La grande battaglia di Eve Online

Uno screzio fa scattare una pesante rappresaglia. Di mezzo ci finiscono decine di grandi navi (virtuali) e vanno in fumo migliaia e migliaia di dollari (veri)
Uno screzio fa scattare una pesante rappresaglia. Di mezzo ci finiscono decine di grandi navi (virtuali) e vanno in fumo migliaia e migliaia di dollari (veri)

Sarà ricordata negli annali di Eve come la madre di tutte le battaglie: ventiquattrore di violenza, decine di Titan distrutte, migliaia di caccia impegnati in una offensiva senza precedenti, una potenza di fuoco virtuale impressionante scatenata tra i partecipanti al gioco. In una giornata di follia sono andati in fumo migliaia di dollari, in quello che è iniziato come un semplice malinteso e si è trasformato nella più campale delle battaglie. L’ hanno chiamata “il bagno di sangue del B-R5RB”.

Per dare un’idea di quanto successo , basti pensare che nella giornata di ieri più di 100 Titan (una sorta di super-corazzate spaziali, le più grandi navi da battaglia presenti nel gioco) sono andate distrutte: ciascuna di esse costa all’incirca 3.000 dollari per essere costruita nel gioco , pertanto già solo queste perdite ammontano a oltre 200mila dollari. Nessuno pensava, fino a ieri, che potesse davvero verificarsi un’ eventualità del genere nel gioco: gli stessi protagonisti della vicenda, la Russian Coalition alleata con la Clusterfuck Coalition contrapposti alla N3 Coalition e la Pandemic Legion , si sono detti sorpresi della carneficina scatenatasi nel settore B-R5RB. In totale hanno partecipato alla battaglia 7.548 giocatori, con altre migliaia di circa il mezzo milione di iscritti a guardare quanto accadeva.

In un certo senso, è stata la prima guerra mondiale (o sarebbe meglio dire galattica) di Eve Online: alla fine il costo in dollari di tutta la giornata supera i 500mila dollari , e tutto per via del mancato pagamento di una gabella (una sorta di pizzo) che ha dato il via a un’escalation di ritorsioni. Poeticamente i giocatori parlano di “effetto farfalla”, con un singolo piccolo gesto che ha scatenato la catastrofe generale: migliaia di partecipanti sono stati richiamati online per schierare le proprie truppe nell’offensiva improvvisa.

In precedenza il più grosso scontro verificatosi su Eve Online aveva causato la distruzione di appena 12 Titan: la mole di questa battaglia sarà ricordata per molto tempo, visto anche quanto è costata sul piano finanziario. Va detto , comunque, che non tutte le risorse disponibili nel gioco sono automaticamente convertibili in denaro autentico: Eve ha una sua valuta virtuale, che ha un tasso di cambio specifico con il dollaro, ma non necessariamente per ottenere le risorse necessarie a costruire i vascelli occorre spendere dei soldi, si può anche ottenerle giocando regolarmente (scovandole in un asteroide ad esempio). In ogni caso il movimento online è stato mastodontico, tanto che pure i server che garantiscono il servizio sono stati seriamente impegnati nel tener testa all’offensiva.

Lo scontro di ieri pare si sia risolto a favore della confederazione formata da Russian e Clusterfuck, ma la guerra non è finita. Per ricordare quanto successo, a ogni modo, nell’universo virtuale sarà eretto un monumento memoriale .

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 01 2014
Link copiato negli appunti