L'appello delle major alle università

Gli ambienti che hanno decretato il successo di Napster e il trionfo del warez sono ora nel mirino delle major. Che vogliono educare quei birbacchioni degli studenti USA


San Francisco (USA) – Nei giorni in cui viene lanciata la grande campagna di informazione e sensibilizzazione internazionale a favore del copyright su cinema, musica e altri contenuti digitali, nei giorni in cui un appello in tal senso viene rivolto anche agli utenti italiani, i grandi del cinema e della musica rivolgono una lettera aperta alle Università americane.

Una lettera significativa, se si considera che proprio negli ambienti universitari statuitensi sono cresciuti non solo gli utenti di Napster ma anche molti dei “figli” del sistemone di file-sharing. Proprio nelle Università e nei loro network, inoltre, sono circolate e circolano tonnellate di software pirata. Come se non bastasse sono 2.300 gli atenei che hanno ricevuto la missiva.

Per comprendere il “peso” della lettera, prima ancora di contenuti peraltro già sentiti e risentiti da chi segue Punto Informatico, occorre dare un’occhiata ai firmatari. Sono quattro. Il primo è Jack Valenti, deus ex machina della Motion Picture Association of America (qui il grigissimo sito della MPAA ), uno degli uomini più potenti di Hollywood. La seconda è Hilary Rosen, arcinota presidente dell’associazione dei discografici a stelle e strisce, la RIAA , il terzo è Edward Murphy, il boss della National Music Publishers’ Association , ovvero l’associazione degli editori musicali americani, e il quarto è Rick Carnes, autorevole presidente dell’illustrissima Gilda dei cantautori statunitensi .

In sé la lettera ripete ciò che già è stato detto dall’industria migliaia di volte in questi anni. Il primo concetto, come ha spiegato Valenti, è che si tratta di “un appello alle università affinché ci aiutino a far sì che gli studenti prendano coscienza dei furti via internet”. “Il solo fatto che lo facciano tutti – ha affermato Valenti riferendosi allo scaricamento dalla rete di file senza controllo sui contenuti scaricati – non vuol dire che sia legittimo farlo, e questo gli studenti lo devono sapere”.

“Rubare è rubare è rubare – si legge nella lettera – sia quando lo si fa con l’abilità di una mano che preleva qualcosa da una tasca sia quando lo si fa con il clic di mouse”. Un concetto che Carnes racconta anche così: “Il Copyright incoraggia la promozione di nuove arti nella nostra cultura. Senza queste protezioni del copyright, il futuro dell’arte è in pericolo”.

Sebbene alcuni atenei abbiano posto severi limiti all’utilizzo della banda a disposizione per la condivisione di file su internet, proprio i nodi universitari statunitensi rimangono tra quelli più attivi e affidabili per la circolazione di contenuti pirata. E più di qualcuno sospetta che una lettera non basterà alle major per convincere orde di studenti birbacchioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Utonti
    quelli che ci cascano. Ma se usassero linux col firewall... i worm avrebbero meno poteri!
    • Anonimo scrive:
      Re: Utonti
      A parte il fatto che anche Windows XP ha il personal firewall integrato, ma mi spieghi che cosa diavolo c'entra? Il worm si diffonde perché troppa gente si fida della prima finestra che salta fuori dicendo "clicca qui!".- Scritto da: Utonti!
      quelli che ci cascano. Ma se usassero linux
      col firewall... i worm avrebbero meno
      poteri!
      • Anonimo scrive:
        Re: Utonti
        Il personal firewall :-D2 anni fa dicevo che nessuno sarebbe riuscito a fare qualcosa di più inutile di Zone Alarm... beh, mi sbagliavo :-P
      • Anonimo scrive:
        Re: Utonti e i linari che tentano di convertirli
        - Scritto da: ...
        A parte il fatto che anche Windows XP ha il
        personal firewall integrato, ma mi spieghi
        che cosa diavolo c'entra? Il worm si
        diffonde perché troppa gente si fida della
        prima finestra che salta fuori dicendo
        "clicca qui!".

        - Scritto da: Utonti!

        quelli che ci cascano. Ma se usassero
        linux

        col firewall... i worm avrebbero meno

        poteri!e la cosa peggiore e che ora con le ultime patch ogni volta che scarichi un file da internet, la boxina di scarico ti avverte che il file potrebbe essere pericoloso ma tante e gli utonti continuano a far utontagini.e il bello che i vari linuxari pretendono che questi utonti sappiano usare una macchina linux, non riesco a capire se sono più utonti i winari clicca tutto o linari che cercano di convincere quest'ultimi a uare linurc booooo, e come chiedersi se e più fesso la volpe o chi gli corre dietro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Utonti e i linari che tentano di convertirli
          booooo, e come chiedersi se e
          più fesso la volpe o chi gli corre dietro.non lo so, ma il piu fesso di tutti e sempre claster...
          • Anonimo scrive:
            Re: qweasdzxc tira la catena
            - Scritto da: qweasdzxc
            booooo, e come chiedersi se e

            più fesso la volpe o chi gli corre dietro.

            non lo so, ma il piu fesso di tutti e sempre
            claster...onestamente claster è fesso ma come puoi chiamare uno che come nick usa qweasdzxc semplice colione.
          • Anonimo scrive:
            Re: qweasdzxc tira la catena

            onestamente claster è fesso ma come puoi
            chiamare uno che come nick usa qweasdzxc
            semplice colione.ah, bene, pure gli insulti sui nick adesso... gli altri possono tranquillamente non usare mai lo stesso e passare per persone intelligenti... vai, continua cosi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Utonti
        - Scritto da: ...
        A parte il fatto che anche Windows XP ha il
        personal firewall integrato, ma mi spieghi
        che cosa diavolo c'entra? Il worm si
        diffonde perché troppa gente si fida della
        prima finestra che salta fuori dicendo
        "clicca qui!".
        Che se ti installano un worm ma tu col firewall hai autorizzato solo http, smtp e pop3 in uscita, col c*zzo che il worm ti può aprire una backdoor. Te le può aprire via http, quello si, ma si segano via molti worm.
        • Anonimo scrive:
          Re: Utonti

          Che se ti installano un worm ma tu col
          firewall hai autorizzato solo http, smtp e
          pop3 in uscita, col c*zzo che il worm ti può
          aprire una backdoor. Te le può aprire via
          http, quello si, ma si segano via molti
          worm.bravo. ma e solo questione di tempo perche salti fuori un bel wormaccio che va ad autorizzare automaticamente anche altre porte, tanto nessuno si fa problemi a navigare come administrator, o addirittura a tenere la password di administrator vuota...allora la soluzione quale e? un firewall esterno al pc? un bel router con tutte le porte chiuse, e configurabile solo tramite interfaccia web? ma certo, guarda caso microsoft si e inventata l'upnp, tanto per dare la possibilita anche ai worm di aprirsi le porte da soli...
          • Anonimo scrive:
            Re: Utonti
            La soluzione è installare linux e dire che se usano la password di root decade la garanzia sul pc :)))Di solito gli utonti credono a tutto (se credono che windows sia sicuro...)
    • Anonimo scrive:
      Re: ai ragione in particolare se nel firewall c'e
      un bel vermetto che aspetta solo che tu compili..dai dell'utonto agli altri e tu sei più utonto di tutti, ti potrei chiedere come fa un firewall a proteggerti dai progr. che tu stesso scarichi dalla rete, se non lo sai questo strumento ti puo proteggere da attacchi ma non da virus che tu stesso lanci.- Scritto da: Utonti!
      quelli che ci cascano. Ma se usassero linux
      col firewall... i worm avrebbero meno
      poteri!inoltre tengo a ricordarti che esistono per linux tanti bei vermetti e virus quindi, non è che la frittata cambi.ciao utontone
      • Anonimo scrive:
        Re: ai ragione in particolare se nel firewall c'e

        inoltre tengo a ricordarti che esistono per
        linux tanti bei vermetti e virus quindi, non
        è che la frittata cambi.se sai contare solo fino a 2 per te non cambia tanto... per uno dotato di abbastanza neuroni per saper fare una sommatoria qualcosa cambia...http://www.glowingplate.com/broken_microsoft_products/
      • Anonimo scrive:
        Re: ai ragione in particolare se nel firewall c'e


        inoltre tengo a ricordarti che esistono per
        linux tanti bei vermetti e virus quindi, non
        è che la frittata cambi.
        Nel rapporto di uno a cento!
  • Anonimo scrive:
    Trojan
    l'altro giorno mi sono ritrovato sull'hd un trojan, C:windir.exe ..2.3mb un sfx che tirava fuori un po' di roba, che suppongo sia arrivato da MSN. Fortunatamente il mio AV lo ha beccato, ma il fatto che mi preoccupa e' che non c'e' stato alcun messaggio di conferma per il file trasferito, lo ho trovato sul pc senza aver dato manco un "OK"A qualcuno e' capitato questo trojan.. sa di cosa si tratta?
Chiudi i commenti