La compatta che descrive le foto

Uno studente della New York University realizza un prototipo capace di tradurre a parole quello che viene immortalato dall'obiettivo fotografico. Grazie ad una piattaforma Linux, con il supporto degli utenti del servizio Mechanical Turk di Amazon

Roma – È la nuova frontiera della fotografia, privata della sua fondamentale caratteristica. Al posto delle classiche immagini da conservare nell’album dei ricordi, una descrizione stampata di quello che è finito nell’obiettivo del fotografo . Praticamente una curiosa macchina compatta che descrive come in un libro ciò che viene immortalato.

Descriptive Camera è il prototipo realizzato alla New York University dal programmatore/fotografo Matt Richardson, funzionante come una Polaroid per amanti del linguaggio. Il suo funzionamento? È stato lo stesso Richardson a spiegarlo sul suo blog, partito dalla piattaforma Linux BeagleBone e una semplice webcam USB .

In sostanza , la compatta invia la fotografia al servizio di Amazon Mechanical Turk , dove gli esseri umani sono in grado di eseguire operazioni impossibili per una macchina. Premuto il classico pulsante per lo scatto, Descriptive Camera delega agli utenti della piattaforma del retailer il compito di tradurre a parole le immagini contenute nella foto .

“I risultati vengono restituiti nel giro di 6 minuti – ha spiegato Richardson sul suo blog – a volte anche in 3. La stampante termica fornisce il testo così come accade nelle Polaroid”. C’è chi ha subito ipotizzato un uso sociale del prototipo, che potrebbe risultare utilissimo per persone affette da determinati disturbi della vista .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Caronte scrive:
    dai
    però è bello vedere questi poveri applefags che continuano strenuamente a difendere apple pur non capendo un XXXXX di informatica,ce ne sono alcuni che si chiedono come si fa ad infettare la rete se il computer non è infetto, siamo a livelli che non sanno cosa è un file, se gli dici un insulto devi ripeterlo 2 volte prima che lo capiscano e poi ti dicono anche "ripetilo se hai coraggio"
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: dai
      - Scritto da: Caronte
      però è bello vedere questi poveri applefags che
      continuano strenuamente a difendere apple pur non
      capendo un XXXXX di informatica,ce ne sono alcuni
      che si chiedono come si fa ad infettare la rete
      se il computer non è infetto, siamo a livelli che
      non sanno cosa è un fileRuppolo ti direbbe "il paradigma del file è superato! Ci sono foto, musiche, film, non files"
      • ruppolo scrive:
        Re: dai
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: Caronte

        però è bello vedere questi poveri applefags
        che

        continuano strenuamente a difendere apple
        pur
        non

        capendo un XXXXX di informatica,ce ne sono
        alcuni

        che si chiedono come si fa ad infettare la
        rete

        se il computer non è infetto, siamo a
        livelli
        che

        non sanno cosa è un file

        Ruppolo ti direbbe "il paradigma del file è
        superato! Ci sono foto, musiche, film, non
        files"Non solo, ma è pure superato il concetto che bisogna capire di informatica per usare un computer. Quindi sono superati libri e corsi di "informatica" (le virgolette in quanto trattasi di libri e corsi su Microsoft Windows e Microsoft Office).Ma apro una parentesi informatica: la rete non si infetta con nessuno dei virus informatici esistenti, in quanto sono incompatibili con i sistemi operativi dei dispositivi di rete (ad esempio con IOS - da non confondere con iOS). Questo per dire che "uno qualsiasi" è uno dei tanti ignoranti dell'informatica, potenziale cliente quindi dei prodotti Apple. Chiusa parentesi.
  • mimmo scrive:
    oste, com'è il vino?
    gli esperti di sicurezza informatica dicono che mac os ha bisogno di più sicurezza informatica... cioè di loro.ma lo fanno per il nostro bene...mollatemi
    • nome e cognome scrive:
      Re: oste, com'è il vino?
      - Scritto da: mimmo
      gli esperti di sicurezza informatica dicono che
      mac os ha bisogno di più sicurezza informatica...
      cioè di
      loro.
      ma lo fanno per il nostro bene...
      mollatemiBenvenuto in Russia.
  • Francesco scrive:
    L'unico sistema sicuro
    L'ultimo sistema sicuro è stato il mio vecchio caro ZX Spectrum.Il sistema operativo è scritto in ROM, per alterarlo serve un fulmine.Sono 16K di linguaggio macchina Z80, si può ripercorrerlo byte per byte e capire cosa stà facendo in quel preciso momento.Tutto quando è stato dopo, è vulnerabile per definizione.E personalmente preferisco la vitale paranoia, obbligatoria nel mondo Windows, rispetto alla borghesuccia falsa tranquillità di facciata degli altri sistemi operativi.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: L'unico sistema sicuro
      Forse gli ultimi computer con sistema operativo in rom che ricordo sono stati l'atari ST e l'Acorn Archimedes.Comunque, anche su tali sistemi i virus erano possibili, almeno in teoria (se metti un floppy con un virus, carichi un programma, poi esci dal programma, cambi disco, in teoria il virus poteva propagarsi).I sistemi (come il commodore 64) che non permettevano, generalmente, di uscire da un programma caricato (dovevi spegnere e riaccendere, in genere) erano più sicuri.Il massimo della sicurezza si aveva se l'unica unità di memoria di massa era il registratore: dal momento che per scrivere qualcosa era necessario premere il tasto di registrazione, era ben difficile che ciò avvenisse all'insaputa dell'utente.
      • Otto Pignolotto scrive:
        Re: L'unico sistema sicuro
        - Scritto da: uno qualsiasi
        I sistemi (come il commodore 64) che non
        permettevano, generalmente, di uscire da un
        programma caricato (dovevi spegnere e
        riaccendere, in genere) erano più
        sicuri.In realtà non necessariamente:http://www.securelist.com/en/blog/208187468/The_C64_hits_25
        • jj jj scrive:
          Re: L'unico sistema sicuro
          Il link che hai postato indica chiaramente un'infezione su un floppy (device number 8): il virus difficilmente si sarebbe potuto scrivere sul registratore perché l'utente avrebbe dovuto attivamente premere il tasto REC, come già detto da uno qualsiasi prima...però che bei ricordi il C64... :-)
    • collione scrive:
      Re: L'unico sistema sicuro
      oh Gesù, se vuoi una cosa del genere, ti scarichi Porteus, togli il cheatcode changes al boot e hai un sistema sicuro quanto il tuo vecchio ZX
  • trololol scrive:
    ma non era secure out of the box?
    il mac non era immune da qualsiasi infezione per infusione divina? dove l'avrò letto...hmm...Ah il clone con la mela di dovella adesso ricordo.
    • aphex twin scrive:
      Re: ma non era secure out of the box?
      Infatti il Mac è un portatore SANO quindi ne è immune , windows no. Riprovaci
      • johnny il fenomeno scrive:
        Re: ma non era secure out of the box?
        - Scritto da: aphex twin
        Infatti il Mac è un portatore SANO quindi ne è
        immune , windows no.
        RiprovaciE qui ti sbagli! Il fatto che non sia un malware per mac, e' solo una scelta del programmatore; mentre il fatto saliente e' che il malware sia riuscito a farsi il "nido" all'interno del computer, cioe' ne ha superato le deboli difese.Pensa se dovessero decidere di aggredirlo... un gioco da ragazzi.Vi e' un altro discorso da chiarire: come dovranno comportasi i sistemisti che devono progettare un sistema sicuro (non necessariamente windows)? Essendo oramai chiaro che, il mac, e' l'anello piu' debole non potranno di certo garantire un sistema telematico in cui vi siano connessi dei mac. Pensa ad una banca, con la sua rete interna, dotata di tutti quegli strumenti atti a garantire la sicurezza, ma dove c'e' un dirigente "fighetto" che vuole il mac nella sua scrivania; praticamente e' come avere una "backdoor"; qualunque aggressore avrebbe vita facile.
        • krane scrive:
          Re: ma non era secure out of the box?
          - Scritto da: johnny il fenomeno
          - Scritto da: aphex twin

          Infatti il Mac è un portatore SANO quindi ne
          è

          immune , windows no.

          Riprovaci

          E qui ti sbagli!
          Il fatto che non sia un malware per mac, e' solo
          una scelta del programmatore; mentre il fatto
          saliente e' che il malware sia riuscito a farsi
          il "nido" all'interno del computer, cioe' ne ha
          superato le deboli
          difese.
          Pensa se dovessero decidere di aggredirlo... un
          gioco da
          ragazzi.

          Vi e' un altro discorso da chiarire: come
          dovranno comportasi i sistemisti che devono
          progettare un sistema sicuro (non necessariamente
          windows)? Essendo oramai chiaro che, il mac, e'
          l'anello piu' debole non potranno di certo
          garantire un sistema telematico in cui vi siano
          connessi dei mac. Pensa ad una banca, con la sua
          rete interna, dotata di tutti quegli strumenti
          atti a garantire la sicurezza, ma dove c'e' un
          dirigente "fighetto" che vuole il mac nella sua
          scrivania; praticamente e' come avere una
          "backdoor"; qualunque aggressore avrebbe vita
          facile.Calcolando che ogni windows e' come avere 10 backdoor o piu: una sull'autoboot dell'USB, una per l'autoboot del CD, una per ogni servizio in rete aperto ed attivo di default, una per...
          • johnny il fenomeno scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: krane
            Calcolando che ogni windows e' come avere 10
            backdoor o piu: una sull'autoboot dell'USB, una
            per l'autoboot del CD, una per ogni servizio in
            rete aperto ed attivo di default, una
            per...E no!Il punto fondamentale, sta proprio nel fatto che e' osx ad essere debolissimo. Nel mondo windows vi sono decine di migliaia di malware(e' sono in perenne aumento)ma la resistenza, alla penetrazione, e' molto piu' alta; l'osx ha pochissime aggressioni ma e' molto debole.Ti faccio notare che il concetto di sicurezza telematica non tiene conto dell'acXXXXX alla console principale. Quello e' un altro ordine di sicurezza che va affrontato con logiche differenti(e comunque, anche in quel caso, non credo che un mac ne esca a testa alta)
          • krane scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: johnny il fenomeno
            - Scritto da: krane

            Calcolando che ogni windows e' come avere 10

            backdoor o piu: una sull'autoboot dell'USB,
            una

            per l'autoboot del CD, una per ogni servizio
            in

            rete aperto ed attivo di default, una

            per...
            E no!
            Il punto fondamentale, sta proprio nel fatto che
            e' osx ad essere debolissimo. Nel mondo windows
            vi sono decine di migliaia di malware(e' sono in
            perenne aumento)ma la resistenza, alla
            penetrazione, e' molto piu' alta; l'osx ha
            pochissime aggressioni ma e' molto debole.Spiega in termini che un professionista della sicurezza informatica possa capire il tuo concetto di "debole".
            Ti faccio notare che il concetto di sicurezza
            telematica non tiene conto dell'acXXXXX alla
            console principale. Quello e' un altro ordine di
            sicurezza che va affrontato con logiche
            differenti(e comunque, anche in quel caso, non
            credo che un mac ne esca a testa alta)Parlaci un po' di cosa intendi con "ordini di sicurezza" e delle logiche con cui affronteresti la cosa.
        • hermanhesse scrive:
          Re: ma non era secure out of the box?
          Johnny, bel fenomeno d'ignoranza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 aprile 2012 01.36-----------------------------------------------------------
          • johnny il fenomeno scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: hermanhesse
            Johnny, bel fenomeno d'ignoranza.Mi hai dimostrato che non sono il solo...
        • 123456 scrive:
          Re: ma non era secure out of the box?
          stando a quanto dice sophos sul 20% dei mac censiti 100.000 era presente qualche malware per macnon vuol dire fosse installato... non vuol dire che quel malware ha superato le difese di osx, vuol dire che del codice inattivo e' stato copiato su un hd in qualche modo, mai pensato alla posta? ai vari, guardamiefotonuda.zip.exe? o a un file copiato in bulck da una chiavetta usb o da un dvdcodice morto, che se venisse copiato su un pc windows potrebbe, forse, dare problemisei tu quello che ragiona in maniera strana caro mio... qua siamo ai livelli di independence day
          • johnny il fenomeno scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: 123456
            stando a quanto dice sophos sul 20% dei mac
            censiti 100.000 era presente qualche malware per
            mac

            non vuol dire fosse installato... non vuol dire
            che quel malware ha superato le difese di osx,
            vuol dire che del codice inattivo e' stato
            copiato su un hd in qualche modo, mai pensato
            alla posta? ai vari, guardamiefotonuda.zip.exe? o
            a un file copiato in bulck da una chiavetta usb o
            da un
            dvd

            codice morto, che se venisse copiato su un pc
            windows potrebbe, forse, dare
            problemi

            sei tu quello che ragiona in maniera strana caro
            mio... qua siamo ai livelli di independence
            dayContinuate tutti a ripetere la stessa cosa: -...Le difese non sono state superate. Il computer non e' infetto poiche' quel codice non viene eseguito. L'osx ha dimostrato di essere sicuro...-Ma la verita' e' all'opposto. Codice, "virtualmente" dannoso, sta nel vostro sistema e vi rimane indisturbato, ha tutti gli strumenti per agire con poteri di amministratore, e solo per le scelte di chi ha realizzato quel malware non si hanno effetti, a voi, sgradevoli. Pero' la condizione e' chiara: e' la condizione di un sistema infetto; e' la condizione di un sistema che non sa opporsi alle aggressioni telematiche.Niente di nuovo, per carita'! La, presunta, inviolabilita' dei mac e' sempre stata un'illusione. E' sempre stata mitologia.
          • krane scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: johnny il fenomeno
            - Scritto da: 123456

            stando a quanto dice sophos sul 20% dei mac

            censiti 100.000 era presente qualche malware
            per

            mac



            non vuol dire fosse installato... non vuol
            dire

            che quel malware ha superato le difese di
            osx,

            vuol dire che del codice inattivo e' stato

            copiato su un hd in qualche modo, mai pensato

            alla posta? ai vari,
            guardamiefotonuda.zip.exe?
            o

            a un file copiato in bulck da una chiavetta
            usb
            o

            da un

            dvd



            codice morto, che se venisse copiato su un pc

            windows potrebbe, forse, dare

            problemi



            sei tu quello che ragiona in maniera strana
            caro

            mio... qua siamo ai livelli di independence

            day

            Continuate tutti a ripetere la stessa cosa:
            -...Le difese non sono state superate. Il
            computer non e' infetto poiche' quel codice non
            viene eseguito. L'osx ha dimostrato di essere
            sicuro...-

            Ma la verita' e' all'opposto. Codice,
            "virtualmente" dannoso, sta nel vostro sistema e
            vi rimane indisturbato, ha tutti gli strumenti
            per agire con poteri di amministratore, e solo
            per le scelte di chi ha realizzato quel malware
            non si hanno effetti, a voi, sgradevoli. Pero' la
            condizione e' chiara: e' la condizione di un
            sistema infetto; e' la condizione di un sistema
            che non sa opporsi alle aggressioni
            telematiche.In pratica, a quanto sostieni tu e seguento il tuo ragionamento i pc meno sicuri del mondo sono quelli dei laboratori dove scrivono gli antivirus, peche' ci sono un sacco di virus in quei posti... (rotfl)
          • pignolo scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: krane
            In pratica, a quanto sostieni tu e seguento il
            tuo ragionamento i pc meno sicuri del mondo sono
            quelli dei laboratori dove scrivono gli
            antivirus, peche' ci sono un sacco di virus in
            quei posti...
            (rotfl)Sicuramente è così! Anche perché, altrimenti, come fanno a testare efficacemente gli antivirus? :D
          • Darwin scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            - Scritto da: pignolo
            Sicuramente è così! Anche perché, altrimenti,
            come fanno a testare efficacemente <s
            gli antivirus </s

            <b
            i virus </b
            ?
            :DFIXED ;)
          • Ale scrive:
            Re: ma non era secure out of the box?
            il ragionamento di jonny è chiaro, limpido siete voi che avete i paraocchi , questo virus sfrutta una vulnerabilità di java , e si installa nel mac, poi è solo una fortuna che non può essere eseguito il malware , perchè è per windows , ma il primo attacco lo ha effettuato e superato con sucXXXXX.Mahhh non capisco il vostro difendere mac a spada tratta -.-' anche contro ogni palese ovvietà
        • ruppolo scrive:
          Re: ma non era secure out of the box?
          - Scritto da: johnny il fenomeno
          - Scritto da: aphex twin

          Infatti il Mac è un portatore SANO quindi ne
          è

          immune , windows no.

          Riprovaci

          E qui ti sbagli!
          Il fatto che non sia un malware per mac, e' solo
          una scelta del programmatore;Come dire che se hanno rapinato la banca del paese invece della banca d'Italia è solo per scelta dei ladri...
          mentre il fatto
          saliente e' che il malware sia riuscito a farsi
          il "nido" all'interno del computer, cioe' ne ha
          superato le deboli
          difese.Ma quale nido (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          Pensa se dovessero decidere di aggredirlo... un
          gioco da
          ragazzi.E allora perché non lo fanno? Forse verrebbero derisi dai colleghi?
          Vi e' un altro discorso da chiarire: come
          dovranno comportasi i sistemisti che devono
          progettare un sistema sicuro (non necessariamente
          windows)? Essendo oramai chiaro che, il mac, e'
          l'anello piu' deboleHAHAHAHAHAHAHHAH!!!!
          non potranno di certo
          garantire un sistema telematico in cui vi siano
          connessi dei mac. Pensa ad una banca, con la sua
          rete interna, dotata di tutti quegli strumenti
          atti a garantire la sicurezza, ma dove c'e' un
          dirigente "fighetto" che vuole il mac nella sua
          scrivania; praticamente e' come avere una
          "backdoor"; qualunque aggressore avrebbe vita
          facile.Quante XXXXXXX che spari.Ma del resto sei solo il classico rosicatore che non può permettersi un Mac e sfoga quindi la sua invidia.
      • rover scrive:
        Re: ma non era secure out of the box?
        A me sembra un portatore insano.Comunque io comincio la mia personale caccia all'untore....
    • krane scrive:
      Re: ma non era secure out of the box?
      - Scritto da: trololol
      il mac non era immune da qualsiasi infezione per
      infusione divina? dove l'avrò
      letto...
      hmm...
      Ah il clone con la mela di dovella adesso ricordo.L'unico Pc sicuro e' un pc spento, poi da li a essere colabrodi come windows ce ne passa...
    • collione scrive:
      Re: ma non era secure out of the box?
      è stato un refuso del marketing, in realtà volevano dire "secure in the box" (rotfl)
  • ruppolo scrive:
    Mac portatore sano di malware x Windows?
    EVVIVAAAAAAAA (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Trojan Steve scrive:
      Re: Mac portatore sano di malware x Windows?
      - Scritto da: ruppolo
      EVVIVAAAAAAAA (rotfl)(rotfl)(rotfl)Siamo in arrivo a miliardiiiiii...
    • Funz scrive:
      Re: Mac portatore sano di malware x Windows?
      - Scritto da: ruppolo
      EVVIVAAAAAAAA (rotfl)(rotfl)(rotfl)è ora di una bella disinfezione e quarantena per una certa specie di scimmie che portano le malattie :p
  • 29A Labs scrive:
    ...
    Tranquilli raga, i nostri mac sono totalmente immuni da qualsiasi virus, tipo varicella, morbillo, scarlattina.Per il resto sono in arrivo UN MILIARDO DI MALWARE!
    • Il mago Silvan scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: 29A Labs
      Tranquilli raga, i nostri mac sono totalmente
      immuni da qualsiasi virus, tipo varicella,
      morbillo,
      scarlattina.
      Per il resto sono in arrivo UN MILIARDO DI
      MALWARE!Vediamo se funziona ancora...[img]http://watermarked.cutcaster.com/cutcaster-photo-100060658-Long-tailed-macaque-monkey-frightened.jpg[/img][img]http://customerunderground.com/sites/default/files/icon/story/CU-%20magic-wand.jpg[/img][img]http://lofidelitybicycleclub.files.wordpress.com/2010/11/035ostrich_468x538.jpg[/img][img]http://cuntychoppalops.files.wordpress.com/2010/07/badum-tish.jpg?w=440&h=339[/img][img]http://www.threadbombing.com/data/media/2/applause.gif[/img]
    • mimmo scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: 29A Labs
      Tranquilli raga, i nostri mac sono totalmente
      immuni da qualsiasi virus, tipo varicella,
      morbillo,
      scarlattina.
      Per il resto sono in arrivo UN MILIARDO DI
      MALWARE!anche tu sei un "esperto di sicurezza" che deve cercare di campare in tempo di crisi prendendosi almeno un po' di clienti mac...?per chi lavori? kaspersky? o sei un libero professionista?
  • Wool scrive:
    Un portatore sano
    O un portatore Pulito? :
  • matuguarda scrive:
    Curioso.....
    Ma dove avrò già letto queste cose .........Ah già, è quello che ho ripetuto (più volte e inutilmente, ma vabbè) ai guru macachi della sicurezza informatica :)
  • uno qualsiasi scrive:
    Anche linux
    Anche linux può essere "portatore sano"; anzi, nel caso di linux è molto più frequente, perchè in ambito server è più usato, ed è proprio in ambito server che i virus possono transitare e fare un mucchio di danni (un virus in un server FTP, ad esempio, non rappresenta magari un pericolo per il server stesso, ma può essere scaricato da milioni di computer vulnerabili)Su linux è disponibile il Clam antivirus (libero ed open source, è disponibile anche su altre piattaforme), che serve proprio per casi come questo.Ricordo, inoltre, che sia linux che mac possono eseguire i programmi per windows (linux con wine, mac con parallels), anche se tale possibilità non è quasi mai attiva di default, e quindi non sono totalmente immuni dal malware per windows.
    • collione scrive:
      Re: Anche linux
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Anche linux può essere "portatore sano"; anzi,e non è bello? riusciamo ad infettare miliardi di macchine windows con i nostri batteri (rotfl)
      Ricordo, inoltre, che sia linux che mac possono
      eseguire i programmi per windows (linux con wine,
      mac con parallels), anche se tale possibilità non
      è quasi mai attiva di default, e quindi non sono
      totalmente immuni dal malware per
      windows.ti sbagli di grossoi malware necessitano di accedere alle strutture a basso livello del sistema operativo e quelle non esistono in un emulatore
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Anche linux

        i malware necessitano di accedere alle strutture
        a basso livello del sistema operativo e quelle
        non esistono in un
        emulatoreWine Is Not an EmulatorE comunque non è (sempre) vero: pensa ai vecchi macrovirus di word, che erano realizzati interamente in VBA: quelli si accontentavano di accedere alle funzioni (limitate) di word, che erano comunque sufficienti per propagarsi da un documento all'altro... e riuscivano comunque a fare parecchio danno.
      • P.Inquino scrive:
        Re: Anche linux
        -
        e non è bello? riusciamo ad infettare miliardi di
        macchine windows con i nostri batteri
        (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 aprile 2012 01.36-----------------------------------------------------------
      • nome e cognome scrive:
        Re: Anche linux

        e non è bello? riusciamo ad infettare miliardi di
        macchine windows con i nostri batteri
        (rotfl)Esagerato, siete in 4 gatti e 3 non riescono a connettersi in rete perchè mancano i driver.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Anche linux
          I linari SONO la rete. I server a cui ti connetti in gran parte sono linux.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Anche linux
            - Scritto da: uno qualsiasi
            I linari SONO la rete. I server a cui ti connetti
            in gran parte sono
            linux.Ecco il perchè di quel feeling anni 70.
        • collione scrive:
          Re: Anche linux
          la risposta te l'ha già data uno qualsiasi, quindi non aggiungo altrocomunque hai perso un'altra occasione per evitare una figura di feci (rotfl)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Anche linux
        Non hai le idee molto chiare.... wine non è un emulatore (lo stesso acronimo è ricorsivo e significa Wine Is Not an Emulator).Wine è un layer di compatibilità che permette di eseguire applicazioni win32 su un sistema posix.
        • Darwin scrive:
          Re: Anche linux
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Wine è un layer di compatibilità che permette di
          eseguire applicazioni win32 su un sistema
          posix.Non proprio.WINE non è un layer di compatibilità nel senso stretto del termine, in quanto non traduce chiamate al kernel di Windows in chiamate al kernel dei sistemi UNIX.WINE è una reimplementazione delle API/ABI di Windows, tra cui il kernel.Le applicazioni di Windows NON HANNO nessuna possibilità di comunicare col kernel host, ma solo col kernel "emulato" da Wine, che a sua volta chiama il kernel del sistema ospitante per ottenere le risorse necessarie ad eseguire le applicazioni. Non c'è, però, nessuna comunicazione tra le varie API/ABI, anche perchè non sarebbe possibile vista la differenza di formato binario (ELF contro Portable Executable Format).WINE, insomma, è una via di mezzo tra un emulatore e un layer.Nel caso di un layer di compatibilità vero e proprio, non c'è nessuna reimplementazione delle ABI, ma solo un traduttore che traduce le chiamate al kernel in una chiamata ad un tipo diverso di kernel.Un'esempio classico è linuxulator, il driver che fornisce il layer di compatibilità binaria per le applicazioni Linux su FreeBSD.Questo è possibile, in quanto, sia FreeBSD che Linux usano ELF come formato binario. Ne condividono, quindi, molte primitive. Linuxulator ha, di conseguenza, il compito di tradurre quelle ABI che sono proprie del kernel Linux in ABI native di FreeBSD.In questo caso, in teoria, sarebbe possibile ciò che dici tu, anche se gli sviluppatori di FreeBSD, consci di questo, hanno fatto in modo che le applicazioni Linux vengano rinchiuse in una Jail che abbia come unica root /compat/linux e che, quindi, non possa comunicare con ciò che c'è all'esterno di essa, rendendo vano ogni tentativo di infettare l'OS.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 aprile 2012 23.36-----------------------------------------------------------
      • ruppolo scrive:
        Re: Anche linux
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Anche linux può essere "portatore sano"; anzi,

        e non è bello? riusciamo ad infettare miliardi di
        macchine windows con i nostri batteri
        (rotfl)


        Ricordo, inoltre, che sia linux che mac possono

        eseguire i programmi per windows (linux con
        wine,

        mac con parallels), anche se tale possibilità
        non

        è quasi mai attiva di default, e quindi non sono

        totalmente immuni dal malware per

        windows.

        ti sbagli di grosso

        i malware necessitano di accedere alle strutture
        a basso livello del sistema operativo e quelle
        non esistono in un
        emulatoreQuindi quando, visitando una pagina web o scaricando un allegato di posta, veniamo infettati da un virus, siamo in contatto con server Windows e non Linux?(rotfl)
    • dalek scrive:
      Re: Anche linux
      clam è morto da anni ormai
  • hermanhesse scrive:
    Mi raccomando
    Questo genere di notizie ben nascoste e senza darne risalto eh...Invece una bella pagina sulla trimestrale che rimanga lì per qualche mese;) Mi raccomando, poi, non parlate troppo dell' S3 o di Ubuntu o di cose del genere che non va bene. Non ci sarebbe bisogno di commentare, in effetti: vi commentate già da soli. :) Con immutata stima, grazie per i bei momenti di ilarità che mi avete donato, ma adesso vorrei leggere qualcosa con un taglio meno politico.Arrivederci.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Mi raccomando
      Tanto più che su altri siti la notizia viene riportata con ben altra evidenza, visto che si sta parlando ormai di una vera e propria infezione di massa dei Mac come non si era mai visto neppure su Windows; e tutto ciò a causa del fatto che Apple continua a far finta di nulla per pure ragioni di marketing.
      • aphex twin scrive:
        Re: Mi raccomando
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        visto che si
        sta parlando ormai di una vera e propria
        infezione di massa dei Mac come non si era mai
        visto neppure su WindowsAlvaro Vitali .... un nome , una garanzia.Vai Pierinoooooo (rotfl)
      • hermanhesse scrive:
        Re: Mi raccomando
        Io me ne vado da PI. Francamente esistono siti migliori, ben moderati e al di sopra delle parti.Invito tutti quelli con un minimo di sale in zucca a fare altrettanto: so che non lo farete, PI è un po' come il vizio del fumo... ma se ho smesso di fumare posso smettere anche di essere dipendente dalle razzate di ruppolo ;)
      • Sgabbio scrive:
        Re: Mi raccomando
        Che non si era vista nemmeno su windows....
      • mimmo scrive:
        Re: Mi raccomando
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Tanto più che su altri siti la notizia viene
        riportata con ben altra evidenza, visto che si
        sta parlando ormai di una vera e propria
        infezione di massa dei Mac come non si era mai
        visto neppure su Windows; e tutto ciò a causa del
        fatto che Apple continua a far finta di nulla per
        pure ragioni di
        marketing.il tuo nome dice tutto. sei un attore comico che non fa più ridere...
Chiudi i commenti