La democrazia in un messaggino

La e-democracy a certe latitudini è senza fili: accade in India, dove i messaggini per cellulari sono il filo tra cittadino ed istituzioni. Tanti servizi di utilità pubblica a portata di mano


New Delhi – L’India potrà avere molti difetti, ma sicuramente non manca di un grande spirito pratico. Se in Europa il cellulare è diventato, per molti, un vezzo ed uno status symbol , per il grande paese ai piedi dell’Himalaya rappresenta la salvezza: laddove non arrivano le linee telefoniche tradizionali, scarsissime e di difficile realizzazione, arriva la telefonia mobile .

Sfruttando la recente impennata nella diffusione dei telefonini (le stime ufficiali parlano di vendite pari a 2 milioni di terminali al mese ), il governo centrale di New Delhi ha deciso di impiegare la tecnologia SMS nel migliore dei modi: tutta intorno al cittadino . L’uso dei messaggini, secondo stime ONU, aumenta del 200% circa ogni anno: ciascun cittadino indiano spedirebbe, mensilmente, 36 brevi messaggi di testo.

Ghulam Nabi Azad, Ministro delle relazioni con il parlamento, usa infatti gli SMS per convocare le udienze parlamentari . “In questa maniera possiamo contattare i legislatori immediatamente”, ha affermato.

Gli SMS vengono utilizzati per ricordare agli elettori l’appuntamento elettorale, per la propaganda politica, per la prenotazione degli oltre 13 milioni di posti sulla rete ferroviaria.

Non solo: la grande innovazione risiede nell’istituzione di linee speciali del governo per agire velocemente in caso di catastrofi naturali come terremoti, maremoti ed alluvioni. Ma anche per una questione che sembra poco rilevante agli occhi di un Occidentale: la siccità .

Il governo locale di New Delhi ha creato un servizio di segnalazione guasti per la malconcia rete idrica pubblica. Con l’ausilio di una squadra di pronto intervento, sempre in attesa di SMS d’emergenza, gli abitanti assaliti dall’afa e dalle alte temperature (fino a 50 gradi) potranno avere più possibilità di non restare a secco. Il futuro? Diffondere lo strumento della telefonia mobile anche in quelli strati della popolazione che ancora fanno fatica a dotarsi di cellulare e abbonamenti.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Non avete nulla di meglio da fare...
    OK!Raccogliamo l'invito e parliamo del nostro fottuto paese; per realizzare la stessa cosa in Italia occorrerebbe una transizione graduale.Ipotizziamo di voler fare una transizione verso Debian al Comune di Milano che possiede 11.000 postazioni e paga 170.000 Euro per il Norton AntiVirus.Risaputamente una consistente parte del personale (20%) non ha contratti stabili ed è reperita con mezzi di fortuna (selezioni pubbliche).Sostituendo Windows con Linux, ipotizziamo Debian che non costa un centesimo, quanti soldi si risparmierebbero?In battuta la prima risposta che mi viene in mente è : 0 centesimi.Si dovrebbero infatti affrontare i costi della migrazione, che hanno anche ripercussioni sulla produttività, si perderebbero numerose ore lavorative, e si otterrebbe una enorme quantità di software, pagato anche ai migliori valori di mercato ma ormai inutilizzabile.L'unico modo per procedere è aggiornare il parco macchine partendo dalle postazioni più tecniche, limitandosi a non acquistare nuove licenze in fase di rinnovo del parco macchine.Ciò determinerebbe un risparmio di circa 66 Euro a postazione e minori entrate per l'erario dello Stato per il corrispondente valore dell'IVA.Contestualmente bisognerà stanziare delle somme per l'aggiornamento dei dipendenti, passo necessario prima di estendere la conversione alle rimanenti postazioni.A ciò bisogna aggiungere ulteriori costi perché su molte postazioni bisognerà sostituire il software custom, con corrispondenti versioni in grado di funzionare sul nuovo sistema operativo.Mi sembra che sul fronte dei costi ci si debba preparare ad un saldo negativo, almeno nel periodo di transizione.Ma se non si può parlare di risparmio, come sembrerebbe evidente, deve essere tenuto in considerazione che tale transizione offribbe opportunità impiegatizie in ambito locale, offrendo una migliore redistribuzione della ricchezza in grado di premiare la presenza in loco, almeno in una prima fase.Si tratterebbe dunque di un investimento ad alto margine di rischio per tutte le Amministrazioni che decidessero di non temporeggiare in tale scelta.Questo solo nel caso in cui le risorse necessarie alla conversione siano interne ovvero che si istituisca un servizio a gestine diretta detto anche in economia.Dovendo appoggiarsi a soggetti economici esterni, come profetizzato da tutti i testi sull'out-sourcing i costi diverebbero insostenibili.Occorre infatti ricordare che i dipendenti del comparto delle Autonomia Locali, hanno le retribuzioni più basse di tutto il pubblico impiego e gli impiegato guadagnano circa 1000 Euro al mese.Un infermiere nella Sanità Pubblica guadagna più di un funzionario al Comune di Milano.Nonostante ciò i vantaggi non sono evidenti, almeno non in prima battuta e un approccio più tedesco, nel senso simile a quanto descritto nel messaggio che ha originato il thread, sembrerebbe non solo sensato, ma anche l'unico sostenibile.Scegliere quali postazioni possono fare a meno di Windows e partire da quelle; credo che i primi soldi si potranno risparmiare tra meno di 24 mesi, non rinnovando la gara per Symantec.
  • Anonimo scrive:
    Hanno scoperto...
    l'america questi di PI (idea)Queste notizie hanno una media di 4/5 al mese oramai tutte uguali...E intato si tagliano le teste e le nuove fanno più pena di quelle vecchie....Finchè non nasce uno con le palle in italia, non culattone e raccomandato come noi, la vedo brutta. Bisogna eliminare altri problemi alla base prima di pensare in grande ( che poi voi la partola tecnologia manco sapete cosa vuol dire ), la prossima volta mettete in confronto una regione tipo la Lombardia e non tutta l'italia con le altre dell'UE tanto il resto non è italia come dice il nostro amato presidente e vedere come l'italia passa al primo posto....
  • Anonimo scrive:
    Re: Non avete nulla di meglio da fare...
    - Scritto da: Anonimo
    Perché conoscono le differenze tra i software, e
    non confondono le licenze con gli strumenti.
    Tutti comprendono l'importanza di disporre dei
    codici sorgente per taluni scopi, e comprendono
    altrettanto bene come ciò sia inutile in ambito
    domestico.
    Tornando al merito, la principale differenza è
    che un italiano, che pure lavora più ore di un
    tedesco, messo davanti ad un computer, non
    importa non quale sistema operativo e con quale
    licenza, produce una frazione del lavoro svolto
    da un tedesco.
    Si tratta di un problema di formazione; solo nelConcordo pienamente con la tua analisi, purtroppo il problema _fondamentale_ del paese Italia si chiama cultura: per troppo temponon si è investito in formazione di base e in formazione continua. Oggi abbiamo un "parco docenti" che - parlo per la mia parziale e incompleta esperienza diretta - vive tutto ciò che è tecnologia come un Moloch da cui tenersi lontano (ogni tanto sacrificandogli qualche "corso di aggiornamento"). L'ignoranza è tanta, a tal punto che, tanto per dare un gustoso aneddoto, nella scuola dove lavoro alcuni docenti si sono giustificati con il preside per il mancato utilizzo del laboratorio dicendo che non sapevano usare linux.Purtroppo per loro, Linux è installato solo sui server, le macchine dei laboratori e dei docenti sono Windows XP, ma non avendoli mai accesi, nonn se ne erano accorti...Ok, sembra una barzalletta, ma non lo è.Personalmente non amo le distro-war nè i flames gratuiti, i miei pc hanno sistemi operativi diversi per funzioni diverse, ma è logico: non mi risulta che un meccanico ripari automobili con un'unica chiave inglese, nè un imbianchino usi una vernice sola per _ogni_ tipo di oggetto dipinga.Conoscere con maggior profondità rende sicuramente migliori, ma io in questo momento vedo soprattutto necessario una maggior conoscenza tout-court: sebbene non veda come indispensabile sturmenti come la "ECDL", riconosco che è un tentativo di dare una prima infarinatura informatica, ci sono troppi tecnici che hanno difficoltà ad usare un foglio di calcolo o segretarie a disagio con la posta elettronica (e che perciò per ogni cosa usano il fax).L'argomento è vasto e si presterebbe a maggiori approfondimenti, ma spero di aver dato un piccolo contributo alla discussione.SalutiFilippo
  • Anonimo scrive:
    No ,non è vero..........................
    Se non fosse che la Levi Montalcini , per racimolare qualche soldo per la ricerca si è "venduta" a Sky ! (anonimo)
  • Anonimo scrive:
    non sara' il caso di darsi una mossa ?
    Come mai paesi piu' poveri come spagna,polonia ed estonia sono davanti ? Non so.Pero l'estate scorsa ero in germania e afriburgo nel supermercato l'impiegata in ufficiousava knoppix sul computer. A berlino, nel nsalbergo, c'era pure knoppix.I ns geni italioti affermano che linux è inutilizzabile,troppo complicato, cervellotico da imparare, eppureuna qualsiasi impiegata tedesca lo usa normalmente.La stessa cosa per la lingua inglese: dieci anni fa inungheria e r.ceca tutti i giovani parlavano un ingleseinvidiabile, qui solo l'uno per cento parlava, e forseè cosi tuttora, un inglese modesto. Ora si sente dire (ed è vero) che svariate citta europee passanoa linux: in italia, si afferma, è assolutamente impossibileperché tecnicamente problematico e la formazione del personalerende la cosa impraticabile. Gli altri come fanno ?Sono loro fenomeni o i ns geni del computer ultraCRE**ni ?Come mai dobbiamo sempre essere gli ULTIMI in tutto ?Come mai dobbiamo sempre fare la figura dei CO***NIdi fronte a tutto il mondo ?Non è ora di darsi una mossa e di iniziare a pensare cheoccorre mettersi a imparare qualcosa anche noi ?Cerchiamo almeno, se non di innovare, di metterci a rimorchiodei paesi piu civili. E' possibile avere la percentuale d'uso piualta del mondo di sistemi ultracostosi e antididattici ? Non saral'unico problema dell'informatica nostrana, ma non è unargomento da iniziare a toccare ? Iniziamo a fare come i paesiavanzati della scandinavia: linux nella scuola dell'obbligo.Oppure fare come fanno i paesi entro i dieci piu sviluppati faschifo: oppure è troppo difficile, lasciateci giocare con le nsciofeche e chissenefrega se scivoliamo nel terzo mondo...
    • Anonimo scrive:
      Re: non sara' il caso di darsi una mossa ?
      Il problema degli italioti è culturale e profondo, non è certo una ridicola questione di usare questo invece di quello.Il problema dell'Italia è la cultura del "posto fisso" a vita con le tutele cementate e la disaffezione al proprio dovere, è l'abolizione di ogni gerarchia in favore del terrapiattismo antimeritocratico, è una scuola che DA MEZZO SECOLO fa costantemente schifo ogni anno di più (anche per colpa di quegli "insegnanti" che vivono il loro lavoro come una comoda sinecura da trascinare pigramente fino alla pensione), è una imprenditoria composta al 98% di mezze tacche prive di alfabetizzazione e cultura industriale ed al 2% da una oligarchia di potentati industrialmente incapaci ma in combutta permanente con governi e poteri finanziari di ogni colore, è una classe politica incapace, impigliata in miriadi di lacciuoli e frazionamento dei poteri che impediscono qualsiasi decisionismo radicale, e quindi votata al galleggiamento permanente.Il vero problema dell'Italia, enfin, sono gli italiani, quel popolo incivile di smargiassi e furbastri con la vigliacca "trasgressione" nel DNA, che nel 62% dei casi non leggono neppure un libro all'anno. In questo panorama hanno gioco facile le minoranze isteriche, i tribuni della plebe e quelli che hanno interesse a colonizzare ed appiccicare etichette di parte a qualsiasi cosa, dalla mitopoiesi resistenziale a fenomeni socio-informatici come l'emergenza di una "informatica di massa". Il che, tuttavia, se pur assicura un ricco bacino di ascolto presso ampie fasce di plebe pecorona, non implica però che costoro abbiano la benché minima speranza di conformare la realtà oggettiva ai loro sogni, più o meno in buona fede o ad occhi aperti.
      • Anonimo scrive:
        Re: non sara' il caso di darsi una mossa

        non è certo una ridicola questione di usare questo
        invece di quello.Fin quando non si risolverà la questione epocale chesi trascina dall'inizio della decadenza dell'impero romano, proporrei di risparmiare sulle licenze ms e di insegnare ai ragazzi informatica tramite l'uso di sistemi aperti, come si cerca di fare nei paesi civili. Si parte dal presupposto che prendere a modellopaesi piu sviluppati, come quelli del nord-europa non sia ridicolo ma doveroso: siamo in europa perquello.Tutto quanto appartiene alla logica del "ci vuole ben altro" è naturalmente ridicolo: l'unica logicapossibile, a parte estirpare il "dna" con l'eugenetica,è la logica estensionale: un pezzettino + un pezzettino+ etc. Chi dice, no, è inutile, il problema è profondoe insanabile, in realtà si attiva affinche tutto rimangauguale.
        • Anonimo scrive:
          Re: non sara' il caso di darsi una mossa
          - Scritto da: Anonimo
          Si parte dal presupposto che prendere a
          modello paesi piu sviluppati, come quelli del
          nord-europa non sia ridicolo ma doveroso:
          siamo in europa per quello.L'Italia è in europa solo sulla carta, come i paesi poveri aggiunti di recente, in buona compagnia della Turchia. Le similitudini tra Italia e Danimarca o Olanda sono molto minori e meno forti di quelle tra Italia e Botswana.
          Chi dice, no, è inutile, il problema è
          profondo
          e insanabile, in realtà si attiva affinche tutto
          rimanga
          uguale.Oppure non abita (più) in Italia e se ne strafotte allegramente da un pezzo, avendo risolto ogni problema. Visto che si parla di logiche estensionali (e intensionali)...
      • Anonimo scrive:
        Re: non sara' il caso di darsi una mossa ?
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema degli italioti è culturale e
        profondo, non è certo una ridicola questione di
        usare questo invece di quello.

        Il problema dell'Italia è la cultura del "posto
        fisso" a vita con le tutele cementate e la
        disaffezione al proprio dovere, è l'abolizione di
        ogni gerarchia in favore del terrapiattismo
        antimeritocratico, Antimeritochè? Abolizione di ogni gerarchia? Guarda, posso essere d'accordo su tutto, ma su questo no: la meritocrazia è sempre stata fantascienza in italia, e non è la disaffezione o l'abolizione delle gerarchie che l'ha fatta sparire. E' proprio che in italia possono comandare solo i coglioni.E quanto alle gerarchie: non so dove lavori tu, ma qui qualunque lavoro fai, c'è quasi sempre uno sborone analfabeta con tendenza al nazismo, il cui motto è "tu sei un deficente e comando io perchè sono meglio raccomandato".
  • Anonimo scrive:
    L'Italia e' in vendita!
    aprite gli occhi..leggete i giornali!!!la Fiat crolla in borsa perche le sua macchine non vendono piu perde quote di mercato....neanche la general motors l ha voluta..ha pagato2 miliardi di euro di penalo per NON comprare la fiat..Wind venduta agli egiziani...edf voleva comprasi la edison...Banca antonveneta venduta agli olandesi...Bnl comprata dagli spagnoil del Vizcaya...a suo tempo il debenedetti vendette omnitel ai tedeschi di Vodafogna...i cinesi col tessilel faranno licenziare 1 milione di posti di lavoro..etc..etc..etc..pure il pomodoro e gli asparagi arrivano dalla Cina!!!!!!!non volevano vendersi anche le opera d 'arte'??poi parlano di competitivita e MOntezemolo licenzia e portano le fabbriche in cina...italiani spaghetti e mandolino..e gia..ci resta sololapizza gli spaghetti la moda a la musica..
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Italia e' in vendita!
      - Scritto da: Anonimo
      italiani spaghetti e mandolino..e gia..ci resta
      sololapizza gli spaghetti la moda a la musica..

      Fra poco nemmeno la pizza: l'europa (del cazzo) dichiara che i forni a legna sono inquinanti e non igienici, e vorrebbero farceli togliere di mezzo. Una cosa ci rimaneva di decente in italia, la pizza, e questi vogliono affondare anche questa. Questa è proprio una nazione di pagliacci, chiunque può arrivare e sparare sentenze e fare lo sceriffo della situazione, tanto ai nostri governanti manca solo il guinzaglio...
  • Anonimo scrive:
    Premio di consolazione per l'Italia
    Il Berlusca ha dato il benservito allo sclerotico: il fragore dei tre neuroni (uno per captare gli ordini di SIAE, RIAA, MPAA e BSA, uno per scrivere i decreti deliranti e uno per soddisfare la Di Benedetto) che rimbalzavano freneticamente nella scatola cranica del Dio perugino della scemenza (da non confondere col Dio pugliese della barzelletta) si era fatto assordante.
  • Anonimo scrive:
    E certo ...
    In un paesello dove a tutti piace usare WindowsIccspi', dove a tutti piace lavorare a cervello spento, dove a tutti piace improvvisarsi informatici solo perche' sanno fare un copia/incolla e' ovvio che la tecnologia rimane indietro. Mi stupisco del 24esimo posto ... dovremo essere ultimi.Mah!... andate andate continuate ad usare Windows e continuate ad arricchire (sempre ammesso non abbiate copie piratate) o a diffondere un'azienda che sta limitando la liberta' di tutti (leggasi come "brevetti sul software").Continuate a farvi e a fare del male ... bravi.
  • Anonimo scrive:
    sotto il segno di b.gates
    Come mai il paese che ha la piu elevatapercentuale mondiale dell'uso deifamigerati sistemi microsoft è l'ultimonella classifica tecnologica tra i paesic.d. civili e dietro a parecchi paesi c.d.incivili ?Come mai paesi come la Germania e gliscandinavi, il cui sport nazionale ultimamenteè buttare nel cesso le licenze microsoftsono tra i primi al mondo ?Come mai ai bambini di Bergen, Norvegia,quando gli viene dato a scuolaxp e linux con kde e gli viene detto di usare quello che gli pare per lo piu usano linux kde mentre qui, purtroppo, è gia a livello di insegnanti che si trovano i cervelli formattati ?Come mai negli stessi USA linux è usatonel 20% delle pmi mentre in italia i nostrigeni lo trovato troppo difficile (per iloro giochini da QI < 80) ?La risposta, amici miei, sta soffiando nel vento:la diede bender, direttore del media center delmit circa dieci giorni fa: usare linux è educativo,usare windows rincoglioniscePerò non sono d'accordo:non è che in italia si diventi coglioni a usare windows, ma viceversa.Voi che ne dite ? Certo è un circolopoco virtuoso.
    • Anonimo scrive:
      Re: sotto il segno di b.gates
      - Scritto da: Anonimo
      Come mai il paese che ha la piu elevata
      percentuale mondiale dell'uso dei
      famigerati sistemi microsoft è l'ultimo
      nella classifica tecnologica tra i paesi
      c.d. civili e dietro a parecchi paesi c.d.
      incivili ?tutta colpa di windows vero?l'ignoranza è ingnoranza!sia su window che su linux e l'italia è piena di ignoranza informatica....senza investimenti è miglioramento programmi scolastici non si va da nessuna perte sia con windows che con linux o con osx (poco cambia l'o.s.)
      Come mai paesi come la Germania e gli
      scandinavi, il cui sport nazionale ultimamente
      è buttare nel cesso le licenze microsoft
      sono tra i primi al mondo ?che semplicista che sei...o sei in malafede TROLL
      Come mai ai bambini di all'asilo?Bergen, Norvegia,
      quando gli viene dato a scuola
      xp e linux con kde e gli viene detto di usare
      quello che gli pareakkio li lasciano fare pure l'installazione?ai bambini? per lo piu usano linux kde
      mentre qui,appunto!tu sei uno di quelli..un bambino!ma che cacchio di giudizio informatico può avere un bambino? purtroppo, è gia a livello di
      insegnanti che si trovano i cervelli formattati ?almeno loro hanno una laurea, a giudicare dai tuoi ragionamenti tu neanche la terza media
      Come mai negli stessi USA linux è usato
      nel 20% delle pmi mentre in italia i nostri
      geni lo trovato troppo difficile (per i
      loro giochini da QI < 80) ?
      La risposta, amici miei, sta soffiando nel vento:
      la diede bender, direttore del media center del
      mit circa dieci giorni fa: usare linux è
      educativo,?
      usare windows rincoglionisce
      Però non sono d'accordo:neanche io!tu windows non lo usi eppure sei rincoglionito lo stesso
      non è che in italia si diventi coglioni a
      usare windows, ma viceversa.
      Voi che ne dite ? Certo è un circolo
      poco virtuoso.dico che al secondo miracolo ti santificano, al primo puoi diventare beato....fra tutti i fanatici che conosci qualcuno avrà avuto la grazia da linux..avvisa chi di dovere non perdere l'occasione di santificare il tuo o.s. questo migliorerà il mondo:D
    • Anonimo scrive:
      Re: sotto il segno di b.gates
      Continua pure a vivere nel tuo piccolo modo di idiozie...
  • Anonimo scrive:
    Anche io dico non è vero!!! Il titolo è
    SBAGLIATOMa quando mai è cominciata!!!
  • Anonimo scrive:
    Molto strano...
    Il ventiquattresimo posto mi sembra esagerato vista la reale situazione io proporrei, abbastanza tranquillamente, un 50 posto
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto strano...
      - Scritto da: Anonimo
      Il ventiquattresimo posto mi sembra esagerato
      vista la reale situazione io proporrei,
      abbastanza tranquillamente, un 50 postoChissà le mazzette ed i favori sessuali che hanno dovuto dargli a questi per comprarsi il ventiquattresimo posto...
  • Anonimo scrive:
    certo
    era ovvio finchè la nostra idea di sviluppo tocca i suoi apici con il digitale terrestre.
    • Anonimo scrive:
      Re: certo
      SI SI HANNO PUNTATO TUTTO LI, E LORO SI CHE SANNO COME SI FA', PECCATO CHE MICROSOFT HA GIA MESSO IN COMMERCIO UN DECODER TV SATELLITE E D INTERNET, APPENA CADE IL BERLUSCA LA TELECOM LO FARA' ARRIVARE ANCHE IN ITALIA, PER ORA LO SI PUO' REPERIRE IN SVIZZERA A META DEL PREZZO DELL'INUTILE DECODER INTERATTIVO TERRESTREANDATELO A SPIEGARE A QUESTO SITO www.tuttelemattine.it o www.ilmuro.it o il sito http://www.massimilianovarrese.com/ che manda in crack il pc o meglio questo http://www.antonellaelia.com/ o questo altro http://www.alessandrocecchipaone.it/ o magari qulunque sito governativo che espone i banner validazione w3c e wai wcag e quando vai a vedere scopri che non è vero niente, pagine non valide e non accessibili, e si , qui si lavora solo per conoscenze, per non parlare della patente europea per il pc, ahahhahahah che boiata megagigante, all'università che si fanno le slide ancora con power point ahahahahhahahami sento male ahahahah, visto l'ultima macchina della fiat?ecologica, va con la biata, ha due rote e due o più cavalli a tirare, non inquina e dal tubo di scappamento esce solo merda e non fumo, almeno è ecologica, si chiama carretto per popolazione retrograte ;)
  • KCM scrive:
    NON E VERO!!!
    Le solite buffonate. Se studiassero meglio il nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero che in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino loro ad avere una così vasta gamma di loghi e suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati io adesso non potrei scarcarmi sul cellu l'ultima di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li capisco proprio questi studiosi.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E VERO!!!
      - Scritto da: KCM
      Le solite buffonate. Se studiassero meglio il
      nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero che
      in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino
      loro ad avere una così vasta gamma di loghi e
      suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati
      io adesso non potrei scarcarmi sul cellu l'ultima
      di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li
      capisco proprio questi studiosi.Per non parlare di quella del pulcino Sweety!! :)
      • KCM scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: KCM

        Le solite buffonate. Se studiassero meglio il

        nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero
        che

        in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino

        loro ad avere una così vasta gamma di loghi e

        suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati

        io adesso non potrei scaricarmi sul cellu
        l'ultima

        di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li

        capisco proprio questi studiosi.


        Per non parlare di quella del pulcino Sweety!! :)Giusto. Potremmo mandarlo nei paesi dove crepano di fame per farglielo allevare, così almeno potrebbero fare degli arrosti virtuali. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        - Scritto da: Anonimo
        ...


        Per non parlare di quella del pulcino Sweety!! :)Oddio come lo odio!
      • Anonimo scrive:
        Re: NON E VERO!!!

        Per non parlare di quella del pulcino Sweety!! :)Magari gli venisse un colpo
        ;
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E VERO!!!
          Sweety must die, pity fucking bastard
          • Anonimo scrive:
            Re: NON E VERO!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Sweety must die, pity fucking bastardMa cosa vi ha fatto questo pollo che vi sta tanto sul caz*o? ;)Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: NON E VERO!!!

            - Scritto da: Anonimo

            Sweety must die, pity fucking bastard

            Ma cosa vi ha fatto questo pollo che vi sta tanto
            sul caz*o? ;)

            Bye,
            LucaOh, nulla, nulla anzi scaricati pure questo simpatico... come si chiama? ah si, wallpaper @^
          • Anonimo scrive:
            Re: NON E VERO!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Oh, nulla, nulla anzi scaricati pure questo
            simpatico... come si chiama? ah si, wallpaper Ti dirò, anche se lo scaricassi il mio cellulare non sarebbe in grado di visualizzarlo.Sai... io il cellulare l'ho comprato per poter comunicare con gli altri... non per visualizzarmi polli o farmeli sentire cantare.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 22/04/2005 20.08.21
      • Xnusa scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Per non parlare di quella del pulcino Sweety!! :)Pulcino che infatti è finito sotto accusa nell'ultima puntata di Mi Manda Raitre perchè la pubblicità è assolutamente poco chiara e i ragazzini si trovano con il credito prosciugato nel giro di poco tempo.Il bello è che il manager dell'azienda sosteneva che il target del pulcino è un pubblico adulto capace di comprendere la pubblicità.Peccato che la pubblicità appaia anche su Topolino e Cioè, riviste che notoriamente si rivolgono ad un pubblico adulto...
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E VERO!!!
      AAHAHAHAH SOLI 42 EURO E NO? E PERCHE I DIALER E LE BOLLETTE TAROCCATE TELECOM ITALIA AHAHAHAH CHE BEL PAESE, VISTO I SITI MEDIASET? LI FA IL NIPOTE DI BERLUSCONI, AVRà SI E NO 9 ANNI, AHAHAHAHAHHAHAHAHCON QUESTI BELLI ESEMPI
      • Anonimo scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        - Scritto da: Anonimo
        AAHAHAHAH SOLI 42 EURO E NO? E PERCHE I DIALER E
        LE BOLLETTE TAROCCATE TELECOM ITALIA AHAHAHAH CHE
        BEL PAESE, VISTO I SITI MEDIASET? LI FA IL NIPOTE
        DI BERLUSCONI, AVRà SI E NO 9 ANNI,
        AHAHAHAHAHHAHAHAH

        CON QUESTI BELLI ESEMPIPensavo di essere l'unico a pensare che facessero c*g*re. =)
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E VERO!!!
      - Scritto da: KCM
      Le solite buffonate. Se studiassero meglio il
      nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero che
      in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino
      loro ad avere una così vasta gamma di loghi e
      suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati
      io adesso non potrei scarcarmi sul cellu l'ultima
      di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li
      capisco proprio questi studiosi.è arrivato l'esperto....
      • Anonimo scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: KCM

        Le solite buffonate. Se studiassero meglio il

        nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero
        che

        in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino

        loro ad avere una così vasta gamma di loghi e

        suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati

        io adesso non potrei scarcarmi sul cellu
        l'ultima

        di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li

        capisco proprio questi studiosi.

        è arrivato l'esperto....Caspita, che commentone sagace .. e tu chi sei? Il pulcino Sweety?
      • Anonimo scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        scherzare è bello ragazzi ma il problema c'è ed è molto serio. Rimanere indietro nel settore tecnologico vuole dire rimanere indietro in tutto: economia, scuola, lavoro ma tanto lo sapete, no? Ma tanto a noi resta il ministro Urbani no?
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E VERO!!!
          - Scritto da: Anonimo
          scherzare è bello ragazzi ma il problema c'è ed è
          molto serio. Rimanere indietro nel settore
          tecnologico vuole dire rimanere indietro in
          tutto: economia, scuola, lavoro ma tanto lo
          sapete, no? Certo che lo sappiamo !!! Siamo tutti seri giocatori di Civilization III qui dentro.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E VERO!!!
          - Scritto da: Anonimo
          scherzare è bello ragazzi ma il problema c'è ed è
          molto serio. Rimanere indietro nel settore
          tecnologico vuole dire rimanere indietro in
          tutto: economia, scuola, lavoro ma tanto lo
          sapete, no? Ma tanto a noi resta il ministro
          Urbani no?Hai capito il motivo per cui l'italia rimane costantemente indietro, finché ci saranno incapaci come quello, o come il suo collega Stanc(o)... possiamo solo fare il passo del gambero!
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E VERO!!!

          Rimanere indietro nel settore
          tecnologico vuole dire rimanere indietro in
          tutto: economia, scuola, lavoro ma tanto lo
          sapete, no? Ma tanto a noi resta il ministro
          Urbani no?Già, è vero, ma non vediamola in modo così pessimistico, pare che a breve toglierà finalmente il disturbo: per la serie ...toglietemi tutto ... ma anche Urbani
          ;
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E VERO!!!
      - Scritto da: KCM
      Se non fossimo avanzati
      io adesso non potrei scarcarmi sul cellu l'ultima
      di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li
      capisco proprio questi studiosi.LOL.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E VERO!!!
      - Scritto da: KCM
      Le solite buffonate. Se studiassero meglio il
      nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero che
      in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino
      loro ad avere una così vasta gamma di loghi e
      suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati
      io adesso non potrei scarcarmi sul cellu l'ultima
      di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li
      capisco proprio questi studiosi.Verissimo, faccio fatica anch'io a capirli. Si lamentano che le aziende non spendono in ricerca e sviluppo, ma non guardano i soldi spesi, per esempio, nella pubblicita' e marketing!!Ragazzo!! Attualmente non abbiamo niente da vendere, ma sappiamo venderlo benissimo! E' la ricerca&sviluppo piu' bella che un'azienda potesse fare.E' il futuro!Pensa all'innovazione: possiamo spendere il 90% del budget per pubblicizzare qualcosa che non serve a niente, la gente lo compra e non lo usa. Pertanto e' felice. Anzi, lo ricompra, cosi' puo' non usarlo di piu'.Questi studiosi non si rendono conto del grossissimo taglio sulle spese di produzione che una simile innovazione puo' portare.Addirittura potremmo proporre di spingere il branding al massimo: potremmo vendere il solo marchio di un'azienda, senza quell'inutile prodotto attaccato sotto.Ovviamente si potrebbe vendere solo il marchio, non il diritto ad usarlo/esporlo/guardarlo/parlarne/... Non e' male. Non e' un ottimo sviluppo? Non e' una ricerca adeguata?Il resto della spesa x ricerca e sviluppo lo possiamo usare per mantenere un forte esercito di avvocati e legali, in modo che non sia possibile nemmeno pensare che un prodotto non sia buono. "Tu, perche' guardavi quel marchio cosi'? Quel marchio e' MIO! Fammi vedere cos'hai in tasca...."Questi SI che sono soldi spesi nella giusta direzione della ricerca & sviluppo (del profitto, s'intende).D'altronde, si e' sempre detto che chi lavora non puo' arricchirsi, no? Eliminiamo questa attivita', allora.
      • KCM scrive:
        Re: NON E VERO!!!
        - Scritto da: Anonimo..

        Verissimo, faccio fatica anch'io a capirli. Si
        lamentano che le aziende non spendono in ricerca
        e sviluppo, ma non guardano i soldi spesi, per
        esempio, nella pubblicita' e marketing!!
        Ragazzo!! Attualmente non abbiamo niente da
        vendere, ma sappiamo venderlo benissimo! E' la
        ricerca&sviluppo piu' bella che un'azienda
        potesse fare.
        E' il futuro!
        Pensa all'innovazione: possiamo spendere il 90%
        del budget per pubblicizzare qualcosa che non
        serve a niente, la gente lo compra e non lo usa.
        Pertanto e' felice. Anzi, lo ricompra, cosi' puo'
        non usarlo di piu'.

        Questi studiosi non si rendono conto del
        grossissimo taglio sulle spese di produzione che
        una simile innovazione puo' portare.
        Addirittura potremmo proporre di spingere il
        branding al massimo: potremmo vendere il solo
        marchio di un'azienda, senza quell'inutile
        prodotto attaccato sotto.
        Ovviamente si potrebbe vendere solo il marchio,
        non il diritto ad
        usarlo/esporlo/guardarlo/parlarne/... Non e'
        male. Non e' un ottimo sviluppo? Non e' una
        ricerca adeguata?

        Il resto della spesa x ricerca e sviluppo lo
        possiamo usare per mantenere un forte esercito di
        avvocati e legali, in modo che non sia possibile
        nemmeno pensare che un prodotto non sia buono.
        "Tu, perche' guardavi quel marchio cosi'? Quel
        marchio e' MIO! Fammi vedere cos'hai in
        tasca...."

        Questi SI che sono soldi spesi nella giusta
        direzione della ricerca & sviluppo (del profitto,
        s'intende).

        D'altronde, si e' sempre detto che chi lavora non
        puo' arricchirsi, no? Eliminiamo questa
        attivita', allora.Hai ragione!Un tragico futuro ci aspetta se non cambiamo direzione.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E VERO!!!


          Hai ragione!
          Un tragico futuro ci aspetta se non cambiamo
          direzione.Purtroppo e' l'inizio: non solo la ricerca&sviluppo e' abolita nelle nostre aziende, ma lo sta diventando anche la produzione stessa!La gestione finanziaria produce piu' guadagno di quanto si possa produrre col lavoro. Posso prendere/spostare/scorporare/Caymanare/far tornare tutto come prima.Non ho prodotto niente ma ho guadagnato un sacco di soldi.Mi ricordo la grande "guida galattica per gli autostoppisti" di D.Adams, quando parlava di quei parassiti della societa', esiliati in un lontano pianeta chiamato Terra, i quali decisero che, non avendo soldi ne' possibilita' di produrli, li avrebbero sostituiti con le foglie.Naturalmente erano tutti ricchi, ed essendo tutti ricchi nessuno lavorava. Ma l'inflazione galoppava, per cui si e' pensato che fosse una buona idea quella di incendiare tutte le foreste..... non siamo poi cosi' lontani da questo scenario, no?
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E VERO!!!
          - Scritto da: KCM

          - Scritto da: Anonimo
          ..



          Verissimo, faccio fatica anch'io a capirli. Si

          lamentano che le aziende non spendono in ricerca

          e sviluppo, ma non guardano i soldi spesi, per

          esempio, nella pubblicita' e marketing!!

          Ragazzo!! Attualmente non abbiamo niente da

          vendere, ma sappiamo venderlo benissimo! E' la

          ricerca&sviluppo piu' bella che un'azienda

          potesse fare.

          E' il futuro!

          Pensa all'innovazione: possiamo spendere il 90%

          del budget per pubblicizzare qualcosa che non

          serve a niente, la gente lo compra e non lo usa.

          Pertanto e' felice. Anzi, lo ricompra, cosi'
          puo'

          non usarlo di piu'.



          Questi studiosi non si rendono conto del

          grossissimo taglio sulle spese di produzione che

          una simile innovazione puo' portare.

          Addirittura potremmo proporre di spingere il

          branding al massimo: potremmo vendere il solo

          marchio di un'azienda, senza quell'inutile

          prodotto attaccato sotto.

          Ovviamente si potrebbe vendere solo il marchio,

          non il diritto ad

          usarlo/esporlo/guardarlo/parlarne/... Non e'

          male. Non e' un ottimo sviluppo? Non e' una

          ricerca adeguata?



          Il resto della spesa x ricerca e sviluppo lo

          possiamo usare per mantenere un forte esercito
          di

          avvocati e legali, in modo che non sia possibile

          nemmeno pensare che un prodotto non sia buono.

          "Tu, perche' guardavi quel marchio cosi'? Quel

          marchio e' MIO! Fammi vedere cos'hai in

          tasca...."



          Questi SI che sono soldi spesi nella giusta

          direzione della ricerca & sviluppo (del
          profitto,

          s'intende).



          D'altronde, si e' sempre detto che chi lavora
          non

          puo' arricchirsi, no? Eliminiamo questa

          attivita', allora.

          Hai ragione!
          Un tragico futuro ci aspetta se non cambiamo
          direzione.Ma come dice Schifani, siete solo delle cassandre! Tutto va bene, andrà ancora meglio in futuro... nel senso che ANDRA SEMPRE DI PIU' NEL MODO IN CUI STA ANDANDO ORA! Eheehehehe ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E VERO!!!
      - Scritto da: KCM
      Le solite buffonate. Se studiassero meglio il
      nostro sviluppo tecnologico si accorgerebbero che
      in Italia abbiamo potenti mezzi. Che ci provino
      loro ad avere una così vasta gamma di loghi e
      suonerie dei cellulari. Se non fossimo avanzati
      io adesso non potrei scarcarmi sul cellu l'ultima
      di DJ Francesco a soli 42 euro. A volte non li
      capisco proprio questi studiosi.Senza contare il fantastico meraviglioso superlativo digitale terrestre, con quello siamo certamente una nazione all'avanguardia nel processo di zombificazione delle masse, e viaaaa, Maria De Filippi per tutti.E delle nostre ADSL superveloci, ti sei dimenticato eh? Mannaggia, vabbè provvedo io. Una adsl con ping veloci come una lumaca zoppa, una adsl diffusa come le mosche bianche e ad un prezzo conveniente come una fucilata negli zebedei. Cosa si può chidere di più?Ah, già, per fortuna che adesso telecom ci farà guadagnare terreno con i film in streaming.
  • Anonimo scrive:
    Strano.....
    Tanto non lo sapeva nessuno ! (geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Strano.....
      - Scritto da: Anonimo
      Tanto non lo sapeva nessuno ! (geek)E soprattutto... fosse solo quello il settore dove siamo indietro!!: :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Strano.....
        ma davvero?ma con la patente europea del computer posso portare almeno l'apetto in svizzera? o non è buona nemmeno per quello?
        • Anonimo scrive:
          Re: Strano.....
          - Scritto da: Anonimo
          ma davvero?

          ma con la patente europea del computer posso
          portare almeno l'apetto in svizzera? o non è
          buona nemmeno per quello?Con la patente europea ti ci pulisci......... ci siamo capiti vero ? :DL'informatica va coltivata come le piante ! (geek)
      • DomFel scrive:
        Re: in effetti
        - Scritto da: AnonimoE soprattutto... fosse solo quello il settore
        dove siamo indietro!!Almeno siamo i primi al mondo per le ca**ate con i telefonini! Per il livello di coglionaggine arriviamo primi! Grandiiiiiiiii, continuiamo cosi'!!
Chiudi i commenti