La Luce oscura l'Elettricità

Ci lavorano industrie e scienziati europei. Vogliono rivoluzionare le telecomunicazioni, mandando in pensione l'elettricità. Partendo dalle ali delle farfalle
Ci lavorano industrie e scienziati europei. Vogliono rivoluzionare le telecomunicazioni, mandando in pensione l'elettricità. Partendo dalle ali delle farfalle

Fuori l’elettricità, è roba vecchia. Verrà sostituita da dispositivi ottici più piccoli e più veloci, e con una maggiore banda passante per le comunicazioni. È quanto promettono gli scienziati europei del progetto NewTon, finanziati tra l’altro dall’Unione Europea, che hanno da poco reso noto i primi sviluppi del proprio lavoro. Grazie all’impiego di innovativi cristalli fotonici , i ricercatori sperano di riuscire a realizzare i prototipi di dispositivi funzionanti entro la fine del 2008, trasformando la loro idea in realtà.

Una fase di realizzazione dei cristalli fotonici I cristalli fotonici sono una sorta di piccoli elementi ottici , lenti dalle dimensioni inferiori al millimetro cubo, in grado di filtrare specifiche lunghezza d’onda dello spettro della luce bianca. Un fenomeno già presente in natura, ad esempio nelle ali cangianti delle farfalle : quando la luce le attraversa a seconda dell’angolo incidente può assumere diversi colori, creando un affascinante effetto iridescente.

Lo scopo è quello di garantire una maggiore efficienza nelle telecomunicazioni a tutti i livelli. Le fibre ottiche si vanno diffondendo in tutti i paesi più avanzati, ma la fibra non può trasportare le informazioni dappertutto: nei nodi del network i dispositivi impiegati continuano a funzionare mediante segnali elettrici , poiché manca la tecnologia adatta a costruire apparecchiature ottiche adatte all’instradamento.

Grazie all’impiego dei cristalli fotonici , invece, tutto (o quasi) diventerà possibile. In questo modo, dicono gli scienziati, si potrà pensare di costruire dispositivi elettronici totalmente ottici, abbandonando una volta per tutte l’elettricità. I cristalli fotonici fungerebbero da fotoconduttori: eliminando la necessità di convertire l’informazione da ottica ad elettrica, e quindi di nuovo in ottica, sarà possibile realizzare apparati per le centrali più compatti ed efficienti, migliorando il rendimento complessivo delle reti di comunicazioni.

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 11 2007
Link copiato negli appunti