La UE vota: Echelon esiste, va bloccato

La decisione presa a Strasburgo mette la parola fine alle indecisioni: il sistema di intercettazione esiste ed è preoccupante. Devono partire una serie di contromisure, una task force ad hoc e nuove regole USA-UE. Ecco i dettagli


Bruxelles – Per mesi hanno dovuto barcamenarsi tra lo scetticismo di molti e le bugie degli americani, che hanno sempre sostenuto che Echelon non esiste. Ora finalmente i parlamentari dell’Unione Europea sentono di essere arrivati ad un punto fermo: Echelon in effetti esiste, la sua attività è preoccupante, in parte ancora ignota, e bisogna prendere le opportune contromisure.

Il punto fermo è costituito dall’approvazione, mercoledì scorso, di un progetto in 44 punti per contrastare le attività Echelon. E che ci siano pochi dubbi sulle attività del sistema globale di intercettazione gestito dagli Stati Uniti in collaborazione con Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Australia e Canada lo dimostra il voto stesso: 367 a favore, 159 contro e “solo” 34 astenuti.

“Ora possiamo dire con chiarezza – ha dichiarato il deputato Carlos Coelho, presidente della Commissione di inchiesta su Echelon messa in piedi dall’Unione europea nei mesi scorsi – che Echelon esiste”.

Sono stati mesi in cui si è proceduto alla raccolta informazioni, all’audizione di esperti, ufficiali e funzionari principalmente europei. Mesi in cui sono state raccolti dati di ogni genere, un dossier di 140 pagine accettato dal Parlamento europeo come prova inconfutabile dell’esistenza del network “segreto” di spionaggio. “Molti – ha dichiarato Coelho – credevano che non saremmo mai riusciti a trovare prove a sufficienza”.

Uno dei momenti chiave per comprendere l’atteggiamento ambiguo degli Stati Uniti rispetto all’inchiesta condotta in Europa si è avuto lo scorso maggio, quando una delegazione europea giunta negli USA non ha potuto incontrare né la CIA né la NSA, i due bracci dei servizi segreti americani ai quali si attribuisce, specialmente alla seconda, la gestione di Echelon. Una ambiguità che con il rapporto viene alla luce, in quanto gli Stati Uniti ancora oggi negano ufficialmente l’esistenza di un sistema del genere o che un apparato di spionaggio interferisca con le attività industriali europee.

Stando a quanto contenuto nel rapporto approvato dall’Unione europea, Echelon è nato all’inizio della Guerra Fredda, allo scopo di intercettare comunicazioni private e commerciali, e non militari come pure si potrebbe pensare. Negli anni, la sua rete di intercettazione si è estesa, coinvolgendo basi e stazioni che si trovano in molti paesi nel mondo.

Le 44 contromisure previste dalla UE sono tutte all’insegna della cooperazione tra i paesi membri per mettere in piedi al più presto un sistema di intercettazione e cifratura capace di contrastare le attività di Echelon. Una raccomandazione specifica, già formulata nei mesi scorsi, invita gli europei che trasmettano informazioni “sensibili” di ricorrere a potenti mezzi di cifratura.


Il passo successivo sarà un trattato interno alla UE che metterà al bando qualsiasi attività di spionaggio industriale all’interno del territorio comunitario e darà vita ad un approfondito esame delle attuali attività condotte dalle strutture di intelligence dei diversi paesi.

Uno degli elementi chiave del rapporto sottolinea che la quantità di comunicazioni private tra i cittadini europei raccolta da Echelon sarebbe “una porzione molto ridotta” del totale delle comunicazioni email, telefoniche o fax che verrebbero intercettate soprattutto con strumenti satellitari.

Un “buffetto” agli alleati americani arriva con la richiesta a Washington di partecipare a nuovi negoziati per rafforzare la legislazione internazionale sulla protezione dei dati e della privacy, un argomento che da sempre l’amministrazione USA, contraria a regolamentazioni in materia, non sembra digerire facilmente.

D’altra parte gli estensori del rapporto non sono riusciti a trovare prove inconfutabili del fatto che Echelon venga utilizzata a scopo di spionaggio industriale dalle imprese statunitense in accordo con i servizi segreti. Il vicepresidente del Parlamento europeo, il tedesco Gerhard Schmid, ha spiegato che “quando si parla di importanti contratti internazionali, sappiamo che gli Stati Uniti ascoltano le relative comunicazioni fino nei dettagli”. Ma da qui ad affermare che le informazioni raccolte vengano utilizzate a nocumento delle imprese europee la strada è lunga, talmente lunga da aver consigliato estrema prudenza all’Europarlamento.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • WVjIuvnw scrive:
    eCeuBWJfpWE
    Do you require to ticket in the event you are architecture league member?, http://www.linkedin.com/pub/dir/JOHN/BROWNE john browne florida, 329, http://www.barrowbc.gov.uk/default.aspx?page=2490 john browne florida, bclyd,
  • owpsIacvN scrive:
    xfNOIbELehHefd
    Hello your web site is extraordinary .I agree you're creating your intensive understanding.I'm keen on explore numerous much more functions of one's web site, http://www.champedmunds.org champ edmunds sentate, ccjhyq, http://www.markudall2014.com mark udall, 6401, http://marylandrieu.net mary landrieu,
    :),
  • ZzsvtLXwYnK dDuqg scrive:
    AeTkYUwfWgr
    This city has a lot of a outstanding Bauhaus structural buildings and many other prehistoric attraction are all enclosed in this beautiful city. Most areas can provide the as conference those touches to yourinterior design are what counts. , http://davenporthotelreservation.com davenport hotel job openings, trrx, http://galthousehotelreservation.com galt house reviews, ivsep, http://hapunabeachprincehoteldeals.com hapuna beach prince hotel hawaii, 2392,
  • Anonimo scrive:
    Il filo rosso....
    ... si lega con quello nero.La censura cinese, "rossa", fa la spola a quella del nostro governo di vietare le manifestazioni in piazza.Questo per sottolineare ancora una volta come non sia il fatto di essere di destra o di sinistra che porta alla censura, ma l'essere governati da gente che non è al potere nell'interesse della gente, ma solo per motivi personali.Lo fanno in Cina, lo fanno in Italia.I soldi ed il potere, come si dice, non hanno odore e sottolinerei, colore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il filo rosso....
      - Scritto da: l
      ... si lega con quello nero.
      La censura cinese, "rossa", fa la spola a
      quella del nostro governo di vietare le
      manifestazioni in piazza.
      Questo per sottolineare ancora una volta
      come non sia il fatto di essere di destra o
      di sinistra che porta alla censura, ma
      l'essere governati da gente che non è al
      potere nell'interesse della gente, ma solo
      per motivi personali.
      Lo fanno in Cina, lo fanno in Italia.
      I soldi ed il potere, come si dice, non
      hanno odore e sottolinerei, colore.cazzate la censura esiste dappertutto il sistema e' questo e non si puo cambiare piuttosto adeguatevi figli di matrix
      • Anonimo scrive:
        Re: Il filo rosso....

        cazzate la censura esiste dappertutto il
        sistema
        e' questo e non si puo cambiare piuttosto
        adeguatevi figli di matrix ottimista eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il filo rosso....

        cazzate la censura esiste dappertutto il sistema
        e' questo e non si puo cambiare piuttosto
        adeguatevi figli di matrixMa che dici?La censura è usatat massicciamente dai paesi dittatoriali, nei paesi europei si limitano a censurare l'istigazione alla violenza e all'odio razziale.Dimmi dov'è la censura negli Stati Uniti, dai.
  • Anonimo scrive:
    L'Italia non sarà diversa.
    ma vi aspettate che in Italia sia diverso?Stiamo seguendo tutte le vie per arrivare a questo tipo di vita.Certo, ora va tutto bene: ma ad ogni libertà che ci tolgono, ogni libertà di fare comode che a qualcuno fanno storcere il naso, - nessuno fa assolutamente nulla.Forse sarò abbastanza vecchio, quando succederà qualcosa di veramente brutto.Forse però dovrei fare qualcosa prima.Ma combattere con le armi corrette, non porta a granché: la politica si scontra con la politica. Non si riesce a FARE.
  • Anonimo scrive:
    Internet scomoda
    In un paese che calpesta sistematicamente i diritti umani, dove una persona viene giustiziata se trovata in possesso di una canna o di una cassetta pornografica sicuramente internet e' molto scomoda e da' fastidio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet scomoda

      In un paese che calpesta sistematicamente i
      diritti umani, dove una persona viene
      giustiziata se trovata in possesso di una
      canna o di una cassetta pornografica
      sicuramente internet e' molto scomoda e da'
      fastidio.Le opinioni sono scomode ed ancor più il diffonderle, non internet. Non ti scandalizzare troppo: anche in occidente siamo sulla buona strada :((
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet scomoda
      Pensa, conosco un paese occidentale in cui la Polizia Postale sequestra i siti, nel silenzio generale.Ti consiglio la lettura di: "Contrappunti/ Massì, chiudiamo quei siti"http://punto-informatico.it/p.asp?i=37156
      • Anonimo scrive:
        Re: Internet scomoda
        questo perche nell' opiniane pubblica, ben pilotata dalla tv e gionali, internet e' visto come un gioco, una perdita di tempo e quindi un sito "non e' una cosa seria"
      • Anonimo scrive:
        Re: Internet scomoda
        si e' vero, ma almeno in Italia non c'e' la pena di morte se ti beccano con un sacchetto di erba.Non dico che l'occidente e' perfetto, ma e' meno barbaro della Cina...
        • Anonimo scrive:
          Re: Internet scomoda

          si e' vero, ma almeno in Italia non c'e' la
          pena di morte se ti beccano con un sacchetto
          di erba.

          Non dico che l'occidente e' perfetto, ma e'
          meno barbaro della Cina...ne sei certo?in australia 430 persone rischiano di morire perche' sono state salvate in mare e nessuno li vuole far sbarcare...come la chiami questa?gentilezza?
          • Anonimo scrive:
            Re: Internet scomoda

            ne sei certo?
            in australia 430 persone rischiano di morire
            perche' sono state salvate in mare e nessuno li
            vuole far sbarcare...
            come la chiami questa?
            gentilezza?Ma che c'entra?Se parliamo di diritti umani, la Cina è secoli indietro all'Europa, senza offesa, per carità.Noi ci facciamo governare da politici che abbiamo eletto, noi non abbiamo la pena di morte.Dai, falla finita con la difesa di uno stato dittatoriale!
          • Anonimo scrive:
            Re: Internet scomoda

            Ma che c'entra?
            Se parliamo di diritti umani, la Cina è
            secoli indietro all'Europa, senza offesa,
            per carità.
            Noi ci facciamo governare da politici che
            abbiamo eletto, noi non abbiamo la pena di
            morte.Gli Usa si
            Dai, falla finita con la difesa di uno stato
            dittatoriale!non difendo nessuno.Ma per me e' peggio un popolo egoista nel benessere, che comandato da tiranni nella poverta'.In Cina 1 miliardo e 200 milioni di persone non possono per forza pensarla come i loro dittatori.In Australia la maggioranza della popolazione (ricca e bianca) pensa che navi come quelle da loro non debbano attraccare.E' peggio.. senza ombra di dubbio...Meglio poveri e solidali, che ricchi e bastardi
          • Anonimo scrive:
            Re: Internet scomoda

            In Cina 1 miliardo e 200 milioni di persone
            non possono per forza pensarla come i loro
            dittatori.No, DEVONO pensarla come loro.Senno li sparano!
          • Anonimo scrive:
            Re: Internet scomoda
            - Scritto da: SVEGLIA!!!!

            In Cina 1 miliardo e 200 milioni di
            persone

            non possono per forza pensarla come i loro

            dittatori.

            No, DEVONO pensarla come loro.
            Senno li sparano!
            pensa che in Australia non li obbliga nessuno...e pure sono bastardi lo stesso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Internet scomoda
            - Scritto da: saygon


            - Scritto da: SVEGLIA!!!!


            In Cina 1 miliardo e 200 milioni di

            persone


            non possono per forza pensarla come i
            loro


            dittatori.



            No, DEVONO pensarla come loro.

            Senno li sparano!



            pensa che in Australia non li obbliga
            nessuno...
            e pure sono bastardi lo stesso...Avranno paura che se accettano questi qua, in breve si ritrovano fra le palle 1.2 miliardi di profughi cinesi!ROTFL
      • Anonimo scrive:
        Re: Internet scomoda
        NON vorrai venire a paragonare un paio di sequestri-cazz@ta in stile fido-bust con la pena di morte spero... ragazzi ma il senso della misura e l'oggettività dove l'avete ???
        • Anonimo scrive:
          Re: Internet scomoda

          NON vorrai venire a paragonare un paio di
          sequestri-cazz@ta in stile fido-bust con la
          pena di morte spero... ragazzi ma il senso
          della misura e l'oggettività dove l'avete
          ???
          noooooinfatti agli stati uniti lecchiamo sempre il culo....senno' ci ammazzano con un po' di gas..o con il napalmo con qualche virus impazzito e sfuggito ai loro laboratori, come e' probabile che sia quello dell'aids...questo non assolve assolutamente il regime cinesema la censura e' censura, ovunque venga praticata
      • Anonimo scrive:
        Re: Internet scomoda

        Pensa, conosco un paese occidentale in cui la
        Polizia Postale sequestra i siti, nel silenzio
        generale.
        Ti consiglio la lettura di: "Contrappunti/ Massì,
        chiudiamo quei siti"
        http://punto-informatico.it/p.asp?i=37156E allora?In tutti i paesi può succedere, dipende dal motivo.Il tuo post non assolve i crimini che quotidianamente vengono perpetrati in Cina, dalle esecuzioni per furto alla mancanza di elezioni!La prossima volta, prima di scrivere queste cavolate, pensaci bene!Saluti
Chiudi i commenti