L'ADSL francese in Italia è un sogno

L'ADSL francese in Italia è un sogno

Torna sulla questione della diversità tariffaria e di trattamento un lettore sgomento per le offerte a cui possono accedere gli utenti transalpini in fatto di banda larga
Torna sulla questione della diversità tariffaria e di trattamento un lettore sgomento per le offerte a cui possono accedere gli utenti transalpini in fatto di banda larga

Roma – Gentile redazione di “Punto Informatico”, mi trovo in Francia per almeno un paio di giorni ogni settimana, abitando al confine ed essendo la mia ragazza di Nizza.
Ogni volta che ci vado mi arrabbio, vedendo le offerte ADSL e telefoniche francesi; ieri ho saputo che una mia amica di lì utilizza uno di questi pacchetti, offerto da Neuf Telecom (consultabile anche sul loro sito web: www.neuf.fr ), e mi sono arrabbiato più del solito.

Eccola, in due parole:

– Connessione ADSL flat a 20 Megabit (ovvio, nelle aree fisicamente coperte: in periferia in ogni caso si raggiungono molto facilmente minimi di 6-8 Mega), fino a 1 Megabit in invio;
– Possibilità di disconnettersi completamente dalla rete France Telecom (risparmiando quindi i 15 Euro di canone mensile);
– Chiamate illimitate verso la rete fissa. Tutta la Francia e 32 paesi esteri: TUTTA l’unione Europea, più Stati Uniti, Canada, Australia, Cina, Taiwan, Singapore.
– 63 canali televisivi gratuiti che comprendono ovviamente tutti i normali canali nazionali francesi, più altri generalisti, 7 di informazione, 4 musicali, 7 culturali, 4 per i bambini, 3 di sport, 15 esteri (c’è anche Canale 5), 2 di Cinema & serie TV e altro ancora.
Il tutto costa (e costa realmente così) 29.90 Euro al mese.

Io pago 36.95 Euro al mese a Telecom Italia per una linea 4 Megabit, con i suoi 256Kb in invio, come sappiamo bene tutti, e senza alcun servizio aggiuntivo. E in più devo pagare anche l’odioso canone mensile per il solo fatto di avere una linea telefonica attiva.

Anche a casa della mia ragazza hanno Alice, ma con “Telecom Italia France”, e pagano anche loro 29.90, in tutto. Ovviamente è compresa la telefonia con chiamate illimitate (in questo caso “solo” verso la Francia), e non appena la loro linea sarà in migliori condizioni potranno accedere a 40 canali TV gratuiti.
Da qualche mese le hanno pure spedito a casa il nuovo router Wi-Fi “Alicebox”. Certo, anche quello gratis.

Io mi rendo conto che in Italia possiamo avere una struttura di rete diversa, un amministrazione delle linee differente e tante altre diversità rispetto ai nostri vicini francesi, ma non credo che sia accettabile un divario così grande, soprattutto considerando il fatto che siamo due paesi nella stessa Unione Europea.

Riccardo Raneri

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 10 2006
Link copiato negli appunti