La terra trema? La ionosfera avverte in anticipo

Pronto il progetto Volcano con cui si tenterà di aumentare le capacità di prevedere terremoti ed altri eventi naturali. Sarà portato avanti dal personale a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

Viene dallo spazio una nuova tecnica che potrebbe contribuire a dare qualche speranza in più nella previsione dei terremoti: la sta perfezionando il personale a bordo della International Space Station e si prefigge di analizzare i segnali provenienti da alcune particelle cariche che, secondo gli scienziati, seguono comportamenti per alcuni aspetti legati al verificarsi di determinati eventi naturali.

La relazione tra i terremoti e la ionosfera terrestre è un argomento studiato in molti paesi – spiega Russia Info-Centre – ed alcuni scienziati russi hanno ora perfezionato un particolare sistema per monitorare e tentare di prevedere disastri causati dai terremoti. Battezzato Volcano , il progetto ha l’obiettivo di raccogliere, elaborare ed analizzare dati relativi a qualsiasi segno di evento sismico, così come ogni possibile conseguenza, partendo dall’analisi di alcune caratteristiche della ionosfera.

Le variazioni ionosferiche e gli eventi sismici sono considerati la punta di un iceberg nel quadro delle relazioni tra litosfera, bassa atmosfera e ionosfera. Campi elettrici di uguale intensità possono precedere eruzioni vulcaniche, intensi fronti perturbati atmosferici ed altri simili eventi naturali. È proprio all’analisi delle relazioni tra tutti questi eventi e alla rispettiva “eco” nelle particelle della ionosfera ciò a cui tende il progetto Volcano.

Tutto l’hardware necessario alla sperimentazione è stato già installato : l’esperimento Vsplesk , dunque, è pronto per l’avvio e proseguirà l’attività sperimentale iniziata nel 2001 con il progetto COMPASS (Complex Orbital Magneto-Plasma-Autonomous Small Satellite), creato da Russia, Ungheria, Grecia, Ucraina e Polonia, disturbato da alcuni malfunzionamenti all’hardware ma comunque capace di raccogliere importanti informazioni.

Tra l’altro, il recente lancio di un sistema WiFi a bordo della ISS certamente aiuterà un fluente, rapido ed efficace scambio dati, nella speranza che il sistema riesca a salvare per tempo – sperando mai sia necessario – le vite umane minacciate dai terremoti.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cosmos scrive:
    Google batte Microsoft...
    Google batte Microsoft nella corsa allo spazio.
  • Bic Indolor scrive:
    Ma a che serve?
    Risoluzione sempre + alta = possibilità di identificare le persone in qualsiasi momento. Ma cosa dobbiamo fare per non finire venduti su internet al miglior offerente ogni volta che mettiamo il naso fuori di casa?
    • ciappo scrive:
      Re: Ma a che serve?
      usciamo con l'ombrello
    • marco scrive:
      Re: Ma a che serve?
      - Scritto da: Bic Indolor
      Risoluzione sempre + alta = possibilità di
      identificare le persone in qualsiasi momento.

      Ma cosa dobbiamo fare per non finire venduti su
      internet al miglior offerente ogni volta che
      mettiamo il naso fuori di
      casa?sono foto STATICHE
      • Bic Indolor scrive:
        Re: Ma a che serve?
        - Scritto da: marco
        - Scritto da: Bic Indolor

        Risoluzione sempre + alta = possibilità di

        identificare le persone in qualsiasi momento.



        Ma cosa dobbiamo fare per non finire venduti su

        internet al miglior offerente ogni volta che

        mettiamo il naso fuori di

        casa?

        sono foto STATICHESono foto statiche ora. E' un solo satellite ora. Ma in futuro, quando i sat saranno sempre di più (non costa poi così caro mettere in orbita un satellite se hai le possibilità economiche di google), i dispositivi di memoria sempre meno cari (ho visto hard disk da 1 tera a 100 euro al supermercato) e le telecamere sempre più potenti?
        • Idem scrive:
          Re: Ma a che serve?
          Ci sono già... e da parecchio...
          • za73 scrive:
            Re: Ma a che serve?
            Quando riuscirò a vedere la mia vicina di casa che prende il sole nuda sul balcone? 8)
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Ma a che serve?
            - Scritto da: za73
            Quando riuscirò a vedere la mia vicina di casa
            che prende il sole nuda sul balcone?
            8)Dipende dalla vicina! (rotfl)Forse la cara vecchia finestra con le tendine semitrsparenti e un buon binocolo fanno ancora al caso tuo! ;)
    • ciaspolo scrive:
      Re: Ma a che serve?
      - Scritto da: Bic Indolor
      Risoluzione sempre + alta = possibilità di
      identificare le persone in qualsiasi momento.

      Ma cosa dobbiamo fare per non finire venduti su
      internet al miglior offerente ogni volta che
      mettiamo il naso fuori di
      casa?Non diciamo stupidate, come ha risposto qualcun'altro sono foto statiche, istantanee, visto che é un satellite in orbita bassa (altrimenti non potrebbe fare foto ad alta risoluzione) passa sullo stesso punto sulla terra solamente ogni 24 ore. Se dovessero mettere satelliti commerciali che spiassero tutti i nostri movimenti ad ogni minuto, dovrebbero metterne talmente tanti che NESSUNO se lo potrebbe permettere. E vero che esistono satelliti che possono mandare immagini in tempo reale, ma quelli si trovano in orbita geostazionaria, sono grandi come un camion, e vengono spostati sopra il luogo da osservare solo se necessarrio, scopi militari più che altro. Quindì perché mai un governo o il pentagono dovrebbe spostare un enorme satellite geosatazionario per spiare te o me che andiamo a mangiare la pizza il sabato sera?Non guardate troppi film....
    • za73 scrive:
      Re: Ma a che serve?
      Per quello c'è già la tessera del supermercato.Dimmi come mangi e ti dirò chi sei :)
      • ciaspolo scrive:
        Re: Ma a che serve?
        - Scritto da: za73
        Per quello c'è già la tessera del supermercato.

        Dimmi come mangi e ti dirò chi sei :)Giusto..... :D
      • Bic Indolor scrive:
        Re: Ma a che serve?
        - Scritto da: za73
        Per quello c'è già la tessera del supermercato.Quella la puoi rifiutare. il sat che ti cammina sulla testa (ma anche la telecamera a ogni angolo di strada) no.
        Dimmi come mangi e ti dirò chi sei :)Burp!
    • lellykelly scrive:
      Re: Ma a che serve?
      estinguerci
  • jumpjack scrive:
    un pacco di soldi!!!
    Quel MOSTRO di Google ha guadagnato talmente tanti soldi (come?!? coi click sulle pubblicità???) da potersi permettere di lanciare un suo satellite personale!!!
    • Bic Indolor scrive:
      Re: un pacco di soldi!!!
      - Scritto da: jumpjack
      Quel MOSTRO di Google ha guadagnato talmente
      tanti soldi (come?!? coi click sulle
      pubblicità???) No, anche facendosi pagare per finire in cima alle search.
      • Bic Indolor scrive:
        Re: un pacco di soldi!!!
        - Scritto da: Bic Indolor
        - Scritto da: jumpjack

        Quel MOSTRO di Google ha guadagnato talmente

        tanti soldi (come?!? coi click sulle

        pubblicità???)

        No, anche facendosi pagare per finire in cima
        alle
        search.E anche spifferando alle aziende chi ha cliccato cosa.
        • il dandi scrive:
          Re: un pacco di soldi!!!


          No, anche facendosi pagare per finire in cima

          alle

          search.

          E anche spifferando alle aziende chi ha cliccato
          cosa.La veritià è che hanno guadagnato un pacco di soldi quotandosi in borsa e tutti stanno aspettando da anni il colpaccio di google, visto che tutti questi soldoni non li ha ancora investiti (trascurando la nuova sede e questo progetto che per buona parte sarà stato finanziato dalle società partner)
      • kennozzz scrive:
        Re: un pacco di soldi!!!
        ma non diciamo cazzate!
  • Pino scrive:
    Immagini gratis o a pagamento?
    Hmmm... un dubbio.Sul sito si parla di vendita ai clienti delle immagini richieste.Quindi presumo che non verranno riversate in Google Earth, altrimenti chi le comprerebbe?
    • ciko scrive:
      Re: Immagini gratis o a pagamento?
      - Scritto da: Pino
      Hmmm... un dubbio.
      Sul sito si parla di vendita ai clienti delle
      immagini
      richieste.
      Quindi presumo che non verranno riversate in
      Google Earth, altrimenti chi le
      comprerebbe?Google earth e' distribuito in due versioni, di cui una a pagamento che ti consente di esportare le immagini ad alta risoluzione e fare altro in piu'...chi fa lavori sulla toponomastica paga volentieri un simile servizio
Chiudi i commenti