La telefonia mobile vive in Afghanistan

Nel paese martoriato dalla lunga guerra civile e dalla guerra contro il terrorismo è stato attivato il primo network wireless. Tariffe ridottissime


Kabul (Afghanistan) – Una buona, anzi ottima notizia quella che è giunta nelle scorse ore dall’Afghanistan, dove il primo network per la telefonia mobile è stato finalmente attivato, aprendo dunque una nuova stagione per le telecomunicazioni afghane.

Nel paese, martoriato da decenni di guerra civile e dalla recente offensiva contro il terrorismo e il regime dei Talebani, la prima telefonata mobile effettuata dal premier Hamid Karzai ha prodotto naturalmente un effetto euforizzante sul morale della popolazione.

Karzai ha chiamato un amico in Germania e assieme a lui alla cerimonia di attivazione ha partecipato anche una parte consistente del governo che da pochi mesi sta gestendo il “ritorno alla normalità” nel paese.

Le tariffe delle comunicazioni mobili vengono ora offerte agli afghani a livelli ridottissimi per non pesare ulteriormente sulle loro tasche ma va detto che quello che manca sono i terminali mobili. Ed è per questo probabile che la stragrande maggioranza degli utenti del nuovo sistema di comunicazione sfrutterà le postazioni pubbliche a pagamento.

Per il momento il network di fonia mobile copre solo il territorio della capitale Kabul ma, stando alle agenzie internazionali, entro tre o quattro mesi tutte le principali città afghane dovrebbero godere di uguale copertura.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Adesso finalmente Mediaset.gov
    Finalmente il Presidente del Consiglio potrà cambiare dominio alla sua Azienda/Nazione: Mediaset.it diverrà Mediaset.gov, sarà un redirect immediato a www.governo.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso finalmente Mediaset.gov
      Eh, no: ma basta; che p*lle!
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso finalmente Mediaset.gov
      è possibile in questo paese fare un discorso serio che riguardi lo Statosenza dire minchiate su Berlusconi? Forse no...
      Finalmente il Presidente del Consiglio potrà
      cambiare dominio alla sua Azienda/Nazione:
      Mediaset.it diverrà Mediaset.gov, sarà un
      redirect immediato a www.governo.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Adesso finalmente Mediaset.gov
        e' possibile fare un discorso politico serio in questo paese?parlando di berlusconi, sicuramente no...il problema e' che ormai gli aneddoti sul Silvio rasentano l'assurdo, non sai se ridere o piangere...altro problema e' che la gente spesso non se ne rende conto, e da' appoggio al nano di arcore e ad altri figuri simili...QUESTO e' il vero problema dell'italia- Scritto da: guido
        è possibile in questo paese fare un
        discorso serio che riguardi lo Stato
        senza dire minchiate
        su Berlusconi? Forse no...


        Finalmente il Presidente del Consiglio
        potrà

        cambiare dominio alla sua Azienda/Nazione:

        Mediaset.it diverrà Mediaset.gov, sarà un

        redirect immediato a www.governo.it
        • Anonimo scrive:
          Re: Adesso finalmente Mediaset.gov

          QUESTO e' il vero problema dell'italia
          Il vero problema dell'Italia sei tu, insieme con la scarsissima cultura democratica della Sinistra italiana.
          • Anonimo scrive:
            Re: Adesso finalmente Mediaset.gov
            Il signor Berlusconi/Mussolini/Unto-dal-Signore/Salvateci-dai-comunisti-che-mangiano-i-bambini/Faccio-le-leggi-per-garantirmi-l'impunità è l'ultima persona a poter insegnare a chicchessia cosa è la democrazia.- Scritto da: Veritas

            QUESTO e' il vero problema dell'italia



            Il vero problema dell'Italia sei tu, insieme
            con la scarsissima cultura democratica della
            Sinistra italiana.
          • Anonimo scrive:
            Re: Adesso finalmente Mediaset.gov
            guarda che berlusconi - cultura democratica sono un ossimoro.come berlusconi - onesta' intellettuale (e non solo),berlusconi - capacita' di governare un paese, berlusconi - ministro degli esterie mi fermo qui...quando la gente e' talmente ottusa da non voler capire (come stai facendo tu) c'e poco da discutere...mi auguro che tu ti svegli, un giorno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Adesso finalmente Mediaset.gov (ma un po' OT)
            Sul voler capire ci sarebbe tanto da dire...Vi siete accorti cosa vogliono dire le varie riforme (pensioni, scuola, sanità, ecc.,ecc.)?Se continuate a parlare di onestà intellettuale e simili, mi sa che non le avete capite. Leggetevele a fondo e vedrete che nel giro di 10 anni di questo passo saremo al livello di terzo mondo (con tutto il rispetto per quest'ultimo): un paese dove i ricchi continueranno a vivere tranquilli, anzi sempre più ricchi, i poveri vivranno d'elemosina (l'aumento di un numero insignificante di pensioni al minimo docet), e la classe media semplicemente scomparirà in quanto non sarà più possibile pagare nè la sanità nè l'istruzione. E' veramente questo che volete (e mi riferisco anche a chi ha votato la casa delle libertà)? O pensate veramente che tutto andrà meglio per tutti? E su che basi? E con queste premesse?Tsk,tsk...
          • Anonimo scrive:
            Re: Adesso finalmente Mediaset.gov (ma un po' OT)
            Ma l'articolo non parlava del dominio .gov.it? Che c'entrano berlusconi e la democrazia?!
  • Anonimo scrive:
    garanzie /// e poi ... gov.it ??
    "ma soltanto dopo la verifica, stando a quanto ha dichiarato il Ministro, del rispetto delle massime garanzie sulla privacy, sulla sicurezza dei dati raccolti e sulla trasparenza di gestione."perché non verificare INVECE che siano visibili by ANY BROWSER?che siano "a prova di cieco" ?che i documenti in essi contenuti siano in HTML 3.0 o al massimo in ascii-128-dos ? Oppure che per ogni documento sia SEMPRE PRESENTE una SERIE di versioni. E se non c'è una serie di versioni, ci sia un esportatore on line di quei documenti, in altro formato portabile.che tutto sia prodotto senza stupide spese per il cittadino... che non ci sia favoritismo verso certe ditte di produzione software monopolistiche.che ci sia SEMPRE del feedback (e-mail e qualcuno COMPETENTE che risponda senza parlare in politichese, oppure forum tipo PI) e ci siano delle faq sempre aggiornate.che le parti non dirette SOLO agli italiani, ma che sono davvero GOVERNATIVE, dato che sono su internet, siano IN INGLESE (la lingua di internet).(Oppure in latino, cazzo, perché deve essere il francese la lingua ufficiale?)
    • Anonimo scrive:
      Re: garanzie /// e poi ... gov.it ??
      sottoscrivo in pieno: che si stilino una serie di norme SERIE appunto sul tipo:- niente css, niente flash, niente applet etc: quelle pagine sono li per informare, non per fare spettacolo- sempre presente un motore di ricerca SERIO per il sitp- ogni pagina abbia indicazione del nome dell'autore e dell'autorizzatore/proprietario/amministratore che dir si voglia raggiungibili via mail
    • Anonimo scrive:
      Re: garanzie /// e poi ... gov.it ??
      D'accordo, tranno sulla versione di HTML : perche' dovrebero essere in 3.0? Anche col 4 si può fare benissimo, rispettando i dettami del WAI del w3c.E nessuno e' obbligato ad usare browser vecchi...
    • Anonimo scrive:
      Re: garanzie /// e poi ... gov.it ??
      Non posso che concordare appieno!A quando la petizione? ;)
  • Anonimo scrive:
    Se ne sentiva proprio la mamncanza!
    Vorrei sapere a cosa e a chi dovrebbe servire!
  • Anonimo scrive:
    gov.it e` riservato...
    ciao,il link al sito del nic con lo stato di registrazione del dominio gov.it e` inutile: gov.it e` un nome riservato (vedi http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.html ) e quindi non sara` assegnato a chi chiede di registrarlo
    • Anonimo scrive:
      Re: gov.it e` riservato...
      - Scritto da: xpoint
      gov.it e` un nome riservato (vedi
      http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.htmlIl nostro governo non è il signor Ciccio Brambilla. Leggi: non ti preoccupare che se a Palazzo vogliono gov.it, avranno gov.it.
      • Anonimo scrive:
        Re: gov.it e` riservato...
        - Scritto da: bubba

        Il nostro governo non è il signor Ciccio
        Brambilla. Leggi: non ti preoccupare che se
        a Palazzo vogliono gov.it, avranno gov.it.Sara' mica che il NIC lo ha riservato proprio per questo scopo?
    • Anonimo scrive:
      Re: gov.it e` riservato...
      - Scritto da: xpoint
      ciao,

      il link al sito del nic con lo stato di
      registrazione del dominio gov.it e` inutile:
      gov.it e` un nome riservato (vedi
      http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.htmlDal sito che tu stesso hai linkato..:Oltre ai "Nomi Riservati corrispondenti all'Italia" elencati in tabella 1.1, sono nomi riservati e assegnabili solo agli Organi Istituzionali dello Stato anche i seguenti: IPS: gov.it governo.it"e assegnabili solo agli Organi Istituzionali dello Stato"è ovvio che non lo lasceranno registrare a Mario Rossi..
    • Anonimo scrive:
      Re: gov.it e` riservato...
      - Scritto da: xpoint
      ciao,

      il link al sito del nic con lo stato di
      registrazione del dominio gov.it e` inutile:
      gov.it e` un nome riservato (vedi
      http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.htmlÉ *EVIDENTE* che é un nome riservato!!!!!É riservato al GOVERNO!!!!!!Leggete quanto recita il documento di cui l'url sopra:Oltre ai "Nomi Riservati corrispondenti all'Italia" elencati in tabella 1.1, sono nomi riservati e assegnabili solo agli Organi Istituzionali dello Stato anche i seguenti: IPS: gov.it governo.it ISO/IEC 10021: prmd=gov; admd=; c=it; prmd=governo; admd=; c=it; X.500: Org=gov; c=it; Org=governo; c=it;
    • Anonimo scrive:
      Re: gov.it e` riservato...

      il link al sito del nic con lo stato di
      registrazione del dominio gov.it e` inutile:
      gov.it e` un nome riservato (vedi
      http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.htmlIl documento dei Nomi Riservati riporta infatti gov.it tra i domini riservati alla pubblica amministrazione. Non vedo cosa ci sia di strano.
Chiudi i commenti