La Cina forgia il proprio OpenDocument

Pechino ha quasi completato uno standard nazionale per i documenti sviluppato in modo indipendente da un organismo cinese. Già si lavora all'interoperabilità con il formato di OASIS

Roma – Il Governo cinese ha ormai quasi completato lo sviluppo di un formato aperto dei documenti che, similmente all’OpenDocument di OASIS (ODF) e all’Open XML di Microsoft , sarà libero da royalty e si baserà sullo standard XML.

Il Chinese National Institution of Standardization ( CNIS ) ha iniziato a lavorare sul nuovo formato, chiamato Uniform Office Format (UOF), all’inizio del 2002, dunque quasi un anno prima che OASIS iniziasse a discutere di ODF. La prima bozza della specifica è stata pubblicata nel dicembre del 2005, ed il gruppo di lavoro che l’ha redatta si è detto ormai vicinissimo a rilasciare la versione finale .

UOF sarà adottato da tutti gli enti pubblici e governativi della Cina e, come altri standard in vigore in questa nazione, le società estere che operano in questo importante mercato difficilmente potranno snobbarlo. Va però detto che UOF è stato progettato per semplificare l’interoperabilità con altri formati, ed il CNIS ha già avviato un progetto con cui “armonizzare” il proprio standard con quello ODF . I due formati, che utilizzano come container un file XML zippato, dovrebbero tra l’altro condividere un licenza molto simile.

In una presentazione pubblicata qui (in inglese) da un dirigente del CNIS, Wu Zhi-gang, si spiega che UOF è stato sviluppato per svincolare gli utenti dall’uso di un particolare formato proprietario e per ovviare ai costi legati conversione tra formati. UOF avrà anche il compito di favorire la condivisione dei documenti, semplificarne l’elaborazione, incoraggiare la concorrenza tra produttori e ridurre i costi.

UOF fa parte di uno standard del CNIS di più ampio respiro , dedicato alle applicazioni per l’ufficio, che comprende anche una specifica per l’interfaccia grafica e un insieme di API progettate per facilitare l’implementazione di tali specifiche all’interno di altre applicazioni, sia proprietarie che open source.

Sulle principali caratteristiche di questo nuovo formato made in China si veda anche questo articolo pubblicato recentemente da ConsortiumInfo.org .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Si Vabbe ma le prestazioni?
    Non so a cosa serva parlare di Core ma io faccio videoacquisizione con il PC è francamente tutte queste prestazioni non le noto. Fino a poco tempo fa avevo un doppio Athlon MP 1800 con un raid da 500 giga con 2 GB di RAM da 266 Mhz una macchina di cinque anni poi a causa della rottura del controller ne ho approfittato per passare ad un P4 dual-core 3,4 overclokkato a 4 ghz sempre con raid però sata da 600 GB ovvero due hd 320 in stripped con altri due Hd sempre da 320 ma non in raid che uso come backup con sempre 2 Gb di RAM però con moduli da 667 MHz ma francamente lavorando con programmi come Adobe Premiere non ho notato grandi migliormanenti e i tempi di passaggio da un programma all'altro mi hanno quasi deluso nella scelta Questa storia dei Core mi suona di puttanata allo stesso modo dei Mhz e dei Ghz che comunque hanno fatto il loro tempo.Forse mi sbaglierò ma io non credo in questa balla dei dual core o core due duo o quad core tutta publicità propagandistica forse gli AMD vanno meglio me ne dubito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si Vabbe ma le prestazioni?
      Mi sa che tu non hai un core 2 duo ma un core duo sembra una stupida differenza di nome ma invece è fondamentele in quanto hanno molte differenze:1 I Pentium D (cioè quello che hai tu) hanno le vecchie architetture netburst2 Il dual core è formato da due core solo nello stesso package e non come i conroe che hanno i due proci uniti con chace unificata3 I conroe hanno frequenze più basse ma fsb più alto e molti più basso cio porta a un incredibili miglioramento di prestazioniCmq cerca sulla rete dei test e vedrai che le differenze tra core solo e core duo sono veramene minime ma le differenze tra core 2 duo e gli altri sono stratosferiche e poi ti posso assicurare che con un e6600 batti il top gamma di AMD e sui consumi cmq vince intel
  • Anonimo scrive:
    Domandina da newbo...
    Un tempo per capire la velocità di un processore, grosso modo, era sufficiente guardare a quanti mhz (oramai ghz) andava e si aveva un termine di paragone.Adesso però in campo ci sono differenti tecnologie e per capire quale processore "è più veloce" occorre analizzare i benchmark... (ad esempio, un centrino 1.7 Ghz è più veloce di un P4 2.6 Ghz e così via...Eccomi alla domandona da newbo: il processore l'E6650 che avrà un ciclo di clock di 2.3 Ghz, ha la potenza esprimibile da quale ciclo di clock di un Pentium 4 (ovvero, sarebbe come avere un P4 da 4 Ghz, 5 Ghz o cosa?).La domanda nasce da un'esigenza pratica: ho un P4 da 2.6 Ghz del 2003 e pensando di cambiare la macchina vorrei capire quanto più potente sarà il mio processore (faccio musica con i VST e la potenza del processore è importante x le applicazioni che utilizzo)Grazie per i chiarimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domandina da newbo...
      Ti prendi un Athlon 64 X2 4800+ o un 5200+ (che hanno cache L2 di 2MB) e vai sicuro che di sola CPU vanno quasi il doppio di un P4 a 2,6GHz e lasci intel a bollire nel suo brodo di sigle strane. Ovvio che la CPU non è tutto, individua tutti i componenti che a seconda della loro bontà velocizzano o rallentano le tue applicazioni e prendili adeguati. Ah, non esiste qualcosa come "troppa RAM".
      • Anonimo scrive:
        Re: Domandina da newbo...
        - Scritto da:
        Ah, non esiste qualcosa come "troppa RAM".beh se calcoli che Wincess più di 3,5GB (con tutte le macumbe del caso) non riesce a leggerne... magari uno che si prende 6/8GB di RAM ci rimane male nel vedere andare in fumo tanti ....(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: Domandina da newbo...
          si dovete tener presente che su tutti i bench Intel straccia AMD e ti posso girare (visti e provati) che i core 2 duo volano!!!! specialmente quelli con 4MB di cache.... senza parlare deigli Extreme. Buonanotte!
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina da newbo...
            - Scritto da:
            si dovete tener presente che su tutti i bench
            Intel straccia AMD e ti posso girare (visti e
            provati) che i core 2 duo volano!!!! specialmente
            quelli con 4MB di cache.... senza parlare deigli
            Extreme.
            Buonanotte!bisogna aspettare che AMD incassi il colpo e ribassi a dovere i prezzi in rapporto alle prestazioni: in base ai risultati di Core 2 Duo sarebbe giusto avere il 5200+ al prezzo dell'E6600.Quando AMD avrà rimodulato i listini, potrà di nuovo, come al solito, detenere il primato nel rapporto prezzo/prestazioni, anche se finché non passerà ai 65nm e non metterà 4MB di cache L2 nei processori high-end lo scettro delle prestazioni pure resterà saldamente in mano di intel, che comunque l'aveva ormai perso da anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domandina da newbo...

      (faccio musica con i VST e la
      potenza del processore è importante x le
      applicazioni che
      utilizzo)
      Non ne sono sicuro al 100% ma credo ci siano problemi ad utilizzare AMD per questi compiti.Un tipo che ha uno studio di registrazione mi diceva che assolutamente vanno presi Intel.Informati per bene.Se mi dovessi sbagliare,buttati a pesce su Athlon migliore sotto diversi aspetti.
  • Anonimo scrive:
    Non ci capisco più nulla!
    Come da titolo.I codici dei processori sembrano quelli delle schede video! Tanti numeri per identifare un non so cosa che non so se vale di più o di meno di quello prima. A quando le sigle "GT", "R", "XT" anche sui processori?ciaoMatteo
  • Anonimo scrive:
    Per ora lasciate stare i quad core...
    ...hanno frequenze più basse, quindi, se è vero che danno più potenza di calcolo totale, sfruttabile se si fanno girare numerosi thread, nei contesti in cui si ha un singolo thread molto assetato di potenza e tutti gli altri piuttosto parchi (p. es. se si fa girare un gioco), il thread più pesante avrà a disposizione un core più lento.Inoltre, a parità di clock, per vari limiti, il Quad core ottiene non il 100%, ma il 70% di prestazioni in più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per ora lasciate stare i quad core..
      - Scritto da:
      ...hanno frequenze più basse, quindi, se è vero
      che danno più potenza di calcolo totale,
      sfruttabile se si fanno girare numerosi thread,
      nei contesti in cui si ha un singolo thread molto
      assetato di potenza e tutti gli altri piuttosto
      parchi (p. es. se si fa girare un gioco), il
      thread più pesante avrà a disposizione un core
      più
      lento.
      Inoltre, a parità di clock, per vari limiti, il
      Quad core ottiene non il 100%, ma il 70% di
      prestazioni in
      più.Più core metti e più sarà difficile tenerli sincronizzati a frequenze maggiori, in più si diminuisce la frequenza per abbattere il consumo di corrente e quindi il calore prodotto.I quad-core attuali vanno evitati solo perchè sono in realtà due dual-core in un singolo package e non dei quad-core nativi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per ora lasciate stare i quad core..
        che senso ha dare consigliere generci di questo tipo ? Se uno deve prendersi un bi processore già adesso e vede che comprando un quad core risparmia qualcosa deve evitarlo comunque ? Evitate di dare consigli per partito preso... non tutti usano le stesse applicazioni... e non tutti giocano con il pc.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per ora lasciate stare i quad core..
          - Scritto da:
          che senso ha dare consigliere generci di questo
          tipo ? Se uno deve prendersi un bi processore
          già adesso e vede che comprando un quad core
          risparmia qualcosa deve evitarlo comunque ?
          Evitate di dare consigli per partito preso...
          non tutti usano le stesse applicazioni... e non
          tutti giocano con il pc.Infatti quelli che postano / leggono sono solo al 90% di uso ludico, mica tutti... (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Per ora lasciate stare i quad core..
          - Scritto da:
          che senso ha dare consigliere generci di questo
          tipo ? Se uno deve prendersi un bi processore già
          adesso e vede che comprando un quad core
          risparmia qualcosa deve evitarlo comunque ?
          Evitate di dare consigli per partito preso... non
          tutti usano le stesse applicazioni... e non tutti
          giocano con il
          pc.Veramente il consiglio iniziale non era di non prenderlo e basta, ma di prenderlo, aggiungo, se conviene rispetto ad altre soluzioni, per uso server, mentre per una postazione da utente singolo a parità di prezzo sarà più indicato un dual core, che avrà un clock più elevato e potrà far girare più veloce un singolo processo "esoso", vedi per esempio, giochi o svariate applicazioni, mentre l'altro core sarà più che sufficiente a far girare SO e servizi in background: in un contesto single user un quad core avrebbe senso solo disponendo di applicazioni in grado di sfruttare la parallelizzazione.Su un server il quad core andrà comunque confrontato con le altre possibili soluzioni e valutato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per ora lasciate stare i quad core..
          - Scritto da:
          che senso ha dare consigliere generci di questo
          tipo ? Se uno deve prendersi un bi processore già
          adesso e vede che comprando un quad core
          risparmia qualcosa deve evitarlo comunque ?
          Evitate di dare consigli per partito preso... non
          tutti usano le stesse applicazioni... e non tutti
          giocano con il
          pc.Il consiglio è più che giusto visto che fra 6 mesi esce la nuova generazione Quad-Core di Intel. E' più saggio comprare un sistema Dual-Xeon Dual-Core Woodcrest le cui motherboard hanno un doppio FSB che acquistare una motherboard desktop con FSB singolo e montarci un quad-core.
  • Anonimo scrive:
    modelli strani
    quei numeri di modelli strani, che presentano numeri di modelli già in vendita sul mercato a cui viene sottratto 10, fanno pensare più a versione custom per certi grandi produttori di hardware che intendono così confondere deliberatamente l'utenza circa ciò che vanno ad acquistare...
    • Anonimo scrive:
      Re: modelli strani
      - Scritto da:
      quei numeri di modelli strani, che presentano
      numeri di modelli già in vendita sul mercato a
      cui viene sottratto 10, fanno pensare più a
      versione custom per certi grandi produttori di
      hardware che intendono così confondere
      deliberatamente l'utenza circa ciò che vanno ad
      acquistare...Confondere i consumatori?Chi, Intel?Quella che nella pubblicita' diceva che col Pentium navighi piu' veloce in internet?Quella che fa i compilatori, usati dal 99% dei programmi, che ottimizzano il codice per le proprie CPU?Ah pero', che malizioso :-D
      • Athlon64 scrive:
        Re: modelli strani

        Quella che fa i compilatori, usati dal 99% dei
        programmi, che ottimizzano il codice per le
        proprie
        CPU?Usati dal 99% dei programmi??? A spanne direi che almeno l'80% dei programmi commerciali usa un qualche compilatore Microsoft (Visual C/C++ in genere), e la parte restante se la dividono Borland e GCC...I compilatori di Intel credo che siano davvero di nicchia...
        • Anonimo scrive:
          Re: modelli strani
          - Scritto da: Athlon64

          Quella che fa i compilatori, usati dal 99% dei

          programmi, che ottimizzano il codice per le

          proprie

          CPU?

          Usati dal 99% dei programmi??? A spanne direi che
          almeno l'80% dei programmi
          commerciali usa un qualche
          compilatore Microsoft (Visual C/C++ in genere), e
          la parte restante se la dividono Borland e
          GCC...
          I compilatori di Intel credo che siano davvero di
          nicchia...Credi male.
          • Anonimo scrive:
            Re: modelli strani
            - Scritto da:

            almeno l'80% dei programmi

            commerciali usa un qualche

            compilatore Microsoft

            la parte restante se la dividono Borland e

            GCC...

            I compilatori di Intel credo che siano davvero
            di

            nicchia...

            Credi male.Credi bene.
Chiudi i commenti