LCD LaCie 319, un nuovo monitor professionale

Si completa la linea LaCie non un nuovo display LCD con tecnologia TFT S-IPS; in bundle sono presenti sia un software di calibrazione cromatica, che una palpebra anti-riflesso


Milano ? LaCie amplia la sua linea di monitor LCD professionali della serie 300 con il nuovo LaCie 319 da 19 pollici, capace di una risoluzione di 1280 x 1024 pixel. Un modello espressamente sviluppato per far fronte alle esigenze degli operatori del settore grafico e che in bundle dispone anche del software di calibrazione LaCie blue eye pro.

Lo schermo TFT S-IPS vanta un rapporto di contrasto di 600:1, e una valore di luminanza di 270 cd/m2. La gamma di colori visualizzabili è pari al 72% degli standard NTSC (National Television System Committee) e al 100% di quella degli standard EBU (European Broadcasting Union).
Inoltre, la correzione gamma a 10 bit dovrebbe permettere una migliore calibrazione cromatica, con transizione uniforme tra le tonalità dei colori, soprattutto nei casi in cui è necessario riprodurre il colore della pelle o aree in B/N ombreggiate. Gli ampi angoli di visualizzazione da 178° in tutte le direzioni impediscono l’inversione della scala di grigi o la riduzione del contrasto. Una pagina A4 in formato 1:1 può essere facilmente visualizzata sia in orizzontale che in verticale.

Per quanto riguarda l’ergonomia, il monitor LaCie può essere regolato in altezza, inclinato e orientato a seconda delle diverse esigenze. La modalità di visualizzazione in orizzontale può essere facilmente convertita nella modalità di visualizzazione in verticale a 90°. La palpebra, contenuta nella confezione, garantisce di lavorare in uno stato di luminosità ottimale, in modo che l’illuminazione esterna e dell’ambiente di lavoro non possa interferire sul colore del documento. La palpebra anti-riflesso è dotata di un gancio retrattile che facilita l’installazione e il posizionamento di un colorimetro.

Il monitor LaCie 319 è in vendita presso i LaCie Partner, sul LaCie Store on-line o i rivenditori di prodotti informatici al prezzo di 849 euro. LaCie 319 ha una garanzia di tre anni con opzione di sostituzione avanzata.

D.d.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Accanto di casa
    Che bello... praticamente accanto casa mia... e non sapervo niente... Grazie
    • leone2000 scrive:
      Re: Accanto di casa
      bene, bello, fatti riconoscere se vieni! :):):)
      • Anonimo scrive:
        Re: Accanto di casa
        - Scritto da: leone2000
        bene, bello, fatti riconoscere se vieni! :):):)si, per farmi riconoscere canterò a squarciagola:El pueblo unido jamas sera vencido!El pueblo unido jamas sera vencidoooooo!!El pueblo unido jamas sera vencidoooooooooooo!!! (linux) @^
      • Anonimo scrive:
        Re: Accanto di casa
        - Scritto da: leone2000
        bene, bello, fatti riconoscere se vieni! :):):)Mi riconoscerai per la rosa rossa in bocca e il kilt scozzese
        • leone2000 scrive:
          Re: Accanto di casa
          :D:D:Dvolevo semplicemente dire: "son curioso di conoscere un utente di PI che ci ha trovato!"
  • Anonimo scrive:
    AHAHAHA
    Molto seguite queste manifestazioni:http://www.lug-acros.org/files/images/f8f33dd6b67d6a3a1b741be27a29a647-30_640x480.jpg4 gatti in croce...ridicoli
  • Anonimo scrive:
    Fanatismo? No! Stupidità...
    :( :( :( :( :( --------------------e basta!
  • Anonimo scrive:
    un mondo migliore?
    ma fatemi il piacere.Regalando software levate la possibilita' a molte persone di creare una software house e di conseguenza i vari laureati in informatica vanno a lavorare in ditte di consulenza togliendo il lavoro ai periti (in fase di assunzione a parita' di esperienza e stipendio si tende in genere a scegliere il laureato).VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE E I SOLDI CHE LE GRANDI DITTE PER CUI LAVORANO I CONSULENTI POSSONO TENERSI IN TASCAil free software e' un una cosa buona solo per chi vuole vendere piccoli siti web al macellaio sotto casa e deve risparmiare sulle licenze dei vari programmini da 100 euroVolete solo un dischetto gratuito sul giornalino della domenica per sentirvi hacker (che poi se lo foste finireste in galera per anni alla tenera eta' di 20 anni circa) e per far vedere agli altri quanto siete bravi con il computer (wow che bello farsi ammirare)P.S.1: immagino gia' risposte del tipo "no io vendo anche alle grosse aziende e non solo al macellaio". Cercate di rileggere e capire il senso di cosa dicoP.S.2: non scocciate con la definizione teorica di hacker...tanto avete capito cosa intendo per hacker in questo contesto
    • Anonimo scrive:
      Re: un mondo migliore?
      :| :| :| :| oh mamma cosa ho scritto...ora arrivano gli insulti!! :| :|
      • Anonimo scrive:
        Re: un mondo migliore?
        - Scritto da: Anonimo
        :| :| :| :| oh mamma cosa ho scritto...ora
        arrivano gli insulti!! :| :|Ecco il primo faccia di merda non si posta un messaggio più volte e non ci si risponde dopo un minuto perchè non ha ancora abboccato nessuno, pezzo di minchia di troll
    • Anonimo scrive:
      Re: un mondo migliore?
      - Scritto da: Anonimo
      ma fatemi il piacere.
      Regalando software levate la possibilita' a molte
      persone di creare una software house e di
      conseguenza i vari laureati in informatica vanno
      a lavorare in ditte di consulenza togliendo il
      lavoro ai periti (in fase di assunzione a parita'
      di esperienza e stipendio si tende in genere a
      scegliere il laureato).Ma le software house non dovrebbero invstire in buoni programmatori ed in buona documentazione con cui bagnare tranquillamente il naso a 4 cantinari sparsi pe il mondo ???Non e' che qui si lamentano solo programmatori di serie C che se fossero giocatori farebbero le riserve in una squadra dell'interregionale ???
      VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE
      E I SOLDI CHE LE GRANDI DITTE PER CUI
      LAVORANO I CONSULENTI POSSONO
      TENERSI IN TASCAI bravi consulenti non si preoccupano di queste cose, questo e' un discorso da cacciavitaro che sperava che la sua breve pacchia durasse x sempre.
      il free software e' un una cosa buona solo per
      chi vuole vendere piccoli siti web al macellaio
      sotto casa e deve risparmiare sulle licenze dei
      vari programmini da 100 euroEsatto ! E allora perche' ti preoccupi tanto della disoccupazione che secondo te dovrebbe creare ??
      Volete solo un dischetto gratuito sul giornalino
      della domenica per sentirvi hacker (che poi se lo
      foste finireste in galera per anni alla tenera
      eta' di 20 anni circa) e per far vedere agli
      altri quanto siete bravi con il computer (wow che
      bello farsi ammirare)Anche questo non centra nulla con i posti di lavoro, e' solo cultura, e di qualsiasi tipo sia ben venga.
      P.S.1: immagino gia' risposte del tipo "no io
      vendo anche alle grosse aziende e non solo al
      macellaio".
      Cercate di rileggere e capire il senso di cosa
      dicoSe non ho capito male... Tu dici prima che il free software software fara' crollare il mercato de lavoro, e poi che non ci si puo' farequalcosa di serio, forse prima dovresti deciderti.
      P.S.2: non scocciate con la definizione teorica
      di hacker...tanto avete capito cosa intendo per
      hacker in questo contestoVeramente no, come per tutto il resto del discorso non si capisce molto, che droghe usi ?
      • Anonimo scrive:
        Re: un mondo migliore?
        1)Ma le software house non dovrebbero invstire in buoni programmatori ed in buona documentazione con cui bagnare tranquillamente il naso a 4 cantinari sparsi pe il mondo ???Non e' che qui si lamentano solo programmatori di serie C che se fossero giocatori farebbero le riserve in una squadra dell'interregionale ???Di quali cantinari parli? nel free software ci sono molti esperti che tirano a farsi notare e prodotti come il mySQL,PHP,Tomcat,ecc. considerato che sono gratuiti non sono assolutamente male2)I bravi consulenti non si preoccupano di queste cose, questo e' un discorso da cacciavitaro che sperava che la sua breve pacchia durasse x semprePeccato che si sono tolti posti di lavoro e quindi vanno a fare TUTTI i consulenti creando esubero. E' ovvio che chi e' bravo nel suo mestiere tende a salvarsi ma l'eccezione che conferma la regola non vale come regola3)Esatto ! E allora perche' ti preoccupi tanto della disoccupazione che secondo te dovrebbe creare ??Non parlavo della qualita' del free software ma dicevo che e' un bene che esista solo quando si deve lavorare per il piccolo (anzi minuscolo) cliente4)Anche questo non centra nulla con i posti di lavoro, e' solo cultura, e di qualsiasi tipo sia ben venga. il discorso in questa parte non e' sui posti di lavoro ma sul fatto che questa gente dice di "fare del bene" e di "migliorare il mondo", mentre invece secondo me vogliono solo sentirsi hacker e del mondo gli frega poco come a quasi tutti5)Se non ho capito male... Tu dici prima che il free software software fara' crollare il mercato de lavoro, e poi che non ci si puo' farequalcosa di serio, forse prima dovresti decidertinon ho MAI detto questo. Semplicemente ho notato che molti leggono la parola "macellaio" e simili e si buttano a parlare della qualita' del free software... io non ho mai discusso o messo in dubbio la qualita' del free software6)Veramente no, come per tutto il resto del discorso non si capisce molto, che droghe usi ?intendevo evitare commenti del tipo "un hacker e' uno che vuole conoscere il suo sistema a fondo e non uno che vuole bucare siti di banche". Semplicemente ho usato la parola hacker per indicare chi buca i siti (che non e' del tutto corretto ma non volevo scrivere 1000 righe di testo per spiegare cosa intendo con la parola hacker nel contesto del mio post). Riguardo alle droghe... beh consigliami
        • Anonimo scrive:
          Re: un mondo migliore?

          Semplicemente ho usato la parola hacker per
          indicare chi buca i siti (che non e' del tutto
          corretto ma non volevo scrivere 1000 righe di
          testo per spiegare cosa intendo con la parola
          hacker nel contesto del mio post). Riguardo alle
          droghe... beh consigliamiUsare "cracker", o l'italiano "pirata informatico"? C'era bisogno di usare il termine "hacker" e poi anche di spiegare perche' lo stavi usando?Ma rileggiti i post e piangi alle castronerie che hai detto, furbo.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            il pirata e' anche uno che copia il software... io parlavo di chi si infila nei sistemi degli altri.Cosa dovrei rileggermi in particolare?
    • Anonimo scrive:
      Re: un mondo migliore?

      ma fatemi il piacere.
      Regalando software...ma che vuoi ? sei peggio di una suocera..la gente fa quello che vuole e bastavuoi fare il programmatore ? c'è concorrenza,tra le altre cose di milionate di questi qui. stope sarà sempre piu cosi per tutte le attività che noncomportano grossi investimenti, dall'informaticaal social, dalla musica all'arte in generale, e non si può sputare al mare, dire che unacosa si deve fare solo per guadagnare, etcè dimostrato che la gente fa cose anche senzaguadagnare o avere profitti immediati e diretti,per svariate ragioni, e ci sono infiniti esempihai poi la concorrenza di qualche decina dimilioni (a star molto basso) diingegneri cinesi e indiani, di ottimo livelloa cui le aziende grandi e medie ormai dannotutto in outsourcing, con i quali devi competereo sei capace di inventarti qualcosa, magari nel campo dell'oss, oppure c'è sempre lapossibilità di vendere panini, settore in cuinon si muore di famesvegliarsi !
    • Anonimo scrive:
      Re: un mondo migliore?
      - Scritto da: Anonimo
      il free software e' un una cosa buona solo per
      chi vuole vendere piccoli siti web al macellaio
      sotto casa e deve risparmiare sulle licenze dei
      vari programmini da 100 euroMi sembra di capire che il grosso business rimane in mano alle aziende close (secondo il tuo discorso).... ma allora.... perchè ti scaldi tanto? ;-)CiaoGianni
      • Anonimo scrive:
        Re: un mondo migliore?
        Non parlavo della qualita' del free software ma dicevo che e' un bene che esista solo quando si deve lavorare per il piccolo (anzi minuscolo) cliente
    • Anonimo scrive:
      Re: un mondo migliore?

      Regalando software levate la possibilita' a molte
      persone di creare una software house e di
      conseguenza i vari laureati in informatica vanno
      a lavorare in ditte di consulenza togliendo il
      lavoro ai periti (in fase di assunzione a parita'
      di esperienza e stipendio si tende in genere a
      scegliere il laureato).

      VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE E I SOLDI
      CHE LE GRANDI DITTE PER CUI LAVORANO I CONSULENTI
      POSSONO TENERSI IN TASCATi devi svegliare. Non si puo' piu' ragionare in maniera protezionistica nei confronti degli informatici cosi' come per le altre categorie di lavoratori.Per esempio non posso limitare il trasporto su rotaia, notevolmente piu' economico in molti sensi, solo per non creare disoccupazione tra i camionisti.Questo si poteva fare fino a qualche anno fa, ma i tempi sono cambiati, ormai siamo in concorrenza spietata con tutto il mondo. Le ditte, grandi o piccole che siano, devono essere come dei motori di formula1, cioe' senza sprechi di "potenza" di alcun genere, per potere essere competitive.In quest'ottica quello che e' possibile non pagare DEVE essere gratuito. E' assurdo anche pagare per Windows quando c'e' Linux e OpenOffice gratuiti e nei paesi emergenti lo sanno bene. Qui da noi invece siamo ancora convinti che per far riprendere l'economia bisogna consumare, consumare, consumare anche senza necessita' effettiva, e infatti fra un po' ci spaccano il c**o.
      P.S.2: non scocciate con la definizione teorica
      di hacker...tanto avete capito cosa intendo per
      hacker in questo contestoSe "hacker" ha un altro significato, allora hai usato il termine sbagliato e non ti sei espresso correttamente. Visto che anche lo sai, mettilo tra virgolette o trova il termine giusto.
      • Anonimo scrive:
        Re: un mondo migliore?
        - Scritto da: Anonimo


        Regalando software levate la possibilita' a
        molte

        persone di creare una software house e di

        conseguenza i vari laureati in informatica vanno

        a lavorare in ditte di consulenza togliendo il

        lavoro ai periti (in fase di assunzione a
        parita'

        di esperienza e stipendio si tende in genere a

        scegliere il laureato).



        VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE E I SOLDI

        CHE LE GRANDI DITTE PER CUI LAVORANO I
        CONSULENTI

        POSSONO TENERSI IN TASCA

        Ti devi svegliare. Non si puo' piu' ragionare in
        maniera protezionistica nei confronti degli
        informatici cosi' come per le altre categorie di
        lavoratori.
        Per esempio non posso limitare il trasporto su
        rotaia, notevolmente piu' economico in molti
        sensi, solo per non creare disoccupazione tra i
        camionisti.ecco che ritorna il solito ingenuo paragone...a differenza delle rotaie, nel software open source non si ha una riduzione del costo di sviluppo, ma semplicemente una traslazione dei costi che dall'azienda si spostano verso le spalle dei lavoratori open sourcein tal senso non c'è pertanto ne sviluppo e ne economia (come nel caso invece delle rotaie) ma solo un rafforzamento delle differenze $ocialifin quando il software dovranno farlo i programmatori per la ricchezza dell'azienda, sarà maglio che questa pagherà e pure bene i suoi impiegatimi da rabbia vedere i muli delle comunità farsi carico dei costi di sviluppo del kernel (ad esempio)... quel kernel stesso che nokia ficcherà nei suoi costosi gingilli elettronici
        Questo si poteva fare fino a qualche anno fa, ma
        i tempi sono cambiati, ormai siamo in concorrenza
        spietata con tutto il mondo. Le ditte, grandi o
        piccole che siano, devono essere come dei motori
        di formula1, cioe' senza sprechi di "potenza" di
        alcun genere, per potere essere competitive.maglio morire di fame che lavorare gratis per la gloria delle aziende (e te lo dice uno di centrodestra convinto)
        In quest'ottica quello che e' possibile non
        pagare DEVE essere gratuito. E' assurdo anche
        pagare per Windows quando c'e' Linux e OpenOffice
        gratuiti e nei paesi emergenti lo sanno bene. Qui
        da noi invece siamo ancora convinti che per far
        riprendere l'economia bisogna consumare,
        consumare, consumare anche senza necessita'
        effettiva, e infatti fra un po' ci spaccano il
        c**o.è assurdo rifiutare windows poichè costa 80 euro, bisogna verificare tanti fattori prima di fare una scelta, non solo il costo
        Se "hacker" ha un altro significato, allora hai
        usato il termine sbagliato e non ti sei espresso
        correttamente. Visto che anche lo sai, mettilo
        tra virgolette o trova il termine giusto.non saprei... per me l'hacker rimane quasi sempre uno smanettone esperto ma a cui mancano parecchie fondamenta tecnologiche, senza le quali non farà mai la vera rivoluzione
        • Anonimo scrive:
          La solita storia del luddista?
          1)La rivoluzione industriale, inizio' in Inghilterra portando i telai meccanici nelle fabbriche. Ogni telaio faceva il lavoro di 4 operai e questo provoco' la rivolta proletaria che sfocio' in incendi e devastazioni di diverse fabbriche meccanizzate.La storia pero' ci insegna che questo disagio sociale, ricaduto sulle spalle dei lavoratori, fu solo transitorio. Presto nuove esigenze industriali piu' "elevate" riassorbirono quegli operai. L'unico effetto duraturo fu il calo dei prezzi del lavorato tessile che divenne alla portata di tutti, anche di quelle classi proletarie che, prima del telaio, mai e poi mai avrebbero potuto permettersi il lusso di avere certi vestiti.La storia insegna.Tu informatico piangi perche' l'opensource ti toglie il lavoro. Lo stesso pianto l'ho ascoltato 25-30 anni fa tra gli impiegati che si lamentavano del computer che toglieva loro il lavoro.Un conto e' se inventassero un nuovo computer che si autoprogramma (= un telaio che fa il tuo lavoro) e un conto e avere gente che viene a fare gratis il tuo lavoro (=come se altri operai fossero andati a fare il lavoro di quelli a pagamento).Studiamoli bene i paragoni
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?

            Un conto e' se inventassero un nuovo computer che
            si autoprogramma (= un telaio che fa il tuo
            lavoro) e un conto e avere gente che viene a fare
            gratis il tuo lavoro (=come se altri operai
            fossero andati a fare il lavoro di quelli a
            pagamento).Ma tu che lavoro fai? E chi e' venuto in ditta da te a fare gratis il tuo lavoro?Scrivi forse dei kernel, dei DB engine o dei server web?
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            - Scritto da: Anonimo


            Un conto e' se inventassero un nuovo computer
            che

            si autoprogramma (= un telaio che fa il tuo

            lavoro) e un conto e avere gente che viene a
            fare

            gratis il tuo lavoro (=come se altri operai

            fossero andati a fare il lavoro di quelli a

            pagamento).

            Ma tu che lavoro fai? E chi e' venuto in ditta da
            te a fare gratis il tuo lavoro?
            Scrivi forse dei kernel, dei DB engine o dei
            server web?Non sono il tizio in questione, ma se gli rispondi così vuol proprio dire che hai finito le argomentazioni.Che lavoro fa è ininfluente.Sul fatto che devono venire in ditta a svolgere il lavoro pure, visto che con il sw i mezzi di produzione sono a portata di tutti, e quello che conta è il risultato del lavoro, non dove hai lavorato.Sul fatto di che sw eventualmente scrive: oramai si può trovare freesoftware per tutti i gusti, pure gestionali, browser, programmi di videoscrittura, di posta elettronica, utility di tutti i tipi, etc.
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            - Scritto da: Anonimo
            Sul fatto di che sw eventualmente scrive: oramai
            si può trovare freesoftware per tutti i gusti,
            pure gestionali, browser, programmi di
            videoscrittura, di posta elettronica, utility di
            tutti i tipi, etc.Vabbe, ma tu che programmi fai ?Scrivi dei browser? dei wordprocessor? dei client email?Lo vedi che sei vago.Ti posso concedere che tu possa scrivere dei gestionali, ma non mi dire che quei gestionali sono scritti a gratis da dai "muli dell'opensource". Il software gestionale opensource che ha presentato PIhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=54184&r=PIsi chiama TeamMosaic e' scritto (in Delphi) dalla ditta che lo distribuisce, la quale lo ha rilasciato in codice sorgente per motivi strategici che puoi anche tu immaginare.Si tratta dunque di una manovra di marketing, nel pieno rispetto delle norme, anche etiche, del libero mercato.
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            (Io sono quello che ha iniziato con la storia del luddismo)e' ovvio che si fanno solo gestionali perche' se provi a fare qualcosa di diverso c'e' chi lo fa gia' (o lo fara' se vedra' che il tuo prodotto e' buono) GRATIS.Il free software ti impedisce di fare altro e quindi ti toglie parecchi settori del lavoro...e' come se ti togliesse il lavoroPuoi combattere contro chi regala? penso proprio di no a meno che tu non sia ricco come Gates e possa investire miliardi di euroInoltre se siamo tutti buttati sul mercato dei servizi e dei gestionali e' ovvio che avremo un esubero di persone, saremo sottopagati,ecc.
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?


            Puoi combattere contro chi regala? penso proprio
            di no e basta con 'sti softwareè ora di finirla di reinventare tutte le volte la ruota, se ci sono i software gratis e non sapete fare di meglio cambiate mestiere, cosa volete, una leggina ad hoc per voi che vi protegga?
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            - Scritto da: Anonimo




            Puoi combattere contro chi regala? penso proprio

            di no


            e basta con 'sti software

            è ora di finirla di reinventare tutte le volte la
            ruota, se ci sono i software gratis e non sapete
            fare di meglio cambiate mestiere, cosa volete,
            una leggina ad hoc per voi che vi protegga?Non è mai stato necessario reinventare la ruota ogni volta nemmeno quando c'era solo il sw commerciale. Si usavano le librerie una volta come le si usano ora. E' dai tempi del fortran che esistono, non le ha certo inventate il movimento open source. Solo che adesso oltre a regalare la libreria di codice, si regala il programma bello e pronto.
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            cosa intendi per fare di meglio?tanto se faccio di meglio voi lo ricopiate free e io vado in fallimento. Poi io non dico di inventare tutte le volte la ruota ma di pagarla (=compro la libreria)Tu che lavoro fai? che qualifica di studio hai? (e' solo curiosita' senza alcuna malizia)
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            - Scritto da: Anonimo
            Poi io non dico di
            inventare tutte le volte la ruota ma di pagarla
            (=compro la libreria)Se paghi un sw ti devo garantire un'assistenza, o almeno ti devo garantire che funziona, devo adattarlo ai nuovi Win20xx, devo correggerlo se non va piu' col SP2.Inoltre devo dargli una interfaccia grafica, devo fargli gestire tutte o la maggior parte delle opzioni/eccezzioni.Insomma devo fare un "prodotto commerciale".Tante volte invece il sw opensource e' fatto a piu' mani e in piu' fasi, a volte sembra morto incompiuto e poi qualcun'altro lo riprende e ci aggiunge un pezzo e poi di nuovo langue. Alla fine, se nasce, gli autori possono essere svariati e spesso da diversi angoli del globo.Stando cosi' le cose e' difficile trovare una equa retribuzione per il loro lavoro. Tu dici che e' meglio buttarlo, io dico che e' meglio donarlo al mondo. Nessun altro dovra' sprecare tempo per riscrivere quel sw e nessun altro lo dovra' mai piu' pagare.Tu pensi che questo tolga lavoro ai programmatori, io penso che la disponibilita' di sw gratis contribuira' a diffondere l'uso del PC e dove ci sono i PC ci devono essere i programmi e i programmatori che li fanno.Non ci credi?Pensa a M$; se MSDOS e Win e Office non fossero stati gratuiti ..eehhm ...copiabili, a quest'ora la sede M$ era ancora nel garage di bill Gates.;-)Ciao, vado a docere
          • Anonimo scrive:
            Re: La solita storia del luddista?
            - Scritto da: Anonimo
            cosa intendi per fare di meglio?
            tanto se faccio di meglio voi lo ricopiate free e
            io vado in fallimento. Poi io non dico di
            inventare tutte le volte la ruota ma di pagarla
            (=compro la libreria)

            Tu che lavoro fai? che qualifica di studio hai?
            (e' solo curiosita' senza alcuna malizia)sono un disegnatore meccanico, progetto macchinari per l'industria, i quali vengono regolarmente copiati (soprattutto quelli vincenti) dagli asiatici che poi li vendono a metà del mio prezzoè così che gira il mondo, non me ne lagno
        • Anonimo scrive:
          Re: un mondo migliore?
          ok sistemista faccio come dici tu!!
        • Anonimo scrive:
          Re: un mondo migliore?


          Solo grazie alla comunita' e a quei muli il
          mondo

          e' riuscito ad uscire da un monopolio peggiore

          della gogna. Quello di M$ la quale se ti ricordi

          bene ha gia' abusato della sua posizione

          dominante per togliere profitti ad altre realta'

          economiche di grande valore, portandole al

          collasso e alla morte.

          L'unico possibile contendente era l'open-source

          perche' non dipende dall'economia.


          Basta ca$$ate ideologizzate. Non c'e' nessuna ideologia. Solo pratica e storia recente.Senza Linux lo strapotere di M$ dilagherebbe.Nessuna concorrente commerciale e' riuscita a contrastarla. Piccoli e grandi sono stati fatti fuori e spesso con mezzi poco ortodossi.La giustizia americana, anche lei, non ha concluso granche' con quel procedimento antitrust che, si diceva, l'avrebbe smembrata in 2 o 3 entita' indipendenti e invece niente.Chi rimane?C'e' voluto un inatteso movimento popolare mondiale spontaneo che si e' impadronito dell'informatica strappandola di mano al "tiranno".E' risaputo che molti nel movimento OS trovano la motivazione in quello che fanno proprio nel disprezzo per M$ per quello che ha fatto e che pretenderebbe di fare con il nostro PC.
          Questi problemi si risolvono in altro modo, non
          facendo concorrenza producendo gratis per ditte!Ah si ? E in quale modo? Pensi di fare rinsavire Gates e Ballmer ? ROTFL carpiato con avvitamento
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            Magari facendo un buon sistema operativo a pagamento oppure facendo Linux gratis come piattaforma per nuovo software A PAGAMENTO.Facendo cosi' si e' strappata l'informatica dalle mani di tutti e non solo di microsoft!!!!Il free software e' peggio di microsoft perche' e' gratis!!
        • Anonimo scrive:
          Re: un mondo migliore?
          - Scritto da: Anonimo
          Si, dovrebbero essere vietato per legge. Lavorare
          gratis per consentire agli altri di lucrarci deve
          essere bandito dalla faccia della terra!Si e allora proibiamo anche ogni forma di volontariato.Ma scusa se io voglio donare al mondo un mio software in modo che nessun altro poi lo debba pagare perche' me lo vuoi impedire?Se poi c'e' qualcuno che prende il mio lavoro, lo inscatola e lo vende a 10euro io che ci posso fare? Il mio software e' gratis, se tu lo vuoi inscatolato e sei disposto a pagarlo, fai come piu' ti piace. Non siamo in economia di libero mercato ? Mmmmm ... meglio il protezionismo eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Si, dovrebbero essere vietato per legge.
            Lavorare

            gratis per consentire agli altri di lucrarci
            deve

            essere bandito dalla faccia della terra!

            Si e allora proibiamo anche ogni forma di
            volontariato.Quando fai volontariato non lo fai per fare un favore a delle aziende ma per far del bene a delle persone. Ad esempio a me darebbe fastidio se medici senza frontiere facesse volontariato per una clinica privata, che lucra sui pazienti. Nel mondo del free software non c'è distinzione e delle aziende traggono giovamento dal lavoro di volontari, aziende che poi fanno soldi anche grazie a questo. Stesso discorso per il sw: finché si produce sw gratis per gli individui, mi sta bene. Quando questo sw viene usato da aziende, no. Le creative commons prevedono questa distinzione, mentre purtroppo licenze come la GPL no.
            Ma scusa se io voglio donare al mondo un mio
            software in modo che nessun altro poi lo debba
            pagare perche' me lo vuoi impedire?Perché anche se tu pensi di fare del bene, SE il tuo sw viene usato da qualche azienda stai facendo dei danni ad altre persone, che non lavorano a causa del tuo lavoro. L'unica eccezione a questa regola è nel mio modo di vedere il sw derivato da finanziamenti pubblici, che dovrebbe essere messo a disposizione a tutti, e quindi anche alle aziende.
            Se poi c'e' qualcuno che prende il mio lavoro, lo
            inscatola e lo vende a 10euro io che ci posso
            fare? Il mio software e' gratis, se tu lo vuoi
            inscatolato e sei disposto a pagarlo, fai come
            piu' ti piace. Io di sicuro non vendo il tuo sw, dato che altri lo trovano gratis. Ma se ad esempio fai un CAD, la ditta che lo usa, che produrrà metti caso ponti, ci guadagna eccome!
            Non siamo in economia di libero mercato ?
            Mmmmm ... meglio il protezionismo eh?Anche in un libero mercato il costo del lavoro non può essere nullo. Altrimenti si chiama schiavismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?


            Se poi c'e' qualcuno che prende il mio lavoro,
            lo

            inscatola e lo vende a 10euro io che ci posso

            fare? Il mio software e' gratis, se tu lo vuoi

            inscatolato e sei disposto a pagarlo, fai come

            piu' ti piace.
            Io di sicuro non vendo il tuo sw, dato che altri
            lo trovano gratis. Ma se ad esempio fai un CAD,
            la ditta che lo usa, che produrrà metti caso
            ponti, ci guadagna eccome! Ma alla fine i ponti (intesi in senso allargato come prodotti realizzati con l'ausilio del sw OS) costeranno meno. Anche ingegneri non affermati potranno cimentarsi nella progettazione di ponti perche' il costo proibitivo delle licenze dei sw CAD non sara' piu' uno sbarramento.I formati saranno aperti e interoperabili.Inoltre chiunque sviluppera' CAD in futuro non dovra' ripartire dalla primitiva che traccia una linea o un arco, perche' gia' sono disponibili in OS. Questo significa che con minor sforzo si produrranno CAD di alta qualita' che quindi costeranno meno.L'esistenza di un CAD opensource definisce una "soglia minima garantita" per tutti i produttori di software del futuro e permette anche ad aziende artigianali di realizzare customizzazioni di CAD per le singole specificita'.Insomma il software opensource e' come la betoniera:Toglie lavoro a chi passava le giornate e far cemento col badile o migliora la qualita' del lavoro e abbatte i costi generali di costruzione?

            Non siamo in economia di libero mercato ?

            Mmmmm ... meglio il protezionismo eh?
            Anche in un libero mercato il costo del lavoro
            non può essere nullo. Altrimenti si chiama
            schiavismo.E invece rivolgersi all'outsourcing dei cinesi va bene vero? Il libero mercato e' una jungla, ogni giorno puoi svegliarti leone o gazzella.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: Anonimo


            Se poi c'e' qualcuno che prende il mio lavoro,

            lo


            inscatola e lo vende a 10euro io che ci posso


            fare? Il mio software e' gratis, se tu lo vuoi


            inscatolato e sei disposto a pagarlo, fai come


            piu' ti piace.


            Io di sicuro non vendo il tuo sw, dato che altri

            lo trovano gratis. Ma se ad esempio fai un CAD,

            la ditta che lo usa, che produrrà metti caso

            ponti, ci guadagna eccome!

            Ma alla fine i ponti (intesi in senso allargato
            come prodotti realizzati con l'ausilio del sw OS)
            costeranno meno. Ti può star bene se sei uno che compra ponti oppure chi li progetta.Il primo pagherà un po' di meno, il secondo lucrerà di più. Se fai parte del mercato informatico, invece non ti può star bene. In ogni caso devo capire perché il guadagno in più del costruttore di ponti ed il minor costo di chi li compra devono andare a scapito di chi ha prodotto il cad. Non è equo, assolutamente non è equo.
            Anche ingegneri non affermati potranno cimentarsi
            nella progettazione di ponti perche' il costo
            proibitivo delle licenze dei sw CAD non sara'
            piu' uno sbarramento.Allora fai in altro modo, vendi il CAD ad un prezzo diverso in base alle disponibilità finanziarie della gente, fai versioni con funzionalità ridotte a minor costo, daglielo in cambio di una piccola parte dei suoi futuri utili, ma non darlo gratis. E' questo il concetto che secondo me conta: se uno con il tuo prodotto poi ci guadagna, non darlo via gratis. E' masochismo puro.
            I formati saranno aperti e interoperabili.Questo lo si deve esigere, e comunque formati aperti non è sinonimo di sw libero. Si possono avere formati aperti anche con programmi commerciali.
            Inoltre chiunque sviluppera' CAD in futuro non
            dovra' ripartire dalla primitiva che traccia una
            linea o un arco, perche' gia' sono disponibili in
            OS. Nuovamente se questi fanno un prodotto migliore partendo dal tuo e lo commercializzano, nuovamente è masochismo se loro guadagnano ANCHE sul tuo lavoro mentre TU no. Questo concetto mi va benissimo, purché non venga applicato in ambito commerciale.Ti faccio un esempio per chiarire il tutto: partiamo dal nulla. Tu ed un tuo amico decidete di fare un programma che serve per sequenziare il DNA. Parte il progetto, tu fai le routine di base, il tuo amico l'interfaccia grafica e aggiunge un paio di funzionalità al tuo codice. Alla fine lo vendete, ma tu non vieni pagato, mentre il tuo amico si becca la sua parte più parte della tua (ovviamente non tutta, così è più concorrenziale sul mercato). Ti sta bene? Che differenza c'è tra questo modo di procedere e quello del free software? Nessuno. Tranne forse che in questo caso gli "amici" possono essere tanti.
            Questo significa che con minor sforzo si
            produrranno CAD di alta qualita' che quindi
            costeranno meno.
            L'esistenza di un CAD opensource definisce una
            "soglia minima garantita" per tutti i produttori
            di software del futuro e permette anche ad
            aziende artigianali di realizzare customizzazioni
            di CAD per le singole specificita'.
            Insomma il software opensource e' come la
            betoniera:
            Toglie lavoro a chi passava le giornate e far
            cemento col badile o migliora la qualita' del
            lavoro e abbatte i costi generali di costruzione?
            Ci può essere abbattimento dei costi di produzione anche senza dar via il lavoro gratuitamente.



            Non siamo in economia di libero mercato ?


            Mmmmm ... meglio il protezionismo eh?


            Anche in un libero mercato il costo del lavoro

            non può essere nullo. Altrimenti si chiama

            schiavismo.

            E invece rivolgersi all'outsourcing dei cinesi va
            bene vero? No se si tratta di sfruttamento. Comunque anche loro hanno un costo
            0.
            Il libero mercato e' una jungla, ogni giorno puoi
            svegliarti leone o gazzella. Rimane il fatto che per esserci un mercato deve esserci un prezzo. E nel caso del free sw questo non c'è! Il costo è 0. 0 prezzo = 0 mercato, non c'è nessuna legge di mercato che tenga quando il costo di un bene scende a 0.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?


            Ma alla fine i ponti (intesi in senso allargato

            come prodotti realizzati con l'ausilio del sw
            OS)

            costeranno meno.

            Ti può star bene se sei uno che compra ponti
            oppure chi li progetta.Se intendiamo "ponti" nel senso allargato che ho dettodiventa una bella fetta della societa' che trarra' beneficio dall'OS.
            Se fai parte del mercato
            informatico, invece non ti può star bene. In ogni
            caso devo capire perché il guadagno in più del
            costruttore di ponti ed il minor costo di chi li
            compra devono andare a scapito di chi ha prodotto
            il cad. Non è equo, assolutamente non è equo.In teoria non ci dovrebbe essere maggior guadagno, ma minori costi per i clienti e migliori condizioni di lavoro per i fornitori.Inoltre questa situazione non va a scapito di chi ha prodotto il CAD visto che lo ha regalato.
            Allora fai in altro modo, vendi il CAD ad un
            prezzo diverso in base alle disponibilità
            finanziarie della gente, fai versioni con
            funzionalità ridotte a minor costo, daglielo in
            cambio di una piccola parte dei suoi futuri
            utili, ma non darlo gratis.L'equo-canone e' un fallimento in partenza.Ma gurda che il punto non e' che e' gratis, lo poteva anche far pagare 10euro che era uguale. Il punto e' che il sorgente e' aperto e che dal momento del suo rilascio il CAD e' un patrimonio dell'umanita'. Nessuno piu' dovra' reinvantare quelle cose. Sono gia' disponibili per tutti.Il mercato nascera' attorno ai valori aggiunti.
            Nuovamente se questi fanno un prodotto migliore
            partendo dal tuo e lo commercializzano,
            nuovamente è masochismo se loro guadagnano ANCHE
            sul tuo lavoro mentre TU no. Io non ci soffro, senno' non lo rilasciavo opensource. Inoltre da ora in poi, dovendo costruire un grattacielo (leggi sw complesso) tutti i costruttori potranno partire dal 5 piano perche' fondamenta e primi 5 piani sono gia' fatti pronti e disponibili per tutti.L'unico che piange in questa situazione e' il fornitore di fondamenta o di piani terra. Ma e' sempre cosi' che succede con ogni innovazione. Dai telai alla betoniera ogni passo avanti ha migliorato la societa' lasciando momentaneamente col culo per terra quei poveri sfortunati che prima fornivano quel servizio. Io capisco quello che vuoi dire, ma secondo me non c'e' niente da fare. Il progresso non lo puoi fermare. Altrimenti dovevi fermare anche l'informatica che 20-30 anni fa a cominciato a mietere vittime tra i ragionieri e gli impiegati. O la robotica nelle fabbriche.Col senno di poi sappiamo che e' stato meglio cosi', ma vaglielo a spiegare all'operaio appena licenziato e sostituito da un robot.
            Ti faccio un esempio per chiarire il tutto:
            partiamo dal nulla. Tu ed un tuo amico decidete
            di fare un programma che serve per sequenziare il
            DNA. Parte il progetto, tu fai le routine di
            base, il tuo amico l'interfaccia grafica e
            aggiunge un paio di funzionalità al tuo codice.
            Alla fine lo vendete, ma tu non vieni pagato,
            mentre il tuo amico si becca la sua parte più
            parte della tua (ovviamente non tutta, così è più
            concorrenziale sul mercato). Ti sta bene? Che
            differenza c'è tra questo modo di procedere e
            quello del free software? Nessuno. Tranne forse
            che in questo caso gli "amici" possono essere
            tanti. L'esempio non mi sembra molto calzante. Tu racconti di una coppia di amici in cui uno frega l'altro. Diverso e' l'opensource in cui uno fa un lavoro e lo mette gratuitamente a disposizione della comunita'.Se poi un altro ci fa un'interfaccia e lo rivende buon per lui. Sicuramente il prezzo finale sara' basso e se non lo fosse qualcun'altro potra' partire dal codice aperto e creare un altro prodotto concorrente e da li' partirebbero le dinamiche del libero mercato. Dove sta il vantaggio? Lo sforzo per scrivere il programma di sequenziazione del DNA non sarebbe ripetuto, e non ci sarebbe SPRECO DI RISORSE, con beneficio per l'economia e la societa', ma con disappunto per chi fornisce quelle risorse che trovava vantaggio anche da ogni SPRECO.

            E invece rivolgersi all'outsourcing dei cinesi
            va

            bene vero?

            No se si tratta di sfruttamento. Comunque anche
            loro hanno un costo
            0.Si ma molto molto prossimo a zero.Allora io adesso mi metto ad affermare che dovrebbe essere vietato PER LEGGE fornire la propria manodopera a meno di 5 euro l'ora.Cosa penseresti? Che sono un comunista vero?Eppure seguo il tuo stesso filo di ragionamento.In realta' non voglio spalleggiare ne' i rossi ne' i neri. Voglio solo farti notare la contraddizione nella tua, pur comprensibilissima, teoria economica.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: AnonimoAllora, a parte tutti i progressi di cui parli, che nel caso del free sw si tratta di lavoro gratuito e non di tecnologie innovative, come appunto il computer che ha sostituito l'impiegato. Qui si parla di lavoro gratuito che sostituisce lavoro pagato. Questa è l'innovazione maggiore del free software, dal punto di vista economico. Non c'è l'intrduzione di una tecnologia che manda a casa i programmatori, e qui che secondo me sbagliate di brutto. Ci sono invece programmatori che rilasciano codice sorgente gratuito che sostituiscono programmatori che rilasciano programmi dietro pagamento.


            No se si tratta di sfruttamento. Comunque anche

            loro hanno un costo
            0.

            Si ma molto molto prossimo a zero.
            Allora io adesso mi metto ad affermare che
            dovrebbe essere vietato PER LEGGE fornire la
            propria manodopera a meno di 5 euro l'ora.No. Questo è errato, non è quello che ho scritto. A me sta bene se le persone non sono sfruttate (cioé fatte lavorare e vivere in condizioni subumane) e il prodotto non viene venduto sotto costo (o quasi) di produzione solo per invadere un mercato. Per il resto, io sono dell'idea che la globalizzazione deve avvenire per gradi, e quindi il mercato globale va in un certo modo limitato, e le limitazioni vanno tolte gradualmente. Quindi si all'outsourcing, ma con limitazioni in modo che non vengano chiuse intere aziende qui per mandarle all'estero. Purtroppo questo è un problema a livello globale: se altri paesi consentono l'outsourcing selvaggio, poi diventano più competitivi sul mercato globale.
            Voglio solo farti notare la
            contraddizione nella tua, pur comprensibilissima,
            teoria economica.Il problema di fondo rimane che mentre qui discuti delle contraddizioni dell'economia, quando hai prezzo di un bene pari a 0 non puoi proprio parlare di economia. E purtroppo il mondo per adesso senza economia non va avanti. Se no torniamo al tempo dei baratti (io ti do un pezzo di codice e tu mi ritorni il codice che scriverai a partire dal mio), e imho non è una gran bella cosa. I baratti vanno bene tra amici, anche tra comunità virtuali di amici, ma non oltre.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            Ma alla fine i ponti (intesi in senso allargato come prodotti realizzati con l'ausilio del sw OS) costeranno meno. APPUNTO qualcuno guadagna meno, ci sono piu' disoccupati che comprano meno di conseguenza quello che doveva vendere a questi disoccupati fallisce e licenzia creando altri disoccupati......diventiamo come l'india insomma
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma alla fine i ponti (intesi in senso allargato
            come prodotti realizzati con l'ausilio del sw OS)
            costeranno meno.

            APPUNTO qualcuno guadagna meno, ci sono piu'
            disoccupati che comprano meno di conseguenza
            quello che doveva vendere a questi disoccupati
            fallisce e licenzia creando altri
            disoccupati......Ale' qui siamo tutti diventati esperti di economia.I ponti costeranno meno perche' si spende meno per progettarli grazie al CAD opensource. Il costo dei servizi in genere calera' e diventeranno alla portata di tutti, quelli che prima erano dei lussi.Certo chi produce CAD a pagamento deve riconvertire la sua attivita'. Ma passata una fase transitoria, si sara' formata una infrastruttura di software gratuito usato ovunque e a tutti disponibile che creerà nove possibilita'. Nasceranno allora i corsi di CAD per massaie, negozi di progettazione 3D di ogni accessorio dagli occhiali al pommello del cambio.Insomma la totale gratuita' e disponibilita' di una "funzionalità" (come il CAD) ne impregnera' la societa' e attorno ad essa fioriranno servizi finora impensabili.Servizi che creeranno posti di lavoro, mentre il tasso di benessere e' aumentato.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: Anonimo

            I ponti costeranno meno perche' si spende meno
            per progettarli grazie al CAD opensource. Il
            costo dei servizi in genere calera' ePer una opera infrastrutturale questi sono i numeri tipici (http://www.giornaleingegnere.it/):Costo del software CAD = 10, non ricorrenteCosti di progettazione e calcolo in CA a tariffa ingegneri iscritti all'albo = 500Costo dei materiali = 5000Sì, sei proprio un genio in economia, tu.
            diventeranno alla portata di tutti, quelli che
            prima erano dei lussi.E così si dovranno semplicemente inventare nuovi "lussi", irraggiungibili per le masse, perché la clientela d'elite VUOLE solo cose che il popolo non può permettersi. I mercati del lusso vivono alzando a dismisura le barriere d'ingresso e la qualità assoluta.
            Nasceranno allora i corsi di CAD
            per massaie, negozi di progettazione 3D di ogni
            accessorio dagli occhiali al pommello del cambio.Ah certo, come se bastasse un programmino per imparare quello che un ingegnere strutturalista, aeronautico o dei materiali imparano a malapena e con grande fatica in cinque anni di università. Il CAD è solo uno strumento per applicare conoscenze, non sostituisce affatto il progettista e la sua competenza specifica: dà solo una mano con i dettagli e alcuni calcoli ripetitivi, noiosi e automatizzabili.Torna a giocare con la tua ubuntu e lascia perdere certi discorsi, la tua impreparazione è pari solo alla tua ingenuità.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?


            I ponti costeranno meno perche' si spende meno

            per progettarli grazie al CAD opensource. Il

            costo dei servizi in genere calera' e

            Per una opera infrastrutturale questi sono i
            numeri tipici .....Nel post precedente si era detto "ponti inteso in senso allargato cioe' tutti i prodotti/servizi che possono trarre beneficio dall'uso di sw (eventualmente opensource)"
            Sì, sei proprio un genio in economia, tu.E' arrivato quello che legge solo le ultime righe e ha capito tutto. Dio ci salvi.

            diventeranno alla portata di tutti, quelli che

            prima erano dei lussi.

            E così si dovranno semplicemente inventare nuovi
            "lussi", irraggiungibili per le masse, perché la
            clientela d'elite VUOLE solo cose che il popolo
            non può permettersi. I mercati del lusso vivono
            alzando a dismisura le barriere d'ingresso e la
            qualità assoluta.Ma chissene frega del mercato del lusso che deve alzare il tiro. A me interessa avere auto, computer, televisori, farmaci etc. che prima non potevo permettermi. Ho usato il termine lusso inteso in questo senso.
            Torna a giocare con la tua ubuntu e lascia
            perdere certi discorsi, la tua impreparazione è
            pari solo alla tua ingenuità.La tua arroganza e' solo pari alla tua presunzione.Non hai capito una mazza eppure ti credi l'unto del Signore. Sei utile come una zanzara. Ma perche' non ti estingui?
          • lele2 scrive:
            Re: un mondo migliore?

            Stesso discorso per il sw: finché si produce sw
            gratis per gli individui, mi sta bene. Quando
            questo sw viene usato da aziende, no. Le creative
            commons prevedono questa distinzione, mentre
            purtroppo licenze come la GPL no.
            generalmente le aziende open source contribuiscono allo sviluppo di software gpl assumendo gli stessi sviluppatori di progetti meritevoli oppure finanziando o contribuendo con sviluppatori interni all'aziendacosa credi che chi fa gnome o kde non hanno bisogno di mangiare perche' vivono d'arianaturalmente ci sono anche gli hobbisti che lo fanno per passionee poi non e' reato avere degli hobbytanti hobbisti che fanno piccole cose che col tempo diventano grandi coseil motivo e' la passione cosa che nel closed non c'e
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: lele2


            Stesso discorso per il sw: finché si produce sw

            gratis per gli individui, mi sta bene. Quando

            questo sw viene usato da aziende, no. Le
            creative

            commons prevedono questa distinzione, mentre

            purtroppo licenze come la GPL no.


            generalmente le aziende open source
            contribuiscono allo sviluppo di software gpl
            assumendo gli stessi sviluppatori di progetti
            meritevoli oppure finanziando o contribuendo con
            sviluppatori interni all'azienda
            Uno su mille ce la fa, diceva una famosa canzone
            naturalmente ci sono anche gli hobbisti che lo
            fanno per passione
            e poi non e' reato avere degli hobby
            No, non è reato avere hobby, e lo ribadisco per l'ennesima volta: chi lo fa per hobby non faccia un servizio per le aziende. Regala il tuo codice agli amici, regalalo a chi non ne fa lucro, ma non regalarlo a chi ci guadagna monetariamente sopra. Tanto allucinante come pretesa?
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: lele2


            Stesso discorso per il sw: finché si


            produce sw gratis per gli individui,


            mi sta bene. Quando questo sw viene


            usato da aziende, no. Le creative


            commons prevedono questa distinzione,


            mentre purtroppo licenze come la GPL


            no.

            generalmente le aziende open source

            contribuiscono allo sviluppo di software gpl

            assumendo gli stessi sviluppatori di progetti

            meritevoli oppure finanziando o

            contribuendo con

            sviluppatori interni all'azienda
            Uno su mille ce la fa, diceva una famosa
            canzone

            naturalmente ci sono anche gli hobbisti

            che lo fanno per passione

            e poi non e' reato avere degli hobby
            No, non è reato avere hobby, e lo ribadisco
            per l'ennesima volta: chi lo fa per hobby
            non faccia un servizio per le aziende.
            Regala il tuo codice agli amici, regalalo
            a chi non ne fa lucro, ma non regalarlo a
            chi ci guadagna monetariamente
            sopra. Tanto allucinante come pretesa?Bhe se un hobbista ti fa paura immagino che programmatore di serie Z sei.
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: lele2




            Stesso discorso per il sw: finché si



            produce sw gratis per gli individui,



            mi sta bene. Quando questo sw viene



            usato da aziende, no. Le creative



            commons prevedono questa distinzione,



            mentre purtroppo licenze come la GPL



            no.



            generalmente le aziende open source


            contribuiscono allo sviluppo di software gpl


            assumendo gli stessi sviluppatori di progetti


            meritevoli oppure finanziando o


            contribuendo con


            sviluppatori interni all'azienda


            Uno su mille ce la fa, diceva una famosa

            canzone



            naturalmente ci sono anche gli hobbisti


            che lo fanno per passione


            e poi non e' reato avere degli hobby


            No, non è reato avere hobby, e lo ribadisco

            per l'ennesima volta: chi lo fa per hobby

            non faccia un servizio per le aziende.

            Regala il tuo codice agli amici, regalalo

            a chi non ne fa lucro, ma non regalarlo a

            chi ci guadagna monetariamente

            sopra. Tanto allucinante come pretesa?

            Bhe se un hobbista ti fa paura immagino che
            programmatore di serie Z sei.Finite le argomentazioni civili si passa agli insulti? Non credo che il mio livello come programmatore sia il punto della questione, né le mie eventuali paure.
    • lele2 scrive:
      Re: un mondo migliore?
      - Scritto da: Anonimo
      ma fatemi il piacere.

      Regalando software levate la possibilita' a molte
      persone di creare una software house e di
      conseguenza i vari laureati in informatica vanno
      a lavorare in ditte di consulenza togliendo il
      lavoro ai periti (in fase di assunzione a parita'
      di esperienza e stipendio si tende in genere a
      scegliere il laureato).
      perche' dici queste cose su PIdillo a microsft che regala software da una vita mi riferisco a IE OE WMP e per giunta integrati nel SO e nemmeno con la possibilita' di disinstallarli
      VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE E I SOLDI
      CHE LE GRANDI DITTE PER CUI LAVORANO I CONSULENTI
      POSSONO TENERSI IN TASCA
      questa non l'ho capitasara anche vero ma che centra con l'open source
      il free software e' un una cosa buona solo per
      chi vuole vendere piccoli siti web al macellaio
      sotto casa e deve risparmiare sulle licenze dei
      vari programmini da 100 euro

      allora se sono programmi poco professionali non dovresti preoccuparti della concorrenza dell'open source
      Volete solo un dischetto gratuito sul giornalino
      della domenica per sentirvi hacker (che poi se lo
      foste finireste in galera per anni alla tenera
      eta' di 20 anni circa) e per far vedere agli
      altri quanto siete bravi con il computer (wow che
      bello farsi ammirare)
      sei in preda al deliriofrancamente non ho capito un cazzo
      • Anonimo scrive:
        Caro Lele
        Caro Lele,Rileggi tutta la sequenza dei post dove mi sono espresso con piu' precisione. Riguardo al resto:1)perche' dici queste cose su PIdillo a microsft che regala software da una vita mi riferisco a IE OE WMP e per giunta integrati nel SO e nemmeno con la possibilita' di disinstallarliNon ho mai detto che sono un "tifoso" di Microsoft (anzi!!), ma proprio il fatto che microsoft abbia fatto del male a regalare dimostra che anche il free software crea danno2)VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE E I SOLDI
        CHE LE GRANDI DITTE PER CUI LAVORANO I CONSULENTI
        POSSONO TENERSI IN TASCAVolevo dire che non e' possibile creare una software house perche' le "grandi ditte" useranno free software per risprmiare. Ad esempio se fai un programma tipo Office o un Application Server lo venderai con difficolta' perche' tanto si trovano gratis (OpenOffice e JBoss ad esempio)3) free software e' un una cosa buona solo per
        chi vuole vendere piccoli siti web al macellaio
        sotto casa e deve risparmiare sulle licenze dei
        vari programmini da 100 eurointendevo dire che il free software e' un bene che esista solo quando si deve lavorare per il piccolo (anzi minuscolo) clienteRiguardo al delirio... boh vedi tu...
  • Anonimo scrive:
    spero che li paghino....
    ...coloro che si occupano della manifestazione...oppure alla fine gli danno una pacca sulla spalla e un cappuccino e cornetto....?
    • cla scrive:
      Re: spero che li paghino....
      Ma tu sei uno che crede che gli sviluppatori che rilasciano codice sotto licenze libere non guadagnino dal loro lavoro? Se rispondi di si vuol dire che tu questo mondo lo conosci solo per sentito dire.Cla!
  • Anonimo scrive:
    ripetizione
    "Anche quest'anno si svolgerà il "Summer Linux", manifestazione giunta alla sua seconda edizione, un evento che si svolgerà[...]""Si svolgerà" viene ripetuto due volte in una riga: è bruttino.
  • Anonimo scrive:
    Fanatismo allo stato puro
    ... spendono soldi per far provare linux alla gente come fosse una droga, e poi non ci guadagnano nulla perchè tutta la fuffa che gira attorno a linux è gratisguarda te fin dove può spingere l'odio/invidia per microsoft(rotfl)
    • leone2000 scrive:
      Re: Fanatismo allo stato puro
      è vero, hai proprio ragione, sono proprio dei co*lioni, soprattutto quello che parlerà la prima sera, io lo conosco, è proprio uno stupido....ciaoLEO
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanatismo allo stato puro
        E quello che parlerà la terza sera?Un creitno patentato!O leo scrivi le boiate e ne parli anche in ml per vantartene? :DCmq rispondendo al primo messaggio: tu non sai cos'è il software libero e sei schiavo del mondo che ti vive attorno.Soldi? solo qualche euro per i manifesti. I computer sono tutti sono i nostri e la buona volonta' e nostra e non ci costa nulla.Noi dei lug crediamo si possa vivere in un mondo migliore nel futuro e dal momento che ci piacciono i computer, cerchiamo di renderlo migliore per quel che ci compete.ps. sono quello della terza sera :P
        • leone2000 scrive:
          Re: Fanatismo allo stato puro
          NOOOOO! il moderatore mi ha censurato, ma io facevo per ridere.... :'(:'(:'(cmq riporto il commento: ha ragione colui che ha cominciato questo post, quella lì dell'acros è gentaccia esaltata che con il linuz-tutto-gratis pensano di poter cambiare il mondo; che tornino a lavorare, soprattutto quello della prima sera!ciaoLEO ps moderatore, non spostarmi, sono quello della prima sera e sono ironico!!! :D:D:D
          • Anonimo scrive:
            Impianti elettrici sotto GPL!!!
            Anche io voglio rendere il mondo migliore!!!Voglio fondare il IEOS (IMPIANTI ELETTRICI OPEN SOURCE)!!Monteremo gli impianti elettrici a tutti e GRATIS! Solo che chi poi li modifica anche se monta una lampadina deve lasciarlo sotto GPL!!!!Sto pensando di rendere il mondo ancora migliore:Costruiremo CASE sotto GPL e le rilasceremo GRATIS!!!!
          • cla scrive:
            Re: Impianti elettrici sotto GPL!!!
            Dimmi tu quando si inzierà a parlare di domotica e tutti gli apparati di diverse aziende non parleranno tra loro tu che mi diraiIl tuo discorso, che voleva essere delirante e trolleggiante, ha un fondo di verità, se gli applicativi domotici contengono codice è meglio sia libero, io non darei il controllo di casa mia a software chiuso così come vorrei interoperabilità tra il mio DVD player LG, il mio frigo Philips e il mio antifurto Pippo.Cla!
          • Anonimo scrive:
            Re: Impianti elettrici sotto GPL!!!
            Quando si parla si deve essere chiari su quello di cui si sta parlando, una cosa è l'open-source, una cosa è la gpl, una cosa sono i brevetti e una cosa sono le interfacce. La maggior parte delle persone che criticano criticano del mondo open-source solo la gpl e il fatto di regalare il software, l'open-source a molti sta benissimo così come l'interoperabilità e la libertà di implementazione.- Scritto da: cla
            Dimmi tu quando si inzierà a parlare di domotica
            e tutti gli apparati di diverse aziende non
            parleranno tra loro tu che mi dirai

            Il tuo discorso, che voleva essere delirante e
            trolleggiante, ha un fondo di verità, se gli
            applicativi domotici contengono codice è meglio
            sia libero, io non darei il controllo di casa mia
            a software chiuso così come vorrei
            interoperabilità tra il mio DVD player LG, il mio
            frigo Philips e il mio antifurto Pippo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Impianti elettrici sotto GPL!!!
            Grande :D
          • Anonimo scrive:
            Cantinari, ascoltate
            - Scritto da: Anonimo
            Stai pisciando fuori dal vaso, tanto per
            blaterare di qualcosa che non conosci
            minimamente.
            [...]Finalmente qualcuno che sa il fatto suo. Ed ora, cosa avete da replicare? Se non siete in grado di parlare, tacete, fareste solo che una figura migliore!
        • Anonimo scrive:
          ...vuoi renderlo migliore?
          - Scritto da: Anonimo
          E quello che parlerà la terza sera?

          Un creitno patentato!

          O leo scrivi le boiate e ne parli anche in ml per
          vantartene? :D

          Cmq rispondendo al primo messaggio: tu non sai
          cos'è il software libero e sei schiavo del mondo
          che ti vive attorno.

          Soldi? solo qualche euro per i manifesti. I
          computer sono tutti sono i nostri e la buona
          volonta' e nostra e non ci costa nulla.

          Noi dei lug crediamo si possa vivere in un mondo
          migliore nel futuro e dal momento che ci
          piacciono i computer, cerchiamo di renderlo
          migliore per quel che ci compete.

          ps. sono quello della terza sera :PCaro " quello della terza sera ", se vuoi rendere migliore il mondo veramente perchè non vai a fare volontariato?Ricorda che l'informatica è UN LAVORO e non un HOBBY e chi ci lavora VUOLE TRARNE PROFITTO!
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobby o Lavoro?
            SOLO al proprio profitto?boh si passa da un estremo all'altrofiniremo a chiedere le elemosina o faremo i sistemisti a 1000 euro al mesegrazie stallman
        • Anonimo scrive:
          un mondo migliore?
          ma fatemi il piacere.Regalando software levate la possibilita' a molte persone di creare una software house e di conseguenza i vari laureati in informatica vanno a lavorare in ditte di consulenza togliendo il lavoro ai periti (in fase di assunzione a parita' di esperienza e stipendio si tende in genere a scegliere il laureato).VOI AUMENTATE SOLO LA DISOCCUPAZIONE E I SOLDI CHE LE GRANDI DITTE PER CUI LAVORANO I CONSULENTI POSSONO TENERSI IN TASCAil free software e' un una cosa buona solo per chi vuole vendere piccoli siti web al macellaio sotto casa e deve risparmiare sulle licenze dei vari programmini da 100 euroVolete solo un dischetto gratuito sul giornalino della domenica per sentirvi hacker (che poi se lo foste finireste in galera per anni alla tenera eta' di 20 anni circa) e per far vedere agli altri quanto siete bravi con il computer (wow che bello farsi ammirare)P.S.1: immagino gia' risposte del tipo "no io vendo anche alle grosse aziende e non solo al macellaio". Cercate di rileggere e capire il senso di cosa dicoP.S.2: non scocciate con la definizione teorica di hacker...tanto avete capito cosa intendo per hacker in questo contesto
          • Anonimo scrive:
            Re: un mondo migliore?

            P.S.1: immagino gia' risposte del tipo "no io
            vendo anche alle grosse aziende e non solo al
            macellaio".
            Cercate di rileggere e capire il senso di cosa
            dico

            P.S.2: non scocciate con la definizione teorica
            di hacker...tanto avete capito cosa intendo per
            hacker in questo contestopierino ? hai mangiato tu la marmellata ?noo mamma, che scherzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanatismo allo stato puro
      Lo so che sei un troll e non dovrei risponderti, ma hai mai provato un sistema linux? Io è solo un paio di mesi che l'ho installato, e ti posso dire che appena ci saranno in giro + applicativi in italiano (in particolare mi riferisco al multimedia) vedi tu che ci faccio io del Windows che mi sono stramaledettamente pagato 4 anni fa...- Scritto da: Anonimo
      ... spendono soldi per far provare linux alla
      gente come fosse una droga, e poi non ci
      guadagnano nulla perchè tutta la fuffa che gira
      attorno a linux è gratis

      guarda te fin dove può spingere l'odio/invidia
      per microsoft

      (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanatismo allo stato puro
        suvvia, ammettetelo. E' meglio Windows ed è per questo che si paga!
        • Anonimo scrive:
          Re: Fanatismo allo stato puro
          - Scritto da: Anonimo
          suvvia, ammettetelo. E' meglio Windows
          ed è per questo che si paga!Virus e dialer sono daccordo con te.:-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Fanatismo allo stato puro
          - Scritto da: Anonimo
          suvvia, ammettetelo. E' meglio Windows ed è per
          questo che si paga!Ripeto: sono meglio gli applicativi x Windows (anche quelli gratis)
    • leone2000 scrive:
      Re: Fanatismo allo stato puro
      voglio anche rispondere seriamente: ho visto tanto più fanatismo alle convention di microsoft (al quale sono andato anche io, poichè microsoft non è assolutamente il mio nemico, è semplicemente un'azienda concorrente...)ciaoLEO
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanatismo allo stato puro
        ma questo non giustifica il fanatismo pinguinaro
        • Anonimo scrive:
          Re: Fanatismo allo stato puro
          - Scritto da: Anonimo
          ma questo non giustifica il fanatismo pinguinaroBeh i pinguini non fanno certe cose però... :Dhttp://www.ntk.net/ballmer/mirrors.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Fanatismo allo stato puro

            Beh i pinguini non fanno certe cose però... :D
            http://www.ntk.net/ballmer/mirrors.htmlUna pagina con tutti i mirror, mitico! :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanatismo allo stato puro
      - Scritto da: Anonimo
      ... spendono soldi per far provare linux alla
      gente come fosse una droga, e poi non ci
      guadagnano nulla perchè tutta la fuffa che gira
      attorno a linux è gratis

      guarda te fin dove può spingere l'odio/invidia
      per microsoft

      (rotfl)non perderci tempo, questo forum è pieno di fanatici linari ingegneri plagiati fin dall'università. Ti prenderai solo parole e insulti.Ce ne sono pochi quì che hanno una loro azienda (non la sola partita iva) con loro dipendenti e che vivono grazie all'open source. Moolto pochi.E probabilmente quelli che ce l'hanno è perchè vendono quelle brutte scatole linuxate che fanno tutto (proxy,firewall,mail etc...) al prezzo uguale alla somma del prezzo dei singoli prodotti acquistati al prezzo (quale che non esiste???) più il 50% per la loro saccenza applicata.Lascia perdere, credi a me.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(idea)(idea)(idea)
      • Anonimo scrive:
        SONDAGGIO ....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... spendono soldi per far provare linux alla

        gente come fosse una droga, e poi non ci

        guadagnano nulla perchè tutta la fuffa che gira

        attorno a linux è gratis



        guarda te fin dove può spingere l'odio/invidia

        per microsoft



        (rotfl)

        non perderci tempo, questo forum è pieno di
        fanatici linari ingegneri plagiati fin
        dall'università. Ti prenderai solo parole e
        insulti.

        Ce ne sono pochi quì che hanno una loro azienda
        (non la sola partita iva) con loro dipendenti e
        che vivono grazie all'open source. Moolto pochi.
        E probabilmente quelli che ce l'hanno è perchè
        vendono quelle brutte scatole linuxate che fanno
        tutto (proxy,firewall,mail etc...) al prezzo
        uguale alla somma del prezzo dei singoli prodotti
        acquistati al prezzo (quale che non esiste???)
        più il 50% per la loro saccenza applicata.Quanti lettori di PI hanno una loro azienda (non la sola partita iva) con loro dipendenti e vivono grazie al closed source ?
        • Anonimo scrive:
          Re: SONDAGGIO ....

          Quanti lettori di PI hanno una loro azienda (non
          la sola partita iva) con loro dipendenti e vivono
          grazie al closed source ?ahh... non istigare le bugie... con tutti sti sistemisti che ci sono quì...
        • Anonimo scrive:
          Re: SONDAGGIO ....
          pochi dato che il free software distrugge e distruggera' tutto
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanatismo allo stato puro

      guarda te fin dove può spingere l'odio/invidia per
      microsoftInfatti, è proprio cosi: voi tirapiedi di billo dovete finiretutti a spalare letame, e non saremo contenti finchenon vi vedremo a sudare con la badila perché finalmentefarete qualcosa di utileAvete finito di riempirvi le tasche truffando la gentecon la fuffa del vostro padrone: adesso ve lo mettianosenza vaselina.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanatismo allo stato puro
        - Scritto da: Anonimo

        guarda te fin dove può spingere l'odio/invidia
        per
        microsoft

        Infatti, è proprio cosi: voi tirapiedi di billo
        dovete finire
        tutti a spalare letame, e non saremo contenti
        finche
        non vi vedremo a sudare con la badila perché
        finalmente
        farete qualcosa di utile
        Avete finito di riempirvi le tasche truffando la
        gente
        con la fuffa del vostro padrone: adesso ve lo
        mettiano
        senza vaselina.Bravi, complimenti. Quando avrete distrutto qualsiasi mercato sw, quando ci saranno solamente sistemisti come figure professionali legate all'informatica, quando le imprese faranno miliardi sulle spalle degli sviluppatori di software libero pagandoli due banane all'ora, spero che sarete contenti. Voi siete i cinesi dell'occidente, felici di far guadagnare gli altri per un tozzo di pane, e spero tanto che questo lavoro gratuito venga proibito per legge, prima o poi. E' una cosa indegna lavorare a gratis fornendo degli strumentio gratuiti a ditte che fanno profitto! La cosa comica è che le ditte non devono nemmeno lottare per avere dei lavoratori da sfruttare: siete voi a fare a gara per essere sfruttati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanatismo allo stato puro
        fuffa e cavolate.... ma chi ti ha detto che chi non vuole il free software e' dalla parte di microsoft? certo che avete la mente che ragiona in binario (bianco=1=free software e 0=nero=microsoft).Poi che mi frega a me di vendere la roba di microsoft...non sono mica un sistemista o un commerciante
      • Anonimo scrive:
        Falliti
        - Scritto da: Anonimo
        Infatti, è proprio cosi: voi tirapiedi di billo
        dovete finire
        tutti a spalare letame, e non saremo contenti
        finche
        non vi vedremo a sudare con la badila perché
        finalmente
        farete qualcosa di utile
        Avete finito di riempirvi le tasche truffando la
        gente
        con la fuffa del vostro padrone: adesso ve lo
        mettiano
        senza vaselina.Ma non vedi quanto sei frustrato? Stai dicendo una serie di fesserie! L' Open Source, nell' ambito del software, è un cancro per la società perchè grazie al lavoro di 1000 citrulli pagati 0.5 euro all' ora fatturate un ingiusto profitto. Il software che sviluppo è soggetto a brevetto, non sopporterei che il cantinaro di turno ci mettesse la mani per guadagnare alle mie spalle.Linux va bene per la comunità di "hackers falliti", per i segaioli, per i nerds, per gli universitari lameroni sfigati che non vedono una fig* neppure con il binocolo.Impiegherò tutte le mie forze per placare questo cancro. La Microsoft ha tutto il mio appoggio. Mi sembrate i classici comunisti di m***a con il cu*o coperto dai soldi che vogliono crearsi degli spazi tra i cerebrolesi di turno che seguono il vostro verbo.Non andrete da nessuna parte, falliti.
    • Anonimo scrive:
      Cantinari linari fanatici
      - Scritto da: Anonimo
      ... spendono soldi per far provare linux alla
      gente come fosse una droga, e poi non ci
      guadagnano nulla perchè tutta la fuffa che gira
      attorno a linux è gratis

      guarda te fin dove può spingere l'odio/invidia
      per microsoft

      (rotfl)Ma non avete altro da fare che ricompilare il kernel tutto il giorno? Qua siamo arrivati proprio alla frutta. Con tutte le belle ragazze che ci sono in giro, le gite da organizzare, dovete proprio gettare al vento la vostra misera esistenza con queste ca**ate da hackers falliti?Ma svegliatevi!!!!!!!!!!! La fi*a manco la vedete!!!
Chiudi i commenti