L'addio a Kotok, pioniere dei videogiochi

Era tra i progettisti di quello che viene considerato il capostipite d'ogni videogioco. Ha lavorato con gli hacker del MIT, divenuti alcuni dei più importanti personaggi nella storia dell'informatica

Cambridge (USA) – Alan Kotok è morto a 64 anni nella sua casa nel Massachussets. Pioniere dei videogiochi e protagonista di quella che l’autore Steven Levy ha definito ” rivoluzione informatica “, Kotok ha avuto un ruolo determinante alla creazione di Spacewar (vedi foto), considerato il capostipite dei videogiochi.

Kotok, stroncato da un attacco cardiaco, entrò al MIT all’età di appena 16 anni, dove prese parte al Model Railroad Club , il luogo dove grandi personalità dell’informatica hanno contribuito a plasmare il significato del termine “hacker”, inteso come appassionato di tecnologia elettronica e autodidatta della tecnologia.

Un'immagine del primo videogame “Gli unici soldi che ho fatto grazie a Spacewar”, disse in un’intervista rilasciata al New York Times nel 1990, “sono dovuti alla mia attività professionale come consulente legale per le aziende videoludiche finite in tribunale”: il ruolo di Kotok nello sviluppo di Spacewar è stato comunque determinante per la storia del medium videoludico.

Durante la sua carriera ultratrentennale nell’informatica, Kotok è stato il chief architect di Digital Equipment, prima acquisita da Compaq e oggi parte di HP , ed è annoverato tra gli inventori della serie di calcolatori PDP-10 , considerati gli “antenati” degli attuali personal computer.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    brevi notizie
    http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2006/06/02/AR2006060201648.html?sub=AR
  • Anonimo scrive:
    Re: USA, raffiche di webcam contro i cla
    così sarà possibile verificare eventuali abusi da parte delle autorità di vigilanza.se ci fossero state ad abu graib certe webcam....
    • Anonimo scrive:
      Re: USA, raffiche di webcam contro i cla
      - Scritto da:
      così sarà possibile verificare eventuali abusi da
      parte delle autorità di
      vigilanza.
      se ci fossero state ad abu graib certe webcam....I soliti americani...Farebbero meglio ad usare raffiche di M60, o di cannoncini Vulcan.
  • Anonimo scrive:
    Re: USA, raffiche di webcam contro i clandestini
    Mi sembra una cosa mostruosa, non è un videogioco sono esseri umani disperati!
    • Anonimo scrive:
      Re: USA, raffiche di webcam contro i clandestini
      - Scritto da:
      Mi sembra una cosa mostruosa, non è un videogiocoInfatti e' sorveglianza, distribuita.
      sono esseri umani disperati!Sotto il profilo legale purtroppo no no.
    • Anonimo scrive:
      Re: USA, raffiche di webcam contro i cla
      Mancano solo le mitragliette comandate a distanza...........
  • Anonimo scrive:
    Re: USA, raffiche di webcam contro i cla
    mah, rischia di trasformarsi in un enorme videogioco... squadre stile unreal turnment, una a consigliare la polizia, l'altra i clandestini (perche' potrebbe succedere anche questo)giri di scommesse... etc. etc.
  • Anonimo scrive:
    segno di civilta inferiore
    per i leghisti il commento era ironico ovviamente
    • Anonimo scrive:
      Re: segno di civilta inferiore
      allora il commento era segno di civilta superioree che sto ancora dormendo quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: segno di civilta inferiore

      per i leghisti il commento era ironico ovviamenteMeno ironico e' per chi ci specula sui clandestini.
      • Anonimo scrive:
        Re: segno di civilta inferiore

        Meno ironico e' per chi ci specula sui
        clandestini.fanno schifo allo stesso modo intendevo dire che almeno nell'eta della pietra c'era la regola del piu forte apertamente oggi invece civilta superiore e termini simili gente che si considera superiore ma a che cosa poi quindi
  • Anonimo scrive:
    ci vorrebbe da noi
    ma con mitragliatrici sotto.
    • Anonimo scrive:
      Re: ci vorrebbe da noi
      - Scritto da:
      ma con mitragliatrici sotto.Meglio minare il mare.Sai che deterrente fargli vedere una delle loro carrette finire su una bella mina magnetica....
  • Anonimo scrive:
    Chissà cosa ne pensano gli indiani
    d'america, di questa politica anticlandestini...discendenza inglese brrrrrr.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà cosa ne pensano gli indiani
      - Scritto da:
      d'america, di questa politica anticlandestini...
      discendenza inglese brrrrrr.Mah, forse gli indiani vedevano i bianchi come clandestini e per questo li combattevano? :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà cosa ne pensano gli indiani
        gli indiani erano accoglienti ti vedi l'indiano a chiedere il permesso di soggirno a colombo quindi
        • Anonimo scrive:
          Re: Chissà cosa ne pensano gli indiani
          - Scritto da:
          gli indiani erano accoglientiDipende dal gruppo.
          ti vedi l'indiano a
          chiedere il permesso di soggirno a colombo
          quindiIn verita' erano molto diffidenti e tutti gli europei, dagli spagnoli agli inglesi, sono sempre stati accolti con molta circospezione. Se non con vere battaglie. Non si trattava tra l'altro di vedersi arrivare poveri immigrati, ma piccoli eserciti ben armati.Quando poi sono arrivati davvero poveri immigrati nelle americhe, sono state vittime degli abitanti locali in piu' occasioni, la vita del colono in certe zone era certamente pericolosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissà cosa ne pensano gli indiani

            In verita' erano molto diffidenti e tutti gli
            europei, dagli spagnoli agli inglesi, sono
            sempre stati accolti con molta circospezione.
            Se non con vere battaglie.ovviamente avevo usato una metafora quindi
            Non si trattava tra l'altro di
            vedersi arrivare poveri immigrati, ma piccoli
            eserciti ben
            armati.eh vorrei vedere oggi i commenti di un giornalista su una situazione del genere
            Quando poi sono arrivati davvero poveri
            immigrati nelle americhe, sono state vittime
            degli abitanti locali in piu' occasioni, la
            vita del colono in certe zone era certamente
            pericolosa.la guerra dei poveri non oso pensare quando cominciera la conquista dello spazio e le guerre intergalattiche
  • Anonimo scrive:
    Idea!
    Sotto la webcam anche un fucile di precisione e avremo il: Clandestine Hunting!
    • Anonimo scrive:
      Re: Idea!
      Ogni utente registrato potrà giocare a Clandestine Hunteing, bonus per gli headshot ed i multi-kill (cylon)
      • Anonimo scrive:
        Re: Idea!
        - Scritto da:
        Ogni utente registrato potrà giocare a
        Clandestine Hunteing, bonus per gli headshot ed i
        multi-kill
        (cylon)Va bene. 1 punto per un subsahariano3 punti per un magrebino5 per l'albanese10 per lo zingaro.Se poi fai saltare il campo nomadi...extra bonus!!!Ah, il massimo è la Festa dell'Unità. C4 nel pentolone dei tortellini e...vittoria immediata!!!
  • Anonimo scrive:
    Da noi invece
    Quando li prendono gli danno un foglio di carta igienica con sopra scritto "Via !" che costoro rispettano senza discutere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da noi invece
      mi è piaciuta :)Però se glielo consegna Chuck Norris, tornano indietro a nuoto con un braccio solo e trainando un traghetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da noi invece
      Se non li hanno prima affondati con un cacciatorpediniere e sono sopravvissuti al soggiorno nella versione nostrana dei lager (chiamati bonariamente CPT)A quel punto li mandano in vacanza nel deserto libico dove possono finalmente morire di sete in santa pace.Ops, ma stiamo violando almeno 50 disposizioni dell'ONU sui diritti umani??Ah già, ma loro non sono esseri umani come noi...Ehhh...bei tempi quando gli italiani morivano nelle miniere all'estero per raccattare due soldi da mandare a casa e aiutare la nostra economia del dopoguerra.Ora finalmente la fame la fa qualcun'altro e i morti hanno cambiato nazionalità.Giustizia è fatta! :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Da noi invece

        Se non li hanno prima affondati con un
        cacciatorpediniere E' successo solo una volta in tanti anni mica succede tutte le settimane.
        e sono sopravvissuti al
        soggiorno nella versione nostrana dei lager
        (chiamati bonariamente
        CPT)Infatti sono anche dotati di camere a gas e fosse comuni. Ma per favore... Che poi siano sottodimensionati è vero ma non esageriamo.
        A quel punto li mandano in vacanza nel deserto
        libico dove possono finalmente morire di sete in
        santa
        pace.
        Ops, ma stiamo violando almeno 50 disposizioni
        dell'ONU sui diritti
        umani??Semmai è la Libia che li viola se li lascia nel deserto e non li rimpatria.
        Ah già, ma loro non sono esseri umani come noi...
        Ehhh...bei tempi quando gli italiani morivano
        nelle miniere all'estero per raccattare due soldi
        da mandare a casa e aiutare la nostra economia
        del
        dopoguerra.
        Ora finalmente la fame la fa qualcun'altro e i
        morti hanno cambiato
        nazionalità.Gli italiani che andavano all'estero non erano clandestini ma erano lì perchè avevano un lavoro, una casa (magari poco più di una baracca ) ma erano in regola: non mi risulta di italiani che sbarcavano sulle coste del Belgio o s'intrufolavano nei confini senza regole.
        Giustizia è fatta!Le tue argomentazioni sono ridicole.Il problema non è immigrazione sì o no ma come viene fatta: devono esserci regole precise altrimenti si rischia il caos e l'aumento della delinquenza, non si può farli entrare tutti anche perchè dove li mettiamo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Da noi invece

          Le tue argomentazioni sono ridicole.Sono d'accordo, una bella spadellata di scemenze.Va bene essere contro le barriere incrementando i problemi di chi emigra, ma argomenti meno esagerati sarebbero stati piu' interessanti.Oltretutti proprio i nostri emigranti che citi, passati ma anche presenti, nei paesi stranieri se non hanno lavoro non entrano mica.Vai a fare un anno in Canada, Giappone, Tailandia o Australia - per dirne alcune - senza lavoro se ci riesci: ti mettono su un aereo di peso. L'immigrazione non e' proibita, e' regolamentata.
          Il problema non è immigrazione sì o no ma come
          viene fatta: devono esserci regole precise
          altrimenti si rischia il caos e l'aumento della
          delinquenza, non si può farli entrare tutti anche
          perchè dove li mettiamo?Li accoglie lui a casa sua perche' i CPT sono lager...Ne sara' entusiasta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Da noi invece
            - Scritto da:


            Le tue argomentazioni sono ridicole.

            Sono d'accordo, una bella spadellata di scemenze.
            Va bene essere contro le barriere incrementando i
            problemi di chi emigra, ma argomenti meno
            esagerati sarebbero stati piu'
            interessanti.
            Oltretutti proprio i nostri emigranti che citi,
            passati ma anche presenti, nei paesi stranieri se
            non hanno lavoro non entrano
            mica.
            Vai a fare un anno in Canada, Giappone, Tailandia
            o Australia - per dirne alcune - senza lavoro se
            ci riesci: ti mettono su un aereo di peso.
            L'immigrazione non e' proibita, e'
            regolamentata.


            Il problema non è immigrazione sì o no ma come

            viene fatta: devono esserci regole precise

            altrimenti si rischia il caos e l'aumento della

            delinquenza, non si può farli entrare tutti
            anche

            perchè dove li mettiamo?

            Li accoglie lui a casa sua perche' i CPT sono
            lager...
            Ne sara' entusiasta.
            No, li accoglie nella villa del papà architetto, o magistrato, o presidente di qualche cooperativa.Lui, nel suo appartamentino da studente (che il babbo paga 2500 "euri" al mese in nero...) universitario non li può ospitare.Sennò gli rubano il "fumo" che tiene nascosto nel barattolo del caffè in cucina...
          • Anonimo scrive:
            Re: Da noi invece



            perchè dove li mettiamo?



            Li accoglie lui a casa sua perche' i CPT sono

            lager...

            Ne sara' entusiasta.



            No, li accoglie nella villa del papà architetto,
            o magistrato, o presidente di qualche
            cooperativa.Metti in luce una cosa vera, al di la degli stereotipi, cioe' che molti pensano "Benvengano! (purche' siano ospitati da altri)". E allora a me la gloria di battermi per i diritti, e a te l'onere. E la coscienza e' a posto, e non solo, poi suoi forum si insegna al prossimo come pensare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Da noi invece

            Metti in luce una cosa vera, al di la degli
            stereotipi, cioe' che molti pensano "Benvengano!
            (purche' siano ospitati da altri)". E allora a me
            la gloria di battermi per i diritti, e a te
            l'onere. E la coscienza e' a posto, e non solo,
            poi suoi forum si insegna al prossimo come
            pensare.In Italia il 99% delle persone parla bene ma "razzola male" e poi se qualcuno viene scoperto diventa volgare, violento e vendicativo, fa un po tu!! :(Allo slogan "italiani brava gente" all'estero non ci crede piu' nessuno. :'(
          • Anonimo scrive:
            Re: Da noi invece
            - Scritto da:

            Metti in luce una cosa vera, al di la degli

            stereotipi, cioe' che molti pensano "Benvengano!

            (purche' siano ospitati da altri)". E allora a
            me

            la gloria di battermi per i diritti, e a te

            l'onere. E la coscienza e' a posto, e non solo,

            poi suoi forum si insegna al prossimo come

            pensare.

            In Italia il 99% delle persone parla bene ma
            "razzola male" e poi se qualcuno viene scoperto
            diventa volgare, violento e vendicativo, fa un po
            tu!!
            :(
            Allo slogan "italiani brava gente" all'estero non
            ci crede piu' nessuno.
            :'(E grazie a cielo!!!Per essere bravi dobbiamo per forza essere anche coglioni?Noi dobbiamo accoglire cani e porci mentre, come è successo, magari i nostri pescherecci vengono assaltati in mare aperto, in barba agli accordi internazionali, dai "pirati di stato africani"?Chi ha visto i telegiornale ieri sa di cosa parlo.
Chiudi i commenti