L'alba del neogatto hi-tech

Ai suoi compratori costerà più di 3.500 dollari: progettato con le più moderne biotecnologie, il supermicio saprà miagolare e ronfare come tutti i felini domestici
Ai suoi compratori costerà più di 3.500 dollari: progettato con le più moderne biotecnologie, il supermicio saprà miagolare e ronfare come tutti i felini domestici

Los Angeles – Una nuova razza di gatti vedrà presto la luce: confezionata in laboratorio, la “nuova” British Shorthair, gatti a pelo corto di origine britannica, avrà una caratteristica unica: saranno mici che non danno allergie.

L’ hypo-allergenic cat è una creatura dei laboratori hi-tech di Allerca società californiana che insegue un business che potrebbe rivelarsi miliardario.

Sono infatti milioni gli amanti dei gatti in tutto il mondo che non possono permettersi di avere con sé un micio perché provoca loro allergie. E sono moltissimi quelli che ce l’hanno ugualmente, imbottendosi di farmaci per limitare l’impatto dell’allergia, una delle più diffuse nella popolazione adulta.

Un micio della razza in via di elaborazione L’idea di Allerca, che sembra inseguire i fasti della cinematografica “RePet” ( “Il sesto giorno” ), è quella di offrire per 250 dollari la prenotazione del micio a chiunque lo voglia. Denaro con cui potrà finanziare l’intero progetto di creazione dei neogatti, che dovrebbero vedere la luce a partire dal 2007, provette permettendo.

Una volta nato, il micio ammazza-allergie potrà essere portato a casa per 3.500 dollari, cifra probabilmente destinata ad abbassarsi per le future generazioni di neogatti.

Sul suo sito, Allerca propone anche un sondaggio. Chi lo fa – sostiene – aiuterà l’azienda a progettare al meglio nuovi e irresistibili cosi pelosi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 10 2004
Link copiato negli appunti