La Cina dichiara guerra al file-sharing

Tasse mostruose su ogni singolo pezzo scambiato o scaricato oppure un forfait del dieci per cento sulle entrate. Ecco come il governo cinese si appresta a far cessare il download di musica a sbafo
Tasse mostruose su ogni singolo pezzo scambiato o scaricato oppure un forfait del dieci per cento sulle entrate. Ecco come il governo cinese si appresta a far cessare il download di musica a sbafo


Pechino – “I servizi gratuiti devono cessare ogni attività. Chiederemo alle aziende Internet qualche cambiamento”. Così il sottosegretario al Copyright cinese, Qu Jingming, ha sintetizzato per il China Daily la crociata che il governo di Pechino ha avviato contro i servizi che consentono agli utenti cinesi di scambiarsi file senza pagare royalty ai produttori.

A finire nel mirino delle autorità sono siti come Netease che mettono a disposizione del pubblico ampi cataloghi di file musicali e software che, sul modello di un “Napster cinese”, possono essere scambiati dagli utenti.

L’iniziativa, che si inquadra nel tentativo della Cina di dimostrare alle industrie straniere che al copyright ci tiene, non tocca però il floridissimo commercio di cd-rom, cassette audio e video pirata che da anni circolano nelle strade di tutte le maggiori città cinesi.

Internet è però la nuova frontiera e consente scambi che, sebbene limitati nel numero a causa della diffusione non ancora eccezionale dell’accesso in Cina, non possono essere controllati dalle autorità.

L’idea di Qu Jingming sembra essere quella di imporre una “tassa” del 10 per cento sulle entrate delle aziende che consentono agli utenti di accedere a musica protetta da copyright oppure di costringere al pagamento dell’equivalente di circa 4mila lire per ogni singolo pezzo scambiato…

Netease è uno dei primi servizi a finire nel mirino anche per la sua partnership con un sito taiwanese: insieme mettono a disposizione circa 10mila titoli di musica locale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 03 2001
Link copiato negli appunti