La nuova banda larga secondo Telecom

Dedicati alle piccole e grandi aziende, i nuovi servizi rimettono a nuovo le offerte di CDN e l'ADSL per le imprese. Pay-per-user su Headquarter e Branch Office
Dedicati alle piccole e grandi aziende, i nuovi servizi rimettono a nuovo le offerte di CDN e l'ADSL per le imprese. Pay-per-user su Headquarter e Branch Office


Roma – Si chiama “Hyperway – IPrivate” il treno che Telecom Italia Wireline ha deciso di far partire ieri per riaffermare il proprio ritorno sui binari della fornitura di servizi a banda larga alle aziende, dopo la maretta degli ultimi mesi sull’xDSL.

Telecom Italia in una nota definisce i nuovi servizi “Reti Private Virtuali IP”. Caratteristica centrale dell’offerta, rispetto a modelli precedenti di servizi a banda larga, è la modularità del pagamento basato sul “pay per user”, dove il prezzo è fissato in base alle esigenze specifiche dell’utente-azienda.

Per le aziende maggiori, Telecom ha presentato “Headquarter”, servizio che permette collegamenti con velocità dichiarate fino a 2 Mbit/s tramite accesso CDN (Circuito Diretto Numerico), con copertura su tutto il territorio nazionale.

Per le piccole e medie imprese, invece, Telecom punta su “Branch Office”, “un prodotto – si legge in una nota – capace di garantire collegamenti con velocità fino a 640 Kbit/s su accessi ADSL”.

Per entrambe le formule commerciali, l’azienda-cliente può scegliere tra tre diverse opzioni:

“IPrivate”, per le aziende che vogliono trasmettere dati tra sedi aziendali (in questo caso il prezzo per singolo utilizzatore è di 66mila lire al mese, Iva inclusa);
“IPrivate Full Internet”, che consente sia il trasporto dati sia l’accesso ad Internet (il prezzo per singolo utente è di 84.000 lire al mese, Iva inclusa);
trasformazione di IPrivate, per chi già ne fruisce, in IPrivate Full internet per 18mila lire al mese, Iva inclusa.


Nel prezzo sono compresi altri servizi come: assegnazione di indirizzi IP pubblici; assegnazione di indirizzi di posta elettronica e gestione del servizio e-mail; Back-up dei servizi di e-mail; registrazione e mantenimento dei domini; Back-up del DNS; gestione opzionale del DNS.

Per le aziende che vogliono dati e voce sulla propria rete, Telecom lancia “IPrivate Multimedia”, una opzione che aggiunge 6mila lire al mese (Iva inclusa) al costo dei servizi base.

“Telecom Italia Wireline – conclude la nota di Telecom – assicura specifici pacchetti di “provisioning” e assistenza tecnica: dalla fornitura degli apparati presso la sede del cliente all’upgrade automatico del relativo software”.

Va detto che le offerte Telecom, che si inseriscono nel mercato dell’ADSL, confermano il riavvio del settore dell’accesso a banda larga con tecnologie xDSL che in queste settimane viene portato avanti da tutti i maggiori operatori.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 03 2001
Link copiato negli appunti