L'alba del computer magnetico

I ricercatori di tre università britanniche hanno sviluppato quello che definiscono il primo computer basato su chip magnetici. Tali chip si pongono come alternativa, a basso costo e a basso consumo di energia, dei tradizionali transistor


Londra – Gli sforzi congiunti di tre istituti accademici inglesi, Durham University , Imperial College e University of Sheffield , hanno portato allo sviluppo di quello che, secondo gli inventori, è il primo computer al mondo ad utilizzare chip magnetici al posto dei tradizionali circuiti semiconduttori.

Gli scienziati inglesi affermano che la tecnologia alla base del computer magnetico semplificherà la creazione dei futuri computer e ne taglierà il costo. Ma le applicazioni pratiche dei chip magnetici potrebbero estendersi anche a molti altri campi dell’hi-tech.

La ricerca, pubblicata sulla prestigiosa rivista Science, mette a frutto il lavoro svolto dalla Durham University per riuscire da eseguire le semplici operazioni di base di un computer (logic gate) utilizzando microchip magnetici. In questi chip i transistor sono sostituiti da nanocircuiti magnetici in grado di riprodurre le funzioni logiche di un computer convenzionale.

“Questa nuova tecnologia offre un certo numero di vantaggi rispetto ai tradizionali computer. I microchip basati sui transistor generano una rilevante quantità di calore che necessita di essere smaltita attraverso dissipatori e ventole: nei chip magnetici questo non è necessario”, ha spiegato Del Atkinson, professore di fisica e ricercatore presso la Durham University: “I microchip magnetici sono anche più semplici ed economici da produrre e meno problematici da smaltire”.

Il team inglese di scienziati sta lavorando alacremente nello studio delle proprietà magnetiche degli elettroni, uno dei campi più caldi nella ricerca sulle nanotecnologie.

“L’utilizzo delle proprietà magnetiche degli elettroni potrebbe rivoluzionare l’intero settore dell’elettronica”, ha proclamato Bikram Lamba, chairman della società di consulenze tecnologiche Tormacon. Lamba ha anche aggiunto che i computer magnetici potrebbero arrivare sul mercato con largo anticipo rispetto a quelli quantici .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Peccato per la censura sulla Luna
    Ovviamente le foto fornite dalla NASA a Google saranno quelle "ritoccate", ovvero quello dove luci strane, nuvole di polvere e altre anomalie non ci saranno.....   :(
    • exsinistro scrive:
      Re: Peccato per la censura sulla Luna
      - Scritto da: Anonimo
      Ovviamente le foto fornite dalla NASA a Google
      saranno quelle "ritoccate", ovvero quello dove
      luci strane, nuvole di polvere e altre anomalie
      non ci saranno..... :(Non ci saranno neanche omini verdi con le antenne. Ma va..va..
    • CoD scrive:
      Re: Peccato per la censura sulla Luna
      Anomalie come... un cartello stradale con scritto "Welcome to Area 51?"Si' ho ben presente:D
    • pacionet scrive:
      Re: Peccato per la censura sulla Luna
      Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong vicino alla bandiera americana e al modulo dell' allunaggio. Se la ripescate guardatela con attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella ... :
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato per la censura sulla Luna
        lo ha ammesso la NASA stessa che quella foto era un tarocco.... si sono dimenticati di fare una foto con la bandiera americana....
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato per la censura sulla Luna
        - Scritto da: pacionet
        Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa
        foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong
        vicino alla bandiera americana e al modulo dell'
        allunaggio. Se la ripescate guardatela con
        attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della
        bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella
        ...
        :ancora con sta storia...l'ombra c'è... ma per capire dov'è bisogna ragionare in 3d ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato per la censura sulla Luna
        - Scritto da: pacionet
        Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa
        foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong
        vicino alla bandiera americana e al modulo dell'
        allunaggio. Se la ripescate guardatela con
        attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della
        bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella
        ...
        : ...c'e'...c'e'...http://attivissimo.net/antibufala/luna_foto_bandiera/bandiera_senza_ombra.htm
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato per la censura sulla Luna
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: pacionet

          Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa

          foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong

          vicino alla bandiera americana e al modulo dell'

          allunaggio. Se la ripescate guardatela con

          attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della

          bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella

          ...

          :

          ...c'e'...c'e'...
          http://attivissimo.net/antibufala/luna_foto_bandie...la soluzione qui...http://attivissimo.net/antibufala/luna_foto_bandiera/bandiera_senza_ombra_p2.htm
          • pacionet scrive:
            Re: Peccato per la censura sulla Luna
            Sarà ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato per la censura sulla Luna
            - Scritto da: pacionet
            Sarà ...E ne sono pure convinti....
          • teddybear scrive:
            Re: Peccato per la censura sulla Luna
            - Scritto da: pacionet
            Sarà ...Sulla foto ad alta risoluzione l'ombra c'è.(anche sulle altre, ma si nota molto meno, ovviamente)
  • Anonimo scrive:
    ...e poi?
    http://www.lightover.com/epic/
  • Anonimo scrive:
    linux-company in enorme crescita
    Mentre google, la piu grande società linux-based delmondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di oggi la notizia della crescita del fatturato trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda poi che questa società è rigidamente open-source in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in circolazione svariati cloni degli stessi compilati dai suddetti e compatibili con tali prodotti (centos, per es).Naturalmente, si tratta di due modelli di business molto diversi: naturalmente qualunque modello di business basato su Linux è, come si sa, fallimentare, vero ?
    • Anonimo scrive:
      Re: linux-company in enorme crescita
      - Scritto da: Anonimo
      è di
      oggi la notizia della crescita del fatturato
      trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
      a quanto preventivato dagli analisti.la RedHat macina i soldi grazie ai servers e alle partnership con IBM Dell Oracle ecc,buon per lei la Novell invece deve ricomprarsi le azioni a causa del suo scarsissimo trimestre che ha visto le vendite abbassarsi del 15%.Questo perchè la Novell sta puntando sul mercato Desktop dove oramai è palese qui Linux non entrerà mai.....
      • Anonimo scrive:
        Re: linux-company in enorme crescita

        dove oramai è palesese lo dice un veggente come te sarà vero
          • Anonimo scrive:
            Re: linux-company in enorme crescita
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            dove oramai è palese



            se lo dice un veggente come te sarà vero

            Stupido
            Novell sta nella merda ha gia ridimensionato lo
            staff ha trasferito il 70% della produzione in
            India
            si ricompra le azioni per via dei risultati
            disastrosi
            e guarda un po è l'unica societa linux che spara
            minchiate
            a tutto spiano per quanto riguarda i desktop
            linux.
            RedHat che ha una visione commerciale meno
            talebana ha tirato lo sciacquone dei desktop 3
            anni fa e adesso va che è una meraviglia sui
            servers low end.
            Mica è sempre tutto uguale... dai tempo al tempo!
          • Anonimo scrive:
            9 --
    • matcion scrive:
      Re: linux-company in enorme crescita
      - Scritto da: Anonimo
      Mentre google, la piu grande società linux-based
      del
      mondoDavvero?Cosa intendi per società linux-based? che fa funzionare i suoi sistemi con linux o che vende servizisoftware per linux? Perchè, ad esempio, mi risulta che la versione scaricabile di google earth sia solo per win.Considerare google una società linux-based al pari di red hat mi sembra una forzatura.
    • Anonimo scrive:
      Re: linux-company in enorme crescita
      Ormai è chiarissimo che Linux e l'open sorcio stanno conquistando il mondo. E' notizia recente che Xbox è stata un fallimento che ha causato perdite di 4 miliardi di dollari. La stessa cosa sarà con Vista, che però ne causerà almeno il triplo di perdite, dato che è il settore di punta.A quel punto la TRIPPA x gatti sarà finita per il DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: linux-company in enorme crescita
        - Scritto da: Anonimo
        Ormai è chiarissimo che Linux e l'open sorcio
        stanno conquistando il mondo.sta attento a quello che fumi :D
        E' notizia recente
        che Xbox è stata un fallimentocerto certo come no
        che ha causato
        perdite di 4 miliardi di dollari.la notizia veramente diceva che la sezione xbox della ms era in rosso di 4 miliardi il che è leggermente diverso:già da diversi mesi il settore legato alla xbox produce entrate il punto è che a quelle entrate si è dovuto sottrarre i costi della produzione/commercializzazione/pubblicità/sviluppo/etc dell'xbox360.fare statistiche appena dopo grandi investimenti e prima che il prodotto ragiunga il mercato è molto furviante...pubblicarle è tipo di servizietti squallidi come piinventarsi poi delle previsioni sulle vendite è invece roba da wanna marchi
        La stessa cosa
        sarà con Vista,come dicevo prima: hai raggione wanna adesso torna a fare i processi
        che però ne causerà almeno il
        triplo di perdite, dato che è il settore di
        punta.si wanna

        A quel punto la TRIPPA x gatti sarà finita per il
        DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!si wanna intanto pensa ai tuoi processi :D
    • Anonimo scrive:
      Re: linux-company in enorme crescita
      - Scritto da: Anonimo
      Mentre google, la piu grande società linux-based
      del
      mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di
      oggi la notizia della crescita del fatturato
      trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
      a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda
      poi che questa società è rigidamente open-source
      in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare
      i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in
      circolazione svariati cloni degli stessi
      compilati dai suddetti e compatibili con tali
      prodotti (centos, per es).

      Naturalmente, si tratta di due modelli di
      business molto diversi: naturalmente qualunque
      modello di business basato su Linux è, come si
      sa, fallimentare, vero ?Red Hat è un'azienda che ancora deve agli investitori un'enormità di soldi.Ho fatto un giro sul loro sito e mi sono letto i bilanci degli ultimi 10 anni. Se vuoi lo puoi fare anche tu.La sua storia in termini di chiusure in attivo/passivo è la seguente (in migliaia di dollari):FY96: $453 FY97: - $1.511FY98: -$2.966FY99: -$5.988FY00: -$39.842 (caspita! 39 milioni di passivo a fronte di 42 milioni di incassi. Nessuna azienda italiana avrebbe retto.)FY01: -$86.773 (su 80 milioni di incassi)FY02: -$139.949 (a fronte di soli 79 milioni di incasso. Qui anche una normale azienda americana avrebbe cominciato a insospettire. Che ci sia dietro qualche interesse a che l'azienda sopravviva?)FY03: -$6.734 (finalmente, direi)FY04: $13.732FY05: $45.426Questo significa che, globalmente, Red Hat nella sua storia ha letteralemente mandato in fumo ben 224.152.000 dollari degli investitori. Cioè quasi un quarto di miliardo di dollari e il 13% in più di quanto ha incassato nel Fiscal Year 2005 Mi spieghi, di grazia, dove sarebbe questo miracolo Red Hat? Anzi, te lo dico io. Il miracolo è che Red Hat esista ancora. Mi chiedo questo: di quali fideiussioni e da parte di chi avrà goduto Red Hat per potersi permettersi un bilancio così disastrato?
      • Anonimo scrive:
        Re: linux-company in enorme crescita
        - Scritto da: Anonimo

        Red Hat è un'azienda che ancora deve agli
        investitori un'enormità di soldi.

        Ho fatto un giro sul loro sito e mi sono letto i
        bilanci degli ultimi 10 anni. Se vuoi lo puoi
        fare anche tu.

        La sua storia in termini di chiusure in
        attivo/passivo è la seguente (in migliaia di
        dollari):
        FY96: $453
        FY97: - $1.511
        FY98: -$2.966
        FY99: -$5.988
        FY00: -$39.842 (caspita! 39 milioni di passivo a
        fronte di 42 milioni di incassi. Nessuna azienda
        italiana avrebbe retto.)
        FY01: -$86.773 (su 80 milioni di incassi)
        FY02: -$139.949 (a fronte di soli 79 milioni di
        incasso. Qui anche una normale azienda americana
        avrebbe cominciato a insospettire. Che ci sia
        dietro qualche interesse a che l'azienda
        sopravviva?)
        FY03: -$6.734 (finalmente, direi)
        FY04: $13.732
        FY05: $45.426

        Questo significa che, globalmente, Red Hat nella
        sua storia ha letteralemente mandato in fumo ben
        224.152.000 dollari degli investitori. Cioè quasi
        un quarto di miliardo di dollari e il 13% in più
        di quanto ha incassato nel Fiscal Year 2005

        Mi spieghi, di grazia, dove sarebbe questo
        miracolo Red Hat? Anzi, te lo dico io. Il
        miracolo è che Red Hat esista ancora. Mi chiedo
        questo: di quali fideiussioni e da parte di chi
        avrà goduto Red Hat per potersi permettersi un
        bilancio così disastrato? Urka. E poi hanno il coraggio di dire che Xbox è stata un flop.
        • Anonimo scrive:
          Re: linux-company in enorme crescita
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Red Hat è un'azienda che ancora deve agli

          investitori un'enormità di soldi.



          Ho fatto un giro sul loro sito e mi sono letto i

          bilanci degli ultimi 10 anni. Se vuoi lo puoi

          fare anche tu.



          La sua storia in termini di chiusure in

          attivo/passivo è la seguente (in migliaia di

          dollari):

          FY96: $453

          FY97: - $1.511

          FY98: -$2.966

          FY99: -$5.988

          FY00: -$39.842 (caspita! 39 milioni di passivo a

          fronte di 42 milioni di incassi. Nessuna azienda

          italiana avrebbe retto.)

          FY01: -$86.773 (su 80 milioni di incassi)

          FY02: -$139.949 (a fronte di soli 79 milioni di

          incasso. Qui anche una normale azienda americana

          avrebbe cominciato a insospettire. Che ci sia

          dietro qualche interesse a che l'azienda

          sopravviva?)

          FY03: -$6.734 (finalmente, direi)

          FY04: $13.732

          FY05: $45.426



          Questo significa che, globalmente, Red Hat nella

          sua storia ha letteralemente mandato in fumo ben

          224.152.000 dollari degli investitori. Cioè
          quasi

          un quarto di miliardo di dollari e il 13% in più

          di quanto ha incassato nel Fiscal Year 2005



          Mi spieghi, di grazia, dove sarebbe questo

          miracolo Red Hat? Anzi, te lo dico io. Il

          miracolo è che Red Hat esista ancora. Mi chiedo

          questo: di quali fideiussioni e da parte di chi

          avrà goduto Red Hat per potersi permettersi un

          bilancio così disastrato?

          Urka. E poi hanno il coraggio di dire che Xbox è
          stata un flop.quella è tutta genta che con la realtà ha un pessimo rapporto
    • Anonimo scrive:
      Re: linux-company in enorme crescita
      - Scritto da: Anonimo
      Mentre google, la piu grande società linux-based
      del
      mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di
      oggi la notizia della crescita del fatturato
      trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
      a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda
      poi che questa società è rigidamente open-source
      in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare
      i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in
      circolazione svariati cloni degli stessi
      compilati dai suddetti e compatibili con tali
      prodotti (centos, per es).Persino Forbes, in un articolo molto critico con Microsoft, ha riconosciuto che è ancora l'azienda più profittevole del comparto IT. Più di Google.Vai a vedere la tabella nell'articolo all'indirizzo http://www.forbes.com/business/forbes/2005/1003/088_4.html
    • Anonimo scrive:
      Re: linux-company in enorme crescita
      - Scritto da: Anonimo
      Mentre google, la piu grande società linux-based
      del
      mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di
      oggi la notizia della crescita del fatturato
      trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
      a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda
      poi che questa società è rigidamente open-source
      in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare
      i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in
      circolazione svariati cloni degli stessi
      compilati dai suddetti e compatibili con tali
      prodotti (centos, per es).

      Naturalmente, si tratta di due modelli di
      business molto diversi: naturalmente qualunque
      modello di business basato su Linux è, come si
      sa, fallimentare, vero ?il modello di red hat è basato sull'assistenza a grosse multinazionali... se scomparisse linux, venderebbe freebsd oppure si costruirebbe un OS da sola...linux di per se non è un prodotto che regge in piedi... e difficilmente lo sarà mai, poichè non è di nessuno, non ha valore, quindi non esiste
      • TADsince1995 scrive:
        Re: linux-company in enorme crescita

        linux di per se non è un prodotto che regge in
        piedi... e difficilmente lo sarà mai, poichè non
        è di nessunoE' di tutti.
        non ha valoreNon è che non ha valore, non ha prezzo.
        quindi non esisteOh mio Dio! Sto scrivendo da un sistema che non esiste!!! Ogni giorno lavoro con un sistema che non esiste!?!?! :| :| :| :| :| :D :D :D :D :D TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: linux-company in enorme crescita
          - Scritto da: TADsince1995


          linux di per se non è un prodotto che regge in

          piedi... e difficilmente lo sarà mai, poichè non

          è di nessuno

          E' di tutti.


          non ha valore

          Non è che non ha valore, non ha prezzo.


          quindi non esiste

          Oh mio Dio! Sto scrivendo da un sistema che non
          esiste!!! Ogni giorno lavoro con un sistema che
          non esiste!?!?! :| :| :| :| :| :D :D :D
          :D :D

          TADCerto ! E' un po' come la storia dei calabroni, che in base a studi aereodinamici non potrebbero volare, ma loro non lo sanno e volano lo stesso...
          • teddybear scrive:
            Re: linux-company in enorme crescita
            - Scritto da: Anonimo
            Certo ! E' un po' come la storia dei calabroni,
            che in base a studi aereodinamici non potrebbero
            volare, ma loro non lo sanno e volano lo
            stesso...In base ai dati che i biologi diedero agli aeronatutici, un calabrone non può volare.In base ai dati che *in seguito* i biologi (con le giuste stumentazioni) diedero agli aeronautici, il calabrone può volare.Ed infatti vola, e volava anche prima. Sempre secondo le leggi della fisica.
Chiudi i commenti