La RIAA mette sotto anche iMesh

Dopo la vicenda Napster, i servizi di file-sharing più in vista temono di fare la stessa fine. E parte la censura rapida, per evitare le pastoie legali e le zanne dei discografici della RIAA


Web – “In seguito alle richieste della RIAA, iMesh sta iniziando a impedire lo scaricamento di file protetti dalla legge sul copyright. Quei file appariranno nei risultati della ricerca con il simbolo © e il download sarà impedito”. Con questa nota, iMesh ha dato ai propri utenti nei giorni scorsi il “benservito”, almeno per quanto riguarda l’uso del celebre servizio di file-swapping per lo scambio di file musicali “protetti”.

Il sito israeliano è frequentato da moltissimi utenti di tutto il Mondo e considerato da tempo una delle possibili “alternative” a Napster da coloro che intendono proseguire lo scambio di file musicali protetti da copyright.

E la decisione appena presa dal servizio, imposta dai legali della RIAA che, in alternativa, si riservano di trascinare iMesh nelle stesse pastoie legali nelle quali è rimasto impigliato anche Napster, è una decisione che non deve stupire.

Nella nota sulle regole di iMesh, infatti, il servizio da tempo afferma di “rispettare i diritti di proprietà intellettuale” e di voler servire come sistema di scambio per quelle “migliaia di file e dati la cui distribuzione online è stata autorizzata dai legittimi proprietari”.

Ed è evidente che la decisione di iMesh, destinata a preoccupare chi vede nel file-swapping un grimaldello per far saltare la politica dei prezzi dell’industria discografica, ravviva di converso le speranze dell’industria discografica, il cui impegno nel perseguire le attività online di file-sharing non sembra conoscere sosta.

E in effetti, stando alle dichiarazioni della RIAA, iMesh potrebbe non essere che il primo di una lunga serie di servizi simili a optare per una “retromarcia”. La RIAA, infatti, in queste ore sta contattando numerosi operatori, di cui non ha però voluto fornire una “lista”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti