La tassa su Internet non s'ha da fare

Pericolo scongiurato: negli USA verrà estesa la moratoria sulla tassazione dell'accesso a Internet. Camera alta e camera bassa dovranno semplicemente accordarsi sulla durata del provvedimento

Washington – Avrebbe dovuto scadere il primo novembre, la moratoria sulla tassazione dell’accesso ad Internet. Ma prima la Camera dei Rappresentanti, poi il Senato degli Stati Uniti si sono pronunciati per un’estensione: Internet non sarà tassabile per i prossimi quattro anni, a parere della camera bassa, per i prossimi sette anni, nella versione del bill approvata dalla camera alta.

È già la terza volta che negli Stati Uniti si rinvia la possibilità di imporre gabelle su Internet : il primo bando della tassazione, che impediva a livello federale che le amministrazioni degli stati USA imponessero balzelli sulla Rete, risale al 1998, con l’ Internet Tax Freedom Act ( ITFA ). Volta a favorire le diffusione di Internet e incoraggiare l’avvio di affari online, l’ITFA legava le mani alle amministrazioni che fino a quel momento non avessero previsto imposizioni fiscali sulla connettività Internet. Il bando della tassazione era stato rinnovato nel 2001 e nel 2004: ora, prossimo alla scadenza, è stato rilanciato.

Il primo rinvio è stato approvato dalla Camera dei Rappresentanti, aprendo la strada ad altri 4 anni senza tasse sulla Rete. Solo due representative si sono dichiarati contrari all’estensione del provvedimento ma, riporta PC World , solo per invitare i colleghi a trasformare la moratoria in una disposizione permanente. La versione del bill approvata dalla House of Representatives restringerebbe però la definizione di accesso a Internet , consentendo agli stati americani di tassare ad esempio le comunicazioni VoIP, i servizi video, gli scambi di email o l’uso di programmi di instant messaging.

Nella versione del bill passata in Senato si è aggiustato il tiro, merito del memorandum compilato dal senatore Wyden, il promotore della moratoria del 1998: sarà esclusa la possibilità di tassare email e servizi affini, dalla fornitura di clip video ai servizi di messaggeria testuale, vocale e a mezzo video. Rimangono vaghe le disposizioni previste per la fornitura di servizi a pagamento : IPTV e VoIP potrebbero essere oggetto di balzelli .

L’estensione della moratoria per sette anni decretata dal Senato è invece il risultato di una intensa negoziazione tra i sostenitori di un bando meno duraturo che ritengono la moratoria possa danneggiare le amministrazioni più assetate del denaro dei contribuenti, e coloro che vorrebbero un bando permanente alla possibilità di tassare Internet e i servizi offerti in Rete, per continuare ad assicurare connettività a prezzi accessibili per il cittadino, e per spianare la strada agli investitori.

Quasi tutti soddisfatti, dunque. Esulta persino il senatore Ted Stevens, che per i prossimi sette anni potrà contare su tubi la cui portata di informazione non sarà tassabile: “Mantenendo Internet non tassabile ed economicamente accessibile, il Congresso può incoraggiarne l’uso per promuovere programmi di istruzione a distanza, telemedicina, commercio e altri importanti servizi.” Tirano un sospiro di sollievo anche i provider, che hanno stimato che una tassazione dell’accesso alla Rete si sarebbe potuta tradurre in un aumento del 17 per cento dei costi all’utente finale.

Per ora il pericolo di sollevazioni popolari è scongiurato: i due rami del Congresso dovranno accordarsi per far giungere alla Casa Bianca una versione uniforme della proposta di legge che, con ogni probabilità , verrà firmata da Bush.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    Alcuni produttori di HD?
    Scusate ma perchè c'è qualche produttore di HD che dal 1990 in poi non abbia dichiarato la capacità dei propri HD allo stesso modo di Seagate?E per caso c'è qualche utente che ancora non sappia che i valori pubblicizzati per gli HD siano arrotondati per difetto assumendo che 1000 Byte = 1Kb?Non vorrei dire ma mi sembra tanto come quei fumatori incalliti che intentavano cause milionarie alle aziende produttrici di tabacco perchè loro (anche dopo il 1995)non sapevano che il fumo facesse male.Trovo che fosse più logico richiamare i produttori di HD a pubblicizzare in modo corretto la capienza degli HD
    • Z-old scrive:
      Re: Alcuni produttori di HD?
      sbagli.. era proprio dal '90 che bisognava far capire a questi venditori di ferraglia di non fare i furbi e cioè che un k maiuscolo o minuscolo vale 1024.Per un informatico, ingegnere, perito o chiunque non venda ferro vecchio 1 K sono 1024 bit e sempre lo saranno
      • FabioDeep scrive:
        Re: Alcuni produttori di HD?
        Fate entrambi confusione:b = BitB = ByteByte = 8 bitQui si parla di Byte
        • Z-old scrive:
          Re: Alcuni produttori di HD?
          che dici scusa? qui si discute se un K sia 1024 o follemente 1000 come ha considerato seagate che c'entrano i bit e Byte adesso?
  • Mik scrive:
    PI spara (come al solito)

    L'azienda ammette che nei suoi hard disk
    c'è meno spazio di quanto dichiaratoDichiarazione falsa del PI, come chiunque abbia letto l'annuncio dell'azienda sa. Semplicemente hanno ammesso che gli costa meno che andare per le vie legali.
  • Pino Rotti scrive:
    Next: Class action against ram manufact.
    Quante volte si sono accese infinite discussioni su questo fatto guelfi contro ghibellini.Due anni fa lo stato di fatto era "per i produttori di memoria 1 kilobyte = 1024 bytes, invece per i produttori di dischi e nelle telecomunicazioni 1 kilobyte = 1000 byte", e da questo punto di vista la compagnia ha ragione.Ora se ne esce sto tribunale americano che dice che c'e' un'unica verita' "1 kilobyte = 1024 byte" e sta compagnia che non solo dice di non aver colpa pero' per metterci una pietra sopra gli da pure ragione.Quindi ora in teoria un tribunale ha scelto una volta per tutte e secondo me ha fatto la scelta sbagliata, perche' nonostante sia vera la storia dei 1024 byte, se proprio vogliamo definire una volta per tutte cos'e' un kilobyte mi pare semanticamente corretto adeguarsi a "kilo = 1000".Che poi il problema sotto sotto era l'ambiguita' eventualmente.Ora aspettiamo una class action contro i produttori di memorie da parte di quei cittadini che credono che 1 kilobyte = 1000 bytes.Ma il SI e lo IEC che ci stanno a fare?
    • Ernesto sysadmin scrive:
      Re: Next: Class action against ram manufact.
      La voce degli ignoranti e disinformati è così forte da coprire le verità informatiche, e far pagare aziende per aver scritto le misure secondo i regolamenti, allucinante!
    • marco scrive:
      Re: Next: Class action against ram manufact.

      Ma il SI e lo IEC che ci stanno a fare?il bit e/o il byte non sono unità di misura facenti parte del SI. Lo IEC usa "bit" per indicare il bit mentre l'IEEE 1541 usa "b"... così anche con tanti standard diversi la confusione c'è sempre.Se scrivo 10Kbyte che intendo ? La scrittura Kbyte non è contemplata in nessuno di standarde 10K byte non significa, nemmeno nel SI, 1000 byte per motivi ripetuti in altri post. Quindi SI e IEC aiutano poco in certi casi
  • Timothy scrive:
    Non dovrebbe pagare
    Il kilobyte secondo lo standard è 1000 byte. Mentre il kibibyte è 1024.Se uno non sa la differenza è inutile che poi si lamenti
  • nattu_panno_dam scrive:
    Ma manco la differenza tra kibibyte e ..
    kilobyte sanno? Tra kB e KB? E dato che l' ignoranza abbonda vanno da un giudice, invece che da un informatico appena decente?Non ci vuole molto a capire che un KB siano 1000B, la metrica non è un' opinione, almeno a livello matematico. Seagate non ha mai scritto kB, class action del menga.
    • Fiamel scrive:
      Re: Ma manco la differenza tra kibibyte e ..
      - Scritto da: nattu_panno_dam
      kilobyte sanno? Tra kB e KB?...
      Non ci vuole molto a capire che un KB siano
      1000B,Scusa, ma chi lo ha stabilito? Un ente di standardizzazione? O qualcun altro che li ha usati per primo? Nella mia mente bacata, 1 KB è sempre equivalso 1024 bytes.
  • gohan scrive:
    E per noi europei?
    Non è previsto nulla? bisogna per forza fare una causa in tribunale? Non che m'interessi il sw di backup da 20$, però è una questione di principio.
  • pinco pallino qualunque scrive:
    Mah! Il SI esiste da anni....
    L'unica volta che mi tocca dare ragione ad un produttore...da anni nel sistema internazionale di unità di misura si usa il prefisso "kilo" (o "chilo") per definire 1000.Poi, agli albori dell'informatica chi produceva memorie e chi sistemi operativi usavano potenze di due e quindi la "K" (maiuscola) era diventata 1024=2^10.Dopo un po' di tempo, dal momento che chi progettava reti usa il sistema internazionale e quindi k=1000 si è deciso nel 1999 (leggasi millenovecentonovantanove)di fare un po' d'ordine e l'IEEE, e l'ISO hanno definito degli standard che introducono *diversi* prefissi per i multipli binari, quindi Kibi=1024...Si vedano a tale proposito la IEEE 1541 e le IEC60027-2 e ISO 31, queste due in fase di armonizzazione nella futura ISO/IEC 80000.Se un branco di ignorantoni pubblicitari del cavolo continua a sfruttare per scopi di lucro tale confusione con le unità di misura, ignorando completamente organismi internazionali preposti alla definizione di standard, non credo si debba dare la colpa al produttore.
    • frank scrive:
      Re: Mah! Il SI esiste da anni....
      si ok, ma il discorso e' che io ricordi dagli albori della storia, le capacita' degli hd sono sempre state calcolate come multiplo di 8 questo anche perche' i file stessi sono memorizzato come multiplo di 8 e per dire non puoi memorizzare 1000 bit secchi, perche' ne memorizzeresti inevitabilmente 1024... da qui il senso di tutto cio'.. .ciao
      • Jack991 scrive:
        Re: Mah! Il SI esiste da anni....
        Emmm... NO.Basterebbe mettere 1000 "allocazioni" da 1 bit.Il dicorso dell'indirizzamendo delle unità di allocazione è discorso a parte, che tanto devo essere potenze di 2.Ma in linea puramente teorica basta far così!
        • frank scrive:
          Re: Mah! Il SI esiste da anni....
          non penso prorio.. da sempre qualsiasi driver di filesystem di ogni sistema operativo alloca multipli di 8, oggi siamo arrivati a multipli di ben 32, prova a creare un file vuoto. Non diciamo tavanate per favore, linea teorica non dice nulla, se non stare fra le nuvole.Il bit da SO non si e' mai registrato singolarmente e tanto piu' lo si registrerai mai, visto che si arrivera' magari a multipli di 64
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Mah! Il SI esiste da anni....
            Qui si parla di unità di misura, non di filesystem. Il kibi è multiplo di 8, non il chilo. Se io scrivo sull' ettichetta del disco chilobyte, sono e restano 1000 byte.
          • frank scrive:
            Re: Mah! Il SI esiste da anni....
            Il discorso e' che se ancora per il calcolo di una line ADSL puo' essere corretto ma decisamente ambiguo(quello che loro sperano) il calcolo con il k a 1000, per la memorizzazione a mio avviso non puo' trascendere.Il fatto e' anche dimostrato dal fatto che come unita' di misura che LORO STESSI come tutti i produttori adottano e' sempre un calcolo fatto in multipli di 8, gia' il fatto che il settore sia mano mano passato da 512 a 4096, la dice lunga...quindi non si puo' fare il calcolo in 8 e poi sparare la cifra conclusiova con i k a 1000, se poi questo e' stato legalizzato da uno standard da qualcuno con quale spicciolo e' un altro discorso.ciao
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Mah! Il SI esiste da anni....
      Il kibi ha la "k" minuscola non il chilo, non per niente si scrive anche Kg, Km, etc...
      • marco scrive:
        Re: Mah! Il SI esiste da anni....
        anche il chilo ha la k minuscola, nel SI "K" è riservata per il kelvin.In verità anche la B sarebbe stata occupata del Bel ma vabbè... sarà stato perchè è poco usata, ci son passati su
    • marco scrive:
      Re: Mah! Il SI esiste da anni....
      ok il sistema internazionale esiste da anni allora 1B sono 10dB e non 1 Byte ... tra l'altro dove sta scritto che 8 bit son sempre 1 Byte ? Non è detto, tanto che spesso si parla di ottetti specie nelle rfc.Comunque è solo per comodità negli indirizzamenti che da sempre scrivere 1K indicava 1024. Lo è anche ora. Perchè 1K non significa 1000 nemmeno nel SI dove si dovrebbe scrivere 1k (nel SI 1K è 1 Kelvin). Quindi sebbene per evitare confusioni siano da preferire le notazioni IEC ( quindi 1 Kibi per 1024 bit, 1 kb per 1000 bit) la scrittura 1Kb non avendo significato nel SI sinificherà sempre e comunque 1024 bit
    • Mario Rossi scrive:
      Re: Mah! Il SI esiste da anni....
      Non è una questione pubblicitaria. Gli stessi SO usano le potenza di 1024.E poi non credo affatto che il byte rientri nel SI, che cmq non è adottato in USA.
    • Banana Joe scrive:
      Re: Mah! Il SI esiste da anni....
      Si' ma i settori dei dischi hanno capacita' in bit espressa con una potenza di due.Tenere la potenza di due conviene almeno fino al Mb. Anche perche' se no ti trovi dischi con 700 mega che non tengono un cd da 700 mega. Ridicolo.Ridicolo e' anche formattare un disco e non accorgersi dello spazio mancante e fare un semplice recesso invece di adire alle vie legali.Ma gli USA sono la patria dei processi idioti e il resto del mondo vuol arrivare li'. Nella ragnatela di processi e ricorsi vince chi ha piu' avvocati.
  • Pepper scrive:
    Nessuno spara...
    ...sulla "democrazia" USA? tanto tutti quelli che faranno richiesta verranno picchiati e storditi coi taser...
    • fred scrive:
      Re: Nessuno spara...
      Che vuoi sparare?ormai le cazzate che fanno son osoto gli occhi del modo dato che sta sparendo l'indifferenza di una volta, solo che gli unici a non rendersene conto solo gli americani stessi;basta accendere la tv e guardare un telegiornale qualsiasi evitando quelli del biscione magari per rndersi conto che le critiche agli Usa sono giornaliere e solo una parte riguardano l'iraq.una curiosita' personale tornando al discorso Iraq, ho sentito stasera che all'ambasciata Usa nessun funzionario vuole andarci tant'e' che hanno minacciato il licenziamento di chi si rifiuta di andarci come soluzione; non era accaduta la stessa cosa all'ambasciata a Saigon durante quella guerra?sbaglio o si stanno ripetendo gli stessi eventi?
  • ... scrive:
    Maaa Kb = 1000 non era detto...
    Kilobit ?
    • fred scrive:
      Re: Maaa Kb = 1000 non era detto...
      c'e' sempre confusione in proposito specie per i novizi, ma anche per i ferrati a volte ci puo' essere confusione quando vanno a leggere documentazione altrui.nemmeno io sono sicuro, se ben ricordo per la misura dei bit si usava la "b" minuscola ovvero Kb mentre pr il byte la B , ovvero KB o kB; oggi se con gli altri devi essere chiaro e meglio ke interpreti quindi hai il kbit e il kbyte mentre con i mega il mb rappresenta sempre il megabyte (quindi la regola precedente e' disattesa) altrimenti scriviamo mbit o megabit.E poi vegono fuori i Mib , i MBi e quantaltro troverete nella pubblicita' delle inserzioni; l'adsl telecom da 640kbit faceva oltre 670 effetivi se misurati x1000 mentre la 4mbit e' pari a 4 milioni e la storia va avanti cosi anche su tutto il resto....
      • google is your friend scrive:
        Re: Maaa Kb = 1000 non era detto...
        cia fred,il "mega" va scritto con la "M" maiuscola, per non confondere con la "m" minuscola che sta per "milli" (un millesimo)come è correttamente scritto su wikipediahttp://en.wikipedia.org/wiki/Byteil sistema interanzionale oramai prevede per l'informatica un sistema decimale (1 kilobyte == 1000 bytes), al contrario di quanto avveniva in passato.Windows (credo anche Vista) continua a considerare il sistema basato su potenze di due (1 kilobyte == 1024 bytes), per gli altri S/O non so.ciaoGIYF- Scritto da: fred
        c'e' sempre confusione in proposito specie per i
        novizi, ma anche per i ferrati a volte ci puo'
        essere confusione quando vanno a leggere
        documentazione
        altrui.
        nemmeno io sono sicuro, se ben ricordo per la
        misura dei bit si usava la "b" minuscola ovvero
        Kb mentre pr il byte la B , ovvero KB o kB; oggi
        se con gli altri devi essere chiaro e meglio ke
        interpreti quindi hai il kbit e il kbyte mentre
        con i mega il mb rappresenta sempre il megabyte
        (quindi la regola precedente e' disattesa)
        altrimenti scriviamo mbit o
        megabit.
        E poi vegono fuori i Mib , i MBi e quantaltro
        troverete nella pubblicita' delle inserzioni;
        l'adsl telecom da 640kbit faceva oltre 670
        effetivi se misurati x1000 mentre la 4mbit e'
        pari a 4 milioni e la storia va avanti cosi anche
        su tutto il
        resto....
        • Jack991 scrive:
          Re: Maaa Kb = 1000 non era detto...
          Sisi... I Trit!Irrealizzabili... Non con la corrente elettrica, e le leggi dei signori Volta e Ampere! Peccato, i computer andrebbero a manetta! :D
Chiudi i commenti