La TV a pedali? E' una rivoluzione

Il progetto ideato all'ITIS G. Vellauri di Roma viene premiato con il BMW Clean Energy Award: non solo porta al risparmio energetico, mette anche in moto muscoli, cervello e solidarietà. Al centro, le tessere energetiche

Roma – Piovono premi su un progetto ideato dalla IV F dell’ITIS “G. Vellauri” di Roma, uno di quei progetti che apre gli occhi e mette in moto i muscoli: la tv a pedali è stata insignita, nella capitale, del BMW Clean Energy Award nell’ambito degli eventi H2roma per la mobilità sostenibile e le questioni energetiche.

Gli alunni coordinati da Oscar Santilli, docente referente del progetto, hanno lavorato per promuovere nei giovani la consapevolezza dell’importanza delle questioni energetiche e ambientali. “Tale consapevolezza – spiegano – si riferisce soprattutto alla produzione e al consumo dell’energia”.

La tv a pedali

Come raggiungere questo obiettivo? La soluzione è, appunto, la tv a pedali . Non un oggetto, non solo evidentemente, ma una prospettiva . “Si prevede – spiega Santilli – uno scenario normativo che prescrive l’obbligo per i giovani di guardare la tv utilizzando esclusivamente l’energia elettrica prodotta dalla trasformazione dell’energia meccanica delle pedalate”.

Le tessere energetiche
Sebbene siano evidenti i benefici di una vita senza televisione, sembrano dire i ragazzi della IV F, se proprio la si deve guardare è meglio farlo pedalando. Per permettere di guardare la televisione senza pedalare, “ovvero in tempi non sincronici ma in differita” specificano gli autori del progetto, prima si è pensato all’utilizzo di pile e poi è arrivato il colpo di genio: “l’energia elettrica prodotta viene ceduta alla rete”.

Le tessere “La consegna – spiega Santilli – viene certificata da una scheda con memoria che registra il credito energetico spendibile successivamente, logicamente solo per guardare la tv. Per premiare la produzione virtuosa dell’energia, il gestore della rete riconsegna una quantità superiore a quella ceduta”. L’idea è che l’energia ceduta venga pagata circa 2,5 volte il prezzo di quella consumata. “Sono stati finanziati i decoder digitali perché non si può finanziare la tv a pedali?”, propone Santilli.

Siamo quindi dinanzi ad una tessera ricaricabile che ha davanti a sé un unico ostacolo. Spiega Santilli: “Sulla questione della legittimità del mercato dei crediti energetici, così come per il mercato delle quote inquinamento del trattato di Kyoto, non si è pervenuti ad un accordo”.

Come se non bastasse, il progetto pensa anche a chi non può pedalare . Il gestore della rete deve trattenere una percentuale, diciamo del 10 per cento, sull’energia prodotta, energia che può essere poi “dirottata” sui televisori dei ragazzi che non possono pedalare.

“Gli scenari e gli sviluppi sono numerosi – continua Santilli – Per citarne solo due: il miglioramento dei programmi tv e della tonicità muscolare. Di fatto, si crea una sorta di metafora della convivenza sociale dove ciascuno vive momenti d’individualità e di socializzazione e il valore del credito energetico si fonda sulla consapevolezza maturata sulla propria esperienza diretta e non mediata. È chiaro che la tv a pedali non risolve il problema energetico ma può innescare individualmente i comportamenti virtuosi e consapevoli necessari per la soluzione dei problemi ambientali”.

La tv a pedali

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fox82i scrive:
    Finalmente..
    Finalmente un po' di sana competitività...
  • Still Ballmates scrive:
    AVVISO AI WINARI
    Ragazzi so che è dura, ma tra poco sarà troppo tardi! Come farete a recuperare tutti i vostri dati,quando mamma Ms non ci sarà più? Ormai è solo questione di tempo (poco) non vedete quanta paura hanno?Documenti di Office: tutti persi :'(Backup di sistema: tutti persi :'(Dati di outlook: tutti persi :'((nolove) (win) (nolove)
    • TLH scrive:
      Re: AVVISO AI WINARI
      Io direi meglio cominciare a convertirli negli standard aperti.
    • pippo scrive:
      Re: AVVISO AI WINARI

      Ragazzi so che è dura, ma tra poco sarà troppo
      tardi!

      Come farete a recuperare tutti i vostri dati,
      quando mamma Ms non ci sarà più?

      Ormai è solo questione di tempo (poco) non vedete
      quanta paura
      hanno?

      Documenti di Office: tutti persi :'(
      Backup di sistema: tutti persi :'(
      Dati di outlook: tutti persi :'(
      Prova a recupera i tuoi documenti da quella sottospecie di google office se big g chiude :D
      • ,,, scrive:
        Re: AVVISO AI WINARI
        - Scritto da: pippo
        Prova a recupera i tuoi documenti da quella
        sottospecie di google office se big g chiude
        :DDipende da te...Se sei stato previdente e hai salvato i tuoi documenti in .odt o .pdf (eh già, la cattivissima BigG lo permette http://it.wikipedia.org/wiki/Google_Docs) google può chiudere come e quando vuole, ma i documenti non li perdi...Winari, convertite finche siete in tempo, cooooonvertiteeeeeee
        • pippo scrive:
          Re: AVVISO AI WINARI


          Prova a recupera i tuoi documenti da quella

          sottospecie di google office se big g chiude

          :D

          Dipende da te...
          Se sei stato previdente e hai salvato i tuoi
          documenti in .odt o .pdf (eh già, la cattivissima
          BigG lo permette
          http://it.wikipedia.org/wiki/Google_Docs) google
          può chiudere come e quando vuole, ma i documenti
          non li
          perdi...A si? E che fai? Vai a mountain view a farti dare l'hd con i tuoi dati?p.s. word http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Wordsalva anche in formati NON proprietari.
          • ,,, scrive:
            Re: AVVISO AI WINARI
            - Scritto da: pippo
            A si? E che fai? Vai a mountain view a farti dare
            l'hd con i tuoi
            dati?cioè se tu fossi un utente gOffice ti fideresti a lasciare i tuoi documenti *esclusivamente* in remoto?nessun salvataggio in locale?

            p.s. word
            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Word
            salva anche in formati NON proprietari.benissimo, allora cari winari, vi conviene iniziare a utilizzarli, che vista la situazione non si sa mai ;)
          • pippo scrive:
            Re: AVVISO AI WINARI


            A si? E che fai? Vai a mountain view a farti
            dare

            l'hd con i tuoi

            dati?

            cioè se tu fossi un utente gOffice ti fideresti a
            lasciare i tuoi documenti *esclusivamente* in
            remoto?
            nessun salvataggio in locale?Anch'io lo trovo assurdo, ma sembrava questo il senso dell' OP

            p.s. word

            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Word

            salva anche in formati NON proprietari.

            benissimo, allora cari winari, vi conviene
            iniziare a utilizzarli, che vista la situazione
            non si sa mai
            ;)Ed anche open office apre tranquillamente doc e xls ;)
          • ,,, scrive:
            Re: AVVISO AI WINARI
            - Scritto da: pippo
            Ed anche open office apre tranquillamente doc e
            xls
            ;)La compatibilità MsOffice - OpenOffice non è al 100%(riguardo ai formati chiusi)rischi comunque perdite di dati
    • Ciobix scrive:
      Re: AVVISO AI WINARI
      Scusami, ma di che documenti parli? Non ti seguo...
      • Still Ballmates scrive:
        Re: AVVISO AI WINARI
        - Scritto da: Ciobix
        Scusami, ma di che documenti parli? Non ti
        seguo...Scusa dove mi trovo? Chi sono?Aiutoooooooooo
    • CSOE scrive:
      Re: AVVISO AI WINARI

      Come farete a recuperare tutti i vostri dati,
      quando mamma Ms non ci sarà più?E i disegni di Autocad se Autodesk chiude ?Sai una cosa, per il momento credo che la gente continuerà a concentrarsi su quello che c'è scritto DENTRO i documenti e non del loro formato.
      • Still Ballmates scrive:
        Re: AVVISO AI WINARI
        - Scritto da: CSOE

        Come farete a recuperare tutti i vostri dati,

        quando mamma Ms non ci sarà più?

        E i disegni di Autocad se Autodesk chiude ?
        Non mi pare che Autocad abbia molti concorrenti.Hai ragionato prima di scrivere?
      • Banana Joe scrive:
        Re: AVVISO AI WINARI
        - Scritto da: CSOE

        Come farete a recuperare tutti i vostri dati,

        quando mamma Ms non ci sarà più?Tra parentesi, Il problema non sussiste- il problema sussiste quando mamma MS continua a esserci e brevetta e depreca i vecchi formati, che su openoffice si leggono abbastanzabene.
        E i disegni di Autocad se Autodesk chiude ?
        Sai una cosa, per il momento credo che la gente
        continuerà a concentrarsi su quello che c'è
        scritto DENTRO i documenti e non del loro
        formato.La gente, infatti, continua a fare errori da niubbi. Il contenuto è il tesoro, il formato è la chiave del forziere.
      • FinalCut scrive:
        Re: AVVISO AI WINARI
        - Scritto da: CSOE

        Come farete a recuperare tutti i vostri dati,

        quando mamma Ms non ci sarà più?

        E i disegni di Autocad se Autodesk chiude ?sai che non non è sbagliato come ragionamento?vallo a dire ad azienda che magari nel corso degli anni si erano specializzate su software di nicchia (ma al tempo molto avanzati) comeAbvent Zoom (CAD)Indini-D (3D)Topas 3D (chi se lo ricorda? era un precursore)EIAS (qui i lavori non li hanno persi, ma hanno smaltito di brutto in questi anni)Adobe Premiere su Mac (adesso è tornato ma era sparito)Più recentemente posso citareAdobe GoliveMacromedia Freehandma anche PageMaker...per adesso non me ne vengono altri ma sono centinaia, insomma la storia dell'informatica è piena di "cadaveri" e specializzarsi sul cavallo sbagliato può costare molto caro...
        Sai una cosa, per il momento credo che la gente
        continuerà a concentrarsi su quello che c'è
        scritto DENTRO i documenti e non del loro
        formato.no, la memoria del lavoro svolto è importante per una società... oggi poi è un fattore critico.Vai a spiegare ad un architetto che deve rifare tutto un progetto perché il software non lo producono più!(linux)(apple)
  • johnKent scrive:
    Corri ballmerd, corri!
    Corri, corri! dai!! devi star attaccato a google.. ma con quella ciccia..
  • Scared geek scrive:
    ZOMFG!
    Teh zombie lardman!!! :o :| :| :| :| :|:'(:'(:'(:'(:'(:'(
  • Bastard Inside scrive:
    E' inutile, se non gli mettono...
    ...la disco-music e danno un buon rifornimento di sedie non riesce proprio ad esprimersi al meglio delle sue possibilità :D
  • Service Pack scrive:
    Grande G
    Tranquillo Ballmer, tanto Google che avrà mai fatto.....1 milione di dollari oggi, 230 miliardi 10 anni dopo, che vuoi che sia!!!!MS sta sempre un passo indietro rispetto a Google, è inutile
Chiudi i commenti