Lampi di Cassandra/ 7-1-1986, la Nonna di Internet

di M. Calamari - La storia non è solo quella celebrata, la storia è anche quella di coloro che silenziosamente l'hanno scritta. E non è fatta solo di progresso

Roma – Persino una profetessa può essere colta di sorpresa. Mica si può stare all’erta 24 ore al giorno. Ed è successo proprio leggendo questo articolo di Punto Informatico, che Cassandra ha saputo, proprio come in una soap opera, di essere la Nonna di Internet.

Se infatti fare un ping verso NFSNet il 30 Aprile 1986 assegna il titolo di Padre di Internet in Italia, mantenere collegato un piccolo centro di calcolo della Ricerca e Sviluppo Olivetti, situato proprio a Pisa, con Internet fin dal 7 Gennaio 1986 dovrebbe dare un titolo ancora più antico e nobile. Se infatti, dopo aver fatto il fatidico ping, il Padre di Internet avesse scritto una mail a marcoc@olivea.olivetti.com , Cassandra avrebbe prontamente risposto esprimendo i suoi più sentiti complimenti. Ed ovviamente le persone ormai dimenticate che avevano da tempo realizzato la connessione del Centro e dell’intera Olivetti ad Internet, anzi che l’avevano resa parte del backbone di Internet stessa, dovrebbero essere infinitamente più nobili, onorate e celebrate.

Tutto grazie ad un router non colossale ma piccolo come un pc, che bootstrappava da un floppy da 5.25″, offrendo un collegamento dedicato al backbone negli Stati Uniti a ben 9600 baud.
Poca cosa, certo, ma arrivando in quel gioiello che era Olivetti, Cassandra da questi pochi Baud si trovò proiettata su Internet, e la sua vita non fu mai più la stessa.

30 anni e 4 mesi sono passati, tutto è cambiato come è naturale che sia. In questi anni qualcuno si è divertito persino, dopo aver azzerato l’azienda, a cancellare il nome di Olivetti dall’elenco delle società quotate, per poi spenderlo in operazioni commerciali in estremo oriente.

Si continua a vivere in un paese dove il celebrare e l’apparire sono tutto, ed essere il fanalino di coda invece viene sussurrato solo di rado, e non interessa a nessuno.
Questo è il problema di chi vive oggi nel Belpaese, e che sarà ancora più grave per chi domani dovrà iniziare a lavorarvi.

Nelle rare occasioni che ho di parlare e far studiare un po’ mia nipote Sofia, ormai liceale, è questa la cosa che sto tentando di regalarle.
Non solo inglese od informatica, ma la necessità di imparare da sola ad apprendere cose, non so nemmeno io quali, che le possano permettere tra una decina di anni di avere un lavoro, e farlo in un Paese così visibilmente in crisi, anche tecnologica, da celebrare la normalità come avvenimento storico, mentre scuola ed industria progrediscono all’indietro.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
L’archivio di Cassandra/ Scuola formazione e pensiero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ciccio... un altro scrive:
    Problema.
    Il problema è che poi verranno aumentate le tariffe per tutti, come già sucXXXXX ad esempio quando i gestori furono obbligati a togliere i costi di ricarica. Mi sa che nel cambio ci hanno guadagnato loro. Adesso per esempio gli operatori si sono messi a far pagare per il fatto di mandarti il messaggio che ti avvisa di chi ti ha cercato quando non eri raggiungibile (o addirittura anche solo per il fatto di farti vedere il numero del chiamante?), dopo che era stato gratuito per anni ed anni...
    • chatsim chatsim scrive:
      Re: Problema.
      ChatSim Unlimited,la prima Sim pensata per connettere il sistema di messaggistica piùdiffuso al mondo anche in assenza di Wi-Fi a grande richiesta degliutenti, e cresciuta. ChatSim e lunica Sim multipiattaforma che permette di chattare ovunque, 24 ore su 24,con molti sistemi di messaggistica del mondo: WhatsApp, Facebook Messenger, WeChat, Telegram, BBM, Line, Kik, Hike, Kakao, QQi.ChatSim nasce per lo scambio di messaggi attraverso le App di messaggistica istantanea. E pensata in particolare per chi viaggia in tutto il mondo, grazie alla sua connessione dati worldwide, è finalmente possibile chattare ovunque e senza limiti.La ChatSimUnlimited, dotata di un sistema intelligente che permette di bloccare fino al 90% delle App non di messaggistica. Per maggiori informazioni ci contattate al indirizzio e-mail info@chatsim.com
    • chatsim chatsim scrive:
      Re: Problema.
      ChatSim Unlimited,la prima Sim pensata per connettere il sistema di messaggistica piùdiffuso al mondo anche in assenza di Wi-Fi a grande richiesta degliutenti, e cresciuta. ChatSim e lunica Sim multipiattaforma che permette di chattare ovunque, 24 ore su 24,con molti sistemi di messaggistica del mondo: WhatsApp, Facebook Messenger, WeChat, Telegram, BBM, Line, Kik, Hike, Kakao, QQi.ChatSim nasce per lo scambio di messaggi attraverso le App di messaggistica istantanea. E pensata in particolare per chi viaggia in tutto il mondo, grazie alla sua connessione dati worldwide, è finalmente possibile chattare ovunque e senza limiti.La ChatSimUnlimited, dotata di un sistema intelligente che permette di bloccare fino al 90% delle App non di messaggistica. Per maggiori informazioni ci contattate al indirizzio e-mail info@chatsim.com
  • uuddd scrive:
    limitazioni
    non si potrà acquistare una SIM tedesca per navigare costantemente in Italia Non è questione di soldi. In certi paesi le prepagata anonime sono legali, altri vogliono continuare a tenere la popolazione sotto controllo.
    • Trollone scrive:
      Re: limitazioni
      Perchè adesso non esistono i senzatetto con intestate 200 SIM ?Se vuoi restare anonimo il telefono e internet non li devi usare PUNTO.
      • No Demente scrive:
        Re: limitazioni
        Perchè senza un domicilio legale non ti danno la carta di identità
      • szec scrive:
        Re: limitazioni
        - Scritto da: Trollone
        Perchè adesso non esistono i senzatetto con
        intestate 200 SIM
        ?

        Se vuoi restare anonimo il telefono e internet
        non li devi usare
        PUNTO.Cosa c'è che non hai capito della parola "legale"?
  • AxAx scrive:
    ma esti..
    del roaming. qua fanno i furti rubando l'8% all'anno senza colpo ferire e stanno a parlare del roaming
  • Gian Burro scrive:
    Che bello!
    Roaming, la UE taglia ancora , mentre i fornitori di connettività alzano le tariffe in maniera più che proporzionale.Ormai fra connessione fissa e mobile si spendono allegramente almeno 60 euro al mese: mezzo stipendio all'anno, senza contare gas, luce, acqua, spazzatura, riscaldamento, assicurazione e bollo auto, carburante, multe, eventuale affitto, spesa, tasse annuali....Quanti soldi rimangono per vivere la propria vita al cittadino medio?E alla fine quanto prenderà di pensione?Però c'è il roaming tagliato.
    • iL fuddaro scrive:
      Re: Che bello!
      - Scritto da: Gian Burro
      Roaming, la UE taglia ancora , mentre i
      fornitori di connettività alzano le tariffe in
      maniera più che
      proporzionale.
      Ormai fra connessione fissa e mobile si spendono
      allegramente almeno 60 euro al mese: mezzo
      stipendio all'anno, senza contare gas, luce,
      acqua, spazzatura, riscaldamento, assicurazione e
      bollo auto, carburante, multe, eventuale affitto,
      spesa, tasse
      annuali....
      Quanti soldi rimangono per vivere la propria vita
      al cittadino
      medio?
      E alla fine quanto prenderà di pensione?
      Però c'è il roaming tagliato.Il buzzucone medio pecoraro, vive meglio se gli permettono di parlare tot minuti gratuitamente, o poter inviare 100 messaggi in più al mese, il resto non gli interessa o fa finta che non esiste.Ecco perché gli danno il contentino dove ad inizio giornata sono molto più felici, e così facendo li possono tartassare su altro(prime necessità).
Chiudi i commenti