La lampada che funziona a testa in giù

Per gli amanti del risparmio energetico una lampada che, dopo due ore di illuminazione, continua a funzionare solo con l'intervento dell'utente. Altrimenti si spegne
Per gli amanti del risparmio energetico una lampada che, dopo due ore di illuminazione, continua a funzionare solo con l'intervento dell'utente. Altrimenti si spegne

Si inneggia continuamente al risparmio energetico e si invitano gli utenti ad usare le risorse in modo assennato, evitando gli sprechi. Da questa necessità, prendono forma differenti idee e concept, come ad esempio la lampada Gira, ideata dal designer David Estupinan.
Questa lampada ricorda nella forma una clessidra ed ha necessità dell’intervento dell’utente per continuare a funzionare.

Gira

Gira, che possiede un sistema di illuminazione LED nel collo centrale della struttura, è in grado di illuminare l’ambiente circostante per circa un paio di ore. Trascorso quest’arco di tempo, la lampada tende a scemare in luminosità, spegnendosi poi completamente, a meno che l’utente, in caso di ulteriore necessità della luce emessa dal dispositivo, non capovolga la lampada stessa, che riprenderà a funzionare completamente al massimo della luminosità per altre due ore.

Gira è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 9V, che si ricarica senza fili, grazie ad una pratica docking station ad induzione. I LED presenti in Gira permetteranno di ottenere luce per 300mila ore, consentendo però un’unica ricarica della batteria, in stile usa e getta.

( via UBERGIZMO )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 09 2010
Link copiato negli appunti