elenoire Casalegno...e scusate se e' poco!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io i DJ li metterei in galera senza processo...
      - Scritto da: Tronchetto
      PS Eppoi cos'ha da lamentarsi tale Ringo,
      che a suo tempo si trombo' tale Elenoire
      Casalegno...e scusate se e' poco!ecco il grave limite della democrazia, tutti possiamo dire la nostra, pure chi ha le pigne in testa. mah.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io i DJ li metterei in galera senza processo..
        - Scritto da: Lock One


        - Scritto da: Tronchetto

        PS Eppoi cos'ha da lamentarsi tale Ringo,

        che a suo tempo si trombo' tale Elenoire

        Casalegno...e scusate se e' poco!

        ecco il grave limite della democrazia, tutti
        possiamo dire la nostra, pure chi ha le
        pigne in testa. mah.Triste ma vero!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Io i DJ li metterei in galera senza processo..


          ecco il grave limite della democrazia,
          tutti

          possiamo dire la nostra, pure chi ha le

          pigne in testa. mah.
          Triste ma vero!!!Dai, era carina la battuta! ^__^
    • Anonimo scrive:
      Re: Io i DJ li metterei in galera senza processo..
      - Scritto da: Tronchetto....
      PS Eppoi cos'ha da lamentarsi tale Ringo,
      che a suo tempo si trombo' tale Elenoire
      Casalegno...e scusate se e' poco!Non sapevo che bisognasse pagare la tassa alla SIAE pure per questo....Va bene che si parla di "trombare" ma non ha nulla a che vedere con la tromba di Louis Armstrong & C....
  • Anonimo scrive:
    Non scherziamo...
    Ma scusatemi l'elettricista quando viene a lavorare a casa vostra si porta una copia dei suoi strumenti?Non scherziamo il DJ è un professionista che con la musica ci lavora e ci guadagna; perchè non deve pagare almeno quello che pago io ogni volta che compro musica?Sono daccordo con voi che la legge messa in piedi ad uso e consumo della SIAE sia uno schifo... ma non vedo il motivo perchè alcuni personaggi devono essere sopra queste leggi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scherziamo...
      Questo è sicuro.o tutti o nessuno, o modificano le leggi e si permette di utilizzare cd masterizzati se si ha l'originale, oppure anche i dj si devono adeguare.
    • Anonimo scrive:
      Re: il punto è un altro........
      - Scritto da: Anti DJ
      I cd non stanno ai dj come gli attrezzi
      stanno ad un elettricista.....per il
      semplice fatto che in quei cd c'è il lavoro
      di altri che questi dj di fatto "sfruttano"
      per guadagnare....la mia frase era per indicare che è inutile cercare scuse giustificando i DJ dicendo che i cd originali si possono rovinare. Io sono consulente e giro con il mio portatile; anche lui si può rompere,rovinere,rubare... eppure mi serve me lo porto dietro.Quindi non cerchiamo scuse stupide.Aggiungo che ho notizie riportate da amici che hanno visto DJ vendere quelle compilation senza bollino e soprattutto senza ricevuta/fattura alla fine della serata...Per il resto sono d'accordo con te!
      • Anonimo scrive:
        Re: il punto è un altro........
        - Scritto da: matteooooo
        la mia frase era per indicare che è inutile
        cercare scuse giustificando i DJ dicendo che
        i cd originali si possono rovinare. Io sono
        consulente e giro con il mio portatile;
        anche lui si può rompere,rovinere,rubare...
        eppure mi serve me lo porto dietro.
        Quindi non cerchiamo scuse stupide.Perche' non hai capito come funziona!!!Entri in un negozio e rubi un portatile e te ne vai a zonzo bello tranquillo. Se arriva la finanza gli dici: "ma a me serve per lavorare... ma ne ho uno uguale a casa"...e' cosi' che si fa!!! Impara da gringo, il dj piu' veloce del nord-est!
        • Anonimo scrive:
          Re: il punto è un altro........


          Perche' non hai capito come funziona!!!
          Entri in un negozio e rubi un portatile e te
          ne vai a zonzo bello tranquillo. Se arriva
          la finanza gli dici: "ma a me serve per
          lavorare... ma ne ho uno uguale a casa"...
          e' cosi' che si fa!!! Impara da gringo, il
          dj piu' veloce del nord-est!Provero'.... :-)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scherziamo...
      - Scritto da: matteooooo

      Ma scusatemi l'elettricista quando viene a
      lavorare a casa vostra si porta una copia
      dei suoi strumenti?
      Non scherziamo il DJ è un professionista che
      con la musica ci lavora e ci guadagna;
      perchè non deve pagare almeno quello che
      pago io ogni volta che compro musica?Premetto che non voglio giustificare nessuno, ma voglio rispondere alla tua domanda, per prima cosa i diritti dovrebbero essere pagati da chi li utilizza, e in discoteca, chi li utilizza è chi sta ballando e non chi sta facendo girare un CD. Infatti nel biglietto che paghi quando entri il contributo SIAE è compreso nel biglietto.Se poi il DJ si compra un CD per se allora deve pagare i diritti.In discoteca viene compilato l'elenco con i brani suoni e in base a quello vengono pagati i diritti e non in base ai CD che ti sei portato dietro.Se poi Ringo si vende i CD questo è un altro paio di maniche.

      Sono daccordo con voi che la legge messa in
      piedi ad uso e consumo della SIAE sia uno
      schifo... ma non vedo il motivo perchè
      alcuni personaggi devono essere sopra queste
      leggi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scherziamo...
      - Scritto da: matteooooo

      Ma scusatemi l'elettricista quando viene a
      lavorare a casa vostra si porta una copia
      dei suoi strumenti?
      Non scherziamo il DJ è un professionista che
      con la musica ci lavora e ci guadagna;
      perchè non deve pagare almeno quello che
      pago io ogni volta che compro musica?

      Sono daccordo con voi che la legge messa in
      piedi ad uso e consumo della SIAE sia uno
      schifo... ma non vedo il motivo perchè
      alcuni personaggi devono essere sopra queste
      leggi.il fatto è che non puoi prendere 4 copie dello stesso disco (1 per te, una da suonare in consolle, 1 di riserva....) perchè spesso non si trovano. Ad esempio il promo copy suonato da Little Louie Vega al Fitzcarraldo in una particolare occasione, puoi avere la fortuna di trovarne 1. E se rovini quello, non lo suoni più.ecco perchè bisognerebbe IMHO tenere conto di questo per i djsOT (ho molta nostalgia per quel mondo...bei tempi)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scherziamo...
      E' giusto che i DJ acquistino i CD, esattamente come l'elettricista acquista i cacciaviti, ma i DJ utilizzando la loro creatività realizzano molto spesso remix o versioni speciali dei brani e l'unico modo per proporli durante le esibizioni è quello di masterizzare CD .
      • Anonimo scrive:
        Re: Non scherziamo...
        - Scritto da: Carloc
        E' giusto che i DJ acquistino i CD,
        esattamente come l'elettricista acquista i
        cacciaviti, ma i DJ utilizzando la loro
        creatività realizzano molto spesso remix o
        versioni speciali dei brani e l'unico modo
        per proporli durante le esibizioni è quello
        di masterizzare CD .Che paghino il bollino allora...
        • Anonimo scrive:
          Re: Non scherziamo...
          Secondo la vigente legge italiana non basta pagare il bollino ! Con il bollino sei in regola con la SIAE ma hai comunque leso i diritti dei discografici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non scherziamo...
            - Scritto da: Carloc
            Secondo la vigente legge italiana non basta
            pagare il bollino ! Con il bollino sei in
            regola con la SIAE ma hai comunque leso i
            diritti dei discografici.???e che tipologia di reato starei commettendo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non scherziamo...
            Hai violato il copyright della casa discografica ! questo dice la Legge. La SIAE, in teoria, tutela l'autore del brano (non il cantante a meno che il cantante sia anche l'autore) non tutela i diritti di copyright della Casa Discografica che è un ulteriore soggetto che fa parte del "gioco".
  • Anonimo scrive:
    Grande Ignoranza dei lettori
    La SIAE i diritti li prende per la diffusione COMUNQUE, sia in discoteca che per etere.Esistono i "borderaux".Il bollino per una radio e' superfluo.I CD non li pagano, li mandano direttamente le case.bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Ignoranza dei lettori

      La SIAE i diritti li prende per la
      diffusione COMUNQUE, sia in discoteca che
      per etere.Certo questo penso che sia noto.
      Esistono i "borderaux".
      Il bollino per una radio e' superfluo.
      I CD non li pagano, li mandano direttamente
      le case.Sono le case discografiche/distributori che devono apporre il bollino e successivamente scaricare sull'utente il costo del bollino; se il cd lo vogliono regalare fatti loro... il bollino va sempre apposto/pagato.
  • Anonimo scrive:
    I DJ devono pagare!
    I DJ sfruttano le canzoni per lavorare, quindi ne traggono un vantaggio economico e non vedo perche' non debbano pagare. Per fare un paragone, le grosse ditte sono proprio quelle che devono stare attente ad avere sempre software legale, anche se si tratta di programmi da 1000 o 2000 euro, proprio perche' loro ci lavorano e possono permetterseli. Viceversa trovo assurdo accanirsi contro dei privati che scaricano degli mp3 per ascoltarseli in casa, senza trarne alcun vantaggio economico (probabilmente il cd audio non l'avrebbero acquistato ugualmente)
    • Anonimo scrive:
      Re: I DJ devono pagare!
      - Scritto da: AntiDJ
      I DJ sfruttano le canzoni per lavorare,perchè la vedi da questo lato? i DJ non sfruttano le canzoni, i DJ mettono musica nei locali perchè sono pagati per farlo... alcuni ne fanno un'arte altri una semplice occupazione. che ci vedi di male?
      quindi ne traggono un vantaggio economico e
      non vedo perche' non debbano pagare.Sono d'accordo che debbano pagare i loro cd, e non lavorare con cd copiati.
      • Anonimo scrive:
        Re: I DJ devono pagare!
        Io Già non sono d'accordo che li dobbiamo pagare noi i diritti,ma a parte questo, se i dj usassero i CD originali dovrebbero girare con un tir di CD, visto che in genere usano 1 o 2 canzoni per ogni cd, e poi dopo 3 serate cosa fanno li buttano via perchè illeggibili??? così i diritti li pagano 30 volte invece che una?? o forse credete ancora che i cd sono indistruttibili???? dai per favore svegliamoci??? la SIAE è quella che ci fa pagare i diriti d'autore sulle suonerie dei cellulari!!!! o ve ne siete dimenticati.se andiamo avanti così ci faranno pagare i diritti d'autore anche quando ci sentiranno fischiettare una canzone!!!!!! scandaloso, se pensate che alla SIAE non gliene può fregare di meno dei diritti agli "autori" loro pensano solo alle loro di casse.Meditate gente, meditate.
        • Anonimo scrive:
          Re: I DJ devono pagare!
          hai ragione su tutto!!però ti ricordo che se un cd lo compri e dimostri di averlo comprato, poi puoi riversarlo su un altro supporto e fare delle compilation completamente legali. praticamente, lasci a casa il tir con i cd originali e vai a lavorare con il tuo cofanetto di cd personalizzati per il tuo tipo di lavoro. i diritti alla sia per le canzoni presenti sulla compilation per la diffusione in locali pubblici è poi affare del gestore del locale.
          • Anonimo scrive:
            Re: I DJ devono pagare!
            Appunto DOVRESTI potr fare una copia di backup, ma il punto è proprio lì, il tipo l'hanno cazziato perchè le copie non avevano il bollino blu cicquita, che teoricamente ora dovresti avere pure sul SW. quindi, come al solito se non ti porti appresso pure gli originale per dimostrare la copia backup. te ingabbiano.
          • Anonimo scrive:
            Re: I DJ devono pagare!
            Le copie che puoi fare LEGALMENTE sono solo per uso personale... se le usi per una serata in disco, secondo la SIAE, devi metterci il bollino. E questo, per i DJ, che per comodità usano cd masterizzati, è una vera caxxata... tanto più che, cmq, mi pare che anche i DJ compilino i borderò (o come cavolo si chiamano) con la lista delle canzoni suonate
          • Anonimo scrive:
            Re: I DJ devono pagare!
            - Scritto da: Co.Bra.
            Le copie che puoi fare LEGALMENTE sono solo
            per uso personale... se le usi per una
            serata in disco, secondo la SIAE, devi
            metterci il bollino. E questo, per i DJ, che
            per comodità usano cd masterizzati, è una
            vera caxxata... tanto più che, cmq, mi pare
            che anche i DJ compilino i borderò (o come
            cavolo si chiamano) con la lista delle
            canzoni suonateMa vi siete già dimenticati che fino a 5 anni fa in discoteva ti portavi la valigia coi i dischi ????E secondo voi che cosa mi facevo io ??Mi stampavo le copie in vinile usando il DAS ??Ma fatemi il piacere........
          • Anonimo scrive:
            Re: I DJ devono pagare!

            Ma vi siete già dimenticati che fino a 5
            anni fa in discoteva ti portavi la valigia
            coi i dischi ????
            E secondo voi che cosa mi facevo io ??
            Mi stampavo le copie in vinile usando il DAS
            ??
            Ma fatemi il piacere........Non saprei, le Disco non mi piacciono...Comunque, personalmente non mi sembra improponibile una deroga in questo senso, tutto qui. Se tu avessi potuto farti delle copie a basso costo dei tuoi vinili, come ora è possibile coi cd, avresti continuato a portare la valigiona in giro?Riassumendo: se si riesce a far passare la deroga, tanto meglio; altrimenti, mica muore nessuno, no? Vai di valigiaaaaa!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: I DJ devono pagare!
            ...provate a venir pagati 80 Euro a serata e poi voglio vedere chi si può permettere di comprare i CD originali......io suono praticamente tutto su vinile, ma per certi dischi (che considero MERDA) non mi metto a spendere soldi e me li masterizzo!!!Mi piacerebbe che tutti i vari DJ che guadagnano milioni, ivi compreso Ringo, fossero multati dal primo all'ultimo......allora comincerei anche io a comprare tutto originale!!!Statene certi...
    • Anonimo scrive:
      Re: I DJ devono pagare!
      I Deejay devono pagare???Allora incomincino i vari Molella, D'Agostino, Prezioso che vanno ancora in giro con le copie degli originali pur guadagnando palate di Euro a serata......poi allora incominceremo noi, che non guadagnamo di sicuro 10000 Euro a serata come il Signor D'Agostino!!!E tu non ti sei mai copiato canzoni???
  • Anonimo scrive:
    inoltre
    Lavorare con cd masterizzati è quasi obbligatorio per un dj:Prima di tutto per mantenere al sicuro gli originali.Poi per evitare di portarsi in giro 20 singoli, si possono raccogliere su un unico cd.Poi si possono riversare su cd i vecchi vinili (sopratutto se si fanno serate revival).Ma il problema più grande per chi suona musica elettronica di un certo livello (house raffinata o breack-beat) è che molte produzioni underground non si trovano nei negozi, ma su internet:Uno produce un pezzo, stampa 100 copie (le white label), poi lo butta in rete, per farlo girare, per farsi un nome, sperando che qualche etichetta lo noti.Quei dischi non si trovano nei negozi, l'unico modo per suonarli è scaricarli e masterizzarli!Vogliamo fare chiudere locali storici come il Maffia di Reggio Emilia?Proprio vero che c'è una distanza enorme tra chi fa le leggi e chi le vive!
    • Anonimo scrive:
      Re: inoltre
      Concordo con te
    • Anonimo scrive:
      Re: inoltre
      su quel che fai ti do ragione, .... lo faccio anch'io con tutto quello che non si trova nei negozima non per quel P.... strapagato che mixa su una radio COMMERCIALE, con solo musica commerciale (pseudo artisti da MTV) infarcita di publicità di merda (che paghiamo noi come consumatori) ogni 5 min questi dovrebbero pagarli il doppio i CD... mica lo stesso prezzo che uno studente
    • Anonimo scrive:
      Re: inoltre
      we are 138we are 138we areeeeeeeeeeeeeeee138
  • Anonimo scrive:
    una legge incivile
    D'accordo con du.demon aggiungerei che ritengo decisamente immorale e incivile prevedere una condanna penale ad un anno di reclusione chi copia più di 50 cd anche senza scopo di lucro. Non voglio farne una questione politica ma come nei principi della depenalizzazione del "falso in bilancio" ritengo che tale reato debba in ogni caso essere oggetto del diritto amministrativo.
    • Anonimo scrive:
      Re: una legge incivile
      - Scritto da: francesco
      D'accordo con du.demon aggiungerei che
      ritengo decisamente immorale e incivile
      prevedere una condanna penale ad un anno di
      reclusione chi copia più di 50 cd anche
      senza scopo di lucro. Non voglio farne una
      questione politica ma come nei principi
      della depenalizzazione del "falso in
      bilancio" ritengo che tale reato debba in
      ogni caso essere oggetto del diritto
      amministrativo.Io dico invece di lamentarci perché non passaimo all'azione? questa legge e' stupida, la SIAE guadagna anche sui cd vergini quindi paradossalmente la pirateria ha reso la moltissimo come tassa sui cd vergini.Il popolo di internet e' anche un popolo di votanti, dobbiamo far capire che se non cambiano il nostro voto andra' a chi ascoltera' le nostre richieste, il voto e' la nostra unica arma.Wildfire
      • Anonimo scrive:
        Re: una legge incivile
        La SIAE ha rotto le scatole. E' ora che la finisca una buona volta!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: una legge incivile
        - Scritto da: Wildfire

        la SIAE guadagna anche sui cd
        vergini quindi paradossalmente la pirateria
        ha reso la moltissimo come tassa sui cd
        vergini.non fino ad oggi, è in programma un disegno di legge ma.... argh!no, non ditemi che è già passata questa ultima ladrata di legge!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: una legge incivile
          ...ma era applicata ai cd solo audio o sbaglio??- Scritto da: klavius
          - Scritto da: Wildfire



          la SIAE guadagna anche sui cd

          vergini quindi paradossalmente la
          pirateria

          ha reso la moltissimo come tassa sui cd

          vergini.

          non fino ad oggi, è in programma un disegno
          di legge ma.... argh!
          no, non ditemi che è già passata questa
          ultima ladrata di legge!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: una legge incivile
        - Scritto da: Wildfire


        - Scritto da: francesco

        D'accordo con du.demon aggiungerei che

        ritengo decisamente immorale e incivile

        prevedere una condanna penale ad un anno
        di

        reclusione chi copia più di 50 cd anche

        senza scopo di lucro. Non voglio farne una

        questione politica ma come nei principi

        della depenalizzazione del "falso in

        bilancio" ritengo che tale reato debba in

        ogni caso essere oggetto del diritto

        amministrativo.

        Io dico invece di lamentarci perché non
        passaimo all'azione? questa legge e'
        stupida, la SIAE guadagna anche sui cd
        vergini quindi paradossalmente la pirateria
        ha reso la moltissimo come tassa sui cd
        vergini.
        Il popolo di internet e' anche un popolo di
        votanti, dobbiamo far capire che se non
        cambiano il nostro voto andra' a chi
        ascoltera' le nostre richieste, il voto e'
        la nostra unica arma.

        WildfireChi voti?ad esempio nel caso della 62/2001 mi pare che tutto l'arco costituzionale fosse moooolto compatto.... o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Mi pare giusto!
    secondo la legge della SIAE e' così, non capisco per quale motivo la finanza dovrebbe prendere solo quei piccoli e insignificanti insetti che per risparmiare 20 e rotti euro si copiano un cd.Molto meglio andare sui Dj, visto che loro non solo ci "risparmiano", ma ci guadagnano pure....e le radio? non dovrebbero pagare una tassa in piu', visto che i cd che acquistano non li usano per scopo personale, ma bensì per divulgarli ad un network pubblico? secondo me a rigor della logica della legge SIAE, dovrebbero farle pagare in funzione al numero di ascoltatori previsti rilevati in quel momento, chesso': 100.000 persone hanno ascoltato quella canzone? allora 100.000 volte la tassa siae!!insomma, bisogna pur dare da mangiare a questi signori che si preoccupano tanto per gli artisti, in fin dei conti, gli artisti pagano fior di quattrini per perseguire questi signori che non li pagano....
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi pare giusto!
      quello che scrivi non ha senso
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi pare giusto!
      - Scritto da: alb

      e le radio? non dovrebbero pagare una tassa
      in piu', visto che i cd che acquistano non
      li usano per scopo personale, ma bensì per
      divulgarli ad un network pubblico? secondo
      me a rigor della logica della legge SIAE,
      dovrebbero farle pagare in funzione al
      numero di ascoltatori previsti rilevati in
      quel momento, chesso': 100.000 persone hanno
      ascoltato quella canzone? allora 100.000
      volte la tassa siae!!
      lascia da parte facili discorsi da bar, e informati: i grossi network - radio e TV - pagano la SIAE in maniera simile a quanto da te auspicato;
  • Anonimo scrive:
    Come al solito...
    ...la siae protegge tutto tranne che la musica.Quand'è che si riuscirà a togliere di mezzo quest'azienda monopolista inutile che succhia soldi e risorse alla musica?SalutiPS: cmq nell'articolo non è chiarissima la vicenda di Ringo...
  • Anonimo scrive:
    Piangono sul latte versato
    Adesso i dj chiedono deroghe per loro...che sono una percentuale insignificante sui fruitori di musica italiani. Quando la gente comune si batteva contro questa legge, loro che hanno il potere mediatico erano lì a menarcela contro la pirateria (sponsorizzati dai soliti noti). Copia di backup possibile per tutti o per nessuno, sia al dj di radio 105 che al manovale di un cantiere sulla statale 105.Ps. Ma dj Ringo non era quello che aveva denunciato un sito amatoriale che distribuiva gratis degli stralci di trasmissione registrati dallo zoo di 105? Beh...se fosse così...sei mesi di galera no...ma i 15 mila euro di multa glieli farei pagare con molto piacere. La legge però, si sa, con i nemici si applica, con gli amici si interpreta...du.demon"...perchè pirati noi siamo/ contro il sistema lottiamo/ ci esercitiamo a scuola, a far la faccia dura/ per fare più paura." E. Bennato
  • Anonimo scrive:
    Non voglio giustificare...anzi...però riflettiamo.
    probabilmente è meglio avere 100 cd masterizzati in valigetta...perchè se il dj danneggia i cd o glieli rubano mentre è a fare una serata...rischia di diventare povero o sbaglio? se 1 cd da dj singolo costa 6/7 euro... per una serata in disco ce ne vorranno almeno 100 = 700 euro (se è musica italiana di provenienza...) se poi ha anche una decina di full album sommiamo anche i restanti 25 euro per 10 siamo giunti che nella valigetta hanno all'incirca mille euro di "musica". Io non voglio giustificare il dj ma una cosa è certa non voglio sentire nessun dj che mi faccia la morale sul fatto che il loro ultimo singolo è stato una bomba eppure ha venduto solo 3 mila copie per colpa della pirateria.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non voglio giustificare...anzi...però riflettiamo.
      - Scritto da: djflash
      probabilmente è meglio avere 100 cd
      masterizzati in valigetta...perchè se il dj
      danneggia i cd o glieli rubano mentre è a
      fare una serata...rischia di diventare
      povero o sbaglio? se 1 cd da dj singolo
      costa 6/7 euro... per una serata in disco ce
      ne vorranno almeno 100 = 700 euro (se è
      musica italiana di provenienza...) se poi ha
      anche una decina di full album sommiamo
      anche i restanti 25 euro per 10 siamo giunti
      che nella valigetta hanno all'incirca mille
      euro di "musica". Io non voglio giustificare
      il dj ma una cosa è certa non voglio sentire
      nessun dj che mi faccia la morale sul fatto
      che il loro ultimo singolo è stato una bomba
      eppure ha venduto solo 3 mila copie per
      colpa della pirateria.Hai idea di quanto guadagna un DJ per una serata? specialmente se è uno di nome?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non voglio giustificare...anzi...però riflettiamo.
        si che lo so...ma io mi riferisco alla categoria "dj" siccome quelli di "nome" sono in tutto qualche decina...gli altri come li si tutela?
        • Anonimo scrive:
          Re: Non voglio giustificare...anzi...però riflettiamo.
          - Scritto da: djflash
          si che lo so...ma io mi riferisco alla
          categoria "dj" siccome quelli di "nome" sono
          in tutto qualche decina...gli altri come li
          si tutela?Il mio portatile costa 7 milioni circa ... lo uso qasi tutti i giorni al lavoro... se mi si rompe? se me lo rubano...Chi mi tutela???ma perfavore....
  • Anonimo scrive:
    caspita
    ringo ha tanti di quei soldini e si compra cd masterizzati, vabbè un privato comune che non si può permettere molti cd originali lo posso capire, ma uno ricco sfondato no :-).cmq sia W IL RISPARMIO!! :-D ehehehe
    • Anonimo scrive:
      Re: caspita
      Magari alle serate in discoteca un DJ potrebbe volerci andare non con degli originali ma con delle copie...sai come'e' si graffiano, si rompono... si rubano... non si sa' mai...- Scritto da: :-D
      ringo ha tanti di quei soldini e si compra
      cd masterizzati, vabbè un privato comune che
      non si può permettere molti cd originali lo
      posso capire, ma uno ricco sfondato no :-).
      cmq sia W IL RISPARMIO!! :-D ehehehe
      • Anonimo scrive:
        Re: caspita
        voglio proprio vedere quanti di questi cd "protezione" corrispondono a cd "originali" conservati al sicuro ...ma lo sapete quanti "mix" si vendono oggi in media in confronto a 5-10-15 anni fa ?sapete quanto guadagna un DJ medio del giro buono ?sapete quanto chiedono questi gentiluomini per passare un brano su un loro network ?questa gente ha ucciso di fatto il mercato con tutto cio' che puo' implicaree adesso pretendono di non pagare nemmeno la musica che usano quando vanno a "lavorare" !e una VERGOGNA ! IN GALERA !!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: caspita
        in questo caso, se dimostri di aver comprato gli originali non sei punibile penalmente... al massimo ti fanno una multa perchè non li hai con te e li hai lasciati a casa.- Scritto da: SoSe
        Magari alle serate in discoteca un DJ
        potrebbe volerci andare non con degli
        originali ma con delle copie...
        sai come'e' si graffiano, si rompono... si
        rubano... non si sa' mai...

        - Scritto da: :-D

        ringo ha tanti di quei soldini e si compra

        cd masterizzati, vabbè un privato comune
        che

        non si può permettere molti cd originali
        lo

        posso capire, ma uno ricco sfondato no
        :-).

        cmq sia W IL RISPARMIO!! :-D ehehehe
        • Anonimo scrive:
          SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
          questi "enti" medievali non hanno più motivo di esistere nel XXI secolo. Io non ho mai comprato un cd musicale ma possiedo migliaia (si migliaia) di album in formato mp3...non ledo nessuno visto che comunque non avrei comprato lo stesso i cd. Al massimo posso solo consigliare o parlar male di un detto artiata avendo ascoltato il suo cd. Nei negozi musicali ti dovrebbero vendere un cd per 10 euro e insieme al cd darti una prova di acquisto col nome del cd stesso così una volta che io lo perdo o lo smarrisco o mi si rovina con il tagliando vado di nuovo al negozio e mi ridanno il cd pagando solo i 50 centesimi che a loro costa la stampa del cd e la cammercializzazione. Se vogliamo dirla tutta (anche se non è il mio caso) i dj fanno soldi facendo ascoltare la musica, io masterizzo i cd e li vendo quindi anche io sono un dj, quindi dovrei avere delle deroghe anche io. ricordiamo poi che un dj non aggiunge niente al brano, al massimo lo mixa con l'altro quindi il cd non è il mezzo ma il fine..proprio come un pirata. Comunque se volete farmi pagare anche la vista del tramonto o il suono di un clacson...che si fotta la siae..che si fotta la fimi..che si fotta anche ringo che è un ipocrita
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            un pochino aggressivo.. ma condivido :)
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            E ora ti becchi la tua bella denuncia. Auguri.
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            e chi denunci scusa?- Scritto da: Il legale
            E ora ti becchi la tua bella denuncia.
            Auguri.
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            - Scritto da: m1
            e chi denunci scusa?

            - Scritto da: Il legale

            E ora ti becchi la tua bella denuncia.

            Auguri.Ti denuncio alla Polizia Postale che chiedera' un mandato per chiedere a PI di fornire loro il tuo IP. Da li' ti rintracciano. Oltre alle sanzioni per diffamazioni ti caricheranno anche i costi per rintracciarti.Auguri 2
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            uomo di molta fantasia... forse mi confondi per chi ha scritto il post. 12, mai sentito parlare di navigazione anonima?
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            Ti denuncio alla Polizia Postale che
            chiedera' un mandato per chiedere a PI di
            fornire loro il tuo IP. Si.. si.. e poi ti stanno pure a sentire.. ma va là..Il problema è che forse potrebbe anche succedere quello che dici, e invece Ringo e Compari la scamperanno.. mamma mia che schifo.MA DENUNCIA LA SIAE, CHE SAREBBE MEGLIO!
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            Ti denuncio alla Polizia Postalecosa c'entra la polizia postale? qui si parla di diritti di autore non di reati informatici. bel legale che sei.la polizia informatica entra in azione DOPO che ci sarà una denuncia per diffamazione e solo per il rintracciamento dell'IP.(poi gia che ci sei potresti andare dalla finanza per denunciare uno che passa col rosso...) che
            chiedera' un mandato per chiedere a PI di
            fornire loro il tuo IP.non credo proprio che la polizia postale italiana sia in grado. forse devono appoggiarsi a qualche aiuto parallelo non ufficiale. Da li' ti
            rintracciano. da li trovano l'IP di un proxy web (sai cos'è?) situato da qualche parte nel mondo che ha ricevuto la richiesta da un altro proxy web situato da un'altra parte del mondo, che ha ricevuto la richiesta da un altro ancora proxy web situato da un'altra parte ancora del mondo che ha ricevuto la richiesta dal mio IP di visitare la pagina di punto informatico e postare un commento nel forum.1 dei 3 proxy non è legale, il secondo non logga le richieste, il terzo è in via di chiusura.Oltre alle sanzioni per
            diffamazioni ti caricheranno anche i costi
            per rintracciarti.
            Auguri 2miliardi direi :))
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            Ti denuncio alla Polizia Postale che
            chiedera' un mandato per chiedere a PI di
            fornire loro il tuo IP. Da li' ti
            rintracciano. Oltre alle sanzioni per
            diffamazioni ti caricheranno anche i costi
            per rintracciarti.
            Auguri 2Signor Sulu ... Energia...Dove siamo in un telefilm di fantascienza...PS mi piacerebbe che la giustizia in Italia sia cosi' efficente...
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            PS mi piacerebbe che la giustizia in Italia
            sia cosi' efficente... -----Non credo a quello che ho scritto, chiedo scusa....
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            meno male.per un attimo ho creduto non credessi ai congiuntivi imperfetti. :-))
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            - Scritto da: Il legale
            - Scritto da: m1

            e chi denunci scusa?



            - Scritto da: Il legale


            E ora ti becchi la tua bella denuncia.


            Auguri.

            Ti denuncio alla Polizia Postale che
            chiedera' un mandato per chiedere a PI di
            fornire loro il tuo IP. Da li' ti
            rintracciano. Oltre alle sanzioni per
            diffamazioni ti caricheranno anche i costi
            per rintracciarti.
            Auguri 2L'ho letta con più attenzione...è veramente spassosa....
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            - Scritto da: Go Pirates
            questi "enti" medievali non hanno più motivo
            di esistere nel XXI secolo. Io non ho mai
            comprato un cd musicale ma possiedo migliaia
            (si migliaia) di album in formato mp3...non
            ledo nessuno visto che comunque non avrei
            comprato lo stesso i cd.Questo non è vero perché crei un danno alle migliaia di artisti che lavorano, e vivono sulla vendita di CD. Che il CD sia troppo caro, che ci sia una Lobby discografica, sono pienamente daccordo, ma questo non significa sentirsi giustificati a copiare il lavoro di altre persone o addirittura rivenderlo!!! Al massimo posso
            solo consigliare o parlar male di un detto
            artiata avendo ascoltato il suo cd. Nei
            negozi musicali ti dovrebbero vendere un cd
            per 10 euro e insieme al cd darti una prova
            di acquisto col nome del cd stesso così una
            volta che io lo perdo o lo smarrisco o mi si
            rovina con il tagliando vado di nuovo al
            negozio e mi ridanno il cd pagando solo i 50
            centesimi che a loro costa la stampa del cd
            e la cammercializzazione.Su questo sono pienamente daccordo, visto che acquisti i diritti di ascoltare un CD. Se vogliamo dirla
            tutta (anche se non è il mio caso) i dj
            fanno soldi facendo ascoltare la musica, io
            masterizzo i cd e li vendo quindi anche io
            sono un dj, quindi dovrei avere delle
            deroghe anche io. ricordiamo poi che un dj
            non aggiunge niente al brano, al massimo lo
            mixa con l'altro quindi il cd non è il mezzo
            ma il fine..proprio come un pirata. Qui credo che sei andato molto fuori dalle righe, perché non è vero che i DJ guadagno sono facendo ascoltare musica, perché è la loro bravura a creare la differenza, perché non mi dirai mica che è la stessa cosa andare in discoteca, o ascoltare la radio dove stanno trasmettendo un CD con le pause, muto senza nessun commento. Allora non paghiamo più neanche Pippo Baudo perchè parla solo alla TV!!!Se tu credi di esser un dj, perché vendi i CD masterizzati, beh credo sia meglio che ti fai una doccia fredda, perché sei solo un parassita che sfrutta il lavoto altrui per fare soldi senza nessun impegno. Tu che lavoro fai, cosa ne pensi se qualcuno ti rubasse il lavoro per rivenderlo e guadagnare lui quello che spetta di diritto a te?!?Comunque
            se volete farmi pagare anche la vista del
            tramonto o il suono di un clacson...
            che si fotta la siae..che si fotta la
            fimi..che si fotta anche ringo che è un
            ipocrita
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            Questo non è vero perché crei un danno alle
            migliaia di artisti che lavorano, e vivono
            sulla vendita di CD. Che il CD sia troppo
            caro, che ci sia una Lobby discografica,
            sono pienamente daccordo, ma questo non
            significa sentirsi giustificati a copiare il
            lavoro di altre persone o addirittura
            rivenderlo!!!cioè scusa se io guardo la torre di pisa faccio un danno a chi l'ha costruita? se guardo la monnalisa faccio un danno a chi l'ha dipinta? al massimo non permetto alle majors di guadagnare di + di quello che già guadagno. non fatevi abbindolare perchè si vendono gli stessi cd di prima che ci fosse internet. le statistiche sulle vendite non sono fatte confrontando l'anno prima..sono fatte prevedendo ogni anno l'aumento del 3/5% delle vendite..così se un anno si vendono 5 milioni di cd e l'anno dopo 5 milioni e 100 mila per le case discografiche c'è un calo delle vendite dovuto alla pirateria.
            Qui credo che sei andato molto fuori dalle
            righe, perché non è vero che i DJ guadagno
            sono facendo ascoltare musica, perché è la
            loro bravura a creare la differenza, perché
            non mi dirai mica che è la stessa cosa
            andare in discoteca, o ascoltare la radio
            dove stanno trasmettendo un CD con le pause,
            muto senza nessun commento. cioè tu hai mai visto uno speaker radiofonico in discoteca?..secondo te aggiunge qualcosa al cd?posso capire i dj...ma ringo suvvia...
            Tu che
            lavoro fai, cosa ne pensi se qualcuno ti
            rubasse il lavoro per rivenderlo e
            guadagnare lui quello che spetta di diritto
            a te?!?si lamenta sempre chi ha i miliardi c'hai fatto caso? io sono un poveraccio di certo se mi beccano coi cd masterizzati non finisco su punto informatico...quindi evita ste banalità.il furto è a monte..qui si applica la legge in un senso solo..19 euro il cd di tiziano ferro...me lo masterizzo solo per ridere alla faccia di chi l'ha comprato.
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE
            - Scritto da: Go Pirates

            Questo non è vero perché crei un danno
            alle

            migliaia di artisti che lavorano, e vivono

            sulla vendita di CD. Che il CD sia troppo

            caro, che ci sia una Lobby discografica,

            sono pienamente daccordo, ma questo non

            significa sentirsi giustificati a copiare
            il

            lavoro di altre persone o addirittura

            rivenderlo!!!

            cioè scusa se io guardo la torre di pisa
            faccio un danno a chi l'ha costruita? se
            guardo la monnalisa faccio un danno a chi
            l'ha dipinta? Sbaglio o quando entri al Louvre paghi un biglietto?!?!?!?al massimo non permetto alle
            majors di guadagnare di + di quello che già
            guadagno. non fatevi abbindolare perchè si
            vendono gli stessi cd di prima che ci fosse
            internet. le statistiche sulle vendite non
            sono fatte confrontando l'anno prima..sono
            fatte prevedendo ogni anno l'aumento del
            3/5% delle vendite..così se un anno si
            vendono 5 milioni di cd e l'anno dopo 5
            milioni e 100 mila per le case discografiche
            c'è un calo delle vendite dovuto alla
            pirateria.Non discuto sul fatto che le major guadagnino a pacchi, ma trovo sbagliato assurmersi arbitrariamente il diritto di poter copiare liberamente il lavoro altrui, con la scusa che i CD costano troppo. E' vero costano un'esagerazione, ma bisogna combattere in altro modo e non fregarsene copiando il CD, perché quando tu copi un CD non fai altro che fregartene del problema e farti gli affari tuoi, dall'altro le case discografiche con la scusa che tu ti sei copiato il CD, noi lo paghiamo di più anche per colpa tua.


            Qui credo che sei andato molto fuori dalle

            righe, perché non è vero che i DJ guadagno

            sono facendo ascoltare musica, perché è la

            loro bravura a creare la differenza,
            perché

            non mi dirai mica che è la stessa cosa

            andare in discoteca, o ascoltare la radio

            dove stanno trasmettendo un CD con le
            pause,

            muto senza nessun commento.

            cioè tu hai mai visto uno speaker
            radiofonico in discoteca?..secondo te
            aggiunge qualcosa al cd?
            posso capire i dj...ma ringo suvvia...Ma uno speaker radiofonico in discoteca non si porta nemmeno i CD!!!Io non sto parlando di ringo - che mi sta anche sulle balle e parecchio - ma sul problema della pirateria


            Tu che

            lavoro fai, cosa ne pensi se qualcuno ti

            rubasse il lavoro per rivenderlo e

            guadagnare lui quello che spetta di
            diritto

            a te?!?

            si lamenta sempre chi ha i miliardi c'hai
            fatto caso? io sono un poveraccio di certo
            se mi beccano coi cd masterizzati non
            finisco su punto informatico...quindi evita
            ste banalità.Primo non sono banalità, secondo mi sembra che su punto informatico ci sei a lamentarti...

            il furto è a monte..qui si applica la legge
            in un senso solo..19 euro il cd di tiziano
            ferro...me lo masterizzo solo per ridere
            alla faccia di chi l'ha comprato.Va beh vorrà dire che se un giorno i forni a microonde costeranno troppo potrai andare tranquillanente all'Unieuro e sfondare le vetrine e ridere alla faccia di chi l'ha comprato.Di notte entri anche negli appartamenti per ridere di chi ci abita?
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            Sbaglio o quando entri al Louvre paghi un
            biglietto?!?!?!?se tu consideri la musica come opera artistica, o d'ingegno come preferisce la siae, questa deve essere patrimonio di tutti e penso che qualsiasi artista con la A maiuscola voglia questo. il discorso sarebbe oltremodo lungo in quanto non vedo perchè un cd di musica classica di un artista morto secoli fa debba costare così tanto..forse perchè spedire i soldi delle royalties all'altro mondo ha i suoi costi. io non sono per fregare l'artista infatti un prezzo onesto sui 10 euro l'ho proposto. visto che così non si può fare mi scarico tutto e gratis..poi quando risolveranno il problema sarò il primo a comprare un cd a quel prezzo. certo è che molti artisti che ho sentito gratis e fatto sentire ai miei amici non avranno + la mia pubblicità gratuita. Dai retta a un cretino...la pirateria non influenza di molto il mercato discografico, chi è già miliardario rimane miliardario, chi è agli inizi ha pubblicità gratis e vissero tutti felici e contenti.
            Non discuto sul fatto che le major
            guadagnino a pacchi, ma trovo sbagliato
            assurmersi arbitrariamente il diritto di
            poter copiare liberamente il lavoro altrui,
            con la scusa che i CD costano troppo. E'
            vero costano un'esagerazione, ma bisogna
            combattere in altro modo e non fregarsene
            copiando il CD, perché quando tu copi un CD
            non fai altro che fregartene del problema e
            farti gli affari tuoi,esatto io lo faccio proprio con questo intento..visto che non arrivo a farmi sentire dalle major e anche ci arrivassi ignorerebbero il problema dando la colpa alla pirateria io mi faccio giustizia da solo..poi mi vengano a cercare. La soddisfazione di metterlo in culo a chi si sbatte per impedire la copia dei cd è grandissima. Io mi sono sforzato di indicare un prezzo equo..hai mai sentito la siae o la fimi o una major fare un minimo passo indietro?
            Primo non sono banalità, secondo mi sembra
            che su punto informatico ci sei a
            lamentarti...io non mi lamento..il problema del caro cd l'ho risolto da tempo..solo che ci vorrebbe una protesta compatta di tutti..io invece sono solo quindi penso per me. provate a non comprare nessun cd per 6 mesi..poi ne riparliamo.
            Va beh vorrà dire che se un giorno i forni a
            microonde costeranno troppo potrai andare
            tranquillanente all'Unieuro e sfondare le
            vetrine e ridere alla faccia di chi l'ha
            comprato.
            Di notte entri anche negli appartamenti per
            ridere di chi ci abita?bhe il discorso è diverso dai...in proporzione un forno a microonde lo trovi a 100 euro e il margine di guadagno è sui 20 euro..un cd costa 19 e il margine di guadagno è 15 euro..dimmi se ti sembra giusto. e poi un forno a microonde dura + di un cd..se non ti piace te lo fai cambiare e se sei capace lo puoi costruire uguale quante volte ti pare o c'è il divieto di copiare anche li?. il punto saliente è che se scarichi musica dalla rete non commetti un furto (commetti un reato che è una cosa soggettiva del paese in cui ti trovi)...ti riappropri di un tuo diritto...vedila come una simpatica forma di protesta :)
          • Anonimo scrive:
            Re: SIAE E FIMI ASSOCIAZIONI A DELINQUERE

            Nei
            negozi musicali ti dovrebbero vendere un cd
            per 10 euro e insieme al cd darti una prova
            di acquisto col nome del cd stesso così una
            volta che io lo perdo o lo smarrisco o mi si
            rovina con il tagliando vado di nuovo al
            negozio e mi ridanno il cd pagando solo i 50
            centesimi che a loro costa la stampa del cd
            e la cammercializzazione. e su questo ti do ragione al 100%, anzi al 200%!!cari funzionari SIAE in ascolto, avrei una qualche dozzina di vecchi nastri (colloquialmente: cassette) ORIGINALI che vorrei convertire in CD: quanto mi verrebbe a costare l'intera operazione?visto che sono di buon umore, per venirvi incontro, sono disposto anche a pagare le spese di smaltimento dei vecchi nastri, oltre al costo di produzione dei nuovi supporti;per ovviare alle costosissime spese di spedizione e di distribuzione (...) sono disposto anche a venire a ritirare di persona i CD appena sfornati dalla fabbricafiducioso fel vostro interesse, convinto della vostra profonda onestà, e del fatto che la vostra esistenza è per me (consumatore) sinonimo di innegabili vantaggi, attendo speranzoso vostre notiziedistinti saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: caspita
      - Scritto da: :-D
      ringo ha tanti di quei soldini e si compra
      cd masterizzati, vabbè un privato comune che
      non si può permettere molti cd originali lo
      posso capire, ma uno ricco sfondato no :-).
      cmq sia W IL RISPARMIO!! :-D ehehehesi vede proprio che non hai mai avuto "Inner city - share my life - special edition (white)"oppureMAW - "can't stop the rythm" dischi del genere non te li porti nella borsa, li copi su CD e li metti in pista, io avrei trooppa paura di rovinare l'originale
Chiudi i commenti