L'anti-web nasce in Iraq

di Gilberto Mondi - E' curioso come le autorità americane che cercano di governare l'Iraq abbiano prima deciso di scagliare sul web un sasso di informazioni essenziali e abbiano poi scelto di nascondere la mano


Roma – Mi trovo ancora una volta a non capire e non sto parlando della guerra in Iraq, dell’intervento militare occidentale in quel paese sul quale non voglio ora commentare, ma sul modo in cui viene gestita l’informazione web da parte delle uniche autorità irachene, ossia dagli americani.

Lo sconcerto nasce da qui : è la pagina dei bollettini settimanali che fino a qualche giorno fa venivano offerti su internet dalle autorità in relazione all’argomento più caldo del momento: la sicurezza .

Ora, con una trovata lessicale da mezz’euro, viene pubblicata bene in evidenza in quella pagina una sola frase: Per ragioni di sicurezza non ci sono informazioni sulla sicurezza

Chi si trova oggi in Iraq fa affidamento su internet per molti motivi. E non sto parlando degli iracheni, la maggioranza dei quali ha senz’altro cose più urgenti a cui pensare, ma di tutti coloro che in Iraq a qualsiasi titolo ci lavorano .

Internet è, per questi ultimi, un mezzo di informazione più accessibile di altri, l’email consente di mantenere attivi canali di comunicazione non solo con l’Occidente ma anche con il resto del mondo e il sito ufficiale dell’autorità americana è un nodo obbligato , perché offre parecchie informazioni su quello che accade in Iraq, in particolare sui progetti in corso, sui vari regolamenti imposti nei diversi territori, sul personale occidentale (quello di cui si può parlare) e molto altro.

Ma ora quella scritta nera come un lutto è tutto ciò che si vuole fare sapere in materia di sicurezza. Una novità che arriva nei giorni più difficili dell’occupazione per la coalizione guidata dagli Stati Uniti e probabilmente non è un caso. Pure in una contingenza come questa, però, quella laconica frase non può che alimentare le illazioni che emergono inevitabili in assenza di informazione. Il punto, però, è che qui non solo c’è un mancato aggiornamento ma c’è qualcuno che palesa il fatto di non voler dare informazioni . La trasparenza della non-trasparenza, in pratica la negazione del web via web .

Non so sul piano strategico cosa questo significhi ma temo proprio che un tale modo di utilizzare il web, dando vita ad una sorta di zombie-web o anti-web , negando la natura informativa della rete, non possa che ritorcersi contro i suoi, a mio parere poco accorti, ispiratori.

Gilberto Mondi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • medusa349 scrive:
    Re: Copertura ADSL
    Ciao, anche io sono di Arienzo e facendo una ricerca x verificare la tanto agognata copertura ADSL mi sono imbatuta in questa protesta, e con mia enorme sorpresa la lettera è datata 21 dicembre 2005!!!! Oggi è il 28 novembre e nulla è cambiato a quasi un anno di distanza! La nostra indignazione a nulla serve perchè ( ribadisco) a quasi un anno di distanza, i paesi citati dal mio compaesano presentano la stessa identica situazione!!!! Cosa dobbiamo fare? A chi dobbiamo rivolgerci? Ma la mia domanda primaria è : perchè questa scelta ? A che pro questa barriera? Anche perchè credo che la scelta sia antieconomica soprattutto per gli operatori telefonici, che non potrebbero trarne che nuovi introiti.... la trovo una scelta non solo antieconomica, ma anche stupida!!! Distinti saluti
  • maury1976 scrive:
    Adsl
    Salve,io risiedo in piccolo paese in clabria, precisamente in provincia di Reggio Calabria.Si parla oramai da un'anno che dovrebbe arrivare adsl, ma ancora non si sa nulla, nel mio paese abbiamo la linea non con il cavo che trasmette alla centrale ma tramite parabola, e dicono che la scheda per tale sistema e pronta ma non a ncora montata.Io non so come fare telecom non dice nullain merito anche se si chiede una informazione per medesimo problema non sanno dare nessuna risposta.Se qualcuno sa come posso fare per far arrivare adsl nel mio cumone sarà gradita.Cordiali e distinti saluti a tutti
  • Anonimo scrive:
    Re: Una tecnologia per tutti??
    Che ne pensi del WiMAX? Pensi che possa arrivare almeno questa tecnologia a Scandriglia?
  • Faus74 scrive:
    Re: Copertura ADSL
    Il criterio della copertura adsl non lo sapremo mai e poi mai.Se vuoi,puoi raccontarci la tua storia su Anti Digital Divide,se vuoi.Ciao :) .
  • theocseries scrive:
    Copertura ADSL
    è dal 2000 che oramai chiamo telecom per avere copertura ADSL. Un paesino a 1 km dal mio ha l'adsl e pensate non ha nemmeno mille abitanti.Io sono di Arienzo (Caserta) ma la copertira Adsl non è attiva nemmeno nei paesi limitrofi quali San Felice a Cancello e Santa Maria a Vico....praticamente è come una linea che parte da caserta, percorre maddaloni e si ferma a santa maria a vico saltando questi tre paesi e riprendendo da forchia prov di BN.....è assurdo pago 600 euro di bolletta a telecom ogni due mesi e non si degna di fare qualcosa.Ci deve essere un tornaconto economico e lo capisco ma ditemi con quale criterio fate ste scelte se avete attivato il servizio ad un paese come Forchia (BN) dove nn ci sono manco mille abitanti e non attivate il servizio x tre paese che insieme hanno piu di 70 mila abitanti...assurdosembriamo il buco del mondo...non c'è copertura adsl, non c'è copertura linea 3, nn c'è copertura wind, ne digitale terrestre....bombardateci fate primaSaluti==================================Modificato dall'autore il 21/12/2005 17.10.04==================================Modificato dall'autore il 21/12/2005 17.10.12
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?


    Tu vuoi la moglie piena e la botte ubriaca?si, la tua di moglie, piena del mio maomao
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?
    - Scritto da: Anonimo
    Il mondo e' bello perche' e' vario.
    Io vivo a Milano, in un piccolo appartamento in
    condominio che mi e' costato 15 anni di lavoro.
    Devo adeguarmi al costo della vita di Milano.
    In cambio ho la fibra ottica di Fastweb, con
    traffico internet e telefonate illimitate.

    Mio cognato invece abita in campagna, in un
    villino con giardino, che gli e' costato la meta'
    di casa mia, ha due automobili e il modem a 56 K.

    Tu vuoi la moglie piena e la botte ubriaca?...e se uno abita in campagna, in un app. di 75mq con un mutuo a vita da pagare lavorando agli stampi di una fabbrica di poliuretano espanso ke kazzo ci devo fare io, brutto figlio di tua madre, se mi voglio spendere 100 euri al mese per un kazzo di 56k . vaiafareinkulo!!!!
  • Anonimo scrive:
    Copertura ADSL...
    Buonasera!Vorrei porre l'attenzione circa un possibile suggerimento per il cosidetto Digital Divide, sperando che una proposta simile non sia già stata fatta......Oltre a continuare a dare, se possibile, il contributo per l'attivazione dell'ADSL, quello che penso attualmente sia il problema principale è quello della bassa copertura; ci son tanti comuni (come il mio, Pavia di Udine) che non sono coperti (o lo sono parzialmente, come nel mio caso), e rimangono scoperte zone molto importanti, ed anche con parecchie industrie che sarebbero interessate al servizio banda larga!Non sarebbe possibile, per incentivare la Telecom a coprire anche queste zone, dare un contributo solo sui contratti attivati in NUOVE ZONE che verranno attivate diciamo dal 01.01.2005?Ad esempio, l'IVA che la Telecom dovrebbe versare allo stato potrebbe essere lasciata alla società come "contributo", di modo da incentivare la copertura per il primo anno di contratto;Mettendo per esempio che in un anno la Telecom creando la copertura in una nuova zona, potrebbe automaticamente crearsi dei contributi; esempio specifico, per esempio, diciamo che se la mia zona fosse attivabile l'adsl, 200 persone tra aziende e privati attiverebbero la banda larga; diciamo che la Telecom incasserebbe circa 72.000 euro (200x12 mesi x 30 euro mese); l'IVA relativa sarebbe di 12.000 euro per il primo anno; questo sarebbe il contributo che resterebbe alla Telecom, ma solo per il primo anno, poi diventerebbe un vantaggio anche per lo Stato, perchè ne incasserebbe l'IVA...Sperando di essermi spiegato abbastanza, cordiali saluti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Copertura Wind
    io ci sono cascato in pieno!!mi hanno assicurato che nonostante Telecom non coprisse la mia zona era possibile attivare l'ADSL con wind...ovviamente ieri(dopo 3 telefonate) mi hanno detto che non è possibiile attivarla...
  • Anonimo scrive:
    Re: copertura wind strana...
    Non avevo copertura telecom perchè la mia linea era su un UCR quei maledetti armadi stradali che non fanno arrivare la linea direttamente in centrale. Ebbene dopo mesi di lotte con telecom italia per ottenere un cambio porta (cioè uno spostamento della linea direttamente in centrale) l'ho finalmente ottenuto. Sapete come? Stressando telecom e facendo un abbonamento con Wind con cui stranamente avevo copertura. Questo probabilmente perchè wind prendeva in considerazione solo la centrale di competenza e non l'MD 48 maledetto. :) In ogni caso grazie telezozz e grazie wind...bastava 1 ora di lavoro qualche mese prima per non dover combattere questa lotta.
  • Anonimo scrive:
    è inutile piangere ADSL
    i metodi sono per uscirne sono:1 disdire l'abbonamento telecom2 dissuadere lo stato di elargire soldi "nostri" a titolo gratuitosolo per alcuni
  • brunostazi scrive:
    Una tecnologia per tutti??
    Ciao tutti,sono uno "sfortunato" appassionato di Internet, da anni che lotto per far portare la ADSL nel mio comune" Scandriglia in provincia di Rieti", ho raccolto piu di 150 firme"www.scandrigliaweb.it/lista.html", ho mandato mail a tutti da Telecom al Presidente della Regione Lazio On. Storace.Mi chiede perchè la telecom continua a proporre una adsl finta come il satellitare invece di sviluppare la rete terrestre?Paese come i nostri dove la maggior parte delle popolazione vuole questo servizio, cosa o a chi deve raccomandarsi per avere un servizio cosi importante?Possibile che in Italia non si riesca a far nulla senza proteste e raccomandazioni?Cmq non molleremo, se ci sarà bisogno romperemo le "scatole" a tutti i responsabili per portare questa tecnologia nel nostro territorio.SalutiBruno Stazib.stazi@katamail.com
  • Anonimo scrive:
    forum su mancante copertura ADSL
    Volevo segnalare il Forum (nuovissimo) creato appositamente per questo scopo:"Mi manca l'adsl":@http://www.freeforumzone.com/viewforum.aspx?f=47535
  • Anonimo scrive:
    Re: Copertura Wind
    E' quello che è successo a me (vedi thread "Copertura ADSL, utopia..."). Dopo due settimane (avevo anche comprato modem e filtri) da wind mi dicono che in realtà non essendo disponibile la copertura non possono attivarmi e dicono che è meglio telefonare al 155 che basarsi sul sito per vedere la copertura. Comunque anche presso il 155 dicevano che ero coperto, ora no... mah...
  • Anonimo scrive:
    Copertura ADSL, utopia...
    Dopo anni di attesa finalmente nel mio paesino in provincia di Viterbo viene attivata l'ADSL... la copertura però riguarda solo metà paese, mentre la zona industriale (nella quale abito) rimane fuori... Su TIN la mia zona rimane scoperta, mentre sul sito di Libero dicono che è coperta dalla loro ADSL. Così faccio la richiesta, tutto Ok. Compro modem e filtri, e 15 giorni dopo (quando aspettavo l'avvenuta attivazione) mi dicono che la zona non è coperta... Stamattina ho chiamato il 155 e dicono che provvederanno a diffondere la copertura... ma quanto mi toccherà aspettare??? Scriverò qui, non so tra quando, ad avvenuta installazione.Emanuele
  • Anonimo scrive:
    Telecom Italia - l'ennesima fregatura!
    Un saluto a tutti gli utenti del forum di Punto-informatico.Vorrei condividere la mia breve esperienza con Telecom Italia e sperare di avere qualche consiglio utile da voi..Partiamo da capo. Il mio figlio che studia l'informatica aveva bisogno di un collegamento ad Internet. Siamo in Ottobre del 2003 e abbiamo deciso di abbonarsi ad offerta Alice di Telecom Italia. La spesa di Euro 36,95 mensili potevamo permetterci di inserire in bilancio famigliare ma le cose sono andate diversamente.Ovvio prima di richiedere Alice abbiamo contattato 187 se l'ADSL è disponibile nella nostra zona. Ci hanno confermato che non ce nessun problema l'unica cosa da fare è richiedere la linea telefonica e che si potrà usufruire del servizio ADSL subito dopo una decina di giorni.Dopo aver pagato il contributo di attivazione della linea tradizionale e dopo aver aspettato questa decina di giorni richiamiamo Telecom Italia per sapere quanto c'è ancora da aspettare per avere ADSL. Rispondono: Visto che la vostra zona non è ancora raggiungibile dovete attendere ancora un altra decina di giorni.. Non raggiungibile? In che senso? - abbiamo chiesto. Sono le cose tecniche Signore ha risposto un operatore di 187. Comunque ci hanno assicurato che presto avremmo possibilità di navigare con ADSL. Richiamiamo ancora e qua siamo rimasti: Ci hanno agredito (operatori diversi di 187 - ci mettevano giù senza spiegazioni ecc..) perchè li facciamo perdere il tempo chiamandoli inutilmente e che ci avrebbero sapere loro. Insomma un' esperienza brutta e dopo aver penso la pazienza richiamiamo questa volta ci passano "un responsabile" che ci dice di navigare per il momento con un modem dial-up che ci sarebbe una promozione della Tin.it per spendere meno ecc.. e che lavori per installare un ADSL server nella centrale della nostra zona stanno proseguendo, di avere la pazienza ecc..Insomma Telecom Italia ci ha preso in giro a quanto pare ma ci siamo fidati un'altra volta.. Intanto tempo passava - è arrivata la prima bolletta di Euro 362,00 per il primo bimestre..L'abbiamo pagata e decidiamo di scoprire la verità. Chiamiamo 187 e la scopriamo. Un operatore ci dice che nella vostra zona prima che arrivi ADSL ci vorrano minimo 3 anni. Come?! E server, e lavori? E famosa una decina di giorni? Mai esistiti.Insomma potreste immaginare come siamo rimasti delusi. Intanto il mio figlio navigava con il servizio dial-up di Tin.it sperando che alla fine Alice arrivi. Ma in totale abbiamo fatto più di 100 chiamate e abbiamo visto che non esiste una organizzazione nella struttura di Telecom..Insomma.. Il tempo passa e ci siamo ritrovati con altra bolleta da pagare di Euro 485,00. Non l'abbiamo pagata e ci siamo ritrovati con la linea staccata, con il figlio bocciato e con tanta tristezza..Ieri è arrivata una raccomandata da un "Recupero Crediti" per conto di Telecom Italia con la minaccia di pignoramento dei beni se non pagassimo la somma dovuta a Telecom.Non ditemi che dovevo disdire contratto con Telecom perchè ogni giorno mi pento ma sapete come succede.. Vorrei solo un consiglio utile.. Non so se dovrei rivolgermi ad un Giudice di Pace o qualcosa di simile..O forse qualcuno di voi ha avuto l'esperienza simile e puo' aiutarmi?Vi ringrazio tutti in anticipo!Alessandro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Telecom Tiranna
    Hai perfettamente ragione! Ank'io vivo in una zona nn coperta dall'adsl e da parekkio tempo mi adatto con questo palliativo ke ha offerto la Telecom e ke ha kiamato Teleconomy24; mi sono reso conto solo dopo parekkio tempo ke, pur essendo un'offerta economicamente valida, nn forniva tutti i servizi ke un utente si aspetta da un provider quali quelli di posta!Vani sono stati i miei tentativi di trovare un server smtp valido per inviare posta da portali come @virgilio o @yahoo.it ma ciò nn mi ha impedito cmq di iscrivermi ad altri servizi di e-mail cercandone uno ke nn abbia di questo difetto!E uno l'ho trovato e ve lo consiglio xkè è davvero efficace: e-mail.it!Certo nn risolverà il problema ma è un modo per aggirarlo! A.S.
  • Anonimo scrive:
    Re: ADSL e Analogico
    Ti capisco, sono nella tua stessa situazione (e anche io abito in provincia di Asti); non capisco cosa diavolo devono aspettare quelli della telecom, sembra quasi che ci provino gusto...............Non capiscono che potrebbero farsi dei clienti in piu'?Io ho fatto un abbonamento flat per il 56K, posso stare connesso tutta notte con un canone mensile di 21 euro e rotti, ma e' soltanto un palliativo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esiste nel Veneto !!!
    - Scritto da: Anonimo
    Premesso che non so che servizio possa dare
    ma esiste nel veneto una società che
    da quel tipo di servizio...

    Andate a vedere su www.skytek.itIo mi sono fatto mandare un preventivo........ proibitivo!!!200 euro al mese + iva per 320Kbps, + 500 euro + iva di installazione, + 50 euro + iva di attivazione.Secondo me, queste aziende non hanno voglia di vendere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    Ti rendi conto che forse oggi la maggiaranza
    delle persone italiane è interessata
    di più alla tv che a internet?
    Bisogna fare delle considerazioni prima di
    parlare, La stragrande maggiornaza degli
    italiani usa principalmente la tv, da una
    certa età in su poi esiste solo la tv
    e la divoleria di internet non interessa se
    non casi rari, tra i meno giovani e i
    giovani poi, l'interesse è ridotto,
    se togli quelli che vogliono adsl per
    scaricarare 20 cazonin al tempo di una ( e
    quindi per un uso del solo p2p) e togli le
    aziende che necessitano di collegamento
    veloce (la maggior parte di piccole aziende
    oggi manco usa il fax figurarsi al posta
    elettronica) gli utenti internet reali che
    vogliono navigare veloci per motivi validi
    sono molto pochi. Io ho fatto un indagine su
    50 persone che conosco, più della
    metà non usano internet o il pc,
    anche al lavoro, i restanti usano il pc
    saltuariamente e internet per la posta e per
    chattare, la conensisone va bene
    così, 4 o 5 scaricano via p2p e
    vogliono l'adsl per scaricare fiumi di
    canzoni, e solo 3 me compreso la sua per
    lavoro e per leggere info e altro, e questo
    in piemonte. Ma tutti e ribadisco tutti
    usano la TV e vorrebbero nuovi canali.
    Grande fratello e fattoria,. saranno tv
    spazzatura ma piace tanto, la gente
    guarderà spazzatura in tv ma paice
    questa spazzatura e la fattoria sta davvero
    piacendo a tutti, questo significherà
    ben qualcosa.Quello che dici in parte è vero, però la televisione che sia digitale o no, esiste già in tutte le case, mentre la banda larga per molti, compreso il sottoscritto è un'esigenza.Che tu lo creda o no, ci sono persone che usano internet anche per lavoro e non solo per scaricare mp3 e che non possono permettersi i costi proibitivi di un'hdsl (che guarda caso in qeusti ultimi 2 anni è arrivata in tutte le centrali nonostante siano abbrustolite e tenute su con lo scotch).La struttura della mia azienda non si può permettere il costo di un'hdsl e con l'isdn mi risulta impossibile fare certi lavori perchè vorrebbe dire non poter usare internet (necessario al mio lavoro) per alcuni. giorni di fila.
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?
    Io vivo a colle prenestino (300 metri dal raccordo anulare di Roma), non sono coperto e forse non lo sarò mai (la mia zona non ha neppure una centrale tutta sua ma usa una estensione della linea).Per inciso mi occupo di hosting e quando ho comprato casa nessuno mi ha detto che per avere la banda larga avrei dovuto traslocare.
  • Anonimo scrive:
    Re: copertura wind strana...
    Io ho seguito il tuo consiglio.ebbene dopo 3 gg wind mi ha risposto dicendomi che la telecom aveva rigettato la mia istanza di abbonamento...
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa peggiore è IL MURO DI GOMMA.
    Bravo, e lo ammetti anche di averlo votato fosse anche solo una volta? Bella figura....
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?
    Io voglio solo che a parità di costi corrisponda parità di servizi.Il canone telefonico costa tanto uguale nelle aree metropolitane come in campagna. Ergo, i servizi offerti devono essere gli stessi.Idem dicasi per il contributo governativo, assai poco democratico perché esclude a priori una fascia enorme di cittadini che non possono fruirne, malgrado questi DEBBANO AVERE pari diritti con tutti gli altri.Colmare il digital divide, per una società che vorrebbe definirsi moderna, è una questione elementare di civiltà.Il costo degli affitti è un altro discorso.E' il prezzo che decide di pagare paga chi ama il frastuono cittadino, lo smog, il traffico, e gradisce massificarsi anziché coltivare argutamente la propria individualità e autonomia di giudizio (e, perchè no? avere un'aspettativa di vita assai maggiore).Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro ....


    http://www.airdata.agChe scandalo.... questa teconlogia basata su un'adsl wireless non la conoscevo....Altro che digitale terrestre.... questo si che sarebbe un vero valore aggiunto...Si vergogni chi affossa certi progetti....un altro "contadino" a 56Kb
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa peggiore è IL MURO DI GOMMA...
    Mi associo di brutto al tuo sfogo e lo faccio anche mio visto che sono anni che qui nella mia città la copertura adsl c'è mentre nonostante io abiti nello stesso comune ma fuori città della copertura non si sa niente. Vedo amici e conoscenti assolutamente incompetenti di computer avere l'adsl e non sapere manco come si usa e vi assicuro che la rabbia è tanta nel doversi accontentare di linea 64k isdn senza flat e con costi proibitivi! E poi ci prendono in giro con la satellitare?? Ma vaff...Ciao!Alessio
  • Anonimo scrive:
    ADSL e Analogico
    Salve , io vivo un paese provincia di asti e non supporta la linea adsl.Io non sono d'accordo per uso digitale satellite bidirizionale e non, neanche con set box (tanto e' una cagata), io uso normalmente in media 2 ore al giorno all'internet con analogico, arriva circa 250 a 380 euro bimestrale.ma mi chiedo questi soldi "rubati" che cosa servono ?? visto che costa piu' di enel 220v mentre la linea usa da 50 a 80 voltsio vorrei sappere che cosa devono mettere per ottenere un adsl in un utente di un paese dove non e' supportato?Mica devono scavare o aggiungere i pali??? ma non capisco come? e perche una azienda rifiutano? chiedo se non e' possibile un abbonamento flat 24 h mensile al pari di adslsono stufo di regalare i soldi!!!!non e' giusto!!!sono rimasto davvero amareggiatovi scuso per errori grammaticali , sono un sordomutociao :'(
  • terepo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Anonimo
    Nel caso specifico sono tutte scuole o
    amministrazioni locali, per cui si cerca di
    considerarle come sedi diverse della stessa
    entità. Si il progetto sprimentale è nato per quello, ma da quel che ne so io tutta la popolazione abitante nei paesi serviti dovrebbe poter accedere al servizio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Lamberto scherza, vero???
    - Scritto da: neoviruz
    Non e' motivo di interesse dove abita, non
    so se non hai notato l'inizio della lettera
    o se l'hai bellamente ignorato per scrivere
    il tuo bel commentino sensazionalistico:
    "Parlo da utente e professionista del
    settore IT."
    Quindi si sta evidentemente parlando sia
    dell'utente finale, sia di una probabile
    azienda, che dubito possa avere la sede su
    una malga senza elettricita'...Certo che l'ho letto, ed e' il motivo per cui ho postato il commento: siamo a questo punto in TRE, professionisti IT che convivono quotidianamente con gli stessi problemi. Ho clienti che stanno a decine di chilometri dal capoluogo di provincia piu' vicino, e la mancanza dell'ADSL viene sostituita (relativi costi compresi) dalle offerte delle CDN. In ogni caso, il "nostro" parlava a titolo personale, visto l'ultima parte della sua lettera.
    Allora discutiamo queste ragioni, io parlo
    da tecnico informatico e tu?Siamo in due. Devo presentare anche il biglietto da visita oppure vuoi direttamente il bilancio societario della mia azienda?
    Vuoi il resoconto delle mie spese per la
    connessione?
    Sono sui 150 Euro al bimestre che do a
    telecom, piu' altri 140 che do a NGI, il
    tutto per avere la bellezza di 3,5 ore
    giornaliere di navigazione senza ip statico
    e alla fantasmagorica velocita' di 128k.
    Questa e' concorrenza a tuo avviso?La concorrenza e' chiedere agli altri gestori telefonici di proporre alternative. La concorrenza in Italia sulla telefonia fissa *non* e' questo, mentre lo e' stato su quella mobile. Come mai? Evidentemente i concorrenti hanno pensato che gli investimenti in questo senso non hanno convenienza. Prova ad esempio a chiedere a I.net (uno dei piu' grandi ISP italiani business) una CDN in una zona fuori da qualche grosso capoluogo. "mi dispiace: non serviamo la zona".
    La cosa grottesca e' che nonostante fosse
    tutto abbastanza chiaro, tu l'abbia
    bellamente ignorato.YAWN... gia' risposto.
    Io lavoro nel campo dell'IT, hai idea di
    cosa voglia dire?
    Evidentemente no!
    Non e' una questione di banda, di mp3 e di
    siti porno.
    Si tratta di una connessione always-on.
    Di possibilita' di reperire informazioni
    storate sul mio server anche quando sono
    fuori dall'ufficio.
    Di teleassistenza a clienti.
    Di velocita' di reperimento di informazioni
    e materiale INDISPENSABILE per il mio
    lavoro.
    Ma su questo non puoi scrivere il tuo
    articoletto gossip giusto?YAWN... gia' risposto. Ma:1) teleassistenza: la facevo con un 2400baud in DOS, oggi basta un 33.6Kb con un callback via linea analogico. Ripeto: vuoi l'always on? Prego, accomodati: c'e' la CDN, se e' davvero cosi' indispensabile per il tuo lavoro e necessiti di always on.
    Certo peccato che telecom chieda cifre
    spropositate per l'attivazione di una linea
    telefonica se all'abitazione non arriva il
    doppino, ma anche qui vedo che sei ben
    documentato.Parlo SOLO per esperienza diretta: il costo richiesto per l'attivazione dell'ABITAZIONE (come dici tu non piu' una mega impresa multinazionale come volevi fare intendere prima) è decisamente INFERIORE (non ho detto economica) rispetto al COSTO reale di installazione. Leggi bene, prima di commentare.
    Non vengono offerte alternative comparabili.
    La situazione e': o sei coperto o ti
    attacchi.Appunto: la concorrenza cosa fa? Aspetta che il lavoro lo faccia Telecom... ce li hanno i soldi, oltre che per pagare Fiorello (ENEL per esempio) per farsi le loro belle centrali digitali prima di telecom!
    Io spero che la tua disinformazione abbia
    una fine.
    e senza smiley.STRA-YAWNfolieshttp://folies.splinder.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?
    - Scritto da: Anonimo
    Il mondo e' bello perche' e' vario.
    Io vivo a Milano, in un piccolo appartamento
    in condominio che mi e' costato 15 anni di
    lavoro.
    Devo adeguarmi al costo della vita di Milano.
    In cambio ho la fibra ottica di Fastweb, con
    traffico internet e telefonate illimitate.

    Mio cognato invece abita in campagna, in un
    villino con giardino, che gli e' costato la
    meta' di casa mia, ha due automobili e il
    modem a 56 K.

    Tu vuoi la moglie piena e la botte ubriaca?Sbrigati a scaricare ed a telefonare a tutti! La tua aspettativa di vita è del 30% minore di quella di tuo cognato.Lui non ha fretta di tirare le cuoia, e mentre si spara i soldi che ha risparmiato con casa tra gite in macchina, belle fiche e viaggi, può pure aspettare che il modem a 56K gli scarichi quello che gli serve 8) .Amen
  • Anonimo scrive:
    Re: Una CDN 500 Euro al mese?
    Ah ovviamente la banda MINIMA di una CDN e' 64K ma nessuno ti vieta di prendere un Trunk in fibra da 622 MBit e sbattertelo in salotto, paghi MILLLEMILIARDI ma poi sei a posto.... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Una CDN 500 Euro al mese?
    La CDN ha appunto servizi aggiuntivi quali riparazione ENTRO 4 ore dall'inizio del guasto in giornate lavorative (per fare 1 es.), se ti si rompe la borchia ISDN puoi giusto impiccarti col filo del telefono mentre aspetti le 2-4 settimane che esca l'omino Telecom con la 600 e venga a diagnosticarti il guasto......;)
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    certo che si può sopravvivere senza DSL, ma non è comunque giusto che io che vivo in un paesino, paghi molto più di te per avere meno di te.Ciao
  • Anonimo scrive:
    l'adsl satellitare è una presa per il cu
    il satellitare non è bidirezionale, occorre connettersi con il modem rtg o isdn e il costo orario è di 2 ?- 3? + canone di abbonamento mensile.nella mia zona non c'è neanche copertura adsl e l'hdsl flat costa per 640 k 600 ? al mese + iva , 64 k solo 150 ? mensili + iva e costi di attivazione.dopo 2 anni di attesa grazie telecom
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT}E la linea elettrica??
    lascia perdere,era solo una turbativa di mercatoun modo per avvertire la telecom,del tipo....."se non vuoi che continuo a investire in questo settore,con potenziale scippo di milioni di utenti per il prossimo futuro,allora mettiamoci d'accordo:@"molto probabilmente la telecom gli ha affittato le sue linee a prezzo piu' basso del dovutoquindi a questo punto per l'enel-wind perche investire??:'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Vero, drammaticamente vero
    - Scritto da: Anonimo
    Finché Telecom sarà
    monopolista ed avrà il potere di
    dividere l'italia in 2 noi, poveri
    "contadini" saremo costretti a rosicare
    vedendo amici, ma soprattutto concorrenti,
    collegati H24 ed a banda larga.

    Peccato perché Gasparri aveva
    iniziato molto bene dal punto di vista
    tecnologico, ma si vede che a *qualcuno*
    preme molto di più il satellite ed il
    digitale terrestre...

    E' un vero peccato perché il digital
    divide è. per il bel paese una
    vergogna facilmente sanabile... basterebbe
    volerlo!Mi associo.. sono anche io una vittima del digital divide, spendo (anzi, faccio spendere ai miei, visto che sono ancora un giovane "mantenuto") una fortuna in una connessione dial up scandalosa per i tempi che corrono.Ma arriverà il momento che gli utenti si stancheranno e insorgeranno contro Telecom...
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro ....
    - Scritto da: Anonimo
    Te ne do' un'altro ...... giusto per
    rosicare un poco :)

    www.airdata.ag

    Mi aspetto commenti .......Rosica, rosica eccome!!!sono ormai anni che sono costretto a pagare bollette di entità pari, se non più elevata, di quelle per una connessione DSL, ma alla fantastica velocità della linea ISDN!!! per al massimo 3 ore al giorno (una volta almeno le flat erano flat tutto il giorno...).Non mi sembra giusto che io paghi di più per avere di meno, ma di questo andazzo mi sa che torna buono il vecchio detto "O mangiare sta minestra....".
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro ....
    Te ne do' un'altro ...... giusto per rosicare un poco :-)http://www.airdata.agMi aspetto commenti .......saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT}E la linea elettrica??
    - Scritto da: Anonimo
    tempo fa si parlava della possibilità
    di internet ad alta velocità via
    linea elettrica. L' ENEL, a quanto ne
    sapevo, stavano già sperimentando...
    poi piu' nulla! chi ne sa qualcosa?? Circa 1 anno fa li contattai per avere delle risposte...Mi dissero che il servizio era gia' in sperimentazione, ma prima che la cosa potesse diventare reale per tutti, sarebbero passati diversi anni.CHE SCHIFO!! Solo in Italia succedono queste cose...Chi non ha adsl passare al satellite? (e' lento, costa 2000 da installare e 98 al mese, non si puo' ne' giocare ne' usare p2p, insomma non serve a nulla )Cambiare casa? Me li danno loro 200.000euro???
  • proust scrive:
    Re: E no caro Ministro ....
    - Scritto da: Anonimo
    e per completezza ecco il link degli
    operatori licenziatari...


    www.urpcomunicazioni.it/regionipage.htm
    grazie!è molto utile questo link
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?
    - Scritto da: Anonimo
    Tutto non si puo ottenere senz'altro, e' da
    sceglier. Io scelgo sicuramente la campagna
    rispetto ad una metropoli.
    Aria pura, orticello dove coltivarmi le rape
    indiane, i grilliin cantina a ricompilare un kernello di Montalcino :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Vuoi vivere in campagna?
    Tutto non si puo ottenere senz'altro, e' da sceglier. Io scelgo sicuramente la campagna rispetto ad una metropoli.Aria pura, orticello dove coltivarmi le rape indiane, i grilli
  • Anonimo scrive:
    Vuoi vivere in campagna?
    Il mondo e' bello perche' e' vario.Io vivo a Milano, in un piccolo appartamento in condominio che mi e' costato 15 anni di lavoro.Devo adeguarmi al costo della vita di Milano.In cambio ho la fibra ottica di Fastweb, con traffico internet e telefonate illimitate.Mio cognato invece abita in campagna, in un villino con giardino, che gli e' costato la meta' di casa mia, ha due automobili e il modem a 56 K.Tu vuoi la moglie piena e la botte ubriaca?
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro ....
    e per completezza ecco il link degli operatori licenziatari...http://www.urpcomunicazioni.it/regionipage.htmfate un po' voi ....Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro - Testo denuncia
    Oggetto: Richiesta revoca licenze Wireless Local Loop attribuite con bando di gara del 31-01-2002Spett. Ministero,il bando di gara in oggetto ha attribuito ad alcuni operatori di TLC relative licenze per l?utilizzo delle frequenze a 26GHZ e 28GHZ al fine di offrire tutta una serie di servizi ai cittadini ed in tal modo ridurre il digital divide che nel nostro Paese sta? assumendo enormi proporzioni , oltre a permettere ad operatori alternativi di non utilizzare le linee fisiche dell?operatore dominante.Il bando stabiliva regole precise riguardo i tempi per l?attuazione della copertura del territorio con tale sistema , per la precisione entro 2 anni dall?assegnazione la copertura pari al 30% del territorio assegnato. ( Articolo 3.5 )Ad oggi ci risulta che la maggior parte degli assegnatari non hanno rispettato tale limite , pregiudicando la crescita tecnologica del Paese e di fatto bloccando il mercato libero delle telecomunicazioni ; bloccando l?utilizzo di risorse scarse di spettro , impedendo di fatto a nuovi soggetti di avvalersi di tale tecnologia , ritardando la crescita di un mercato realmente libero.Pertanto chiediamo che venga al piu? presto espletata una indagine in merito , e nel caso dei licenziatari che non hanno rispettato le regole , la revoca immediata della licenza cosi? come previsto dal bando di gara.Certi in un Vs immediato intervento , atto a correggere questa stortura , porgiamo
  • proust scrive:
    Re: E no caro Ministro ....
    - Scritto da: Anonimo
    non puoi rispondere cosi'.

    Esiste la tecnologia per portare la banda
    larga su tutto il territorio.

    Nel Aprile 2002 sono state assegnate le
    licenze per il WLL che avevano l'obiettivo
    di risolvere il problema dell'ultimo miglio
    in mano a telecom.

    Ad oggi , tranne 2 realta' nel nord-est ,
    nessun altro ha attivato la licenza e gli
    operatori mobili la hanno utilizzata per
    collegare le proprie BTS. Non era nato per
    questo il WLL.

    Inoltre gli operatori non hanno rispettato
    gli obblighi di copertura come da punto 3.5
    del bando di gara , che obbligava entro 24
    mesi gli assegnatari a coprire il 30% del
    territorio regionale con un minimo di 1/2
    capoluoghi di provincia , pena il RITIRO
    della licenza.

    Allora caro Ministro , le ritiriamo queste
    licenze ? Facciamo rispettare una volta
    tanto la legge ?
    Vogliamo realmente portare l'Italia ad un
    livello tecnologico accettabile ?

    Noi abbiamo gia' denunciato questa
    sistuazione in modo ufficiale , ma ad oggi
    nessuna risposta da parte del Ministero , se
    PI vuole possiamo fornire il testo della
    denuncia.Sarebbe molto interessante leggere il testo integrale di questa denuncia inoltrata presso le sedi appropriate.
  • proust scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: sigsegv

    La connettività satellitare

    BIdirezionale ha invece costi di posa in

    opera e d'abbonamento proibitivi ad un

    utente normale.

    Mi hanno chiamato venerdì per
    propormela. La politica di telecom, a quanto
    pare, è di considerare tutto il
    territorio coperto dall'ADSL, che sia vera o
    un'imitazione "satellitare".
    Gli ho citato la banda di upload ridicola,
    il telefono occupato, la latenza e
    l'impossibilità di avere un contratto
    flat. Mi sono alterato solo quando mi ha
    informato che la banda di upload non mi
    serve.Certo,perchè secondo le indagini di mercato Telecoml'utente medio vuole la banda larga solo per scaricare musica, sowtware e filmati, vero?Non pensano che dopo già soli pochi mesi di navigazione un utente possa avere esigenze più serie?
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro ....
    Siamo un operatore , non ci interessa fare pubblicita' su di noi , ma sollecitiamo tutti a denunciare il mancato rispetto degl'obblighi di copertura. Il WLL era nato per risolvere il problema dell'ultimo miglio , ma come gia' detto quasi nessuno ha voluto utilizzare questa modalita' , e non per problemi economici ( si sapevano prima i costi ...) ma perche' e' piu' comodo utilizzare telecom e poi denunciare le proprie inefficienze dando la colpa a lei.Va' anche precisato , che il WLL italiano e' l'unico del suo genere e cioe' su frequenze , 26GHz e 28GHz , dove la concorrenza dei produttori e' poca , mentre nel resto del mondo ed in Europa vengono utilizzate i 3.5Ghz o i 2.6-2.7 Ghz , con un enorme scelta di vendor che si traduce in costi piu' bassi.( per non parlare della maggiore efficienza ... ) Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: flat HDSL?
    si.. le offerte ci sono... bisogna cercare bene, ma offerta hdsl flat partono da 170e
  • Anonimo scrive:
    Re: Lamberto scherza, vero???
    - Scritto da: AnonimoIl link puoi tenertelo, thx.
    Intendiamoci: io amo Punto Informatico. Ma,
    questa volta, credo abbiano superato il
    limite della ragionevolezza.Questione di opinioni.

    In lettore si lamenta del fatto che Telecom
    non abbia ancora coperto, a distanza di tre
    anni, la sua zona con l'ADSL. Uniche
    alternative: CDN e satellite. E fin qui,
    nonostante le domande che sorgono spontanee
    (dove abiti? In cima ai monti o in
    città, in un posto dove non
    c'è nemmeno l'acqua corrente oppure
    semplicemente troppo lontano dalla centrale?Io abito a Roma, in un quartiere che ha 8 anni di vita e decine di migliaia di abitati. Sono l'unico ad avere una ADSL qui in zona, "per grazia ricevuta".
    Nessuno si è mai lamentato quando
    Telecom attiva linee letteralmente in cima
    ai monti, dovendosi pagare praticamente in
    toto la cablatura di un solo impianto che
    non verrà mai ripagato dall'utilizzo,Qui dimostri di essere quantomeno ingenuo.La telecom ha sempre preso il "diritto/dovere di servizio universale", ovvero sovvenzioni statali per portare le linee dove non profittevoli. Ma non lo hai mai fatto per amore di patria, fidati.Ed e' per questo che ora si trova proprietaria di cavi interrati, che ha posato quando era sovvenzionata. Quei cavi, oltre che telecom ... sono anche miei e tuoi, perche' pagati in parte dalle nostre tasse.Siamo nel 2004.L'eta della pietra non e' passata perche' sono finite le pietre; ma perche' la tecnologia le ha rese obsolete. Se tu vuoi, puoi continuare a comunicare con i piccioni, il fumo o quello che credi ... io aspetto l'inevitabile fibra ottica.
  • proust scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Anonimo

    per me sarà il contrario la tv la
    vedo di rado ( troppa spazzatura , per
    esempio in rai vedo Report e mi manda rai 3
    il resto e merda ,, per mediaset ce trovo
    poco di utile sinceramente , su la7
    l'infedele Idem per me, guardo pochissimo la TV,ma quel poco lo seleziono bene.Ultimamente nemmeno i TG sono soddisfacenti, a volte si salvano il TG2 e TG3.Perchè non ti registri anzichè scrivere da anonimo?grazie
  • proust scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: terepo

    Mi lascia molto perplesso: la
    connessione

    satellitare monodirezionale ha bisogno

    comunque di una connettività

    terrestre tradizionale.

    La connettività satellitare

    BIdirezionale ha invece costi di posa in

    opera e d'abbonamento proibitivi ad un

    utente normale.

    Senza contare i problemi tecnici dovuti all'
    altissima latenza dovuta alle
    caratteristiche trasmissive del mezzo
    satellitare,confrontato con mezzi basati su
    cavo. Quindi non è la soluzione
    adatta a tutti...Infatti la latenza, essendo questi satelliti per le telecomunicazioni sulla fascia di Clark a 36'000 Km d'altezza, è di circa 8'000 ms = 8 secondi!
    Senza contare il degrado di prestazioni (con
    antenne di diametro "casalingo") in caso di
    fitta pioggia che può arrivare alla
    impossibilità di accedere al
    servizio.
    Beh magari il ministro mi dirà che
    esistono le soluzioni, antenne da 4 metri ad
    alto guadagno...ma in questo caso poi direi
    io qualcosa al ministro :pE' già un problema istallare una parabola di 120cm... figuriamoci se andiamo oltre....
    Non voglio nemmeno commentare il fatto che
    Telecom Italia, oltre al canone della
    connessione satellitare monodirezionale,
    voglia soldi anche per il canone+traffico
    della connessione telefonica analogica
    necessaria al collegamento del servizio.Telecom comunque sta studiando un nuovo abbonamento FLAT per i soli clienti che sceglieranno la sua Banda larga via satellite, non disperare.
  • Anonimo scrive:
    [OT}E la linea elettrica??
    tempo fa si parlava della possibilità di internet ad alta velocità via linea elettrica. L' ENEL, a quanto ne sapevo, stavano già sperimentando... poi piu' nulla! chi ne sa qualcosa??
  • Anonimo scrive:
    Re: Una CDN 500 Euro al mese?
    Al costo pressappoco del servizio always up, e' da aggiunger i servizi offerti dalla cdn, banda garantita, up/down uguali.
  • Anonimo scrive:
    tanto tra poco...
    Se la legge urbani entra cosi com'è, molta gente smetterà l'adsl e forse la telecom per guadagnare qualche cliente, coprirà anche le zone che prima non si degnava di coprire.... O forse tutto andrà in malore, come questa italia male governata e che non pensa quando fa le leggi si meriterebbe, il problema è che in ogni caso siamo sempre noi utenti a rimetterci
  • Anonimo scrive:
    Re: un mio amico...
    MA VAAAAAAAAAAAAAAAAa!!!!
  • Anonimo scrive:
    Digitale terrestre? Mi viene da ridere!!
    :oMa come si fa a stanziare soldi per il digitale terrestre che nessuno lo calcola??Ma non so cosa pensare!!
  • Anonimo scrive:
    copertura wind strana...
    Ciao anche io ho notato che la copertura wind mi dà disponibile ADSL mentre quella T.I no.In realta non penso che questo sia possibile, ma ho voluto sottoscriverlo ugualmente, anzi invito tutti i non coperti a provarci per due motivi:1)Se e vero quello che dicono siamo tutti contenti2)Se va male gli obblighiamo a coprirci Facciamo fronte Ciaofox
  • Anonimo scrive:
    Re: Copertura Wind
    - Scritto da: Anonimo
    Avete gà avuto a che fare con
    l'improvvisa copertura ADSL da parte di
    Wind? Nel senso: l'odiata Telecom mi dice
    che il mio numero non ha copertura, mentre
    Wind dice di si. Ho sottoscritto
    immediatamente, ma ci credo poco nei
    miracoli.
    E oltre a questo nel contratto si specifica
    che la reale attivazione è in mano a
    Telecom. Quindi, cosa dovrei pensare? :

    Ciao a tuttiCiao anche io ho notato che la copertura wind mi dà disponibile ADSL mentre quella T.I no.In realta non penso che questo sia possibile, ma ho voluto sottoscriverlo ugualmente, anzi invito tutti i non coperti a provarci per due motivi:1)Se e vero quello che dicono siamo tutti contenti2)Se va male gli obblighiamo a coprirci Facciamo fronte Ciaofox
  • Anonimo scrive:
    Se Gasparri
    ha indicato l'alternativa all'ADSL (il satellite) magari qualcun'altro ci indicherà l'alternativa a Gasparri no ? (mandiamolo sulla luna, il satellite appunto)
  • Anonimo scrive:
    Telecom Tiranna
    Anch'io vivo in una zona in cui l'ADSL rimarrà un miraggio credo ancora per molti anni ed anch'io come molti mi sono dovuto scontrare contro il muro di gomma che Telecom ha innalzato nei confronti dei privati cittadini. Ad aggravare la situazione di tirannia in cui Telecom ci costringe a vivere c'è anche il caso del nuovo numero utilizzato da telecom per la connessione 56k.Dopo ripetute telefonate al 187 ed accese discussioni con il responsabile di quel servizio sono riuscito a capire che oltre al non andare incontro a tutti gli utenti, la nostra cara Telecom applica politiche che tendono a ridurre la libertà di un utente. Il nocciolo della questione sta tutto intorno al nuovo numero 7010187187, che dovrebbe garantire una spesa minima per i collegamenti ad internet. Adoperando infatti altri numeri (ad esempio quello proposto abbonandosi a Tin 7020001033), la tariffa per il collegamento è intera, cioè senza nessuna offerta di sconto. Mascherando questa promozione come un atto di avvicinamento verso i problemi degli utenti 56K Telecom ha nascosto un aspetto fondamentale di questa politica: la posta ed il normale utilizzo di client di posta elettronica.Il nuovo numero infatti è solo un dial-up e non possiede un servizio SMTP. Un utente, quindi, può ricevere la posta con il suo client, ma difficilmente potrà utilizzare il suo vecchio caro client per spedire mail senza vedersi comparire (nella maggior parte dei casi) il messaggio di errore: l'indirizzo non è stato riconosciuto dal server.Sapete qual'è stata la risposta a questo problema fornitami dal responsabile del 187?!
    [...]
    C.R.
  • Anonimo scrive:
    Re: E se domani...davvero
    Rotfl.. ma dove vivi?... sai cosa costa cablare ex novo? sai cosa costerebbe nel frattempo a telecom sistemare qualche centralina e offrire un servizio a un prezzo decisamente piu' basso? E il nuovo cablatore si troverebbe con una mano davanti e una dietro...L'errore e' stato vedere sip in un pezzo unico... io sono dell'opinione che dovevano essere fatte tre societa'... fonia, dati e infrastrutture... o almeno due... cosi' tutti avrebbero potuto acquistare da un unico soggetto e avrebbero operato in regime di concorrenza non drogato.... ovviamente infrastrutture avrebbe dovuto essere in golden share... ma siamo in italia, le golden share servono per accontentare politicatuncoli e amici vari, sip e' stata venduta in blocco a un prezzo ridicolo... gli italiani ne hanno pagato gli investimenti.. e continueranno a farlo per moooooolto tempo...
  • neoviruz scrive:
    Re: Lamberto scherza, vero???

    In lettore si lamenta del fatto che Telecom
    non abbia ancora coperto, a distanza di tre
    anni, la sua zona con l'ADSL. Uniche
    alternative: CDN e satellite. E fin qui,
    nonostante le domande che sorgono spontanee
    (dove abiti? In cima ai monti o in
    città, in un posto dove non
    c'è nemmeno l'acqua corrente oppure
    semplicemente troppo lontano dalla centrale?
    Non ci è dato sapere...), Non e' motivo di interesse dove abita, non so se non hai notato l'inizio della lettera o se l'hai bellamente ignorato per scrivere il tuo bel commentino sensazionalistico:"Parlo da utente e professionista del settore IT."Quindi si sta evidentemente parlando sia dell'utente finale, sia di una probabile azienda, che dubito possa avere la sede su una malga senza elettricita'...
    nonostante
    i luoghi comuni della lettera che annoiano,
    vista l'esistenza di una cosiddetta
    concorrenza che quando conviene
    esiste("Siamo nel 2004, e c'è chi
    ancora spende un patrimonio in bollette
    telefoniche o connessioni dial-up semi-flat
    (e a caro prezzo), finanziando, seppur
    contro voglia, un'azienda che nulla fa per
    agevolare un servizio che dovrebbe essere
    dovuto"), il nostro lettore ha le sue
    personalissime e discutibilissime ragioni.Allora discutiamo queste ragioni, io parlo da tecnico informatico e tu?Vuoi il resoconto delle mie spese per la connessione?Sono sui 150 Euro al bimestre che do a telecom, piu' altri 140 che do a NGI, il tutto per avere la bellezza di 3,5 ore giornaliere di navigazione senza ip statico e alla fantasmagorica velocita' di 128k.Questa e' concorrenza a tuo avviso?
    La cosa grottesca è stata la risposta
    data dal giornalista Lamberto Assenti che,
    letta e riletta, mi sembra fin troppo
    gratuita e squilibrata rispetto allo
    standard dell'ottimo quotidiano. La cosa grottesca e' che nonostante fosse tutto abbastanza chiaro, tu l'abbia bellamente ignorato.
    sembra che senza ADSL non si possa
    più vivere, oggi, è un
    servizio essenziale per tutti, vitale.Io lavoro nel campo dell'IT, hai idea di cosa voglia dire?Evidentemente no!Non e' una questione di banda, di mp3 e di siti porno.Si tratta di una connessione always-on.Di possibilita' di reperire informazioni storate sul mio server anche quando sono fuori dall'ufficio.Di teleassistenza a clienti.Di velocita' di reperimento di informazioni e materiale INDISPENSABILE per il mio lavoro.Ma su questo non puoi scrivere il tuo articoletto gossip giusto?
    Nessuno si è mai lamentato quando
    Telecom attiva linee letteralmente in cima
    ai monti, dovendosi pagare praticamente in
    toto la cablatura di un solo impianto che
    non verrà mai ripagato dall'utilizzo,Certo peccato che telecom chieda cifre spropositate per l'attivazione di una linea telefonica se all'abitazione non arriva il doppino, ma anche qui vedo che sei ben documentato.
    però ci lamentiamo se la nostra zona
    non è ancora coperta oppure se per
    passare all'ADSL ci viene chiesto di
    cambiare numero (passando ad un armadio
    già attrezzato magari sotto la stessa
    centrale). Non vengono offerte alternative comparabili.La situazione e': o sei coperto o ti attacchi.
    Spero solo che il giornalista stesse
    scherzando... ma non vedo smiley! Io spero che la tua disinformazione abbia una fine.e senza smiley.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Anonimo
    [cut]
    Non esistono solo le tecnologie nella vita
    di un uomo (o donna).


    Purtroppo il discorso è sempre il

    solito, l'importante è poter vedere

    il pallone, il culo delle veline, e tutto il

    resto (tranne rari casi) della splendida TV

    spazzatura...

    Vuoi mettere, vedere i vari "controcampo"

    "amadeus" Grande Fratello" in tecnologia

    digitale... questa si che è

    evoluzione :)

    Ti rendi conto che forse oggi la maggiaranza
    delle persone italiane è interessata
    di più alla tv che a internet?[cut]
    [cut] tra i meno giovani e i
    giovani poi, l'interesse è ridotto,
    se togli quelli che vogliono adsl per
    scaricarare 20 cazoni al tempo di una ( e
    quindi per un uso del solo p2p) e togli le
    aziende che necessitano di collegamento
    veloce (la maggior parte di piccole aziende
    oggi manco usa il fax figurarsi al posta
    elettronica) gli utenti internet reali che
    vogliono navigare veloci per motivi validi
    sono molto pochi. Io ho fatto un indagine su
    50 persone che conosco, più della
    metà non usano internet o il pc,
    anche al lavoro, i restanti usano il pc
    saltuariamenteSai quanti miei colleghi giovani (25-40 anni) mi dicono: "uso il PC tutto il giorno in ufficio, a casa non lo voglia neanche vedere".Pochi? Saranno il 60%. Ma la TV l'hanno tutti.Se Stanca si e' accorto che e' cosi', non e' colpa sua. Ha visto come stanno le cose!Poi qua siamo su PI ed e' logico che a NOI il dtt faccia schifo (meglio internet), ma agli altri?Tornando all'articolo: se il digitale terrestre interattivo servira' alle amministrazioni pubbliche a mettere on-line i loro servizi piu' di quanto internet non ha fatto fino ad ora, allora ben venga.Possiamo disprezzare quelli che guardano la fattoria & C. (anch'io non capisco come si faccia a guardare quei programmi), ma sono la maggioranza e, per loro il dtt interattivo sara' un'ottima soluzione.Saluti....................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: E se domani...davvero

    è stato fatto il macroscopico errore
    di cedere a telecom anche la retese così non fosse stato saremmo lì a lamentarci che lo stato ha tenuto le reti e no funzionano perché il pubblico non funziona e che srebbe stato meglio privatizzarle.Forse si poteva fare una società che noleggaiva le retia gli operatori senza essere operatrice lei stessa e quindi Telcom doveva scegliere se vendere connettività o vendere fonia. Sarebbero nate duie società che si spartivano la torta, e mantenevano la stess dirigenza divendosela un po' qua e un po' là, senza veri guadagni nella qualità dei servizi.La vera soluzione è che nasca la domanda per un servizio alternativo al doppino i rame. Quando ci sarà richiesta sufficiente di fibra ottica (se mai ci sarà) allora gli operatori alternativi forse troveranno conveniente cablare e creare un seconda rete parallela a Telecom.
  • sigsegv scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Mariobusy
    Mi lascia molto perplesso: la connessione
    satellitare monodirezionale ha bisogno
    comunque di una connettività
    terrestre tradizionale.
    La connettività satellitare
    BIdirezionale ha invece costi di posa in
    opera e d'abbonamento proibitivi ad un
    utente normale.Mi hanno chiamato venerdì per propormela. La politica di telecom, a quanto pare, è di considerare tutto il territorio coperto dall'ADSL, che sia vera o un'imitazione "satellitare". Quando ho detto che la cosa non mi interessava assolutamente, il tipo si è stupito e ha voluto sapere le ragioni.Gli ho citato la banda di upload ridicola, il telefono occupato, la latenza e l'impossibilità di avere un contratto flat. Mi sono alterato solo quando mi ha informato che la banda di upload non mi serve.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Anonimo


    ciao

    1°cosa anke a me capita di viaggiare
    molto

    per lavoro all'estero ma ogni volta ke
    torno

    in questa fog.. sto male mi sembra di

    ripiombare nel medioevo....
    Rimani all'estero invece di tornare in
    questa fognase dipendesse soltanto da me e da molto ke non abitavo più qui
  • Anonimo scrive:
    Re: E se domani...davvero
    capisco chi aspetta da anni, perché anche io ho atteso l'adsl per 2 anni , ma alla fine è giunta.il fatto è che quando è stata fatta la privatizzazione di telecom è stato fatto il macroscopico errore di cedere a telecom anche la rete (e la responsabilità dello sviluppo/manutenzione).Perché la Telecom, che è una società privata dovrebbe fare degli investimenti non fruttuosi??? (evidentemente le zone non coperte porterebbero meno introiti di quelle fin'ora coperte)...purtroppo l'errore è stato fatto e ora non resta che attendere...il governo non può obbligare la ferrari a vendere le macchine al costo della panda perché tutti abbiamo il diritto di avere una ferrari... (NB: all'epoca al governo c'era l'ulivo....)
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    in piemonte. Ma tutti e ribadisco tutti
    usano la TV e vorrebbero nuovi canali.
    Grande fratello e fattoria,. saranno tv
    spazzatura ma piace tanto, la gente
    guarderà spazzatura in tv ma paice
    questa spazzatura e la fattoria sta davvero
    piacendo a tutti, questo significherà
    ben qualcosa. e si un branco di GNUrant :)
    io ti dico solo che una telecom piena di
    debiti per pagare il conto acquisto allo
    stato, la vedo impossibilitata a installare
    adsl ovunque, io vedo che i costi per la
    adsl a centralina sono proibitivi per zone
    dove poi gli tenti magari sono solo uan
    decina, io vedo che la adsl 2 è
    già realtà e prima o poi
    farà capolino anche qui costringendo
    a rottamare adsl 1, io vedo centraline
    telefoniche obsolete e cotte che funzionano
    con lo scotch e i santini e che per
    installare le adsl devonoe ssere interamente
    rifatte, ma sono state pagate da telecom a
    caro prezzo, vedo una azienda che andava
    smembrata e venduta separata ma che non
    è stata divisa e che da destra a
    sinistra nessuno vuole dividere, vedo
    aziende che sputano su telecom ma poi
    però vogliono solo rivenderne i
    servizi senza investire un euro di capitale
    in infrastrutture.
    Sono
    esempi ma ricordate ISDN quando usci era il
    non plus ultra, 4 anni dopo circa ecco
    spuntare adsl. Ha guadagnato telecom da
    ISDN?e si ricordo ricordo eccome visto che sto ancora usando l'isnd e a parità di fisso e un bel servizio di merdacome solo telecom sa fare
    Oggi come oggi sono migliaia di volte di
    più quelli interessati alla
    televisione di quelli interessi al pc e sono
    milioni gli italiani che moriranno con la tv
    accesa ma il pc non lo avranno mai nemmeno
    toccato.per me sarà il contrario la tv la vedo di rado ( troppa spazzatura , per esempio in rai vedo Report e mi manda rai 3 il resto e merda ,, per mediaset ce trovo poco di utile sinceramente , su la7 l'infedele mo vado byez
  • Anonimo scrive:
    Lamberto scherza, vero???
    (il commento integrale su http://folies.splinder.it)Intendiamoci: io amo Punto Informatico. Ma, questa volta, credo abbiano superato il limite della ragionevolezza.In lettore si lamenta del fatto che Telecom non abbia ancora coperto, a distanza di tre anni, la sua zona con l'ADSL. Uniche alternative: CDN e satellite. E fin qui, nonostante le domande che sorgono spontanee (dove abiti? In cima ai monti o in città, in un posto dove non c'è nemmeno l'acqua corrente oppure semplicemente troppo lontano dalla centrale? Non ci è dato sapere...), nonostante i luoghi comuni della lettera che annoiano, vista l'esistenza di una cosiddetta concorrenza che quando conviene esiste("Siamo nel 2004, e c'è chi ancora spende un patrimonio in bollette telefoniche o connessioni dial-up semi-flat (e a caro prezzo), finanziando, seppur contro voglia, un'azienda che nulla fa per agevolare un servizio che dovrebbe essere dovuto"), il nostro lettore ha le sue personalissime e discutibilissime ragioni.La cosa grottesca è stata la risposta data dal giornalista Lamberto Assenti che, letta e riletta, mi sembra fin troppo gratuita e squilibrata rispetto allo standard dell'ottimo quotidiano. Vediamo:"Molte polemiche si fanno sugli stanziamenti alla banda larga e all'ADSL in Italia che, come avrai letto, sono stati in parte soppiantati dalla maggiore priorità che è stata data al digitale terrestre". In un mercato la domanda e l'offerta vengono a incontrarsi. Non ha senso dare a tutti l'ADSL a prezzi modici quando il mercato ha una sua richiesta ben precisa da smaltire. Gli incentivi sull'ADSL sono serviti a dare (finalmente) il via all'uso del broad band in massa da parte dei privati, non solo alle aziende. E' normale che, una volta dato l'avvio al mercato, gli incentivi non vengano più erogati al termine del periodo prefissato o all'esaurimento dei fondi previsti. Ed è pertanto normale che gli incentivi del digitale terrestre sia come volume maggiore a quello dell'ADSL. Pero', mentre gli incentivi per il DTT sono per massimo 700.000 decoder, ci si dimentica di riportare che tramite alla politica degli incentivi siamo passati da 300.000 utenze ADSL pre incentivi a 2.700.000 post incentivi. E scusatemi se è poco. "E sono numerosissime le segnalazioni (...) sul problema della copertura broad band che rimane assolutamente centrale ancorché sostanzialmente ignorato": sembra che senza ADSL non si possa più vivere, oggi, è un servizio essenziale per tutti, vitale. Nessuno si è mai lamentato quando Telecom attiva linee letteralmente in cima ai monti, dovendosi pagare praticamente in toto la cablatura di un solo impianto che non verrà mai ripagato dall'utilizzo, però ci lamentiamo se la nostra zona non è ancora coperta oppure se per passare all'ADSL ci viene chiesto di cambiare numero (passando ad un armadio già attrezzato magari sotto la stessa centrale). "Ieri il ministro alle Comunicazioni Maurizio Gasparri ha affermato che l'alternativa per le zone non coperte oggi già esiste ed è proprio il satellite. Ma puoi anche andare in una città coperta da ADSL affrontando i super-affitti de-urbanizzanti. Oppure, se costa troppo, accontentarti di un set-top box interattivo che puoi comprare sfruttando il bonus governativo e utilizzare titillando un telecomando": delirio. Le ultime due frasi della risposta fanno intendere che il ministro consiglierebbe, oltre al satellite, un trasloco "affrontando i super-affitti de-urbanizzanti" (riporto dall'articolo) piuttosto che "titillare" un telecomando. Spero solo che il giornalista stesse scherzando... ma non vedo smiley!
  • neoviruz scrive:
    Re: E se domani...davvero
    Per due mesi,ogni 2 ore (viva i cronjob) ho mandato una mail al customercare telecom, e in copia conoscenza a maurizio@gasparri.it.Il risultato?3, e dico 3, mail di risposta automatiche da telecom che mi avvisava che la mia zona non era coperta (come se gia' non lo sapessi).0 mail di risposta dal ministro Gasparri.Se non ci saranno leggi (applicate!) a garantire che regimi di monopolio non possano esistere, ci ritroveremo sempre di fronte a realta' che non prendono in considerazione nulla che non gli interessi.Il fatto e' sempre quello:Vuoi telefonia/broadband?Devi necessariamente passare da telecom.
  • Gallone scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti se non sei stato in burundi stai
    almeno zitto, l'italia non è il
    massimo ma paragonarlo al burundi, sebbene
    uno sfogo, e un vero insulto agli italiani,Sei ottuso, era un modo di dire...
    Ti rendi conto che forse oggi la maggiaranza
    delle persone italiane è interessata
    di più alla tv che a internet?Ehm te lo spiego io, il fatto che la maggioranza è più interessata alla TV è causato da un altro fatto: in italia siamo un branco di cog.lioni, tutti lì ad aspettare la prossima suoneria, il prossimo cellulare per farsela mettere nel culo un altra volta.
    Ma tutti e ribadisco tutti
    usano la TV e vorrebbero nuovi canali.Si, magari canali controllati dal governo con informazioni filtrate vero?ma va va
    Grande fratello e fattoria,. saranno tv
    spazzatura ma piace tanto, la gente
    guarderà spazzatura in tv ma paice
    questa spazzatura e la fattoria sta davvero
    piacendo a tutti, questo significherà
    ben qualcosa.:) te lo ho già spiegato sopra, rileggi

    io ti dico solo che una telecom piena di
    debiti per pagare il conto acquisto allo
    stato, la vedo impossibilitata a installare
    adsl ovunque, Ooooh poverina mamma telecoz, piena di debiti per pagare lo statoAHUHAUUAHUHUAHAUAUHUAHHAUUHAUHquesta le batte tutte :)
    io vedo che i costi per la
    adsl a centralina sono proibitivi per zone
    dove poi gli tenti magari sono solo uan
    decina, Io vedo, io vedo...Se si stabilisce che la adsl è un bene che va dato a TUTTI (e con tutti intendo anche i paesini sperduti nell'entroterra della Sardegna) perchè deve essere Telecoz che decide chi attivare e chi no???
    PErchè investire in piccole zone che
    mai verranno coperte da telecom per mancanza
    di ritorno economico?
    Perchè la ADSL è un bene di tutti, non di chi vuole telecoz :)E anche perchè così si elimina il digital divide e l'europa non ci riderà più in faccia.
    Una azienda guarda alle sue
    possibilità economiche e ai ritorni.Una azienda come telecom non può essere considerata un'azienda normale, visto che ha il monopolio, ficcatelo in testa questo...
    Ha guadagnato telecom da
    ISDN?Se intendi dire di no, spero per te che stia scherzando.
    Oggi come oggi sono migliaia di volte di
    più quelli interessati alla
    televisione di quelli interessi al pcSi chiama ignoranza, ignoranza nel senso che questi ignorano.
  • Anonimo scrive:
    Re: Priorità di Governo..
    Il problemi del ritorno economico è da applicare a tutti gli investimenti privati. E questo è valido sia per l'ADSL sia per il digitale terrestre ed è per questo che ci deve essere un pubblico sostegno....Ma in questo caso il pubblico sostegno per il Digitale Terrestre mi sembra troppo di parte...
  • Anonimo scrive:
    Re: flat HDSL?
    Si trova qualcosa intorno ai 300 euro + IVA al mese?Grazie.
  • SirParsifal scrive:
    E se domani...davvero
    tutti quanti smettessimo? Scusate, ma la voglia di citare Vasco era forte... dicevo se noi utenti bistrattati da Telecom Italia domani iniziassimo s scrivere a Presidentri di Regioni, Province ed ai sindaci dei comuni chiedendo che ci venga riconosciuto un diritto costituzionalmente garantito (rimozione degli ostacoli all'uguaglianza dei cittadini)?Se scrivessimo anche al Ministro delle Comunicazioni, Innovazioni tecnologiche, Presidente del Consiglio, Parslamentari di riferimento della nostra zona...Credo che se ci dessimo tutti da fare (senza fare mail bombing eh!) inviando un'e.mail al mese potremmo sensibilizzarli adeguatamente sulla portata del problema e fornire loro informazioni sugli strumenti alternativi. Personalmente io ho già inizato e non smetterlò finché non otterrò la copertura della zona dove vivolavoro con ADSL o WLL...Devo dire che qualcosa si sta muovendo, ma se spingiamo *tutti* devono alla fine capire che non siamo pochi...Una riflessione: con le elezioni alle porte e gli equilibri che si giocano sulle piccole percentuali... potrebbe essere la volta buona!
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    ciao
    1°cosa anke a me capita di viaggiare molto
    per lavoro all'estero ma ogni volta ke torno
    in questa fog.. sto male mi sembra di
    ripiombare nel medioevo....Rimani all'estero invece di tornare in questa fogna
  • scorpioprise scrive:
    Chi l'ADSL ce l'ha
    Ho l'ADSL da vari mesi, abito in quella che si può già considerare la periferia di Genova, comunque ho dovuto aspettare parecchio per ottenere la portante. La mia domanda è: perchè gli impiegati Telecom ridacchiano sul fatto che la portante della concorrenza è più lenta ad arrivare della loro (la mia ADSL è di Tele2) quando vengono a controllare nella casa? Non merita risposta, perchè certa gente non ha nemmeno bisogno di commenti.La vera domanda è: perchè un utente la cui centralina è gia raggiunta da ADSL ed è già stato tempestato di offerte ed in più ha già sottoscritto un contratto deve essere messo in condizioni di aspettare per circa un mese che un paio di persone vengano in casa a controllare, e solo a seguito di decine di chiamate a call center (peraltro sempre gentili e meritevoli di complimenti per la pazienza verso certi utenti, come me. che li tempestano di chiamate circa sei volte la settimana e non vengono mandati a quel paese sebbene lo meritino, me lo dico da solo) riuscire ad ottenere che il vecchio sistema Telecom muova le sue rotelle e lasci libera la portante?Quindi, perchè non si ha un benestare più rapido da parte del colosso? Per soffocare forse i piccoli che vogliono diventare grandi? E quindi lasciare la copertura minima dell'analogico?Sentitevi liberi di smentirmi, ma la mia sensazione è proprio questa, e vivendo in città, dove dovrei avere i servizi, mi sento trattato proprio male, quindi mi affianco volentieri a coloro che vivono in posti che non hanno copertura ADSL e non riescono ad ottenerla. Un ultima cosa: essendoci bisogno di grandi finanziamenti per posare in opera ADSL e fibra ottica (che aspettavo, ma temo di non vedere) per scavare strade e modificare centraline, non sarebbe più facile fare contemporaneamente anche i lavori di attivazione del digitale terrestre e dei ripetitori telefonici per cellulare, per risparmare soldi, peraltro sudati dai contribuenti e versati nelle ampie casse statali, e tempo?
  • Anonimo scrive:
    Re: E no caro Ministro ....

    Noi abbiamo gia' denunciato questa
    sistuazione in modo ufficiale , ma ad oggi
    nessuna risposta da parte del Ministero , se
    PI vuole possiamo fornire il testo della
    denuncia.Voi chi?
  • Anonimo scrive:
    Vero, drammaticamente vero
    Finché Telecom sarà monopolista ed avrà il potere di dividere l'italia in 2 noi, poveri "contadini" saremo costretti a rosicare vedendo amici, ma soprattutto concorrenti, collegati H24 ed a banda larga.Peccato perché Gasparri aveva iniziato molto bene dal punto di vista tecnologico, ma si vede che a *qualcuno* preme molto di più il satellite ed il digitale terrestre...E' un vero peccato perché il digital divide è. per il bel paese una vergogna facilmente sanabile... basterebbe volerlo!
  • Anonimo scrive:
    La cosa peggiore è IL MURO DI GOMMA...
    Non basta la frustrazione di non poter fruire di servizi quali teleconferenza, gaming on line e p2p, non basta veder coperti dal servizio ADSL tutti i paeselli intorno al tuo, magari ad economia prevalentemente agricola e con il 40% di abitanti ultrasessantenni...Non basta dover essere presi per il sedere anche dal salumiere che si collega con la nuova 640....Non basta che una piccola impresa debba trovarsi una nuova sede in una zona coperta per non essere fuori dal mercato, con tutti i costi che ne derivano...Adesso alla Telecom si divertono pure a prendere per la gola la gente, chiamando a casa e proponendo una COSA SCHIFOSA chiamata ALICE SAT e spacciandola per ADSL..Peccato che si dimentichino di dire che: 1) Il telefono rimane occupato. 2) Non si ha praticamente banda in upload ed i tempi di latenza sono INUMANI. 3) Bisogna sommare all'abbonamento mensile, anche il costo della telefonata da fisso......BELLA ALTERNATIVA.......ED IL GOVERNO CHE FA???Ve lo dico io...Se ne frega....Hanno lasciato il destino informatico di una nazione nella mani di un solo soggetto privato, in un regime di pseudo-concorrenza dove l'unica cosa chiara è che Telecom fa i suoi comodi.....Per richiedere il servizio, da anni mi scontro contro il muro di gomma del 187, servizio inutile e fatto da gente spesso sgarbata e incompetente.....Non è possibile parlare con un responsabile e ai fax non viene data nessuna risposta...Non servono le lettere del Sindaco e non servono petizioni e/o raccolta di firme..NIENTE DI NIENTE......IGNORATI.....!!!Almeno dicessero SE e QUANDO intendono fornire il servizio, INVECE pare che tali dati siano segreti di stato che a nessuno è dato conoscere........Ma come è possibile comportarsi in questo modo?Telecom Italia......ce ne ricorderemo......... Basta che la STESSA TELECOM ITALIA, IN FRANCIA DOVE NON E' MONOPOLISTA offra ADSL 2048 con telefonate urbane e interurbane illimitate a 49 ? iva compresa...!!!!LA 1200 costa invece 29 ?, mentre noi la paghiamo un BOTTO!!!GRAZIE MINISTRO GASPARRI........SICURO CHE VI VOTO ANCORA......
  • Anonimo scrive:
    Ma che risposta è?
    Ho letto l'articolo e mi trovo nella stessa identica situazione. Mi chiedo quando sia legale pagare la stessa identica cifra di canone e/o telefonate rispetto ad utenti che possono avere maggiori servizi rispetto ai miei. Dopotutto lo sappiamo telecom italia è nota per la sua politica ladrocinante nei confronti degli utenti. Il tanto agoniato discorso dell'ultimo miglio e delle altre compagnie telefoniche e' solo una bugia per farci credere che ci sia concorrenza in un sistema che in realtà è privato! I mi chiedo come si possa tollerare una situazione simile. Dopotutto noi italiani tolleriamo situazioni anche peggiori solo perche' ci hanno abituato a stare sempre zitti e ad adattarci.Incentivi qua... incentivi la... sono solo specchi per le allodolole.La realtà è che gli isp avevano necessità di vendere connettività perche' i loro conti erano e sono in rosso. Vi dico solo che il piu' grande internet service provider d'italia quale tin.it è in una situazione di tale marasma che non spedisce all'azienda dove lavoro una fattura dal settembre 2003... Questi incentivi quindi non sono stati altro che un mezzo per cercare di rimpinguare le casse dei nostri isp...messi talmente male che non sanno nemmeno prevedere quando si potranno allargare le coperture adsl.Concludo con una parentesi relativa proprio alla copertura. Nella zona dell'azienda dove lavoro l'adsl esiste dal settembre 2002 pero' tutt'oggi un controllo effettuato su tutti i siti dei provider che offrono servizi adsl cita come risultato che sul numero di telefono dove attualmente funziona un'adsl non c'e' alcuna possibilita' di attivazione.... questo credo che possa farvi capire quanto Tin,telecom,infostrada,tiscali,tele2 e compagni sono aggiornati sulle coperture del servizio broad band.
  • Anonimo scrive:
    Re: flat HDSL?
    http://www.siadsl.it/info/prodotti.asp?IDRipiano=5non so se ai da spendere dai 500 ? ai 2000 ? al mese per un hdsl :
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura Adsl
    SOTTOSCRIVO!
  • Anonimo scrive:
    MA STIAMO SCHERZANDO??
    Io dovrei cambiare citta' perche' non sono coperto? Ma che ragionamento e'??Io ho gli stessi diritti di chi vive a 300 mt da me o no?Il satellite NON E' UN ALTERNATIVA!!!IL SERVIZIO OFFERTO NON E' PARAGONABILE!!
  • the_speck scrive:
    Re: Copertura Wind

    Avete gà avuto a che fare con
    l'improvvisa copertura ADSL da parte di
    Wind? Purtroppo si'.
    Nel senso: l'odiata Telecom mi dice
    che il mio numero non ha copertura, mentre
    Wind dice di si. Ho sottoscritto
    immediatamente, ma ci credo poco nei
    miracoli.Io ancora meno. Wind disse che ero coperto, Telecom anche. Ho sottoscritto il contratto ed ha funzionato bene per qualche mese. Poi ha smesso di funzionare, cosi', di punto in bianco, senza uno straccio di comunicazione, senza un perche'. Avro' gia' telefonato una decina di volte, ma non se ne esce. Dopo uno scaricabarile tra uffici e competenze interne di Wind, e' iniziato il gioco (molto piu' divertente) dello scaricabarile tra Wind e Telecom. Che devo pensare? -- Ciao,Speck
  • thewolf scrive:
    flat HDSL?
    Salve,qualcuno conosce qualche buona connessione flat HDSL con banda minima garantita di almeno 128Kbps?Il servizio ADSL non e' disponibile nella zona della sede della mia piccola azienda.Grazie.
  • terepo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti se non sei stato in burundi stai
    almeno zitto, l'italia non è il
    massimo ma paragonarlo al burundi, sebbene
    uno sfogo, e un vero insulto agli italianiCalma, calma era una battuta (ma come sei suscettibile)...
    Ti rendi conto che forse oggi la maggiaranza
    delle persone italiane è interessata
    di più alla tv che a internet?Ti rendi conto che io parlavo del fatto che l'ADSL potrebbe servirmi per lavoro? Ti rendi conto che mentre un piccolo imprenditore, di Torino per dire, può avere un contatto 24/24 con i clienti i non posso perchè sono servito da linea analogica.
    se togli quelli che vogliono adsl per
    scaricarare 20 cazonin al tempo di una ( e
    quindi per un uso del solo p2p)Analisi alquanto sbrigativa e infarcita di luoghi comuni...
    aziende che necessitano di collegamento
    veloce (la maggior parte di piccole aziende
    oggi manco usa il fax figurarsi al posta
    elettronica)Ma dove vivi ??? :-)
    Grande fratello e fattoria,. saranno tv
    spazzatura ma piace tanto, la gente
    guarderà spazzatura in tv ma paice
    questa spazzatura e la fattoria sta davvero
    piacendo a tutti, questo significherà
    ben qualcosa.Significa che il popolo del telecomando è obbligato a sorbirsi la pappa pronta e se tutti propongono le stesse cose non può esserci TV intelligente...non c'è reale libertà di scelta tranne pochi canali tematici satellitari.Non mi risulta si possa dire lo stesso di internetPer quel che riguarda la fattoria, ti posso dire che qua da me la gente in fattoria ci lavora o ci ha lavorato ed è ritenuto un programma che è tutto tranne che intelligente e bello da guardare...
    io ti dico solo che una telecom piena di
    debiti per pagare il conto acquisto allo
    stato, la vedo impossibilitata a installare
    adsl ovunqueNon è un problema mio se lo stato non è in grado di fornire parità di accesso alle informazioni da parte dei cittadini, ma è un problema da risolvere in fretta!
    PErchè investire in piccole zone che
    mai verranno coperte da telecom per mancanza
    di ritorno economico?Già questo è il pensiero delle multinazionali che tengono in povertà il tuo caro Burundi tra l'altro. :-(
    Se sono troppo piccole certe zone non
    conviene coprirle mi apre ovvio, troppi
    costi e poco ritorno, troppi investimenti in
    tecnologia che rispetto a una volta diviene
    obsoleta in pochissimi anni.Si ma allora lo stato eviti di parlare del problema del "digital divide", dire che il sat è una soluzione mi pare una baggianata
    I paesi
    hanno però dei pro che secondo me
    valgono molto più dei contro e dei
    PRO delle cittàSu questo concordo, vivo in uno plendido paese di montagna in Valle d' Aosta
    Certo chi vorrebbe usare veramente internet,
    chi non scaricherebbe solo canzoni, chi per
    lavoro avrebbe necessità si trova
    male, ma nella massa quanti siete? Più di quanti pensi...solo che con i prezzi dei collegamenti internet sul linea analogica in passato lo sviluppo dell'alfabetizzazione telematica non ha (e non può) potuto avere luogo. Se non conosci una cosa, non puoi sentirne il bisogno
    Oggi come oggi sono migliaia di volte di
    più quelli interessati alla
    televisione di quelli interessi al pc e sono
    milioni gli italiani che moriranno con la tv
    accesa ma il pc non lo avranno mai nemmeno
    toccato.Ne sei proprio sicuro :-) ?Perchè alla mia cuginetta che va in terza elementare hanno appena fatto la verifica di informatica?L'accesso libero o perlomeno in modo economico alle informazioni è un investimento a lungo termine per la società.Ciao :-)(PS) Che poi i problemi della gente siano altri e molto più importanti ok, ma siamo qua per parlare di tecnologia e informatica, non di altri problemi sociali, quindi QUA, queste sono le esigenze
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
  • Anonimo scrive:
    ADSL
    Dovrebbero dare un accesso satellitare a xx Mbps al comune della zona non coperta dal servizio ADSL, e far sfruttare il servizio gratuitamente ai cittadini.La connessione dialup non sì può considerare una connessione vera e propria, perchè non fornisce l'accesso ai contenuti multimediali (tg, trasmissioni televisive, ecc.)StefanoT
  • SymoPd scrive:
    Dimenticavo....
    ...tempi di latenza inesistenti.Su libero.it ho circa 10-12 Ms....C'è qualcuno per una sfida a F1 99-02 Challenge?!?!?!?:D:D
  • Anonimo scrive:
    un mio amico...
    ...mi disse che la Telecom non può coprire una zona con un suo servizio, se non esiste almeno un altro competitore che possa offrire lo stesso servizio nella stessa zona.Un conoscente del mio amico, che vive in una zona coperta da adsl ma ha l'ufficio in una zona non coperta, ha richiesto l'adsl a domicilio, e, dopo averla ottenuta e utilizzata per qualche giorno, ha richiesto e OTTENUTO il trasferimento della linea (voce+dati) al suo ufficio. :)
  • SymoPd scrive:
    Re: Esiste nel Veneto !!!
    Io ce l'ho.Però c'è un punto che forse va chiarito:La connessione che fornisce Skytek (e altri operatori wireless) non è la stessa utilizzata ad esempio in siti hot-spot.Non è che Skytek mette un ripetitore e copre una zona: creano una connessione punto-punto con casa tua e il loro trasmettitore. Se il tuo vicino di casa vuole la stessa connessione, deve farsi fare un ulteriore ponte radio.(a meno che non si utilizzi la stessa antenna, ma questo è un altro discorso).Per il resto funziona a meraviglia.Ho verificato personalmente i 5 Mbit, quando, nei mesi di test, non avevo limiti di banda. Inoltre il ponte arriva fino a 11 Mbit.E forniscono anche VoIP.....
  • Anonimo scrive:
    Re: ADSL? tenetevela!!!!

    sono stato quindi costretto a passare alla
    superlinea isdn...

    (ripeto DIGITALI!! ping praticamente
    nulla... non come l'adsl che ha ping
    altissimi)
    la visitazione di siti web sarà +
    veloce (già adesso si aprono
    all'istante ;P)ho ISDN e *anche* ADSL ( mi servono comunque 2 linee voce ). L'ISDN, anche con 2 canali accopiati, è comunque più lenta dell'ADSL, anche nell'apertura delle pagine Web.Non so chi ti abbia detto che l'ADSL ha ping "altissimi". Io ho in media 52-55 ms sui siti italiani tipo ngi con l'ADSL e sui 30-35 ms con l'ISDN a 128k. Non è una grossa differenza, ma l'ADSL la recupera comunque con la velocità di scaricamento, soprattutto se il sito è piuttosto pesante con Flash, immagini, etc.In pratica, sulle pagine leggere vanno praticamente uguali, sulle pagine pesanti, va molto meglio l'ADSL, e più sono pesanti, più si vede la differenza.
  • Anonimo scrive:
    Priorita' del governo
    Ho letto che la priorita' ora è sul digitale terrestre e non sulla copertura adsl. Bè chiaramente le priorita' sono sempre quelle che coincidono con gli interessi di Berlusconi... per salvare rete quattro...
  • Anonimo scrive:
    ADSL "INDISPENSABILE" ?
    L'autore della lettera a Punto Informatico lamenta la mancata copertura poiché mette la sua azienda in una posizione svantaggiata rispetto alle aziende localizzate laddove ADSL è disponibile.E' innegabile che la copertura del paese debba avvenire per gradi, e che il primo passo è la copertura dei centri urbani, preferibilmente capoluoghi di provincia, vuoi per densità di popolazione, vuoi per una logica "politica".Il vero problema arriva dopo, quando i costi della copertura cominciano ad essere svantaggiosi rispetto al maggiore introito conseguente. A questo punto come agire? Faccio l' esempio della mia città:Nonostante consideri la città in cui abito il buco del c**o del mondo (per importanza e posizione geografica) nell' abitato urbano l' ADSL è arrivata già da molto tempo (primi mesi del 2001). Ebbene, nella zona industriale la copertura ADSL è una novità di questi giorni, nonostante le aziende scalpitassero per averla già da molto tempo. Di contro, i piccoli centri del circondario sono stati già coperti gradualmente a partire dal 2002.Questo mostra come Telecom Italia in questo preciso frangente abbia preferito arrivare prima a servire le famiglie che le aziende.Morale della storia? L' ADSL viene percepita come necessaria proprio laddove è "futile", ossia l' ambito domestico, ove viene sfruttata *principalmente* per il gioco on line, la chat e il filesharing (quando si comincerà seriamente a parlare di telelavoro in Italia sarà troppo tardi :-( ). Finché non cambia questa prospettiva, la copertura delle aree extra-urbane seguirà questo criterio.
  • Anonimo scrive:
    Esiste nel Veneto !!!
    Premesso che non so che servizio possa dare ma esiste nel veneto una società che da quel tipo di servizio...Andate a vedere su www.skytek.it
  • Anonimo scrive:
    Priorità di Governo..
    Credo che sia abbastanza chiaro quali sono le priorita di governo... Politicamente non sono schierato, ma su fatti specifici mi sento di voler e dover riflettere asseme a voi. Il governo ha focalizzato il suo intereresse sul digitale terrestre altrimenti si sarebbe chiudere retequattro e dare la licenza di trasmettere a chi ha partecipato alla gara delle licenze e l'ha vinta e legalmente ma non puo operare (immagino che molti di voi non lo sanno di questa storia perche nessuna tv ovviamente ne parla...).La diffusione del digitale terrestre, poi, sta seguento le stesse regole dell'adsl: il segnale DT per poter essere fruibile deve essere abbastanza forte e chiaro. Quindi saranno coperte le zone ad alta densità di popolazione per poter avere quel quorum che possa leggitimare un qualche cavillo legale su cui appoggiare le riforme fatte dal prestanome Gasparri con l'assurdo che le zone periferiche che possono ora vedere la TV con un debole segnale, poi non potranno farlo !!!!!!!!!!Cosi tutti installeranno un costoso impianto satellitare per la tv e l'adsl ed il problema è risolto ;)Il parlamento europer con in Seduta Plenaraia pochi giorni fa con 237 voti favorevoli e solo 24 contrari ha sottolineato questi problemi riferendosi anche ai richiami del nostro Presidente (della Repubblica) e della corte Costituzinale, ma l'80% delle reti televisive di questa notizia non ne ha parlato...
  • Anonimo scrive:
    Ma chi è
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    Non sono un legislatore, ma credo che se
    legge esiste, deve avere diverse falle, dato
    che esistono intere comunità connesse
    tramite wireless...
    Ora non so se la cosa sia legata al fatto di
    essere no-profit o meno. Ti allego un link:

    www.valsangone.it/progetto /Nel caso specifico sono tutte scuole o amministrazioni locali, per cui si cerca di considerarle come sedi diverse della stessa entità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    Ma se è per questo potrei anche
    andare in uno stato tecnologicamente
    civilizzato, qua sembra di stare nel
    burundi, con tutto il rispetto per il
    burundi!
    Infatti se non sei stato in burundi stai almeno zitto, l'italia non è il massimo ma paragonarlo al burundi, sebbene uno sfogo, e un vero insulto agli italiani, mi spiace per chi vive in burundi ma credo se cis tessi un po' la come ho fatto io apprezeresti quello che hai in Italia. Io viaggio molto all'estero e non solo in paesi del terzo mondo e quando torno a casa mi rendo conto che su certe cose siamo indietro ma su altre siamo mille miglia avanti, mi rendo conto che in italia si vive meglio davvero, e se viviamo più a lungo degli altri deve essere davvero così. Non esistono solo le tecnologie nella vita di un uomo (o donna).
    Purtroppo il discorso è sempre il
    solito, l'importante è poter vedere
    il pallone, il culo delle veline, e tutto il
    resto (tranne rari casi) della splendida TV
    spazzatura...
    Vuoi mettere, vedere i vari "controcampo"
    "amadeus" Grande Fratello" in tecnologia
    digitale... questa si che è
    evoluzione :)Ti rendi conto che forse oggi la maggiaranza delle persone italiane è interessata di più alla tv che a internet? Bisogna fare delle considerazioni prima di parlare, La stragrande maggiornaza degli italiani usa principalmente la tv, da una certa età in su poi esiste solo la tv e la divoleria di internet non interessa se non casi rari, tra i meno giovani e i giovani poi, l'interesse è ridotto, se togli quelli che vogliono adsl per scaricarare 20 cazonin al tempo di una ( e quindi per un uso del solo p2p) e togli le aziende che necessitano di collegamento veloce (la maggior parte di piccole aziende oggi manco usa il fax figurarsi al posta elettronica) gli utenti internet reali che vogliono navigare veloci per motivi validi sono molto pochi. Io ho fatto un indagine su 50 persone che conosco, più della metà non usano internet o il pc, anche al lavoro, i restanti usano il pc saltuariamente e internet per la posta e per chattare, la conensisone va bene così, 4 o 5 scaricano via p2p e vogliono l'adsl per scaricare fiumi di canzoni, e solo 3 me compreso la sua per lavoro e per leggere info e altro, e questo in piemonte. Ma tutti e ribadisco tutti usano la TV e vorrebbero nuovi canali. Grande fratello e fattoria,. saranno tv spazzatura ma piace tanto, la gente guarderà spazzatura in tv ma paice questa spazzatura e la fattoria sta davvero piacendo a tutti, questo significherà ben qualcosa.
    Senza contare i problemi tecnici dovuti all'
    altissima latenza dovuta alle
    caratteristiche trasmissive del mezzo
    satellitare,confrontato con mezzi basati su
    cavo. Quindi non è la soluzione
    adatta a tutti...
    Senza contare il degrado di prestazioni (con
    antenne di diametro "casalingo") in caso di
    fitta pioggia che può arrivare alla
    impossibilità di accedere al
    servizio.
    Beh magari il ministro mi dirà che
    esistono le soluzioni, antenne da 4 metri ad
    alto guadagno...ma in questo caso poi direi
    io qualcosa al ministro :p
    io ti dico solo che una telecom piena di debiti per pagare il conto acquisto allo stato, la vedo impossibilitata a installare adsl ovunque, io vedo che i costi per la adsl a centralina sono proibitivi per zone dove poi gli tenti magari sono solo uan decina, io vedo che la adsl 2 è già realtà e prima o poi farà capolino anche qui costringendo a rottamare adsl 1, io vedo centraline telefoniche obsolete e cotte che funzionano con lo scotch e i santini e che per installare le adsl devonoe ssere interamente rifatte, ma sono state pagate da telecom a caro prezzo, vedo una azienda che andava smembrata e venduta separata ma che non è stata divisa e che da destra a sinistra nessuno vuole dividere, vedo aziende che sputano su telecom ma poi però vogliono solo rivenderne i servizi senza investire un euro di capitale in infrastrutture. Domanda: perchè tiscali, infostrada, e compari belli non fanno una società che costruisca linee proprie e fornisca servizi a loro stesse? sono società grandi e con le possibilità economiche e potrebbero raggruppare i piccoli, fornendo uan vera alternativa? Perchè codeste società non partono dalle zone scoperte da telecom?Risposte: perchè non gli conviene, ora non spendono e rivendono servizi di altri, tutto guadagno, le grane sono di altri e hanno pure le scuse pronte per le loro grane, "è colpa di telecom". Perchè investire quando si può solo rivendere?PErchè investire in piccole zone che mai verranno coperte da telecom per mancanza di ritorno economico?Se sono troppo piccole certe zone non conviene coprirle mi apre ovvio, troppi costi e poco ritorno, troppi investimenti in tecnologia che rispetto a una volta diviene obsoleta in pochissimi anni.Peccato che nessuno di voi queste considerazioni le faccia. PArlate di dovuto, è tutto dovuto, ma non è così. Una azienda guarda alle sue possibilità economiche e ai ritorni. Una volta un'investimento si ammortizzava in molti anni, oggi in pochissimi, una macchina da scrivere in quanti anni veniva ammortizzata 40 anni fa e oggi un pc? Sono esempi ma ricordate ISDN quando usci era il non plus ultra, 4 anni dopo circa ecco spuntare adsl. Ha guadagnato telecom da ISDN?Vivere in città ha i suoi vantaggi, ADSL, teatri, cinema, negozi, spettacoli e quant'altro, ma ha i suoi costi. Ci sono pro e ci sono contro. La campagna o i paesi hanno sempre avuto contro, sono sempre stati indietro, su molte cose. Prima arrivavano in città e poi a volte nei paesi. Sarà sempre così. I paesi hanno però dei pro che secondo me valgono molto più dei contro e dei PRO delle città. Una vita più a misura di uomoe poter vivere di un lavoro e non doverne fare 3 per arrivare a fine mese in un'appartamento condiviso con altri e che costa magari 1000 euro al mese.Certo chi vorrebbe usare veramente internet, chi non scaricherebbe solo canzoni, chi per lavoro avrebbe necessità si trova male, ma nella massa quanti siete? Oggi come oggi sono migliaia di volte di più quelli interessati alla televisione di quelli interessi al pc e sono milioni gli italiani che moriranno con la tv accesa ma il pc non lo avranno mai nemmeno toccato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Più Adsl o Adsl più veloce?
    E' stat una scelta di tipo economico-politico: costa meno raddoppiare la banda per N utenti (interventi praticamente nulli alle infrastrutture), piuttosto che dare la stessa banda a 2N utenti.Che la copertura sul territorio sia così scarsa sta sulle balle anche a me (anche se ho l'ADSL a casa), ma queste sono due cose parecchio diverse
  • terepo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    In Italia se un ISP prova a collegare un
    utente ad Internet via wireless commette un
    reato penale.Non sono un legislatore, ma credo che se legge esiste, deve avere diverse falle, dato che esistono intere comunità connesse tramite wireless...Ora non so se la cosa sia legata al fatto di essere no-profit o meno. Ti allego un link:http://www.valsangone.it/progetto/Ciao,
  • Anonimo scrive:
    E no caro Ministro ....
    non puoi rispondere cosi'.Esiste la tecnologia per portare la banda larga su tutto il territorio.Nel Aprile 2002 sono state assegnate le licenze per il WLL che avevano l'obiettivo di risolvere il problema dell'ultimo miglio in mano a telecom.Ad oggi , tranne 2 realta' nel nord-est , nessun altro ha attivato la licenza e gli operatori mobili la hanno utilizzata per collegare le proprie BTS. Non era nato per questo il WLL.Inoltre gli operatori non hanno rispettato gli obblighi di copertura come da punto 3.5 del bando di gara , che obbligava entro 24 mesi gli assegnatari a coprire il 30% del territorio regionale con un minimo di 1/2 capoluoghi di provincia , pena il RITIRO della licenza.Allora caro Ministro , le ritiriamo queste licenze ? Facciamo rispettare una volta tanto la legge ? Vogliamo realmente portare l'Italia ad un livello tecnologico accettabile ? Noi abbiamo gia' denunciato questa sistuazione in modo ufficiale , ma ad oggi nessuna risposta da parte del Ministero , se PI vuole possiamo fornire il testo della denuncia.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Più Adsl o Adsl più veloce?
    Secondo voi quale è stata la scelta?Usare gli incentivi per portare più connettività oppure aumentare quella esistente.E' questo che mi fa girare le scatole...
  • giallu scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A
    +1
  • terepo scrive:
    Re: Si dia FLAT a chi non ha copertura A

    "il ministro alle Comunicazioni Maurizio
    Gasparri ha affermato che l'alternativa per
    le zone non coperte oggi già esiste
    ed è proprio il satellite.Benissimo allora si prevedano incentivi governativi in grado di ammortizzare il maggior costo della cosidetta alternativa!Non è colpa mia se a forza di privatizzare imprese pubbliche (per giunta monopoliste), lo stato non è in grado di mettere i cittadini tutti sullo stesso piano per quel che riguarda fonti di accesso sempre più importanti come internet...Alla faccia del digital divide :-(
    Ma puoi
    anche andare in una città coperta da
    ADSL affrontando i super-affitti
    de-urbanizzanti.Ma se è per questo potrei anche andare in uno stato tecnologicamente civilizzato, qua sembra di stare nel burundi, con tutto il rispetto per il burundi!
    Oppure, se costa troppo,
    accontentarti di un set-top box interattivo
    che puoi comprare sfruttando il bonus
    governativo e utilizzare titillando un
    telecomando." Purtroppo il discorso è sempre il solito, l'importante è poter vedere il pallone, il culo delle veline, e tutto il resto (tranne rari casi) della splendida TV spazzatura...Vuoi mettere, vedere i vari "controcampo" "amadeus" Grande Fratello" in tecnologia digitale... questa si che è evoluzione :-)Quando vedrò un ricevitore digitale terrestre interattivo permettermi la connessione il banda larga tramite PC allora cambierò idea :-P (dubito che avverrà mai...)
    Mi lascia molto perplesso: la connessione
    satellitare monodirezionale ha bisogno
    comunque di una connettività
    terrestre tradizionale.
    La connettività satellitare
    BIdirezionale ha invece costi di posa in
    opera e d'abbonamento proibitivi ad un
    utente normale.Senza contare i problemi tecnici dovuti all' altissima latenza dovuta alle caratteristiche trasmissive del mezzo satellitare,confrontato con mezzi basati su cavo. Quindi non è la soluzione adatta a tutti...Senza contare il degrado di prestazioni (con antenne di diametro "casalingo") in caso di fitta pioggia che può arrivare alla impossibilità di accedere al servizio.Beh magari il ministro mi dirà che esistono le soluzioni, antenne da 4 metri ad alto guadagno...ma in questo caso poi direi io qualcosa al ministro :-PNon voglio nemmeno commentare il fatto che Telecom Italia, oltre al canone della connessione satellitare monodirezionale, voglia soldi anche per il canone+traffico della connessione telefonica analogica necessaria al collegamento del servizio.
    Sorvolo sugli altri punti per evitare di
    iniziare male questa settimana.Purtroppo è una sana decisione...sembra di lottare contro i mulini a vento :-(
    Cordiali saluti a tutti!Saluti anche a te caro Mario
  • Anonimo scrive:
    Re: E il wi-fi ultimo miglio?
    - Scritto da: Anonimo
    legge gasparri no? se parlò anche qui
    su PI
    punto-informatico.it/p.asp?i=44457 mah, veramente ci sono isp che gia' lo fanno (non ho url sottomano ma l'avevo visto qche mese fa), penso basti avere una concessione governativa.PS vedremo se col wi-max a fine anno / inizio 2005 combineranno qcosaEcio,che vive nella meta' del comune non coperta (porca telecom)
  • Anonimo scrive:
    ADSL? tenetevela!!!!
    Sto in un paese in cui non c'è copertura adsl...sono stato quindi costretto a passare alla superlinea isdn...risultato? 2 canali DIGITALI totale 128kpbs (ripeto DIGITALI!! ping praticamente nulla... non come l'adsl che ha ping altissimi)pago 5euro al mese per la seconda linea e 15euro al mese di flat tiscali (128k 9 ore al giorno)se dovessi spendere qlcs di più mi farei portare a casa altri due canali ISDN, cono una spesa totale molto inferiore a quella di un ADSL e con una qualità dei servizi offerti molto + alta (soltanto la velocità di download sarà inferiore, ma di scaricare da kazaa per finire in galere non mi interessa)la visitazione di siti web sarà + veloce (già adesso si aprono all'istante ;P)
  • riddler scrive:
    Re: FANNO BENE
    Che intervento insulso...1) la tua invidia per chi abita in campagna fa solo pena2) disattivare le immagini e' una delle migliori battute che io abbia sentito ultimamente3) il fatto che TU non sappia come impiegare una banda superiore a 5k/sec non significa che altri siano nelle tue stesse condizioni, evidentemente con internet non ci fai nulla di serio
  • Anonimo scrive:
    Re: meglio di niente
    - Scritto da: Anonimo
    visto che le flat 56k sono state suicidate
    :( al limite puoi buttarti su cose tipo
    gprs.aruba.it / un mio collega di uni fuori
    sede ha "dovuto" farla causa reticenza del
    padrone di casa alla linea telefonica... non
    è il massimo lo sò, specie
    usando un pc fisso e non un portatile ma
    tant'è credo che di flat non adsl non
    ce ne siano più...Mah, guarda, per un euro in più al mese mclink offre il gprs con ip pubblico.. e personalmente preferisco mclink piuttosto che aruba, almeno i primi se hai un problema assistenza te la danno, i secondi non lo so :Dhttp://www.mclink.it/offerta/gprs.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: Non e' giusto!!!
    Penso che il tuo ragionamento non sia... ragionato.Ti illustro la mia situazione. L'azienda di mio padre si trova in un piccolo paese del nord-est dichiarato dallo stato come zona depressa.Zona depressa per molti motivi;1- E' più basso di qualche decina di metri rispetto agli altri paesi che lo circondano2- E' vicino ad un fiume che potrebbe fare i capricci.3- Non è praticamente coperto da nullaIn quella zona ci sono altre aziende, più o meno grandi, che operano e che si ritrovano della mia stessa situazione:- No segnale GSM- No ADSL- No Wi-fiPer il GSM Vodafone ha pensato bene di donare a tutti i propri clienti un mini ripetitore che permetta di amplificare un po il segnale! Ora riusciamo anche a telefonare dal bagno.Il paradosso viene con il Wi-fi. 4 anni fa un commerciale della Telecom era passato per la nostra azienda per firmare un contratto su una linea ADSL per i clienti business, ripeto 4 anni fa! Noi abbiamo firmato visto la buona probabilità di avere a breve l'ADSL ma... sono passati 4 anni e ancora andiamo avanti con una misera dial-up semi-flat di tiscali che ci sota mensilmente intorno ai 180 euro!!!!!Il Wi-fi è un'altra storia, abbiamo il segnale che ci sfiora o meglio sfiora il paese dove è collocata l'azienda ma... essendo la zona industriale un po più bassa non arriva il segnale! I tecnici dell'azienda che offre questo servizio, dal costo simile a quello che paghiamo ora per un 64 Kb (la trivenet offre una flat 2 Mb) Il paradosso è che a casa ho l'ADSL, fatta 6 mesi fa sempre con tiscali... in ditta, dove se ci pensi bene c'è la necessita di una banda larga, non c'è proprio!Questo è per farti capire come la mancanza di una completa copertura dell'ADSL nel territorio italiano sia effettivamente un freno per lo sviluppo delle piccole aziende italiane che si vedono costrette a pagare centinaia di euro al mese quando allo stesso prezzo potrebbero avere un servizio 40 volte più veloce!ciao
  • Anonimo scrive:
    Copertura Wind
    Avete gà avuto a che fare con l'improvvisa copertura ADSL da parte di Wind? Nel senso: l'odiata Telecom mi dice che il mio numero non ha copertura, mentre Wind dice di si. Ho sottoscritto immediatamente, ma ci credo poco nei miracoli.E oltre a questo nel contratto si specifica che la reale attivazione è in mano a Telecom. Quindi, cosa dovrei pensare? :Ciao a tutti
  • Mariobusy scrive:
    Si dia FLAT a chi non ha copertura Adsl
    Almeno si fornisca un'abbonamento dial up FLAT a chi ancora non è coperto dalla banda larga!Non ritengo opportuno, comunque, stanziare ben 150 Milioni di Euro per il Digitale Terrestre e soli 30 Milioni di Euro per gli incentivi per l'Adsl (tra l'altro distribuiti anche male... in quanto sarebbe stato più proficuo per gli utenti dare finanziamenti solo alle aziende che avessero pianificato l'estensione della copertura Adsl a zone non coperte...)Questa risposta: "il ministro alle Comunicazioni Maurizio Gasparri ha affermato che l'alternativa per le zone non coperte oggi già esiste ed è proprio il satellite. Ma puoi anche andare in una città coperta da ADSL affrontando i super-affitti de-urbanizzanti. Oppure, se costa troppo, accontentarti di un set-top box interattivo che puoi comprare sfruttando il bonus governativo e utilizzare titillando un telecomando." Mi lascia molto perplesso: la connessione satellitare monodirezionale ha bisogno comunque di una connettività terrestre tradizionale.La connettività satellitare BIdirezionale ha invece costi di posa in opera e d'abbonamento proibitivi ad un utente normale.Sorvolo sugli altri punti per evitare di iniziare male questa settimana.Cordiali saluti a tutti!Mario
  • Anonimo scrive:
    Re: Non e' giusto!!!
  • theDRaKKaR scrive:
    Re: Non e' giusto!!!
    tu non hai la più pallida idea di cosa abbia voluto dire la persona che ha scritto a punto informaticoconsiglio: leggi e rileggi e rileggi e rileggipuò darsi che un giorno qualcosa ti si accenderà
  • Anonimo scrive:
    Non e' giusto!!!
    Non e' giusto che a Roma ci sia l'aeroporto mentre qui da me (paese di 12mila abitanti) non ci sia! Io pago le tasse come tutti e quindi pretendo che costruiscano immeditamente un aeroporto anche qui! Inoltre voglio che mi facciano l'aquafan (come quello di Riccione) dietro casa, perche' l'acqua la pago pure io! Poi voglio che mi mettano un warner village raggiungibile a piedi, perche' sono stufo di prendere la macchina per andare al cinema, del resto i soldi per gli spettacoli glieli do pure io! Vorrei infine che la pizza costasse come a Napoli, cos'e' sta storia che io devo pagarla di piu'? Non c'e' sempre mozzarella e pomodoro sopra? Devono farmela pagare lo stesso prezzo. Ecco, se non mi accontentano entro 12 ore a partire da l'altro ieri uccido heidi.Dedicato ai nostalgici dell'ADSL. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: meglio di niente
    - Scritto da: Anonimo
    visto che le flat 56k sono state suicidate
    :( al limite puoi buttarti su cose tipo
    gprs.aruba.it / un mio collega di uni fuori
    sede ha "dovuto" farla causa reticenza del
    padrone di casa alla linea telefonica... non
    è il massimo lo sò, specie
    usando un pc fisso e non un portatile ma
    tant'è credo che di flat non adsl non
    ce ne siano più...ci sono le flat di activenetwork.it , 40 euro al mese.poi ce ne sono tante altre ancora piu' costose.Questo perchè purtroppo il 40% della popolazione italiana non è servito da ADSL.
  • Anonimo scrive:
    Re: Una CDN 500 Euro al mese?
    Se tieni su una ISDN A 64Kb per 24h, 365 giorni all'anno spendi 5-6.000 Euro... perché mai una CDN dovrebbe costare tanto di più?DTM.- Scritto da: Anonimo
    Dagli ultimi dati in mio possesso si parla
    di qualche decina di migliaia di euro/anno
    per una linea CDN da 64KB...
    Come mai cosi' poco al mese?
    Hai gli sconti Telecoz Italia? :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Satellite più lento del 56k
    Beh, ci sono le connessioni Sat a banda garantita... io uso OPENSKY (www.broadsat.com) e mi trovo davvero bene... sembra cara... ma quanto ti costa stare attaccato col modem per scaricare ad esempio 100 MB? Io mi son fatto i miei conti...
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    - Scritto da: Anonimo
    Prima vivevamo dove la vita cotava poco
    ....le case 500? al metro.....ma non c'era
    lavoro....servizi....sicurezza....e
    adsl......Non d'appertutto!
    Ora grazie a dio ci siamo
    trasferiti........qua c'è lavoro
    servizi...e funzionano (per me è un
    miracolo...un altro mondo !!) c'è
    sicureazza......e l'adsl.......in conpensoE qui non c'e' nulla ...
    la vista costa il quadruplo e le case 3500?
    al metro.....!!!!!Come qui, anzi qui costa di piu' anche se e' un paese di 3000 anime in compenso non c'e' nulla e tanto meno, stando al tema, l'ADSL ...
    Quello che voglio dire è che l'italia
    è una e tutti dovrebbero avere gli
    stessi diritti...servizi......ma a questo
    punto la vita e il prezzo delle case
    dovrebbe essere tutti uguali mentre invece
    non è cosi......la qualita della vita
    purtroppo oggi come oggi ha un prezzo.....Certo. Però guarda caso qui nonn c'e' una e tanto meno l'altra.Il fatto sulle case e' che in pieno bum anche i contadini fanno pagare tanto uguale, se non di piu', al mq. e se ne fregano se ci sono servizi e tanto meno l'ADSL che tanto non sanno neppure che cosa sia.Non ti va bene? Dormi sotto i ponti. Tanto loro, ancor di piu' di chi sta in citta', mangiano e bevono ugualmente.
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    - Scritto da: Giacks3d
    E' vero che non sarebbe giusto accollare su
    chi vive in città i costi
    dell'allacciamento dei piccoli paesi; ma
    allora perchè non permettono una
    tariffazione differente?L'adsl attualmente presentenelle grosse città sono state pagate con il contributo di tutti i canoni che gli abbonati pagano a telecom italia. Attualmente tutti pagano un canone con la possibiltà di ottenere determinati servizi , peccato che questi servizi non siano a disposizione di tutti quanti ne facciano richiesta.Non è giusto ad esempio che io in un paesino paghi lo stesso canone di affitto obbligatorio della linea telefonica nonostante non possa usufruire pagando di un servizio adsl.
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    Prima vivevamo dove la vita cotava poco ....le case 500? al metro.....ma non c'era lavoro....servizi....sicurezza....e adsl......Ora grazie a dio ci siamo trasferiti........qua c'è lavoro servizi...e funzionano (per me è un miracolo...un altro mondo !!) c'è sicureazza......e l'adsl.......in conpenso la vista costa il quadruplo e le case 3500? al metro.....!!!!!Quello che voglio dire è che l'italia è una e tutti dovrebbero avere gli stessi diritti...servizi......ma a questo punto la vita e il prezzo delle case dovrebbe essere tutti uguali mentre invece non è cosi......la qualita della vita purtroppo oggi come oggi ha un prezzo.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Tecnologia morta
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè l'Italia punta sempre su
    tecnologie vecchie e sorpassate? (vedi ADSL
    e DIGITALE TERRESTRE).
    Mi farebbe proprio piacere sapere il
    perchè di questo modo di investire (
    "buttare" ) soldi in sta roba :p
    Qualcuno può spiegarmelo? :)Tecnologia vecchia e superata dovrebbe essere quella della connessione tramite modem "analogico" . Magari avessero tutti la possibilità di utilizzare una ADSL.Invece succede che anche chi non ha la possibilità di utilizzarla paga per quelli che la usano."Si ha vero progresso solamente quando i vantaggi di una nuova tecnologia sono per tutti."ADSL non ha quindi portato nessun progresso e tantomeno è una tecnologia superata (a parte il fatto che come tecnologia non è superata nemmeno tecnicamente).
  • Anonimo scrive:
    Satellite più lento del 56k
    Bella alternativa veramente quella del satellite....per la navigazione la velocità è pari se non inferiore a quella di un normale modem a 56k e ce la vorrebbero rifilare come alternativa??!Ma per piacere!Al massimo può andar bene per scaricare grossi file ad ore tarde la notte(per via della banda non proprio garantita) ma non tutti hanno queste necessità.
  • neoviruz scrive:
    Re: FANNO BENE
  • Anonimo scrive:
    Re: Tecnologia morta
    purtroppo non so come ritrovare il post, ma la "spremitura" in oggetto non era della banda passante, era il ritorno economico: a telecom adsl rendeva/rende/renderà di più della fibra, all'epoca i politici se ne accorsero (il monopolio statale, ricorda) e fu la fine dei giochi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Tecnologia morta
    ... tempo fa passò un post nei
    forum di PI su come mai la copertura in
    fibra ottica della SIP fu bloccata, scritta
    da un ex funzionario del progetto...
    riassunto: non si poteva spremere troppo e i
    lotti erano troppo grandi... quindi ritorno
    al doppinoCosa intendi, o meglio, cosa intendeva con: non si poteva spremere troppo e i lotti erano troppo grandi?La generazione più recente di apparati DWDM arriva a 2 Terabit secondo su singola fibra, penso che si possa spremere qualcosina in più dalle fibre che dal doppino.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tecnologia morta
    E' un vero peccato. E' sempre la solita storia, che in Italia ogniuno pensa per se, e non si considera il fatto che uno sviluppa maggiore andrebbe a vantaggio poi di tutti :(
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    è una vergognaaaaaaaaaaa !!!!!vi faccio un esempio !!!abito in un paese di 4000 abitantici sono piu di 150 linee isdn, solo in canone porta in tasca a telecom 3500 euro al mesel'esatto costo di un abbonamento adsl + il costodel traffico a tempo faccio una stima ridicolala media del traffico internet in un paese di 4000abitanti e pari a 150linee dial up + 150 linee isdnpari a 300 utenze + 5000 euro di canone totaleammettendo un costo ragionevole di internet perutenza di 20 euro mese 'ridicolo' sono 6000 eurototale 11000 mese X 12 mesi 132000 anno !!!duecentosessantamilioni !!!!voi cittadini potete avere adsl a prezzi da fame perche ve la paghiamo noi in campagna !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Tecnologia morta

    Qualcuno può spiegarmelo? :)sintesi: tecnologia vecchia = collaudata (no costi di ricerca, no rischi), puoi fare gli "upgrade" minimi quando ti pare a costo zero facendoli piovere dall'alto puoi frazionare meglio i lotti minimi o peggio tariffare a tempo (guadagni di più etc), se poi tutto è in mano a monopolisti ex statali (telecom) o parastatali (wind=enel=golden share ministero del tesoro)... tempo fa passò un post nei forum di PI su come mai la copertura in fibra ottica della SIP fu bloccata, scritta da un ex funzionario del progetto... riassunto: non si poteva spremere troppo e i lotti erano troppo grandi... quindi ritorno al doppino
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    - Scritto da: Giacks3d
    E' vero che non sarebbe giusto accollare su
    chi vive in città i costi
    dell'allacciamento dei piccoli paesi; ma
    allora perchè non permettono una
    tariffazione differente?perchè non sono scemise possono guadagnare ugualmente lo fanno...anche fastweb non è da menonel mio palazzo la fibra doveva arrivare mesi fa, (precisamente a settembre 2003), ma non è arrivata, sapete perchè?nel mio palazzo e quelli vicini, in totale, gli abbonamenti sono 4 (su, penso una cinquantina di appartamenti), ovviamente adsl (che, sempre ovviamente, hanno costo identico alla fibra)ora, gli conviene di piu spendere soldi per installare le centraline, stendere cavi, allacciare contatori e sprecare altra banda per intascare 85 euro al mese... o, al contrario, rimanere cosi e guadagnare COMUNQUE 85 euro al mese?ovvio che scelgono la seconda... mica fessi...comunque, come cliente mi hanno perso, di adsl e telefonate spendo complessivamente 50 euro/mese con alice 640, e cmq sto bene su internet... gioco bene, scarico a velocità decenti... i 10 mbit sono belli certo, ad averceli però... io non pago lo stesso prezzo per un servizio 5 volte minore...da dire, poi, che hanno messo (se nn sbaglio) un sovrapprezzo di 20 euro se invece di 2 vuoi 4 mbit...vi dice nulla questo?a loro conviene lasciare l'adsl invece della fibra... e ora vogliono lucrarci ulteriormenteun solo commento a tutto questo (FW, telecozz, e compagnia bella)SCHIFO
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    - Scritto da: Giacks3d
    E' vero che non sarebbe giusto accollare su
    chi vive in città i costi
    dell'allacciamento dei piccoli paesi; ma
    allora perchè non permettono una
    tariffazione differente?
    Potrebbe essere la soluzione al problema.
    Nelle città dove costa meno al
    provider si fanno prezzi più
    convenienti e nelle campagne finche non si
    sono ammortati gli alti costi iniziali si
    chiede un prezzo più alto, magari
    anche il doppio. Questo potrebbe accelerare
    la copertura. L'abbassamento dei prezzi che
    si stà verificando sul nostro mercato
    al contrario assottiglia i margini di
    guadagno delle società di tlc
    rendendo quindi più lento l'interesse
    a espandere la copertura.in molte zone, neanche triplicando le tariffe , coprirebbero i costi....E se comunque ci fossero tariffe diverse, poi direbbero che la telecom se ne approfitta dei "poveri" contadini...Ma parliamoci chiarofino a due anni fa' andavano tutti a 56kb e adesso non si puo' sopravvivere senza adsl?a che serve? per scaricare la posta? o forse per scaricar dvix, porno, mp3 etc etc....di sicuro per navigare basta un 56kb (basta disattivare il caricamento delle immagini e un 56kb sara' piu' veloce di una adsl 640!Se stai in campagna, respiri l'aria buona, risparmi un sacco di costi (una casa in campagna costa meno di un box per la macchina in una grande citta'....), ma l'adsl non ce l'haitie'!
  • Anonimo scrive:
    Re: E il wi-fi ultimo miglio?
    legge gasparri no? se parlò anche qui su PIhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=44457
  • Anonimo scrive:
    Tecnologia morta
    Perchè l'Italia punta sempre su tecnologie vecchie e sorpassate? (vedi ADSL e DIGITALE TERRESTRE).Mi farebbe proprio piacere sapere il perchè di questo modo di investire ( "buttare" ) soldi in sta roba :pQualcuno può spiegarmelo? :)
  • Anonimo scrive:
    meglio di niente
    visto che le flat 56k sono state suicidate :( al limite puoi buttarti su cose tipo http://gprs.aruba.it/ un mio collega di uni fuori sede ha "dovuto" farla causa reticenza del padrone di casa alla linea telefonica... non è il massimo lo sò, specie usando un pc fisso e non un portatile ma tant'è credo che di flat non adsl non ce ne siano più...
  • TADsince1995 scrive:
    Re: E il wi-fi ultimo miglio?

    In Italia se un ISP prova a collegare un
    utente ad Internet via wireless commette un
    reato penale.Ah si!!?!?!? E perchè mai?!??!Questa non la sapevo!!! :|:|:|TAD
  • Anonimo scrive:
    E il wi-fi ultimo miglio?
    Potrebbe essere un ottimo sostituto di ADSL con costi di impianto molto più bassi.In Italia se un ISP prova a collegare un utente ad Internet via wireless commette un reato penale.I meno utili hot-spot in aeroporti e simili invece si possono fare. Che ci sia lo zampino di qualcuno?
  • Anonimo scrive:
    Re: FANNO BENE
    - Scritto da: Anonimo
    perche' sprecare soldi per portare l'adsl in
    paesini dove lo userebbe una persona su
    diecimila
    L'adsl lo si porta dove conviene
    altrimenti i prezzi aumenterebberoPerchè allora metterci in zona ospedali e scuole? Perchè portare a tutti il telefono, o l'acqua o il gas?Il problema è solo che l'ADSL non è visto come un servizio primario, e quindi non sono obbligati a portarlo ovunque.Questo favorisce il divario dell' "Italia a due velocità", rallenta l'economia in molte parti del belpaese e quindi costa soldi a tutti, anche a te che pensi di risparmiare non portando l'ADSL ai paesini.A dire il vero sarei curioso di sapere cosa costerebbe l'upgrade della centrale Telecom per la fornitura della mia ADSL. Con quello che mi costa in mancati guadagni la mancanza dell'ADSL, probabilmente mi converrebbe pagarlo io l'upgrade della centrale.Just my 2 cents.
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE

      Perchè allora metterci in zona
      ospedali e scuole? Perchè portare a
      tutti il telefono, o l'acqua o il gas?In effetti alcuni ospedali vengono chiusi.
      A dire il vero sarei curioso di sapere cosa
      costerebbe l'upgrade della centrale Telecom
      per la fornitura della mia ADSL. Con quello
      che mi costa in mancati guadagni la mancanza
      dell'ADSL, probabilmente mi converrebbe
      pagarlo io l'upgrade della centrale.Molto dipende dai lavori necessari a seconda delle condizioni di cablaggio e di centrale. Per il DSLAM, quindi solo per l'apparecchiatura strettamente necessaria a collegare le ADSL, dai 30000 euro in su.
  • Anonimo scrive:
    Una CDN 500 Euro al mese?
    Dagli ultimi dati in mio possesso si parla di qualche decina di migliaia di euro/anno per una linea CDN da 64KB...Come mai cosi' poco al mese?Hai gli sconti Telecoz Italia? :'(
  • Anonimo scrive:
    FANNO BENE
    perche' sprecare soldi per portare l'adsl in paesini dove lo userebbe una persona su diecimilaL'adsl lo si porta dove convienealtrimenti i prezzi aumenterebbero
    • Giacks3d scrive:
      Re: FANNO BENE
      E' vero che non sarebbe giusto accollare su chi vive in città i costi dell'allacciamento dei piccoli paesi; ma allora perchè non permettono una tariffazione differente?Potrebbe essere la soluzione al problema. Nelle città dove costa meno al provider si fanno prezzi più convenienti e nelle campagne finche non si sono ammortati gli alti costi iniziali si chiede un prezzo più alto, magari anche il doppio. Questo potrebbe accelerare la copertura. L'abbassamento dei prezzi che si stà verificando sul nostro mercato al contrario assottiglia i margini di guadagno delle società di tlc rendendo quindi più lento l'interesse a espandere la copertura.
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE
      se non vogliono spendere soldi per portare l'adsl ALMENO FACESSERO DELLE OFFERTE FLAT SU 56K ONESTE PERCHE' DI QUELLE TARIFFE VERGOGNOSE A TEMPO NON SE NE PUO' PIU'.IO SPENDO DECINE DI EURO IN CONNESSIONI E CI LAVORO CON INTERNET NON LEGGO LE BARZELLETTE!!:@:@:@
    • neoviruz scrive:
      Re: FANNO BENE
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE
      Beh come al solito le cose fatta all'italiana portano solo poca efficienza... se come fu fatto una ventina di anni fa in inghilterra TUTTE le infrastrutture fossero in mano pubblica e la gestione delle stesse in mano privata non si avrebbero problemi come questi perchè il pubblico sarebbe "costretto" a portare adsl, telefono, cellulare.etc dappertutto...byez :p
    • grassman scrive:
      Re: FANNO BENE
      - Scritto da: Anonimo
      perche' sprecare soldi per portare l'adsl in
      paesini dove lo userebbe una persona su
      diecimila
      L'adsl lo si porta dove conviene
      altrimenti i prezzi aumenterebberoLe 41 principali città italiane, quelle con più di 100.000 abitanti (fonte http://www.globalgeografia.com/italia/italia_citta.htm), hanno -complessivamente- la bellezza di 13,5 milioni di persone. Un quinto circa della polazione nazionale.Considerando che solo la città di Milano (1.302.000 abitanti) ha più abitanti di tutto l'Abruzzo (o quasi il doppio dell'Umbria e così via) è più facile scegliere di coprire una singola città che un intera regione (fatta di monti e colline). Opportunità che hanno subito colto al volo le compagnie telefoniche. Ma è giusto concentrare i servizi sulle città a scapito del territorio?Facendo così si incrementa il divario tra città e paesi, fra nord e sud. Le città tenderanno ad essere megalopoli e i prezzi decolleranno.Le campagne si svuoteranno con diminuzione della produzione e aumento dell'inquinamento nelle città.Ma cosa ci perdiamo? Una vita più tranquilla e probabilmente con un valore aggiunto: la natura.Non so quanti di voi coprono la distanza tra casa e ufficio (per me sono 5 km) in 6/7 minuti. Che possono coltivarsi ortaggi davanti casa, o la sera osservare le stelle dal piazzale davanti casa, o fare l'arrosto col barbeque, o poter lasciare l'auto davanti casa senza dieci tipi di antifurto, o far giocare i figli per strada tranquillamente...Io ho scelto di vivere lontano dalle metropoli. Anzi, mi era stato offerto un lavoro da 3000 euro/mese a Milano, ma ho preferito i 1200 euro delle colline marchiggiane. A conti fatti vivo meglio qui.E l'adsl?Non sono coperto. Vado avanti con una vecchia tariffa della infostrada con un modem a 56k che non supera i 40k.Il telefonino prende solo in un angolo della casa, e il DT (a detta del vicino fesso che ha comprato il SetTopBox) non ci copre.È giusto? Forse sì, ma è anche vero che il nostro canone finisce poi a finanziare le centraline per l'adsl delle città.Quello che non è giusto è la regolamentazione rigida sull'uso del wifi. Visto che al paesotto vicino l'adsl arriva, stavamo pensando di utilizzare diversi AP in modalità bridge e coprire i pochi chilometri di distanza. Ma è vietato.Vabbè, mi rassegnerò al dial-up. Ma la paura è che numerosi servizi vengano accentrati nelle grandi città. Gli ospedali (quello del paesotto vicino è senza sala operatoria, senza sala parto... non serve a niente), le strade (sono sempre più rovinate) e tanti altri servizi.Dalle città però, che si ricordano dell'esistenza dei paesini, una cosa ce la mandano. I rifiuti.Tornando ai dati citati in partenza: circa 43 milioni di italiani vive fuori dalle grandi città. Una maggioranza schiacciante che deve avere la capacità di imporsi politicamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE
      Non e' proprio vero quello che dici:io abito a Roma citta' (dentro il raccordo, vicino la tiburtina) e la mia zona non e' coperta dalla ADSL (le zone limitrofe si).... non si e' mai capito il perche' non siamo cpoerti....misteri!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE
      Cazzate!Nel mio paese ci sono almeno 50 interessati all'adsl, parlo di 50 abbonamenti non 1 su 10.000!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE

      perche' sprecare soldi per portare l'adsl in
      paesini dove lo userebbe una persona su
      diecimila
      L'adsl lo si porta dove conviene
      altrimenti i prezzi aumenterebberoLa prossima controlla che la connessione la abbiano portata al cervello...A che dovrebbero servire, secondo te, gli incentivi del Governo?
Chiudi i commenti