La cucina? E' il regno del robot

Che manda i cuochi a fare altro. Questo il senso di un robot appena sviluppato in Cina di cui si parla molto
Che manda i cuochi a fare altro. Questo il senso di un robot appena sviluppato in Cina di cui si parla molto

Pechino – L’annuncio è stato pubblicato da China Economic Net ed è già stato segnalato da diversi blogger, anche cinesi : si tratta della messa a punto di una particolare tecnologia robotica, pensata per cucinare un “perfetto pasto cinese”.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stato Xinhua , “AIC-AICookingrobot” è stato sviluppato da una società di Shenzen, la Fanxing, che lo ha programmato per cucinare secondo diverse tradizioni (Sichuan, Shandong e Canton). Avrebbe la capacità di sfornare migliaia di piatti ogni giorno ricorrendo al fritto, alla bollitura, al vapore e via dicendo.

Il robocuoco La nuova robofabbrica del gusto è costata quattro anni di sviluppo e un investimento pari a circa 200mila euro. A quanto dicono i ricercatori, i movimenti di cuochi umani sono stati tradotti in linguaggio macchina e ad una presentazione che si è tenuta nei giorni scorsi nella sede dell’azienda il robot ha preparato in cinque minuti un piatto di gamberi che, secondo i giornali locali, si distingueva perché “buonissimo” e “ben presentato”.

Perché tutto questo? Lo ha spiegato Cai Hegao, membro dell’Accademia cinese di Ingegneria, secondo cui il robot contribuirà a standardizzare i fast food cinesi. Se funziona, il business potrebbe rivelarsi colossale. Dal 2007 sarà in vendita e la società che lo produce spera che presto entri anche nelle case.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 10 2006
Link copiato negli appunti