Le cam di sicurezza vedono come le mosche

Questo il futuro secondo alcuni ricercatori americani finanziati dall'agenzia della ricerca del Pentagono. Un unico occhio potrebbe avvalersi di 9mila telecamere individuali strutturate a nido d'ape

Berkeley (USA) – I ricercatori dell’ Università della California hanno creato un nuovo prototipo di telecamere di sicurezza che si basa interamente sulla struttura oculare degli insetti. Il sistema utilizza lenti polimeriche per creare un unico “occhio” costituito da oltre 9000 microtelecamere , ordinate secondo una disposizione a nido d’ape.

L’insieme complessivo dei microsensori visivi riesce a fornire un’ immagine onnicomprensiva che gode d’un angolo di visualizzazione in grado di superare la semplice prospettiva grandangolare. La libertà di visualizzazione permetterebbe interessantissime applicazioni nel settore della sicurezza pubblica: un dispositivo di questo tipo, ad esempio, potrebbe essere applicato nella sorveglianza di piazze, stazioni o altri luoghi pubblici densamente trafficati.

Una mosca Non solo: le 9000 microcamere, costruite grazie a speciali plastiche polimeriche, sono direzionabili e controllabili con estrema facilità. Questa caratteristica potrebbe dare vita a numerose applicazioni nel settore della ricerca automatica : un singolo “occhio” elettronico potrebbe tenere sotto controllo centinaia di soggetti.

Il progetto, spiega il Prof. Luke Lee, gode del pieno supporto da parte del DARPA , l’agenzia dell’esercito statunitense che finanzia moltissimi ricercatori negli USA. In un’intervista rilasciata al Guardian , Lee ha addirittura annunciato che “la tecnologia avrà anche applicazioni mediche” e potrebbe presto portare a veri e propri “occhi sintetici” multiangolari da usare negli interventi chirurgici in laparoscopia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cobra Reale scrive:
    Pena eccessiva!
    70 anni per uno che è entrato in sistemi
    • Cobra Reale scrive:
      Re: Pena eccessiva!
      70 anni per uno che è entrato in sistemi bucati e strabucati... ASSURDO! Perchè non punire piuttosto chi ha configurato tanto male quei sistemi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pena eccessiva!
        Concordo pienamente!
      • Anonimo scrive:
        Re: Pena eccessiva!
        - Scritto da: Cobra Reale
        70 anni per uno che è entrato in sistemi bucati e
        strabucati... ASSURDO! Perchè non punire
        piuttosto chi ha configurato tanto male quei
        sistemi?perchè configurare male un sistema può essere anche frutto di errori al massimo di incompetenza mentre violare i sistemi è reato.sai com'è si tente a punire i reati anche se a te sembra assurdo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Pena eccessiva!
          Ciò non toglie che la pena è eccessiva e squilibrata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pena eccessiva!
            - Scritto da:
            Ciò non toglie che la pena è eccessiva e
            squilibrata.questo lo penso anche io.fai conto, però, che forse la pena è così alta perchè si tiene conto anche dell'importanza militare/stategica dei server a cui e stato mosso l'attacco.certo se violi computer di quella importanza devi espetarti una pena esemplare specie in america dove un pò milotocratici/fanatici lo sono.la pena a mio avviso dovrebbe essere diminuita...penso che anche 7 siano più che sufficienti basterebbe poi che a quei 7 anni corrispondano 7 anni di reale reclusione.poi sono contrario a chi a da ridire sull'estradizione.qui secondo me si casca nel sentimentalismo che suscitano alcune leggende poetiche sugli hacker.Gary McKinnon ha violato delle leggi ed è giusto che paghi per i suoi crimini.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pena eccessiva!
            Paghi per i suoi crimini... si, un paio di settimane però, se ammazzi qualcuno te la cavi con meno daiii...Piuttosto puniscano il bello che ha messo in piedi questa "grande sicurezza" e che si è intascato i soldi, e che mettano al posto suo, questo hacker.Il nemico non lo combatti con la repressione (esempi ce ne sono a milioni).Oggi negli usa, se scorreggi fumando una sigaretta con la birra in mano, ti condannano a morte.....Sto paese d'esaltati farebbero meglio a rimettere i piedi sulla terra al posto di cercar acqua su marte.
        • Cobra Reale scrive:
          Re: Pena eccessiva!

          sai com'è si tente a punire i reati anche se a te
          sembra
          assurdo!Non hai capito: è assurda la pena che rischia e l'inettitudine, soprattutto in casi delicati come questo, non può restare impunita. Forse, tali debolezze lo hanno invogliato ad entrare. Se poi pensiamo che i sistemi che gestiscono le basi missilistiche potrebbero essere combinati anche peggio...Geni come lui, le Autorità Americane li dovrebbero ringraziare, invece di portarli in un tribunale tutt'altro che imparziale!
  • Anonimo scrive:
    Ma c'e' riuscito ?
    A sapere se gli USA nascondono qualcosa sugli UFO intendo ?
  • Anonimo scrive:
    Risvolti politici
    Sicuramente verrà estradato, in questo modo gli americani dovrebbero un favore agli inglesi e avere in debito gli USA fa sempre comodo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Resa dei conti per il cracker del Pe
    fouri i documenti segreticon quelli puo fare causa al governo americanoi documenti in suo possesso possono accusare il governo americano di qualcosa di piu grosso spero che __non__ gli sia concessa l'estraddizione
    • Anonimo scrive:
      Re: Resa dei conti per il cracker del Pe
      - Scritto da:
      fouri i documenti segretiQuali? Quelli su ET che non ha?
      con quelli puo fare causa al governo americanoMa scherzi? Con l'aiuto di quale milionario?
      i documenti in suo possesso possono accusare il
      governo americano di qualcosa di piu grossoAnche se fosse - e non e' - comuque il suo procedimento andrebbe avanti per la sua strada.
      spero che __non__ gli sia concessa l'estraddizioneEcco una cosa seria finalmente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Resa dei conti per il cracker del Pe
      che venga pubblicato tutto quanto emerso dai suoi tour turistici tra i server della nasa... quelle informazioni non sono dei militari americani ma appartengono a tutta l'umanità
  • Anonimo scrive:
    70 anni di carcere a...
    ...chi non ha utilizzato password d'accesso all'interno di una struttura militare
Chiudi i commenti