La verità Wikipedia sull'aereo Malaysian la scrive Mosca

Gli hacker accusano il Governo russo di essere intervenuto per cambiare la storia prima ancora che possa essere scritta. La propaganda passa per l'enciclopedia libera?

Roma – La guerra in Ucraina ha aperto un fronte anche online: in ballo – per il momento – la verità circa l’ultimo drammatico evento dello scontro, la caduta di un aereo civile nel paese, la morte delle 298 persone a bordo, le relative responsabilità per l’accaduto. La vicenda riguarda la voce russa Wikipedia contenente una lista di incidenti aerei relativi all’aviazione civile e nel dettaglio la parte in cui parla proprio del volo MH17 della compagnia aerea Malaysian abbattuto in Ucraina pochi giorni fa.

Le indagini sul caso, sulle responsabilità e sui coinvolgimenti, sono ancora in corso e non sembrano destinate a concludersi velocemente: tuttavia su Wikipedia c’è già la volontà da parte della Russia di imprimere la propria verità, in modo tale da distogliere o attirare l’attenzione dei netizen su un particolare o su un altro. Ad accorgersi dell’interventismo online di Mosca è stato l’account Twitter @RuGovEdits , che monitora gli interventi su Wikipedia da parte di IP controllati dal governo russo.

D’altra parte, il paese di Putin dimostra di non avere scrupoli a intervenire direttamente sulla verità fotografata da Wikipedia: a farne una lista completa , per esempio, è stato il programmatore norvegese Jari Bakken che conta, negli ultimi 10 anni (ma soprattutto negli ultimi 4), almeno 7mila modifiche anonime apportate alle pagine russe dell’enciclopedia che sarebbero riconducibili ad IP legati al governo di Mosca.

Da ultimo, @RuGovEdits ha rilevato l’editing ora apportato dall’emittente statale radiotelevisiva russa VGTRK alla pagina relativa ai disastri aerei. In particolare, le modifiche di cui si parla riguardano la descrizione dell’abbattimento del volo MH17 e delle relative colpe. Secondo una precedente versione responsabili erano “dei terroristi dell’auto-proclamata repubblica popolare di Donetsk, che hanno sparato all’aereo con il sistema missilistico Buk, ricevuto dalla Federazione russa”: nella nuova versione si legge semplicemente che l’aereo è stato colpito “dai soldati ucraini”. Senza più alcun riferimento a Mosca.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    appre non cincischia.
    ditela giusta: se ne strasbatte le OO e fa di tutto per tirare il piu' i lungo possibile la spremitura dei limoni, pardon, volevo dire schiavi, pardon, volevo dire clienti clienti. Ci guadagnoano di piu a dare il rimborso a quei 4 gatti che lo chiedno piuttosto che fare un lavoro serio (ma meno remunerativo) a monte del problema.
    • Nauseato scrive:
      Re: appre non cincischia.
      - Scritto da: ...
      ditela giusta: se ne strasbatte le OO e fa di
      tutto per tirare il piu' i lungo possibile la
      spremitura dei limoni, pardon, volevo dire
      schiavi, pardon, volevo dire clienti clienti. Ci
      guadagnoano di piu a dare il rimborso a quei 4
      gatti che lo chiedno piuttosto che fare un lavoro
      serio (ma meno remunerativo) a monte del
      problema.Apple ci si mette d'impegno a rendersi sempre più odiosa, e non è certo l'unica azienda priva di moralità, anzi è in buona compagnia, e tutto danno a cosa mi riferisco.
      • panda rossa scrive:
        Re: appre non cincischia.
        - Scritto da: Nauseato
        - Scritto da: ...

        ditela giusta: se ne strasbatte le OO e fa di

        tutto per tirare il piu' i lungo possibile la

        spremitura dei limoni, pardon, volevo dire

        schiavi, pardon, volevo dire clienti clienti. Ci

        guadagnoano di piu a dare il rimborso a quei 4

        gatti che lo chiedno piuttosto che fare un
        lavoro

        serio (ma meno remunerativo) a monte del

        problema.

        Apple ci si mette d'impegno a rendersi sempre più
        odiosa, e non è certo l'unica azienda priva di
        moralità, anzi è in buona compagnia, e tutto
        danno a cosa mi
        riferisco.No, considerando che quel tipo di aziende sono almeno una dozzina, abbiamo parecchia incertezza a immaginare a che cosa ti riferisci.
  • pippo cannelungh e scrive:
    Un po' ci marcia..
    Secondo il produttore dei dispositivi con la Mela le autorità devono capire che nei casi in cui il sistema di acquisti previsto da iOS venga per sbaglio utilizzato per addebitare costi ai genitori (o spinga un utente distratto ad una spesa non calcolata) il suo sistema di assistenza clienti permette di ricevere un rimborso correggendo l'operazione. Apple, per esempio, ha già accettato di rimborsare 37mila utenti con 32,5 milioni di dollari. D'accordo che la colpa è sempre e comunque di chi, alla fine, preme il tasto "Compra" senza preoccuparsi troppo del significato.D'accordo che Apple ha rimborsato una media di 87 dollari a persona per coloro che l'hanno richiesto (una bella calcata al pargolo ci starebbe anche eh..)Però quanti effettivamente fanno richiesta di rimborso e quanti lasciano andare con un "vabbè per 5 euro non sto nemmeno lì a chiamare l'assistenza"? Apple dovrebbe tenere conto anche di questo e, in effetti, probabilmente lo fa :) (stesso discorso andrebbe fatto per Google, Microsoft, ecc ecc eh)
    • il signor rossi scrive:
      Re: Un po' ci marcia..
      - Scritto da: pippo cannelungh e

      Però quanti effettivamente fanno richiesta di
      rimborso e quanti lasciano andare con un "vabbè
      per 5 euro non sto nemmeno lì a chiamare
      l'assistenza"? Apple dovrebbe tenere conto anche
      di questo e, in effetti, probabilmente lo fa :)
      (stesso discorso andrebbe fatto per Google,
      Microsoft, ecc ecc
      eh)guarda che ne tiene conto eccome... se hanno rimborsato 32 milioni di dollari senza colpo ferire, evidentemente sanno benissimo che i soldi che guadagnano dagli utenti che fanno acquisti in app "per sbaglio" è ben superiore, altrimenti significa che per loro stessi sarebbe economicamente conveniente bloccare gli acquisti in app non autorizzati.Google fa bene a mettere una politica più restrittiva, giova alla sua immagine, ora però voglio vedere se l'Europa sarà con Apple così inflessibile come ha mostrato di essere con Google negli ultimi tempi.
  • bubba scrive:
    ogni tanto
    capita che ne dicano una giusta. L'abuso della parola "gratis" andrebbe legnato. Il resto, vabbe'... se uno e' dotato di c/c, ma non sa poi leggere...
    • Funz scrive:
      Re: ogni tanto
      - Scritto da: bubba
      capita che ne dicano una giusta. L'abuso della
      parola "gratis" andrebbe legnato. Il resto,
      vabbe'... se uno e' dotato di c/c, ma non sa poi
      leggere...Come anche "per sempre" (i.e. finché paghi)oppure "illimitato" (i.e. finché non superi il limite di giga)
Chiudi i commenti