La brutta avventura del Corsaro SSD

La brutta avventura del Corsaro SSD

La statunitense Corsair costretta a richiamare il disco a stato solido della serie Force 3. Le versioni da 120GB sono instabili. L'azienda si assume tutte le responsabilità per l'accaduto
La statunitense Corsair costretta a richiamare il disco a stato solido della serie Force 3. Le versioni da 120GB sono instabili. L'azienda si assume tutte le responsabilità per l'accaduto

La statunitense Corsair segnala un problema di stabilità con i dischi a stato solido della serie Force 3. Alcune unità SSD con capacità di 120GB (codice CSSD-F120GB3-BK) sono state richiamate per una rettifica che comprenderà sia l'hardware che il firmware. A quanto pare, i modelli da 60 e 240GB non hanno bisogno di alcun fix.

Il comunicato ufficiale non spiega cosa sia andato storto con il controllo qualità dei Force 3 da 120GB, ma il noto produttore di memorie si è comunque assunto tutta la responsabilità dell'accaduto, senza mettere in mezzo i partner che collaborano alla realizzazione, come SandForce .

In ogni caso, nei velocissimi dischi a stato solido il controller e il relativo firmware rivestono un'importanza cruciale per quanto concerne l'ottimizzazione dei processi di lettura e scrittura. Ad esempio, se i dati salvati vengano scritti sempre nelle stesse celle di memoria la vita del disco si riduce drasticamente.

L'assistenza Corsair ha appena aperto un topic nel forum del sito ufficiale, con le istruzioni da seguire per quanto riguarda la resa delle eventuali memorie difettose. L'invito riguarda i clienti finali e anche i rivenditori hardware.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 06 2011
Link copiato negli appunti