La biometria divide l'Italia

di L. Assenti - C'è un conflitto che non vuole essere palesato ma che risulta ormai evidente tra il Garante per la privacy e il Governo, in particolare il dipartimento all'Innovazione


Roma – Inutile nasconderselo, l’avvento delle tecnologie biometriche e, con esse, delle nuove possibilità di controllo, autenticazione, identificazione e monitoraggio, ha iniziato a scavare un baratro tra alcune istituzioni, quelle che più di altre devono e dovranno prendere decisioni in materia .

Come si ricorderà, recentissimamente il ministro all’Innovazione Lucio Stanca ha preso una posizione ferma su questo fronte, posizione che si fonda su due importanti convinzioni. La prima è che la biometria possa effettivamente risolvere non poche problematiche di sicurezza. La seconda è che il problema non è raccogliere dati personali o sensibili del cittadino quanto trattarli con il massimo rigore. Non solo, Stanca lega l’avvento delle tecnologie biometriche ad un più alto tasso di “libertà e democrazia” ed attacca chi ritiene che questi apparati, capaci di registrate dati unici di ogni corpo umano, si pongano in contrapposizione rispetto alla privacy. Chi lo pensa – ha spiegato – “dimostra di non comprendere a fondo l’argomento”.

Già. Eppure a pensare che vi siano pericoli, potenziali certo, non è un soggetto qualunque. E’ il Garante per la privacy che, a fronte della irremovibile posizione di Stanca, rischia di rivelarsi più che un ufficio una sorta di ultimo baluardo .

Dopo i ripetuti e lucidissimi interventi di Stefano Rodotà, teoreta dell’ uomo connesso e preconizzatore del corpo-password , nello stesso giorno delle esternazioni di Stanca un altro autorevole componente dell’Autorità garante dei dati dei cittadini è intervenuto sulla biometria, in un modo che non dev’essere piaciuto al Ministro.

Gaetano Rasi ha infatti spiegato che “in materia di dati biometrici occorre mantenere alto il livello di attenzione. Il Garante è consapevole dei benefici derivanti dal loro impiego, ma allo stesso tempo vigila per evitare che un loro utilizzo distorto ed eccessivo possa limitare i diritti e le libertà dei cittadini”.

Rasi, che non intende certo sminuire le potenzialità della biometria se applicata, per esempio, alle attività investigative, ha sottolineato un punto che non si è ancora sentito nelle analisi pubbliche di Stanca ossia che “è accertata l’esistenza di falsi positivi e la possibilità che siano compiuti errori o furti di identità “.

Al di là di ogni altra considerazione sulla delicatezza dei dati unici catturati da sistemi biometrici, dalla scansione dell’iride fino alla registrazione delle coordinate del volto, dunque, il Garante prende atto che si tratta di tecnologie talvolta fallaci . Affidarsi a loro come ad un passepartout capace di aprire tutte le porte, dunque, significa finire per aprire, prima o poi, le porte sbagliate, con conseguenze che potrebbero essere notevolissime.

Rasi com’è ovvio nel suo ultimo intervento ha sottolineato che, in un contesto in cui le tecnologie biometriche vanno diffondendosi nel pubblico e nel privato, proprio le autorità di garanzia devono e possono fare la differenza , avvertendo, controllando, verificando e, se serve, sanzionando. Una funzione delicatissima, forse l’unica a poter tranquillizzare almeno un po’ i catastrofisti del nuovo secolo, ma è una funzione che richiede denaro, quei fondi che il Garante vede diminuire di anno in anno.

“Prestiamo grande attenzione – aveva dichiarato Stanca – agli aspetti della sicurezza e della privacy nell’utilizzo delle biometrie”. Ma l’attenzione, in realtà, la sta già ponendo e da lungo tempo il Garante della privacy. Semmai si tratta di dargli ascolto (e risorse…).

Lamberto Assenti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    F-i-n-a-l-m-e-n-t-e!
    Ed era anche ora che ci si pensasse, tra terroristi, combattenti religiosi, clan rivali e tribu' e tutto il resto, vedremo finalmente chi fa cosa e chi vuole cosa... pace inclusa :-)La biometria potrebbe essere molto utile in teatro di guerra ma sono certo che sara' fondamentale nel mondo di domani per tenere sotto controllo le metastasi terroristiche, ma qualcuno si chiede mai come neutralizzare pochi milioni di individui dannosi in mezzo a miliardi di persone innocue? Non esiste alcun futuro se non mettiamo a punto un tecnologia capillare e planetaria.:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: F-i-n-a-l-m-e-n-t-e!

      neutralizzare
      pochi milioni di individui dannosi in mezzo
      a miliardi di persone innocueNon riesco a capire se sei un dannoso o un innocuo.
  • Bruco scrive:
    Guerra, per non dimenticare
    http://www.mail-archive.com/balcani@peacelink.it/msg00079.html..........................
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra, per non dimenticare

      (On. Massimo D'Alema)Sicuramente i malati di leucemia non dimenticano le prodezze dei democratici e dei progressisti nei balcani (e pensare che Clinton è stato preso a pedate per essersi fatto sollazzare dalla chiattona...)
  • Anonimo scrive:
    Parere luddita...
    ... ma non sarebbe più pittoresco, antiglobalizzante e in linea con le tradizioni un bel tatuaggio per i "buoni" e un marchio a fuoco per i "cattivi"?E per gli imam... TAGLIO DELLA LINGUA!
  • Anonimo scrive:
    Poca informatica e molta politica
  • NeutrinoPesante scrive:
    [OT] Con quale diritto?
    Secondo quale principio di Diritto Internazionale una potenza straniera puo' occupare militarmente un altro Paese con cui non e' in guerra, calpestare il diritto di autodeterminazione del popolo che vi abita imponendo con la forza modi e tempi per le elezioni "democratiche", ed infine schedare tutti i cittadini?E' questo il modo in cui noi Occidentali applichiamo i nostri principi democratici al resto del mondo?C'e' davvero di cui vergognarsi.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Una sola parola
      ConcordoCoD
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Con quale diritto?
      - Scritto da: NeutrinoPesante
      Secondo quale principio di Diritto
      Internazionale una potenza straniera puo'
      occupare militarmente un altro Paese con cui
      non e' in guerra, calpestare il diritto di
      autodeterminazione del popolo che vi abita
      imponendo con la forza modi e tempi per le
      elezioni "democratiche", ed infine schedare
      tutti i cittadini?

      E' questo il modo in cui noi Occidentali
      applichiamo i nostri principi democratici al
      resto del mondo?

      C'e' davvero di cui vergognarsi.

      Salutil'iraq ha perso una guerra e il mondo occidentale (usa in testa) sta provvedendo con i giusti tempi a ridare dignità e autonomia ad un popolo fino a quel momento di proprietà privata di un certo Saddam...questa è civiltà
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        Io la interpreto diversamente:Il più forte vince sul più debole e gli fa fare quello che vuole.Questa è una "legge" di natura, ed in questo mi sembra non ci distinguiamo dagli animali.Questa è l'umanità...Carlo
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        hai dimenticato un pikolo particolare:gli usa hanno RI-dato la liberta.... saddam era stato messo al potere e armato dagli americaniinsomma hanno e continuano a fare quello che vogliono, con la forza
        • Bruco scrive:
          Re: [OT] Con quale diritto?
          - Scritto da: Anonimo
          Spiacente, bocciato in storia contemporanea:
          Saddam ha avuto appoggi politici,
          economici e militari dagli USA solo per un
          breve periodo negli anni '80, quando
          sembrava un male minore da opporre all'Iran
          di Khomeini.Ah sì, e come mai era un agente assoldato dalla cia fin da quando aveva vent'anni? Torna dal tuo Giulianone, va!
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Con quale diritto?
            - Scritto da: Bruco
            - Scritto da: Anonimo

            Spiacente, bocciato in storia
            contemporanea:


            Saddam ha avuto appoggi politici,

            economici e militari dagli USA solo per
            un

            breve periodo negli anni '80, quando

            sembrava un male minore da opporre
            all'Iran

            di Khomeini.

            Ah sì, e come mai era un agente
            assoldato dalla cia fin da
            quando aveva vent'anni? Torna dal tuo
            Giulianone, va!Si, certo, l'URSS era famosa per dare ogni appoggio possibile agli agenti della CIA.E gli USA sono famosi per ostacolare i loro stessi agenti, no?(ahem, forse si).L'Iraq di Saddam ha sempre avuto armamenti russi, li comprava da Wal-Mart ?I libri di storia non comprarli al leonka, va'...
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Con quale diritto?
          Parlo da arabista, da studioso di storia e da esperto in materia: Saddam ERA un agente della CIA, cosi' come Bin Laden.E' una cosa ufficiale e non vedo dove sia il problema.Saddam ha fatto cose allucinanti alla sua stessa popolazione, ma questo non dava comunque il diritto agli americani di invadere uno stato sovrano e rovesciare il suo governo.Qui ci dimentichiamo che uno stato ha mosso guerra ad un altro stato, ha ucciso moltissimi civili e nessuno si e' mosso!Saddam ha detto: volete controllare se ho armi di distruzione di massa? Venite! Eppure gli hanno fatto guerra lo stesso.La gente intontita dai talk show televisivi, da opinionisti nati come funghi, da propaganda razzista e nazista piu' o meno celata ha detto "e' giusto! Meno male che ci sono gli americani a salvare l'umanita'"Stessa cosa in afghanistan. Io sono stato ben contento che i talebani venissero sconfitti: ho conosciuto persone che sono state sotto di loro e ho visto trorture allucinanti che nemmeno vi sognereste.Ma che diritto avevano gli usa?E non mi sbandierate l'11 settembre per favore: se guardiamo le nazionalita' dei terroristi l'Arabia Saudita dovrebbe essere stata la prima ad essere invasa.E adesso in afghanistan chi ha il potere? I Jahdi del nord... quelli che hanno fatto talmente tante porcate alla popolazione che la gente aveva appoggiato i talebani solo per potersi liberare di loro.Il loro capo, il glorioso generale ora visto come eroe di guerra, aveva l'abitudine di entrare ogni settimana in un villaggio diverso e violentare tutte le femmine sopra gli 8 anni.Ora pero' sono tanto amici degli usa e di conseguenza sono "i buoni.Quindi se vogliamo parlare di liberta' negate o concesse, prima documentiamoci: in iraq c'era la liberta' di culto e lo stato era uno stato laico.L'iraq era lo stato arabo con il maggior numero di cristiani.Ora e' uno stato islamico e la liberta' di culto sta scomparendo.Ma no, meglio non documentarsi, in fondo. Meglio pensare che siamo superiori e che la nostra soluzione (la democrazia) vada bene per tutti.Meglio imporre il nostro modo di pensare come ASSOLUTO e pretendere che tutti facciano come noi.Dopotutto noi siamo felici, noi siamo i migliori, noi siamo i veri esseri umani... gli altri sono bestie no?La gente, durante l'ascesa del nazismo, la pensava uguale sugli ebrei... e mi pare che questo ragionamento abbia dato i suoi frutti.La gente non e' mai abbastanza umile da imparare dalla storia.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Registrati

            Parlo da arabista, da studioso di storia e
            da esperto in materia: Saddam ERA un agente
            della CIA, cosi' come Bin Laden.Su questo non posso dir nulla, ma è chiaro che gli aspiranti uomini di potere si barcamenano tenendo i piedi in più scarpe. Quindi non mi stupirei se fossero contemporaneamente collaboratori della CIA, alleati dei sovietici eccetera.
            La gente intontita dai talk show televisivi,
            Il loro capo, il glorioso generale ora visto
            come eroe di guerra, aveva l'abitudine di
            entrare ogni settimana in un villaggio
            diverso e violentare tutte le femmine sopra
            gli 8 anni.Hai un riferimento?Perché non ti registri? Trovo interessante questo post e mi piacerebbe leggerne altri. Sui fatti di storia contemporanea aleggia un'immensa confusione, ci tengono davvero intontiti.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Con quale diritto?
            - Scritto da: Anonimo
            Dopotutto noi siamo felici, noi siamo i
            migliori, noi siamo i veri esseri umani...
            gli altri sono bestie no?Il modo migliore per diventare una bestia è passare per l'obbligo scolastico, quindi probabilmente siamo più bestie noi di loro.
            La gente, durante l'ascesa del nazismo, la
            pensava uguale sugli ebrei... e mi pare che
            questo ragionamento abbia dato i suoi
            frutti.Tra gli altri, la creazione dello Stato d'Israele dove si spara ai goyim per sport con buona pace di tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        - Scritto da: Anonimo
        l'iraq ha perso una guerra e il mondo
        occidentale (usa in testa) sta provvedendo
        con i giusti tempi a ridare dignità e
        autonomia ad un popolo fino a quel momento
        di proprietà privata di un certo
        Saddam...

        questa è civiltàStai scherzando, vero?
      • Bruco scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        - Scritto da: Anonimo
        l'iraq ha perso una guerra Guerra? E quando sarebbe stata dichiarata?
        e il mondo occidentale Il mondo occidentale? Cioè, la guerra è stata del mondo occidentale contro l'Iraq?
        sta provvedendo
        con i giusti tempi Giusti? Giusti per chi?
        a ridare dignità e
        autonomia Come? Con l'occupazione militare?
        ad un popolo fino a quel momento
        di proprietà privata di un certo
        Saddam...Che almeno era iraqeno...
        questa è civiltàQuesta è ipocrisia (se ci fai). O fare criminale (se ci sei)
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Con quale diritto?
      - Scritto da: NeutrinoPesante
      E' questo il modo in cui noi Occidentali
      applichiamo i nostri principi democratici al
      resto del mondo?"Noi" occidentali? Parla per te.
      C'e' davvero di cui vergognarsi.Io non ho niente di cui vergognarmi.
      • paulatz scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        - Scritto da: Anonimo
        "Noi" occidentali? Parla per te.Non sei occidentale? Però l'italiano lo scrivi decentemente.Ma se la cosa non ti riguarda (avendo appurato che NON sei occidentale) cosa ti frega del resto? Sei mica un troll?
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Con quale diritto?
          - Scritto da: paulatz
          Ma se la cosa non ti riguarda (avendo
          appurato che NON sei occidentale) cosa ti
          frega del resto? Sei mica un troll?Dicendo "noi occidentali" fai il gioco di certi personaggi che usano la guerra per far passare l'equazione "occidentale = colpevole" e sottomettere i cittadini alla tirannia. Va invece ricordata l'opportuna differenza tra "occidente", "governo degli stati uniti", "popolo americano", "babbei che hanno votato bush", eccetera eccetera. La parola "occidente" serve solo all'ONU per spillare altro denaro sfruttando i sensi di colpa fabbricati dai media.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?

        Io non ho niente di cui vergognarmi.http://dahrjamailiraq.com/
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Con quale diritto?
          - Scritto da: Anonimo

          Io non ho niente di cui vergognarmi.

          dahrjamailiraq.com /Credimi quando ti dico che non è il caso di fare una gara a chi tira fuori più link: conosco quello, e conosco tutti gli altri. Se poi pensi che io debba vergognarmi perché Bush è fuori di testa, perché Wolfowitz e la sua banda di sionisti rapaci controllano la Casa Bianca, o perché Berlusconi ha spedito soldati a Nassirya per difendere i pozzi di quella certa società petrolifera, ti sbagli di grosso: ognuno risponde delle proprie colpe, le colpe collettive servono solo ad introdurre il senso di colpa da sfruttare per introdurre leggi speciali per limitare la libertà (vedi il caso della Francia dove gli omosessuali sono stati promossi a preziosa minoranza protetta, con buona pace della libertà di parola).
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Con quale diritto?
            Ok, tu non hai niente di cui vergognarti... ma tanti altri dovrebbero, chi giustifica o semplicemnte lascia passare senza porsi il problema ripetendo a pappagallo frasi gia' fatte e accettando una realta' di comodo che ha poco a che fare cio' che sta accadendo. Poco conta cosa abbia fatto Saddam Hussein, come dici tu ognuno e responsabile delle proprie colpe e questa volta la responsabilita' della sofferenza, della sopraffazione e del massacro di chi si oppone non e' del dittatore Hussein.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Con quale diritto?
            - Scritto da: Anonimo
            sopraffazione e del massacro di chi si
            oppone non e' del dittatore Hussein. E' strano che ogni iracheno abbia in casa un fucile mitragliatore, e lo usasse per sparare in aria in segno di saluto a Saddam. Altrettanto strano il fatto che Saddam si presentasse in pubblico, salutando la folla, sapendo che ogni iracheno aveva qualcosa con cui sparargli addosso. Forse oltre ad essere un dittatore era anche un pazzo suicida, o forse la televisione spara troppe balle. Tipo quella dei bambini in Kuwait tolti dalle incubatrici, la favoletta raccontata dalla figlia dell'ambasciatore del Kuwait negli USA: persino Amnesty International ha dovuto ammettere che si trattava di una scemenza colossale, eppure in guerra ci sono andati ugualmente. Una volta le WMD, un'altra volta l'uranio, un'altra volta il dittatore che voleva vendere il petrolio in euro, ogni scusa è buona per portare il messaggio di pace dell'IMF e della World Bank (che, ricordiamolo, sono ONG dell'ONU, la stessa ONU dell'embargo...)
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Con quale diritto?
      Secondo la legge del più forte, molto semplicemente.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Con quale diritto?
      - Scritto da: NeutrinoPesante
      Secondo quale principio di Diritto
      Internazionale una potenza straniera puo'
      occupare militarmente un altro Paese con cui
      non e' in guerra,calpestare il diritto di
      autodeterminazione del popolo che vi abita
      imponendo con la forza modi e tempi per le
      elezioni "democratiche", ed infine schedare
      tutti i cittadini?

      E' questo il modo in cui noi Occidentali
      applichiamo i nostri principi democratici al
      resto del mondo?

      C'e' davvero di cui vergognarsi.

      SalutiÈ vergognoso che in ogni forum ci sia sempre un manipolo di bolscevichi rivoltosi a sparare stupidaggini a destra ed a manca,.Aspetto trepidante il giorno in cui essere comunisti (o "di sinistra" come si dice adesso per confondere le idee) diventerà un reato.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?

        è vergognoso che in ogni forum ci sia
        sempre un manipolo di bolscevichi rivoltosi
        a sparare stupidaggini a destra ed a manca,.
        Aspetto trepidante il giorno in cui essere
        comunisti (o "di sinistra" come si dice
        adesso per confondere le idee)
        diventerà un reato.Esistono ancora paesi in cui questo genere di politica e' praticata, ti consiglio di espatriare. Occhio pero', informati bene prima di partire perche' molti di questi paesi sono di stampo comunista.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        - Scritto da: Anonimo
        è vergognoso che in ogni forum ci sia
        sempre un manipolo di bolscevichi rivoltosi
        a sparare stupidaggini a destra ed a manca,.
        Aspetto trepidante il giorno in cui essere
        comunisti (o "di sinistra" come si dice
        adesso per confondere le idee)
        diventerà un reato.Essere comunisti, così come l'essere fascisti, implica sostenere il concetto di Stato al di sopra dei cittadini: entrambi sono crimini contro la libertà.
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: [OT] Con quale diritto?

      Secondo quale principio di Diritto
      [...] ed infine schedare
      tutti i cittadini?
      E' questo il modo in cui noi Occidentali
      applichiamo i nostri principi democratici al
      resto del mondo?
      C'e' davvero di cui vergognarsi.Hai ragione. Infatti Kofi Annan mi sembra abbia detto a Bush "avete calpestato il diritto". Per non parlare di Guantanamo dove non si capisce bene cosa stiano facendo.Poi di per sé la questione è immensamente complessa, di quelle la cui complessità fa venire la tentazione di fregarsene, di quelle in cui occorre chiedersi quale sia il male minore, per il mondo e per gli iracheni. Ma a parte quale sia, mi chiedo da qualche tempo se gli USA credono che, quando andranno via dal paese, il governo che hanno messo su terrà.Intendo dire, se davvero stanno creando una democrazia quando andranno via Moqtada al Sadr si candiderà alle elezioni e piglierà un sacco di voti, no? Potranno mica permetterlo? Perciò dubito che la nascente democrazia irachena possa essere altro che uno stato fantoccio.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Con quale diritto?
        - Scritto da: Gatto Selvaggio

        Secondo quale principio di Diritto

        [...] ed infine schedare

        tutti i cittadini?


        E' questo il modo in cui noi Occidentali

        applichiamo i nostri principi
        democratici al

        resto del mondo?


        C'e' davvero di cui vergognarsi.

        Hai ragione. Infatti Kofi Annan mi sembra
        abbia detto a Bush "avete calpestato il
        diritto". Per non parlare di Guantanamo dove
        non si capisce bene cosa stiano facendo.
        No, quello si sa, i TALEBANI BONSAI !Tanto a Licia Colò importa solo che non inscatolino i gatti, per le persone non si scomoda.Bonsaikitten e Bonsaitaliban forever!
  • Anonimo scrive:
    uh?
    Non capisco, vuol dire che qualcuno è uscito vivo dall'operazione antiterrorismo a Fallujah ? Dato il totale silenzio mediatico pensavo che avessero utilizzato una bomba atomica umanitaria.
    • Anonimo scrive:
      Re: uh?
      Sei spiritoso quanto ignorante, senza offesa ...nel senso che ignori quanti sono sopravvissuti ai bombardamenti a tappeto della WWII ... quando non esistevano bombe a guida GPS, quando non faceva notizia una ventina di morti per errore di bersaglio o una guerra da un migliaio di morti ... si perche' i morti per imprecisioni erano migliaia e migliaia al giorno ... e una guerra costava milioni e milioni di morti!Ricordati una cosa che sembra sfuggire a molti ciarlatani ... che la guerra ci sara' sempre almeno finche ci sara' l'uomo o una qualsiasi forma di intelligenza senziente. L'unica magra consolazione semmai e' che il numero dei morti nell'ultimo secolo e' diminuito esponenzialmente... ma dubito che possa scendere ulteriormente, alcune migliaia di morti in un paese di alcune decine di milioni e' gia' un rendimento difficilmente incrementabile ...... curiosamente invece l'ONU ogni anno che passa migliora ... l'ultimo record risale ai decessi sotto il programma oil-for-food ... mentre il figlio di Kofi ed alti funzionari si arricchivano comprando petrolio in cambio di armi ed altri beni di lusso e spacciavano il tutto sotto la dicitura ...medicinali per i bambini iracheni :@ dove sono ora quei preti che sbraitavano, quei pacifisti che gridavano scandalo? Allora ragazzi alti 10 anni di embargo? Altre ville e yacth per la nomenclatura ONU sparsa in 5 continenti? Si certo ...
  • Anonimo scrive:
    Dati biometrici Umanita'
    Evvai!Stanno cominciando a riempire IL Database! :@:(
    • Traum@ scrive:
      Re: Dati biometrici Umanita'
      - Scritto da: Anonimo
      Evvai!

      Stanno cominciando a riempire IL Database!
      :@:(Ma perchè stì deficenti invece di sprecare i soldi così non ne danno un pò a mè???Almeno mi ci divertirei... questi così fanno purgare ancora di + un popolo che è incazzoso di norma non oso immaginare cosa potrebbe fare subendo una cosa del genere...La cosa brutta è che quel cervellone di Stanca lo vorrebbe pure per noi... vabbò lasciamo perdere
    • Anonimo scrive:
      Re: Dati biometrici Umanita'
      - Scritto da: Anonimo
      Stanno cominciando a riempire IL Database! E' il principio della "cashless society", prossimamente nelle vostre città (naturalmente mascherato da "vantaggio", come tutto il resto).
Chiudi i commenti