La UE: è ufficiale, Echelon ci spia

Il conflitto diplomatico con gli USA è gravissimo. Gli americani trincerati nel silenzio ma ora l'accusa è confermata: gli States usano Echelon come strumento di spionaggio industriale. La UE consiglia: usate pesanti sistemi di cifratura


Roma – Gli Stati Uniti spiano il Mondo e l’Europa per fini industriali, per affermare le proprie industrie sui mercati esteri attraverso le informazioni riservatissime che arrivano da Echelon, il sistema di intercettazione che i servizi americani controllano con la complicità dei servizi canadesi, australiani, neozelandesi e britannici. Questo, e niente di meno, è l’allarme che è arrivato ieri pomeriggio dalla Commissione di indagine su Echelon dell’Unione europea.

La Commissione, reduce da una trasferta negli USA che ha confermato l’esistenza di Echelon e lo scopo per cui viene utilizzato, giudica in modo durissimo quanto accaduto. Tanto che Gerhard Schmid, europarlamentare tedesco relatore della Commissione, si è appellato alle aziende del Vecchio Continente: “E ‘ necessario che ogni impresa europea protegga le proprie comunicazioni”. Come a dire: Echelon spia ogni cosa e può intercettare qualunque azienda: una prima soluzione è il ricorso massiccio a pesanti sistemi di cifratura.

L’accusa è che non solo sia stata violata la privacy di aziende, imprenditori e privati cittadini ma che lo si sia fatto per aggiudicarsi appalti, per guadagnare rendite di posizione sui mercati, per anticipare le mosse dei competitori europei e internazionali.

Durissimo anche Ugo Intini, sottosegretario agli Esteri: “Oggi apprendiamo ufficialmente che il sistema di intercettazione satellitare Echelon, gestito dagli Stati Uniti con la collaborazione dei Paesi anglosassoni, ha esercitato lo spionaggio industriale contro l’Europa (e quindi anche contro l’Italia) soprattutto allo scopo di battere con qualunque mezzo le nostre aziende nelle gare di appalto”. Secondo Intini “Questa spregiudicata attività della Cia getta una nuova luce sulla campagna americana e anglosassone contro le tangenti e la corruzione che ha accompagnato gli sviluppi di Tangentopoli. Si può infatti ragionevolmente immaginare che, nella prima metà degli anni ’90, la Cia abbia usato tutti i suoi strumenti per destabilizzare i sistemi politici ed economici e che, finita la guerra fredda tra Est e Ovest, erano diventati non più alleati militari, ma semplici concorrenti commerciali”.

Sono anni che i paesi dell’Unione Europea si interrogano sul funzionamento e sul reale scopo di Echelon, un sistema di intercettazione a cui viene attribuita la capacità di captare pressoché qualsiasi genere di comunicazione telefonica o elettronica. Un Grande Fratello “formato USA” di cui gli stessi americani hanno formalmente sempre negato l’esistenza.


Ma il drappello di parlamentari europei che in queste settimane si è recato negli States per aver chiarimenti e rassicurazioni si è scontrato, raccontano le cronache di queste ore, con imbarazzati silenzi e con incontri organizzati allo scopo di annacquare l’inchiesta.

I membri della commissione non sono stati ricevuti da alcune delle autorità federali statunitensi con cui avevano chiesto di dialogare. Non sono riusciti ad incontrare i ministri del Governo USA né a parlare con i responsabili della NSA, la National Security Agency a cui si attribuisce il “controllo centrale” di Echelon.

Il tutto è naturalmente condito dalla clamorosa dichiarazione che qualche tempo fa rilasciò un ex capo della CIA, James Woolsey, secondo cui Echelon esiste e spia le imprese europee, anche se lo fa, diceva Woolsey, solo per controllare che queste non commettano illeciti. L’ex boss CIA sosteneva infatti che non c’è alcun passaggio di informazioni tra Echelon e le imprese statunitensi.

Dall’insieme delle informazioni raccolte e dall’atteggiamento al limite dell’oltraggioso degli americani, i commissari hanno tratto le ultime conferme sull’esistenza di Echelon e la portata dello scopo del suo utilizzo.

Che la situazione sia grave lo ha confermato anche Nicole Fontaine, presidente dell’Europarlamento, che si è detta preoccupata per l’impossibilità di instaurare un dialogo costruttivo con gli uomini dell’amministrazione Bush. Rimane anche aperto il “fronte britannico”: Londra è infatti pienamente coinvolta in Echelon ma è anche un membro fondatore dell’Unione Europea. Due ruoli contrapposti che, ora, sembrano portare la Gran Bretagna verso una inevitabile “resa dei conti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Al MIT non sono d'accordo
    Caro Webmasterpoitpuntorg leggi leggihttp://www.techreview.com/magazine/jun01/tristram.aspBroadband's Coming Attractions
  • Anonimo scrive:
    Il risparmio sul canone ISDN
    Credo che il principale vantaggio dell'ADSL consista nel conserrtirti l'uso del telefono, senza necessità della costosa linia ISDN, con relativo canone di circa 25 sacchi aggiuntivi.Oltretutto, visto che le flat a quanto pare stiano attraversando un momentaccio, rischi di farti segare l'account non appena sfori i tempi di connessione.Sono stato un anno con Galactica, fino a fine marzo, e non ho avuto problemi, ma adesso forse le cose son cambiate.Infine, la tendenza all'appesantimento delle pagine é inarrestabile, ti capica come miente di scaricare 100 e più k prima di vedere qualcosa.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Mancanza di fantasia
    Credo che questa nota sia totalmente contraria a quello che molte persone che come hanno l'ADSL pensano. Ecco alcune osservazioni:1. ADSL significa navigare in internet con un collegamento always on. Questo fa si che internet puo' essere utilizzato per qualsivoglia cosa, Pagine Gialle, Pagine Bianche, Guide del Gambero Rosso, Notizie, Radio e Telegiornali sa disposizione quando si vuole.2. Scambiare files e' tutta un'altra cosa. Un file MP3 si scarica in poco piu di 2 minuti. Un CD completo in poco piu' di 30 minuti. 1 cd al mese via Internet equivale ad un risparmio di 500000 annue3. Un film si scambia in poco piu di 8-10 ore di collegamento. Il risparmio lo lascio a voi4. Ricevere software upgrades e scaricare anche di 600-700 MB e' un bazzecola. Linux via rete e' gratis quando costa in negozio ?5. Con ADSL fare telefonate via internet/video conferenze e' una vera realta' (Altro che 6. Un collegamento ADSL a casa consente di rendere reale le ipotesi di tele-lavoro. Io stesso da quando ho il collegamento ADSL a casa riesco a lavorare anche utilizzando applicativi pesanti senza problemi.7. Inoltre dobbiamo parlare non in termini di costi assoluti ma di costo incrementale rispetto ad una connesione analogica. Ad oggi io pago Lit 60000 iva inclusa per un collegamento ADSL che non garantisce la banda passante ma che, nella mia esperienza di utente non cambia nulla.Il costo marginale e' zero anzi ed inoltre se penso ad un amico mio che ha un flat con numero verde che e' perennemente occupata io mi sento un re, infatti il rapporto qualita' prezzo e' incostabile.8. Da notare che un connessione ADSL garantisce anche un grande capacita' per l'utilizzo della posta elettronica. Io per esempio ho fino a 30 MB totali e un massimo di 20 MB per file. Questo significa poter inviare interi album fotografici a chicchessia senza per questo riempire la casella postale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mancanza di fantasia
      - Scritto da: vincenzo
      3. Un film si scambia in poco piu di 8-10
      ore di collegamento. Il risparmio lo lascio
      a voiE la qualità? Se t'accontenti di vedere un film a bassa risoluzione o con la tipica quadrettatura (qualsiasi sia il codec usato, la quadrettatura è sempre presente)... I dvd costeranno "tanto", ma sono 100 volte meglio!!!
      5. Con ADSL fare telefonate via
      internet/video conferenze e' una vera
      realta' (Altro che "Altro che" cosa?
      6. Un collegamento ADSL a casa consente di
      rendere reale le ipotesi di tele-lavoro. Io
      stesso da quando ho il collegamento ADSL a
      casa riesco a lavorare anche utilizzando
      applicativi pesanti senza problemi.Scusa, ma la velocità di connessione cosa c'entra con "gli applicativi pesanti"? Ammesso anche che si voglia utilizzare programmi in remoto con sistemi tipo PC Anywhere, lavorare in questa maniera risulta oltremodo scomodo, vista la limitata banda a disposizione per questo tipo di cose.
      8. Da notare che un connessione ADSL
      garantisce anche un grande capacita' per
      l'utilizzo della posta elettronica. Io per
      esempio ho fino a 30 MB totali e un massimo
      di 20 MB per file. Questo significa poter
      inviare interi album fotografici a
      chicchessia senza per questo riempire la
      casella postale.Beh, non è la connessione in sè che garantisce la capacità: è il vantaggio della velocità di download!Saluti
  • Anonimo scrive:
    La connessione 24h/24 è la cosa più importante
    Dal mi punto di vista, è meglio avere una connessione permanente relativamente lenta piuttosto che una veloce, ma usufruibile per un tempo limitato o pagata a traffico. ADSL va in questa direzione, e dopo i vari fallimenti delle flat su numero verde, sembra rimasta l'unica soluzione per chi ha queste esigenze.Per molti degli 'scottati' da numero verde, l'esigenza è questa, la velocità elevata (ma senza garanzie di banda) passa molto in secondo piano.
  • Anonimo scrive:
    ...considerazioni
    Mi chiedevo fino a poco tempo fa per quale ragione vi era uno smodato interesse di Telecom per Telemontecarlo.Poi, quando ho letto i dati di avanzamento delle connessioni adsl e verificato lo sforzo di Telecom per allargare l'utenza..... ho messo insieme le due cose.A buon intenditor....
  • Anonimo scrive:
    Un paio di dritte sui due mesi gratuiti
    Sono stato contattato per provare gratuitamente ADSL per 2 mesi. Ho sommerso di domande chi al telefono mi proponeva l'offerta. Ci ho pensato attentamente perchè i regali in certi campi non esistono. E ho accettato.Provo la connessione. Bella. Utile. Ho già usato connessioni anche più veloci in azienda. Ma questa va già bene.Poi un paio di dubbi:1) Ma qual è la velocità effettiva a cui sto muovendomi in rete?2) Ma i 2 mesi fin quando durano?Ed ecco le risposte - non troppo facilmente rintracciate:1) Mentre per telefono i 256 kb mi sono stati spacciati come banda minima - cosa che mi sembrava in realtà piuttosto strana - scopro che sono la banda massima. E al telefono ho chiesto almeno due volte. Per essere sicuro.2) I due mesi - che mi sembravano logici iniziare al momento dell'installazione dell'ADSL: scopro, dopo mezz'ora di chiacchiere telefoniche con il 187 Telecom, che sono iniziati invece dal momento in cui ho detto "sì" al telefono: 13 giorni prima dell'installazione...Ora: io qualcosa di informatica capisco. E essendo stato abituato a muovermi con attenzione - anche eccessiva a volte - al momento di un acquisto, ho chiesto e richiesto. Ma a chi non avesse il tempo, o la voglia, o non si ponesse il problema e non disdicesse in tempo - in caso di insoddisfazione - cosa succederebbe?Ai lettori le conclusioni!
  • Anonimo scrive:
    un po' di calma...
    "...l'altra sera....""...dopo un'ora..."Mi pare un po' affrettato per dare giudizi...Ora hai una connesisone veloce a poco a poco inizierai a navigare in modo diverso, cercando siti dai contenuti differenti. Senza contare che hai il vantaggio di rimanere collegato 24h/24 potendo fare anche telefonate, ecc... ecc...Io ho una connesisone veloce in ufficio e una "normale" a casa: non ci sono paragoni, anche per cose più "stupide"Ciao e divertiti
  • Anonimo scrive:
    Scaricare i Film
    In rete c'è la possibilità di scaricare i film in divx...e molto altro se ci si guarda intorno
  • Anonimo scrive:
    E proprio di questo....
    Vorrei segnalare un sito che tratta proprio quest'argomento, ovvero come poter sfruttare al massimo la connessione veloce.Inoltre sono presenti link, offerte ADSL, informazioni per la connessione satellitare e molto altro ancora.http://speed.webjuice.it
Chiudi i commenti