L'e-government passa per le ex-municipalizzate

Lo sostiene il ministro Stanca al FORUM ICT dei servizi pubblici locali. Imprese come stimolo ai Comuni e al federalismo


Roma – Il ministro all’Innovazione e alle Tecnologie Lucio Stanca non ha dubbi: l’imprenditoria locale è destinata a giocare un ruolo fondamentale nella realizzazione dei progetti di e-government. Come si ricorderà sono quasi 400 finora i piani presentati al ministero dagli enti locali per aggiornare la Pubblica Amministrazione secondo le linee guida sul “governo elettronico”.

In occasione del primo FORUM ICT dei servizi pubblici locali promosso da Confservizi, Stanca ha spiegato che le imprese di servizi pubblici locali giocano “due ruoli fondamentali per la diffusione dell?ICT nella PA: possono essere di stimolo ai Comuni con la loro tradizionale progettualità sui servizi per il cittadino e soprattutto intervenire nella fase di realizzazione e gestione dei progetti”.

Rivolgendosi alle ex-municipalizzate ? molte delle quali sono attive nel settore delle telecomunicazioni e dell?informatica (spesso attraverso alleanze con gruppi privati) – il Ministro ha sottolineato: “Io lavoro nel settore ICT da tanti anni, ed è la prima volta che si spendono, tra Governo e finanziamenti europei, 400 milioni di euro per lo sviluppo dell?informatica nella pubblica amministrazione e per i cittadini. Presto ci sarà una seconda ondata di risorse per i progetti dei Comuni, ma stiamo finanziando i progetti man mano che ottengono risultati e non sulle idee”.

Ruolo centrale delle imprese locali di servizi pubblici anche per il federalismo, dove l’e-gov svolge un ruolo fondamentale “perché consente lo scambio di dati ed informazioni e favorisce l?unità pur nel rispetto delle autonomie. Le aziende locali possono avere una funzione iniziale di stimolo e successivamente contribuire nella fase realizzativa e gestionale dei progetti”.

Il FORUM ICT si chiuderà oggi con l’analisi delle infrastrutture di comunicazione e in particolare della banda larga. Interverrà anche il ministro delle TLC Gasparri.

Altre informazioni sul forum sono pubblicate qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dove sono quelli...
    ...che dicono che queste cose accadono in tutta l'Italia con la stessa frequenza? A me sembra che più ci si sposta a sud, più siano frequenti.Con una punta massima a Napoli, ovviamente.Non voglio essere razzista, ma vorrei vedere delle statistiche, o delle spiegazioni...Un Veronese
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove sono quelli...

      Un Veronese"noi" produciamo voi acquistate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove sono quelli...


      Non voglio essere razzista, ma vorrei vedere
      delle statistiche, o delle spiegazioni...

      Un VeroneseVeronese, le possibilità sono 2:- a Napoli ogni guaglione masterizza CD- Napoli è uguale a Verona però sono così stupidi che si fanno sempre beccare !!!!!!!!!!:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove sono quelli...

      Non voglio essere razzista
      Un Veronesepiù ci si sposta verso verona e più si trovano razzisti.Non voglio essere razzista, ma vorrei vedere delle statistiche, o delle spiegazioni...Un Milanese1. vorrei sapere quanti mp3 e mpg hai sul disco.2. vorrei sapere quanti giochi scopiazzati hai giocato nella tua vita3. vorrei vederti campare a pozzuoli disoccupato dell'italsider
      • Anonimo scrive:
        Re: Dove sono quelli...

        più ci si sposta verso verona e più si
        trovano razzisti.Può darsi, ma magari si trova qualche nullafacente imbroglione di meno. Di quelli per cui l'Italia è tanto famosa all'estero, per capirci.
        1. vorrei sapere quanti mp3 e mpg hai sul
        disco.Zero - io con i computer fondamentalmente ci lavoro.
        2. vorrei sapere quanti giochi scopiazzati
        hai giocato nella tua vitaQualcuno, ma sicuramente non ho mai cercato di mettere su un'industria di rivendita illegale.
        3. vorrei vederti campare a pozzuoli
        disoccupato dell'italsiderPoveracci, vuoi dirmi che questi qui lo facevano per non morire di fame? Già, avevano a malapena i soldi per mangiare e per comperarsi [cito] "quattro potenti computer in grado di riprodurre oltre duemila CD al giorno".Poveretti, io con il mio misero vetusto masterizzatore 4X sono un dilettante, e sì che vengo dal ricco-ignorante-razzista-intollerante-nord Italia.Apri gli occhi...Un Veronese
        • piratista scrive:
          Re: Dove sono quelli...
          a me oggi hanno sequestrato 2000 pezzi quella XXXXX di guardia di finanza ma io penso solo na cosa loro sequestrano 2000 dvd che per farli costa solo 450 euro mentre sul mercato ne fai 5000 euro cosè hanno invidia?sti finanzieri che campano di un XXXXXXX mensile di 1500 euro al mese quando io alla fiera con un posto di masterizzato mi capita di farli in un giorno :Doggi sequestrano domani sono di nuovo a fare soldi poi frà un altri 3 mesi se li riprondono e secondo loro mi fanno danno XD cmq la cosa importante e non avere torette da 10 masterizzatori a casa e diventi ricco con questo mestiere te lo dice uno che lo fà da 11 anni... by alla prossima ps : veronese dammi il tuo indirizzo che lo regalo un masterizzatore 8 x :)
  • Anonimo scrive:
    Ci godo !!!
    x colpa di questi s@t@r@o@n@z@i ke skopiazzano i CD, noi "poveri" appassionati non potremo piu' scaricare mp3.
Chiudi i commenti