Larga banda, un diritto per tutti

di Ermanno Delia (Kpnqwest Italia). Il diritto all'informazione richiamato dal presidente della Repubblica Ciampi indica la via anche per l'accesso agli strumenti dell'informazione. No agli info-poveri


Roma – Le parole del Presidente della Repubblica su democrazia e pluralismo dell’informazione rappresentano un chiaro invito ad anticipare normativamente l’innovazione tecnologica:

“La garanzia del pluralismo e dell’imparzialità dell’informazione costituisce strumento essenziale per la realizzazione di una democrazia compiuta… Il tema investe l’intero sistema delle comunicazioni dalla stampa quotidiana e periodica alla radiodiffusione e richiede un’attenta riflessione sugli apparati di comunicazione anche alla luce delle più recenti innovazioni tecnologiche e della conseguente diffusione del sistema digitale”.

L’innovazione tecnologica può essere motivo di crescita e prosperità se diffusa o causa di emarginazione e diseguaglianza se negata a parte del Paese.

In quest’ottica l’accesso ad opportuni servizi di comunicazione rappresenta un diritto civile e sociale che uno stato moderno deve garantire per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali: istruzione e teleformazione, lavoro, creazione di posti di lavoro e telelavoro, interventi sanitari più immediati ed efficienti mediante applicazioni di telemedicina.

Adeguati servizi di comunicazione, ed in particolare i servizi di accesso alla Larga Banda, rappresentano gli strumenti essenziali per il raggiungimento di tali finalità.

Nella discussione di modifica dell’articolo 117 della Costituzione dovrebbe essere previsto che i servizi di accesso alla larga banda rientrino nel “livello essenziale delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale” descritti alla lettera (m) dell’ articolo 117 .

Con l’e-government i servizi pubblici passano attraverso Internet. Ove la Larga Banda non fosse diffusa su tutto il territorio nazionale e a condizioni economiche sostenibili, servizi di “livello essenziale” verrebbero fruiti solo da alcuni cittadini determinando una popolazione di serie A (info-ricchi) ed una di serie B (info-poveri).

Tale distinzione violerebbe il principio costituzionale di eguaglianza sancito dall’art. 3 della Costituzione e sarebbe inaccettabile in uno stato democratico moderno.

L’accesso alla Larga Banda avviene ad oggi ed avverrà nel prossimo futuro principalmente attraverso le tecnologie XDSL. E’ necessario che queste divengano accessibili a tutti i cittadini che ne facciano richiesta a condizioni economiche sostenibili come avviene per il servizio telefonico.

Occorre valutare seriamente l’estensione del concetto di Servizio Universale per comprendervi i servizi e le tecnologie di accesso a Larga Banda. E’ necessario intervenire celermente per evitare che il gap tra info-ricchi e info-poveri si accentui man mano che servizi pubblici e privati saranno fruiti attraverso la rete.

Ermanno Delia
membro del Board dell’Associazione Italiana Internet Provider (AIIP)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Qtel.............
    Truffa compagnia telefonica, arrestati 10 responsabili QtelDieci amministratori e responsabili della compagnia telefonica nazionale Qtel sono stati arrestati con l'accusa di truffa agli utenti e bancarotta fraudolenta.Le dieci ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal Tribunale di Cagliari, nei confronti di amministratori di varie società facenti capo alla compagnia telefonica Qtel, sono stati eseguiti in diverse citta' italiane: Milano, Roma, Napoli, Caserta, Bologna e Cagliari.Secondo l'accusa dei finanzieri i sistemi telefonici erano tarati in modo da creare maggiorazioni sugli addebiti degli utenti, conteggiando il tempo più velocemente e causando disconnessioni procurate della linea telefonica per guadagnare indebitamente sullo "scatto alla risposta".
  • Anonimo scrive:
    Un'altro caso emblematico di TELECOM, per la redaz
    Ecco un'altra mossa dell'ex monopolista telecom per accaparrarsi + clienti possibili.Premetto che svolgo il compito di edp esterno per molte aziende e guarda caso oggi mi telefona un'azienda dicendo che era stata contattata da telecom in quanto era stata installata in zona l'adsl e telecom chiedeva un appuntamento per un'eventuale abbonamento con loro.Il numero di telefono è 0355916XX mettete qualsiasi numero al posto di xx e potrete constatare che da da qualsiasi sito di verifica copertura, il numero risulta non coperto.Praticamente la nuova pratica di telecom è la seguente,prima di coprire effettivamente una nuova zona fa un giro di telefonate alle aziende di quella zona e chiede chi tra quelle è interessata all'adsl e ancora prima di attivare le centraline cerca di rifilare contratti adsl.Così dopo aver scremato i clienti maggiormente interessati, lascia ad altri operatori clienti non interessati subito all'adsl oppure aziende che fermamente dicono no all'offerta telecom.E' inammissibile che telecom installi le linee e al tempo stesso faccia l'offerta del servizio,chi prima di loro può fare ciò ? è come se un concorrente disegnasse la linea di partenza e partisse prima degli altri..Vabbè..è l'Italia
  • Anonimo scrive:
    Grazie Telecom per la tua prepotenza!
    anche molte altre aziende e providerssono falliti grazie alle prepotenze del Monopolista (ancora purtroppo) Telecom Italia Spa
  • Anonimo scrive:
    X LA REDAZIONE
    Invito la redazione di PI ad esaminare un'altro caso di provider scomparso nel nulla, quale AEXIS TELECOM, anche se la TELECOM sembra averci messo lo zampino staccando tutte le line ad aexis e chimando tutti gli abbonati invitandoli a disdire i loro contratti con aexis, secondo voi questo è un atteggiamento corretto da una azienda che deteneva e detiene tutt'oggi il monopolio sulle TC.Per info su aexis esiste un newsgroup su server news.streghe.cc
    • Anonimo scrive:
      Re: X LA REDAZIONE
      Mi associo alla richiesta visto che questo gestore di telecomunicazioni di punto in bianco ha smesso di erogare servizi e sopratutto nel silenzio piu' assoluto dei mezzi di comunicazione se si eccettua qualche piccolo trafiletto.
  • Anonimo scrive:
    Che stano pero'
    Di operatori che offrono connessioni per provider e' piena Internet non esiste solo Telecom.strano...
  • Anonimo scrive:
    E di Aexis-Telecom non parliamo? Anche peggio!
    Da un paio di settimane ho lo stesso identico problema con Aexis. Avevo una connessione flat analogica, ma l'operatore si e' volatilizzato in maniera ancora piu' netta! Il sito e' stato offline x un sacco di tempo, mentre ora appare solo la scritta "Under construction".Ovviamente non funzionano ne' i loro pop, ne' le chiamate voce (ho la carrier preselection!)Tutti i numeri dell'azienda sono irraggiungibili. Voci incontrollare sui newsgroup affermano le cose piu' diverse.Almeno il sito dell'operatore di cui si parla nella lettera e' tuttora funzionante...Tra l'altro, se qualcuno avesse notizie certe su Aexis (www.aexis-telecom.it) e' pregato di postarle qui.Da notare, infine, che Aexis non e' un "piccolo operatore", ma una multinazionale statunitense con sedi sparse in tutto il mondo...
    • Anonimo scrive:
      Re: E di Aexis-Telecom non parliamo? Anche peggio!
      - Scritto da: Attila Xihar

      Da un paio di settimane ho lo stesso
      identico problema con Aexis. Avevo una
      connessione flat analogica, ma l'operatore
      si e' volatilizzato in maniera ancora piu'
      netta! Il sito e' stato offline x un sacco
      di tempo, mentre ora appare solo la scritta
      "Under construction".ecco cosa appare adesso su www.aexis.net :COMUNICATO PER I CLIENTIL'Azienda Aexis Telecom S.p.A. ha dovuto affrontare numerosi problemi e tra questi uno dei più importanti è stato il contrasto con la Telecom Italia. Le problematiche, anche di carattere tecnico sui circuiti di interconnessione, hanno costretto la Aexis ad intraprendere una linea a tutela della propria immagine e professionalità che ha comportato una rottura definitiva dei rapporti tra le due aziende con conseguente interruzione da parte della Telecom Italia, di tutti i servizi e di tutte le linee. Aexis Telecom S.p.A. scusandosi con la clientela per i disagi che giocoforza ha dovuto procurare, viene a chiedere a quest'ultima un'opera di collaborazione onde poter addivenire alle migliori risoluzioni che il caso richiede. Poichè abbiamo avuto notizia che alcuni operatori della Telecom Italia ed altri soggetti denigratori hanno comunicato ai nostri clienti un presunto "stato di fallimento" della Aexis (in realtà inesistente), Vi preghiamo di volerci comunicare a mezzo fax al numero 06-68210552 casi del genere onde consentirci le contestazioni ed eccezioni del caso ed impedire gli oscuri disegni, le cui finalità non sono però così oscure, di quanti stanno attuando tale illecito comportamento. Certi di ottenere un tangibile segno di collaborazione e grati della Vostra fiducia, auspichiamo una cortese repentina risposta.-------beh, non mi sembra stiano facendo una grossa figura
      • Anonimo scrive:
        Re: E di Aexis-Telecom non parliamo? Anche peggio!
        - Scritto da: alex


        ecco cosa appare adesso su www.aexis.net :

        COMUNICATO PER I CLIENTI...Azz, l'hanno appena messo, ieri sera non c'era...E solo sul .net, il .it e' ancora in costruzione... boh.Cmq chi sta facendo la figuraccia? Aexis, Telecom, o entrambe? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: E di Aexis-Telecom non parliamo? Anche peggio!
      ma avevi pagato un anticipo o pagavi bimestralmente?
      • Anonimo scrive:
        Re: E di Aexis-Telecom non parliamo? Anche peggio!
        - Scritto da: iol
        ma avevi pagato un anticipo o pagavi
        bimestralmente?Mensilmente.Tra l'altro, il contratto era iniziato a marzo e mi sono appena arrivate le prime due mensilita' da pagare :)
  • Anonimo scrive:
    No comment
    Vergognati Telecom! Non fato altro che fornire disservizi alla collettività. Fate schifo.
  • Anonimo scrive:
    Edi&son non se la ricorda nessuno??
    In questo mercato dominato da telecom, purtroppo i piccoli operatori sono un'incognita
    • Anonimo scrive:
      Edi&son non la ricorda nessuno? Active Network?
      - Scritto da: Pomy
      In questo mercato dominato da telecom,
      purtroppo i piccoli operatori sono
      un'incognita
      Certo che ce la ricordiamo!Come anche la ben più Nota storiarelativa ad Active Network Srl
  • Anonimo scrive:
    lasciate stare i piccoli operatori
    qui il problema non è capire chi deve vincere tra Telecom, Fastweb e compagnia bella, il vero problema per il consumatore è scegliere un operatore che dia un minimo di garanzie sia tecniche sia di solidità. Troppi sono i piccoli operatori che spuntano fuori e spariscono un mese dopo. Date retta a me state attenti!
  • Anonimo scrive:
    That is economy, stupid!
    Qualche anno fa Bill Clinton aveva sintetizzato così l'inesorabilità delle leggi di mercato.In pratica il più forte ha la capacità di fagocitare il più debole diventando così sempre più forte.Quindi chi ha i soldi comanda e fa quello che vuole.Un po' come negli anni '90 quando i supermercati per un anno andavano fuori a prezzi di costo e facevano chiudere i negozietti di paese, così quando erano rimasti gli unici sulla piazza (i supermercati) cominciarono ad aumentare i prezzi e recuperarono l'investimento.Alternative?Una ferma opposizione? Una lotta dura senza quartiere? Un rifiuto del mercato?Tutte cose impossibili, vista anche la tendenza globalizzatrice del mercato che, come uno schiacciasassi, travolge tutto quello che si trova davanti.Forse un qualche intervento legislativo, ma chi ha i soldi troverebbe comunque il modo di aggirarlo (o di asservire il legislatore al suo potere, che è peggio).Temo che una svolta epocale come quella che stiamo vivendo oggi non sia affrontabile muro contro muro.Qualunque cosa succederà sarà troppo grande per essere modificata da noi formichine e mi sa che non potremo fare altro che adeguarci.Ma tra l'adeguarci in modo silenzioso e combattere strenuamente per urlare la propria contrarietà (anche sapendo che non risolveremo nulla) io preferisco la seconda.Almeno mi sentirò a posto con la mia coscienza civile.Intanto guardo e ascolto, ma tengo asciutta la polvere da sparo.
    • Anonimo scrive:
      Ma quale mercato!
      Telecom e' da sempre UORI dal mercato: ma vi rendete conto che da azienda PUBBLICA, statale con milioni di utenti, con miliardi di lire, con tutto il parco delle teri FISICHE di sua proprieta' e' stata fatta diventare PRIVATA e quotata in borsa?Questo e' mercato? Un'azienda foraggiata da milioni di utenti PER LEGGE e' nel mercato?ma cosa avete sugli occhi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale mercato!
        ma si è una azienda privata del tubo che ci ha preso i soldi da noi tutti facendoci pagare dei prezzi che voleva altro che imprenditori- Scritto da: Volta&Gabbana
        Telecom e' da sempre UORI dal mercato: ma vi
        rendete conto che da azienda PUBBLICA,
        statale con milioni di utenti, con miliardi
        di lire, con tutto il parco delle teri
        FISICHE di sua proprieta' e' stata fatta
        diventare PRIVATA e quotata in borsa?
        Questo e' mercato? Un'azienda foraggiata da
        milioni di utenti PER LEGGE e' nel mercato?

        ma cosa avete sugli occhi?
  • Anonimo scrive:
    e che dire di CDC1085?
    Son spariti con i miei crediti che potevo utilizzare visto che avevo ricaricato. qualcuno sa qualcosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: e che dire di CDC1085?
      Ma non è un prodotto venduto dalla Computer Discount? Non puoi rivolgerti a loro?- Scritto da: iol
      Son spariti con i miei crediti che potevo
      utilizzare visto che avevo ricaricato.
      qualcuno sa qualcosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: e che dire di CDC1085?
      L'operatore CDC 1085 (che non è più di ComputerDiscount)è fallito e come tale Telecom Italia ho bloccato l'interconnessione con l'operatore per debiti non pagati.Mi sa tanto che il credito è bello ke perso.. :(
    • Anonimo scrive:
      Re: e che dire di CDC1085?
      Sono rivenditore prodotti CDC e posso affermare con certezza che il 1085 ha chiuso.tutti i pacchetti software e abbonamenti che avevo in negozio mi sono stati rimborsati e sono stati buttati nella spazzatura.1085 e' stato cmq acquistato da un'altra societa' che, dicono, riprendera' in mano il tutto.Buona fortuna con i tuoi crediti.A me invece, buona fortuna, con i clienti che mi vengono ad insultare...
      • Anonimo scrive:
        Re: e che dire di CDC1085?
        e' incredibile, come tu possa dare in mano i tuoi soldi a qualcuno e questo sparisce da un giorno all'altro...quindi addio crediti .....in bocca al lupo per il negozio! ciao
  • Anonimo scrive:
    Ma...
    Ma lei l'aranciata l'aveva pagata ... ???Non credo che Telecom tagli i fili agli utenti non morosi... che interesse avrebbe a tagliare i fili a chi paga ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      L'interesse di prendere i clienti direttamente, mio caro...http://it.gsmbox.com/news/mobile_news/all/91767.gsmboxhttp://www.village.it/areastampa/html_1007.htmPratica che peraltro Telecom Italia ha da sempre praticato, sin da quando i suoi concorrenti offrivano alle aziende linee dedicate e, insieme all'omino Telecom che veniva a portare i fili, arrivava anche un funzionario commerciale -da nessuno chiamato- ad offrire la stessa connessione ad un prezzo piu' basso...Casualità?Credi ancora a Babbo Natale?- Scritto da: Salamander
      Ma lei l'aranciata l'aveva pagata ... ???

      Non credo che Telecom tagli i fili agli
      utenti non morosi... che interesse avrebbe a
      tagliare i fili a chi paga ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      - Scritto da: Salamander
      Ma lei l'aranciata l'aveva pagata ... ???

      Non credo che Telecom tagli i fili agli
      utenti non morosi... che interesse avrebbe a
      tagliare i fili a chi paga ?
      Io non sono onniscente nè mi reputo tale. Non vado ad esprimere un dato di fatto o una convinzione, ma un puro ragionamento che dimostra che un interesse ci potrebbe essere, ma non affermo che sia la condotta da loro seguita.Visto che Telecom vende DIRETTAMENTE collegamenti internet (banda larga e in linea commutata) agli utenti finali, è più che evidente che meno concorrenti con i quali spartirsi il mercato ci sono, maggiore è il guadagno.Perchè???Questo è palese per una ragione: a parità di costo finale per l'utente (le offerte internet a pari condizioni hanno prezzi piuttosto simili), Telecom deve vendere a prezzo DECISAMENTE MINORE la banda internet ai vari InternetProvider. Altrimenti come farebbe un Provider non-Telecom a guadagnare abbastanza da pagare numeri verdi, tecnici, sistemisti, etc. ed avere poi anche un utile pecuniario???Eliminando codesti Provider-"distributori", il margine di guadagno per Telecom sarebbe decisamente superiore. Ed una volta spazzata la concorrenza...Certo, sarebbe estremamente scorretto un simile comportamento, ma come dicevo prima, un eventuale "movente" potrebbe esserci.Dal "movente" a perpetrare questo diabolico piano ce ne passa, però!!!Agli utenti ed alle Magistrature l'ardua sentenza!Marco
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma...
        Quando avevo fatto la richiesta di ADSL a libero FAST, 3gg dopo mi chiama Telecom che mi proponeva una offerta stranamente SIMILE ( BBB a 640/128) con i primi 2 mesi gratis... Gli ho mandati a quel paese .
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma...
          Da che mondo è mondo, la telecom è delinquenza pura ...... qualunque sia il padrone .
        • Anonimo scrive:
          Re: Adsl del concorrente...no..scelga la nostra
          Confermo, chiedo l'adsl con aruba..e mi arriva a casa un contratto bello e pronto della bbb, MAI richiesto. Aruba non può collegarmi perchè la linea risulta occupata da altro gestore.Non c'è verso di sbloccare la situazione anche telefonando al 187. Disperato attendo due mesi prima che qualcuno mi dica che la mia linea è libera.Faccio il contatto con NGI per la adsl fast e guarda caso mi arriva di NUOVO un contratto pronto della BBB, per fortuna quelli di NGI non sono babbioni e sbloccano loro il tutto, altrimenti mi sarei ritrovato nelle stesse condizioni di qualche mese prima.Qualcun altro ha avuto esperienze simili ? Non si potrebbe fare nessuna azione contro telecom ? ho in mano due contratti a distanza di due mesi,mai richiesti, guarda caso proprio in corrispondenza di due mie domande a concorrenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Adsl del concorrente...no..scelga la nostra
            premettendo che NON sono un'avvocato e di leggi ne capisco una cippa, potrebbe essere una violazione della privaticy? come puo' la telecom sapere se stai effettuando un contratto con altro operatore?o comunque concorrenza sleale, se te la senti chiedi a qualche associazione in difesa del consumatore e loro sapranno che fare.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      Sono d'accordo con te, non credo a questo genere di congiure, ne tanto meno a molte altre storielle da leggende urbane che si sentono in giro (richieste di abbonamento presso un operatore, telecom che ti manda la loro offerta su quel servizio e blocchi vari di linea).Resta il fatto che le TLC oltre all'industria del software gestionale e industriale sono ormai piene di sciacalli che puntano a farsi una buona base clienti operando in perdita clamorosa per un anno o due. Poi al momento giusto svendono alcune delle loro azioni (che nel frattempo si sono gonfiante anche del 300-400%) e subito dopo iniziano a fregarsene altamente della gestione della suddetta ditta. E' successo con Aexis, è successo a questo povero diavolo, il problema è che se telecom non tutela gli utenti, i piccoli operatori neanche. Ne ho cambiati 3-4 Aruba, Aexis, Galactica, Infostrada (ma quello di certo non era piccolo ai miei tempi) mai una volta che per disservizi prolungati ti avessero avvertito (sui contratti c'è scritto che DEVONO farlo e se dipende da loro -ma a me hanno sempre detto che era colpa di ALTRI- devono avvertirti almeno 5 giorni prima). Se il problema non dipende da te (come se fosse vero) ma SAI (perché lo sai) che il servizio rimarrà giù per giorni/mesi AVVERTI almeno dopo che il disagio si è già verificato. Il tempo speso a chiamare tutti i giorni le assistenze per sentirsi dire che in "serata tutto torna a posto" per scoprire poi che non era vero a me chi lo risarcisce? I tempi di connessione convenzionale che sono costretto ad usare per forza chi me li ripaga? Nessuno.Perché nessuno ci tutela dagli speculatori finanziari e qui i bambini troppo cresciuti che si sentono caldi solo se urlano "monopolio monopolio" pare non rendersene conto. Ditemi quando vi è successo con Telecom di rimanere per tre settimane senza poter telefonare o come è successo a chi è in unbindling con Aexis di dover richiedere un nuovo allaccio o rimanere dopo già alcuni mesi, ulteriori mesi in attesa che qualcuno facci sapere loro qualcosa.L'unico operatore che mi aveva veramente soddisfatto è stato infostrada (prima della crisi/fusione con wind), specie per la trasparenze coi clienti (anche se alla fine i suoi servizi internet non è che fossero così economici...).Cmq ho capito come sapere se un operatore sarà serio con te: basta chiedere il rapporto sullo status finanziario (è un DIRITTO poterlo leggere). Se hanno più della metà del capitale sociale da versare dopo anni che esistono nel mercato, state sicuri che prima o poi faranno crack, senza garanzie, e nessuno vi ripagherà dei tempi morti tra quando, dopo settimane di scuse, finalmente realizzerete che sono in bancarotta e l'attivazione di un nuovo contratto (che nel caso di ADSL può significare anche un ulteriore mese).A me è successo tutto questo con Aexis. Ora ho deciso di fare ADSL con Telecom, perché con le offerte estive per un anno sarà la più economica sulla piazza e perché almeno non ti prendono in giro come Wind e Tiscali, fornendo servizi che non sono in grado di mantenere (almeno nella mia zona di roma facendo personali test a casa di amici - si sa che se chiedi agli amici la loro connessione è sempre la migliore - nelle ore di punta). Staremo a vedere, ma sono fiducioso, almeno non chiudono per bancarotta o interrompono i servizi per mesi senza farti sapere nulla...PS: a me non è mai successo di ricevere proposte alternative a contratti con terze parti da Telecom e successivi boicottaggi in caso di rifiuto... Sarebbe il caso che qualcuno si facesse una vita invece di sparare cazzate ai confini della realtà (basterebbe un avvocato e sareste diventati ricchi, se fosse stato vero, ma lo sarebbere stato anche i vostri gestori alternativi... quindi: non è vero ;) ).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma...
        Chi sei ? un responsabile esterno telecom ?Se vuoi venire a casa mia ho ancora i due contratti bbb mandati da telecom e da me mai richiesti.Figurati che se non avessi disdetto mi avrebbero iniziato ad addebitare il canone dopo di due mesi..C'è forse stata una mia firma su qualche documento in cui io autorizzavo loro a far ciò ? qualche mia email ?? niente...tranne una mia richiesta ad un operatore esterno a telecom per l'adsl...COINCIDENZA ?? ma fammi il piacere...non sono leggende urbane.E poi tu dici che potrei diventar ricco con un buon avvocato ?? quelli di telecom non sono scemi..tutte le volte che ho telefonato al 187 per disdire sta bbb...l'operatore insisteva dicendo che qualcuno in famiglia l'avrà richiesta ?? sì...chi..mio nonno ??Per provare il dolo e il danno servono prove + schiaccianti.. e intanto pe rchi ci casca ..telecom allarga il suo parco clienti..
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma...
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Sono d'accordo con te, non credo a questo
        genere di congiure, ne tanto meno a molte
        altre storielle da leggende urbane che si
        sentono in giro .....Ciao, mi sembri ben informato sulla vicenda Aexis, puoi dirmi cosa e' successo esattamente?Leggevo ieri su un NG che l'Adsl Aexis ha ripreso a funzionare, ma telefonia e connessioni analogiche sono ancora fuori servizio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      - Scritto da: Salamander
      Ma lei l'aranciata l'aveva pagata ... ???

      Non credo che Telecom tagli i fili agli
      utenti non morosi... che interesse avrebbe a
      tagliare i fili a chi paga ?
      La mia societa' ha passato anni a far guerriglia alla telecom contestando tutte le bollette, pagando importi leggermente diversi con bollettini postali , citando riferimenti diversi , il tutto non per speculare .. ma per combattere comportamenti della telecom lesivi del libero mercato .. in qualche modo ci si deve pure difendere .. bhe .. siamo sopravvissuti .. e lo sai chi e' ora il nostro padrone ... ;-)
Chiudi i commenti