La chiocciolina si chiama Arobase

Lo ha stabilito il Comitato Generale per la Terminologia francese e la decisione è stata pubblicata sul Bollettino ufficiale del Governo di Parigi


Roma – La “at”, la “@”, la “chiocciolina”, per intendersi, d’ora in poi in Francia verrà chiamata “Arobase”, termine scelto per dare un connotato francese al simbolo della rivoluzione digitale. La decisione, assai significativa in un paese estremamente geloso della propria integrità linguistica, arriva direttamente dal Comitato Generale per la Terminologia.

La scelta di definire la “at” quale “Arobase”, scelta che ha trovato posto nell’ultimo Bollettino ufficiale del Governo di Parigi, pone fine ad anni di incertezza e finalmente porta un nuovo successo al Comitato. Clamorosa, qualche anno fa, fu l’incapacità dello stesso di far passare una terminologia alternativa per “email” ribattezzata “mel”, una parola che è stata bocciata da tutti e il cui ricordo è scomparso (portale, invece, da tempo è “portail”).

Ma perché Arobase?

Secondo quanto riferito dall’Agence France-press la chiocciolina deve chiamarsi così perché è del tutto simile ad un simbolo di misura utilizzato anticamente. Il Comitato ha tenuto a spiegare che la parola “arobase” ha infatti un pedigree eccezionale: deriva da “arrobe”, a sua volta traslato dall’arabo “ar-rub”, termine con il quale in Spagna e Portogallo si indicava, appunto, una precisa misura di peso e capacità.

Vedi anche
La chiocciolina l’usavano i veneziani
30 anni fa la prima e-mail

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Vertigo scrive:
    ma che belle parole!
    "Uno degli obiettivi istituzionali di Palladium è di consentire al proprietario della macchina di mantenere il proprio controllo su quello che il computer fa e quello che non vuole che faccia".come no, il controllo?certo, l'utente non puo':- eseguire programmi non autorizzati- caricare driver non autorizzati - crearsi da se' i programmi, perche' non sarebbero autorizzati.
  • Anonimo scrive:
    Gia'....

    Uno degli obiettivi istituzionali di Palladium è di consentire al
    proprietario della macchina di mantenere il proprio controllo su quello che il computer fa e quello che non vuole che faccia"...Appunto. Dovete mettervi in zucca una volta per tutte che il proprietario NON sempre corrisponde a chi lo ha pagato e/o lo utilizza.Non sta(va) scritto nemmeno nell'EULA.Giusto??
    • Anonimo scrive:
      Re: Gia'....
      - Scritto da: Anonimo

      Uno degli obiettivi istituzionali di
      Palladium è di consentire al proprietario
      della macchina di mantenere il proprio
      controllo su quello che il computer fa e
      quello che non vuole che faccia"...

      Appunto.
      Dovete mettervi in zucca una volta per tutte
      che il proprietario NON sempre corrisponde a
      chi lo ha pagato e/o lo utilizza.
      Non sta(va) scritto nemmeno nell'EULA.

      Giusto??Vero!!!Il proprietario (reale) è il Proprietario di Palladium!!!
  • Anonimo scrive:
    dulcis in fundo
    ma si che microsoft si impiccasse lei e il suo palladium del c***o forse sara' la volta buona che tutta sta spazzatura di utonti la finisce di copiare software illegalmente e immerdare la rete di spazzatura quali virus e quant'altroc'e sempre Debian che gira su 11 architetture(CPU) diversesai che me frega...
  • DPY scrive:
    Eppure io non sarei così pessimista
    nel senso che Palladium non potrà fare molto, da solo. Da quanto se ne sa, non è altro che un sistema per far girare software firmato , e quindi fare in modo che quello che non è adeguatamente firmato non possa funzionare. Il supporto parte dall'hardware, e quindi anche i processori dovranno avere il loro bravo controllo di firma.Questo significa che avendo una sola applicazione firmata in grado di venire digerita dal processore in partenza (indovinate un po'... il boot loader), poi questa applicazione potrà lanciare quello che vuole, senza bisogno di altre firme. Successivamente, sarà compito del sistema operativo, o se preferite di tutto quello che segue il boot loader, di continuare a controllare le firme elettroniche dei vari moduli che vengono caricati, e se non controllano più... il tutto funziona lo stesso.Un sistema operativo qualsiasi che non usa le firme potrebbe quindi funzionare, avendo solo il primo modulo firmato. Se le restrizioni di Palladium e dei sistemi operativi abilitati Palladium si rivelassero eccessive, tutto ciò andrebbe solo a vantaggio di altre soluzioni meno restrittive. Per intenderci, al momento abbiamo un problema simile con i cellulari e la piattaforma Smartphone di Microsoft: esiste un modello, l'Orange SPV, sul quale per precisa scelta di Orange si può caricare solo software firmato... da Orange stessa. In quel caso l'ostacolo non è facilmente aggirabile, ma solo perché non vale la pena di riscrivere un sistema operativo solo per quell'apparecchio lì, l'hardware è proprietario e non documentato. Se questa soluzione è praticabile per un telefono, il fabbricante di motherboard che si mettesse di punto in bianco a fare una motherboard di Pc a modo suo senza dare in giro le specifiche farebbe prima a suicidarsi, visto che sarebbe un flop commerciale assurdo, in presenza di tutti gli altri che non hanno queste restrizioni.
  • Emilio scrive:
    Questione di prospettiva
    Mi pare ovvio che governi e istituzioni vogliano un computing sicuro.... Quindi e' sorprendente la posizione tedesca
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione di prospettiva
      - Scritto da: Emilio
      Mi pare ovvio che governi e istituzioni
      vogliano un computing sicuro.... Quindi e'
      sorprendente la posizione tedescaSicuro e' diverso da proprietario !Perche' le nazioni hanno rifiutato Echelon ? In fondo in teoria e' un bene che qualcuno controlli i telefoni in cerca di terroristi; peccato che echelon secondo gli studi europei facesse anche spionaggio industriale in favore degli Stati Uniti.
    • TeX scrive:
      Re: Questione di prospettiva
      - Scritto da: Emilio
      Mi pare ovvio che governi e istituzioni
      vogliano un computing sicuro.... Quindi e'
      sorprendente la posizione tedescaSicuro per l'utente....
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione di prospettiva
      - Scritto da: Emilio
      Mi pare ovvio che governi e istituzioni
      vogliano un computing sicuro.... Quindi e'
      sorprendente la posizione tedescaOvvio. Ma cosa c'entra la sicurezza con palladium?
  • Anonimo scrive:
    le istituzioni sono soggiogate !!!
    pazzesco... perfino le istituzioni a livello europeo sono soggiogate da una potenza privata... una aziendaE' come che lo Stato Italiano prendesse imposizioni dalla Barilla su come dobbiamo mangiare noi italiani.......
    • Anonimo scrive:
      Re: le istituzioni sono soggiogate !!!
      - Scritto da: Anonimo
      pazzesco... perfino le istituzioni a livello
      europeo sono soggiogate da una potenza
      privata... una azienda
      E' come che lo Stato Italiano prendesse
      imposizioni dalla Barilla su come dobbiamo
      mangiare noi italiani.......Beh, in Italia lo Stato prende ordini dalla Fininvest quindi meglio non parlare :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: le istituzioni sono soggiogate !!!


        Beh, in Italia lo Stato prende ordini dalla
        Fininvest quindi meglio non parlare :-)Meglio dalla Fininvest che dal Comintern
        • Anonimo scrive:
          Re: le istituzioni sono soggiogate !!!
          - Scritto da: Anonimo



          Beh, in Italia lo Stato prende ordini
          dalla

          Fininvest quindi meglio non parlare :-)

          Meglio dalla Fininvest che dal CominternSono d'accordo con te, ma non ci sono solo queste due vie (anche se il cavaliere tende a far credere proprio questo).Nella maggior parte delle democrazie occidentali (per non dire tutte) una persona che possiede tre televisioni nazionali non avrebbe mai potuto neanche essere eletto deputato se non si fosse prima "spogliato" di tutti i beni in odore di coflitto di interessi.E comunque nessun paese civile al mondo ha un unico proprietario di tre reti TV nazionali.In USA ad esempio nessuno può possedere più del 25% di UNA TV nazionale.E nel caso ti candidi ad una carica pubblica l'antitrust ti fa vendere pure quel 25%.Credo che tre TV nazionali per un unico proprietario esistessero solo nella romania di Ceaucescu se non vado errato.
          • Anonimo scrive:
            Re: le istituzioni sono soggiogate !!!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo





            Beh, in Italia lo Stato prende ordini

            dalla


            Fininvest quindi meglio non parlare :-)



            Meglio dalla Fininvest che dal Comintern

            Sono d'accordo con te, ma non ci sono solo
            queste due vie (anche se il cavaliere tende
            a far credere proprio questo).Purtroppo non e' stato solo lui ad estremizzare questa (ridicola nel 2000) contrapposizione (" I comunisti !! I comunisti !! " )Esempio:Cossutta in campagna elettorale "Se vince Berlusconi e' a rischio la democrazia" che tradotto significa "Attenti tornano i fasci !!"
            Nella maggior parte delle democrazie
            occidentali (per non dire tutte) una persona
            che possiede tre televisioni nazionali non
            avrebbe mai potuto neanche essere eletto
            deputato se non si fosse prima "spogliato"
            di tutti i beni in odore di coflitto di
            interessi.Molto meglio far eleggere un galoppino e legalizzare un bel sistema di lobbies come in america, no ? 1) bisognerebbe definire una volta per tutte la dizione "conflitto di interessi". Se significa avere un'impresa e temere che si possa legiferare per tutelarla allora nessun imprenditore potrebbe fare politica. Ovviamente ci dimentichiamo sempre di Cecchi Gori, Agnelli ecc... ma torna comodo rammentare Berlusconi.2) Ma siamo proprio sicuri che queste televisioni siano state un flagello ? Siamo in grado di giudicare obbiettivamente senza lobotomie dalla propaganda ?Per quanto mi riguarda negli ultimi 10 anni sulle TV fininvest io ho visto passare Mentana (conduttore di centro) e Fede (di F.I.), Sgarbi (posizione indefinibile, cambia sempre) ma anche Santoro (che porto' "Il Rosso e il Nero" per un periodo su Italia1) , Costanzo (conduttore di centro sinistra che ha fatto le sue battaglie per chi ha voluto grazie alle reti fininvest e senza mai un richiamo da parte di Berlusconi, lo ha ammesso lui stesso in TV), Ferrara (quando era di sinistra).E stiamo parlando di TV private.Nei 5 anni di governo di centro sinistra sulle reti pubbliche (PUBBLICHE, cioe' pagate da tutti anche da elettori di RC, MSI o partito d'azione Sardo) ho visto solo Santoro, Lerner, Biagi, Vespa, Bianca Berlinguer, Luttazzi, Guzzanti et similia. Non mi sembrano propriamente di Destra, neppure uno.Se ora il governo si monopolizza la RAI (per quanto sbagliato sia) direi che ha avuto dei buoni maestri. Proviamo a ragionare con la propria testa e non con quella dei rispettivi partiti (e propagande). Vedremo che gli errori stanno da entrambe le parti
          • Anonimo scrive:
            Re: le istituzioni sono soggiogate !!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Beh, in Italia lo Stato prende
            ordini


            dalla



            Fininvest quindi meglio non parlare
            :-)





            Meglio dalla Fininvest che dal
            Comintern



            Sono d'accordo con te, ma non ci sono solo

            queste due vie (anche se il cavaliere
            tende

            a far credere proprio questo).

            Purtroppo non e' stato solo lui ad
            estremizzare questa (ridicola nel 2000)
            contrapposizione (" I comunisti !! I
            comunisti !! " )

            Esempio:

            Cossutta in campagna elettorale "Se vince
            Berlusconi e' a rischio la democrazia" che
            tradotto significa "Attenti tornano i fasci
            !!"Non voglio certo difendere Cossutta, ma se avesse detto "Se vince Fini e' a rischio la democrazia" sarai perfettamente d'accordo con te sulla stupidaggine della sua frase, ma qui si dimentica che a vincere non è stato solo il leader dello schieramento opposto a quello di Cossutta e soci ma una persona con carichi giudiziari pendenti degni di un boss della mafia e soprattutto proprietario (cosa unica al mondo) di tre televisioni nazionali via etere.

            Nella maggior parte delle democrazie

            occidentali (per non dire tutte) una
            persona

            che possiede tre televisioni nazionali non

            avrebbe mai potuto neanche essere eletto

            deputato se non si fosse prima "spogliato"

            di tutti i beni in odore di coflitto di

            interessi.

            Molto meglio far eleggere un galoppino e
            legalizzare un bel sistema di lobbies come
            in america, no ?

            1) bisognerebbe definire una volta per tutte
            la dizione "conflitto di interessi". Se
            significa avere un'impresa e temere che si
            possa legiferare per tutelarla allora nessun
            imprenditore potrebbe fare politica.
            Ovviamente ci dimentichiamo sempre di Cecchi
            Gori, Agnelli ecc... ma torna comodo
            rammentare Berlusconi.Agnelli e Cecchi Gori sono solo senatori e non hanno alcun incarico di governo.E se cercassero di ottenerlo troverebbero in me le stesse critiche che ora rivolgo a Berlusconi.Non è una questione di nomi, è una questione che un paese civile non può avere un presidente del Consiglio proprietario di tre reti private nazionali via etere.E non dovrebbe neanche avere nessun cittadino proprietario di tre reti televisive nazionali private via etere, che sia o meno presidente del Consiglio.
            2) Ma siamo proprio sicuri che queste
            televisioni siano state un flagello ? Siamo
            in grado di giudicare obbiettivamente senza
            lobotomie dalla propaganda ?
            Per quanto mi riguarda negli ultimi 10 anni
            sulle TV fininvest io ho visto passare
            Mentana (conduttore di centro) e Fede (di
            F.I.), Sgarbi (posizione indefinibile,
            cambia sempre) ma anche Santoro (che porto'
            "Il Rosso e il Nero" per un periodo su
            Italia1) , Costanzo (conduttore di centro
            sinistra che ha fatto le sue battaglie per
            chi ha voluto grazie alle reti fininvest e
            senza mai un richiamo da parte di
            Berlusconi, lo ha ammesso lui stesso in TV),
            Ferrara (quando era di sinistra).

            E stiamo parlando di TV private.A parte che Ferrara era di sinistra quando Berlusconi non aveva neanche la sola canale 5, comunque non è questione di quanto siano pluraliste le reti mediaset, la questione è che nessuno dovrebbe possedere una tale concentrazione di reti televisive nazionali private via etere, specialmente se vuole fare il presidente del Consiglio.Che poi le reti in questione siano o meno pluraliste passa in second'ordine (fossero anche fatte tutte solo da Emilio Fede non ha importanza, con le proprie televisioni uno ci fa quello che vuole, su questo dissento da chi dice che le reti mediaset dovrebbero garantire il pluralismo, non è affatto obbligatorio che lo facciano).
            Nei 5 anni di governo di centro sinistra
            sulle reti pubbliche (PUBBLICHE, cioe'
            pagate da tutti anche da elettori di RC, MSI
            o partito d'azione Sardo) ho visto solo
            Santoro, Lerner, Biagi, Vespa, Bianca
            Berlinguer, Luttazzi, Guzzanti et similia.
            Non mi sembrano propriamente di Destra,
            neppure uno.

            Se ora il governo si monopolizza la RAI (per
            quanto sbagliato sia) direi che ha avuto dei
            buoni maestri. Monopolizzare la RAI (e tutte le aziende pubbliche) è un conto (e come lo fa l'attuale governo, lo hanno fatto anche tutti i governi passati), si chiama "spoil system" e accade in tutto il mondo quando si insedia un nuovo governo, ma il monopolizzare la RAI da parte di un soggetto che è già titolare delle tre televisioni private nazionali via etere più importanti è BEN altra cosa, visto che crea una concentrazione di potere mediatico senza eguali al mondo.Buonanotte.
  • Anonimo scrive:
    E` tempo di Open Hardware !!!
    Io direi che a questo punto chi sviluppa software a sorgente aperta (software libero è una definizione ambigua e non esatta) dovrebbe farlo per hardware a sorgente aperta...Date un'occhiata:- http://www-106.ibm.com/developerworks/library/openhw.html?dwzone=opensource (Notare il sito...)- http://opencollector.org/Whyfree/- http://www.f-cpu.org/Quindi, signori, a quando una bella fabbrica europea di OpenCPUs ???Se l'unione europea stanziasse fondi per la ricerca e lo sviluppo di questi tipi di progetti, sarebbe davvero un'alternativa allo strapotere americano in questo settore.Ah... dimenticavo... l'agenzia spaziale europea ne ha già rilasciato uno in LGPL: http://www.gaisler.com/leon.html...quindi non venitemi a dire che non si può fare !!!
    • pikappa scrive:
      Re: E` tempo di Open Hardware !!!
      Se ti puo interessare la terrasoft produce schede madri con processore PowerPC(di IBM) formato atx, compatibile con le schede PCI x X86 progettate per far girare linuxwww.terrasoft.com
  • Anonimo scrive:
    Palladium farà tanti danni
    Palladium farà probabilmente molti danni:1) Crollo mercato PCChi lo conosce lo evità, personalmente non comprerò mai un hardware palladium compliant infatti cambierò il mio PC l'anno prossimo prima dell'avvento del Pal. (2004).Inoltre i genitori dei ragazzini che gli compreranno il pc si troveranno di fronte all'impossibilità di fornirgli i contenuti, giochi e altro, non potendo copiarli.Chi lo compra a queste condizioni?2) Come sempre troveremo altri modi veicolare i contenuti pirata, anzi più si cerca di limitare la pirateria del software più gli utenti si sentono leggitimati a copiarlo.CiaoGil
  • Anonimo scrive:
    mamma mia che bella prospettiva
    io mi sa che comprerò al più preso il pc più potente che posso permettermi e userò quello per il resto della vita se le cose vanno avanti in questa direzione.
  • Anonimo scrive:
    E' un buon segno
    E' bello sentire che la cultura informatica si sta alzandoE' bello sentire che degli esponenti di un paese si rendano conto delle possibili ambizioni monopoliste di un particolare fornitoreMa soprattutto è bello rendersi conto che la gente ha capito che Microsoft non è un sinonimo di Computers e di servizi, ma è una delle tante possibilità (a mio parere la peggiore ma questo non conta) e soprattutto è ingiusto che tenti a dominare tutto lo scenario informatico portando avanti una piattaforma hardware che al 99% servirà a eliminare concorrenti quali Linux.
  • Anonimo scrive:
    MS Ipocrita (come sempre)
    "...Uno degli obiettivi istituzionali di Palladium è di consentire al proprietario della macchina di mantenere il proprio controllo su quello che il computer fa e quello che non vuole che faccia"Certo, questo e' l'ultimo obiettivo della lista.Pero' il primo rimane quello di bloccare la possibilita' di trattare a proprio piacimento i flussi audio/video digitali, per compiacere alla ingordigia di guadagni delle major dell'intrattenimento.Per fortuna che esistono Linux, FreeBSD e MacOSX: almeno quando Palladium sara' una realta' resteranno delle alternative.SalutiGiorgio
    • TeX scrive:
      Re: MS Ipocrita (come sempre)
      - Scritto da: Anonimo
      "...Uno degli obiettivi istituzionali di
      Palladium è di consentire al proprietario
      della macchina di mantenere il proprio
      controllo su quello che il computer fa e
      quello che non vuole che faccia"

      Certo, questo e' l'ultimo obiettivo della
      lista.No. E' il primo. Il problema è solo che M$ si sente la proprietaria di tutti i PC esistenti al mondo...
      • Anonimo scrive:
        Re: MS Ipocrita (come sempre)
        - Scritto da: TeX

        - Scritto da: Anonimo

        "...Uno degli obiettivi istituzionali di

        Palladium è di consentire al proprietario

        della macchina di mantenere il proprio

        controllo su quello che il computer fa e

        quello che non vuole che faccia"



        Certo, questo e' l'ultimo obiettivo della

        lista.

        No. E' il primo.
        Diciamo il primo per noi, l'ultimo per loro. Questione di liste.
      • Anonimo scrive:
        Re: MS Ipocrita (come sempre)
        - Scritto da: TeX

        - Scritto da: Anonimo

        "...Uno degli obiettivi istituzionali di

        Palladium è di consentire al proprietario

        della macchina di mantenere il proprio

        controllo su quello che il computer fa e

        quello che non vuole che faccia"



        Certo, questo e' l'ultimo obiettivo della

        lista.

        No. E' il primo.

        Il problema è solo che M$ si sente la
        proprietaria di tutti i PC esistenti al
        mondo...Grande. Ce ne vorrebbero di più di mail come questa. Sotterriamoli con una risata!
        • Anonimo scrive:
          Re: MS Ipocrita (come sempre)
          La cosa della disattivazione è una cavolata, a ke serve una protezione disattivabile dall'utente? Come se mettessero un tasto sui CD musicali ke se premuto toglie la protezione, ke ce la mettiamo a fare? Ki vuole fare del male (masterizzare) non avrebbe nessuna difficolta in piu...
    • Anonimo scrive:
      Re: MS Ipocrita (come sempre)
      - Scritto da: Anonimo

      Per fortuna che esistono Linux, FreeBSD e
      MacOSX: almeno quando Palladium sara' una
      realta' resteranno delle alternative.

      Saluti

      GiorgioE se gli autori di Palladium decidessero di non certificare Linux?Penguin
    • Anonimo scrive:
      Re: MS Ipocrita (come sempre)
      Linux, macos e i vari altri sistemi operativi sono solo software. Palladium è anche hardware. Quindi non sono delle alternative. Un'alternativa è comprare un computer non palladium.
    • Anonimo scrive:
      Re: MS Ipocrita (come sempre)
      - Scritto da: Anonimo
      "...Uno degli obiettivi istituzionali di
      Palladium è di consentire al proprietario
      della macchina di mantenere il proprio
      controllo su quello che il computer fa e
      quello che non vuole che faccia"

      Certo, questo e' l'ultimo obiettivo della
      lista....nella mia lista non c'e'... :(belli i tempi in cui c'era il dos e sapevo a cosaserviva ogni file...e bello anche il primo giorno che ho messo l'adsl,tutto un lampeggiare di led a computer fermo, e pocodopo la triste morte di xp.......mah....

      Pero' il primo rimane quello di bloccare la
      possibilita' di trattare a proprio
      piacimento i flussi audio/video digitali,
      per compiacere alla ingordigia di guadagni
      delle major dell'intrattenimento.La fine dei cinema ???

      Per fortuna che esistono Linux, FreeBSD e
      MacOSX: almeno quando Palladium sara' una
      realta' resteranno delle alternative.Anche Solaris :))

      Saluti

      GiorgioSaluti a tutti !!+--+--+--+
  • Anonimo scrive:
    e in italia???
    Che fara' il governo italiano??Affrontera' il problema con la stessa criticita'?La risposta, purtroppo, ce la immaginiamo tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: e in italia???
      - Scritto da: Anonimo
      Che fara' il governo italiano??
      Affrontera' il problema con la stessa
      criticita'?AHAHAHAHAHSì, e gli elefanti volano :-)
      La risposta, purtroppo, ce la immaginiamo
      tuttiUn sistema ci sarebbe, siccome Berlusconi pensa solo ed esclusivamente ai suoi interessi personali, se la Fininvest dovesse acquistare quote di IBM nel giro di tre settimane (in meno tempo non è riuscito a far approvare neanche la Cirami dunque questo è il "limite fisiologico") in Italia avremmo una legge a favore di Linux e contro Palladium...
      • Anonimo scrive:
        Re: e in italia???

        Un sistema ci sarebbe, siccome Berlusconi
        pensa solo ed esclusivamente ai suoi
        interessi personali, se la Fininvest dovesse
        acquistare quote di IBM nel giro di tre
        settimane (in meno tempo non è riuscito a
        far approvare neanche la Cirami dunque
        questo è il "limite fisiologico") in Italia
        avremmo una legge a favore di Linux e contro
        Palladium...ehm..a quanto ne sò ibm fa parte degli ideatori di palladium
      • Anonimo scrive:
        Re: e in italia???
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Che fara' il governo italiano??

        Affrontera' il problema con la stessa

        criticita'?

        La risposta, purtroppo, ce la immaginiamo

        tuttiE ovviamente sara' colpa di Berlusconi se Palladium dominera' il mondo.A proposito lo sapevate che anche l'acne giovanile e' colpa di Berlusconi ?

        Un sistema ci sarebbe, siccome Berlusconi
        pensa solo ed esclusivamente ai suoi
        interessi personali......la soluzione potrebbe essere un'altro governo, ad esempio tipo quello che ha aumentato le tasse, litigato continuamente per i posti di potere, insabbiato il dossier Mitrokin, monopolizzato la TV pubblica ecc... Ma si sa, queste cose risaltano meglio quando le fa Berlusconi.A Proposito, ma com'e' che Windows95/98 si e' diffuso enormemente durante il governo precedente ? Che sia colpa di Berlusconi ?? :PPPPPPPPP
        • Anonimo scrive:
          Re: e in italia???
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Che fara' il governo italiano??


          Affrontera' il problema con la stessa


          criticita'?


          La risposta, purtroppo, ce la
          immaginiamo


          tutti

          E ovviamente sara' colpa di Berlusconi se
          Palladium dominera' il mondo.
          A proposito lo sapevate che anche l'acne
          giovanile e' colpa di Berlusconi ?




          Un sistema ci sarebbe, siccome Berlusconi

          pensa solo ed esclusivamente ai suoi

          interessi personali...

          ...la soluzione potrebbe essere un'altro
          governo, ad esempio tipo quello che ha
          aumentato le tasse, litigato continuamente
          per i posti di potere, insabbiato il dossier
          Mitrokin, monopolizzato la TV pubblica
          ecc... Ma si sa, queste cose risaltano
          meglio quando le fa Berlusconi.

          A Proposito, ma com'e' che Windows95/98 si
          e' diffuso enormemente durante il governo
          precedente ? Che sia colpa di Berlusconi ??
          :PPPPPPPPP
          Il fatto che le alternative non esistano (grazie a una sequenza di leggi elettorali che è già stata sperimentata, se non sbaglio da Weimar fino alla caduta del nazismo, dal proporzionale al "maggioritario" al partito unico) non è un buon motivo per non ammettere l'evidenza.Di quà e di là, chi ci rimette è sempre Pantalone. Ma di quà, mi sembra ci rimetta di più e più velocemente, tra una balla e l'altra, o sbaglio?
        • Anonimo scrive:
          Re: e in italia???
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Che fara' il governo italiano??


          Affrontera' il problema con la stessa


          criticita'?


          La risposta, purtroppo, ce la
          immaginiamo


          tutti

          E ovviamente sara' colpa di Berlusconi se
          Palladium dominera' il mondo.
          A proposito lo sapevate che anche l'acne
          giovanile e' colpa di Berlusconi ?Finché Berlusconi non risolverà il conflitto di interessi, qualsiasi suo provvedimento governativo (anche il più giusto) sarà sempre eroso dal dubbio e subissato dalle critiche.La stessa cosa succederebbe in USA se il presidente fosse Bill Gates (ah già dimenticavo, non può, lì c'è un'antitrust che non scherza e che lo obbligherebbe a vendere la Microsoft se volesse candidarsi che sbadato).Figuriamoci poi se al conflitto di interessi si aggiungono un anno e mezzo di governo finalizzato esclusivamente a risolvere i propri problemi giudiziari.

          Un sistema ci sarebbe, siccome Berlusconi

          pensa solo ed esclusivamente ai suoi

          interessi personali...

          ...la soluzione potrebbe essere un'altro
          governo, ad esempio tipo quello che ha
          aumentato le tasse, litigato continuamente
          per i posti di potere, insabbiato il dossier
          Mitrokin, monopolizzato la TV pubblica
          ecc... Ma si sa, queste cose risaltano
          meglio quando le fa Berlusconi.Vedi sopra.
          A Proposito, ma com'e' che Windows95/98 si
          e' diffuso enormemente durante il governo
          precedente ? Che sia colpa di Berlusconi ??
          :PPPPPPPPPQui non c'entra l' "imperatore" italiano, c'entra molto di più il suo collega (nel senso che i metodi di azione sono simili anche se, ad onor del vero, Bill Gates non ha mai avuto sul capo accuse giudiziare gravi come quelle che pendono su Berlusconi) di Redmond.
          • Anonimo scrive:
            Re: e in italia???

            Finché Berlusconi non risolverà il conflitto
            di interessi, qualsiasi suo provvedimento
            governativo (anche il più giusto) sarà
            sempre eroso dal dubbio e subissato dalle
            critiche.Gia' e' questo il problema. Che noi "Italianetti" non guardiamo la sostanza delle cose, ma prima guardiamo chi le fa e poi, imbottiti di pregiudizi, diciamo la nostra. Tipo : e' colpa di Berlusconi.Peccato che chi POTEVA risolvere questo problema non avesse di meglio da fare che giocare a "Giochi di Potere" (by MS Editrice). Forse hanno visto troppi film di Harrison Ford.
            La stessa cosa succederebbe in USA se il
            presidente fosse Bill Gates (ah già
            dimenticavo, non può, lì c'è un'antitrust
            che non scherza e che lo obbligherebbe a
            vendere la Microsoft se volesse candidarsi
            che sbadato).Infatti abbiamo visto tutti come l'antitrust non scherzi. Forse con la Microsoft si e' distratta. Ma si sa, era Halloween... dolcetto o scherzetto.
            Figuriamoci poi se al conflitto di interessi
            si aggiungono un anno e mezzo di governo
            finalizzato esclusivamente a risolvere i
            propri problemi giudiziari.infatti sarebbe stato meglio far emergere i problemi giudiziari del 99% della classe politica italiana sopra i 35 anni. Ah, dimenticavo... ma le carceri sono gia' strapiene... al limite meglio infilarci qualche pirata o ragazzino col p2p....Una piccola cosa di cui nessuno parla mai :C'era un tale nel 1996, mi pare si chiamasse CECCHI GORI che aveva 2 TV nazionali con tanto di telegiornali e programmi politici (...CRUZI ? CUZZI ? ah, no CURZI...)... solo che lui non era mica in politica, era soltanto SENATORE, di Forza Italia ovviamente, no ? Macche'.... del centro sinistra.

            ...la soluzione potrebbe essere un'altro

            governo, ad esempio tipo quello che ha

            aumentato le tasse, litigato continuamente

            per i posti di potere, insabbiato il
            dossier

            Mitrokin, monopolizzato la TV pubblica

            ecc... Ma si sa, queste cose risaltano

            meglio quando le fa Berlusconi.
            Vedi sopra.No. Vedi qui. Perche' gli scheletri di un governo non cancellano gli scheletri di quelli passati. Solo che ognuno tira fuori quelli che gli fanno piu' comodo.

            Qui non c'entra l' "imperatore" italiano,
            c'entra molto di più il suo collega (nel
            senso che i metodi di azione sono simili
            anche se, ad onor del vero, Bill Gates non
            ha mai avuto sul capo accuse giudiziare
            gravi come quelle che pendono su Berlusconi)
            di Redmond.direi che ha fatto piu' male alla liberta' Bill Gates con le sue accuse leggere che Berlusconi con quelle pesanti, che alla fine sarebbero (quando provati) reati economici (tipo falso in bilancio). Oppure Berlusconi e' il capo della mafia e mandante di stragi ? Ma quello non era Andreotti ?
          • Anonimo scrive:
            Re: e in italia???
            - Scritto da: Anonimo

            Finché Berlusconi non risolverà il

            conflitto di interessi, qualsiasi suo provvedimento

            governativo (anche il più giusto) sarà

            sempre eroso dal dubbio e subissato dalle

            critiche.

            Gia' e' questo il problema. Che noi
            "Italianetti" non guardiamo la sostanza
            delle cose, ma prima guardiamo chi le fa e
            poi, imbottiti di pregiudizi, diciamo la
            nostra. Tipo :

            e' colpa di Berlusconi.

            Peccato che chi POTEVA risolvere questo
            problema non avesse di meglio da fare che
            giocare a "Giochi di Potere" (by MS
            Editrice). Forse hanno visto troppi film di
            Harrison Ford.Non me ne frega niente di difendere il governo di centro-sinistra, non ha fatto quella legge e ha sbagliato.Quello che mi interessa e che ci sia in Italia un legge seria che impedisca certe concentrazioni di potere politico-economico e i conflitti di interesse derivanti, punto.E questo vale per chiunque sia il concentratore, oggi Berlusoconi, domani chissà.Resta il fatto che allo stato attuale abbiamo un presidente del Consiglio che in nessun paese del mondo cosiddetto civile avrebbe mai potuto essere eletto se non prima spogliandosi di tutti i suoi beni.E non è che dando la colpa al governo di centro-sinistra improvvisamente il conflitto di interessi sparisce.

            La stessa cosa succederebbe in USA se il

            presidente fosse Bill Gates (ah già

            dimenticavo, non può, lì c'è un'antitrust

            che non scherza e che lo obbligherebbe a

            vendere la Microsoft se volesse candidarsi

            che sbadato).

            Infatti abbiamo visto tutti come l'antitrust
            non scherzi. Forse con la Microsoft si e'
            distratta. Ma si sa, era Halloween...
            dolcetto o scherzetto.Ma che c'entra?Bill Gates NON è presidente degli Stati Uniti e le sue pendenze con l'antitrust erano solo per la conduzione della sua azienda.Bill Gates non si fa certo le leggi per assolversi visto che non ha cariche pubbliche e men che meno è governatore di un qualche stato degli USA (non parliamo poi della presidenza degli Stati Uniti).Il paragone semmai va fatto con Bloomberg che per diventare sindaco di New York (sindaco di New York e non presidente degli Starti Uniti) è stato costretto dall'antitrust a vendere gran parte del suo pacchetto azionario che poteva creare conflitto di interessi.E Bloomberg non è neanche padrone di alcuna televisione nazionale americana via etere (anche perché negli USA *nessuno* può detenere più del 25% di UNA, ripeto 25% di UNA televisione nazionale via etere).

            Figuriamoci poi se al conflitto di

            interessi si aggiungono un anno e mezzo di governo

            finalizzato esclusivamente a risolvere i

            propri problemi giudiziari.

            infatti sarebbe stato meglio far emergere i
            problemi giudiziari del 99% della classe
            politica italiana sopra i 35 anni. Ah,
            dimenticavo... ma le carceri sono gia'
            strapiene... al limite meglio infilarci
            qualche pirata o ragazzino col p2p....Questo è il ragionamento che fanno i mafiosi, tutto è mafia quindi niente è mafia. Tutti sono colpevoli quindi nessuno lo è.Vedo che hai una scarsa conoscenza dello Stato di Diritto.
            Una piccola cosa di cui nessuno parla mai :

            C'era un tale nel 1996, mi pare si chiamasse
            CECCHI GORI che aveva 2 TV nazionali con
            tanto di telegiornali e programmi politici
            (...CRUZI ? CUZZI ? ah, no CURZI...)... solo
            che lui non era mica in politica, era
            soltanto SENATORE, di Forza Italia
            ovviamente, no ? Macche'.... del centro
            sinistra.Un conto è essere semplice senatore, un altro avere incarichi di governo (o addirittura presidente del Consiglio).Senza contare poi che le televisioni di Cecchi Gori a quei tempi (e anche ora non è che siano cambiate poi molte cose) valevano come il due di picche.Comunque, io sono perché in Italia *nessuno*, che sia esponente di Forza Nuova oppure di Rifondazione Comunista, che si chiami Berlusconi o Cecchi Gori non ha importanza alcuna, sia proprietario di più di UNA televisione nazionale (e sarebbe lo stesso una concentrazione intollerabile ma sarebbe già un passo in avanti rispetto alla situazioni da paese bulgaro attuale).


            ...la soluzione potrebbe essere


            un'altro governo, ad esempio tipo quello che ha


            aumentato le tasse, litigato


            continuamente


            per i posti di potere, insabbiato il


            dossier Mitrokin, monopolizzato la TV pubblica


            ecc... Ma si sa, queste cose risaltano


            meglio quando le fa Berlusconi.


            Vedi sopra.

            No. Vedi qui. Perche' gli scheletri di un
            governo non cancellano gli scheletri di
            quelli passati. Solo che ognuno tira fuori
            quelli che gli fanno piu' comodo.Mai detto questo.Anzi sei tu che affermi esattamente l'opposto e cioé che bisogna tollerare le porcherie di questo governo in quanto quello precedente ne ha combinate anch'esso.

            Qui non c'entra l' "imperatore" italiano,

            c'entra molto di più il suo collega (nel

            senso che i metodi di azione sono simili

            anche se, ad onor del vero, Bill Gates non

            ha mai avuto sul capo accuse giudiziare

            gravi come quelle che pendono su

            Berlusconi) di Redmond.

            direi che ha fatto piu' male alla liberta'
            Bill Gates con le sue accuse leggere che
            Berlusconi con quelle pesanti, che alla fine
            sarebbero (quando provati) reati economici
            (tipo falso in bilancio). Oppure BerlusconiSu cosa sia più liberticida per le rispettive società, se Bill Gates o Berlusconi sinceramente non so, forse hai ragione tu, credo che le porcherie del primo abbiano una ricaduta maggiore di quelle del secondo.Resta il fatto che in una gara tra due asini vince l'asino migliore ma sempre asino resta.E comunque Berlusconi non è imputato solo di reati "economici" ma anche di reati ben più gravi.Se vuoi l'elenco completo, richiedimelo che lo metto nel prossimo messaggio (questo sta diventando già troppo lungo :-)).E sul fatto che le accuse vengano provate stai pur tranquillo, dopo l'approvazione della depenalizzazione sul falso in bilancio, quella sul mandato di cattura internazionale che esclude il reato di corruzione, la legge Cirami, il condono edilizio e il concordato fiscale e altre piccole "perle" di questo genere, le accuse non verranno mai provate, se non altro perché sarà impossibile per i magistrati operare in tal senso.
            e' il capo della mafia e mandante di stragi
            ? Ma quello non era Andreotti ? Questa fa ridere anche me devo dire, la considero una fesseria bella e buona, ma io rispetto *sempre* l'autonomia e il lavoro della Magistratura, anche quando trovo le sentenze, come in questo caso, molto criticabili.In uno Stato di Diritto l'autonomia della Magistratura (quella autonomia che il nostro "unto del Signore" vuole spazzare via per salvarsi dalla galera) è un pilas
          • BSD_like scrive:
            Re: e in italia???
            Negli USA l'antitrust non impedisce ad un imprenditore cmq forte di diventare presidente (repubblica presidenziale), al max. viene posta la sua/sue società in regime di amministrazione controllata da terzi nominati da un giudice antitrust.È un'errore credere che esista nei paesi democratici una legge che impedisca ad un possidente cmq grande, di potersi candidare ad una ist. pubblica, qualora ne abbia i requisiti richiesti: sarebbe antidemocratico!Ciò che poi praticamente avviene è che i diretti interessati vendono cmq i beni "incriminati", cioè ciò che cambia è la cultura della gente per la quale sarebbe inaccettabile una situazione di concentrazione di potere economico/politico cosi elevata.A tal scopo la legge votata dall'attuale maggioranza se regolata meglio in funzione dell'ammin. controllata, prevede anche sanzioni maggiori (rispetto al n.s ordinamento) di quella USA, in materia. Il punto è che non serve a nulla una legge cmq più punitiva: è la cultura della gente che serve, se gli italiani avessero la cultura USA, Berlusconi avrebbe dovuto vendere una volta eletto, o dimettersi; anche senza una legge ad hoc. com'era prima.
          • Anonimo scrive:
            Re: e in italia???
            - Scritto da: BSD_like
            Negli USA l'antitrust non impedisce ad un
            imprenditore cmq forte di diventare
            presidente (repubblica presidenziale), al
            max. viene posta la sua/sue società in
            regime di amministrazione controllata da
            terzi nominati da un giudice antitrust.Esatto.
            È un'errore credere che esista nei paesi
            democratici una legge che impedisca ad un
            possidente cmq grande, di potersi candidare
            ad una ist. pubblica, qualora ne abbia i
            requisiti richiesti: sarebbe
            antidemocratico!Esatto.
            Ciò che poi praticamente avviene è che i
            diretti interessati vendono cmq i beni
            "incriminati", cioè ciò che cambia è la
            cultura della gente per la quale sarebbe
            inaccettabile una situazione di
            concentrazione di potere economico/politico
            cosi elevata.Esatto.
            A tal scopo la legge votata dall'attuale
            maggioranza se regolata meglio in funzione
            dell'ammin. controllata, prevede anche
            sanzioni maggiori (rispetto al n.s
            ordinamento) di quella USA, in materia. IlSbagliato :-)Ma hai dato un'occhiata alle "sanzioni" previste da quella legge farsa?Non è previsto alcun obbligo a vendere, alto che sanzioni maggiori che negli USA.Senza contare che poi i controllori, secondo quel testo, sarebbero nominati da chi dovrebbe essere controllato, una burla bella e buona.
            punto è che non serve a nulla una legge cmq
            più punitiva: è la cultura della gente che
            serve, se gli italiani avessero la cultura
            USA, Berlusconi avrebbe dovuto vendere una
            volta eletto, o dimettersi; anche senza una
            legge ad hoc. com'era prima.Esatto.Buonanotte.
          • BSD_like scrive:
            Re: e in italia???
            Come hai riportato, con i vari "Esatto", nei paesi democratici non può esistere una legge che obblighi un imprenditore a vendere qualora abbia la possibilità di accedere ad una carica istituzionale, sarebbe antidemocratica e incostituzionale.Ciò che si può fare (a livello legale) è precisare meglio le modalità per porre le aziende dell'imprenditore in regime controllato (anche temporalmente, un regime di tal tipo, ovv. non si può esaurire quando l'imprenditore cessa la sua funzione istituzionale, ma deve protrarsi ancora un pò negli anni), e precisare meglio le funzioni di controllo da parte delle restanti istituzioni.La legge come tale non può obbligare alla vendita nessuno.Vedere ad esempio il vice presidente USA e le sue quote azionarie: non era obbligato, eppure l'ha vendute.Di fatto la legge attuale impone una serie di sanzioni, le quali cmq sarebbero difficilmente applicabili: pesanti o leggere che siano. Come si può dire se l'azione legislativa di un imprenditore/presidente è fatta per favorire le aziende di questi o se è voluta per scopi generali, visto il carattere generale delle leggi. Di fatto una legge sull'editoria, per esempio, non riguarda solo uno, ma tutta l'editoria.In USA da tempo (almeno dall'800) l'hanno capito, ma direi in tutti gli stati di cultura inglese, fare leggi punitive non serve: bisogna che la popolazione lo pretenda, solo cosi si ripetono i casi come quelli del vice presidente USA.
          • BSD_like scrive:
            Re: e in italia???
            Mi è sorto il dubbio: forse non intendevi l'obbligo a vendere aziende nell'atto dell'insediamento istituzionale; ma come punizione, qualora fosse accertato che l'azione istituzionale dell'imprenditore fosse per interesse personale.Bè, questa è senz'altro una forma di punizione: l'obbligo di vendita della/e azienda/e interessate dall'azione istituzionale dell'imprenditore.Si questa forma di sanzione non è prevista, le sanzioni sono essenzialmente di denaro e d'interdizione dai pubblici uffici.Ma cmq ripeto che credo servi a poco: non si riuscirebbero a determinare gli scopi personali dell'azione istituzionale di un'imprenditore.L'unica è che al momento della nomina istituzionale (o in breve tempo da questa) l'imprenditore venda, non per legge (impossibile democraticamente e costituzionalmente), ma perchè cosi vogliono i cittadini (in USA considerano normale, ciò, all'atto del voto nemmeno si pongono cosi drammaticamente il problema della concentrazione di potere, visto che cmq eletto l'imprenditore di sua volontà vende).L'Italia in effetti è attraversata da questi fenomeni: era una concentrazione di potere anche quella dell'Ulivo, con il PDS e le sue COOP, ma sicuramente molto inferiore a quella attuale. Sia per i numeri (Mediaset è molto più grande) sia per le persone coinvolte (oltre 300.000, davanti ad 1 solo).
  • Anonimo scrive:
    Qulcosa non quadra
    [cut]Uno degli obiettivi istituzionali di Palladium è di consentire alproprietario della macchina di mantenere il proprio controllo su quello che il computer fa e quello che non vuole che faccia".[cut]..già, facendo in modo che la macchina di qualcun'altro NON faccia ciò che il proprietario desidera. Esempio: io voglio conservare un email speditami da Pippo, ma dopo 2 giorni, per volontà di Pippo, il mio piccì si rifiuterà di aprirla.bella libertà, sì!!bella sicurezza, sì!!ne trarrà giovamento soprattutto la mafia e qualche terrorista..
  • Anonimo scrive:
    Scorte hardware?
    Forse è arrivato il momento di comprare un po' di hardware ora. Mi mancano una 40inna di anni di vita, una media di un computer ogni 5 anni, fanno 8 computer. Mi compro 8 schede madri, 8 proc, relativi hdd e memorie e me li conservo. Mi tengo il mio win 2000, e ogni volta che si sfascia qualcosa cambio pezzo !!! Cosi sono autonomo da queste m***e !! :))))))))))))))))))))))))))))))))))))) Ragazzi in che mondo di m***a viviamo ... Ma io dico ma si può mai essere cosi idioti? L'hanno capito che non c'è protezione che tenga? :)) Mah facciamoli spendere un po' di soldi nelle protezioni e nelle ricerche :))) CIAO ST***ZI !!! Sicuramente Echelon sta leggendo sto messaggio :)))))
  • ACD scrive:
    Emigrare
    Male che vada, andro' a vivere in Germania.... :-)
Chiudi i commenti