La PA e quei software senza licenza

di Diego Zanga - Autorevoli nomi dell'informatica e del diritto italiani propongono l'immediata adozione di licenze aperte per i molti software pubblici che una licenza proprio non ce l'hanno. GNU GPL in prima fila

Roma – L’anno scorso su queste stesse pagine segnalavo alla sen. Magnolfi una serie di “sprechi informatici”, che si riassumono nei vari progetti della PA per un software di Firma Digitale (ne ho trovati diversi in licenza proprietaria e non finiti), e nelle troppe smartcard per “singolo” cittadino che si vanno diffondendo (cioè troppi metodi identici per identificare la stessa persona, che comportano solo spreco di denaro). Ho prospettato come soluzione alla Senatrice l’uso del FLOSS che in sintesi ha così risposto : “Questo è esattamente l’auspicio da lei espresso nella sua lettera, che condivido pienamente”. La senatrice ha anche aggiunto che ad occuparsene debba essere la Commissione Oss 2007 : “In particolare la Commissione dovrà definire le linee guida operative per le modalità di approvvigionamento di software open source da parte delle amministrazioni”.

Dal momento che la Commissione ha annunciato l’avvio di una indagine conoscitiva su questi temi, ho pensato valesse quindi la pena affrontare un altro punto di rilevanza economica per la PA, per proporre poi una soluzione. Ecco di seguito la nuova proposta e le firme che l’appoggiano:

Proposta per la Commissione Open Source 2007
Nell’ambito della Pubblica Amministrazione il Ministero della Giustizia e quello delle Finanze spiccano per la fornitura di programmi software utilizzati dai cittadini, PMI, Ced, Caf., professionisti (avvocati notai commercialisti, etc.), ma anche utilizzati dalla stessa P.A.
Questi programmi, tra cui ad esempio Entratel, Uniconline, Nota di Iscrizione a Ruolo, Consolle Avvocato, etc, sono per lo più pubblicati SENZA ALCUNA LICENZA.

La mancanza di una licenza chiara non consente alle aziende di poter fare investimenti sul software non essendo chiari quali siano i diritti e i doveri relativamente all’uso dei sorgenti.
Senza licenza non è neanche possibile che possa crearsi una comunità di utilizzatori in grado di proporre e realizzare integrazioni, correzioni e migliorie al codice. La stessa pubblicazione di patch al codice potrebbe essere atto non consentito.

In questo ambito il Ministero della Giustizia è quello che si è dimostrato più attento alle esigenze dei suoi utenti, diretti ed indiretti, tanto da pubblicare i sorgenti di alcune applicazioni (richiesta fatta non solo dal “mondo” FLOSS, Free Libre Open Source Software ma anche da molte aziende che lavorano nel settore e producono solo applicazioni in licenza proprietaria, tutti uniti nella ricerca di trasparenza e semplificazione attraverso la pubblicazione in licenza GNU GPL di queste applicazioni).

Alla commissione Open Source si chiede semplicemente di prendere atto di quanto fin qui successo ovvero della pubblicazione di software senza alcuna “licenza” il cui copyright è della Pubblica Amministrazione, quindi la richiesta di utenti e aziende private che gli applicativi siano rilasciati sotto una precisa “licenza d’uso”: la licenza GNU GPL.

Preso atto di questo, la Commissione Open Source, che non puo’ certo “ordinare” ai ministeri in questione di agire in tal senso, puo’ pero’ sottoscrivere questa richiesta affinché divenga una richiesta nota a tutti, sostenuta istituzionalmente, acquisita ufficialmente dal CNIPA , che quindi permetta di fornire un indirizzo previsto in termini di scelte: il NULLA attuale, esemplificato dall’assenza di licenze, nei confronti della “licenza d’uso” la cui importanza è riconosciuta da utenti, aziende private, nonchè dall’Unione Europea.

In termini tecnici, dato che non sempre i ministeri in questione detengono server di pubblicazione (ne talvolta i sorgenti stessi), questa attività si comporrebbe di:

1) Creare un repository centralizzato per il codice sorgente delle applicazioni della PA. Puo’ essere realizzato sfruttando infrastrutture esistenti attraverso progetti sul sito ASC , usando quindi server e risorse di comunicazione già esistenti (si intente che questi principi valgono per il software qui descritto e non per i casi virtuosi già disponibili in altri repository pubblici).

2) Dare la possibilità ad utenti e istituzioni di avere codici di accesso per la consultazione del codice sorgente (funzione che il sito ASC già prevede, con l’accesso per la lettura a tutti e per la modifica/pubblicazione solo a chi mantiene il progetto).

3) Pubblicare il codice delle applicazioni e delle librerie che tra l’altro consentirebbe una forma di trasparenza fra le istituzioni pubbliche, i fornitori e i cittadini: i risultati degli investimenti della PA per lo sviluppo di software sarebbero controllabili in modo trasparente.

4) Pubblicare i progetti utilizzando licenze libere (secondo lo schema pubblicato qui ). È nostra opinione che la licenza migliore sia la GNU GPL, che tutela maggiormente le aziende che realizzano il software per la pubblica amministrazione.

5) Pubblicare tutte le note disponibili sul software già realizzato per la PA e pubblicare linee guida per la documentazione del software e dei formati di dati per il software realizzato in futuro.

La gestione di forum o altri servizi non è da considerarsi come parte di questa attività. Lo è invece la semplice pubblicazione di news al rilascio delle nuove versioni (dato che tutti gli applicativi in questione vengono costantemente aggiornati).
Indirettamente tutto lo “storico” delle applicazioni della PA e relativi sorgenti si creerà con il passare del tempo, aggiungendo i sorgenti delle nuove versioni ai progetti preesistenti.

A carico del CNIPA (OSS – Osservatorio Open Source ) sarebbe una guida alla creazione degli utenti da pubblicare con destinatari i referenti per la PA (onde evitare problemi nella creazione e gestione degli stessi): sono pochi semplici passaggi, ma sarebbe opportuno prevenire problemi.

Come ulteriore indicazione da inserirsi tra “le linee guida generali” per la PA: in futuro il software che la PA produce per offrire dei servizi ai cittadini andrebbe considerato come reference implementation (sotto condizioni di licenza permissive o copyleft) di uno standard/specifiche che la PA rende disponibile senza condizione alcuna, ovvero, un Open Standard, come consigliato dall’ EIF ; in questo modo almeno un’applicazione sarà disponibile (quella prodotta dalla PA), ma, allo stesso tempo si renderà possibile la concorrenza di coloro che vogliono implementare lo stesso servizio nella loro applicazione dedicata o integrata che sia.

Firmato:

Diego Zanga
eLawOffice.it
Marcello De Geronimo
Ing. consulente per l’Ordine degli Avvocati di Catania
Franco Violi
Responsabile dei sistemi informatici della Confartigianato Lapam Federimpresa di Modena
Renzo Davoli
Professore associato di Informatica presso l’Università di Bologna
Alessandro Scapuzzi
Ragioniere Commercialista, presidente Gruppo Utenti Linux Livorno
Michele Sciabarra
autore tecnico, imprenditore
Andrea Trentini
Università di Milano
Marco Scialdone
Avvocato, ComputerLaw.it – Informatica e diritto
Paolo Della Costanza
Resp. Servizio Assistenza Clienti e Servizi Internet di SedLex Informatica srl
Roberto Olivieri
Avvocato in Genova
Carlo Piana
Avvocato in Milano
Antonio Iacono
Progetto Opensignature
Giovanni Biscuolo
Xelera – IT infrastructures
Federico Fissore
Programmatore, direttore tecnico
Gerardo Antonio Cavaliere
Avvocato, delegato Cinfor.org – Centro per l’Informatica e l’Innovazione Forense
Gianbattista Galluss
Avvocato
Mauro Murgioni
Presidente di Apriti Software! – Software e Sapere Aperto e Libero
Claudio Covelli
Responsabile del Servizio Sistema Informativo, Comune di Trento
Roberto Resoli
Sviluppatore di Software Libero – Funzionario presso il Servizio Sistema Informativo, Comune di Trento
Roberto Targa
Ingegnere – Resp. Marketing SoftLab Srl
Il consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Udine
Fabrizio Pettoello
Avvocato in Udine
David D’Agostini
Avvocato in Udine

le firme sono riportate nell’ordine in cui sono arrivate

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • LeoLinux scrive:
    barbone...
    [img]http://www.bobholland.com/images/html4food.jpg[/img]
  • sergio scrive:
    ....nella pratica
    purtroppo nella pratica la maggior parte deglio homeless sono persone in forte depressione, con problemi gravi fisici e psichici, persone deboli fisicamente spesso alcolizzate, accaniti fumatori ecc.. Dubito che qulcuno possa contattarli per offirre loro unlavoro o qualcosa del genere. se invece parlimao di chiamate "assistenziali" tipo pacca sulla spalla e su con la vita non so quanto possano servire... Forse ha davvero ragione chi sostiene che sarebbero più utili alloggi decenti e cure psicologiche/sanitarie adeguate per rimetterli in sesto e poi si può pensare a un lavoro e a un telefono...
    • nome scrive:
      Re: ....nella pratica
      - Scritto da: sergio
      purtroppo nella pratica la maggior parte deglio
      homeless sono persone in forte depressione, con
      problemi gravi fisici e psichici, persone deboli
      fisicamente spesso alcolizzate, accaniti fumatori
      ecc.. Dubito che qulcuno possa contattarli per
      offirre loro unlavoro o qualcosa del genere. se
      invece parlimao di chiamate "assistenziali" tipo
      pacca sulla spalla e su con la vita non so quanto
      possano servire... Forse ha davvero ragione chi
      sostiene che sarebbero più utili alloggi decenti
      e cure psicologiche/sanitarie adeguate per
      rimetterli in sesto e poi si può pensare a un
      lavoro e a un
      telefono...si vede che sei interessato e al tuo lavoro pseudo socio-assistenziale puoi arrivare quando ti pare senza problemi di cartellino
    • cinico scrive:
      Re: ....nella pratica
      - Scritto da: sergio
      purtroppo nella pratica la maggior parte deglio
      homeless sono persone in forte depressione, con
      problemi gravi fisici e psichici, persone deboli
      fisicamente spesso alcolizzate, accaniti fumatori
      ecc.. Dubito che qulcuno possa contattarli per
      offirre loro unlavoro o qualcosa del genere. se
      invece parlimao di chiamate "assistenziali" tipo
      pacca sulla spalla e su con la vita non so quanto
      possano servire... Forse ha davvero ragione chi
      sostiene che sarebbero più utili alloggi decenti
      e cure psicologiche/sanitarie adeguate per
      rimetterli in sesto e poi si può pensare a un
      lavoro e a un
      telefono...straquoto e ariquoto!lascia perdere i gugol funs che quelli se google dicesse "abbiamo deciso di fare un water con tanto di sciaquone sulla luna, per la visita dei marziani che nel viaggio di partenza si sono dimenticati di andare in bagno"comincerebbero a dire: MA CHE BELLA IDEAAAAAAAAAAAsolo perche' l'ha detta google.non ti curar di loro ma guarda e passahai ragione hai centrato il problema.
      • Orso bianco scrive:
        Re: ....nella pratica
        - Scritto da: cinico
        non ti curar di loro ma guarda e passa"Non ragioniam di lor, ma guarda e passa" è la frase corretta di Dante. ;-)
        • sTRANO scrive:
          Re: ....nella pratica
          tu sei un barbone che ha trovato Dante nella spazzatura e sei attualmente connesso con un telefono rubato!!!PSPer quanto riguarda il seguente estratto:"""...sono persone in forte depressione, con problemi gravi fisici e psichici, persone deboli fisicamente spesso alcolizzate, accaniti fumatori ecc.."""Si stava parlando del management?
  • Logaritmo scrive:
    In Giappone funziona
    I senzatetto giapponesi che hanno un telefono, dispongono di un recapito e possono cercare lavoro ed essere reperiibili per i lavori di cui sono in attesa in lista.Le facili ironie che si leggono qui sono davvero le solite idee terzomondiste per cui bisogna portare cibo e coperte, anzicche' favorire il reale reingresso in societa' delle persone senza dimora, spesso gente come me e voi con tanto di scuola ed esperienza. Cibo e coperte ce ne sono gia', mentre senza indirizzo o recapito non si trova lavoro, e il lavoro serve per avere quello che voi benefattori a parole di cibo e coperte non date neanche se ne avete tre, cioe' un alloggio.Date almeno i telefoni, di quelli ne avete fin troppi.
    • quoto scrive:
      Re: In Giappone funziona
      - Scritto da: Logaritmo
      Date almeno i telefoni, di quelli ne avete fin
      troppi.hai ragione su tutto certi tipi non sanno far altro che criticarare
      • jnz scrive:
        Re: In Giappone funziona
        strariquoto...Mi ricordo il senzatetto che non trovava lavoro perche' non sapevano come rintracciarlo... un giorno un volontario gli diede un vecchio cellulare con qualche euro e si trovo di nuovo lavoro e casa...
        • marco scrive:
          Re: In Giappone funziona
          Ciao concordo con quanto detto da logaritmo, anche se con qualche perplessità perchè non provare.sempre meglio ceh buttare i soldi per compare un giocatore o festeggiare il complenanno al bilionnaire ( ammesso che si scriva così)ma come diceva qualcuno ogni nuova idea e sempre blasfema quando nasce............
          • Sommo sacerdote del Dio Po scrive:
            Re: In Giappone funziona
            Concordo anch'io. L'emarginazione e l'isolamento sono ingredienti essenziali del circolo vizioso che impedisce a chi è caduto di rialzarsi, ben venga qualsiasi strumento per combatterli.
    • Overture scrive:
      Re: In Giappone funziona
      I barboni giapponesi dormono al caldo ? Giusto per capire da dove partono...Quelli americani controllano lo stato della verniciatura delle panchine di central park...
      • cinico scrive:
        Re: In Giappone funziona
        - Scritto da: Overture
        I barboni giapponesi dormono al caldo ? Giusto
        per capire da dove
        partono...
        Quelli americani controllano lo stato della
        verniciatura delle panchine di central
        park...e ma ora hanno la voicemail cosi potranno bestemmiare in santa pace riascoltandosi :D
  • Roby10 scrive:
    Tenere in vita non è cambiare la vita
    Tutti sempre a criticare, anche quando qualcuno fa qualcosa di buono, non sapete far altro che trovare il lato oscuro. Pensate che portare quotidianamente cibo e medicine in un paese del terzo mondo li aiuti in qualche modo ad uscire dalla fame e malattia? No! Fa solo scaricare la coscienza a rate. Se magari tra un panino e una bistecca, gli dai un libro e un trattore, forse un giorno potranno mangiare senza la nostra carità.Per i senza tetto vale lo stesso principio. Se gli dai solo da mangiare non gli cambi nulla, li mantieni solo in vita. Chi gli da da mangiare c'è già, ora google gli da un modo x rimanere in contatto col mondo, se qualcun altro proponesse un servizio di doccia e noleggio abiti gratuito, magari potrebbero trovarsi un lavoro, affittare un appartamento e togliersi dalla strada.
    • h less scrive:
      Re: Tenere in vita non è cambiare la vita
      quoto- Scritto da: Roby10
      Tutti sempre a criticare, anche quando qualcuno
      fa qualcosa di buono, non sapete far altro che
      trovare il lato oscuro. Pensate che portare
      quotidianamente cibo e medicine in un paese del
      terzo mondo li aiuti in qualche modo ad uscire
      dalla fame e malattia? No! Fa solo scaricare la
      coscienza a rate. Se magari tra un panino e una
      bistecca, gli dai un libro e un trattore, forse
      un giorno potranno mangiare senza la nostra
      carità.
      Per i senza tetto vale lo stesso principio. Se
      gli dai solo da mangiare non gli cambi nulla, li
      mantieni solo in vita. Chi gli da da mangiare c'è
      già, ora google gli da un modo x rimanere in
      contatto col mondo, se qualcun altro proponesse
      un servizio di doccia e noleggio abiti gratuito,
      magari potrebbero trovarsi un lavoro, affittare
      un appartamento e togliersi dalla
      strada.
      • barbun scrive:
        Re: Tenere in vita non è cambiare la vita
        pronto ci sei?????mi sto ca$$ndo dal freddo, me la mandi una coperta?prego? no?prego?una coperta? nooo? allora cerca su google testa di m****aclicktu tu tu tu
  • ken scrive:
    i due piccioni
    Davvero un'ottima idea.Non avevo mai visto il problema dei senza tetto sotto l'ottica della rintracciabilita', ma il suo valore e' oggettivo per chi volesse rifarsi una vita.Google, d'altra parte, grazie all'eco dell'iniziativa si guadagna con un investimento assai limitato una campagna pubblicitaria gratuita di portata mondiale per il suo "numero unico".Saranno anche grossi e cattivi, come dicono in molti, ma bisogna dargli atto che per certe cose ci sanno proprio fare...
    • cinico scrive:
      Re: i due piccioni
      - Scritto da: ken
      Davvero un'ottima idea.

      Non avevo mai visto il problema dei senza tetto
      sotto l'ottica della rintracciabilita', ma il suo
      valore e' oggettivo per chi volesse rifarsi una
      vita.

      Google, d'altra parte, grazie all'eco
      dell'iniziativa si guadagna con un investimento
      assai limitato una campagna pubblicitaria
      gratuita di portata mondiale per il suo "numero
      unico".

      Saranno anche grossi e cattivi, come dicono in
      molti, ma bisogna dargli atto che per certe cose
      ci sanno proprio
      fare...la musichetta del carosello viene prima o dopo questa sviolinata?ma invece di dargli il telefono (per tenerli sotto controllo) google comprasse qualche palazzo per alloggiarliche se uno si ricorda la ricerca della felicita', non sanno nemmeno dove dormire!come diceva maria antonietta?: Regina il popolo a fame... dategli le brioches, oggi: google il barbone non sa dove dormire, dategli il telefono... cosi telefonano a google per mandarli... a...ff.....
      • h less scrive:
        Re: i due piccioni
        può essere che a qualche homeless NON interessi avere fissa dimora, ma potrebbe interessare comunicare con altra gente?non criticate sempre, siate costruttivi. forse questa NON è l'idea numero uno, ma non è nemmeno la peggiore...e poi chi disse... dai un pesce a una persona e lui mangera un giorno.. insegnagli a pescare e si sfamera tutta la vita ?
      • tamahck scrive:
        Re: i due piccioni
        sei praticamente l'unico che ha commentato in modo negativo la notizia..forse allora il problema non è di quelli che ti stanno attorno ma è tuo... quindi:1) o sei un dipendente MaicroSozz.. che fanno sempre magrissime figure nei loro commenti..2) o magari più semplicemente non ci arrivi e parli solo per dar fiato alla bocca!Ma prova a pensare... i senzatetto che sono in lista per un lavoro.. senza essere reperibili, anche volendo assumerli, non si reintegreranno mai!Con il loro recapito portanno essere chiamati e potrebbero addirittura iniziare una nuova vita!Preferiresti creare un mega palazzone e metterli tutti dentro? Acqua, luce, gas a carico di google? E cosa otterresti? clan di barboni stile gli spacciatori di Via Anelli a Padova (se qualcuno conosce)..Trovi che l'idea sia puramente pubblicitaria?Può darsi.. ma l'apprezzo..Tu forse preferisci la pura e semplice pubblicità televisiva senza mettersi in discussione troppo...siccome gli spot in TV costano parecchie migliaia e migliaia di Euro io preferisco cento volte un azienda che risparmia quei soldi per reinvestirli in qualcosa di utile.comunque ti dico 2 ultime cose:1) non mi piacciono le critiche gratuite, nonostante sia ben disposto ad ascoltarle2) se devi criticare porta qualcosa a rafforzare le tue tesi e SOPRATTUTTO fornisci un alternativa che ti piacerebbe di più.Tutti sono sempre pronti a dire che qualcosa fa schifo.Ci fosse una volta una persona che proponga un alternativa migliore..... partendo dai nostri politici naturalmente..
        • cinico scrive:
          Re: i due piccioni
          - Scritto da: tamahck
          sei praticamente l'unico che ha commentato in
          modo negativo la
          notizia..
          forse allora il problema non è di quelli che ti
          stanno attorno ma è tuo...
          quindi:Forse che per arrivarci bisogna avere un minimo di cervello... forsetu ci arrivi?
          1) o sei un dipendente MaicroSozz.. che fanno
          sempre magrissime figure nei loro
          commenti..no non lo sono, ma non per questo devo difendere gugol
          2) o magari più semplicemente non ci arrivi e
          parli solo per dar fiato alla
          bocca!Diciamo che forse tu al discorso non ci sei arrivatoe fino ad ora hai vomitato livoremi dispiace davvero per te.
          Ma prova a pensare... i senzatetto che sono in
          lista per un lavoro.. senza essere reperibili,
          anche volendo assumerli, non si reintegreranno
          mai!Il senza tetto, a san francisco, prima del telefonohanno bisogno di un posto dove viverea san francisco i dormitori sono pochissimie ci sono file e file di barboni 6 7 ore primadavanti al dormitorio.Quindi per favore stai zitto che fai piu' bella figura.
          Con il loro recapito portanno essere chiamati e
          potrebbero addirittura iniziare una nuova
          vita!Ma quale recapito, se non hanno nemmeno un posto dove dormiremettono il telefono sotto i ponti?ma ti rendi conto delle c***ate immani che stai sparando?
          Preferiresti creare un mega palazzone e metterli
          tutti dentro? Acqua, luce, gas a carico di
          google? E cosa otterresti? clan di barboni stile
          gli spacciatori di Via Anelli a Padova (se
          qualcuno
          conosce)..Tu hai dei seri problemi, i dormitori esistono gia'e la gente li ci vive, sono gestite da opere pubbliche di carita'piu' parli e piu' fai figuraccevuoi che ti faccio il disegnino?a sanfrancisco il principale problema degli homeless e' un posto dove dormire e ti posso assicurare che la california di inverno(da che che si dica e' fredda)
          Trovi che l'idea sia puramente pubblicitaria?
          Può darsi.. ma l'apprezzo..
          Tu forse preferisci la pura e semplice pubblicità
          televisiva senza mettersi in discussione
          troppo...no io preferisco i fatti non le butade pubblicitarie.beh magari col telefono faranno la prenotazione all'hilton.:Dsenti ragazzino, prima di parlare di cose che EVIDENTEMENTE NON CONOSCI DOVRESTI PRIMA INFORMARTI.
          siccome gli spot in TV costano parecchie migliaia
          e migliaia di Euro io preferisco cento volte un
          azienda che risparmia quei soldi per reinvestirli
          in qualcosa di
          utile.uhm utlissimo un bel telefono che non serve ad un ghzz
          comunque ti dico 2 ultime cose:
          1) non mi piacciono le critiche gratuite,
          nonostante sia ben disposto ad
          ascoltarleragazzino le mie critiche erano chiaramente palesate e spiegatemeglio un posto dove dormire che un telefono all'addiaccio.ma posso capire che non ci sei mai finito sotto un ponte come questi sfortunati, per cui apri bocca e gli dai fiatosolo per difendere gugol
          2) se devi criticare porta qualcosa a rafforzare
          le tue tesi e SOPRATTUTTO fornisci un alternativa
          che ti piacerebbe di
          più.gia' data dormitori a sanfrancisco, c'e' ne' solo uno ed e' piccolo.
          Tutti sono sempre pronti a dire che qualcosa fa
          schifo.
          Ci fosse una volta una persona che proponga un
          alternativa migliore..... partendo dai nostri
          politici
          naturalmente..ma invece di fare il solito qualunquismo all'italiana, ragiona con la tua testa ragazzino e vedrai che ti rendi conto che un barbone ha bisogno di un posto dove dormire non di un numero di telefono.
          • tamahck scrive:
            Re: i due piccioni
            Allora.. forse sono stato un po' duro nel mio commento, ma trovo la tua risposta un attimo offensiva.Vorrei farti pensare ad una cosa.In questo mondo nessuno fa niente per niente.. ok?tantomeno gugol o chiunque altro.Se gugol può pagar poco per quella tecnologia potrà sentirsi libero di regalare un mezzo per comunicare ai senza tetto o solo perchè lo dici tu deve cambiare idea e investire in immobili, stipendi (visto che qualcuno nell'immobile ci dovrà essere e dovrà essere stipendiato) e bollette?E' naturale che quei telefoni gli costeranno pochissimo e che la gestione della rete avendo già la rete Voip loro gli costerà pressochè zero... quindi ti do ragione che la manovra è molto più pubblicitaria che altro.Ma essendo la manovra quasi puramente pubblicitaria non puoi non ammettere che l'idea non sia buona!Hanno sempre vissuto all'addiaccio.. intanto gugol gli fornisce un cellulare a tutti.. poi vedremo quanti altri faranno qualcosa per loro...tu parli dei dormitori, giusto? Ma deve pensarci gugol solo perchè è multinazionale, solo perchè è piena di soldi, solo perchè bisogna spalar m_rda verso i potenti?Io sono dell'idea che dovrebbe pensarci lo "stato americano"... sbaglio forse?tutto ciò si può riassumere come:l'anonimo Mister G. conosce 10 barboni.Mister G. si fa 4 conti in tasca e regala a tutti loro dei maglioni che produce la sua azienda.Arriva cinico che aveva sentito la notizia, e armato del suo scudo marchiato "il moralizzatore" insulta Mister G. perchè doveva regalar loro almeno 4/5 maglioni e sicuramente di cashmere che sono più caldi!'Scolta.. senza offesa per nessuno.. ma ad un barbone non pensa nessuno e nessuno gli regala niente..e se gli regalano un telefono (che penso utilissimo per loro) tu chi c_zzo sei per criticare e sparare che doveva costruire dei dormitori?Ma perchè non vai a proporlo a qualcuno e vediamo in quanti sono disposti ad ascoltarti?Vai in una qualunque ditta.. proponi di investire in un orfanotrofio o in un dormitorio e esponi le tue ragioni.. poi fammi sapere.Bimbo bimbo... dici di essere informato e di usare la testa.. ma secondo me la seconda la usi male!Mettiti nei panni di Mister G. e di avere la sua disponibilità finanziaria. Cosa faresti? Probabilmente ti costruiresti il villone privato con parco, piscina e laghetto e non ti verrebbe neanche in mente di fare una manovra del genere.
          • cinico scrive:
            Re: i due piccioni
            - Scritto da: tamahck
            Allora.. forse sono stato un po' duro nel mio
            commento, ma trovo la tua risposta un attimo
            offensiva.

            Vorrei farti pensare ad una cosa.
            In questo mondo nessuno fa niente per niente.. ok?
            tantomeno gugol o chiunque altro.
            Se gugol può pagar poco per quella tecnologia
            potrà sentirsi libero di regalare un mezzo per
            comunicare ai senza tetto o solo perchè lo dici
            tu deve cambiare idea e investire in immobili,
            stipendi (visto che qualcuno nell'immobile ci
            dovrà essere e dovrà essere stipendiato) e
            bollette?ragazzino quello che non riesci a capire (abbagliato dal logo e dalla mail che ti danno) e che questo e' marketing tant'e che siccome non ci sei mai stato a san francisco come negli statesesiste un numero di google per trovare indirizzi 1800-google.Se invece di parlare come un fan, ragionassi arriveresti a capireche si tratta di marketing e che un homless che fa fatica a trovareda mangiare e da dormire la casella telefonica se la da sulle gengiveci arrivi o ti mando una registrazione digitale alla tua casella di posta gmail cosi' te la risenti?
            E' naturale che quei telefoni gli costeranno
            pochissimo e che la gestione della rete avendo
            già la rete Voip loro gli costerà pressochè
            zero... quindi ti do ragione che la manovra è
            molto più pubblicitaria che
            altro.vedi che ci stai arrivando, esatto pubblicitariae poco rispettosa di chi sta in mezzo ad una strada al freddoe non a gugolplesz a giocare con i palloncini.
            Ma essendo la manovra quasi puramente
            pubblicitaria non puoi non ammettere che l'idea
            non sia
            buona!Ma scherzi o cosa, buona per chi? per chi fa marketingpoco ma sicuro per il povero homeless utilita' zero
            Hanno sempre vissuto all'addiaccio.. intanto
            gugol gli fornisce un cellulare a tutti.. poi
            vedremo quanti altri faranno qualcosa per
            loro...gli fornisce una casella di voicemail CASELLA quale cellulare.
            tu parli dei dormitori, giusto? Ma deve pensarci
            gugol solo perchè è multinazionale, solo perchè è
            piena di soldi, solo perchè bisogna spalar m_rda
            verso i
            potenti?ma che vuol dire e' la tua meravigliosa fantasmagorica gugolche ha tirato fuori la LA TRUETA dell'anno
            Io sono dell'idea che dovrebbe pensarci lo "stato
            americano"... sbaglio
            forse?allora cosa cacchio c'entra google? PUBBLICITA'
            tutto ciò si può riassumere come:
            l'anonimo Mister G. conosce 10 barboni.
            Mister G. si fa 4 conti in tasca e regala a tutti
            loro dei maglioni che produce la sua
            azienda.
            Arriva cinico che aveva sentito la notizia, e
            armato del suo scudo marchiato "il moralizzatore"
            insulta Mister G. perchè doveva regalar loro
            almeno 4/5 maglioni e sicuramente di cashmere che
            sono più
            caldi!Ma come ragioni con gtalk nel cervello?Ma che cosa c'entra e' marketing ma non ci arrivida solo che quella voicemail il barbone SEMPLICEMENTENON LA USERA' MAI VISTO CHE HA ALTRI SERISSIMI PROBLEMI??
            'Scolta.. senza offesa per nessuno.. ma ad un
            barbone non pensa nessuno e nessuno gli regala
            niente..
            e se gli regalano un telefono (che penso
            utilissimo per loro) tu chi c_zzo sei per
            criticare e sparare che doveva costruire dei
            dormitori?Ma ragazzino chi strac_zzo sei per difendere a spada trattacose che come hai provato evidentemente non conosci minimamentesolo perche' lo ha fatto gugolvai a gioca co la playstation vai...
            Ma perchè non vai a proporlo a qualcuno e vediamo
            in quanti sono disposti ad
            ascoltarti?
            Vai in una qualunque ditta.. proponi di investire
            in un orfanotrofio o in un dormitorio e esponi le
            tue ragioni.. poi fammi
            sapere.Aridanghete! se gugol voleva fare qualcosa di realmente utileinvece di dargli una voice mail comprava un posto per un dormitoriodecente.e faceva davvero beneficienza.
            Bimbo bimbo... dici di essere informato e di
            usare la testa.. ma secondo me la seconda la usi
            male!tu non la usi proprio, deve essere rimasto incastratotra il secondo e il terzo livello di final fantas
            Mettiti nei panni di Mister G. e di avere la sua
            disponibilità finanziaria. Cosa faresti?quello che ho detto, oppure non faceva niente che faceva piu' bella figura, visto che la voicemail il barbone se la da sulle gengive.o poteva offire dei sacchi a pelo o dare un piccolo aiuto in beneficenza.senza farsi pubblicita'carita inutile, pelosa e col voicemail
            Probabilmente ti costruiresti il villone privato
            con parco, piscina e laghetto e non ti verrebbe
            neanche in mente di fare una manovra del
            genere.come tutti i ragazzini parli senza sapere quello che penso e come giudico la cosa, ma se la materia grigia non fosse finita perduta in un livellodi MMORPG ci saresti arrivato pure tu che era meglio che gugol faceva qualcosa di apprezzabile.
          • ken scrive:
            Re: i due piccioni
            Sperando di non sollevare altre sterili polemiche e guerre ideologiche, permettimi di puntualizzare un paio di cose, cinico.
            Ma quale recapito, se non hanno nemmeno un posto
            dove
            dormire
            mettono il telefono sotto i ponti?Cito dall'articolo:"Rifugi per senzatetto, alloggi temporanei, pensioni: ovunque si trovi, il clochard potrà farsi rintracciare ad un unico numero di telefono, con prefisso locale. Potrà controllare la propria voicemail da ogni computer connesso in rete e da ogni telefono, potrà cominciare a ricostruire la propria vita e le proprie relazioni."Si tratta di un numero di telefono con casella vocale, non di un cellulare.
            gia' data dormitori a sanfrancisco, c'e' ne' solo
            uno ed e'
            piccolo.Questa e' una lista dei rifugi per senza tetto di San Francisco:http://sfhomeless.wikia.com/wiki/Category:Housing_-_Shelters_/_Transitional_HousingCerto, non sono mai abbastanza. Ma dire che ce n'e' solo uno per dare forza alla tua teoria mi sembra una mossa poco furba.
          • cinico scrive:
            Re: i due piccioni
            - Scritto da: ken
            Cito dall'articolo:
            "Rifugi per senzatetto, alloggi temporanei,
            pensioni: ovunque si trovi, il clochard potrà
            farsi rintracciare ad un unico numero di
            telefono, con prefisso locale. Potrà controllare
            la propria voicemail da ogni computer connesso in
            rete e da ogni telefono, potrà cominciare a
            ricostruire la propria vita e le proprie
            relazioni."

            Si tratta di un numero di telefono con casella
            vocale, non di un
            cellulare.si bene allora? valore funzione? zero?


            gia' data dormitori a sanfrancisco, c'e' ne'
            solo

            uno ed e'

            piccolo.

            Questa e' una lista dei rifugi per senza tetto di
            San
            Francisco:
            http://sfhomeless.wikia.com/wiki/Category:Housing_

            Certo, non sono mai abbastanza. Ma dire che ce
            n'e' solo uno per dare forza alla tua teoria mi
            sembra una mossa poco
            furba.tu invece parli di cose che leggi su wikipedia io le ho viste ragazzino.quello che vedi non sono housing ma per la maggiorparte servizi e uffici di centri di assistenza di aiuto e supporto a parte uno solo di quelli citati che a san francisco e' l'unico che fisicamente riesce a gestire un numero gestibile di persone.Ragazzino vai a dormire vai...
  • cinico scrive:
    che benefattori!!!
    cosi finalmente avremo il 1984 di orwell.e gia' i poveri barboni erano quelli che non avevano casella di posta, cellulare o telefono, cosi' grazie al benefattore google, potranno tenere sotto controllo pure loro.
    • teobaz scrive:
      Re: che benefattori!!!
      - Scritto da: cinico
      cosi finalmente avremo il 1984 di orwell.
      e gia' i poveri barboni erano quelli che non
      avevano casella di posta, cellulare o telefono,
      cosi' grazie al benefattore google, potranno
      tenere sotto controllo pure
      loro.azz... sei cinico proprio!Io al contrario voglio crederci che nelle intenzioni di google ci sia esclusivamente la beneficenza!
      • Overture scrive:
        Re: che benefattori!!!
        Forse dargli da mangiare e dei sacchi a pelo era un tantino più utile visto che i bit non scaldano il fondoschiena
        • deepred scrive:
          Re: che benefattori!!!
          - Scritto da: Overture
          Forse dargli da mangiare e dei sacchi a pelo era
          un tantino più utile visto che i bit non scaldano
          il
          fondoschienaNo, guarda, è proprio della mail che hanno bisogno ... chi senza un tetto, senza cibo, vestiti non ha mai sognato u GPhone ... GoogleTalk & Gmail sono un toccasana per chi muore di fame nel mondo. Esisterà una versione anche per i sudafricani? ... resto cinico anche io ... è solo pubblicità! (dato che adwords comincia a scendere)
        • perfetti scrive:
          Re: che benefattori!!!
          - Scritto da: Overture
          Forse dargli da mangiare e dei sacchi a pelo era
          un tantino più utile visto che i bit non scaldano
          il
          fondoschienafinchè alimenti il barbone lui non avrà motivo alcuno di trovarsi un lavoro.
          • cinico scrive:
            Re: che benefattori!!!
            - Scritto da: perfetti
            - Scritto da: Overture

            Forse dargli da mangiare e dei sacchi a pelo era

            un tantino più utile visto che i bit non
            scaldano

            il

            fondoschiena

            finchè alimenti il barbone lui non avrà motivo
            alcuno di trovarsi un
            lavoro.invece col telefono, trova casa affitto e lavoro, io a fare il barbone ci manderei chi ha avuto questa inutile solita trovata pubblicitaria ridicola.
          • pippo scrive:
            Re: che benefattori!!!


            finchè alimenti il barbone lui non avrà motivo

            alcuno di trovarsi un

            lavoro.

            invece col telefono, trova casa affitto e lavoro,
            io a fare il barbone ci manderei chi ha avuto
            questa inutile solita trovata pubblicitaria
            ridicola.Magari se la cosa non funzionerà, potrà provarla di persona...
Chiudi i commenti