Lampi di Cassandra/ Ignoranti, superficiali, in malafede, venduti

di M. Calamari - La consapevolezza del proprio ruolo e del proprio potere. La fiducia nelle capacità del collettivo e del singolo. Prima di parlare è consigliato di collegare il cervello

Roma – Una recentissima pronuncia della Corte di Cassazione ha dichiarato reato la modifica di apparecchiature che siano principalmente e dichiaratamente dedicate a mantenere la sicurezza. Più nello specifico, ha confermato illegale la pratica del “modding” di console videoludiche, recependo in buona sostanza l’impostazione, ormai inarrestabile in Europa, del DMCA (Digital Millennium Copyright Act) statunitense.

In parole povere, la perdita di libertà del legittimo ed esclusivo proprietario di un’apparecchiatura, di farci quello che vuole. Sarebbe come se qualcuno dichiarasse reato che, dopo aver comprato un blocchetto Yale, io lo smontassi per vedere come è fatto; in questo caso dovrei essere in galera dall’età di 6 anni circa. La palese ingiustizia di questa impostazione è cosa troppo nota e discussa perché meriti rivangare ancora una volta i notissimi pro e contro, e i ruoli degli attori di questo importantissimo ma ormai datato balletto. Le danze sono aperte da tempo e chi vuol danzare veramente ha già scelto da che parte stare.

Mi pare invece degna di nota, commento ed indignazione la reazione, molto diffusa tra il popolo della Retina italiana, di accanirsi ed inveire contro l’organismo che si è pronunciato sulla questione. La Corte di Cassazione, per chi non lo sapesse, è chiamata a pronunciarsi sulla correttezza dell’aspetto formale di una precedente sentenza di secondo grado, ed a questo può e deve limitarsi.

I suoi pronunciamenti sono quindi filtrati e condizionati dalle stesse “categorie” legali, ed una materia tecnica e giuridica mutevole e complessa come quella in oggetto è certo di particolare difficoltà, sia di comprensione che di decisione, per chi tecnico non è e non è mai stato.

Mi ha indignato infatti la veemenza con cui in diverse occasioni, anche sui forum di PI, ho sentito persone esprimersi nei confronti della Corte di Cassazione. Le definizioni più forti le ho raggruppate nel titolo di questo articolo, ed a parer mio non si applicano alla Corte ma a buona parte, se non a tutti, coloro che le hanno scritti. E preciso che questa non è la difesa di una istituzione, visto che oltretutto le istituzioni di questo calibro sanno benissimo difendersi da sole quando necessario.

Per sintetizzare: se veramente si è a favore della libertà quando coniugata in termini di Rete e di informatica di consumo, è onesto, doveroso ed indispensabile prima di tutto trarne le conseguenze a livello personale.

Può un cittadino digitale, nativo o immigrato , dichiararsi tale o tale apparire senza avere una conoscenza elementare dei rischi ormai ben individuati che corre? Può ad esempio non sapere esattamente cosa significa e quali conseguenze hanno profilazione e geolocalizzazione, o dichiararle trascurabili od inevitabili senza sapere nemmeno di cosa parla? “Così fan tutti”?
Un comportamento del genere è ben descritto dalla parola “Ignoranza”.

E può un partecipante attivo della vita della Rete organizzare conferenze sulle libertà digitali o meeting di pirati utilizzando solo Facebook e Google Docs, “…perché sono più comodi”? Dio mio, ma di cosa stiamo parlando? Si tratta o no di un grave caso di “Superficialità”?

E che dire della “Buonafede”? Certo, tutti abbiamo il diritto di sbagliare, specialmente se ci limitiamo a farlo a nostro esclusivo danno e non pubblicando le foto degli amici su Facebook o Flickr a loro insaputa. Ma se ci coglie il minimo dubbio di stare facendo stupidaggini e danni ad altri, qui scatta la malafede di difendere i propri comportamenti socialmente sbagliati con motivazioni che diventano solo scuse di comodo, accusando poi ipocritamente chi si limita a fare il proprio mestiere.

Ed infine cosa significa essere “Venduti”? Lo sono solo quelli che intascano mazzette o comprano case a prezzi di saldo, o non meritano di essere chiamati venduti anche coloro che fanno mercato di se stessi e della cultura accettando, incoraggiando e finanziando chi vuole sopprimere la libera circolazione della conoscenza, incanalandola in un sistema di business che produrrà profitti per qualcuno ma non benessere per tutti? Non è un venduto, e nel senso peggiore possibile come Faust o Dorian Gray, chi vende l’anima sua e degli altri per il piacere o la comodità di avere un bell’oggetto in tasca, da godere e sventolare in giro per essere più fico degli altri?

Nessuno ha il diritto di meravigliarsi di chi interpreta la legge corrente da un punto di vista formale e deve in base a questo prendere decisioni “sgradite”. E nemmeno di indignarsi se coloro che per mestiere hanno scelto di fare il lobbisti poi manipolano la realtà e disinformano con tutti i mezzi possibili per il vantaggio loro e dei loro sodali.

Per avere il diritto morale di farlo, dovete prima trovare e rimuovere la trave dal vostro occhio.

Marco Calamari

Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • melamarcia scrive:
    finalmente il nexus si vedrà in esterno
    con buona pace di tutti finalmente i futuri possessori di cellulari htc potranno usare i propri cellulari anche fuori casa, sia lode a samsung e alla sua scarsa produzione di amoled anche htc avrà dei display decenti, ora non gli resta che cambiare software e il resto dell'hardware e avranno quasi fatto un iPhone
    • ephestione scrive:
      Re: finalmente il nexus si vedrà in esterno
      l'hardware dell'iphone non è all'"avanguardia" più di qualunque altro telefono... è dall'anno scorso che gli smartphone WM e Android hanno hardware ben superiore a quello di un iphone 3GS.Il 4 di ora verrà superato a breve, semplicemente è stato rilasciato con le specifiche migliori raggiungibili in questo "periodo storico", specifiche che si eleveranno nei mesi a venire per i dispositivi rilasciati da altri produttori nei prossimi mesi...
      • Gigi scrive:
        Re: finalmente il nexus si vedrà in esterno
        - Scritto da: ephestione
        l'hardware dell'iphone non è all'"avanguardia"
        più di qualunque altro telefono...Dipende in cosa. Test vari lo danno avanti per certi aspetti e per altri è uguale aquanto di buono c'è sul mercato.Non capisco il senso di questa tua uscita. è dall'anno
        scorso che gli smartphone WM e Android hanno
        hardware ben superiore a quello di un iphone
        3GS.Si infatti s'è visto coi vari test sui touchscreen.Maddai.
        Il 4 di ora verrà superato a breve, semplicemente
        è stato rilasciato con le specifiche migliori
        raggiungibili in questo "periodo storico",
        specifiche che si eleveranno nei mesi a venire
        per i dispositivi rilasciati da altri produttori
        nei prossimi
        mesi...Il 4 verrà superato per forza perché lo scorrere del tempo ha come conseguenza ovvia che tutto ciò che segue dovrebbe essere migliore dei prodotti già usciti. E se uscirà un 5 sarà migliore di altro presente sul mercato.Volevi scoprire l'acuq calda o era solo una trollata di inizio luglio?
        • ephestione scrive:
          Re: finalmente il nexus si vedrà in esterno
          se almeno avessi fornito link di riferimento per diluire l'intento altrimenti solo polemico non ti saresti ritrovato con unPLONK
      • sadness with you scrive:
        Re: finalmente il nexus si vedrà in esterno
        - Scritto da: ephestione
        l'hardware dell'iphone non è all'"avanguardia"
        più di qualunque altro telefono... è dall'anno
        scorso che gli smartphone WM e Android hanno
        hardware ben superiore a quello di un iphone
        3GS."la potenza è nulla senza controllo" (cit.)
        Il 4 di ora verrà superato a breve, semplicemente
        è stato rilasciato con le specifiche migliori
        raggiungibili in questo "periodo storico",
        specifiche che si eleveranno nei mesi a venire
        per i dispositivi rilasciati da altri produttori
        nei prossimi mesi...forse...
  • Francesco scrive:
    La cosa divertente...
    La cosa divertente che è sfuggita a molti e che Apple non vuole dipendere da un unico fornitore, ma i clienti Apple sono legati mani e piedi ad Apple.bye
    • Innovatore scrive:
      Re: La cosa divertente...
      Spero che almeno oggi mi passino una pagnotta ed un po' d'acqua :D
    • sylvaticus scrive:
      Re: La cosa divertente...
      ottima osservazione!
      • Gigi scrive:
        Re: La cosa divertente...
        Osservazione applicabile a tutte le marche, malgrado lui voglia far trasparire un'altra verità.
    • Gigi scrive:
      Re: La cosa divertente...
      Mentre quelli di "marcachevuoi" no?Ma smettiamola di racconatre storie fantasiose!
    • sadness with you scrive:
      Re: La cosa divertente...
      - Scritto da: Francesco
      La cosa divertente che è sfuggita a molti e che
      Apple non vuole dipendere da un unico fornitore,
      ma i clienti Apple sono legati mani e piedi ad
      Apple.La cosa più divertente è che tu non vedi la differenza tra le due cose...Aggiungo: viste le vendite di iPhone 4, Samsung non sarebbe mai riuscita a fornire i quantiutativi necessari, e questa, secondo me, è la *vera* ragione della scelta di Apple.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 giugno 2010 14.16-----------------------------------------------------------
    • valerivs scrive:
      Re: La cosa divertente...
      E questo cosa a che fare con l'articolo in questione?
      • sadness with you scrive:
        Re: La cosa divertente...
        - Scritto da: valerivs
        E questo cosa a che fare con l'articolo in
        questione?1) "Si vocifera che inizialmente anche Apple avesse optato per l'uso della tecnologia AMOLED sul nuovo iPhone: a farle cambiare idea sarebbero stati, da un lato, i progressi compiuti dalla tecnologia TFT LCD e, dall'altro, il desiderio di non vincolarsi ad un solo produttore"2) Di questi tempi ogni occasione è buona per parlare male di Apple...
  • marco scrive:
    discrezionalità
    e l'utente avrà la discrezionalità di scegliere se possedere un telefono con tecnologia amoled o IPS... la risposta credo sia no. Con quali criteri allora l'azienda sceglierà di privilegiare alcuni mercati rispetto ad altri? e il prezzo rimarrà lo stesso?insomma paiono banalità però siccome lo schermo amoled è stato per molti modelli il punto di forza per incrementare le vendite, ora?
    • DarkOne scrive:
      Re: discrezionalità
      - Scritto da: marco
      e l'utente avrà la discrezionalità di scegliere
      se possedere un telefono con tecnologia amoled o
      IPS... la risposta credo sia no. Con quali
      criteri allora l'azienda sceglierà di
      privilegiare alcuni mercati rispetto ad altri? e
      il prezzo rimarrà lo
      stesso?

      insomma paiono banalità però siccome lo schermo
      amoled è stato per molti modelli il punto di
      forza per incrementare le vendite,
      ora?Secondo me era un punto debole...altrimenti l'avrei preso volentieri il nexus one.Forse con il nuovo schermo TFT potrei farci un pensiero.
      • Mattia scrive:
        Re: discrezionalità
        perchè un punto debole???
        • ruppolo scrive:
          Re: discrezionalità
          - Scritto da: Mattia
          perchè un punto debole???Perché i display OLED non sono adatti a dispositivi da usare in esterno, con tanta luce il display non si vede più.Inoltre mostra colori irreali, soffre di moria di pixel e i pixel blu si degradano rapidamente.
          • OldDog scrive:
            Re: discrezionalità

            Perché i display OLED non sono adatti a
            dispositivi da usare in esterno, con tanta luce
            il display non si vede
            più.
            Inoltre mostra colori irreali, soffre di moria di
            pixel e i pixel blu si degradano
            rapidamente.Puntualizzazioni:AMOLED non si vedono alla luce solare del pieno giorno: confermo, in quanto possiedo un HTC Desire e in pieno sole non si vede un tubo. Da precisare però che ci sono differenze di leggibilità tra OLED, AMOLED e super AMOLED, perché usano tecniche differenti. Valutate il vostro caso.Mostra colori irreali: un problema dovuto alla compensazione del degrado del blu, non mi risulta più significativo con le attuali tecnologieMoria di pixel: non mi risulta un tasso di dead pixel critico, sui pannelli commercializzati, ma ovviamente occorre qualche altro anno per valutare serenamente quanto male "invecchiano"Gli oled blu avevano inizialmente (2004) una durata minore (circa 5 anni per 8 ore di accensione continua, ho letto), ma il problema è stato affrontato fin dai prototipi del 2007 e ormai direi che può reggere tranquillamente l'aspettativa di vita utile del dispositivo (non molti usano lo stesso telefonino per una decina d'anni, che io sappia).
          • ruppolo scrive:
            Re: discrezionalità
            - Scritto da: OldDog

            Perché i display OLED non sono adatti a

            dispositivi da usare in esterno, con tanta luce

            il display non si vede

            più.

            Inoltre mostra colori irreali, soffre di moria
            di

            pixel e i pixel blu si degradano

            rapidamente.

            Puntualizzazioni:
            AMOLED non si vedono alla luce solare del pieno
            giorno: confermo, in quanto possiedo un HTC
            Desire e in pieno sole non si vede un tubo.

            Da precisare però che ci sono differenze di
            leggibilità tra OLED, AMOLED e super AMOLED,
            perché usano tecniche differenti. Valutate il
            vostro
            caso.

            Mostra colori irreali: un problema dovuto alla
            compensazione del degrado del blu, non mi risulta
            più significativo con le attuali
            tecnologieNo, quello della compensazione è un altro problema: la compensazione viene fatta applicando una curva di correzione in base all'invecchiamento del display, ma ovviamente con l'assunto che tutti i pixel abbiano lo stesso grado di invecchiamento. Questo sappiamo bene che è falso, i sub pixel blu maggiormente utilizzati invecchieranno più rapidamente dei sub pixel blu meno utilizzati. Ad esempio uno sfondo fisso provocherà un consumo irregolare dei sub pixel (ed ora forse sappiamo il motivo per cui hanno fatto gli sfondi in movimento, una cosa a prima vista irrazionale, dato che impegna inutilmente la CPU e spreca quindi energia).Quindi, invecchiando, il display mostrerà immagini sempre più degradate, con macchie più o meno grandi. Il problema, anche se in misura minore, riguarda anche i sub pixel rossi.
            Moria di pixel: non mi risulta un tasso di dead
            pixel critico, sui pannelli commercializzati, ma
            ovviamente occorre qualche altro anno per
            valutare serenamente quanto male
            "invecchiano"Che invecchino male è assodato.
            Gli oled blu avevano inizialmente (2004) una
            durata minore (circa 5 anni per 8 ore di
            accensione continua, ho letto), ma il problema è
            stato affrontato fin dai prototipi del 2007 e
            ormai direi che può reggere tranquillamente
            l'aspettativa di vita utile del dispositivo (non
            molti usano lo stesso telefonino per una decina
            d'anni, che io
            sappia).Gli OLED blu sono monocromatici e quindi è più facile gestire l'invecchiamento.Comunque il fatto stesso che il cellulari OLED sono impostati per spegnere il display, in caso di inutilizzo, su un tempo brevissimo, indica chiaramente che il problema non è da poco.Infine, la sostituzione su questi cellulari del display OLED con display LCD di pari qualità sarà deleterio per la batteria, che è dimensionata per il minor consumo dei display OLED.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: discrezionalità
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Mattia

            perchè un punto debole???

            Perché i display OLED non sono adatti a
            dispositivi da usare in esterno, con tanta luce
            il display non si vede
            più.
            Inoltre mostra colori irreali, soffre di moria di
            pixel e i pixel blu si degradano
            rapidamente.Ummm, l'hai visto il Nexus One dal vivo, vero? No, perchè almeno quando l'ho visto io lo schermo era piuttosto brillante, ed anche alla luce solare si distingueva piuttosto bene, i colori mi sembravano a posto, e per la moria di pixel non so, di sicuro quando ho controllato non ne era ancora defunto nessuno!
          • ruppolo scrive:
            Re: discrezionalità
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Mattia


            perchè un punto debole???



            Perché i display OLED non sono adatti a

            dispositivi da usare in esterno, con tanta luce

            il display non si vede

            più.

            Inoltre mostra colori irreali, soffre di moria
            di

            pixel e i pixel blu si degradano

            rapidamente.

            Ummm, l'hai visto il Nexus One dal vivo, vero?
            No, perchè almeno quando l'ho visto io lo schermo
            era piuttosto brillante, ed anche alla luce
            solare si distingueva piuttosto bene, i colori mi
            sembravano a posto, e per la moria di pixel non
            so, di sicuro quando ho controllato non ne era
            ancora defunto
            nessuno!I colori sono troppo brillanti, bello per l'interfaccia, ma le foto vengono falsate.Il Nexus poi è un caso particolare: il display ha una durata doppia perché i pixel blu (e rossi) sono grandi il doppio rispetto i verdi, ma questo peggiora la visione dei dettagli (ci vogliono 2 pixel per un totale di 6 sub pixel per mostrare un colore) generando frange di colori inesistenti (sugli oggetti in scala di grigio ancora di più). Di fatto la risoluzione del Nexus è notevolmente inferiore a quanto pubblicizzato.
        • bronx scrive:
          Re: discrezionalità
          - Scritto da: Mattia
          perchè un punto debole???come perchè ?... perchè non vengono utilizzati da apple !
    • OldDog scrive:
      Re: discrezionalità
      - Scritto da: marco
      e l'utente avrà la discrezionalità di scegliere
      se possedere un telefono con tecnologia amoled o
      IPS... la risposta credo sia no. Con quali
      criteri allora l'azienda sceglierà di
      privilegiare alcuni mercati rispetto ad altri? e
      il prezzo rimarrà lo
      stesso?

      insomma paiono banalità però siccome lo schermo
      amoled è stato per molti modelli il punto di
      forza per incrementare le vendite,
      ora?Le caratteristiche, come scrivono in tutti i contratti e comunicati, sono soggette a cambiamento. :-)Moltissimi utenti non se ne accorgeranno nemmeno, se effettivamente la qualità visiva sarà paragonabile. Anzi, magari in pieno sole vedranno meglio! I consumi sono un punto più critico IMHO, eppure continuano ad essere sopportati cellulari che non arrivano quasi a sera. Personalmente speravo meglio, però dipende dalle situazioni d'uso. Diciamo che il mio prossimo acquisto sarà un caricabatterie da auto, per le mie prossime vacanze!
    • Innovatore scrive:
      Re: discrezionalità
      - Scritto da: marco
      lo schermo
      amoled è stato per molti modelli il punto di
      forza per incrementare le vendite,Poi vai sotto il sole e ti accorgi che per incrementare le vendite di hanno letteralmente preso per il XXXX.Sotto il sole diventa una cosa INUTILE
Chiudi i commenti