Le Marche difendono i minori online

Sensibilizzazione e prevenzione per innescare una fruizione più consapevole di media e tecnologie, per scongiurare i casi di adescamenti online

Roma – “Si tratta di una vera e propria emergenza sicurezza” annuncia Marco Moruzzi, presidente del Comitato per le Comunicazioni della regione Marche parlando dello sfruttamento dei minori perpetrato con l’appoggio dei nuovi media, Internet in primis. “Non vogliamo fare allarmismo ma bisogna constatare che è un’emergenza nazionale non solo di carattere educativo ma anche ideologico”.

La Regione Marche, per scuotere e responsabilizzare famiglie, minori ed educatori ha condotto una campagna durata un intero anno scolastico, un'”azione di prevenzione ai rischi dei nuovi media”, si spiega in un comunicato . Sono stati condotti incontri formativi destinati a ragazzi, genitori, insegnanti, la Polizia delle Comunicazioni li ha informati dei rischi che si nascondono in rete.

“Pedopornografia e adescamenti online” i principali obiettivi nel mirino: “Il 98% dei teenager naviga utilizzando le chat line – ha dichiarato Moruzzi, riprendendo i dati emersi da un rapporto della Polizia – e se l’11 per cento ha incontrato almeno una volta un pedofilo, il 9 per cento confessa di non rivelarlo alle famiglie perché l’ha promesso al pedofilo”. Per questo motivo la Regione Marche ha condotto la campagna nel tentativo di scardinare il silenzio, di mettere in guardia i più giovani.

Ma è l’intera dieta mediatica dei ragazzi a dover essere ridisegnata, raccomanda Moruzzi: “Non si affronta in nessun modo il combinato selvaggio che può essere rappresentato da tv, internet e cellulari, che esaltano stili di vita preoccupanti, nella totale ignoranza di famiglie e insegnanti”. Questa la lacuna da cui è scaturita l’iniziativa della Regione Marche: si ritiene che prevenzione e sensibilizzazione possano innescare un “cambiamento culturale” da cui consegua un uso più responsabile dei media e delle tecnologie. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mattia pezzulla scrive:
    giochi
    volgio giocare gta
  • italia in crisi scrive:
    vaffan...
    ke bel paese di cazz* ke siamo! sequestrare un gioco sl xk qualcuno e invidioso... sequestrate sequestrate... esiste la pirateria. ki vuole ke sequestra fa danno xk invogliano le persone a scaricarlo pirata... il gioco parla della realta ke c e in questo periodo qndi nn so di cosa scandalizzarsi o rimanere impressionati...
    • Peppe scrive:
      Re: vaffan...
      Giuso quello che hai detto. lo fanno a posta per farcelo scaricare. Ciao e forza che noi insieme possiamo vincere!!!!
  • neo scrive:
    ...
    se qualcuno ha da fare qualcosa la fa senza l istigazione di un videogioco.... anke se sn presenti scene di sesso nn è da sequestrare xkè ormai i giovani ne sanno piu di noi.. molto di piu... nn c 'è nnt di scandaloso.. al massimo lo possono proebire al disotto dei 14 anni
  • io che son io scrive:
    siete dei coglioni
    cioe ma daima si puòma siete malatimi fate SCHIFOvoi rovinate l'italiaFigli di una società bigotta del cazzo che deve lasciarci vivereMe ne STRAFOTTO LA MINCHIA se hai il mestruo e vuoi rompere i coglioni, ficcatevi tutti in culo un palo e lasciateci in pace.E prima i simpson, e dopo south park, poi perfino futurama, veronica mars, e ora GTA! MA UCCIDETEVI!
  • michele scrive:
    PEGI? Usatelo
    Perchè non chiudono il negozio ai coglioni che lo vendono ai bimbiminkia o tolgono la tutela ai genitori che lo regalano ai propri figli???Che merda.. l'italia e gli italiani!
  • Dario Tafuro scrive:
    ho scritto alla codacons
    stasera mi girava male e allora ho voluto dire quello che pensavo senza risparmiarmi molto, ho "solo" tralasciato il fatto che fanno tutto questo solamente per intascare soldi, ma è una cosa voluta, voglio proprio vedere che demenzialità mi tirano fuori, poi a quel punto potrei aggiungercelo :P...ditemi voi se si adatta con il loro tono solenne e inquisitore, ho cercato di essere il più preciso possibile, vediamo che mi rispondono quei...(avrei aggiunto anche qualcos'altro, ma se no mi censurano XD)Ecco la lettera:Vi contatto per esprimere il mio dissenzo, anzi, il mio disgusto verso la vostra richiesta di censura riguardo il videogioco Grand Theft Auto 4; tralasciando le notizie prive di qualsivoglia fondamento che avete citato, quali stupri che, essendo un videogiocatore, non ho mai riscontrato in nessun capitolo della suddetta serie, il problema piuttosto è un altro e di differente entità: l'ipocrisia disarmante insita in tale richiesta. Riconosco senza alcun dubbio che GTA 4 sia immorale e sicuramente non costruttivo, tuttavia per la stessa ragione dovrebbe scattare la censura anche nel caso, per fare un esempio, di qualsiasi film vietato ai minorenni, quali horror, eccessivamente violenti e diseducativi e pornografici; questo però innegabilmente non avviene, anzi, è piuttosto facile che un minore incappi in tali contenuti, questo perchè? Perchè i genitori (o i tutori in genere) sono troppo impegnati a scaricare le frustrazioni della giornata sul capro espiatorio di turno per badare veramente ai propri figli, è questo il vero problema; i genitori sono responsabili della crescita di un minore, sta a loro decidere se il figlio è abbastanza maturo per non riscontrare problemi mentali a seguito di un videogioco e sta a loro vietarglielo in caso contrario (anche se ritengo che ci siano ben altri problemi per la sanità mentale dei minori e non concernono nè videogiochi nè film, ma non vorrei divagare, anche perchè con la libertà di espressione che abbiamo in questo paese probabilmente sarei censurato). Concludendo vi vorrei far capire (per chi volesse capire) che accanirsi erroneamente su di un videogioco è totalmente controproducente, visto e considerato che contenuti del genere saranno sempre presenti e accessibili ai minori, il tutto sta in un maggiore controllo e cura dei propri figli.P.S. vorrei fare una precisazione: io ho 16 anni e i miei genitori ritengono che sia abbastanza maturo per giocare a videogiochi come GTA senza rimanerne influenzato, lo dimostra il fatto che non ho mai picchiato nessuno in vita mia e non provo affatto piacere nel vedere scene di violenza nella realtà, tantomeno dopo una partita a GTA ho voglia di uscire di casa e uccidere qualsiasi persona mi si pari davanti (a pensarci è proprio un'accusa demenziale).Grazie per l'attenzione
    • Dario Tafuro scrive:
      Re: ho scritto alla codacons
      ah, scusate per gli errori grammaticali, l'ho scritta verso l'una di notte e avevo un po' sonno...
  • Lucas Malor scrive:
    Trovata fonte degli "stupri"?
    La Codacons parla anche di scene di stupro in GTA IV, mentre la Rockstar smentisce. Non vorrei sbilanciarmi, ma forse e' questa la loro "fonte"?http://pazziaumana.blogspot.com/2008/05/la-codacons-scomunica-grand-theft-auto.html?showComment=1211999340000#c291703856122093033
  • vincenzo covino scrive:
    siete scemi
    ma andate via che pensano che noi siamo tutti malati. loro so malati e poi devono pensare di abbassare la benzina no un gioco ma che cretini che sono.
  • Bowser 8000 scrive:
    + ke giusto!
    Questi nn sono giochi, sono cazzate inventate per dei microcefali che si credono fighi...
  • Lorenzo Mosna scrive:
    Giusto!
    Il Codacons la fa semplice. Allora io bandirei lo stile di vita equilibrato, dato che Hitler era un fervente salutista. Invece approverei l'abuso di anfetamine, dato che John Kennedy era un tossicodipendente (chi non vorrebbe un figlio come JFK?).Poi suggerirei al Codacons di bandire TUTTI i film di Eizenstein, tanto cari a Stalin.
  • paolo scrive:
    Sondaggio: pro o contro il sequestro?
    Sul mio blog ho aperto un sondaggio per scoprire se siate d'accordo oppure no:http://www.mytechnology.eu/2008/05/22/vota-gta-iv-e-giusto-sequestrarlo/
  • ironclad scrive:
    Ho scritto a questa gente...
    Ecco che cosa ho scritto a questi inquisitori de noantri---------------Buongiorno,sono rimasto perplesso dalla lettura di questo articolo su Punto Informatico:http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2293600Ritengo che la censura, come sempre, sia deleteria per tutti. L' "ovvia" (per voi) conclusione che i videogame violenti provochino danni alla psiche non è per nulla ovvia per gli altri. Trovo inoltre che la vostra iniziativa giudiziaria contro questo videogioco sia retrograda e populista, oltre che assolutamente invasiva della libertà personale di quelli che sostenete di difendere.Saluti
  • BwOsKy scrive:
    ma a loro cosa interessa?
    ma perchè questi parlano senza un motivo?anche perchè non penso che nessuno anche se è minorenne,copia un videogioco,a meno che non è gia malato,a questo punto andrebbero censurati anche quasi tutti i film che ci sono in giro.e poi loro misà che nemmeno l'hanno visto il gioco,dato che lo scopo del gioco non è quello di diventare un capomafia
  • tabboz scrive:
    Censuriamo anche Beautiful: é immorale
    ma si dai anche le telenovele dove si cornificano tutto il tempo, i film di guerra ecc.ah magari censuriamo anche anche le missioni di pace in afganistan, Iraq, ...sono i genitori che devono vigilare sui figli minori.
  • Winston Wolf scrive:
    Goldrake addio.....
    ....il Moige ai suoi albori riuscì a far emettere una sentenza (quasi 30 anni fa), per mettere al bando Goldrake dalle tv italiane e da allora quell'opera del demonio non fu più ritrasmessa da alcuno.L'iniziativa fu organizzata e la sentenza emessa per evitare che le giovani menti esposte alle imprese di Actarus e C. non sviluppassero in seguito tendenze omicide.Aihmè il sottoscritto fu esposto ma .... sorpresa! non ho ancora ucciso nessuno, faccio un tranquillo lavoro in banca e sono persona socievole e affabile (ma neanche uno di quelli di cui dopo un omicidio dicano: non si vedeva e non si sentiva, non si arrabbiava mai), insomma: sono al di sopra di ogni sospetto.Questo dimostra che l'infondatezza dimostrata nel tempo (anche perchè in questo senso penso di essere il ritratto dei miei coetanei consumatori di Goldrake) e indimostrabile allora del rapporto causa-effetto non impedì al moige di far valere le sue ragioni.Ciò che mi spaventa è infatti che un gruppo di buffoni con tanti soldi e qualche politico a disposizione possa decidere cosa debba e cosa non debba stare sugli scaffali dei negozi.Spero - e credo - che non ce la facciano.
  • Riflettete scrive:
    Ma aldilà del merito
    Le opinioni su GTA4 possono stare da una parte o dall'altra, non le ho neanche lette tutte.E anche le riflessioni sull'aspetto sociologico o psicologico, anche se interessanti, non è che possono essere definite come "vero" o "falso" come se fossero concetti assoluti.La mia domanda è: ma nella forma, chi cazzo gliela dà la licenza a Codacons di sporgere denuncie o querele in nome di altri? Qualche giorno fa ce l'avevano con l'Agenzia delle Entrate, e hanno chiesto un risarcimento per OGNI contribuente i cui dati erano stati svelati. Ma se a me PIACE, e non voglio che qualcuno chieda un risarcimento PER SE' per una cosa che è stata fatta A ME, perchè viene ascoltato? Chi mi tutela da chi dice di tutelarmi per profitto? Ora, PERCHE' chiedono il ritiro delle copie? Perchè è un organo istituzionale? Un agenzia di vigilanza autorizzata dal ministero? E' una organizzazione PRIVATA; se un privato sporge querela o denuncia, dice "ritengo che sia leso un mio diritto" o "sono venuto a conoscenza di una ipotesi di reato" e non "chiedo l'immediato ritiro di un prodotto commerciale perché contiene scene aberranti (sic) o avvia un pericoloso indotto (ri-sic)" Cioè, devi esporre dei fatti in una denuncia, mica fare sapere al mondo che tu pensi una cosa, che hai fatto valutazioni, ecc ecc.Ciliegina sulla torta: vogliono il sequestro per tutelare i minori. Solo che il gioco è RISERVATO AI MAGGIORENNI.Ma non hanno pensato quegli intelligentoni, che anche super-alcolici, tabacchi e porno sono vendibili solo oltre una certa soglia di età? E poi sappiamo tutti che non è così. Ma se al 15enne viene venduta una copia di "Brianna vs Jenna", o fai causa a chi l'ha venduta, o sporgi querela alle autorità. Mica fai sequestrare tutte le copie in circolazione, privando gli uomini di un genere di prima necessità (e se siete over20 concorderete che di necessità si tratta :-D )
  • eugenio montale scrive:
    tra poco censurano anchei pokemon?
    penso che di questo passo censureranno anche i pokemon, :"troppo violenti gli scontri"una parola sola:ASSURDO!!!!
  • Antonio Mela scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    Purtroppo questi signori (come quelli del Moige) sono anche elettori, e hanno anche referenti politici ben identificati in parlamento (adesso che è scoppiato il caso GTA4 aspettate fiduciosi che qualche tg ne parli: quando sarà il momento delle interviste ai politici a fine servizio sul caso in oggetto riuscirete ad identificarli anche voi), che sarebbero ben lieti di aiutarli nelle loro crociate in cambio di qualche voto.Oltre a ciò se non ricordo male quelli del Codacons han già provato a buttarsi in politica con un loro partitino ai tempi delle ultime europee...
    • Sgabbio scrive:
      Re: La codacons come il Moige
      Studio aperto ne ha già parlato di questo gioco dicendo le solite strunzate....Comunque meno male che il Codacons ha FALLITO in politica...
  • Antonio Mela scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    Ma a parte quello, quale GIP deciderebbe di non archiviare la querela (a parte qualche magistrato inquirente superstar in cerca di notorietà che potrebbe ravvedere la necessità di procedere, ma che poi immagino dovrebbe comunque fare i conti con il team di avvocati del publisher del gioco, che sicuramente non se ne starà a guardare inerme)?E poi perché mai ogni volta che il loro capo in crisi d'astinenza da telecamera decide di denunciare qualcuno deve per forza farlo in ogni singola dannata procura d'Italia? Già ora i magistrati sono veramente incasinati in fatto di carichi di lavoro, poi aggiungiamo che grazie ad indulti e leggi ad hoc oramai il grosso dei processi si conclude con la prescrizione del reato prima della sentenza: se le cose stanno così cosa diavolo vai ad intasare ancora di più il sistema giudiziario italiano con simili cazzate, che poi magari vengono pure archiviate per insussistenza dei fatti? Purtroppo qui da noi non c'è nessuna pena, nemmeno pecuniaria, per chi intasa le procure con denuncie inutili, altrimenti questi signori ci penserebbero bene prima di agire con simili inutili azioni.
    • Sgabbio scrive:
      Re: La codacons come il Moige
      non posso fare altro che sottoscrivere quello che hai detto.Poteri parlari di DI Gennaro quando era pm di genova..ma lascio stare.
  • Jimmi scrive:
    E alla Rockstar....
    ...stanno festeggiando come dei matti gridando "PUBBLICITA' GRATUITAAAAA! JUPPIII!!!":-)
    • Demolitions scrive:
      Re: E alla Rockstar....
      - Scritto da: Jimmi
      ...stanno festeggiando come dei matti gridando
      "PUBBLICITA' GRATUITAAAAA!
      JUPPIII!!!"

      :-)Potrebbe anche non essere gratuita XD
  • Knightrider 86 scrive:
    Solita italianata ridicola...
    Ma io mi domando perchè dobbiamo farci sempre rider dietro... GTA può essere etichettato come gioco di scarsa moralità, sia per scene di nudo che per la violenza... Ma avete mai provato ad accendere la tv in prima serata? Culi, tette e omicidi non si vedono a go go anche li? Allora è inutile prendersela con un videogioco che è perfettamente in linea con tutto ciò che un qualsiasi bambino/ragazzo può vedere nella pubblica tv durante il giorno... E poi se il bollino PEGI ne consiglia l'uso nella maggior età, perchè i genitori non lo badano? Anche i porno sono vietati sotto i 18 anni eppure nessuno ha mai fatto critiche su di essi... La solita italianata che tenta di mostrare a noi tutti che si sta facendo qualcosa di buono in ambito pubblico ma che in realtà sono solo frottole...
  • Plinio il MeGa scrive:
    troppe difficoltà
    E' troppo difficile chiedere ai venditori di fare il loro lavoro, evitando di vendere questi videogiochi direttamente ai minori. E' troppo difficile chiedere ai genitori di guardare cosa comprano per i propri figli invece di lamentarsi a posteriori del loro acquisto. E' troppo difficile utilizzare il sistema di Parental Control o, ancora meglio, controllare almeno per mezzo secondo al giorno che cosa stiano facendo i propri figli.Insomma, in Italia a degli ostacoli "insormontabili" si pone rimedio non con la responsabilizzazione, ma con la demenza.Quando loro sparavano ai nazisti in wolfenstein o il principino di persia si infilzava negli spuntoni nessuno ha avuto niente da ridire.
    • .... scrive:
      Re: troppe difficoltà
      diciamo che in quei giochi non era poi così facile calarsi nel personaggio.....cmq bastrebbe appunto il parental control e che fosse rispettato il Pegi...Almeno se un bambino se lo fa comprare da suo padre almeno il padre sa di che gioca si tratta.....
  • Ubert scrive:
    Ma ci avete giocato?
    A me pare che molti che criticano non ci hanno neppure giocato e non si rendono conto che uno di notte si sogna di fare il cecchino dal tetto di casa perchè lo vede nel videogioco, una roba assurda io spero che non lo censurino io spero che chi produce questa roba si renda conto del male che fa.
    • array6 scrive:
      Re: Ma ci avete giocato?
      Scusa Ubert, mi sfugge il senso della tua raffinata elucubrazione...
    • zidagar scrive:
      Re: Ma ci avete giocato?
      - Scritto da: Ubert
      A me pare che molti che criticano non ci hanno
      neppure giocato e non si rendono conto che uno di
      notte si sogna di fare il cecchino dal tetto di
      casa perchè lo vede nel videogioco, una roba
      assurda io spero che non lo censurino io spero
      che chi produce questa roba si renda conto del
      male che
      fa.La fantasia non fa male! La fantasia è vita...Non diciamo sciocchezze per cortesia!Esempio stupido:tutti noi a casa abbiamo i coltelli da cucina, possono essere usati per tagliare il pane come per uccidere una persona, tutto sta nell'uso che se ne fa.Stessa cosa i videogames.Stessa cosa le automobili: ce le vendono che superano i limiti di velocità, sta poi a chi guida farne buon uso, nei limiti della legge.Ricordo una citazione simpatica ;)"I videogiochi non influenzano i bambini. Voglio dire, se Pacman avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole magiche e ascoltando musica elettronica ripetitiva"
      • Demolitions scrive:
        Re: Ma ci avete giocato?
        - Scritto da: zidagar
        Ricordo una citazione simpatica ;)
        "I videogiochi non influenzano i bambini. Voglio
        dire, se Pacman avesse influenzato la nostra
        generazione, staremmo tutti saltando in sale
        scure, masticando pillole magiche e ascoltando
        musica elettronica
        ripetitiva"Ehm... cosa succede nelle discoteche?
        • zidagar scrive:
          Re: Ma ci avete giocato?
          - Scritto da: Demolitions
          - Scritto da: zidagar

          Ricordo una citazione simpatica ;)

          "I videogiochi non influenzano i bambini. Voglio

          dire, se Pacman avesse influenzato la nostra

          generazione, staremmo tutti saltando in sale

          scure, masticando pillole magiche e ascoltando

          musica elettronica

          ripetitiva"

          Ehm... cosa succede nelle discoteche?Eheh, ma quello non penso sia colpa di Pacman :)Secondo te tutte le persone che commettono omicidi DEVONO averli messi in atto perchè hanno giocato ad un videogioco come GTA? ;)(oddio, ci sono stati casi...ma sono "irrilevanti" se contiamo il numero di abitanti della terra che giocano ai videogiochi)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Ma ci avete giocato?
      contenuto non disponibile
    • ironclad scrive:
      Re: Ma ci avete giocato?
      - Scritto da: Ubert
      A me pare che molti che criticano non ci hanno
      neppure giocato e non si rendono conto che uno di
      notte si sogna di fare il cecchino dal tetto di
      casa perchè lo vede nel videogioco, una roba
      assurda io spero che non lo censurino io spero
      che chi produce questa roba si renda conto del
      male che
      fa.Quando giocavo ad "Alley cat" http://en.wikipedia.org/wiki/Alley_Cat_(video_game) non saltavo mica da una finestra all'altra del mio palazzo...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 maggio 2008 14.19-----------------------------------------------------------
  • Alfredo Riva scrive:
    Ore 17:06 ...
    Sono le 17:06 ed abbiamo 369 commenti su una news riguardo un ca**o di videogame : segno dei tempi ? E' la nuova generazione di venti-trenta-quarantenni che si rimbambiscono coi videogiochi invece di fare del sano sesso: poi ci lamentiamo che le nostre donne si fanno "violentare" dagli extracomunitari...
    • MalaTempora scrive:
      Re: Ore 17:06 ...
      - Scritto da: Alfredo Riva
      Sono le 17:06 ed abbiamo 369 commenti su una news
      riguardo un ca**o di videogame : segno dei tempi
      ?

      E' la nuova generazione di
      venti-trenta-quarantenni che si rimbambiscono coi
      videogiochi invece di fare del sano sesso: poi ci
      lamentiamo che le nostre donne si fanno
      "violentare" dagli
      extracomunitari...E' un post strasaggio (non mi piace per niente la parte sul "violentare" e' un argomento troppo serio per parlarne cosi'), circa il sano sesso io sono a favore, ma purtroppo le tipe non mi danno retta ... Quindi mi sa che ti tocchera' vedere di peggio tra un po' dei 40-60enni che giocano con la console.PS Se conosci delle volontarie a cui non piaccino i videogiochi ma il plug & play io ci sono, fornisci solo le coordinate GoogleMaps e arrivo, digli di indossare T-Shirt con scritto Sano Sesso cosi' le riconosco :-].
      • Alfredo Riva scrive:
        Re: Ore 17:06 ...
        Si, effettivamente ho un po' esagerato con quell'espressione, non volevo apparire insensibile. Comunque anche tutti quei post che dicono "e la TV allora ?" sostanzialmente prendono le difese del gioco. Io penso semplicemente che è uno schifo sia la TV che il cinema (violenza dappertutto, anche quando non servirebbe agli scopi narrativi del film) che i videogames. Ecco così dilagare il bullismo nei maschi e il troiettismo nelle femmine, il tutto in un mare di ignorantismo e menefreghismo...
        • Darshan scrive:
          Re: Ore 17:06 ...
          eh?ma che lo leggete a fare puntoinformatico quando potete fare del sano sesso...scusate ma se l'argomento non vi interessa potreste anche non scrivere commenti del genere...
          • MalaTempora scrive:
            Re: Ore 17:06 ...
            - Scritto da: Darshan
            eh?
            ma che lo leggete a fare puntoinformatico quando
            potete fare del sano
            sesso...La mia premessa e' che lo farei volentieri ma manca materia ... Rinnovo appello anche a te, zie, cugine, amiche, conoscenti, vicine di casa, niente??????
            scusate ma se l'argomento non vi interessa
            potreste anche non scrivere commenti del
            genere...Non si e' detto che non interessa, ma che 300 e passa commenti sulla materia in difesa del proprio sacro diritto di gioco forse sono eccessivi, anzi quello che interessa e' proprio lo spropositato interesse di qualcuno. Io di post ne ho aggiunti un bel po' ma direi piu' sullo stile dell'amico Riva.PS In mancanza materia posto, cosi' sto lontano dalla tentazione videogiochi, cosi' ti va bene?
        • MalaTempora scrive:
          Re: Ore 17:06 ...

          Comunque anche tutti quei post che dicono "e la
          TV allora ?" sostanzialmente prendono le difese
          del gioco. Io penso semplicemente che è uno
          schifo sia la TV che il cinema (violenza
          dappertutto, anche quando non servirebbe agli
          scopi narrativi del film) che i videogames. Ecco
          così dilagare il bullismo nei maschi e il
          troiettismo nelle femmine, il tutto in un mare di
          ignorantismo e
          menefreghismo...Sulla TV cattiva maestra bisognerebbe rileggere Popper, comunque direi che lo schifo si incontra a mezzo, ovvero certi bassi istinti li abbiamo poco da fare, molti sistemi di intrattenimento fanno appello a quello per vendere, ma e' anche vero il contrario cioe' che avendo bassi istinti c'e' una domanda per un certo tipo di merce. Possibile solutio? Come ci veniamo incontro nello schifo si potrebbe fare viceversa, intendo certi media potrebbero fare riferimento a buoni istinti (abbiamo pure quelli), e noi potremmo fare uno sforzino e pretendere un po' piu' di qualita' a favore degli stessi buoni istinti. Purtroppo sull'incontrarsi a mezzo molta TV, giacche' vende telespettatori possibilmente rincoglioniti e quindi recettivi alla pubblicita', non ha molto interesse a far ragionare per ben benino. Internet con le sue immense possibilita comunque e' una scappatoia, la tv a pagamento senza pubblicita' e tematica e' una scappatoia, i libri lo sono, pero' e' tutta roba che costa e richiede un certo sforzo, ne usciremo? Spero di si'. E' un problemone troppo grosso comunque per dire roba abbastanza intelligente in un post, si puo' solo sfiorare qualche tema qua e la'. Mi accontenterei di far venire qualche dubbio a qualcuno.Comunque i videogiochi non sono il demonio e manco la tv, e' uno stile di vita globale che puo' creare qualche problema, parolone grosso, di etica e morale. Tre ore di ammazzatutto alla settimana o mezzora al giorno di tette e culi se compensati da altro non sono una tragedia, se diventano uno stile e una ragione di vita si'.Vorrei farti notare comunque che abbiamo aggiunto qualche post alla gia' lunga lista ...PS Mica traccia delle volontarie di cui parlavo?
          • Alfredo Riva scrive:
            Re: Ore 17:06 ...
            - Scritto da: MalaTempora
            Tre ore di ammazzatutto alla
            settimana o mezzora al giorno di tette e culi se
            compensati da altro non sono una tragedia, se
            diventano uno stile e una ragione di vita
            si'.

            Vorrei farti notare comunque che abbiamo aggiunto
            qualche post alla gia' lunga lista
            ...

            PS Mica traccia delle volontarie di cui parlavo?Non è tanto l'ammazzatutto, è che non sei, ad esempio, un poliziotto che lotta contro il crimine, ma un criminale che se ne frega di tutto e di tutti... tutto è lecito pur di far soldi e spassarsela, gli altri sono solo dei fessi.Per quanto riguardo le volontarie non c'è problema, comunque quello che intendevo dire è che mentre ai miei tempi (anni '70-'80)il sesso poteva essere trasgressivo ed eccitante, ora è un po', come dire, "decaduto" a favore di altre cose meno sane...
          • MalaTempora scrive:
            Re: Ore 17:06 ...
            -
            Non è tanto l'ammazzatutto, è che non sei, ad
            esempio, un poliziotto che lotta contro il
            crimine, ma un criminale che se ne frega di tutto
            e di tutti... tutto è lecito pur di far soldi e
            spassarsela, gli altri sono solo dei
            fessi.OK, ma qui non ti seguo tanto, anche a carnevale ci si veste da pirata, per me il discorso e' un po' piu' morbido ed e' relativo alla "modica quantita'". Certo puo' essere un segno dei tempi che uno si diverta ad impersonare un bastardo, ma messa in altra maniera puo' essere anche un certo "esorcismo" di determinate paure. Insomma non mi scandalizza tantissimo, mi preoccupa gia' di piu' un tipo che si fa 10 ore di fila per una settimana, per due, per tre di roba del genere e smette solo per guardarsi il Grande Fratello. Due ore qua e la' non mi mettono ancora in allarme.

            Per quanto riguardo le volontarie non c'è
            problema, comunque quello che intendevo dire è
            che mentre ai miei tempi (anni '70-'80)il sesso
            poteva essere trasgressivo ed eccitante, ora è unNon sono un sociologo, io parlo solo per me, mi manca spesso materia prima, forse perche' passo troppo tempo a postare come ha accusato qualcuno? Purtroppo la mia risposta e' opposta, passo parecchio tempo a postare perche' manca la materia ;-)Ciao buona serata.
        • ironclad scrive:
          Re: Ore 17:06 ...

          Ecco
          così dilagare il bullismo nei maschi e il
          troiettismo nelle femmine, il tutto in un mare di
          ignorantismo e
          menefreghismo...Ma certo... si stava meglio quando si stava peggio.Ma per favore... tutte le porcate censorie più grosse che si fanno in questa società così democratica vengono sbandierate come protettive per i minori... oggi si parte con un videogame e domani si bruceranno i libri "immorali" insieme ai loro autori, come ai bei tempi andati, eh...
    • Marco scrive:
      Re: Ore 17:06 ...
      Non ho capito bene a chi ti riferisci...intendi che quelli del CODACONS dovrebbero fare del sano sesso? Si, sono daccordo.. almeno non perderebbero tempo a tutelare noi da noi stessi... soprattutto perche' nessuno glie l'ha chiesto...
    • tekno_23 scrive:
      Re: Ore 17:06 ...
      - Scritto da: Alfredo Riva
      Sono le 17:06 ed abbiamo 369 commenti su una news
      riguardo un ca**o di videogame : segno dei tempi
      ?è una news che riguarda la censura di uno dei giochi + venduti degli ultimi tempi, non si aprla di rule of rose che non conosceva nessuno nè di manhunt che invece è un VG che si presta particolarmente a questo problema e non è neppure diffusissimo, qui si parla di uno dei VG di punta di un mercato che è importante almeno quanto quello della pubblicità (importante sia culturalmente sia economicamente)
      E' la nuova generazione di
      venti-trenta-quarantenni che si rimbambiscono coi
      videogiochi invece di fare del sano sesso: poi ci
      lamentiamo che le nostre donne si fanno
      "violentare" dagli
      extracomunitari...Qualunquismo da strapazzo, mancanza di sensibilità e totale assenza di una tesi o delle prove a suffragare il tuo ragionamento (anzi le tue conclusioni): in definitiva sei un cazzaro.Oppure sei uno dei tanti venti-trenta-quarantenni che sa benissimo di cosa sta parlando ma che fa sparate del genere solo per vedere le reazioni.
      • MalaTempora scrive:
        Re: Ore 17:06 ...
        - Scritto da: tekno_23
        - Scritto da: Alfredo Riva

        Sono le 17:06 ed abbiamo 369 commenti su una
        news

        riguardo un ca**o di videogame : segno dei tempi

        ?

        è una news che riguarda la censura di uno dei
        giochi + venduti degli ultimi tempi,Quasi 400 post sono effettivamente tanti ha ragione, temi molto piu' seri di questi non arrivano neanche alla meta'. Credo volesse dire che "fa strano" tutto questo interesse.
        quello della pubblicità (importante sia
        culturalmente sia economicamente)Le culture sono tante, ci puo' essere anche una cultura videoludica, ma direi che una laurea o qualcosa del genere forse e' un po' meglio come cultura.


        E' la nuova generazione di

        venti-trenta-quarantenni che si rimbambiscono
        coi...


        Qualunquismo da strapazzo, mancanza di
        sensibilità e totale assenza di una tesi o delle
        prove a suffragare il tuo ragionamento (anzi le
        tue conclusioni): in definitiva sei un
        cazzaro.Certo e' provocatorio, io considero pero' il suo punto di vista interessante e anche che tu dica "Qualunquismo da strapazzo", "Mancanza di sensibilita", gia' piu' morbido "totale assenza di una tesi" beh qui non ci siamo proprio la tesi e' che si da' troppa importanza ad un argomento del genere, "o delle prove" mica siamo in tribunale, si discute e ragiona, infine "sei un cazzaro".A questo punto osservo: guarda che non ha mica insultato la tua mamma per dirgliene cosi' tante e bollarlo senza appello di cazzaro (e il resto mancia), fregato il portafoglio, pur essendo nella fascia 20-40 e avendo scritto un bel po' di post io non me la sono presa, l'ho trovato un punto di vista interessante. Voglio essere polemico anche io, sapendo bene quello che, con buona probabilita', mi aspetta: non e' mica che un post come il tuo da' ragione a chi dice che i videogiochi violenti fanno male a certa gente e li rende violenti? E nota che non e' una affermazione, solo una domanda.Mo' scappo buona serata (comunque domattina mi guardo la tua risposta)PS Personale consiglio, se mi vuoi dare addosso e essere credibile ti conviene dimostrare calma e gesso, piu' ti incavoli e piu' finisce che mi dai ragione.
        • Roberto scrive:
          Re: Ore 17:06 ...

          Quasi 400 post sono effettivamente tanti ha
          ragione, temi molto piu' seri di questi non
          arrivano neanche alla meta'. Credo volesse dire
          che "fa strano" tutto questo
          interesse.Non so dubito che 400 commenti significhino molto interesse rispetto a 10 commenti significa che fa discutere il che è indubbio.... Come molte cose che fa il Codacons imho.
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Ore 17:06 ...
          - Scritto da: MalaTempora
          - Scritto da: tekno_23

          - Scritto da: Alfredo Riva


          Sono le 17:06 ed abbiamo 369 commenti su una

          news


          riguardo un ca**o di videogame : segno dei
          tempi


          ?



          è una news che riguarda la censura di uno dei

          giochi + venduti degli ultimi tempi,

          Quasi 400 post sono effettivamente tanti ha
          ragione, temi molto piu' seri di questi non
          arrivano neanche alla meta'. Credo volesse dire
          che "fa strano" tutto questo
          interesse.
          Io vedo che il tema della libertà e della limitazione della stessa degli altri a favore della propria è un tema che ancora accende gli animi e mi rincuoro.Fortunatamente i qualunquisti che giudicano una questione + o meno importante a seconda di quanto + o - intacchi la propria giornata tipo te e l'Alfredo Riva, non sono ancora la maggioranza.

          quello della pubblicità (importante sia

          culturalmente sia economicamente)

          Le culture sono tante, ci puo' essere anche una
          cultura videoludica, ma direi che una laurea o
          qualcosa del genere forse e' un po' meglio come
          cultura.
          Oddio un altro che misura la cultura con i titoli.E non saresti un qualunquista?




          E' la nuova generazione di


          venti-trenta-quarantenni che si rimbambiscono

          coi
          ...





          Qualunquismo da strapazzo, mancanza di

          sensibilità e totale assenza di una tesi o delle

          prove a suffragare il tuo ragionamento (anzi le

          tue conclusioni): in definitiva sei un

          cazzaro.

          Certo e' provocatorio, io considero pero' il suo
          punto di vista interessanteBeh non per tutti è così.Anche questa è libertà.
          e anche che tu dica
          "Qualunquismo da strapazzo", "Mancanza di
          sensibilita", gia' piu' morbido "totale assenza
          di una tesi" beh qui non ci siamo proprio la tesi
          e' che si da' troppa importanza ad un argomento
          del genere, "o delle prove" mica siamo in
          tribunale, si discute e ragiona, infine "sei un
          cazzaro".
          Il fatto che non siamo in tribunale non significa che non si debbano fornire puntelli alle proprie tesi.Altrimenti così si giustifica il trolleggio + sfrenato.C'è una differenza tra "discutere" e "dire boiate".
          A questo punto osservo: guarda che non ha mica
          insultato la tua mamma per dirgliene cosi' tante
          e bollarlo senza appello di cazzaro (e il resto
          mancia), fregato il portafoglio, pur essendo
          nella fascia 20-40 e avendo scritto un bel po' di
          post io non me la sono presa, l'ho trovato un
          punto di vista interessante.
          Qualcun altro no.Non stiamo parlando di "insulti" stiamo parlando di considerazioni, giuste o sbagliate che siano, e mi sembrano leggittime e ti diro' di + pure condivisibili.

          Voglio essere polemico anche io, sapendo bene
          quello che, con buona probabilita', mi aspetta:
          non e' mica che un post come il tuo da' ragione a
          chi dice che i videogiochi violenti fanno male a
          certa gente e li rende violenti? E nota che non
          e' una affermazione, solo una
          domanda.
          Ma che logica sarebbe?"Siccome io dico una boiata e tu te ne accorgi e lo dici, allora come per magia, la boiata diventa una teoria valida"?Accidenti che logica ferrea.
          PS Personale consiglio, se mi vuoi dare addosso povero sepolcro imbiancato.
        • tekno_23 scrive:
          Re: Ore 17:06 ...
          - Scritto da: MalaTempora
          - Scritto da: tekno_23

          - Scritto da: Alfredo Riva


          Sono le 17:06 ed abbiamo 369 commenti su una

          news


          riguardo un ca**o di videogame : segno dei
          tempi


          ?



          è una news che riguarda la censura di uno dei

          giochi + venduti degli ultimi tempi,

          Quasi 400 post sono effettivamente tanti ha
          ragione, temi molto piu' seri di questi non
          arrivano neanche alla meta'. Credo volesse dire
          che "fa strano" tutto questo
          interesse.non su PI.ormai i videogiocatori hanno l'età per votare e fondare delle ditte, quindi non mi sembra strano che siano attenti ad un tratto caratteristico del modo/mondo in cui sono cresciuti e in luoghi come PI si sviluppino 400 commenti su un argomento del genere.sulla stampa non mi sembra ne parlino molto...

          quello della pubblicità (importante sia

          culturalmente sia economicamente)

          Le culture sono tante, ci puo' essere anche una
          cultura videoludica, ma direi che una laurea o
          qualcosa del genere forse e' un po' meglio come
          cultura.proprio per questo lo ho paragonato alla pubblicità per importanza culturale ed economica e non ad esempio alla filosofia od alla matematica.anche vasco rossi è cultura ma è diverso da dante.




          E' la nuova generazione di


          venti-trenta-quarantenni che si rimbambiscono

          coi
          ...





          Qualunquismo da strapazzo, mancanza di

          sensibilità e totale assenza di una tesi o delle

          prove a suffragare il tuo ragionamento (anzi le

          tue conclusioni): in definitiva sei un

          cazzaro.

          Certo e' provocatorio, io considero pero' il suo
          punto di vista interessante e anche che tu dica
          "Qualunquismo da strapazzo", "Mancanza di
          sensibilita", gia' piu' morbido "totale assenza
          di una tesi" beh qui non ci siamo proprio la tesi
          e' che si da' troppa importanza ad un argomento
          del genere, "o delle prove" mica siamo in
          tribunale, si discute e ragiona, infine "sei un
          cazzaro".a me sembra che la tesi sia:se giochi ti rincoglionisci e smetti di pensare alle cose serie.io lavoro, sto creando le condizioni per metter su famiglia ma gioco anche a mario galazy e GTA IV ed ogni tanto torno indietro e gioco ai vecchi quake (per nostalgia) ed il mio senso civco è molto più sviluppato di chi ha passato la giovinezza a guidare la vespa (il che secondo me è una semplice coincidenza perchè Vespa/VG/senso civico non sono collegati) e come me tutti i miei conoscenti coetanei quindi sentirmi dire che sono i Videgiochi a rinoglionirci e non (parlando dell'italia) il giornalismo assente o prono ai potenti ed il bassissimo livello della scuola italiana mi sembra 'na cazzata
          A questo punto osservo: guarda che non ha mica
          insultato la tua mamma per dirgliene cosi' tante
          e bollarlo senza appello di cazzaro (e il resto
          mancia), fregato il portafoglio, pur essendo
          nella fascia 20-40 e avendo scritto un bel po' di
          post io non me la sono presa, l'ho trovato un
          punto di vista interessante.gliene ho dette tre che secondo me erano legate al suo post, se sono sembrato eccessivamente astioso è stato perchè andavo di fretta ed ho cercato di scrivere solo le cose fondamentali risultando però poco chiaro.cmq non lo ho trovato un punto di vsta interessante ma semplicemente superficiale
          Voglio essere polemico anche io, sapendo bene
          quello che, con buona probabilita', mi aspetta:
          non e' mica che un post come il tuo da' ragione a
          chi dice che i videogiochi violenti fanno male a
          certa gente e li rende violenti? E nota che non
          e' una affermazione, solo una
          domanda.caschi male perchè sono un tipo abituato alla violenza, sono cresciuto facendo a botte con 6 fratelli e la 20ina di ragazzi del guartiere quasi quotidianamente (alla barona a milano), sono una persona equilibrata che non ha mai subito un processo o ricevuto una denuncia per violenza e mi sono diplomatao con il massimo dei voti ma se uno prova a rubarmi il portafoglio io lo mando in coma a furia di calci nella nuca perchè so come fare a botte e credo fermamente nella autodeterminazione dell'individuo (ovvero anche se sei messo male SCEGLI di delinquere rubandomi il portafoglio quindi non mi sento malvagio a picchiarti a sangue) e di certo non è stare seduto davanti a GTA che mi ha insegnato a picchiarmi nè insegnerò ai miei figli come fare a pugni o che bisogna bruciare i campi ROM se il TG dice che sono tutti ladri, insegnerò loro che è giusto difendersi e non è giusto invece giudicare.anzi di solito la gente che arriva a dare fuoco ad un campo ROM sulla scia di una notiza del TG è la stessa che dice che non bisogna stare davanti ai VG a rincolgionirsi e che giudica le altre persone sulla bse della propria morale.
          Mo' scappo buona serata (comunque domattina mi
          guardo la tua
          risposta)spero che tu la legga cmq la mia risposta anche se molto tardiva.
          PS Personale consiglio, se mi vuoi dare addosso e
          essere credibile ti conviene dimostrare calma e
          gesso, piu' ti incavoli e piu' finisce che mi dai
          ragione.no non ti do ragione ma sono calmo, spero davvero che tu mi legga distanza di giorni perchè mi paicerebbe continuare.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ore 17:06 ...
      un commento idiota, vedo.Prima di tutto si discute molto su come un'associazione dei consumatori, sia scesa a livello del moige facendo procrami di bassa lega, intasando ben 104 PROCURE per una cosa inesistente (in gta4 non ci sono stupri di suo), invece di preocupparsi del caro vita che dal 2001 in poi ci sta strangolando.Seconda cosa dice tanto che il PEGI e insufficente, quando poi sono i genitori cazzoni e i negozianti ancora più cazzoni che danno in pasto ai bambini questi titoli dedicati ai soli maggiorenni. (Che poi uno di 15 in su, non credo che diventi un assassino giocando a GTA, comunque...).
  • mimmo77 scrive:
    ha ha nessuno è d'accordo
    ha ha nessuno è d'accordo, ma da dove escono questi individui che sparano queste sentenze?
  • pippo scrive:
    FaTE RiDeRe i PollIi
    dire che il codacons faccia ridere, è dir poco.. Consigliate, più tosto, ai genitori di rimanere più tempo a casa con i propri figli, anzicchè avviare una vera e propria "caccia alle streghe"..
  • mimmo77 scrive:
    è una soluzione a favore della pirateria
    vietare l'uscita di un gioco in paese equivale al download in massa dal circuito p2p! Oltre a far fare denaro a quelli che vendono il gioco masterizzato!Insomma la soluzione proposta è una soluzione a favore della pirateria!Fermo restando che voler far ritirare un prodotto vietato ai minori 18 anni per tutelare i minori è da pazzi.Fermo restando che parlare di stupri quando sono assenti nel gioco ma sono presenti solo una modifica amatoriale è da pazzi.
  • array6 scrive:
    Bruciamo le streghe!
    Siamo alle solite. Un videogioco nelle maglie della censura.Mamme preoccupate; padri padroni; famiglie in allarme.IPOCRITI!Se davvero la nostra società avesse a cuore lo sviluppo dei suoi "teneri" virgulti, allora dovrebbe iniziare con l'azzerare praticamente un buon 80% della programmazione televisiva, nessun palinsesto escluso.Date un'occhiata alla BBC per farvi un'idea di cosa sia una TV seria.Ancora: bisognerebbe eliminare e mandare al rogo migliaia di libri, riviste, cd musicali e film ogni anno.Ma naturalmente tutti questi prodotti fanno bella mostra di sè stessi sugli scaffali delle librerie e delle edicole nostrane.Ma siccome la censura non mi piace sono contento che ci siano libri violenti, film pornografici e video rap che inneggiano ad un "drive by".Se proprio mammina ci tiene a non far diventare un pericoloso ignorante annoiato psicopatico il suo figlioletto, provi a passarci più tempo insieme; provi ad essere più attenta alle necessità della prole; provi a non delegare l'educazione dei propri figli alla "cattiva maestra televisione".Scusate adesso devo lasciarvi ho da spacciare un kg di coca e poi ammazzare un paio di boss rivali.;)
  • Giovanni Garreffa scrive:
    Idea Alternativa
    Cara CodaconsSe non hai paura delle logge o di chi ti da da mangiare e siede a Roma, fà una bella cosa:Richiedi una petizione contro "Uomini&Donne", "Porta a Porta", "Parlamento TV", "RealTv", "LegaNord", "ForzaItalia", "TRL live", "Vittorio Sgarbi", "Le magliette Fasciste", "Il Calcio", "i Libri di Bruno Vespa", "Il Bagaglino" e già che ci sei aggiungici anche Ivan Piombino che, insieme a tutto ciò che ho sopracitato, ledono la mia stabilità mentale e minacciano la mia individualità di italiano pocopensante, grazie.con affetto, G.G.
  • mancino scrive:
    hanno ragione quelli del codacons
    spero proprio che lo censurino, è un gioco troppo violento. dove sono finiti i bei videogiochi di una volta, tipo "barbie e l'orto delle meraviglie" o "cheesy, formaggino coraggioso"? vogliamo più giochi spensierati per i nostri figli, o il mondo andrà in rovina per sempre.
    • Pasquelo Matta scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      Spero stai scherzando!Se non sei in grado di controllare i tuoi figli sugli acquisti che fanno prima di denunciare un videogioco pensa a farti un esame di coscenza!Tra l'altro i giochi che hai mensionato sono per bambine...Altra cosa tu che sei pro alla censura della violenza cosa mi rispondi se ti dico che non ho mai visto niente di + violento di tom e jerry, speedy gonzales e willy il coyote? Penserai che sto esagerando e pure i bei cartoni per bambini come quelli sono di una violenza incredibile. L'unica differenza è che invece di suoni e urla realistici ci sono stupidi suoni divertenti.Ps. in GTA IV il protagonista non fa nessuna scalata nella vita malavitosa, ma va a newyoek per vendicarsi del tradimento di un suo compagno militare per il quale vengono uccisi 12 dei suoi compagni!Pps. Spero che non lo si voglia censurare xkè mostra il mondo dagli occhi degli immigrati e ciò potrebbe portare a cambiare il modo di vedere questi nel nostro paese
    • alexjenn scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      Hai ragione.Facciamo loro vedere Buona Domenica e i TG di Italia 1...YEAH!
    • Nico Bellic scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      Bhè visto ke il gioco ha una targhetta con scritto 18+ quindi consigliato per un pubblico adulto ... TU genitore, per quale motivo lo compri a tuo figlio di 14 anni? Visto che costano dai 60 ai 70 euro i giochi non credo che un ragazzino di 14 anni se lo possa permettere da solo..questo per dire che il perbenismo ha rotto il caxxo, se non ti piace il gioco o non condividi il contenuto ... BASTA NON COMPRARLO !!! CERCATE GIOCHI CON CONTENUTI ADATTI PER I VOSTRI FIGLI!! ESISTONO! I TG, i FILM e i CARTONI ANIMATI che guardano i ragazzini sono cmq pieni di violenza e linguaggio volgare!!! Si tratta di distinguere realtà da finzione... vogliamo pretendere di farlo capire ai figli quando neanche i genitori sono in grado di distinguere? O c'è qualcuno che crede che può uscire di casa..fare una strage.. arrivare a 6 "stellette" si sospetto, morire e rinascere davanti all'ospedale pronti per una nuova carneficina?????
    • giova billo scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      ma meno cazzate va!!!
    • Demolitions scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      - Scritto da: mancino
      spero proprio che lo censurino, è un gioco troppo
      violento. dove sono finiti i bei videogiochi di
      una volta, tipo "barbie e l'orto delle
      meraviglie" o "cheesy, formaggino coraggioso"?
      vogliamo più giochi spensierati per i nostri
      figli, o il mondo andrà in rovina per
      sempre.e dove lo metti il mitico "Winnie the pooh è la casa sull'albero"?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: hanno ragione quelli del codacons
        contenuto non disponibile
        • Demolitions scrive:
          Re: hanno ragione quelli del codacons
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Demolitions


          e dove lo metti il mitico "Winnie the pooh è la

          casa

          sull'albero"?

          Quello no, mi spiace.
          Se lo finisci in modalità 'nightmare', si vede un
          pixel rosso che potrebbe essere interpretato come
          sangue.D'OH!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      contenuto non disponibile
    • SiN scrive:
      Re: hanno ragione quelli del codacons
      - Scritto da: mancino
      spero proprio che lo censurino, è un gioco troppo
      violento. dove sono finiti i bei videogiochi di
      una volta, tipo "barbie e l'orto delle
      meraviglie"vero.Mi ricordo che la strategia migliore per vincere, comunque, era un terzo a marijuana, un terzo a salvia divinorum e il resto ad ortaggi vari, almeno fino a che il terreno tenevam. .dopo dovevi mettere a maggese e alla fine (ma solo verso la fine) cominciava a convenire l'oppio
      o "cheesy, formaggino coraggioso"?questo mi manca, me lo descrivi?
  • MMarco and Nico and Dasso scrive:
    Pagliacci
    Il PEGI e' stato creato apposta per dire ai genitori: "Questo gioco a tuo figlio non lo dovresti comprare in quanto non e' adatto ai minori di x e tratta tali contenuti" se il genitore se ne sbatte dopo sono problemi suoi. Non si dovrebbe impedire a persone adulte di acquistare il gioco, solo perche'un genitore irresponsabile ha deciso di comprare il suddetto gioco senza badare alla classificazione dello stesso.Da che mondo e' mondo la violenza e' sempre stata al centro dei giochi; partendo alla larga il colosseo non e' stato fatto per bellezza ne per essere fotografato dai turisti giapponesi, tornando a tempi piu' moderni possiamo citare i lemmings suicidi, misson impossible, space invaders, bomberman, il mitico wolf3d o wolfenstein, 1943; se poi passiamo all'intrattenimento televisivo: dragon ball, naruto, ken il guerriero, walker texas ranger, and co.Inoltre bisognerebbe ricordarsi che se con gta4 ci sono problemi, con tutti gli altri della saga non ci sono; e per poi rimanere nell'era moderna qualsiasi gioco di ruolo, fps, strategia o simulazione contiene scene di morti, uccisioni o di situazioni inadatte ai minori; ai quali i genitori dovrebbero comprare giochi adatti alla loro eta' secondo giudizio e utilizzando i "consigli" del PEGI.
  • ExTrEmE scrive:
    Hanno Rotto i Co*lioni !
    Hanno veramente strafrantumato le p@lle con questa voglia di decidere a cosa posso o non posso giocare.Ho più di 18 anni? Sono maggiorenne? Posso guidare? Posso votare? Psso viaggiare per il mondo? E non posso giocare ad un fottutissimo gioco perchè lo decide qualcun altro?? O ma che siamo come in Cina?!Vediamo di farla finita con questa ipocrisia.E' ritenuto dannoso per i minori? Secondo me tutte balle gigantesche, ma questo è un mio parere e basta.Se così è, vitiamo la vendita ai minori come per tante altre cose e fine del chiasso. Se poi lo compera il genitore, lo fa sotto la sua responsabilità e cazzi suoi.Mha io non lo so.Sequestrate Sequestrate.. così poi me lo scarico pirata invece ceh comprarlo.. e magari mi mettete pure in gabbia mentre gli assassini girano indisturbati.Che gran ca**o di voglia di emigrare mi viene talvolta..
  • thunderbax scrive:
    Adesso però basta ....
    Ma basta ... tutte le volte sempre le stesse stupidate ! Sulla confezione c'è scritto che non è un gioco adatto ai minori di 18 anni. Gli stupidi sono i genitori che comprano ai propri figli giochi violenti. Vorrei vedere se lo stesso genitore comprerebbe anche un film pornografico al proprio figlio ... alla fine tutti e due sono vietati ai minori ! Perchè il Codacons non censura anche questi ?
  • Sygmasf scrive:
    e RE2 per cosa lo censurarono...
    ...perchè sennò andavo ad ammazzare zombie? XDXDXD
  • Massimo Tristano scrive:
    Siete ridicoli...
    Punto.
  • simone scrive:
    giocato finito e...
    (attenti agli spoiler)giocato finito e solo io ho trovato in questo episodio e questa storia una denuncia contro la malavita organizzata, niko arriva in america invitato dal cugino che in realtà durante il suo stare in america è finito in mano a strozzini e a mafia da pizzo, niko tral'altro ha fatto la gurra e qui altra denuncia contro la guerra stessa, racconta più volte della morte del suo intero villaggio e di tutti i suoi amici traditi e venduti da una persona che poi incontrerai grazie ai federali...arrivi e cominci a lavorare per quello che tiene in ginocchio tuo cugino, e finisci per ucciderlo, la tanto discussa giustizia fai da te che è solo un prodotto di una mancata presenza dello stato e di un mancato senso di giustizia...a quel punto entra in atto il meccanismo mafioso più diffuso che se uccidi un mafioso sei spacciato...qui mi fermo ma nel resto della storia ti rapiscono 2 volte il cugino, la ragazza...(mega spoiler)storia che non è a lieto fine e che a secondo di una scelta morirà o il cugino o la ragazza... niko a fine gioco arriva a fare un discorso che malgrado abbia liberato la città da molta gente della mafia locale non avrà mai una vita normale...il vero problema di questo gioco è la componente SANDBOX GAME, la libertà di uccidere il primo che incontri per strada, se eliminassero questa componente comprerei cmq GTA5 perchè gta come altri giochi degli ultimi tempi abbiano raggiunto livelli cinematografici di contenuti e messaggi molto vicini al cinema vero e meritano lo stesso rispetto...se il codacons la pensa in un certo modo ritirassero dopo 20 anni arancia meccanica libro e film, visto che ogni volta che si sente l'ennesimo scandalo di ultradestra trovano in casa i poster in camera del naziskin di turno...fine
  • DeMoN3 scrive:
    Pazzesco
    Certo,invece di fare in modo che la restrizione della vendita ai soli maggiorenni venga eseguita,togliamo direttamente il gioco dagli scaffali!!!(personalmente non gioco a GTA dal 3,lo trovo troppo ripetitivo,ma se piace...)Qui si ragiona proprio al contrario,invece di far rispettare,censuriamo del tutto...addirittura il mettere il bollino "vietato ai minori di 18 anni" è scambiata come un'ammissione di colpe da parte della rockstar e quindi un pretesto in più per vietare il gioco...bah...Ke kazzo di paese di bigotti
  • Onef scrive:
    mi pare che sia già tutto detto
    in questa discussione!non riesco a capire il problema...si sa che GTA da sempre è stato un gioco violento... in questo ultimo capitolo lo hanno reso più "reale" (impostazioni di guida, fisica balistica, esplosioni, movimenti, ecc ecc) il gioco in quanto tale deve rimanere distaccato dalla vita reale e se il giocatore non è in grado di distaccarsi beh non è un problema del produttore, del venditore o dell'ideatore del gioco; è un problema esclusivo del giocatore... io gioco (ed ho giocato) a tutti i GTA (tranne il primo) e non giro a 200Km/h in città con auto rubate sparando a tutti... per farvi un esempio personale (per farvi capire perchè mi reputo un giocatore "responsabile") non gioco più a bioschock (o altri horror-survival) perchè poi mi sento male, mi vengono le paranoie e il gioco, per me, deve essere uno svago, non una cosa che poi mi fa male...e per ultima cosa AHAHAHAHAHAH codacons AHAHAHAHAHAHAH facce ride!!!
  • Virtualia scrive:
    Nonostante l'assenza di studi attendibil
    Ma forse la relazione tra virtuale e mondo fisico c'è, leggete qui:http://www.kappero.com/internet/news/00019/il-metaverso-si-infiltra-nel-reale.shtmlè uno studio dell'università di stanford
    • Demolitions scrive:
      Re: Nonostante l'assenza di studi attendibil
      Si riferisce comunque ad una situazione diversa, il "gioco" studiato in quell'articolo è incentrato sulla interazione FRA gli utenti, umani, mentre il gioco di cui si sta parlando nell'articolo dipinge una situazione di interazione fra utente e intelligenza artificiale, il cui trasporto nel mondo reale finisce nell'esatto momento in cui nel mondo reale si incontra una qualsiasi persona che reagisce da umano e non da IA.
  • loose scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    - Scritto da: Mec Alice
    Quoto ma poi dove sono gli stupri? O_O
    Questi mentre si guardavano un pornazzo han
    buttato l'occhio su gta.Whoops! Beccato. Comunque io li denuncerei perchè il loro sito dubito sia a norma (e guardarlo nuoce gravemente alla salute).
  • Orlango scrive:
    Eh beh...
    Questa è la priorità! Mica la benzina e il diesel a 1,50... i consumatori vanno tutelati togliendo un gioco che già di per se non può esser venduto ad un minore. Allora, per lo stesso motivo, dovrebbero chiedere il ritiro dal mercato di sigarette, alcolici e quant'altro possa remare contro la tutela della salute dei minori!Ma se n'andasse affa*** il codacons. Tanto lo sappiamo che puntano solo alla quota associativa da versare per essere tutelati!
  • Valerio scrive:
    Siamo alle solite...
    Ecco puntualmente i problemi su un "non problema", mi sembrano l'ufficio complicazioni affari semplici! Ci sono un miliardo di volgarità in televisione ad orari straprotetti con nudità e oscenità di ogni tipo..ma si vede che attaccare i videogiochi fa avere più persone dalla loro parte, mentre chi guarda la tv è più propenso a difendere questo atteggiamento non trovate? Pensate alla vecchietta che vede la domenica pomeriggio la tv e vede oscenità e volgarità di ogni tipo..sarà favorevole a mantenere i programmi che la intrattengono in un pomeriggio noioso, ma probabilmente sarà dalla parte del Codacons nel condannare questi "giochi violenti". Il ragazzo che della domenica pomeriggio in tv non gliene importa nulla sarà invece favorevole a non condannare il gioco perchè lo intrattiene la domenica pomeriggio come la vecchietta. Ora...da entrambe le parti ci sono volgarità e oscenità a portata di schermo e telecomando...mi spiegate cosa cambia? eppure certi programmi obrobriosi ci sono da decennni...i videogiochi ogni volta che se ne parla si crea un caso...c'è qualcosa di ipocrita in tutto questo o sbaglio? a voi le considerazioni
  • Ricky scrive:
    Vie di mezzo no?!
    Dunque, qualche rifelessione...1)Dire che un gioco e' in vendita con dicitura VIETATO AI MINORI e' una vaccata istituzionale.Dal P2P chiunque puo' scaricare quel gioco quindi il solo fatto di produrlo crea il problema.2)Ragionando come sopra si potrebbe dire che anche i film porno sono un problema,anche quelli si vendono SOLO ai maggiori d'eta'...ma anche quelli li scarchi a pacchi tramite p2p.3)C'e' da dire che se i giochi violenti possono produrre reazioni violente nei minori che scimmiottano i personaggi impersonificati nella realta' virtuale, la stessa cosa non vale per i porno,li al massimo diventano cechi.. :)4)Ho visto quel gioco, e' violento oltre ogni ragionevole dubbio , mi chiedo se e' veramente necessario produrre giochi di questo tenore o se oramai resta l'unica via per vendere bene...5)Gli effetti negativi sui ragazzi sono provati,quindi adesso la domanda e':e' giusto produrre giochi che abbiano un simile impatto sui ragazzi?6)Andate in un asilo,ascoltate i dialoghi dei bambini dai TRE anni in su... la parole TI AMMAZZO,MUORI,TI FACCIO A PEZZI,TI SPARO,E' MORTO,AMMAZZIAMOLO e via dicendo sono all'ordine del giorno.E' normale?Ci dobbiamo preoccupare?E' un passaggio naturale oppure sono in qualche modo "indirizzati" dai giochini elettronici che sempre piu' riempiono le loro vite,cambiano le loro menti in formazione?No alle censure,no alla totale liberta', la giusta via di mezzo e' mettersi li e studiare bene il fenomeno per poi cercare di agire nel bene e nell'interesse dei nostri figli.
    • Malcolm scrive:
      Re: Vie di mezzo no?!
      Ricky, tu puoi fare tutte le riflessioni che ti pare, a me invece sembra che altri già ci abbiano riflettuto, e abbiano creato il sistema PEGI. Questo gioco è catalogato come 18+. Mi spieghi in quale strano modo un bimbo di 3 anni dovrebbe entrarne in possesso e giocarci? L'unico che viene in mente a me è quello di due genitori deficienti che glielo comprano. A quel punto, non mi sembra che ci sia bisogno di censura, ma di educazione civica verso i genitori...
      • Ricky scrive:
        Re: Vie di mezzo no?!
        Un sistema approvato spesso non e' sufficente,il solo fatto che esista e che lo abbiano approvato non vuol dire che sia valido.Oltretutto chissa' quali parametri hanno usato...Ma non e' questo il punto, se produci giochi scosi' cruenti e con tutta quella violenza gratuita generi di fatto la possibilita' che qualcuno li usi...Pensa al fratello maggiore del bimbo di tre anni, cosa credi che faccia il piu' piccolo emntre il grande gioca e ammazza esseri umani scannandoli come capretti?I genitori possono vietare al maggiore d'eta' di giocare per COLPA del piccolo?Capisco che sia una cosa difficile da gestire,armi,pornografia,sigarette,droga,alcolici, tutte cose pericolose DI BASE e che se non esistessero sarebbe molto meglio ma esistono e la gente non vuole farne a meno...ANZI...e cosi' esisteranno sempre e avranno le loro vittime.E' spiacevole che anche su dei giochi la tendenza sia la medesima e che il benessere dei piu' piccoli ed indifesi resti sempre al palo in virtu' degli interessi di parte.I genitori cercheranno di fare quanto in loro potere per schivare i missili sparati dalla societa' e dalle industrie ma non potranno reggere tutti i colpi in eterno, si spera solo che i bambini arrivino a certi "prodotti" con una maturita' tale da preservarli dalla "contaminazione".Secondo te la societa' attuale e' SANA?I ragazzini che entrano nella scuola sparando all'impazzata sono una cosa "naturale"?Spero che si arrivi a qualche soluzione,presto i miei figli si stuferanno di vedere DVD della Disney...o giocare con i giochini "classici".
        • Il Druido scrive:
          Re: Vie di mezzo no?!
          @ Ricky, mi hai terrorizzato
        • Demolitions scrive:
          Re: Vie di mezzo no?!
          Ricky, il sistema SAREBBE valido, per quanto è progettato, il PEGI si deve limitare a INDICARE l'età minima (e altro) per giocare al compratore, poi è il compratore che deve rispettarlo, se tiri in ballo cosa fa il bimbo di 3 anni mentre il fratello maggiore gioca a GTA (per esempio), ti posso rispondere SI, PUOI VIETARE AL MAGGIORE DI GIOCARE, se sei un genitore con un po' di cervello, e il figlio maggiore ha più di 18 anni (15 anni di differenza, è possibile, io ne ho 26 e mio fratello più piccolo ne ha 7), e lo hai educato a modo, capirà sicuramente che a quel tipo di gioco può giocarci solo se non c'è suo fratello a guardare; ci sono giochi più educativi, più tranquilli e infinitamente divertenti: chi di noi non ha passato una parte dell'infanzia con il mitico LEGO?Inoltre, da giocatore "veterano" di GTA ti posso dire, magari son io che ho il cervello bacato, ma le parti "criminali" del gioco sono un mero obiettivo da raggiungere, e lo sono sempre state, con il cervello umano di cui sono dotato, riesco a comprendere che se pure quello che sto facendo è in un videogioco, comunque si tratta di una condotta indecente, assolutamente da evitare nel mondo reale, per una serie di REGOLE, non leggi, REGOLE, di convivenza, di onore, di rispetto, di quello che vuoi.Ogni bambino è un caso a parte, come ogni persona d'altro canto, e ci sono gli individui più soggetti a condizionamento, A LORO va vietato il videogioco violento, ma non deve essere lo stato o una associazione, deve essere la famiglia, chiunque si curi del bambino/persona.Dal mio canto, io con mio fratello (l'altro, 9 anni) ci gioco in LAN a battlefield 2, e sono molto fiero di lui, perchè con la mente elastica e la semplicità che contraddistingue i bambini, ha imparato a usare il computer molto più di quanto riescano a usarlo i miei genitori, addirittura è arrivato a chiedermi come si fa a far apparire sullo schermo quello che si vuole, come fanno i giochi, prima o poi lo metterò davanti a visual basic, e avrò paura di lui, ma per ora mi fa dei mazzi così ai giochi violenti che tanto sono attaccati, ma non da assolutamente alcun segno di violenza al di fuori del gioco, anzi, in generale è molto più calmo e tranquillo del fratellino minore...Tanto per fare una prova, prendi un bimbo che abbia almeno 6 anni, che non abbia mai giocato a videogiochi violenti, nè mai visti, mettilo davanti a una scatola di pezzi LEGO e poi raccontami cosa costruisce...La violenza è insita nella psiche umana, è un mezzo che gli animali usano per difendersi, noi umani abbiamo la stessa capacità, solo che il mondo di oggi è diviso in due: chi usa questa capacità per guadagno personale, e chi si rifiuta di ammettere che dentro siamo TUTTI violenti, e che magari un videogioco è un canale per sfogare quella violenza che altrimenti useremmo su altri...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2008 23.05-----------------------------------------------------------
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Vie di mezzo no?!
      - Scritto da: Ricky
      Dunque, qualche rifelessione...

      1)Dire che un gioco e' in vendita con dicitura
      VIETATO AI MINORI e' una vaccata
      istituzionale.Dal P2P chiunque puo' scaricare
      quel gioco quindi il solo fatto di produrlo crea
      il
      problema.
      Secondo lo stesso schema di ragionamento, potremmo lobotomizzare i bimbi alla nascita, così le loro menti non concepiranno + giochi del genere.
      2)Ragionando come sopra si potrebbe dire che
      anche i film porno sono un problema,anche quelli
      si vendono SOLO ai maggiori d'eta'...ma anche
      quelli li scarchi a pacchi tramite
      p2p.

      3)C'e' da dire che se i giochi violenti possono
      produrre reazioni violente nei minori che
      scimmiottano i personaggi impersonificati nella
      realta' virtuale, la stessa cosa non vale per i
      porno,li al massimo diventano cechi..
      :)O violentatori, perchè no?

      4)Ho visto quel gioco, e' violento oltre ogni
      ragionevole dubbio , mi chiedo se e' veramente
      necessario produrre giochi di questo tenore o se
      oramai resta l'unica via per vendere
      bene...
      Te lo puoi chiedere, ma io sono un adulto e non sei tu a dover scegliere per me a cosa posso giocare.
      5)Gli effetti negativi sui ragazzi sono
      provati,quindi adesso la domanda e':e' giusto
      produrre giochi che abbiano un simile impatto sui
      ragazzi?
      Sono provati da chi?
      6)Andate in un asilo,ascoltate i dialoghi dei
      bambini dai TRE anni in su... la parole TI
      AMMAZZO,MUORI,TI FACCIO A PEZZI,TI SPARO,E'
      MORTO,AMMAZZIAMOLO e via dicendo sono all'ordine
      del
      giorno.Considerando la tv che c'è come stupirsi?MA intendiamoci la colpa non è di tv, pc videogiochi, la colpa è dei genitori che parcheggiano i figli davanti ai monitor invece di educarli.
      E' normale?Ci dobbiamo preoccupare?E' un
      passaggio naturale oppure sono in qualche modo
      "indirizzati" dai giochini elettronici che sempre
      piu' riempiono le loro vite,cambiano le loro
      menti in
      formazione?I figli non basta farli e parcheggiarli a scuola o davanti a megatv al plasma, dovete fare i genitori.Se non avete tempo e non siete in grado, usate il preservativo.
      No alle censure,no alla totale liberta', (fascista)
      la
      giusta via di mezzo e' mettersi li e studiare
      bene il fenomeno per poi cercare di agire nel
      bene e nell'interesse dei nostri
      figli.Ripeto basta che tu i tuoi figli li educhi.
  • Fabio scrive:
    L'educazione al tempo dei computer
    Probabilmente viviamo un tempo difficile da interpretare. In cui la popolazione si divide abbastanza nettamente in due parti: analfabeti e alfabetizzati intendendo con questo chi sa usare i computer e chi no. Questa situazione genera una contrapposizione culturale, dato che c'è chi ha dimestichezza ad usare le nuove tecnologie e chi non conoscendole le teme. Tale contrapposizione è accentuata dal fatto che la classe politica italiana è vecchia, chi ha più di 50 anni difficilmente sa usare il pc. Questo fa si che la totale o parziale ignoranza dei "potenti" li faccia cercare soluzioni sbagliate a problemi che non esistono. Questi signori usano convenzioni date dal loro "background" culturale ad ambiti che gli sono completamente oscuri.Finché non ci sarà uno svecchiamento della classe dirigente ci saranno sempre fatti di questo genere aberranti per alcuni e normali per altri.
    • Winston Wolf scrive:
      Re: L'educazione al tempo dei computer
      Totalmente d'accordo.Siamo vittime di quelli che Mitnik definisce "Digital Impaired".
  • azafuse scrive:
    se prima avevo un dubbio...
    ... sul possibile acquisto del gioco in questione, beh...sono riusciti a farlo svanire completamente :Dda comprare assolutamente !!!p.s.: questo dà credito all'ipotesi che vede take2 complice nell'aver creato ad hoc la polemica; bene o male non importa, purchè se ne parli :)
  • Francesco Dal Santo scrive:
    Siamo alle solite
    Codacons? Gentiloni? MA è possibile che nel 2008 siamo inchiodati al paradosso dei giochi per bambini e no per trentenni? dio mio....ma i film di guerra non sono inadatti per i bambini? e i porno? eh? quelli fanno comodo no? Questa è mancanza di libertà, mancanza di poter scegliere. Non incolpiamo i videogiochi come si fa sempre, o marylin manson. Siamo noi che permettiamo che nostro figlio giochi a gta...Vergognatevi....
  • Simo75 scrive:
    Cosa ne penso..
    Questo voler ricercare a tutti i costi una civile e cristiana etica e morale nei videogiochi non mi va proprio giù..non è un qualcosa che si può infondere comprandola da EB Games & company a parer mio.Io credo che nel virtuale sia anche giusto dare sfogo ad una certa aggressività e perversione insita in ognuno di noi (sopratutto per gli individui di sesso maschile, aldilà dell'età..io l'avevo a 10 anni come adesso)..ed ecco che allora investire una vecchietta può essere anche divertente..idem nel fantasticare una violenza sessuale (con la piena consapevolezza che si tratta di finzione, ovvio)..anche andare a cercare gli incidenti d'auto più rocamboleschi e distruttivi ai danni della polizia la vedo una cosa normale nel campo del virtuale..quasi una sorta di sfogo trasgressivo.Tutto è lecito quindi ?Si e no..ci sono cose che non vorrei vedere nemmeno simulate e in 320x200 a 16 colori..tipo pedopornografia..quella assolutamente no.Detto questo..è giusto che ci siano i divieti ai minori e che vengano DAVVERO rispettati (anche se sappiamo che non è così nemmeno per i film e siti pornografici, perchè non c'è un controllo rigoroso così come il divieto di fumare nei locali pubblici, ad esempio)..ma lo spostare i videogiochi "bollenti" in altri scaffali servirà soltanto a renderli ancora più proibiti e quindi più venduti..da che mondo è mondo.Quindi basta vedere i videogiochi come prodotti soltanto per bambini..non lo sono più..anzi..probabilmente non lo sono mai stati.E basta anche con il moralismo..inutile girarci intorno..se nel campo del virtuale può essere divertente fare quasi qualsiasi cosa (anche le più atroci e deplorevoli) non significa affatto che poi questo valga da insegnamento per la vita..questo l'avevo già compreso a circa 8 anni e non vedo perchè non debba essere così anche per tutte le altre persone "sane di mente".Se poi il videogioco (come un film, una partita di calcio o quant'altro) diventa un pretesto per dare sfogo reale al proprio cervello "malato"..beh..questo è un altro discorso..individui così, aldilà dell'età, dovrebbero essere curati (se possibile) oppure rinchiusi a vita.Io la vedo così..altrimenti se inizio a cercare e pretendere una sana etica e morale a 360° allora dovrei abolire anche il Risiko che ha come scopo del gioco conquistare il mondo prevalendo sull'altro a suon di carri armati..ed ecco che allora campo minato diventa prato fiorito e questo ci fa credere di vivere in un mondo migliore.
  • Tino Colombo scrive:
    codacons e GTA
    Non è possibile togliere i finanziamenti al CODACONS? Secondo me se dovessero basarsi solo sugli iscritti dormirebbero sotto i ponti. Io NON voglio essere rappresentato da gente così. Come si fa a farlo capire a chi ci governa?
  • Anonimo scrive:
    stupri? ho perso qualcosa
    Stupri, Non mi risulta ci sia nulla del genere. Ho perso io qualcosa o lo hanno perso quelli del Codacons?
    • 3DBoom scrive:
      Re: stupri? ho perso qualcosa
      - Scritto da: Anonimo
      Stupri, Non mi risulta ci sia nulla del genere.
      Ho perso io qualcosa o lo hanno perso quelli del
      Codacons?lo hanno moddato ;-)
  • Enrico Bertaiola scrive:
    Benpensanti di m.......
    Siamo alle solite, la libertà in Italia è proprio una cosa riservata a pochi.Mi fanno una profonda pena,ma vorrei che non danneggiassero con le loro idee, e sopratutto con le loro azioni, tutti gli appassionati di uno dei giochi più belli mai realizzati.Nessuno li obbliga a comprarlo, c'è molta più violenza, vera o "costruita", in un tg in prima serata.
  • lol scrive:
    Pazzia allo stato puro
    spero vivamente che sia una burla....
  • devilking scrive:
    una cosa assurda
    Mi chiedo solo se il codacons si sia solo accorto adesso che esiste GTA oppure sappia già che sul mercato ci siano giochi seppur meno coinvolgenti del famoso videogioco altri giochi che sono altrettanto "diseducativi" come dicono loro un esempio? ce ne sono diversi : il padrino, mafia (già lo stesso titolo dice tutto) scarface , jam , i vari mortal kombat , il famoso larry e milirdi di altri ancora questi nn istigano al sesso o alla violenza? ancora mi chiedo si sono mai accorti che in televisione esistono pubblicità e film che per un bambino sono scandalosi anche in prima serata (ricordiamo la chiabotto a real tv)o gli stessi film da cui sono tratti i videogiochi come scarface e il padrino. SECONDO ME quelli del codacons la mattina si alzano e dicono che facciamo oggi? Dai perche nn censuriamo il gioco di gta? dai è una buona idea! secondo me dovrebbero interessanti di questioni un po più utili che un videogioco! da premettere io trovo le armi in mezzo alla strada le stellette per far abbassare il livello della polizia e faccio prostituire la gente del mio quartiere (nn sapete a quanti giochi violenti ho giocato!!)
  • Rul scrive:
    Poveri imbe***** !
    La realtà è che per nascondere la propria incapacità(soprattutto italiana) di non riuscire a far rispettare la legge , c'è sempre il capro espiatorio "ritiriamo tutto dal mercato" . Se facessero rispettare quelle benedette indicazioni del PEGI(e qui la colpa sta anche nei genitori), allora non dovrebbero più ricorrere a queste scemenze.Era già capitato che una mamma demente era riuscita a far sequestrare per un certo periodo Resident Evil 2 nonostante ci fossero indicazioni sul fronte del gioco, sul retro, e all'inizio dell'avvio del disco. Chissà forse aveva pensato che fosse un gioioso puzzle game! Non per niente dopo poche settimane lei ha avuto torto e il gioco è tornato sul mercato.Comunque complimenti, andiamo avanti così. Ritiriamo tutto in modo che neanche i trentenni possano giocare.Torniamo a guardare la TV, dove le avvertenze non esistono, a parte per i primi 10 secondi a inizio programma o film.
  • Pinuz scrive:
    in un paese come il nostro.....
    in cui la maggior parte dei reati vanno in prescrizione, i mafiosi sono lodati dai membri del governo e si fanno leggi ad personam per non finire in galera, in cui praticamente c'è la certezza dell'assoluzione (basta aspettare un indulto) il Codacons va a pensare ai videogames......Questo fa pensare!!
  • Martin scrive:
    No alla censura,si alla tutela dei minor
    Vietare in assoluto il gioco è una scemenza, ma hanno ragione sul fatto che potrebbe influenzare i giocatori più piccoli: un bambino di 10 anni non ha ancora ben chiara la distinzione tra giusto o sbagliato.. e se in un gioco si diventa un eroe stuprando e picchiando ci vuole poco che il bimbo si faccia un opinione distorta della realtà. Bisognerebbe mettere delle scritte giganti sulla confezione come sui pacchetti di sigarette "ATTENZIONE GENITORI, QUESTO GIOCO E' VIOLENTO E CONTIENE LINGUAGGIO OSCENO, SCENE DI VIOLENZA E SESSO", e bisognerebbe vietarne la vendita diretta ai minori.
    • Demolitions scrive:
      Re: No alla censura,si alla tutela dei minor
      naah, come non servono sulle sigarette non servirebbero nemmeno sulle scatole dei giochi, quello di cui avremmo bisogno è di genitori che si preoccupano un minimo dei loro figli PRIMA di accontentarli, mi ricordo che prima di avere un gioco da mio padre, doveva passare una selezione da terzo reich, e vi assicuro che vedere mio padre giocare a Medal of Honor per la PSX è stata un'esperienza impagabile XD
    • Malcolm scrive:
      Re: No alla censura,si alla tutela dei minor
      Il fatto che ci sia un bollino grande 3x2 centimetri, con su scritto "18+" quindi non è sufficiente? L'idiozia di certi genitori ha bisogno di spiegazioni dettagliate su cosa sia un 1, un 8 o un + ?
  • defender scrive:
    ribelli da salotto
    Premetto che come prodotti GTA & c. sono indubbiamente fatti molto bene e che il primo videogioco su cui ho messo le mani era space invaders. Le associazioni genitori consumatori e quant'altro saranno anche in buona fede, ma scagliandosi contro GTA e compagnia fanno sloro pubblicità. E, soprattutto, spostano la questione videogiochi su aspetti come il contenuto permettendo ai loro antagonisti di apparire alternativi.Parliamone.Cosa ottieni dopo aver giocato due ore a settimana a un FPS?Riflessi migliori, coordinamento occhio mano migliore e sei un po' anestetizzato verso il contenuto eventualmente violento.Se ci giochi dieci o venti ore a settimana, il videogioco diventa la prigione che ti rende un puro elaboratore di stimoli, e non piu' un ragionatore. Pensi di essere un ribelle pigiando tastini davanti a uno schermo? in realtà piu' ribelle di te è uno che fotografa il suo criceto e mette in rete la foto con licenza creative commons. Lui fa qualcosa contro il trend di monetizzare tutto, tu te ne stai nella tua matrix e al limite un giorno romperai le scatole, ma non ai potenti, ai poveracci come te.Infatti ci sarà sempre la mente un po' piu' sensibile che colta da depressione e successivi antidepressivi trasformerà il videogioco in realtà. Certo, una percentuale piiiicolissima. Ma che fa danni incalcolabili quanto lo spreco di qualche vita umana. Lo stesso discorso dell'alcol dei limiti di velocità....Ma mi fanno ridere i media che si interrogano sul perche' delle stragi che ricalcano esattamente un FPS. Prova a giocare dieci ore filate, poi esci in strada a fare un giro e vedi se non senti la mancanza di un bazookino per fraggare qua e la'.Come dicevo, la questione non è se nel videogioco ci sia il sangue o no, il problema sta nel dosaggio- come per gli altri veleni.
    • Demolitions scrive:
      Re: ribelli da salotto
      Devo dissentire, come detto qualche commento più su, sono un giocatore semi-professionista di BattleField 2, noto FPS di guerra, quindi il mio tempo in game varia dalle 2 alle 6 ore al giorno (o per meglio dire, alla notte); però quando esco non sento affatto la mancanza del mio federe M16A2 (e se ce l'avessi non lo userei comunque), tutto sta, ripeto, nel riuscire a discernere fra realtà e finzione.
      • pippetto scrive:
        Re: ribelli da salotto
        - Scritto da: Demolitions
        Devo dissentire, come detto qualche commento più
        su, sono un giocatore semi-professionista di
        BattleField 2, noto FPS di guerra, quindi il mio
        tempo in game varia dalle 2 alle 6 ore al giorno
        (o per meglio dire, alla notte); però quando esco
        non sento affatto la mancanza del mio federe
        M16A2 (e se ce l'avessi non lo userei comunque),
        tutto sta, ripeto, nel riuscire a discernere fra
        realtà e
        finzione.Come, allora vuoi dire non vai nemmeno in giro a defibrillare la gente (deduco che il tuo ruolo sia il medico)???? Non ci credo! :-]
        • Demolitions scrive:
          Re: ribelli da salotto
          - Scritto da: pippetto
          Come, allora vuoi dire non vai nemmeno in giro a
          defibrillare la gente (deduco che il tuo ruolo
          sia il medico)????

          Non ci credo! :-]A volte Medico, a volte AT, a volte Geniere, ma non vado in giro a defibrillare gente, al massimo piazzo mine sui percorsi del bus XD
  • cicco ingrassia scrive:
    E' tutta una finta
    La realtà è questa:- Sono uscite le statistiche di vendita di GTA 4, l'ItaGLIA, come al solito, è indietro in tutta europa.- I dirigenti della Take2 sono preoccupati, vogliono aumentare le vendite.- Cosa c'è di meglio di una bella polemica mediatica, per far scattare tutti quelli che non lo hanno ancora comprato, che cercheranno di procurarselo ora, "casomai lo sequestrano o lo censurano" ?
    • tiziocazio scrive:
      Re: E' tutta una finta

      - Cosa c'è di meglio di una bella polemica
      mediatica, per far scattare tutti quelli che non
      lo hanno ancora comprato, che cercheranno di
      procurarselo ora, "casomai lo sequestrano o lo
      censurano"
      ?Casomai lo sequestrano lo compri su ebay e te lo fai arrivare a casa con comodo.
    • Demolitions scrive:
      Re: E' tutta una finta
      - Scritto da: cicco ingrassia
      - Cosa c'è di meglio di una bella polemica
      mediatica, per far scattare tutti quelli che non
      lo hanno ancora comprato, che cercheranno di
      procurarselo ora, "casomai lo sequestrano o lo
      censurano"
      ?Finalmente qualcuno che c'è arrivato!Quanto avranno pagato Take2 / Rockstar a codacons?
  • Anonimo scrive:
    Codacons
    Credevo che un'associazione di consumatori dovesse servire a creare le condizioni piu' favorevoli per l'acquisto di prodotti da parte dei consumatori. In Italia abbiamo l'unica _sedicente_ associazione di consumatori che si propone invece come autorita' di censura morale dei contenuti. In un paese in cui la tutela dei diritti dei consumatori e' quasi inesistente.Non mi rappresentano, credo non rappresentino nessuno, e sarei felice che sparissero.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2008 10.33-----------------------------------------------------------
  • OMG scrive:
    **QUANDO VI CONVIENE LODATE CODACONS**
    e quando no li insultate... decidetevi
    • otacon87 scrive:
      Re: **QUANDO VI CONVIENE LODATE CODACONS**
      bhe... se capita che fanno delle cose giuste perchè dargli contro?
    • asas scrive:
      Re: **QUANDO VI CONVIENE LODATE CODACONS**
      - Scritto da: OMG
      e quando no li insultate... decideteviOk illustrami quando l'ho lodato..
    • Mr.Pink scrive:
      Re: **QUANDO VI CONVIENE LODATE CODACONS**
      Meno male che esiste ancora qualcuno che ragiona con la sua testa. Non c'è niente di più grave in una società di questi schieramenti per partito preso.
    • giovanni muciaccia scrive:
      Re: **QUANDO VI CONVIENE LODATE CODACONS**
      Sai, quando uno dice cose giuste sono d'accordo, quando dice cazzate glielo faccio presente...si chiama "ragionare con la propria testa",capisci?O se do ragione a qualcuno una volta sono costretto a dargliela per sempre?Tornando alle cose serie, studi statistici dimostrano che Provenzano è diventato così perchè giocava a GTA prototype, chiaro? FORZA CODACONS, PROTEGGI I NOSTRI BAMBINI, NOI GENITORI SIAMO TROPPO IGNORANTI PER FARCELA DA SOLI!Italia...una gerontocrazia...
  • mav scrive:
    Codacons? Ipocrisia allo stato puro
    Per quanto riguarda il gioco non mi esprimo non conoscendolo.Il codacons è quell'associazione che predica bene e razzola malissimo. Festeggia le nuove norme sui numeri a valore aggiunto ma per chiamare loro devi proprio utilizzare un numero 892 Costi della chiamata (IVA inclusa):da rete fissa:1,80 al min.+scatto alla risposta 0,12Mecojoni."l telefono a pagamento ha anche permesso di eliminare il malvezzo di chiedere le consulenze per telefono che, oltre a non essere deontologicamente corrette da parte di un legale, possono essere anche pericolose per gli stessi consumatori perché impediscono al legale di valutare con quella completezza e approfondimento che solo l'esame diretto della documentazione può dare."Certo, come no.Usare un numero normale e dire che non si fanno consulenze telefoniche no? Vero, troppo complicato.Che associazione ridicola.Ce ne sono molte altre che difendono i consumatori e spero che non siano tutte così.In qualche modo devono essere finanziate ma non certo così.VERGOGNA
  • unaDuraLezione scrive:
    il codacons mi istiga a delinquere!
    contenuto non disponibile
  • pippi scrive:
    La verita' sta nel mezzo
    E' inutile nascondersi dietro un dito, certi videogiochi esaltano stili di vita preoccupanti, GTA ne e' un esempio. Al di la della discussione censura si censura no, la domanda che ci si deve porre e' un altra... Perche' uno dovrebbe giocare a simili giochi? Come la tv sempre piu' spazzatura, punta a razzolare nel marcio e nell'indegno, anche il mondo dei videogiochi fa di conseguenza.Smettiamola di tirare in ballo i paragoni videogiochi/film, non regge. Stesso dicasi quello pacman/GTA.Personalmente non vieterei la libera vendita di armi o di sostanze (radioattive, stupefacenti, tossiche) o altra attivita' considerate illegali, perche' dovrebbero essere gli individui che con coscienza e autocontrollo decidono di usarli/non usarli.Purtroppo questo non e' mai avvenuto.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: La verita' sta nel mezzo
      contenuto non disponibile
      • pippi scrive:
        Re: La verita' sta nel mezzo
        perche' fai paragoni stupidi? Perche' scrivi solo per scrivere.Non sei dissimile da quelli del mogie/codacons. Evidentemente non sei in grado di affrontare con serieta' un simile tema. Non e' una sorpresa, ma la terrificante conferma di come anni di tv spazzaturta abbiano ucciso l'intelligenza umana.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: La verita' sta nel mezzo
          contenuto non disponibile
          • Fanfulla da Lodi scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            ha ucciso l'intelligenza umana anche a
            te.
          • Uby scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            - Scritto da: Fanfulla da Lodi
            Ma non è meglio ammettere di aver detto una
            minchiata e riprendere a chiacchierare per
            confrontarsi, invece di renderti ulteriormente
            ridicolo?
            Boh?!
            Ma dove sta scritto che è una minchiata?Per quale motivo il voler *GIOCARE* con un videogame deve per forza condurre sulla cattiva strada?A questo punto anche Il Padrino è un film diseducativo...Mah!
          • Fanfulla da Lodi scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Non mi riferivo a quanto asserisci, anzi credo che sia tutto da dimostrare che un gioco effettivamente porti sulla cattiva strada.Mi riferivo invece a UnaDuraLezione che paragonava GTA a guardia e ladri. Francamente, credo si possa abbastanza oggettivamente affermare che trattasi di "minchiata". Insomma, una buona intenzione però tradotta in argomentazione deboluccia. Si poteva tentare di proseguire il dialogo cercando argomentazioni migliori, invece ha prodotto un post in cui ha definitivamente confermato di essere un cretino.Detto ciò, penso che forse sia il caso di iniziare a considerare i differenti impatti dei media come -appunto- differenti. E a livello più generale, credo che sarebbe utile a tutti fermarsi un momento a riflettere sul fatto che il bombardamento di informazioni a cui siamo tutti sottoposti a ritmi crescenti negli ultimi 30 anni (diciamo), forse qualche effetto sulla società ce l'ha avuto.Se ci intendiamo su questo presupposto, l'analisi sui vari media e il loro impatto è una strada in discesa, perchè sarà più semplice riconoscere pregi e difetti di ognuno di essi, e se opportuno capire come difendersi dai secondi.Ti torna?- Scritto da: Uby
            - Scritto da: Fanfulla da Lodi

            Ma non è meglio ammettere di aver detto una

            minchiata e riprendere a chiacchierare per

            confrontarsi, invece di renderti ulteriormente

            ridicolo?

            Boh?!



            Ma dove sta scritto che è una minchiata?
            Per quale motivo il voler *GIOCARE* con un
            videogame deve per forza condurre sulla cattiva
            strada?

            A questo punto anche Il Padrino è un film
            diseducativo...

            Mah!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • Fanfulla da Lodi scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            - Scritto da: unaDuraLezione
            qualcuno ha dimostrato che è unam inchiata
            paragonare un gioco in cui si mima un ladro ad un
            videogioco in cui si mima la vita di un
            malavitoso?
            Devo essermi perso la considerazioni logiche che
            distruggono questo parallelismo in mezzo al mare
            di
            offese...Io penso che ti sfugga come funziona un confronto dialettico. Lo capisco, giacchè per saperne qualcosa bisogna leggere quegli arcaici "libri", di tante pagine e senza figure! Ommamma!Ma ti do volentieri una dritta. Se tu affermi qualche cosa, devi anche motivarla. Non basta dire: GTA è come Guardia e Ladri. Devi anche spiegare perchè secondo te le due cose sono paragonabili, non puoi pretendere che uno ti risponda e dimostri lui che il tuo assunto non è valido.Altrimenti, nella migliore delle ipotesi passi per superficiale. Il fatto poi che più di un forumista ti abbia fatto notare che la tua era una asserzione, non solo immotivata ma anche abbastanza improponibile, avrebbe quantomento dovuto farti sorgere il dubbio che non sei sulla strada giusta per sostenere le tue posizioni. A volte, ascoltare aiuta!
            magari, prova ad aggiungere un filo di pensioero
            tuo (hai solo offeso senza argomentare) ed evita
            di quotare tutto il messaggio
            precedente.Assolutamente. C'è qualche altro post mio in merito in questo 3d, se ti va leggilo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
      • mi domando e dico scrive:
        Re: La verita' sta nel mezzo
        onestamente: paragonare guardie e ladri a GTAIV è come paragonare il far volare aereoplani di carta con flight simulator...per favore...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: La verita' sta nel mezzo
          contenuto non disponibile
          • mi domando e dico scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            veramente non rispondi...ovviamente non penso che chi usa flight simulator diventa pilota d'aerei, e non l'ho nemmeno detto.dico solo che tu mi paragoni "guardie e ladri" a GTAIV, e il paragone non sussiste per il semplice fatto che è come paragonare "far volare aerei di carta" a flight simulator. o sbaglio?appurato che il paragone era fuori luogo, si può discutere sul fatto che GTA sia o non sia un gioco oggettivamente cruento. Infatti se pensi che giocando a "guardie e ladri" dei bambini possano pensare di simulare stupri, omicidi e prostituzione allora siamo su due lunghezze d'onda diverse.è ovvio che ogni gioco ha un target di consumatori. GTA IV, secondo me, non è un gioco da bambini (paragonabile al gioco da bambini "guardie e ladri"), quanto piuttosto un gioco per persone piu mature.il mio intervento voleva solo dirti: evita di fare paragoni inutili e fuoriluogo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • oggettivo scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            credo che L'utente "unaduralezione" si diverta a fare l'avvocato del diavolo.. nn é la prima volta che partecipa a una disussione facendo il ruolo del bastiam contrario.. nn ha senso tentare di avere un dialogo ragionevole...Guardie e ladri (per chi nn ci ha mai giocato) é solo il gioco del prendersi -.- (con tutte le regolette del caso a farcire il tutto) tutto ciò nn ha niente a che fare con GTA.. l'eventuale immedesimazoine nei ruoli di gioco si svolgono su piani completamente differenti...
      • Demolitions scrive:
        Re: La verita' sta nel mezzo
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: pippi


        Perche' uno dovrebbe giocare a simili giochi?

        perchè giocavi a guardie a ladri da bambino?
        Lo sai che fare il ladro è una gran brutta strada?
        E' diseducativo giocare a guardie e ladri.
        PERCHE' CI GIOCAVI??????Per prendere i ladri, poi quando facevo il ladro io mi prendevano sempre, non so come mai, ma mi infilavo sempre nel primo vicolo cieco che trovavo...
    • cicco ingrassia scrive:
      Re: La verita' sta nel mezzo
      - Scritto da: pippi
      Perche' uno dovrebbe giocare a simili giochi?Per lo stesso motivo per cui posso guardare:"Goodfellas""Il Padrino""Carlito's Way""Pulp Fiction""Le Iene"Adesso proviamo a dire che Francis Ford Coppola, Scorsese, De Palma e Tarantino, sono "Cinema spazzatura"...ROTFL...
      • pippi scrive:
        Re: La verita' sta nel mezzo
        - Scritto da: cicco ingrassia
        - Scritto da: pippi


        Perche' uno dovrebbe giocare a simili giochi?

        Per lo stesso motivo per cui posso guardare:

        "Goodfellas"
        "Il Padrino"
        "Carlito's Way"
        "Pulp Fiction"
        "Le Iene"

        Adesso proviamo a dire che Francis Ford Coppola,
        Scorsese, De Palma e Tarantino, sono "Cinema
        spazzatura"...

        ROTFL...e' davvero impressionante notare come cerchiate continutamente di paragonare patate con le barbabietole. Io ho chiaramente esposto nelle mia riflessione come film e videogiochi siano due media che seppure si influenzino videndevolemnte, non possono essere paragonati ne sovrapposti.Proprio per questo motivo un film viene guardato, mentre un videogame vissuto. Questa neanche troppo sottile differenza, dovrebbe far riflettere al di la dei contenuti trattati su come il prodotto viene usato e sulle motivazione che spinge l'utente ad usarlo.Il tuo e' un paragone maldestro e ingenuo. Hai perso un'occasione per fare bella figura. Leggi le affermazioni che sono scritte prima di quotare un testo in modo infantile e privo di logica.Cerca di contribuire in modo costruttivo alla discussione.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: La verita' sta nel mezzo
          contenuto non disponibile
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Per essere piu' precisi mentre giochi stai vivendo, mica hai tirato le cuoia quando sei alla console ...Per essere piu' seri un videogioco o un film funzionano solo se attivano classici meccanismi che in psicologia sono stranoti, ovvero quello del transfert. Se non ti immedesimi nel personaggio ti rompi, esci dal Cinema nel caso del film, cambi videogioco nel caso della console o vai a fare altro. Dato che il videogioco richiede un azione maggiore che non il guardare in genere e' parecchio piu' coinvolgente di un film (peraltro un film dura in media un paio d'ore, mentre c'e' gente che fa tirate di ore e ore davanti ai videogichi, in letteratura medica non ci sono casi di dipendenza o epilessia da film, ce ne sono eccome da videogiochi).Detto questo uno puo' tranquillamente giocare a videogiochi violenti e magari andare matto per i film horror e poi aiutare le vecchine ad attraversare la strada. Ma se non ci sei tanto o esageri a essere videodipendente puo' anche essere la goccia che fa traboccare il vaso. Non sono per le censure, ma per capire esattamente come la penso vd. mio post "In un certo senso hanno ragione" inutile ripetersi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • Gesu scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Non esiste un videogioco che abbia fatto piangere
            una persona (adesso uscirà fuori l'eccezione, ma
            stimao parlando di casi remoti)a me di fronte a certi capolavori la lacrima scende :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • Demolitions scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            - Scritto da: unaDuraLezione
            A me viene da piangere solo se perdo prima di un
            savepoint.lol.
          • Vide scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Io personalmente con Doom ai tempi mi cagavo sotto dalla paura quando ti spuntava un beholder di colpo, giocando con cuffie e al buio.
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            Allora quando piscio sto vivendo la mia pisciata.
            No. mi spiace, ma queste sono seghe mentali.
            Un gioco è un gioco, la realtà è la realtà.
            Ebbene si', anche quando espleti le tue funzioni fisiologiche stai vivendo e non c'e' modo di negarlo. E inoltre quando giochi, la realta' delle cose e' che stai giocando. Non ci si scappa.

            Dato che il videogioco

            richiede un azione maggiore che non il guardare

            in genere e' parecchio piu' coinvolgente di un

            film

            falso.Difficile che il transfert funzioni con space invaders, con gli ultimi giochi sempre piu' di qualita' film pero' le cose sono diverse. Peraltro per non crepare il videogioco richiede un attenzione molto maggiore del film. Sull'argomento videogiochi comunque piu' che parlare noi peracottari sotutto magari qualche esperto in psicologia? Vd.http://www.tesionline.com/intl/pdfpublic.jsp?idt=3009&tipofile=b" sebbene una certa dose di violenza sia stata da sempre connaturata al videogioco (soprattutto nella forma dello sparare ad oggetti mobili sullo schermo), le ultime tendenze denunciano svolte decisamente preoccupanti: la violenza rappresentata nei più recenti videogiochi è sempre meno inquadrabile in quella cornice di senso tipica di ogni intreccio fabulistico nel quale il male è al servizio del bene o della difesa di se stessi; essa è gratuita, ludica, è pura manifestazione di forza e di onnipotenza che non si ferma davanti al limite posto dallaltro, ma si impone in tutta la sua primordialità. "E anche questo link (anzi forse soprattutto quest'ultimo)http://www.sciencedaily.com/releases/2007/11/071113160359.htm(e se giochi tanto con il tuo comportamente agressivo dai certamente ragione al ricercatore citato su sciencedaily).
            Allora sarebbe il caso di vietare prima i TG che
            mostrano immagini vere di violenza
            vere.Bla, bla, tu non hai letto il mio post "In un certo senso hanno ragione" sopra dove, tra l'altro, dico chiaramente che la censura non e' una soluzione e li' ti rimando. Se vuoi rispondere a quello che dico sarebbe bene che tu dessi un occhiata piuttosto che rispondere a quello che immagini che ho detto (e ripeto si', mentre fai pippi stai vivendo, stai pero' attento a non farla fuori del vaso).
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • unadDuraEre zione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            pensarci).
            Un videogioco non ha mai avuto nemmneno il più
            piccolo effetto nauseante su di
            me.a giudicare dalle tue risposte arroganti, provocatorie, inutili alla conversazione, si direbbe proprio il contrario....
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            - Scritto da: unadDuraEre zione

            pensarci).

            Un videogioco non ha mai avuto nemmneno il più

            piccolo effetto nauseante su di

            me.

            a giudicare dalle tue risposte arroganti,
            provocatorie, inutili alla conversazione,

            si direbbe proprio il contrario....Eh, si' mi hai scoperto, non sono un buon cristiano, se mi danno un calcio nel sedere io do' un cartone sul muso invece che porgere l'altra guancia. Sono imperdonabile.Comunque ti concedo solo il provocatorio (aggiungo l'ironico di mio e invoco la legittima difesa), arrogante non direi, quando io affermo qualcosa in via esplicita o implicita c'e' sempre un "secondo me", "io credo", "penso" ecc., non sono un "sotuttoio e ho sempre ragione". Ho le mie idee, le difendo, sono disposto a cambiarle. Quindi arrogante non e' di casa, sorry. Piuttosto hai mai fatto caso come posti tu?E' falso!!! E' vero!!!! Non capisci!!!! La visione della realta' e' sempre soggettiva, raccomando anche a te qualche dubitativo e i "secondo me", "io penso", "credo che".Pure l'inutile e' discutibile, tornando al discorso di prima potresti metterci "a mio parere", qualcuno sara' d'accordo con te, altri no.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Si effettivamente nella fretta del post ho fatto una stupidata, me ne ero nel frattempo accorto, spero di aver esaurito la dose quotidiana di vaccate, oltre un tot lo spaccio e' gravemente punito per legge (o almeno dovrebbe).Sorry, al tipo che ha postato prima.
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            Io sto vivendo, ma non le sto vivendo.
            la differenza è di parola e anche di sostanza.
            Dipende cosa intendi per vita, per me e' quello che ti succede (o che fai) mentre respiri. Basta intendersi.
            non mi pare.
            Mi citi 100 giochi in cui si piange?
            Io ti posso citare 100 film in cui si piange se
            vuoi, ma credo che tu abbia capito il
            punto.
            Il film è più immersivo e realistico di qualunque
            VG.100 film che ti fanno piangere? Forse piangi troppo. Scusa la battuta. Comunque non io ma degli psicologi pensano che i videogiochi siano cosi', ora in non sono un sotutto mi fido di chi per una vita si dedica ad un argomento.

            Peraltro per non crepare il videogioco richiede

            un attenzione molto maggiore del film.

            ma quando crepo, secondo te, sto vivendo la mia
            morte?No, voglio solo dire che se guardi un film a casa magari rispondi al telefono, vai prenderti un panino e fai un mucchio di altra roba. Se ti distrai con un videogico crepi. Quindi semplicemente vuol dire che devi prestare molta piu' attenzione.
            L'esperto di psicologia gioca ai VG dal 1982 come
            il sottoscritto?Il tipo del secondo link ha analizzato 2500 videogiocatori, capisco che tu sia di opinione contraria ma non sei il mondo, non sei neanche "i videogiocatori", tu sei tu (che sorpresona). La tua esperienza fa testo per te e basta. Puoi condividerla, ma non puoi pretendere che sia un valore assoluto. Soprattutto non sei uno psicologo.
            scusa eh, ma se stai facendo un videogioco sulla
            vita di un poveraccio che deve diventare il più
            grande malavitoso della città, come fai a direIo ho una mia idea di come si fa a dirlo, ma ribadisco il punto entrambe i link segnalati sono di psicologi che lavorano con metodo scientifico e vagliati da una comunita' scientifica, fai prima a chiederlo a loro oppure fare sotuttoio: sono ingegnere, filosofo, imbianchino, dottore, infermiera, avvocato io sotutto meglio di tutti e sono cosi' fico che per sapere tutto manco mi serve studiare ...


            (e se giochi tanto con il tuo comportamente

            agressivo dai certamente ragione al ricercatore

            citato su

            sciencedaily).

            Io non ho mai fatto male ad una persona e non
            riesco neppure a schiacciare una
            formica.
            E per quanto riguarda i toni che uso, chiamali
            violenti se vuoi, ma non mi pare di facciano
            provare dolore o turbe psicologiche a
            nessuno.Beh, l'agressivita' non giustificata non e' una buona cosa, peraltro se provi a dire alla tua ragazza che si veste come un cesso mica l'hai picchiata ma facile che si incazza o piange, la violenza verbale e' violenza e fa male comunque. Poi c'e' quello grande e grosso (mentalmente) e gli fai una pippa e chi viene demolito.

            Bla, bla,

            bla bla.. una cazzo.Uff, tu non hai letto il post, ti riassumo c'e' scritto che per me la censura non e' una soluzione, che a tanti fare questi giochi non gli fa una pippa ma che il problema e' che: 2 ore di Grande fratello, tette e culi su un altro canale per un ora, Terminator per altre 2 ore, 5 ore difilato su qualche bel videogioco sanguinoso, oggi, domani e dopodomani, mai un libro, partita a calcetto, uscita con gli amici, trombata ecc. ecc. possono essere la goccia che fa traboccare il vaso di qualche essere umano e te lo ritrovi sui tuoi famosi TG: intervista al vicino di casa all'assassino della nonna, zia, cuginetti, mah non saprei era una persona un po' riservata ma cosi' a modo.Quindi il problema e' trovare altri stimoli un po' meno cruenti e una specie di GPS valoriale che ti permetta di passare indenne a dosi di violenza reale/simulata standard che la quotidianita' ti propina (e che qualcuno si va a cercare). I sig.ri psicologi di cui sopra, con tua buona pace, sono d'accordo. Ti puoi fidare di loro oppure pensare di "sotuttoio" e quello che e' la mia esperienza personale e' vero per tutti. Fai tu.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            contenuto non disponibile
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Allora, stabiliamo che non stiamo dicendo cose radicalmente diverse, ovvero il mio post piu' volte da me citato dice, e non ho intenzione di contraddirmi, che un sacco di gente puo' videogiocare su roba dura e risultarne tranquillamente indenne. Io mi sono fermato a Quake, quando passo un po' di tempo con i videogiochi sono nostalgico e vado a cercarmi gli spartani arcade, per me sono una macchina del tempo. Pur avendo giocato a sparatutto vari neanche io sono un pericoloso assassino e violento (pero' farei tranquillamente male a una mosca, mi rompono le scatole ...)Per me un videogioco di un certo tipo pero' puo' essere la goccia che fa traboccare il vaso di qualcuno (ovvero spingerlo a fare cose brutte parecchio).Ma il videogioco e' solo uno dei tanti attori che possano portare un tale ad andare fuori. Lungi da me pensare che un certo videogioco e' "Il Male" e la causa di tutti i problemi, e' una idea balzana e non mi sfiora minimante. Quindi la mia conclusione non e' la censura, ma solo fermarsi un po' a pensare sul nostro stile di vita complessivo, il problema agressita'/violenza, piu' di quanto vorremmo avere/sopportare, nella nostra societa' ha molti padri e molte madri. I tuoi TG, una certa TV, certi film, certi rapporti sociali, una cultura insomma che ci porta ad essere un po' troppo materiali e a considerare poco la persona. Troppo mirata a io e poco a noi, voi e altri. Se non vogliamo il gioco di tutti contro tutti e' meglio darsi una calmata a tutti i livelli.Se non sono "Il Male" pero' non mi sento neanche di dire che sono innocui sempre e comunque.Direi che su questo possiamo trovare un punto di incontro, o no?I sig.ri psicologi, di cui non mi fido ciecamente come fossero dei profeti infallibili ma di cui non posso neanche pensare che abbiamo nel codice di deontologia quello di passare la vita a vendere fumo e confondere le idee, da quanto ho letto mi danno piu' o meno ragione. Quindi: 1) teoricamente hanno studiato per lungo e per largo la cosa, sono percio' attendibili 2) praticamente quello che dicono mi convince, percio' sto con loro.Morale? Leggere qualche libro in piu', parlare con persone in carne ed ossa, avere hobby "tradizionali" caccia, pesca, salto con l'asta ... Concedersi un po' di ozio semplicemente per rimuginare un po', per me sono tutte robe sante e un buon antidoto a eccessi di violenza visiva. Se fai tutto questo le orette alla console sono certo meno a rischio di debordare dallo schermo alla vita di tutti i giorni.
          • Demolitions scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Vorrei far notare che:A) la psicologia è tutt'altro che una scienza esatta, proprio a detta loro, e qui stiamo parlando più di statistica che di psicologiaB) "Gli psicologi dicono", "Mi fido si chi passa la vita a studiarlo", i FATTI parlano (e non mi riferisco ai drogati), e le persone hanno il cervello per utilizzarlo, partire da una base fornita da tali psicologi può andare bene, ma fidarsi sistematicamente di quello che dicono è come andare ciecamente dietro al cane da pastore, il cervello bisogna usarlo.
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            A) la psicologia è tutt'altro che una scienza
            esatta, proprio a detta loro, e qui stiamo
            parlando più di statistica che di
            psicologiaVero, ma se lo zio e' in depressione preferisco portarlo dallo psicologo che dall'idraulico, anche se magari l'idraulico e' una persona sensatissima. La miglior testimonianza che la psicologia non e' fuffa e' la marca di biscotti XY, che voglio dire? Bene la marca biscotti XY prima che facesse pubblicita' in TV, vendeva 100, adesso 400 e nella campagna pubblicitaria di psicologi ne sono arruolati a iosa, le loro teorie comportamentali funzionano eccome. Per un interessante libro, un po' datato ma direi attuale: Vance Packard "I persuasori occulti".
            B) "Gli psicologi dicono", "Mi fido si chi passa
            la vita a studiarlo", i FATTI parlano (e non mi
            riferisco ai drogati), e le persone hanno ilNon bisogna mai delegare il proprio cervello a qualcun altro, nel caso di specie quello che dicono loro e' proprio quello che penso io essendoci arrivato per i cavoli miei, inoltre io non ho studiato una badilata di videogiocatori, non ho studiato una badilata di testi sul comportamento e quindi credo che il loro parere sia un utile strumento di conoscenza/riflessione/comprensione, prescindere da esso e' snobismo intellettuale infondato e ingiustificato, a mio parere.
          • Demolitions scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            L'idraulico è uno scienziato? credevo fosse un metalmeccanico. Comunque viva gli idraulici, e se avessi uno zio e lo zio fosse in depressione lo porterei dall'elettricista (il mio idraulico è antipatico, l'elettricista è una persona migliore) XDCazzate a parte, l'esempio dei biscotti è vano, come detto prima, il cervello va usato, io non compro i biscotti XY perchè la campagna pubblicitaria mi ha fatto capire che sono migliori, compro i biscotti ZCCVMBN perchè mi piacciono come gusto, perchè costano meno, e perchè la società che li produce non si è fatta largo calpestando i diritti dei lavoratori, i diritti umani, le leggi economiche e a volte anche civili e penali, eccetera.Non si misura se una cosa è migliore o peggiore dal numero di vendite, Paulo Coelho ha decuplicato le vendite dei suoi libri da quando ha iniziato a mettere sul suo sito i link a versioni scannerizzate e piratate degli stessi, questo cosa c'entra?
            io non ho studiato una badilata di videogiocatori, non ho
            studiato una badilata di testi sul comportamentoCome detto prima, questa non è psicologia, è statistica, comunque mi ha fatto piacere che tu abbia precisato di esserci arrivato da solo, e non intendevo "snobbare" quei testi o quei pareri, ho addirittura detto che è un'ottima idea usarli come punto di partenza..."Io posso indicarti la strada, poi sei tu che devi seguirla"I testi, i pareri, le statistiche non vanno usate come metro di paragone, ma come base di partenza, se vuoi capire come funziona qualcosa, devi impegnartici da solo, se vuoi sapere come funziona il comportamento umano, non ti basta leggere cosa dice uno psicologo che ha studiato statistica, ti metti VOLONTARIAMENTE a leggere quella badilata di testi sul comportamento.Infine, il fatto che magari io la pensi diversamente da te sui videogiochi e sui videogiocatori, è semplicemente una differenza di esperienze, nel mio caso, nessuno mi sentirà mai dire "faccio prima a leggere che ne pensa uno psicologo, che ha già studiato la questione", ma al massimo "Questo psicologo, che ha studiato la questione, fa delle riflessioni interessanti", magari ho capito male io, ma dalla tua frase si evince che visto che non sai tutto (e nessuno può, ergo nessuno te ne farà mai una colpa), su alcuni argomenti ti appoggi integralmente su ciò che è già stato detto e studiato, che va bene quando si parla di scienze materiali e dimostrative, ma è assolutamente da evitare quando si ha a che fare con la psicologia, visto che ogni essere umano è diverso e nessuna teoria psicologica può essere dimostrata.
          • alvo liquido scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            stavo leggendo la vostra discussione (tua e di unaduralezione).mi permetto di suggerirti di non tirare troppo in ballo gli psicologi in quanto io, studente di ingegneria, passo davanti alla facoltà di psico ogni giorno e ti assicuro che non fanno una mazza di niente. parlano a vanvera e basta. l'unica cosa interessante alle lezioni di psico che talvolta vado a seguire è la qualità delle ragazze..delle vere gnocche!!!W le Psicologhe con la bocca piena!
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Beh, con tutto il rispetto per unaDuraLezione mi sa che lui manco e' gnocca ... (anche se lui potrebbe replicare che non lo sono nemmeno io).Comunque se stai seguendo vd. mie risposte sopra circa contestazioni psicologi (mi sa che stanno sui maroni a tanti ...), in particolare c'e' n'e' di quelli che effettivamente ci capiscono, non e' scienza esatta, ma pur sempre scienza e ha alcune applicazioni pratiche incontestabili. Senza studi specifici noi stiamo solo tentando ad indovinare, bisogna riconoscere i propri limiti.
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Dimenticavo di dirti poi di non sottovalutare le belle studentesse, sembra che ciancino, ma "psicologicamente" ti fanno la foto, capiscono che sei un fungo (nel senso del porcino ;-)) e scappano a gambe levate ...Pigliati un manualone e fregale, imparando a dissimulare la bavetta che hai alla bocca con qualche posa da bravo e innocuo ragazzo a cui interessa poco scopare e molto i sentimenti delle persone :-)
          • ing cane scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            ogni giorno e ti assicuro che non fanno una mazza
            di niente. parlano a vanvera e basta. l'unicaNei corsi che frequento all'uni, putroppo spesso le aule confinano con quelle di ingeneria...non ti dico che commenti assurdi facciamo quando passano davanti alle vetrate tutti quei nerd super sfigati di ingegneria con le loro cartelle delle scuole medie in spalla! :| :D....gente che va in tuta!!! lolAnche noi ad essere sinceri andiamo spesso ad ing a guardare le tipe, ma con l'unic scopo di farci 4 risate!!! :p
          • MalaTempora scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            non ti dico che commenti assurdi facciamo quando
            passano davanti alle vetrate tutti quei nerd
            super sfigati Pur non avendo fatto ingegneria in un certo senso temo di far parte della categoria. Comunque tranquillo non la prendo come una offesa personale ...
            Anche noi ad essere sinceri andiamo spesso ad ing
            a guardare le tipe, ma con l'unic scopo di farci
            4 risate!!!
            :pMah che vuoi, c'e' una strana razza dell'umanista tecnologico a cui cerco di appartenere (la creme della creme del nostro settore e' gente che si legge "l'Arte della Guerra", "Il Principe" di Macchiavelli, e anche roba che non sospetteresti mai, le cose non si escludono), in genere pero' chi andava bene in italiano faceva schifo in matematica e scienze (e viceversa). Forse sono due mondi non troppo comunicanti.Gli sfotto folcloristici ci stanno comunque, aiutano a sopravvivere nella giungla universitaria (psicologicamente parlando potresti dirmi che danno senso di appartenenza e quindi ti dimensionano), piu' seriamente essere multidisciplinari aiuta, forse era Shaw che diceva: alla fine di sapere sempre di piu' su sempre meno finiremo per sapere tutto di niente ;-)PS Temo di essere un po' vecchiotto, ma se dalle tue parti c'e' qualche tipa a cui piace il genere del maturo, con tendenze nerd (ho detto maturo non marcio) a cui interessa la psicologia e le psicologhe, fai sapere ;-)
        • Franco e Ciccio scrive:
          Re: La verita' sta nel mezzo
          - Scritto da: pippi
          e' davvero impressionante notare come cerchiate
          continutamente di paragonare patate con le
          barbabietole. Peccato che proprio in questo periodo, l'industria dell'intrattenimento in generale, si domanda quanto impatto ha l'uscita di videogiochi importanti, sugli incassi del cinema.
          Io ho chiaramente esposto nelle mia
          riflessione come film e videogiochi siano due
          media che seppure si influenzino videndevolemnte,
          non possono essere paragonati ne
          sovrapposti.Hai chiaramente esposto ? Ma se hai detto:"Come la tv sempre piu' spazzatura, punta a razzolare nel marcio e nell'indegno, anche il mondo dei videogiochi fa di conseguenza."Prima usi la TV come giustificazione del tuo discorso sul proporre messaggi negativi. Poi, quando ti si fa notare che, ovviamente hai sbagliato, perchè oltre alla TV spazzatura, c'è anche il cinema d'autore che può proporre messaggi anche molto violenti, allora cambi registro e tiri fuori questo:"Proprio per questo motivo un film viene guardato, mentre un videogame vissuto."E la TV spazzatura, che c'azzeccava ?
          Il tuo e' un paragone maldestro e ingenuo. E' maldestro e ingenuo il tuo tentativo di cambiare discorso, tirando fuori la tesi che cinema e videogioco non sono paragonabili, quando eri partito tu per primo con il paragone con la TV spazzatura.E già, facile prendersela con quella, salvo poi fare le figuraccia di inciampare sul cinema...Ah, già, la TV spazzatura è "vissuta", il cinema è solo "guardato". Un genio...
          Hai perso un'occasione per fare bella figura. Tu invece ne hai guadagnata una per farne una di palta...
          Leggi le affermazioni che sono scritte prima di quotareLeggi le affermazioni che scrivi tu stesso, prima di auto-contraddirti così palesemente
          Cerca di contribuire in modo costruttivo alla
          discussione.Chissà se ti sei capito...
          • Mr.Pink scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Ti chiedi se è giusto? In una società che non sia di stampo medioevale, non si ha il diritto di educare un adulto con censura e proibizioni. La libertà è giusto che sia limitata quando quando sconfina nella violenza reale ma la fantasia deve restare libera di esprimersi sotto qualsiasi forma. Una volta i nazisti mettevano al rogo libri e film. I loro eredi hanno scoperto i videogiochi.

            E' proprio questa la domanda che mi pongo, forse
            siete ancora immaturi o forse fate finta di non
            capire. Io non mi vergogno ad ammettere che i
            videogiochi violenti hanno il loro fascino, che
            sono divertenti e che piu' puoi fare meglio e',
            pero' mi domando anche se questo e'
            giusto.
          • pippi scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo

            Ti chiedi se è giusto? In una società che non sia
            di stampo medioevale, non si ha il diritto di
            educare un adulto con censura e proibizioni.e quindi? Io ho posto un altro problema... Leggi i discorsi ed evita di cadere nel qualunquismo, nazisti, inquisizioni ecc.... Se riesci a dare risposte utili e costruttive, anche critiche fallo pure. Se non riesci a fare nulla di tutto questo, non scrivere, ma rifletti attentamente su questo tuo deficit.
          • Mr.Pink scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Chiamare "discorso" l'accozzaglia di luoghi comuni e sproloqui egocentrici sulle tue esperienze è un pelino esagerato. Sinceramente non mi interessa fare la filologia dei tuoi farneticamenti, mi limitavo a metterne in discussione un punto in maniera pacata, senza infierire. Ma è evidente che hai qualche grave problema del comportamento, non so se dovuto ai videogiochi o a mamma che non ti ha voluto bene.- Scritto da: pippi

            Ti chiedi se è giusto? In una società che non
            sia

            di stampo medioevale, non si ha il diritto di

            educare un adulto con censura e proibizioni.

            e quindi? Io ho posto un altro problema... Leggi
            i discorsi ed evita di cadere nel qualunquismo,
            nazisti, inquisizioni ecc.... Se riesci a dare
            risposte utili e costruttive, anche critiche
            fallo pure. Se non riesci a fare nulla di tutto
            questo, non scrivere, ma rifletti attentamente su
            questo tuo
            deficit.
          • Demolitions scrive:
            Re: La verita' sta nel mezzo
            Effettivamente non mi sembra che la risposta di Mr.Pink fosse così offensiva...
        • Fanfulla da Lodi scrive:
          Re: La verita' sta nel mezzo
          Ti seppellirando di aggressività e insulti perchè tocchi le loro belle "libertà personali".Tipico di chi non sa cogliere il fatto che la vita sia una sfumatura, e non due colori tagliati con l'accetta. Di chi pensa che basti se stesso per fare statistica. Tipico di questa società malata di egoismo e "mio orticello"-ite.E dico anche: è a causa di questi figuri dalla scarsa coerenza intellettuale e dall'ancora più scarsa vista analitica, che ci troviamo con i videogiochi bollinati, vietati, ecc. ecc. manco fossimo andati a comprare un pornazzo scat.A proposito, ma che ci fa su questo forum una persona intelligente e che padroneggia bene la lingua di Dante?- Scritto da: pippi
          - Scritto da: cicco ingrassia

          - Scritto da: pippi




          Perche' uno dovrebbe giocare a simili giochi?



          Per lo stesso motivo per cui posso guardare:



          "Goodfellas"

          "Il Padrino"

          "Carlito's Way"

          "Pulp Fiction"

          "Le Iene"



          Adesso proviamo a dire che Francis Ford Coppola,

          Scorsese, De Palma e Tarantino, sono "Cinema

          spazzatura"...



          ROTFL...

          e' davvero impressionante notare come cerchiate
          continutamente di paragonare patate con le
          barbabietole. Io ho chiaramente esposto nelle mia
          riflessione come film e videogiochi siano due
          media che seppure si influenzino videndevolemnte,
          non possono essere paragonati ne
          sovrapposti.

          Proprio per questo motivo un film viene guardato,
          mentre un videogame vissuto. Questa neanche
          troppo sottile differenza, dovrebbe far
          riflettere al di la dei contenuti trattati su
          come il prodotto viene usato e sulle motivazione
          che spinge l'utente ad
          usarlo.

          Il tuo e' un paragone maldestro e ingenuo. Hai
          perso un'occasione per fare bella figura. Leggi
          le affermazioni che sono scritte prima di quotare
          un testo in modo infantile e privo di
          logica.
          Cerca di contribuire in modo costruttivo alla
          discussione.
  • MalaTempora scrive:
    In un certo senso hanno ragione
    Se uno cresce in una famiglia decente, se legge anche qualche libro, se non passa il tempo a guardare il GF in tv e altre str...., gioca a calcio, a tennis insomma ha qualche hobby sano probabilmente un gioco del genere gli fa una pippa.Diversamente, rischia.La soluzione e' vietare un videogioco? Direi che e' illusorio. Che il Codacons si preoccupi e' solo un sintomo di un malessere che molti sentono, la risposta e' sbagliata certo. Forse il vero valore delle loro idee e' che magari ci si faccia qualche domanda e si cominci a discutere.Venti anni fa tutti questi bulli mica c'erano, cosa e' cambiato?Direi che per soggetti deboli gli stimoli negativi sono anche troppi. Ma la soluzione non e' certamente vietare ma mettere accanto a GTA anche la voglia di leggere un buon libro, di guardarsi un documentario e non il Grande Fratello, insomma roba che non sia solo consumo e divertimento scemo. Putroppo la famiglia e' stra in crisi, genitori troppo occupati a guadagnare la pagnotta, in chiesa non ci va piu' nessuno (non che sia un chirichetto, solo per dire che mancano importanti riferimenti morali che non siano il vicino di casa stradivorziato, evasore fiscale, bastardo all'osso ma ... con il Cayenne e a cui tanti, troppi, vorrebbero assomigliare perche' se sei una brava persona sei un poveraccio, se sei uno pieno di soldi anche se farabutto ma a piede libero sei un furbo ...), la scuola finisce per essere una fabbrica di nozioni anziche' di caratteri e non riesce a supplire alla latitanza famiglia ... Insomma siamo nelle peste troppa abbondanza di stimoli negativi, troppo poca di stimoli positivi. Non ho ricette, solo fermarsi di tanto in tanto un po' e pensarci sopra.
    • extra scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      hai ragione da vendere....
      • MalaTempora scrive:
        Re: In un certo senso hanno ragione
        Te ne do' due etti, quanto paghi ;-)?
        • Pippo Anonimo scrive:
          Re: In un certo senso hanno ragione
          Vero, anche nei telefilm americani di ultima generazione è presente SOLO violenza, sangue e marciumi vari - oppure c'è l'estremo opposto dove ci sono smancerie false con i bellozzi di turno (filone nato con beverly hills 3788278372784827).Pensate a Nick and Tap o come cacchio si chiama,CSI, ecc. dove gli smembramenti, sbudellamenti, storie malate abbondano senza fine.Ridatemi Happy Days... heyyyyy (gruppo di ragazze rimbecillite che mi corre addosso)
          • alfa beta scrive:
            Re: In un certo senso hanno ragione
            - Scritto da: Pippo Anonimo
            heyyyyy (gruppo di ragazze
            rimbecillite che mi corre
            addosso)non vedo cosi' tanta negativita' in questo :D
    • Mauro scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      Straquoto!!!
    • Fanfulla da Lodi scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      - Scritto da: MalaTempora
      Se uno cresce in una famiglia decente, se legge
      anche qualche libro, se non passa il tempo a
      guardare il GF in tv e altre str...., gioca a
      calcio, a tennis insomma ha qualche hobby sano
      probabilmente un gioco del genere gli fa una
      pippa.

      Diversamente, rischia.

      La soluzione e' vietare un videogioco? Direi che
      e' illusorio. Che il Codacons si preoccupi e'
      solo un sintomo di un malessere che molti
      sentono, la risposta e' sbagliata certo. Forse il
      vero valore delle loro idee e' che magari ci si
      faccia qualche domanda e si cominci a
      discutere.

      Venti anni fa tutti questi bulli mica c'erano,
      cosa e'
      cambiato?

      Direi che per soggetti deboli gli stimoli
      negativi sono anche troppi. Ma la soluzione non
      e' certamente vietare ma mettere accanto a GTA
      anche la voglia di leggere un buon libro, di
      guardarsi un documentario e non il Grande
      Fratello, insomma roba che non sia solo consumo e
      divertimento scemo.


      Putroppo la famiglia e' stra in crisi, genitori
      troppo occupati a guadagnare la pagnotta, in
      chiesa non ci va piu' nessuno (non che sia un
      chirichetto, solo per dire che mancano importanti
      riferimenti morali che non siano il vicino di
      casa stradivorziato, evasore fiscale, bastardo
      all'osso ma ... con il Cayenne e a cui tanti,
      troppi, vorrebbero assomigliare perche' se sei
      una brava persona sei un poveraccio, se sei uno
      pieno di soldi anche se farabutto ma a piede
      libero sei un furbo ...), la scuola finisce per
      essere una fabbrica di nozioni anziche' di
      caratteri e non riesce a supplire alla latitanza
      famiglia ... Insomma siamo nelle peste troppa
      abbondanza di stimoli negativi, troppo poca di
      stimoli positivi. Non ho ricette, solo fermarsi
      di tanto in tanto un po' e pensarci
      sopra.Assolutamente quoto, questo post dovrebbe veramente essere incorniciato.
    • NeverDie scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      Ma che dici i bulli c'erano ma non c'era youtube...Occhio non vede cuore non duole :DAnche 20 anni fa c'èrano persone torturate a scuola, solo era una vergogna e non se ne parlava e appunto non c'era youtube :D
      • MalaTempora scrive:
        Re: In un certo senso hanno ragione
        Non e' questo il punto centrale, comunque 20 anni fa ci andavo a scuola quindi ho ricordi in presa diretta, ma tizi che per partito preso legnavano la gente o facevano gruppo per legnare la gente dalle mie parti non ce n'erano (ce n'erano di piu' grandini e si ammazzavano proprio, almeno questo si sentiva ai TG, a dire il vero, ma era la coda degli anni di piombo, neanche li' era gratuito, folle ma non gratuito, era gente che voleva cambiare il mondo ed era drogata di fanatismo ideologico).Fatto a cazzotti (e sempre per qualche "sgarbo" mai gratuitamente), fatto stupidate, ma da mettersi in branco per pestare sistematicamente o taglieggiare i piu' piccoletti a me non risulta. Sottolineo a me, io sono un provincialotto, puo darsi che per te i conti siano diversi. Inoltre dalle mie parti non si violentavano neanche in branco ragazzine e/o le si faceva fuori buttandole in un pozzo. Se un professore ti diceva di stare bravo e buono, tu stavi bravo e buono e se ti mollava uno scappellotto i tuoi non lo denunciavano, te ne davano il doppio. Insomma era diverso per la mia esperienza. Mo' mi sembra che ci si scanni per niente, per fare un'altro esempio perche' un tale non ti ha dato una cicca e ha il codino.
    • Kubel scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      - Scritto da: MalaTempora
      Se uno cresce in una famiglia decente, se legge
      anche qualche libro, se non passa il tempo a
      guardare il GF in tv e altre str...., gioca a
      calcio, a tennis insomma ha qualche hobby sano
      probabilmente un gioco del genere gli fa una
      pippa.[cut]
      Non ho ricette, solo fermarsi
      di tanto in tanto un po' e pensarci
      sopra.Quante cose in un solo post ...Parto dalla notizia, il codacons (dal mio punto di vista) è solo in cerca di pubblicità come sempre (vedi casi precedenti es. i pacchi di affari tuoi, la droga con livia turco, o recentemente i redditi on line, si cavalca sempre l'onda), più fa scalpore meglio è, inviare un esposto a 104 procure magari è la prassi, ma sembra quasi voler dire vediamo se qualcuno abbocca, non si capisce se vuole fare l'associazione pro consumatori o decidere per essi.Questo per dire che ci penserei due volte prima di prenderla a modello come coloro che si battono per rendere il mondo migliore.Ma è il resto del tuo post che mi lascia dubbioso, secondo la tua logica leggere "American Psycho" di Ellis è meglio di giocare a GTA ? Guardare un documentario in cui si misura la forza del morso degli animali più feroci (se hai modo di vedere sky sai di cosa parlo) è più educativo del grande fratello ? Dici che non hai ricette mentre è la prima cosa che scrivi nel post, credere che la maggior parte delle persone pensi che "se sei una brava persona sei un poveraccio, se sei uno pieno di soldi anche se farabutto ma a piede libero sei un furbo" è più degradante che pensarlo davvero.Più di mettere il bollino
      18 anni cosa deve fare il produttore del gioco ?? per il codacons non produrlo.Tu come lo chiami un atteggiamento del genere ?
      • MalaTempora scrive:
        Re: In un certo senso hanno ragione

        Quante cose in un solo post ...

        Parto dalla notizia, il codacons (dal mio punto
        di vista) è solo in cerca di pubblicità comeDel codacons non me ne puo' fregare di meno, detta brutalmente, mi interessa il concetto. Non sono un giudice, e anche se lo fossi i processi alle intenzioni sono da escludersi!!!!! Quindi impregiudicata la questione se siano dei furbacchioni o dei benefattori per quanto mi riguarda.
        Questo per dire che ci penserei due volte prima
        di prenderla a modello come coloro che si battonoHo detto qualcosa del genere? Mi interessa solo l'idea.
        Ma è il resto del tuo post che mi lascia
        dubbioso, secondo la tua logica leggere "American
        Psycho" di Ellis è meglio di giocare a GTA ?Si', equilibra le cose, di sicuro ti aiuta ad avere un italiano (o inglese se lo leggi in originale) migliore. Anche se i miei gusti sono un po' diversi, non amo molto gli americani contemporanei, tranne Fante e qualche altro. Quando parlo di libri poi forse avevo la riserva mentale di roba un po' piu' classica, c'e' molto di meglio. Il discorso e' non affossarsi su un autore o genere ma spaziare a mio parere.
        Guardare un documentario in cui si misura la
        forza del morso degli animali più feroci (se hai
        modo di vedere sky sai di cosa parlo) è più
        educativo del grande fratello ?Sempre secondo me, si'. Inoltre vale lo stesso discorso che per i libri, spaziare, fare cose diverse.
        Dici che non hai ricette mentre è la prima cosa
        che scrivi nel post, credere che la maggior parte
        delle persone pensi che "se sei una brava persona
        sei un poveraccio, se sei uno pieno di soldi
        anche se farabutto ma a piede libero sei un
        furbo" è più degradante che pensarlo
        davvero.Io ho detto solo "tanti, troppi", la maggior parte della gente lo hai aggiunto tu. Non posso rispondere di cose che non dico. Ribadisco comunque che mi sembra che ci siano "tanti troppi" a cui piacciono le cose e non le persone, anzi preferiscono le prime alle seconde, basta guardare ai tipi che sono dei fan di Corona, piuttosto che di quelle che mandavano lettere in carcere a Pietro Maso (aveva ammazzato i genitori) ecc. E' indubitabile, secondo me, che un bel po' di gente e' affascinata dal peggio. Aggiungo che stiamo tirando troppo la corda e andando troppo in fretta, il fermarsi a pensare di tanto in tanto non credo sia un brutto suggerimento, come quello di giocare un po' a calcetto, nuoto o che te pare. Non e' un granche', lo ammetto, ma, appunto, non ho risposte.
        Più di mettere il bollino
        18 anni cosa deve fare
        il produttore del gioco ?? per il codacons non
        produrlo.Mai detto che la soluzione sia la censura, anzi esplicitamente detto che e' proprio il contrario. Non travisarmi per cortesia. Il fatto e' che non si nasconde l'agressivita' e la violenza nascondendo i coltelli, ma facendo si' che il tipo che ne ha uno tra le mani non pensi minimamente ad usarlo per qualcosa di diverso dall'affettare il salame e questo perche' ha un sistema di guida valoriale che comprende tolleranza e comprensione (o dovrebbe comprendere a mio parere) che gli permette di scegliere bene e consapevolmente. Tutto qui.
        • Kubel scrive:
          Re: In un certo senso hanno ragione
          Ho idea che stiamo andando a finire con il parlare del sesso degli angeli, quoto un pò a briglia sciolta ...- Scritto da: MalaTempora

          Parto dalla notizia, il codacons (dal mio punto

          di vista) è solo in cerca di pubblicità come

          Del codacons non me ne puo' fregare di meno,da quello che ho scritto immagini che io non possa che concordare, mi sembrava giusto inquadrare il soggetto in quanto gli stavi per dare ragione (e' il titolo del tuo post)

          secondo la tua logica leggere
          "American

          Psycho" di Ellis è meglio di giocare a GTA ?

          Si', equilibra le cose, ecco, il punto in cui divergiamo è questo, sono contrario all'idea che la letteratura sia comunque positiva, se mi dici che almeno migliori l'italiano (cosa comunque discutibile se ti è capitato ad esempio di aprire un libro di Moccia) posso dire che allora GTA migliora i tuoi riflessi.Non voglio dire che fa male(la letteratura), ma non che faccia comunque bene, ma mentre nessuno si sogna di ritirare le copie del citato libro di Ellis o Ambarabà di Culicchia (di quello che si sceglieva le persone da buttare sotto la metro) levata di scudi per GTA.

          Io ho detto solo "tanti, troppi", la maggior
          parte della gente lo hai aggiunto tu. dai, il confine è sottile, i tuoi troppi potrebbero per assurdo essere superiori alla mia maggior parte. :)
          E' indubitabile, secondo me, che
          un bel po' di gente e' affascinata dal peggio.prendo questo bel po' con le pinze, ma c'è sempre stata una componente di persone affascinata dal lato oscuro (lou reed lo cantava 30 anni fa, shakespeare lo "scriveva" nel '600)quindi qual è la tua teoria, che sono aumentate ? e comunque esserne affascinati vuol dire volontà di emularle?Il manicheismo è nella storia umana, pensare ai videogiochi come veicolo di decadimento della società è dargli sin troppa importanza.
    • rotfl scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      - Scritto da: MalaTempora
      Venti anni fa tutti questi bulli mica c'erano,
      cosa e'
      cambiato?Venti anni fa i bulli non c'erano? Quando andavo alle media non c'era giorno che qualche bulletto non minacciasse/pestasse qualche altro studente (e parlo proprio di 20 anni fa).
      • MalaTempora scrive:
        Re: In un certo senso hanno ragione
        Prendo atto, anche io ci andavo 20 anni fa e tutta sta roba, come detto sopra non la vedevo. Vd sopra (non sei stato l'unico a contestarmi sta' roba). Comunque ho la vaga impressione che per vari motivi (vd. sempre sopra) bene non siamo messi. Sbagliero', mai detto di essere infallibile, ma a me sembra che le cose stiano cosi'.La mia orribile colpa e' solo di dire di stare attenti a certi comportamenti globali (dove ci metto videogiochi, certa televisione, mercificazione della vita umana ecc. ecc. ecc.) e di usare contromisure. Tipo fermarsi a pensare un po' di tanto in tanto, ridurre la dose quotidiana di tette, culi, ammazzatine ludiche e magari fare altro. Pensi faccia cosi' male?
    • NeXuS scrive:
      Re: In un certo senso hanno ragione
      Secondo me ,e mi reputo ignorante,xke l'unico titolo di studio che ho e una specializzazione.. Dobbiamo vedere in tutti noi un lato benevolo e uno maligno,lati che crescendo sviluppiamo assieme al concetto di bene e male,concetti che e la famiglia e i genitori a darci,il vero problema e questo,al giorno d'oggi sopratutto in italia non ci sono piu genitori in grado di incanalare i propri figli in strade giuste,perchè se puntiamo il dito contro gta,allora dobbiamo farlo con tutti gli altri canali dalla tv,ai videogames alle riviste,quindi se la societa e quella che e,lo e perche proprio negli ultimi anni la famiglia sta svanendo..non e piu come na volta.In ogni caso se mi chiedesero xke gioco a gta4,risponderei perchè mi piace la storia che i svillupatori ci hanno messo sotto,xke o giocato a tutta la serie,xke posso spare in testa ad uno senza uccidere nessuno,sapendo benissimo che e sbagliato,ma non esco di casa con un fucile da cecchino a fare morti, ora come ora secondo me la gente gioca coi videogiochi proprio perchè permettono di fare cose che nella realta nn sn immaginabili,oppure per calarsi in ruoli immaginari,e penso sia la stessa cosa per un film e per i fumetti..Il videogioco in questo caso ti permette di simulare una cosa che tu ti immagini,ma che sai benissimo che sbagliata e che non rispecchia la realtà,anche perche dopo che uccidi na persona nel mondo reale ti arrestano e non aspettano le "stelline" di livello di sospetatto.. Se uno poi diventa un criminale significa che al 99.9 per cento gia e cosi..che poi gta o qualsiasi altro gioco li dia il 0.01 per cento cosa centra? se nn e il videogioco sara la tv,se non e la tv il fumetto,se non e il fumetto sara una rissa vista fuori dalla discoteca... etc.. ci sn persone che sn cattive(malate) perche lo sono anche se vengono educati alla perfezione..Il codacons e na merda perchè non va a bacchettare chi dovrebbe far rispettare delle regole che dovrebbe far si che soggetti sensibili non vengano intaccati,e mi riferisco ai genitori e negozianti che comprano/vendono il gioco ad un minore.. Il codacons ha solo sbagliato bersaglio..come al solito...Io la penso cosi..Saluti NeXuS mypov.eu
  • Ciccillo O uallerone scrive:
    Codaconz
    Ma che se ne vada affanculo il codaconz del cazzo protetore degli evasori fiscali
  • Gas scrive:
    utile questo codacons
    caspita,davvero utile questo codacons!prossima mossa ?potrebbero vietare ai TG di trasmettere notizie tristi perche' senno' i soggetti impressionabili vanno in depressione..
  • Fabio Gangemi scrive:
    meglio grande fratello e co?
    questi non hanno nulla da fare? perchè non censurano grande fratello l'isola dei famosi e tutta la serie dei reality che insegnano a chi li guarda che se fai la poco di buono nella vita avrai successo, invece di insegnare ad andare a lavorae... e poi gurdate cosa accade a 15 anni le ragazzine si vestono come delle prostitute, camminano come delle prostitute, e si comportano da prostitute solo perche l'hanno visto in tv.... e i ragazzi peggio di peggio. censurano i videoghiochi e perchè invece non vanno a censurare la tv che sforna stereotipi molto sbagliati, la tv dovrebbe essere cultura ma incece e altro. perchè invece non vanno a cacciare le frequenze a rete 4 che ci costa ogni giorno 300000,00 e per un anno sono troppi soldi che pagheremo noi italiani e rete 4 chi lo guarda?il punto devo voglio arrivare e questo: il videogioco e una forma di intrattenimento che mette i ragazzi in una condizione che li fa fuggire per diverimento da questa realta ma una volta staccata la spina si ritorna con i piedi per terra. ci si incontra con gli amici e si parla di come hai fatto a finire quella missione, io sono più bravo, io ho finito la missione in un batter d'occhio.... si socializza si discute della grafica, dei bug, e di molto altro relativo al videogioco in questione, quindi ritengo che il vidogioco e qualcosa di sociale. io ho giocato a moltissimi fra i giochi più violenti che ci sono in giro e non ho mai fatto del male ad una mosca nella mia vita, ho visto persone violentissime prendere sopratutto esempio non dai videogiochi ma dalla tv e da quelllo che essa propone, reality, film, ecc..ecc.. se la societa e quella che è prendetevela con i media, videogiochi esclusi.... politici che vanno a buttane con i nostri soldi... e poi ci dite che un videogioco e poco istruttivo??!?!?!
    • Demolitions scrive:
      Re: meglio grande fratello e co?
      IMHO è perchè con la televisione ci fanno i soldi anche loro, tanto ci sono i soldi dietro a tutto...
  • lellykelly scrive:
    con una giusta educazione
    da parte dei genitori, non ci sarebbero problemi.al giorno d'oggi quando un bambino fa un malanno, viene premiato, se rompe le balle viene premiato, se a scuola va male, bè mica è colpa sua, sono gli insegnanti che non lo capiscono.quando avevo 10 anni, cioè 16 anni fa, se prendevo una sberla c'era il motivo, e non mi è mai venuto in mente di fare atti di vandalismo o cose "da non fare", a parte le cazzate normali che tutti fanno e che servono a capire che non devi farle, perchè sapevo che avrei avuto CONSEGUENZE.attualmente i bambini vengono o picchiati troppo o nulla perchè appunto i genitori non sono in grado di capire quallo che gli accade in torno. sto generalizzando un po troppo, ma è perchè vedo che la lobotomizzazione dilaga.se un bambino che gioca a sparare agli altri o nel videogioco o con le pistole di plastica, gli viene fatto capire che se lo fa nella realtà poi ci sono brutte conseguenze, direi che i problemi possono diminuire.secondo me manca la figura forte del genitore, l'autorità, oggi dare del coglione al primo che passa è normale, perchè probabilmente lo si dice pure ai famigliari...in definitiva queste censure non servono a nulla, dato che comunque i bambini a 10 anni sanno gia come nascono i bambini e almeno 10 modi per uccidere una persona, serve far capire che cos'è la realtà e soprattutto darli delle responsabilità, che ad ogni azione corrisponde una reazione, e non che arriva la mamma a proteggere il povero bambino che gli altri sono contro di lui...mia mamma a 5 anni teneva in "custodia" un bambino di 3 nel cortile, mentre i grandi erano nei campi, ovviamente non esistevano alternative al fatto che il bambino dovesse rimanere integro... adesso non ti fidi neppure delle babysitter di 25 anni... per dire...ecco tante generalizzazioni e IMHO, ma che sia colpa dei genitori non c'è dubbio.
  • otacon87 scrive:
    tutto colpa dei giochi!!
    BENVENUTI NELLA REPUBBLICA DELLE BANANE!!!
  • karas scrive:
    i più comglioni siam sempre noi...
    è mai possibile che ogni volta esca un gioco si debba alzare una polemica del genere? ritiro di copie e bla bla bla...ma invece di ritirare le copie che fa male anche all'economia... fate rispettare ste c***o di leggi!!! se il gtiv non si vende ai minori di 18 anni a loro non glielo vendi/compri, sta 1 nel genitore non comprarlo al figlio minorenne e 2 ai negozianti che vendono il gioco anche a un bambino di 10 anni... è una cosa inaudita! censuriamo allora anche la tv, i tg e i giornali, che diffondono le stesse informazioni...
  • zidagar scrive:
    Che stron***a
    Allora io abolirei tutti i telegiornali che fanno vedere morti tutti i giorni delle querre in iraq, dei terremoti in asia, delle sparatorie, dei furti, ecc...Sembrano i discorsi che faceva la chiesa quando la gente era ignorante, "La terra è piatta e se dici il contrario muori...", cercando di limitare la conoscenza dell'uomo, trattandolo come un burattino e imponendogli solo le informazioni che vogliono i potenti.Se poi il problema sono i minori, non vedo quale sia il problema. Io, se fossi genitore non comprerei il videogioco a mio figlio, e controllerei le compagnie che frequenta, o comunque lo terrei sottocchio come deve fare un qualsiasi genitore. Come si dice in genere, il miglior firewall sono i genitori...Se poi si è maggiorenni, beh, si è liberi di fare quello che si vuole...se voglio usare un videogame violento lo uso, PUNTO! Sono solo cavoli miei! Con tutti i giochi di guerra che ci sono in giro, devono rompere le scatole per ste stupidate. Meglio simularle in un videogames che nella realtà, perchè se un maggiorenne è intelligente non si fa condizionare da un semplice videogioco...Ma forse a questo mondo pensano che siamo tutti delle stupide marionette incapaci di usare il proprio cervello...
    • Red scrive:
      Re: Che stron***a
      Stra quoto!esattamente quello che penso
      • Fabio Man scrive:
        Re: Che stron***a
        Scusate, ma voi avete figli? Mi pare di sentire il prete quando fa la predica ai matrimoni: da' tanti bei consigli ma non e' sposato!
        • zidagar scrive:
          Re: Che stron***a
          - Scritto da: Fabio Man
          Scusate, ma voi avete figli? Mi pare di sentire
          il prete quando fa la predica ai matrimoni: da'
          tanti bei consigli ma non e'
          sposato!Mah, infatti ho scritto "se fossi genitore" :DCmq lo so che non è facile essere genitori, ma questi paradossi mi fanno proprio cadere le...Non si può accusare un videogioco perchè contiene atti sessiali espliciti o violenza in generale, quando invece abbiamo atti di violenza ogni giorno in TV in "fasce protette". Persino le pubblicità a volte sono strane: censurano lo scoiattolo che fa un peto e non la pubblicità dove si vede la tipa totalmente nuda...O si è "giusti" sempre o mai, non ci possono essere mezze vie certe volte.E comunque, non voglio fare di tutta un erba un fascio, ma oggigiorno molti genitori se ne sbattono dei figli trascurandoli, e in altrettanti casi ci sono genitori che non possono badare(purtroppo) ai figli a causa del lavoro di entrambi (cosa oramai obbligatoria se si vuole campare "decentemente").E poi la legge non è sempre dalla parte del genitore...Il genitore però deve essere + attento, e lo dico perchè vedo molti casi di figli "trascurati" e lasciati a loro stessi. Purtroppo e la realtà attuale, ma non si può puntare il dito contro un videogioco, è ridicolo...My 2 cents ;)
        • Demolitions scrive:
          Re: Che stron***a
          - Scritto da: Fabio Man
          Scusate, ma voi avete figli? Mi pare di sentire
          il prete quando fa la predica ai matrimoni: da'
          tanti bei consigli ma non e'
          sposato!Io consigli non ne ho da dare, solo una constatazione, sono figlio di genitori, che quando sono nato avevano 21 e 19 anni, e non ho mai fumato assolutamente niente e mai bevuto più che una birra una volta la settimana (quando mi va), mai fatto del male a un altro essere umano (volontariamente, s'intende, gli incidenti capitano) e fra l'altro non sono nemmeno "malato di Tifo" (chi vuol capire capisca).Di tutto ciò devo dare la "colpa" ai miei genitori, che mi hanno educato in questo modo, senza però vietarmi di giocare a quello che mi pareva, spesso controllando che non facessi niente di male e che non prendessi i videogiochi violenti (c'erano anche molto tempo fa, se serve un elenco di titoli basta chiederlo) troppo sul serio, al giorno d'oggi sono un programmatore 26enne, giocatore semi-professionista di Battlefield 2, noto gioco di guerra, e ancora al giorno d'oggi non ho fatto del male nè a me stesso nè a nessun altro.Di dispiaceri ai miei genitori ne ho dati, fra cui quello di essermi allontanato dalla religione, ma hanno capito le mie motivazioni e le hanno accettate, anche se secondo loro sbagliate.Io sono un giocatore di videogiochi violenti, ho partecipato a simulazioni di guerra soft-air, rifiuto qualsiasi religione per la stessa cosa per cui rappresenta, la mia vita è stata segnata dai giochi che CodaCons intende vietare? oppure come essere umano dotato di una propria intelligenza (o capacità di discernere) sono stato in grado di riconoscere la linea di confine?Chi è che mi ha aiutato a riconoscere quella linea? CodaCons e i suoi divieti o i miei genitori che pur lavorando entrambi mi sono stati dietro per tutto il tempo che hanno ritenuto necessario affinchè non diventassi un criminale?Guardiamo in faccia la realtà, se i genitori di oggi non hanno la VOGLIA (perchè il tempo si trova) di stare dietro ai loro figli, che non ne abbiano, perchè non è con i videogiochi/TV o con le baby-sitter che si educano i bambini, non è dando loro quello che chiedono che si fa capire ad un essere umano che alcune cose non si possono avere... da li a rubare il passo è breve...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Che stron***a
            quoto in pieno, se mi fosse possibile stringerei la mano a te e ai tuoi genitori con i miei complimenti.E gli stessi complimenti andrebbero fatti a tutti quelli che, nelle discussioni precedenti, hanno portato sè stessi come esempi di videogiocatori che non hanno risentito di influenze psicologiche maligne, istigazioni alla violenza,et cetera, perchè hanno usato il cervello; bravi,era ora,a giudicare da come va il nostro paese,mi era sembrato che le brave persone che usano la testa stessero lentamente scomparendo :-)
          • Demolitions scrive:
            Re: Che stron***a
            - Scritto da: nome e cognome
            quoto in pieno, se mi fosse possibile stringerei
            la mano a te e ai tuoi genitori con i miei
            complimenti.

            E gli stessi complimenti andrebbero fatti a tutti
            quelli che, nelle discussioni precedenti, hanno
            portato sè stessi come esempi di videogiocatori
            che non hanno risentito di influenze psicologiche
            maligne, istigazioni alla violenza,et cetera,
            perchè hanno usato il cervello; bravi,era ora,a
            giudicare da come va il nostro paese,mi era
            sembrato che le brave persone che usano la testa
            stessero lentamente scomparendo
            :-)Non stiamo scomparendo, siamo stati soffocati per un po' di tempo, ci hanno chiamati Nerd in senso dispregiativo, ci hanno relegato in compagnie chiuse perchè giocavamo ai videogiochi, ci hanno esclusi dalla "vita sociale" perchè noi eravamo i "toccati" che non sanno fare altro; al giorno d'oggi essere un Nerd è quasi un complimento, ma quando eravamo gli sfigati dov'erano le persone che oggi si ritengono giocatori assidui?Oggi CodaCons cerca di tagliare le ali ad una delle poche libertà che io come molti altri abbiamo avuto per una decina d'anni almeno, perchè invece di guardare a COSA si vende nei negozi non guardano A QUANTO si vendono? perchè ora improvvisamente vogliono farci credere di sapere cosa ci rende violenti o criminali? perchè quando io ero lo "sfigato" non hanno iniziato a prendere di mira in questo modo le discoteche?Sembrerà molto una sorta di autocommiserazione, ma sinceramente è una cosa che nell'ultimo periodo mi ha dato molto da pensare, quando è uscito GTA I nessuno ha brontolato, il "fenomeno" è uscito con GTA III, quasi 6 anni dopo, e il gameplay non è cambiato granchè...
        • NeverDie scrive:
          Re: Che stron***a
          quando giocai per la prima volta a gta3 ero minorenne...Mio padre prima mi fece un bel discorso... inutile dire che ora sono maggiorenne e non sono ne un tipo violento ne uno stupratore, tuttaltro...Non è facile essere genitore ma un genitore dovrebbe conoscere il proprio figlio, se il proprio figlio è uno che si lascia condizionare facilmente da giochi gli si dice NO, non te lo compro, bisogna saper dire di no, o al massimo parlarci e fargli capire che c'è una bella differenza tra sparare in testa a una persona virtuale e sparare in testa a una persona reale (e non parlo solo delle conseguenze ma dell'anima/karma che cambia, qualcosa si rompe dentro.)Sparare in un gioco può essere facile e divertente nella realtà non è cosi. Se chi gioca conosce queste basi non c'è nulla che può fargli partire la brocca e fare una stragge.E in fine naturalmente è un procedimento inutile che se avrà successo porterà tanti soldi nelle tasche della mafia che volevano abbattere (che avranno GTA4 in italia in esclusiva). Già me li immagino i venditori ambulanti... GTA 4 SOLO QUI in ESCLUSIVA!!!.Per non parlare delle tasse mancante allo stato, ogni copia venduta di GTA4 in italia paga le tasse se si pensa che è il gioco più venduto al mondo e che GTA4 non è poi cosi diverso da San Andreas o Vice City, dove lo scopo era il medesimo :D.
  • v1doc scrive:
    BUFFONI andata a lavorare !
    Al codacons si sono rincoglioniti, probabilmente hanno fatto i mantenuti con i soldi degli altri per troppo tempo
  • Fabio Iachini scrive:
    Codache?? Giù le mani dal capolavoro!!!
    Ma chi sono questi "signori" che spuntano fuori dal nulla che prendono soldi da tutte le parti e non risolvono un ciufolo? Io c'ho avuto a che fare con i "signori" del "codacons" e vi garantisco che se non gli fai comodo e non intravedono in te una fonte di guadagno, non ti prendono neanche in considerazione.Andate a lavorare!!! GRANDE GTA ti voglio ancora più violentoooo!!! ps.vendo fucile a pompavendo ak47 ottime condizionivendo pistola beretta pari al nuovo :-) :-) :-) :-) :-) :-) :-)
    • albero di natale scrive:
      Re: Codache?? Giù le mani dal capolavoro!!!

      Io c'ho avuto a che fare con i "signori" del
      "codacons" e vi garantisco che se non gli fai
      comodo e non intravedono in te una fonte di
      guadagno, non ti prendono neanche in
      considerazione.beh vedendo le tue capacita' espressive, gli errori grammaticali e sintattici che sei riuscito a scrivere in poche e tristi frasi, non mi stupisce che non ti abbiano considerato.
    • Enrico Bertaiola scrive:
      Re: Codache?? Giù le mani dal capolavoro!!!
      Compro il fucile a pompa....dov'è la sede del codacons?- Scritto da: Fabio Iachini
      Ma chi sono questi "signori" che spuntano fuori
      dal nulla che prendono soldi da tutte le parti e
      non risolvono un ciufolo?

      Io c'ho avuto a che fare con i "signori" del
      "codacons" e vi garantisco che se non gli fai
      comodo e non intravedono in te una fonte di
      guadagno, non ti prendono neanche in
      considerazione.
      Andate a lavorare!!!

      GRANDE GTA ti voglio ancora più violentoooo!!!

      ps.
      vendo fucile a pompa
      vendo ak47 ottime condizioni
      vendo pistola beretta pari al nuovo

      :-) :-) :-) :-) :-) :-) :-)
  • _fab_ scrive:
    Ma chi li ha sciolti?!
    Ahahahahah mi viene in mente un certo pomeriggio di un giorno settimanale su un certo canale dove si vedono solamente donne semi discinte e si disquisisce di argomenti faceti e/o totalmente irrilevanti... CODACOONSSS! STO A DI' A TE AOOOO'ahahahahahahahaahh:fab:
    • Tripla_A scrive:
      Re: Ma chi li ha sciolti?!
      - Scritto da: _fab_
      Ahahahahah mi viene in mente un certo pomeriggio
      di un giorno settimanale su un certo canale dove
      si vedono solamente donne semi discinte e si
      disquisisce di argomenti faceti e/o totalmente
      irrilevanti... CODACOONSSS! STO A DI' A TE
      AOOOO'
      ahahahahahahahaahh


      :fab:Scusa a quale canale e giorno ti riferisci?Sai dato che praticamente ci sono donne discinte a tutte le ore del dì, almeno capire...
      • _fab_ scrive:
        Re: Ma chi li ha sciolti?!
        Uh, dicevo buona domenica... Scusate.. si vede che non guardo la tv, mi muovo solo per luoghi comuni.*tentativo di umorismo abortito*:fab:
  • apalmate scrive:
    Se i genitori...
    ..stessero un po' di più con i figli invece di parcheggiarli davanti al pc/play/xbox/wii/nds o alla televisione perchèè fa comodo... non si preoccuperebbero di questi giochi..ma è più semplice sbolognarseli che non parlarci...ecco perchè poi crescono così i ragazzi di oggi.. hanno tutti lo "stile" di CostanZino e la faccia di MariO De Filippi..Bah..P.S.Io almeno usavo il commodore 64.. ma almeno qualche10 FOR I=1 TO 1020 PRINT "Ciao Mondo!"30 GOTO 10l'ho fatto.. (anche qualcosa di più dai.. :) (c64)(amiga)
    • bubba scrive:
      Re: Se i genitori...

      P.S.
      Io almeno usavo il commodore 64.. ma almeno
      qualche
      10 FOR I=1 TO 10
      20 PRINT "Ciao Mondo!"
      30 GOTO 10

      l'ho fatto.. (anche qualcosa di più dai.. :) e secondo me ti dava dei gran problemi...visto che manca il NEXT :)
  • Akasha scrive:
    Beeeellloooooooooo!!
    GTA4 è un capolavoro. E' un gioco ben fatto sotto tutti i punti di vista. Eppoi non è così estremo come dicono, di sangue non ce n'è molto, ci sono giochi molto + sanguinolenti di quello. La trama è ottima, sembra un film sulla mafia e gareggia di pari livello con molti film sullo stesso tema che sono usciti nella storia cinematografica. Eppoi il protagonista non si droga(anzi condanna i suoi amici che lo fanno), ha una morale e spesso spicca di moralità su quello che succede intorno a lui. Lui è semplicemente uno che vuole fare soldi e si trova immischiato in faide tra famiglie mafiose. Alla fine è un dipinto della realtà americana, magari estremizzato un po, ma nell'enfatizzazione dei personaggi del gioco si ritrovano molti stereotipi che vediamo spesso ai telegiornali e in tv. I mafiosi esistono, le guerre tra bande pure, i drogati pure. Allora bendiamoci gli occhi, tappiamoci le orecchie e viviamo sotto una bella campana di vetro, così la vita brutta che c'è fuori non ci sfiorerà...
    • Massimo Fantin scrive:
      Re: Beeeellloooooooooo!!
      Quoto in pieno,come si puo vedere dal mio blog(mypov.eu) ma provate ad andare nel sito del codacons per mandarli na mail di protesta... non ce una voce che ti possa permettere di scriverli na mail.. oltre al fatto che il sito sembra del era del web 0.0.0.0.0.1 Alpha -_-... bha..
  • m.g. scrive:
    ma chi li mantiene questi?
    che si trovino un lavoro vero. con che soldi li pagano?.GTA IV ha un pegi 18+, per cui non puo' essere venduto ad un minore. Se avviene non e' colpa di GTA IV.
  • Roby scrive:
    L'ho gia' sentito...
    Concordo con chi prima ha detto che ha tutti i capitoli della saga gta, personalmente ho giocato ai giochi piu' violenti al mondo ma NON HO MAI ucciso, investito, rapinato, stuprato nessuno. non sono neache un mafioso, quelli stanno al governo. Neanche mi e' passato per il cervello!Sono daccordo nel dire che e' un gioco per adulti, come dicono anche gli stessi sviluppatori, sono convinto che non deve andare nelle mani di minorenni, ok! ma allora si deve colpire il negoziante che lo vende ai ragazzini o il genitore che permette al figlio minorenne di giocarci, non il gioco in se'... Una volta era Ozzy e i Black Sabbath, poi Poe e tutta questa gente "a far perdere la testa ai nostri ragazzi", non piuttosto certe stronzate come Amici della defilippicheduecoglionistartiasentire piuttosto che alcune trasmissioni del calcio in cui urlano tutto il tempo dandosi addosso o alcune trasmissioni politiche che sono peggio di quelle del calcio. Quelle sono educative? Magari formano i nostri ragazzi? Hmmm.... non credo.Ancora una volta il codacons dice cazzate!
  • Roberto Marghelli scrive:
    Pensate alle cose serie CODACONS!
    Ma perchè invece di fare le prime donne con i videogiochi non pensano al caro carburante che ci stà portando a pagare quasi 1,50 /lit sia gasolio che benzina?O al caro vita? Visto che molti ormai subiscono la crisi della 3^settimana, cioè che alla terza settimana dopo lo stipendio sei già al verde...Siamo proprio in Italia!
    • 1977 scrive:
      Re: Pensate alle cose serie CODACONS!
      - Scritto da: Roberto Marghelli
      Ma perchè invece di fare le prime donne con i
      videogiochi non pensano al caro carburante che ci
      stà portando a pagare quasi 1,50 /lit sia
      gasolio che
      benzina?

      O al caro vita? Visto che molti ormai subiscono
      la crisi della 3^settimana, cioè che alla terza
      settimana dopo lo stipendio sei già al
      verde...

      Siamo proprio in Italia!Sono d'accordo. La violenza è ovunque, in tv, nelle riviste, nei, tg, nelle strade.. e questi si concentrano su GTAIV.. che tristezza.
    • roland scrive:
      Re: Pensate alle cose serie CODACONS!
      - Scritto da: Roberto Marghelli
      Ma perchè invece di fare le prime donne con i
      videogiochi non pensano al caro carburante che ci
      stà portando a pagare quasi 1,50 /lit sia
      gasolio che
      benzina?

      O al caro vita? Visto che molti ormai subiscono
      la crisi della 3^settimana, cioè che alla terza
      settimana dopo lo stipendio sei già al
      verde...

      Siamo proprio in Italia!giusto, le tasse sui carburanti sono una cosa molto più seria a cui pensare, ma forse anche loro sanno che è una causa persa, lo stato non rinuncerà mai a quei soldi, sennò da dove li prendono i soldi da buttare in opere incompiute e stipendi per i politici fancazzisti?che brutta cosa stà diventando l'italia, tra poco facciamo la fine dell'argentina
  • BlueMond scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    Tenessero i bacarospi al guinzaglio, invece di darli in pasto alla "playsitter" o alla "TV-Sitter"...
  • Lenny scrive:
    Troppo belllooooo
    Ma noooo daiiiiiii È cosi bello sparare alle persone a bruciapelo, sparare ai poliziotti, far saltare le auto, investire i pedoni, vedere i mafiosi etc.. tirare di coca, rubare auto, pullman, tir, usare il bazooka, rubare nei negozi, sgommare per la citta tamponando tutti, lanciarsi da un grattacielo e ritrovarsi solo all'ospedale, chiamare le ambulanze anche a vuoto, andare a zoccole (notare la possibilità di scelta tra 3 servizietti....), Se questo non è educativo!!!!!!PS: stasera esco con la Katana....
  • Wolf01 scrive:
    Re: Una domanda? E IL PADRINO?
    e Saint Row? un mio amico mi ha detto che ti puoi pure fumare i bonghi... è l'unico gioco dove puoi decidere di fumare, oltre a fare tutto e di più di quello che si fa su gta.. e non mi sembra che abbiano preso contromisure
  • enrico scrive:
    questione di soldi
    Vedendo le continue castronerie sparate dal codacons, comincio ad avere il sospetto che, oltre a pubblicità personale e gratutita, si tratti di speculazione, quasi un ricattino continuo. Che alla fine si portino a casa un po' di soldini con "patteggiamenti" risarcimenti, cause, assistenza legale, ritiro di querele facilitato da transazioni....La storia dell'uomo insegna che dietro ogni cosa ci sono i soldi (o una donna)meditiamo, meditiamo
  • BlueMond scrive:
    La Psiche Umana
    La realtà è che la psiche umana (maschile in particolare) è attratta dalla violenza come bisogno biologico. Non siamo molto più evoluti dell'uomo primitivo, per capirci, anche se abbiamo creato una società molto più complessa di quella che il nostro cervello è in grado di gestire.L'attrazione verso questo tipo di giochi è l'effetto, non la causa. Lo dimostra anche il fatto che la maggior parte programmi televisivi, per essere visti devono sostanzialmente contenere violenza o effetti altamente drammatici. Le TV lo sanno bene e si adeguano.Se poi venisse dimostrata una relazione tra videogiochi violenti e violenza reale, secondo me dimostrerebbe solamente che chi è propenso alla violenza viene più attratto da questi videogiochi.Anzi, dirò di più, secondo me giocare a questi giochi può essere un'ottima valvola di sfogo, contro quella che altrimenti potrebbe diventare violenza reale.Magari se certi personaggi giocassero a GTA invece di dedicarsi ai pestaggi...Per la cronaca io possiedo TUTTI i GTA usciti ad oggi (tranne il primo e l'ultimo... ancora), e, che strano, non ho ancora rapinato un negozio di liquori...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2008 08.38-----------------------------------------------------------
    • EffeElle scrive:
      Re: La Psiche Umana
      Tutti abbiamo bisogno di una valvola di sfogo, c'è chi da la caccia al romeno, chi si siede davanti al proprio computer e gioca, chi va in palestra come me a sollevare pesi o fare arti marziali.La catarsi per me c'è, eccome. Ovvio che questi giochi non devono finire nelle mani dei bambini.D'altronde è dura vivere in questo schifo di società!
    • blaky scrive:
      Re: La Psiche Umana
      In realtà... la boxe può rappresentare uno sfogo adeguato per chi è di indole violenta, perchè insegna un "regolamento" di condotta e morale ! Lo sport in generale è adatto a questo scopo e sarebbe superficiale indicare Iron Mike come contraddizione a questo fatto... se mai ne è l'eccezione che conferma la regola !In realtà...la psiche umana non solo si lascia attrarre dalle emozioni forti ma se ne innamora !In realtà...noi tutti siamo degli abitudinari, inquanto il nostro "caratere" è definibile come una "serie di azioni ed emozioni" ripetute sotto stimoli simili con regole tipo causa-effetto ! In realtà...un videogioco può influenzare chiunque... al momento giusto, chiunque può reagire come abituato a fare nelle simulazioni {vedi i piloti di aereo} !In realtà...cosa ottima è sfogare i propri impulsi negativi ! ma regolamentandoli e quindi imparando a controllarli, non lasciando che agiscano liberamente in noi... altrimenti l'effetto è come quello di una droga ! sfogarti ti fa sentire bene ! ti da gusto ! In realtà...chiunque vorrebbe trovare la propria soddisfazione psico-fisica nella "realtà terrena" ! mentre non tutti sono disposti a relegare questa sensazione ad ambiti "virtuali"! @^ O)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2008 10.23-----------------------------------------------------------
      • Demolitions scrive:
        Re: La Psiche Umana
        - Scritto da: blaky
        In realtà...
        un videogioco può influenzare chiunque... al
        momento giusto, chiunque può reagire come
        abituato a fare nelle simulazioni {vedi i piloti
        di aereo}
        !In realtà...C'è una bella differenza fra "simulatore" e "videogioco", anche perchè è vero si, che i piloti si abituano ad avere determinate reazioni con i simulatori, ma è anche vero che i simulatori non son giochi, e chiunque abbia provato a "giocare" ad un qualsiasi simulatore, non necessariamente di volo, l'ha lasciato perdere dopo nemmeno un ora, visto che son noiosi come la morte, visto che devono simulare la realtà...Per questo giochi come GTA non sono affatto simulazioni, anche perchè prova a prendere la tua auto e andare a sbattere contro un muro a 60 Km/h, poi dimmi:A) se sei ancora vivoB) se la tua auto è ancora in grado di muoversici sarebbero altre domande, ma bastano queste.Il fatto è che è perfettamente inutile "censurare" o addirittura vietare un videogioco, perchè se un qualsiasi 15enne non è in grado di distinguere fra videogioco e realtà e tenta di portare le azioni del videogioco nel mondo reale, probabilmente il problema ce l'aveva già da prima...
        • blaky scrive:
          Re: La Psiche Umana
          pienamente daccordo !1) censurare non ha senso anzi è peggio2) simulare la realtà è noiosoperò volevo dire che se tiri in ballo la psiche devi tenere inconsiderazione un bel po di cosette, per fare un esempio non credo proprio che sia la stessa cosa vedere o leggere Heidi, Topolino o Holly e Benji sia la stessa cosa di Capitan Harlock, Dylan Dog o Sin City {dal punto di vista delle abituditi individuali}cmq ripeto censurare è "sempre" una gran c.....a;-)
    • Demolitions scrive:
      Re: La Psiche Umana
      - Scritto da: BlueMond
      Per la cronaca io possiedo TUTTI i GTA usciti ad
      oggi (tranne il primo e l'ultimo... ancora), e,
      che strano, non ho ancora rapinato un negozio di
      liquori...Un negozio di armi no eh, sappiamo tutti che il negoziante ha sotto il bancone un fucile carico...
    • Enrico Bertaiola scrive:
      Re: La Psiche Umana
      Modificato dall' autore il 21 maggio 2008 08.38
      --------------------------------------------------
  • mario scrive:
    ma per favore
    ridicoliiiiiiiiiiiiiiiiiii
  • Rox scrive:
    104 PROCURE?
    Ma mi chiedo...quali micidiali agganci hanno questi per potersi permettere di sovraccaricare contemporaneamente il già lento lavoro di 104 procure italiane? Se non mi sbaglio sempre 104..sempre le stesse..per qualsiasi cosa...va bene tutelare gli interessi dei consumatori..ma c'è un limite...qui si va oltre qualsiasi comportamento sensato...direi che Rienzi non ha più necessità di farsi pubblicità...è già famoso...facesse quindi SOLO AZIONI SENSATE!!uno tra i tanti Avv.
  • roland scrive:
    codacons al rogo
    se se... prima ti fanno mettere il bollino per i contenuti violenti, poi siccome hai messo il bollino vuol dire che hai ammesso la violenza esplicita e quindi devi ritirarlo dal mercato...ma di cosa si fanno quelli del codacons?prima di tutto dovrebbero mettersi a fare uno studio e cercare di dimostrare che i videgame istigano alla violenza, una volta finito lo studio dovrebbero starsi zitti perché nessun gioco istiga alla violenza come dicono questi quà, se uno gioca a gta e poi se ne esce a picchiare la gente per strada vuol dire che era già deviato per i fatti suoi..
  • lellykelly scrive:
    pagliacci
    non ci ho mai giocato, ma ho visto giocare un amico e ho visto qualcosa su youtube.quello che ho capito è: si c'è violenza, ma non è diversa da quella della tv, non è come in tiv che solo guardi, qua devi agire e se vuoi finire il gioco non stai a perdere tanto tempo in cazzate.mi domando, ma se è conforme alle normative europee, perchè noi dovremmo fare i diversi? a sto punto qualsiaso giuoco può venire indicato come violento... pacma che mangia i fantasmini e viene mangiato da loro, che cattiveria, bandire subito.un'altra cosa, se uno è un demente e fa il violento, è certamente colpa dei videogiochi?ma io la colpa la so di chi è... è di quelli che fanno i figli, ecco di chi è, appena rompono, taaac il giochino, il cellulare, l'ipod, e poi, siccome hanno gia tutto, per divertirsi picchiano gli altri..i GENITORI sono da rendere illegali, quelli prima dei 45 anni soprattutto.
  • Nemo scrive:
    vergognatevi un po' va...
    possibile che siate solo capaci di vietare,censurare,boicottare,nascondere ?!?!Imparate a fare cose piu' decenti in tv, anzi, che dico decenti, basterebbe GUARDABILI !Ci sono tutto il giorno tette e culi a profusione, che allora dobbiamo scoparci la prima gnocca che ci arriva a tiro ?Cervelli limitati !!!!Siamo nel 2008 ma sembra di essere tornati al medioevo....bah...
    • MegaJock scrive:
      Re: vergognatevi un po' va...
      - Scritto da: Nemo
      Ci sono tutto il giorno tette e culi a
      profusione, che allora dobbiamo scoparci la prima
      gnocca che ci arriva a tiro
      ?Lo dici come se fosse una brutta cosa.
      Cervelli limitati !!!!
      Siamo nel 2008 ma sembra di essere tornati al
      medioevo....
      Il Medioevo era cool. C'era tanto sesso e tanta violenza.
  • non so scrive:
    non bisogna vietare il gioco
    ma rendere attenti i genitori a cosa giocano i propri figli minorenniun maggiorenne capira' da solo che la vita da malavitoso puo' essere divertente per qualche ora in GTA, ma che tutto sommato e' una vita di merdase cosi' non fosse, questo ipotetico individuo che non capisce la differenza tra bene e male, commettera' una cazzata anche senza GTA
    • Ruttolomeo scrive:
      Re: non bisogna vietare il gioco
      - Scritto da: non so
      un maggiorenne capira' da solo che la vita da
      malavitoso puo' essere divertente per qualche ora
      in GTA, ma che tutto sommato e' una vita di
      merda
      se cosi' non fosse, questo ipotetico individuo
      che non capisce la differenza tra bene e male,
      commettera' una cazzata anche senza
      GTAQuoto completamente.La discussione comunque è a dir poco vecchia.Se parliamo di videogames si disse che erano diseducativi anche i capostipiti...Ho 35 anni. Sono cresciuto con i videogames fin dal mio vecchio Commodore 64. Ora sono programmatore e ho solo smesso di giocare per questioni di tempo.Ma fino a un paio di anni fa sbavavo di fronte a giochi ultrarealistici (e ad immersione totale) che mi permettessero un'esperienza di immedesimazione più forte di qualsiasi libro o film, che pure fruisco in grande quantità.Ho la passione per l'horror, sia in cinema che nella letteratura e anche nei videogiochi...Ma non mi sognerei mai di confondere la mente con la realtà. Chi lo fa è comunque malato e anche se non legge/guarda film/videogioca può fare molto male.Vedete per esempio quel tipo austriaco che ha imprigionato e seviziato per 20 anni la figlia e i nipoti.Mica era un videogiocatore!E chi sa dirmi se i vari stupratori/assassini/ladri/ecc. sono degli appassionati di videogame o di letteratura o di cinema? Forse sì. Ma forse anche no.
  • lascoltodel venerdi scrive:
    Uhm...quindi? via tutti di download?
    Mi chiedo...Ma le persone non riflettono prima di parlare?Con questa sparata ottengono:1- di fare pubblicità al gioco (lo rendono "famoso", quindi desiderato)2- poi se non posso più compralo, beh...posso sempre scaricarlo! Intanto se divento un malvivente l'ho imparato dal gioco. ^_^La cosa più triste è la MANCANZA DI INFORMAZIONE che poi sfocia in sparate come questa. Insomma devono capire che i videogiochi non sono solo per i ragazzini!E non mancano altri esempi, come quegli anime violenti messi accanto a "Barby e il lago dei cigni".Che tristezza!
  • drK scrive:
    ma per piacere
    Solite baggianate ...Freni inibitori..blabla bla.. psiche degli adolescenti .. blabla bla.. scene di sesso esplicito ... blabla bla..E come la mettiamo con la televisione?E' diventata un puttanaio (grande bordello dove se non scopi non fai successo, buona domenica e trashcan affini dove c'è sovrabbondanza di fanciulle seminude)ed ovviamente a pagare sono i videogiochi (probabilmente chi di dovere non guadagna quanto dovrebbe!)...Potrei citare tanti di quei film VIOLENTI e che istigano a delinquere anche non citando necessariamente i film di stampo HORROR.Oggi alla televisione il sesso viene sbattuto in faccia senza problemi e senza pudori assieme alla violenza ed a tematiche poco edificanti per lo spirito..Stà alla persona capire che certi atteggiamenti non vanno tenuti.E' ovvio ci sono i minori che vanno tutelati..Ed il marchio PEGI cosa lo hanno messo a fare?!?Beh mi sa che è inutile scrivere certe cose non cambieranno mai finchè il videogioco non sarà considerato alla stregua di altri MEDIA (tv,radio,libri etc.)
    • Spectator scrive:
      Re: ma per piacere
      - Scritto da: drK
      Solite baggianate ...
      Freni inibitori..blabla bla.. psiche degli
      adolescenti .. blabla bla.. scene di sesso
      esplicito ... blabla
      bla..
      E come la mettiamo con la televisione?
      E' diventata un puttanaio (grande bordello dove
      se non scopi non fai successo, buona domenica e
      trashcan affini dove c'è sovrabbondanza di
      fanciulle seminude)ed ovviamente a pagare sono i
      videogiochi (probabilmente chi di dovere non
      guadagna quanto
      dovrebbe!)...
      Potrei citare tanti di quei film VIOLENTI e che
      istigano a delinquere anche non citando
      necessariamente i film di stampo
      HORROR.
      Oggi alla televisione il sesso viene sbattuto in
      faccia senza problemi e senza pudori assieme alla
      violenza ed a tematiche poco edificanti per lo
      spirito..
      Stà alla persona capire che certi atteggiamenti
      non vanno
      tenuti.
      E' ovvio ci sono i minori che vanno tutelati..
      Ed il marchio PEGI cosa lo hanno messo a fare?!?
      Beh mi sa che è inutile scrivere certe cose non
      cambieranno mai finchè il videogioco non sarà
      considerato alla stregua di altri MEDIA
      (tv,radio,libri
      etc.)eh beh hai visto con la televisione basta essere una subrette e diventi ministro delle pari opportunita'pari oppurtunita', ovviamente per le ex-starlette dei calendari.
  • Jessee scrive:
    W il Codacons, è tutto vero.
    E' da quando è uscito PacMan che i ragazzi non fanno altro che impasticcarsi! :D
    • Blackstorm scrive:
      Re: W il Codacons, è tutto vero.
      - Scritto da: Jessee
      E' da quando è uscito PacMan che i ragazzi non
      fanno altro che impasticcarsi!
      :DPer non parlare di Tetris, in assoluto il gioco più pericoloso della storia :D(chi ai tempi leggeva TGM, si ricordera questa chicca dei Bovas...)
      • Tripla_A scrive:
        Re: W il Codacons, è tutto vero.
        - Scritto da: Blackstorm
        - Scritto da: Jessee

        E' da quando è uscito PacMan che i ragazzi non

        fanno altro che impasticcarsi!

        :D

        Per non parlare di Tetris, in assoluto il gioco
        più pericoloso della storia
        :D

        (chi ai tempi leggeva TGM, si ricordera questa
        chicca dei
        Bovas...)E per forza: veniva dalla russia, quindi era un pericolo comunista!(rotfl)
  • Luka scrive:
    MA X FAVOOOREE
    MA SE ORMAI NON ESISTE UN FILM DOVE NON CI SIA UNA PISTOLA....!!!!!!!!!!!! .MA X FAVOOOREE, TRA L'ALTRO CE LI TRASMETTONO TUTTI I GIORNI E SENZA CHIEDERCI SE CI PIACCIONO, ALMENO IL GIOCO TE LO DEVI ANDARE A COMPRARE DI PROPOSITO E COSCIENTEMENTE.
  • Ilpiccolo scrive:
    [OT] CENSURA
    Io non capisco come mai spariscono i post...PI ? Vi hanno hackerato il forum e ogni tanto qualkuno giocha o cosa ? E' incredibile...Voi si sapere cosa è la censura...
  • GTV scrive:
    Sequestrate le televisioni
    Sarebbe il caso di sequestrare anche tutte le televisioni italiane per impedire che i nostri figli possano diventare come tanti delinquenti, anche parlamentari o con incarichi nella PA, di cui vediamo le gesta e le scarcerazioni tutti i giorni in televisione. Questi sono il peggiore esempio di vita da seguire. Inoltre speriamo che il Codacons si decida a togliere l'899 con la nuova normativa, visto che i finanziamenti dallo stato se li prendono e non hanno bisogno di vendere le consulenze telefoniche.
    • Giacomo scrive:
      Re: Sequestrate le televisioni
      - Scritto da: GTV
      Sarebbe il caso di sequestrare anche tutte le
      televisioni italiane per impedire che i nostri
      figli possano diventare come tanti delinquenti,
      anche parlamentari o con incarichi nella PA, [...]Quoto!
  • henryg scrive:
    Con tutti i problemi che ci sono....
    la benzina che aumenta ma non scende mai, le tariffe raddoppiate, i 7,5 per vedere un cazzo di film al cinema(!), e le fregola a 4 il kilo....questo stanno a pensà a GTA ? Ma vaff...
    • A. Stefano scrive:
      Re: Con tutti i problemi che ci sono....
      Concordo pienamente!! Ma poi dico.....noi poveri italiani siamo ridotti sul lastrico...stiamo attenti anche a comprare il cibo....GTA costerà sui 60...potranno permetterselo solo i figli dei politici. w p2p :-) - Scritto da: henryg
      la benzina che aumenta ma non scende mai, le
      tariffe raddoppiate, i 7,5 per vedere un cazzo
      di film al cinema(!), e le fregola a 4 il
      kilo....questo stanno a pensà a GTA ? Ma
      vaff...
      • Demolitions scrive:
        Re: Con tutti i problemi che ci sono....
        - Scritto da: A. Stefano
        Concordo pienamente!! Ma poi dico.....noi poveri
        italiani siamo ridotti sul lastrico...stiamo
        attenti anche a comprare il cibo....GTA costerà
        sui 60...potranno permetterselo solo i figli dei
        politici. w p2p :-)



        - Scritto da: henryg

        la benzina che aumenta ma non scende mai, le

        tariffe raddoppiate, i 7,5 per vedere un cazzo

        di film al cinema(!), e le fregola a 4 il

        kilo....questo stanno a pensà a GTA ? Ma

        vaff...Senza contare che per giocarci devi aver già speso intorno ai 400 per comprarti l'ultima console nextgen
        • Sgabbio scrive:
          Re: Con tutti i problemi che ci sono....
          con quella cifra di prendi una XBox 360 e un nintendo WII. Poi faccio presente che GTA c'è per 360 non solo per ps3.
          • Demolitions scrive:
            Re: Con tutti i problemi che ci sono....
            - Scritto da: Sgabbio
            con quella cifra di prendi una XBox 360 e un
            nintendo WII. Poi faccio presente che GTA c'è
            per 360 non solo per
            ps3.era una considerazione, non volevo essere preciso sul prezzo, comunque quello che volevo far notare è che il costo per giocare a GTA4 è altino, se consideriamo che al giorno d'oggi c'è chi arriva a malapena alla fine del mese con lo stipendio, direi che ci son cose un filino più importanti di cui occuparsi da parte delle associazioni dei consumatori, no?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Con tutti i problemi che ci sono....
            si concordo, se parliamo del gioco su console e altino si.Appunto il codacons dovrebbe preocuparsi di cose assai più importanti...ma ormai è una succursale del moige :(
  • steveballmer scrive:
    Good game!
    Halo is mucho better, but good!http://fakesteveballmer.blogspot.com
  • John Doe scrive:
    Sarà un boomerang per il Codacons
    Questa INCRDIBILE richiesta da parte del Codacons, si trasformerà in un boomerang, vedrete. Io ad esempio, spesso seguivo le loro iniziative, ora non lo farò mai più. Lo giuro. E senza i "consumatori" come farà l'associazione stessa a sopravvivere?NO Codacons, così NO!
    • BlueMond scrive:
      Re: Sarà un boomerang per il Codacons
      Quoto e sottoscrivo.Anch'io pensavo fossero seri, ora non ne sono più tanto convinto. Mi sa tanto da "partito politico"
      • Sgabbio scrive:
        Re: Sarà un boomerang per il Codacons
        il codacons a perso la sua serietà quando ha deciso di seguire le orme del moige, facendo quella campagna idiota contro il Wrestilng come fece il moige.
        • BlueMond scrive:
          Re: Sarà un boomerang per il Codacons
          Iscriversi o aderire ad un associazione di genitori è un ammissione che si è incapaci di esserlo, no?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Sarà un boomerang per il Codacons
            bhe sa facesse qualcosa di realmente buono con uno sforzo colletivo invece di seguire i dettami di una religione, dare di malati ai Gay è dire che l'omosessualità è una conseguenza della pedofilia.....forse sarebbe una cosa buona. COSA CHE IL MOIGE NON E' Non si sa nemmeno quali sono i suoi iscritti.
  • francoso scrive:
    qui ci vorrebbe il reato di idiozia.....
    qui ci vorrebbe il reato di idiozia collettiva per metter a tacere Codacons e Moige : chi vuol censurare vuol controllare!Qui i minorati mentali sono Codacons e Moige con queste campagne pseudo - protettive dei minori !
    • federico balestra scrive:
      Re: qui ci vorrebbe il reato di idiozia.....
      - Scritto da: francoso
      qui ci vorrebbe il reato di idiozia collettiva
      per metter a tacere Codacons e Moige : chi vuol
      censurare vuol
      controllare!
      Qui i minorati mentali sono Codacons e Moige con
      queste campagne pseudo - protettive dei minori
      !Sottoscrivo.Come sempre la realtà da una parte loro dall'altra, e noi a pagare.
  • Mr. X scrive:
    Non vedo l'ora esca per PC
    Perchè dovrebbero privarmi di qualche ora di sano intrattenimento videoludico la sera dopo una giornata di studio o passata con gli amici?Pensino a censurare buona domenica e troiate simili, litigi e violenza onnipresenti nei TG. E' vietato ai minori di 18, punto e basta, io ho 21 anni e ci gioco quando mi pare e piace, basta con questo falso perbenismo!
  • Giggi scrive:
    Il codacons N.C.U.C.D.V.
    cdoGiggi
  • Gauss scrive:
    POI LA GIUSTIZIA E' LENTA!
    104 esposti...il codacons si dovrebbe vergognare, al di là delle motivazioni, per impestare le procure di esposti! Ne bastava uno, ma uno non fa scalpore....idem per i redditi online e siamo già a 208 nel giro di due settimane! Poi ci si meraviglia se il marocchino omicida esce di galera per decorrenza di termini!
  • me stesso scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    - Scritto da: Mec Alice
    Questi mentre si guardavano un pornazzo han
    buttato l'occhio su gta.92 minuti di applausi.
  • Den Lord Troll scrive:
    idea!
    coalizziamoci e ognuno faccia il proprio Tommy Vercetti nella propria città ... così finalmente arriva quello che i dannati italiani si meritano [anche per avermi ridotto così] ... bleahAL DEPOSITO DI ARMI & MUNIZIONI GENTE!
  • Parolaro scrive:
    Di nuovo 104 procure?
    io farei pagare interamente al codacons il costo di 103 di queste 104 denunce. e toglierei loro anche i fondi pubblici.
  • Spectator scrive:
    diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
    Per la totale incapacita' dei genitori di saper gestire il rapporto con i figli.Quel gioco e' per persone maggiori di diciotto anni, e colpa forse della casa dei videogiochi che i genitori (divorziati, separati, disastrati) per tener buono il figliolo gli danno 100 euro per la loro totale incapacita' di gestire il rapporto con i propri figli?Poi questa del reato ad istigazione a delinquere sembra talmente assurda che a raccontarla non ci si crederebbe.Cara codacons e' meglio che in fondo i ragazzini giochino ai gangster che lo diventino nella vita di tutti i giorni?Secondo il codacons quei ragazzini intervistati ad anno zero che pippavano cocaina (15 16 anni) se avessero fatto qualche partita in piu' ai videogames invece di andare a casa degli amici ad ammazzarsi di fumo e crack non era meglio? Ecco che quando la coscienza dei genitori diventa sporca sono tutti alla ricerca dell'untore o del cattivo maestro.Cara codacons invece di prenderla con i creatori di videogiochi prendetevela con i vostri stessi consumatori che difendente, che lasciano i figli a casa per andare con le amichette o con gli amichetti, preferendo una serata a mig**tte e champagne o a trom*are con qualche insegnante di palestra, per poi pulendosi la coscienza con 100 euro.Vi dovete solo che vergognare.Il videogioco rappresenta solamente una visione virtuale di quello che ci circonda ovvero liquame!prendetevela con voi stessi piuttosto.E' cominciata la caccia alle streghe.oggi e grand theft e domani?
    • doom scrive:
      Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?

      Cara codacons e' meglio che in fondo i ragazzini giochino ai gangster che lo
      diventino nella vita di tutti i giorni?ho una idea migliore, proviamo a farlo in una simulazione, se poi sono bravo passo alla realta' :D :D :DMio fratello adesso lavora all'Alenia, anni fa giocava con flight simulator...dice nulla? :o
      Secondo il codacons quei ragazzini intervistati
      ad anno zero che pippavano cocaina (15 16 anni)
      se avessero fatto qualche partita in piu' ai
      videogames invece di andare a casa degli amici ad
      ammazzarsi di fumo e crack non era meglio?Leggere un libro, giocare a calcio,dare un aprtita a D&d, STUDIARE sono attivita' forse troppo sbagliate? Per te le alternative sono o crearsi un mondo illusorio con la droga o vivere in un mondo illusorio nei videogame?Per te la vita e' davvero da trascorrere così passivamente? Davanti alla Tv a guardare grande fratello o alla playstation a simulare stupri?
      Ecco che quando la coscienza dei genitori diventa
      sporca sono tutti alla ricerca dell'untore o del
      cattivo maestro.Credo che i genitori del codacons siano fin troppo oppressivi con i loro figli, e non abbiano bisogno di ulteriori cani da guardia.... tipo rod e top flanders, per intenderci...forse il problema sono quei tardoni che a 40 anni si vestono da 12enni....andrbbe tolta loro la patria potesta', altro che censurare i videogame!
      Vi dovete solo che vergognare.
      Il videogioco rappresenta solamente una visione
      virtuale di quello che ci circonda ovvero
      liquame!
      prendetevela con voi stessi piuttosto.E tu ci sguazzi due volte (nella realta' e nella finzione virtuale). Sei davvero un campione.ah ah W liberta'
      • Demolitions scrive:
        Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
        - Scritto da: doom

        Secondo il codacons quei ragazzini intervistati

        ad anno zero che pippavano cocaina (15 16 anni)

        se avessero fatto qualche partita in piu' ai

        videogames invece di andare a casa degli amici
        ad

        ammazzarsi di fumo e crack non era meglio?

        Leggere un libro, giocare a calcio,dare un
        aprtita a D&d, STUDIARE sono attivita'
        forse troppo sbagliate? Per te le alternative
        sono o crearsi un mondo illusorio con la droga o
        vivere in un mondo illusorio nei
        videogame?
        Per te la vita e' davvero da trascorrere così
        passivamente? Davanti alla Tv a guardare grande
        fratello o alla playstation a simulare
        stupri?Attento, D&D potrebbe essere pericoloso, potresti iniziare a girare con spada e scudo e uccidere gente in giro per guadagnare punti esperienza, scherzi a parte, sempre meglio stare davanti alla playstation a simulare stupri, omicidi e furti, che andare a compierli veramente, magari anche per pagarsi la dose, non credi?
      • DeMoN3 scrive:
        Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
        - Scritto da: doom
        Mio fratello adesso lavora all'Alenia, anni fa
        giocava con flight simulator...dice nulla?
        :oBeh,anche un mio amico ha passato gli ultimi anni con flight simulator e ora si è iscritto in accademia aeronautica,ma la passione e l'intenzione ce l'aveva ben prima del videogioco,dato che il padre è colonnello dell'aeronautica...Probabilmente anche quelli che da grandi vogliono entrare nella mafia si divertono a giocare,ma è solo un modo per fare già quello che vorrebbero fare da grandi,di certo non una scuola preparatoria...se uno è delinquente lo è già da prima,se è una brava persona sa che quello che sta usando non è nient'altro che un videogame violento
      • Sgabbio scrive:
        Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
        delirio puro.
    • Guybrush scrive:
      Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
      - Scritto da: Spectator[...]
      E' cominciata la caccia alle streghe.
      oggi e grand theft e domani?Bel post.Quoto tutto.Metto solo una piccola chiosa: la caccia alle streghe e' cominciata da tempo, questo e' solo un altro capitolo della storia.GTPS: fortuna che ancora non ho dato il mio 5/1000, adesso so che NON devo darlo al CODACONS.
      • otacon87 scrive:
        Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
        lol secondo me lo fanno per fare bella figura con l'inghilterra che al tempo vietò manhunt2 e noi la seguimmo a ruota... vogliono fare i brillanti e dire "l'ho trovato io il gioco immorale"un po come vespa che definisce internet, blog e forum come mezzo ultimo per raggiungere scopi sessuali, prostituzione e criminalità...sono dei vecchi di M E R D A, cosa potranno mai capirne?
    • EffeElle scrive:
      Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
      Quoto tutto. La funzione educativa della famiglia è finita da tempo, sono tutti li a dirci al governo che la famiglia va tutelata, va aiutata, che loro tengono alla famiglia. Ma pensano che per unire le famiglie si deve vietare GTA? Hanno sbagliato tutto!
      • outkid scrive:
        Re: diamo sempre la colpa ai videogiochi eh?
        noi, come CODACONS, crediamo nella famiglia. ci crediamo cosi' tanto che sappiamo che la maggior parte delle famiglie e' formata da coppie etero di merda che non sono in grado di tener lontani i bambini dall'accendino a forma di biberon o da un gioco in cui si sparge sangue ad ogni click.noi crediamo nella famiglia. e' la famiglia che fa schifo. e per evitare questo PERICOLOSO DEGRADO MORALE faremo tutto il possibile.
  • kralin scrive:
    ma...
    ma vafan...scusate, ma quando ci vuole ci vuole...
  • Toy203 scrive:
    GTA IV?!?
    Ma nessuno si è accorto del IV? Cioè, è il 4 che fanno(più porting e spin off)! possibile che debbano rompere le balle solo su questo? Che pochezza signori miei... che pochezza.
    • Blackstorm scrive:
      Re: GTA IV?!?
      - Scritto da: Toy203
      Ma nessuno si è accorto del IV? Cioè, è il 4 che
      fanno(più porting e spin off)! possibile che
      debbano rompere le balle solo su questo? Che
      pochezza signori miei... che
      pochezza.In realtà è dal primo GTA che scassano i maroni, nonostante nel primo la grafica non fosse chissà quale sollucchero per gli occhi. Cmq ricordo un caso simile anche per il 3 (e chi si ricorda di Carmageddon che fu censurato col sangue verde?)
      • federico balestra scrive:
        Re: GTA IV?!?
        Beh una volta a Studio Aperto criminalizzarono Civilizzation. Possono fare quello che vogliono a Studio Aperto, ma civilizzation....
        • cicco ingrassia scrive:
          Re: GTA IV?!?

          Beh una volta a Studio Aperto criminalizzarono
          CivilizzationSolo perchè non è stata inserita, nella lista delle grandi scoperte dell'umanità, l'uso ai fini politici della televisione, per diventare PresDlCons, PresDlRep, PresDlGalass, etc. etc...
        • Blackstorm scrive:
          Re: GTA IV?!?
          - Scritto da: federico balestra
          Beh una volta a Studio Aperto criminalizzarono
          Civilizzation. Possono fare quello che vogliono a
          Studio Aperto, ma
          civilizzation....Maddai. Questa me la ero persa... ROTFL...
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Da piccolo giocavo a tombola ......
    .... all'oratorio !Ora sono un giocatore d'azzardo accanito che per vivere purtroppo vende mobili (di casa mia).Sono sul lastrico maledetti casinò !!!!! Maledetto Poker nelle bische della mia città !!!!!!!Se solo il codacons avesse vietato la tombola all'oratorio oggi NON SAREI SUL LASTRICO !!!!!FIRMIAMO UNA PETIZIONE PER VIETARE LA TOMBOLA E CONSEGNAMOLA AL CODACONS !!!! :D
    • Guybrush scrive:
      Re: Da piccolo giocavo a tombola ......
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      .... all'oratorio ![...]
      FIRMIAMO UNA PETIZIONE PER VIETARE LA TOMBOLA E
      CONSEGNAMOLA AL CODACONS !!!!
      :DMa anche il sette e mezzo e il mercante in fiera, che sotto le feste fanno stragi di monetine.
    • EffeElle scrive:
      Re: Da piccolo giocavo a tombola ......
      Io scommettevo sulle partite a ping pong all'oratorio, ora sono alla Snai da mattino a sera, sono rovinato!
    • mariuolo scrive:
      Re: Da piccolo giocavo a tombola ......

      Se solo il codacons avesse vietato la tombola
      all'oratorio oggi NON SAREI SUL LASTRICO
      !!!!!mi ricordo una cosa che mi disse secoli fa la prof. di matematica durante lo studio delle probabilità:Paradossalmente è considerata più d'azzardo come gioco la tombola del poker. Proprio in considerazione del calcolo delle probabilità.
    • DeMoN3 scrive:
      Re: Da piccolo giocavo a tombola ......
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      .... all'oratorio !

      Ora sono un giocatore d'azzardo accanito che per
      vivere purtroppo vende mobili (di casa
      mia).

      Sono sul lastrico maledetti casinò !!!!!
      Maledetto Poker nelle bische della mia città
      !!!!!!!

      Se solo il codacons avesse vietato la tombola
      all'oratorio oggi NON SAREI SUL LASTRICO
      !!!!!

      FIRMIAMO UNA PETIZIONE PER VIETARE LA TOMBOLA E
      CONSEGNAMOLA AL CODACONS !!!!
      :DTecnicamente penso che,come tutti i giochi di carte,sia già vietato,tranne in luoghi determinati chiamati "bingo" per i quali bisogna avere una licenza...sbaglio?(per chi non lo sapesse:i giochi di carte al bar,con in palio magari un semplice caffè,sono reato...arrestiamo tutti i vecchietti!!!)
    • Dante scrive:
      Re: Da piccolo giocavo a tombola ......
      su questo sono daccordo. Non si potrebbe chiamare "calcetto" e bastA?
  • fred scrive:
    Re: La codacons come il Moige

    Dopo le pippe mentali sulla lotta libera aka
    Wrestling (o come si scrive), il codacons ha
    dimostrato di essere allo stesso livello del
    Moige, sparando idiozie che fanno ridere i polli
    (per non essere cattivi mi
    limito).la protesta contro il wrestling sinceramente non la ritengo del tutto sbagliata, ma nemmeno corretta;ricordatevi che lo spettatore medio di quello sport era in eta' da scuole medie anno piu' anno meno e con una penetrazione totale nell'etere italiano (vedi dati audience).E non e' il solo programma purtroppo....Nel caso dei videogiochi si vietano ai minori e si fanno rispettare le regole come si dovrebbe, no?Ah, ma siamo in italia........
    • Sgabbio scrive:
      Re: La codacons come il Moige
      uno che frequenta le medie sa distinguere realtà e finzione... Comunque il gioco è vietato SI ai minori, ma viene venduto lo stesso. Se poi sono anche i genitori a comprarlo.(Va bhe che uno che non ha propiamente i 18 anni non credo che sia un idiota che non capisce che un videogioco è finzione....)
      • Elettrodo scrive:
        Re: La codacons come il Moige

        (Va bhe che uno che non ha propiamente i 18 anni
        non credo che sia un idiota che non capisce che
        un videogioco è finzione....)c'e' gente che ha 40 anni continua a guidare ubriaca...non c'e' limite alla stupidita' umana.
        • ioioioioio scrive:
          Re: La codacons come il Moige
          - Scritto da: Elettrodo
          c'e' gente che ha 40 anni continua a guidare
          ubriaca...non c'e' limite alla stupidita'
          umana.Ecco, ho un'idea: vietiamo a tutti di guidare, così evitiamo gli incidenti stradali che causano migliaia di vittime all'anno!
          • Funz scrive:
            Re: La codacons come il Moige
            - Scritto da: ioioioioio
            - Scritto da: Elettrodo

            c'e' gente che ha 40 anni continua a guidare

            ubriaca...non c'e' limite alla stupidita'

            umana.

            Ecco, ho un'idea: vietiamo a tutti di guidare,
            così evitiamo gli incidenti stradali che causano
            migliaia di vittime
            all'anno!Basterebbe levare la patente PER SEMPRE a chi è così cretino da mettersi alla guida ubriaco (diciamo se supera i limiti massimi da etilometro)Ma noo, non si può fare, poi come fa uno senza la macchina, e poi che avrà mai fatto, ha ammazzato qualcuno, che ci vuò fà...
          • Sgabbio scrive:
            Re: La codacons come il Moige
            se ci fosse un modo di spostarsi senza un mezzo privato, la cosa sarebbe fattibile.
          • Funz scrive:
            Re: La codacons come il Moige
            - Scritto da: Sgabbio
            se ci fosse un modo di spostarsi senza un mezzo
            privato, la cosa sarebbe
            fattibile.Non è questo il punto, l'auto non è un diritto fondamentale dell'essere umano. Se non sei abbastanza responsabile, non dovresti poterla usare. Ci sono i mezzi pubblici, anche se scomodi. Puoi trasferirti vicino al lavoro. Si può vivere benissimo senza auto.
        • Demolitions scrive:
          Re: La codacons come il Moige
          - Scritto da: Elettrodo
          c'e' gente che ha 40 anni continua a guidare
          ubriaca...non c'e' limite alla stupidita'
          umana.Se è per quello c'è gente che si droga, che si spara, che si getta dai cavalcavia, eccetera... andiamo a chiedere a qualche eroinomane se si droga per colpa dei videogiochi!
        • DeMoN3 scrive:
          Re: La codacons come il Moige
          - Scritto da: Elettrodo

          (Va bhe che uno che non ha propiamente i 18 anni

          non credo che sia un idiota che non capisce che

          un videogioco è finzione....)

          c'e' gente che ha 40 anni continua a guidare
          ubriaca...non c'e' limite alla stupidita'
          umana.Giusto...ritiamo le auto dal mercato!!!E gli alcolici!!!E i negozianti che li vendono!!(non i negozi,proprio i negozianti...così nn possono rifarlo xD )
  • fred scrive:
    Perche' non censurano certe tv?
    Sinceramente parlando, la programmazione attuale che si vede in molte tv commerciali nelle fascie orarie di massimo ascolto e per i minori sono di un diseducativo enorme e con il tasso di penetrazione che hanno nelle case del nostro paese (a differenza dei videogiochi) gli effetti si fanno sentire sul serio, basta guardare la cronaca di tutti i giorni per rendersene conto.Eppure parlare di qualita' della tv in italia sembra essere un tabu'; forse per la situazione politica?
    • Qwerty2007 scrive:
      Re: Perche' non censurano certe tv?
      hanno fatto in prima serata Basic Istinct 2 e non è comparso neanche una volta il bollino rosso!
    • luna scrive:
      Re: Perche' non censurano certe tv?
      quotoe aggiungoinvece i morti veri al tg, il sangue per strada quelli si vanno benemah
      • N.C. scrive:
        Re: Perche' non censurano certe tv?
        e le varie pubblicità sempre e solo a sfondo sessuale ???
        • fred scrive:
          Re: Perche' non censurano certe tv?
          State tutti sbagliando target, ecco perche' e' possibile che questo succeda; non sono le immagini dure del tg o la scena di sesso, bensi' la normale programmazione dai telefilm per ragazzi agli spettacoli e a certe chicche che si vedono spesso su MTV; in misura minore alcune pubblicita'.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Perche' non censurano certe tv?
          sempre a sfondo sessuale, mica tanto.
      • DeMoN3 scrive:
        Re: Perche' non censurano certe tv?
        - Scritto da: luna
        quoto
        e aggiungo
        invece i morti veri al tg, il sangue per strada
        quelli si vanno bene
        mahContesto quello che dici...io sono per censurare(o meglio,io nn censurerei nulla,ma se proprio devo...) una trasmissione diseducativa come "uomini e donne",ma la realtà della società che ci circonda,fatta anche di guerre e di morti, no...i bambini devono essere protetti,prima di tutto,dall'ignoranza...farli crescere con gli occhi tappati vuol dire non renderli pronti a reagire in caso di bisogno
    • lellykelly scrive:
      Re: Perche' non censurano certe tv?
      mai mettersi contro chi non puoi ricattare...se la tv smettesse di adottare la censura in diverse fasce orarie, chi bloccherebbe cosa?i negozi di videogame li puoi assediare o non far passare la gente...
    • outkid scrive:
      Re: Perche' non censurano certe tv?
      perche' certe tv fanno fare caterve di soldi ai soliti noti all'interno dei confini con esterne, seghe sotto il letto coi braccialetti etc..
    • DeMoN3 scrive:
      Re: Perche' non censurano certe tv?
      - Scritto da: fred
      Sinceramente parlando, la programmazione attuale
      che si vede in molte tv commerciali nelle fascie
      orarie di massimo ascolto e per i minori sono di
      un diseducativo enorme e con il tasso di
      penetrazione che hanno nelle case del nostro
      paese (a differenza dei videogiochi) gli effetti
      si fanno sentire sul serio, basta guardare la
      cronaca di tutti i giorni per rendersene
      conto.
      Eppure parlare di qualita' della tv in italia
      sembra essere un tabu'; forse per la situazione
      politica?Cosa?Ho sentito "Uomini e Donne", "beatiful", "cento vetrine", etc mentre i ragazzini pranzano e le madri guardano la televisione?Cosa?"Buona domenica" la domenica?
  • V4V3nd3tt4 scrive:
    Ancora?
    GTA è espressione del videogame che sarà la nuova arte del futuro, delle prossime generazioni, che potranno guardare indietro e, tramite giochi ispirati come GTA, capire meglio il nostro tempo, le nostre ombre e le nostre luci.Semplicemente costoro non riescono a vedere oltre ai pixel e scovare l'anima che è catturata nel gioco, cristallizzata a futura memoria. Francamente la loro generazione è stata una delusione cocente, hanno sfasciato il nostro paese vendendo la loro anima verso i 25 e adesso vogliono costringerci in catene più strette di quelle che hanno tentato di rompere. Lasciare spazio alle nuove generazioni vuol dire essere così maturi da dare fiducia alle nuove idee.Non sono più in grado di capire il mondo che li circonda e riempiono le televisioni di trasmissioni che incitano all'intolleranza e i giornali con titoloni minatori sullo straniero solo perché hanno paura della realtà vera del mondo: siamo tutti uguali e, soprattutto, esseri intelligenti e pensanti.Non fermeranno mai il progresso e le idee nuove, anche i più nostalgici (che sia del nero o del rosso è indifferente) dovrebbero smetterla di vivere nel passato e prendere coscienza del presente extra-nazionale, extra-continentale ed extra-connesso."I GIOVANI SONO COME LE PANTERE, QUANDO LI CATTURA UNA DEFINIZIONE SONO GIA' PRONTI AD UNA NUOVA GENERAZIONE" e i giovano non sono i quindicenni, ma quelli che pensano che i propri limiti siano solo un orizzonte da superare e le nuove idee una fonte di interesse e curiosità.V
    • che persona triste scrive:
      Re: Ancora?
      ti firmi con il nome di un (pregevole) fumetto, consideri addirittura forma d'arte del futuro i videogame, mi sa che sei proprio un ottimo rappresentante dell non cultura odierna.
      • V4V3nd3tt4 scrive:
        Re: Ancora?
        - Scritto da: che persona triste
        ti firmi con il nome di un (pregevole) fumetto,
        consideri addirittura forma d'arte del futuro i
        videogame, mi sa che sei proprio un ottimo
        rappresentante dell non cultura odierna.I romanzi, quando sono nati, erano visti come una sottocultura: i veri Libri erano solo i Saggi e la Bibbia.Il cinema era preso in giro dai più e visto come una moda passeggera.I fumetti non sono ancora pienamente accettati come arte.Di Picasso ne vogliamo parlare?Francamente che ti mi dia del "triste" perché considero arte la creatività umana mi passa sopra la testa.Apri la mente e allarga gli orizzonti, guardi senza vedere.V
        • uomo molto triste scrive:
          Re: Ancora?

          I romanzi, quando sono nati, erano visti come una
          sottocultura: i veri Libri erano solo i Saggi e
          la Bibbia.divertente e assolutamente gustoso notare come certa ignoranza sia a dir poco abissale. A parte il fatto che non si capisce in che periodo storico i saggi e la bibbia erano considerati unici libri, non si riesce neppure a capire cosa si intenda con la aporla saggi.Mah forse ci dimentichiamo di tutti gli scritti dell'antica grecia, della Roma imperiale o repubblicana. Per non parlare poi di tutti gli filosofici e religiosi medioevali. Ovviamente non sai neppure che cosa e' la trattatistica rinascimentale, ne tantomeno le tavole indiane. Ah gia' ma ci sono i saggi!!!! e la bibbia!!!!! tutto il resto non e' considerato!!!!!Per quanto riguarda i romanzi, non sono mai stati considerati arte. Probailmente nessuno scritto viene considerato tale, a parte forse le composizioni poetiche.
          Il cinema era preso in giro dai più e visto come
          una moda passeggera.certo come anche il telefono e la fotografia. dove e' il problema? Forse perche' come ogni cosa necessita del tempo per essere usata al meglio? Difficile considerare arte la locomotiva dei fratelli lumiere...meraviglia tenica senz'altro. Il grande dittatore di chaplin? si quella e' arte...ma sono passati 20 anni....
          I fumetti non sono ancora pienamente accettati come arte.Semplicemente perche' avevamo bisogno di maturare. Alcuni possono essere definiti arte, moltissimi altri no. La prola arte e' ormai inflazionata ed e' abusata ogni oltre modo. Certo yellow kit e' arte quanto e' ufficialmente considerato capistipide del genere, piu' che altro come innovativita'.
          Francamente che ti mi dia del "triste" perché
          considero arte la creatività umana mi passa sopra
          la testa.Certo, c'e' una sottile differenza che separa la creativita' umana dall'arte. Spesso e' impercettibile, spesso necessita di anni per essere individuata. Impaginare un volantino e' una attivita' artistica (impiega fantasia, creativita',gusto estetico,abilita'), ma non e' arte.E' proprio questo il tuo problema non tanto il fatto che parli per parlare, ma che credi che ogni attivita' umana solo eprche' ponderata sia arte....
          Apri la mente e allarga gli orizzonti, guardi senza vedere.Leggi qualche libro, vai a qualche mostra, disegna!non mi credere un polveroso trombone che vive arroccato in una biblioteca, leggo anchio fumetti, videogioco e guardo anime giapponesi.... Pochissimi di essi possono essere considerati ARTE, molti di loro sono prodotti commericiali, creati a tavolino per vendere e non per esprimere.ps se per caso vai al Louvre evita di fare come tutti i celebrolesi che si avviano alla spasmodica ricerca della gioconda per fotografarla (ignorando tutti gli altri quadri o opere d'arte).....
          • V4V3nd3tt4 scrive:
            Re: Ancora?
            Mi riferisco al fatto che i romanzi son nati solo in epoca moderna ed erano visti come gli harmoni. Sto parlando di un genere letterario, ma tu continui a leggere quello che vuoi capire senza cogliere il significato del messaggio.Io ti posso solo esporre la mia idea e cercare di farti vedere la luna, ma ho solo un dito per indicartela e tu continui a fissarlo.Arte è creazione dal pensiero, che poi possa contenere un messaggio o che sia fatta più o meno bene è irrilevante. L'arte comprende sia i graffiti che Dafne e Apollo. Metterle dei paletti (anche solo concettuali) è una auto-castrazione della tua libertà.Se vuoi poi, sterilmente, rispondere agli esempi (nel qualcaso smetterò di risponderti) oppure prendere in mano il pensiero e rispondere ai concetti.Nessuno qui vuole avere La Ragione, anche perchè non esiste."IO POSSO SOLO MOSTRARTI LA SOGLIA, MA DEVI VARCARLA DA SOLO"V
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?
            mi sa che quello triste e retrogrado sei te...dici che sono passati 20 anni dalla creazione del primo film dei fratelli Lumiére al capolavoro di Chaplin...pong è del 1972... sono passati 36 anni... comparato a un videogioco odierno mi pare che di perfezionamenti ce ne sono stati...()guarda i capolavori della grafica 3D invece che badare a quei vecchi che considerano arte buttare un milione di palline di plastica per una gradinata o tagliare una tela rossa...
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: otacon87
            mi sa che quello triste e retrogrado sei te...

            dici che sono passati 20 anni dalla creazione del
            primo film dei fratelli Lumiére al capolavoro di
            Chaplin...

            pong è del 1972... sono passati 36 anni...
            comparato a un videogioco odierno mi pare che di
            perfezionamenti ce ne sono
            stati...()e quindi? E' un gioco ragazzo! come il monopoli o briscola!!!!! Pong era nato come sostitutivo del flipper!!!!!!!Trama, espressione artistica? Forse creativita', forse ingegno, FORSE MERAVIGLIA TECNICA! non e' nata come espressione artistica, ma come qualcosa che produca svago e sensazioni. Il fatto che sia frutto di una mente umana non indica che sia arte.E' una semplice opera di ingeno, mirabile e straordinaria, perche' ha fatto nascere un nuovo fenomeno, quello dei videogame. Solo in italia si continua a mettere in conflitto arte e tecnica. Spesso sono realta' separate, a volte sono realta' che si incontrano.Raramente possono essere equiparate, ognuna ha il suo campo di azione, ognuna ha la sua dignita'.Capito il discorso?Non centra niente se i videogame abbiano grafica curata o musiche create da artisti piu' o meno bravi.Pochi sono i videogame che possono essere considerati espressioni artistiche rilevanti. Proprio perche' pochi videogame hanno influenzato nel passato o nel presente la nostra societa' in modo evidente.Un esempio banale: tomba raider e' un videogiochi storico. Ha influenzato fortemente l'immaginario collettivo, creando una vera e propria icona pop al pari di madonna o bono. Che poi sia una icona virtuale, questo pone altri interrogativi, ma non cambia il senso del discorso.Questo non vuole dire dispprezzare i videogiochi, ma su pero' sveglia! Non diciamo che tutto e' arte, solo perche' non si ha la capacita' o la volgia di conoscerla davvero.Allora di questo passo sono letteratura anche le bimbominchiate che scrivono i 15enn su myspace ! Forse sono documenti di vita, forse sono anche espressioni artistiche piu' o meno convincenti, difficilmante passeranno alla storia.Forse sei troppo giovane per conoscere, ma quello che secondo me e' vera opera d'arte digitale sono i demoscene. Fatti un giro sui wikipedia, capirai cosa intendo. Il demoscene e' cio' che che nel mondo digitale magigormante avvicina il programmatore al pittore.
            guarda i capolavori della grafica 3D invece cheE quindi? chi li critica?
            badare a quei vecchi che considerano arte buttare
            un milione di palline di plastica per una
            gradinata o tagliare una tela rossa...L'idea delle palline a roma e' stata una delle migliori performance di arte contemporanea che si siano mai fatte negli ultimi 10 anni in italia. Il fatto che tu la critichi con un simile bigottismo, significa che ha funzionato al 100%. Geniale, inspettata e capace di coinvogliare anche per pochi minuti l'attenzione verso qualcosa di insolito e bizzarro. La gente chiusa la ha criticata, chi sta nell'arte invece l'ha lodata (una delle poche volte che sono daccordo con sgarbi)Ha sconvolto il bigottismo dilagante, proprio per questo l'ho apprezzata.
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?
            secondo te i film sono arte? per me siormai i videogiochi sono dei film interattivi, secondo me sono opere d'arte pure quelle.quelli che credono che buttare palle di plastica dalle scale sia arte secondo me guardano più al nome dell'"autore" che al valore dell'opera...l'arte moderna come la intendiamo oggi è uno schiaffo all'intelligenza umana.dici che i videogame non possono essere arte perchè hanno influenzato la società... perchè le altre arti come la pittura,scultura e musica non lo hanno fatto?
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: otacon87
            secondo te i film sono arte? per me situtti sono espressioni artistiche, ma pochi sono opere d'arte. Sembre che per alcuni sia davvero difficile capire la differenza tra le due cose.
            ormai i videogiochi sono dei film interattivi,
            secondo me sono opere d'arte pure quelle.vedi sopra
            quelli che credono che buttare palle di plastica
            dalle scale sia arte secondo me guardano più al
            nome dell'"autore" che al valore dell'opera...Infatti era una tale assolutamente sconosciuto o quasi quello che ha fatto il famoso gesto. Studia il futurismo, capirai perche' quello era un gesto futurista a quali tradizioni si allaccia e in che ottica e' stato realizzato. emerge ben di piu' di quanto uno possa immaginare, non e' casuale, non e' improvvisato.
            l'arte moderna come la intendiamo oggi è uno
            schiaffo all'intelligenza umana.Il problema non e' l'arte moderna, il porblema e' far passare per arte cio che non lo e'. Questo e' il vero schiaffo all'intelligenza umana. concepire l'arte come investimento (non culturale o sociale come avveniva nei mecenati rinascimentali) ma puramente economico. Si comprano quadri e altre cose di dubbio valore, con il solo scopo dic reare un mercato artificiale di arte e farne lievitare i prezzi.Abili imbonitori seducono con televendite da 4 soldi imprenditori e industriali con frasi agghiaccianti tipo "e' un ottimo investimento" "tra 5 anni aumentera' di valore". Cio' dice tutto sulle reali intenzioni di queste attivita'. arte come investimento monetario, non culturale.D'altro canto esistono anche quelli che definiscono sbagliando arte qualunque cosa gli passi per la testa. In Italia si sa tutti si credono allenatori, non e' difficle pensare che quindi tutti si credano critici o esperti d'arte. Questo non vuole dire che non si possano esprimere opnioni, ma se uno non ha le basi per conoscere o interpretare un fenomeno, si fara' sempre la figura degli imprenditori che comprano croste allucinanti. Io non mi permetto di fornire diagnosi mediche non essendo laureato in medicina.
            dici che i videogame non possono essere arte
            perchè hanno influenzato la società... perchè le
            altre arti come la pittura,scultura e musica non lo hanno fatto?non ho detto che i videogame non possono essere arte perche' non hanno influenzato la societa', ho semplicemente che non tutti hanno ottenuto tale scopo.sono davvero pochi i videogiochi che hanno influenzato l'immaginario collettivo.E ancora di meno possono essere quelli che vanno considerati arte.ti faccio un altro esempio: resident evil...gioco interessante anche fatto bene ma che francamente ha portato poco di nuovo(in termini assoluti)Invece alone in the dark, il primo capitolo, beh... e' senz'altro un capolavoro assoluto.Oppure non so facciamo un paragone tra i vari soulcalibour e Street fighter 2?Il paragone non regge, non in campo grafico, ma concettuale. Il secondo ha fatto nascere un genere, glia ltri sono mere riproposizioni ricche di eye candy.Gta per esempio e' stato un capostipide del free roaming, ovvero la liberta' quasi totale del giocatore di poter cazzeggiare in giro per i livelli senza limiti evidenti. Grande innovazione che va al di la delle semplice grafica curata o musica di effetto.E' un fatto concettuale, una innovazione tecnica che prevale sul contenuto artistico.Quindi proprio epr questo certi videogiochi amnche se capolavori in senso assoliuto spessono non possono essere considerati opere d'arte, proprio la loro unicita' perche' deriva da un ingegno tecnico piu' che artistico. Non e' opera d'arte un rollcoaster, puo' essere opera d'arte una foto che raffigura un rollcoaster.Una autostrada, per quanto ben progettata e frutto di ingeno o intelletto umano, non e' una opera d'arte. L'autostrada sara' pure ben costruita, mi permettera' pure di viaggiare comodo, dandomi emozioni uniche, ma non mi esprime nulla.Stesso dicasi per molti videogame che spesso puntano piu' sulla simulazione feticistica delle realta' (definizione pajura, dolby sourround, poligoni infiniti, textute molecolari), tralasciando pero' un messaggio o mettendolo comqunque in secondo piano.Proprio per queso motivo e' difficile catalogare i videogame come pura espressione artistica.Ricollegandosi a quello che ho detto prima, del conrtasto dicotomico tra tenica e arte, e' forse irrolvibile.Per questo motivo considero al giorno d'oggi come forme d'arte computerizzate il fenomeno del demoscene. I videogame proprio per la loro complessita' e' difficile classificarli in modo chiaro. Quando nasceranno gli ologrammi in stile stratrek che faremo? chiameremo arte anche le simulazioni in cui sisko giocava a baseball?E' un chiara provocazione, ma spero che aiuti a porre il problema su un'altra ottica.
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?
            perchè la ormai citatissima valanga di palline non è un espressione artistica? o la consideri una vera e proprio opera d'arte?il futurismo non centra con l'arte contemporanea... dovresti informarti prima di sparare cazz@te a zero...io non considero tomb raider un opera d'arte...per me le opere d'arte sono titoli come half life, bioshock... i videogiochi a immersione totale, con una trama degna di questo nome... non di certo il nuovo giochino del calcio...
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: otacon87
            perchè la ormai citatissima valanga di palline
            non è un espressione artistica? o la consideri
            una vera e proprio opera
            d'arte?E' una performace artistica, unica e irripetibile. Come potrebbe essere una esecuzione di musica classica.
            il futurismo non centra con l'arte
            contemporanea... dovresti informarti prima di
            sparare cazz@te a
            zero...Appunto sei tu che l'hai tirata in ballo, mescolando il neofuturismo, con l'action painting....sono due cose diverse. Rigurado alla sensatezza del neofutorusmo, si potrebbero spendere intere pagine di discussione, ma non questo il succo del discorso.Tuttavia cioe' che di futurista c'e' in questa azione, non e' tanto il mezzo, quanto il desiderio dirompente di superiorita' del gesto, da li il collegamento con il futurismo ecc ecc...... Cmq dato che forse la veloce spolverata che hai fatto su wilkipedia non ti ha fatto capire in profondita' che cosa e' il futurismo, ti consiglio il seguente libro "Due avanguardie, dal futurismo alla pop art" autore e editore non lo ricordo, ma penso che sia abbastanza facile trovarlo anche nelle biblioteche.Il testo e' molto interessante proprio perche' spiega cos'e' il concetto di avanguardia artistica e aiuta meglio a capire cosa e' davvero nuova arte e cosa semplice fuffa.Poi cmq di libri sul futurismo c'e' ne sono moltissmi....
            per me le opere d'arte sono titoli come half
            life, bioshock... i videogiochi a immersione
            totale, con una trama degna di questo nome... nonpeccato che uno sia un caplavoro, l'altro una mera scopiazzatura.... senza offesa ma half life e' decisamente meglio...
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?
            ti assicuro che so di cosa sto parlando...visto che ci ho passato degli esami dell'università...comunque il punto del discorso è che CERTI videogiochi sarebbero da considerare opere d'arte, e magari certe opere d'arte potrebbero essere considerate per l'assurdità che sono...
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?

            comunque il punto del discorso è che CERTI
            videogiochi sarebbero da considerare opere
            d'arte, e magari certe opere d'arte potrebbero
            essere considerate per l'assurdità che
            sono...Concordo in pieno, il problema e' che molti maldestramente si fanno scudo o fregio (dipende dal contesto) del'appellativo di opera d'arte. Forse la pensiamo uguale su molte cose. A parte qualche piccola frecciatina (senza pepe le discussioni sono noiose) sono comunque contento di avere sostenuto un confronto serrato ma al tempo stesso vivace. Una discussione valida che non e' sfociata nel solito trolleggio poco edificante, su pi queste sono cose rare purtroppo.In bocca al lupo per l'uni! :)
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?
            anche a me fa piacere aver avuto questa discussioneper l'uni ho lasciato... dopo un accesa discussione con un mio prof su kandinsky ho capito che l'arte non faceva per me...
          • DeMoN3 scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: otacon87
            secondo te i film sono arte? per me si
            ormai i videogiochi sono dei film interattivi,
            secondo me sono opere d'arte pure
            quelle.

            quelli che credono che buttare palle di plastica
            dalle scale sia arte secondo me guardano più al
            nome dell'"autore" che al valore
            dell'opera...
            l'arte moderna come la intendiamo oggi è uno
            schiaffo all'intelligenza
            umana.

            dici che i videogame non possono essere arte
            perchè hanno influenzato la società... perchè le
            altre arti come la pittura,scultura e musica non
            lo hanno
            fatto?Son sicuro che se io avessi preso delle palline e le avessi buttate a Roma,mi avrebbero fatto una colossale multa per occupazione del suolo pubblico o cose del genere...altro che opera d'arte
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?

            Son sicuro che se io avessi preso delle palline e
            le avessi buttate a Roma,mi avrebbero fatto una
            colossale multa per occupazione del suolo
            pubblico o cose del genere...altro che opera
            d'arteperche' parli tanto per parlare? l'autore del gesto e' stato poi arrestato dai carabinieri e rilasciato dopo un paio di ore con una sanzione pecuniaria dei vigili. Anche questa faceva parte dell'azione ed era stato previsto. informarsi prima? :D
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?
            a questo punto mi chiedo se lo hanno rispedito in manicomio o lo hanno lasciato libero...
          • loose scrive:
            Re: Ancora?
            Infatti giochi come gta che hanno venduto 70 mln di copie in tutto il mondo avranno pure avuto qualche influenza, se non altro in una maniera più adulta di pensare e progettare il videogioco. Oltre alla grafica ed alla parte strettamente tecnica, non c'è forse un lavoro di estrema creatività (non semplice ingegno, ma poi che vuol dire ingegno)? Lo stesso che porta alla stesura di un romanzo o di un film? Quindi un videogioco non va forse giudicato sulla base di tali criteri?Se sei così triste astieniti dal rattristire anche gli altri, grazie.
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?

            Infatti giochi come gta che hanno venduto 70 mln
            di copie in tutto il mondo avranno pure avuto
            qualche influenza, se non altro in una maniera
            più adulta di pensare e progettare il videogioco.I giapponesi ci erano arrivati gia' 10 anni prima...cmq e per quanto rigurda fumetti e cartoni con un buon 20 anni di anticipo.cmq volgio porti un quesito...se ti si presenta un tipo baffuto, non troppo alto, con la salopette di jeans e maglietta rossa, ai piu' viene in mente supermario...facile no? :DRagazza scosciata, con treccia e due pistole in mano? lara croft? :pun nerd occhialuto con un piede di porco in mano? Half life... :ouno ispanico che guida un canotta un cabrio? piu' difficile che mi venga in mete gta o comunque un personaggio specifico del gioco. (newbie)Capisco che sono paragoni forzati, ma mettono in evidenza che gli altri hanno influenzato maggiormente l'immaginario collettivo. Io mi riferivo a questo, di come i videogiochi possono influenzare l'immaginario collettivo, creando miti, tendenze e icone pop.Cio' non vuole dire che gta non sia stato un successo....indiana jones e' un mito, il misterop dei templari, per quanto bravo o simpatico possa essere nicolas cage, difficilmente potra' essere un film icona. conosci qualcuno che si travesrte da nicola cage ne il mistero dei templari? Cosplayers permettendo :DOvviamente indy e' una icona, laltro e' un personaggio utile nel film, ma di scarso impatto.
          • loose scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: uomo molto triste

            Infatti giochi come gta che hanno venduto 70 mln

            di copie in tutto il mondo avranno pure avuto

            qualche influenza, se non altro in una maniera

            più adulta di pensare e progettare il
            videogioco.

            I giapponesi ci erano arrivati gia' 10 anni
            prima...cmq e per quanto rigurda fumetti e
            cartoni con un buon 20 anni di
            anticipo.

            cmq volgio porti un quesito...

            se ti si presenta un tipo baffuto, non troppo
            alto, con la salopette di jeans e maglietta
            rossa, ai piu' viene in mente supermario...facile
            no?
            :D

            Ragazza scosciata, con treccia e due pistole in
            mano? lara croft?
            :p

            un nerd occhialuto con un piede di porco in mano?
            Half life...
            :o

            uno ispanico che guida un canotta un cabrio? piu'
            difficile che mi venga in mete gta o comunque un
            personaggio specifico del gioco.
            (newbie)

            Capisco che sono paragoni forzati, ma mettono in
            evidenza che gli altri hanno influenzato
            maggiormente l'immaginario collettivo. Io mi
            riferivo a questo, di come i videogiochi possono
            influenzare l'immaginario collettivo, creando
            miti, tendenze e icone
            pop.
            Cio' non vuole dire che gta non sia stato un
            successo....

            indiana jones e' un mito, il misterop dei
            templari, per quanto bravo o simpatico possa
            essere nicolas cage, difficilmente potra' essere
            un film icona. conosci qualcuno che si travesrte
            da nicola cage ne il mistero dei templari?
            Cosplayers permettendo
            :D
            Ovviamente indy e' una icona, laltro e' un
            personaggio utile nel film, ma di scarso
            impatto.Non capisco, per te l'arte si misura unicamente in base all'impatto che ha sulle masse? I film di Muccino (jr.) sono arte? Solo per il fatto che hanno un impatto nell'immaginario di una parte della popolazione italiana?Per quello che scrivi è estremamente contraddittorio.
          • uomo molto triste scrive:
            Re: Ancora?

            Non capisco, per te l'arte si misura unicamente
            in base all'impatto che ha sulle masse? I film di
            Muccino (jr.) sono arte? Solo per il fatto che
            hanno un impatto nell'immaginario di una parte
            della popolazione italiana?forse spettettando il discorso in vari post, risulta alquanto difficile comprendere la mia tesi, cmq la risposta alla tua domanda e' no.La mia riflessione era su come e quando un videogame diventa icona di cultura pop, al di la del successo commerciale. Non tutti i grandi successi hanno portato alla nascita di icone, ma e' vero anche il contrario.quindi ricapitolando l'impatto che un videogame ha sulle masse, creando miti e icone e' frutto anche delle sue proprieta' artistiche. Non bastano texture ad alte definizione o gameplay piu' o meno azzeccati, c'e' bisogno di qualcosa di piu' che e' difficile classificare con chiarezza. a olte l'icona puo' essere anche un singolo elemento del videogame, come la musica del primo livello di tetris per gameboy, riconoscibilissima da tutti anche se suonata con diversi trumenti. Proprio per questo mortivo molti videogame per quanto prodigiosi possano essere, spesso non lasciano un segno evidente, quantomai un diffuso e poco riconoscibile inprinting culurale.
          • otacon87 scrive:
            Re: Ancora?

            come la musica
            del primo livello di tetris per gameboy,
            riconoscibilissima da tutti anche se suonata con
            diversi trumenti.ma lol quella è una canzone popolare russa
          • loose scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: uomo molto triste
            forse spettettando il discorso in vari post,
            risulta alquanto difficile comprendere la mia
            tesi, cmq la risposta alla tua domanda e'
            no.Probabile
            La mia riflessione era su come e quando un
            videogame diventa icona di cultura pop, al di la
            del successo commerciale. Non tutti i grandi
            successi hanno portato alla nascita di icone, ma
            e' vero anche il
            contrario.

            quindi ricapitolando l'impatto che un videogame
            ha sulle masse, creando miti e icone e' frutto
            anche delle sue proprieta' artistiche. Non
            bastano texture ad alte definizione o gameplay
            piu' o meno azzeccati, c'e' bisogno di qualcosa
            di piu' che e' difficile classificare con
            chiarezza. a olte l'icona puo' essere anche un
            singolo elemento del videogame, come la musica
            del primo livello di tetris per gameboy,
            riconoscibilissima da tutti anche se suonata con
            diversi trumenti.


            Proprio per questo mortivo molti videogame per
            quanto prodigiosi possano essere, spesso non
            lasciano un segno evidente, quantomai un diffuso
            e poco riconoscibile inprinting
            culurale.MA quindi se l'arte, come tu stesso ammetti, non viene riconosciuta (solo) in base al successo quantitativo che riscuote presso il pubblico, perchè continui a giudicare un'opera nello stesso modo. Per me un'opera diventa arte non solo per una sua parte, ma anche per l'equilibrio tra tutte le parti. In un videogioco abbiamo una parte tecnica ed una più o meno letteraria (trama/storia, intreccio con le possibilità di scelta fornite dall'interattività del mezzo, caratterizzazione dei personaggi).Un'opera/videogiochi che non sia equilibrata nelle sue parti rimane e rimarrà, una boiata, a prescindere dal successo che riscuote nell'immaginario collettivo.
          • MegaJock scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: otacon87
            guarda i capolavori della grafica 3D invece che
            badare a quei vecchi che considerano arte buttare
            un milione di palline di plastica per una
            gradinataNon so se sia arte ma è divertente, se usi palline di vetro e se c'è gente che sta salendo.
          • Demolitions scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: otacon87


            guarda i capolavori della grafica 3D invece che

            badare a quei vecchi che considerano arte
            buttare

            un milione di palline di plastica per una

            gradinata

            Non so se sia arte ma è divertente, se usi
            palline di vetro e se c'è gente che sta
            salendo.Geniale, maledettamente geniale XD
          • MalaTempora scrive:
            Re: Ancora?
            Domanda, qualcuno riesce a dare una definizione di arte?Direi che e' dura, io ne provo una, sempliciotta lo confesso: qualcosa fatto bene, espressione di creativita' umana che suscita emozioni e/o idee forti su temi importanti e capace di sfidare i secoli. Infatti una forma d'arte tradizionale, pittorica, scultorea, musicale ecc. ecc. a un certo punto diventa "classica", ovvero sfida il tempo per i conoscitori della materia ha un significato anche oggi, anche se ha 1000 anni o 2000.La Cappella Sistina e' arte? Beh, in base alla definizione da me proposta vediamo, fatta bene, direi che si discute poco, creativa, idem, suscita emozioni e/o idee forti, beh direi che per un sacco di gente e' cosi', capace di sfidare i secoli? E' circa mezzo millenio che la gente se la va a vedere.E un videogioco? E' gia' piu' discutibile, non voglio dare una parola ultima, non ne sono in grado, il problema piu' grosso e' probabilmente "capace di sfidare i secoli", al piu' spesso e' roba che si consuma e si passa ad altro. Vedremo se tra 100 anni qualcuno fara', oooohhhhh pero', di fronte ai giochi di oggi.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ancora?
            Grazie agli emulatori si riesce a far vivere molti capolavori videoludici che sarebbero scomparsi per sempre.
          • MalaTempora scrive:
            Re: Ancora?
            - Scritto da: Sgabbio
            Grazie agli emulatori si riesce a far vivere
            molti capolavori videoludici che sarebbero
            scomparsi per
            sempre.OK, e li uso pure io e tutte le volte piango come una fontana pensando ai tempi che furono, Asteroids, Space Invaders, BombJack, DonkeyKong ecc. ecc.Ma e' arte? Lasciando perdere i videogiochi e volendo provocare anche di piu', il monopoli e' arte? Eppure il quadrato di gioco in un certo senso e' una forma pittorica.L'e' parecchio dura secondo la definizione (arbitraria al midollo, lo ammetto, ma non del tutto irragionevole) che io ho abbozzato.Comunque, siamo OT, viva gli emulatori (pure quelli C64 anche se a casa ho ancora il vecchio e glorioso rudere).
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ancora?
            i video giochi sono una forma d'arte, il problema è che il concetto di arte è soggettivo.Al meno che non sei francese dove hanno riconosciuto l'intrattenimento videoludico al pari della musica e letteratura :DComunque hai ragione: VIVA GLI EMULATORI
      • EffeElle scrive:
        Re: Ancora?
        Ma veramente, triste è il tuo commento...
  • nononloso scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    - Scritto da: Sgabbio
    Codacons e come il moige, spara idiozie senza
    senso.Il popolo ha votato per un ritorno ai valori della tradizione e tu stai minando il dialogo con l'opposizione ombra.Fattene una ragione.Più catechismo e castità per tutti! 8)
    • Sgabbio scrive:
      Re: La codacons come il Moige
      Io sono sovversivo !! :D
      • nononloso scrive:
        Re: La codacons come il Moige
        - Scritto da: Sgabbio
        Io sono sovversivo !! :DNessun problema: tra qualche giorno sarà reato pure quello 8)
        • Demolitions scrive:
          Re: La codacons come il Moige
          - Scritto da: nononloso
          - Scritto da: Sgabbio

          Io sono sovversivo !! :D

          Nessun problema: tra qualche giorno sarà reato
          pure quello
          8)Se non lo è già...
          • Sgabbio scrive:
            Re: La codacons come il Moige
            ma dico che faccio parte di un onlus anti pedofilia e non mi dicono nulla ! Mi faccio pure le tessere false della Prometeo o della Meter!!
  • Stefano scrive:
    SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
    GIUSTO VIETARLI!!! LA MIA RAGAZZA GIOCANDO A F-ZERO GX HA COSTRUITO UNA NAVICELLA SPAZIALE ED'E' FUORI NELLO SPAZIO PROFONDO DA QUASI DUE SETTIMANE. NON HO ANCORA AVVERTITO I SUOI GENITORI PERCHE' MI AVEVA DETTO DI AVERE ANTIMATERIA SUFFICIENTE PER UN MESE.NON SO CHE FARE..
    • ovvio scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      hah hahahah hah hah ha hhahahah aaaaa hah hha
    • Il Nero. scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      Se è dalle parti di Andromeda abbiamo un paio di vecchie conoscenze in ferie da quelle parti, dille di chiamarli.
    • kfd scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      Hai ragionissima! Io da ragazzino giocavo a donkey kong e ora come vedo un barile non riesco a trattenermi... devo farlo rotolare! Videogiochi, arma del demonio!
      • Mr. X scrive:
        Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
        AHAha, sei il migliore, vedo che abbiamo lo stesso "problema" in comune :) LOL
        • Guybrush scrive:
          Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
          - Scritto da: Mr. X
          AHAha, sei il migliore, vedo che abbiamo lo
          stesso "problema" in comune :)
          LOLE cosa dovrei dire io che ogni volta che vedo un falegname non riesco a resistere e gli chiedo:"Quanto legno roderebbe un roditore se un roditore potesse rodere legno?"...e' terribile.GT
          • BlueMond scrive:
            Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
            Ahh! Io non ho ancora trovato risposta a quel terribile quesito!!
          • Chef Tony scrive:
            Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
            Io invece sono ossessionato dai teodoliti, ogni volta che vedo qualcuno con un teodolite per strada sento un terribile impulso di guardarci dentro per misurare le grandi corna.
            E cosa dovrei dire io che ogni volta che vedo un
            falegname non riesco a resistere e gli
            chiedo:

            "Quanto legno roderebbe un roditore se un
            roditore potesse rodere
            legno?"

            ...e' terribile.

            GT
          • DeMoN3 scrive:
            Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
            - Scritto da: Guybrush
            - Scritto da: Mr. X

            AHAha, sei il migliore, vedo che abbiamo lo

            stesso "problema" in comune :)

            LOL

            E cosa dovrei dire io che ogni volta che vedo un
            falegname non riesco a resistere e gli
            chiedo:

            "Quanto legno roderebbe un roditore se un
            roditore potesse rodere
            legno?"

            ...e' terribile.

            GTIo invece lo afferro dalla base e cerco di lanciarlo il più lontano possibile...ho la schiena a pezzi!!
      • Funz scrive:
        Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
        - Scritto da: kfd
        Hai ragionissima! Io da ragazzino giocavo a
        donkey kong e ora come vedo un barile non riesco
        a trattenermi... devo farlo rotolare!
        Videogiochi, arma del
        demonio!Io non posso più avvicinarmi a un'autostrada da quando ho giocato a Frogger! :'(:'(
    • Bastard Inside scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      Non c'è un attimo da perdere: giocati subito l'intera serie di Commander Keen, costruisci il "megarazzo fagioli e pancetta" e sfreccia a salvarla! (cylon)
    • Cero scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      Accidenti... io invece ho un problema di digestione/assimilazione... divento più alto e grosso se mangio funghi rossi a pois bianchi.. e sputo fuoco :D
      • Giorgio scrive:
        Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
        Io invece sono diventato ricchissimo grazie ai videogiochi.Come?Vendo polli di gomma con una carrucola in mezzo, che come si sa sono essenziali quando hai un problema irrisolvibile!
        • mariuolo scrive:
          Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..

          Vendo polli di gomma con una carrucola in mezzo,
          che come si sa sono essenziali quando hai un
          problema
          irrisolvibile!LOL sbaglio o è "Day of the tentacle"?bellissimo quel gioco ^__^[img]http://antoniogenna.files.wordpress.com/2008/01/dayofthetentacle.jpg[/img]
          • Dr. House scrive:
            Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
            - Scritto da: mariuolo

            Vendo polli di gomma con una carrucola in mezzo,

            che come si sa sono essenziali quando hai un

            problema

            irrisolvibile!

            LOL sbaglio o è "Day of the tentacle"?
            bellissimo quel gioco ^__^

            [img]http://antoniogenna.files.wordpress.com/2008/Sbagli, il pollo di gomma è il primo monkey island
          • mariuolo scrive:
            Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
            sì hai ragione.. però il pollo di gomma è stato utilizzato anche in Day of the tentacle... bisognava usarlo con la carrucola :)
        • CognomeNome scrive:
          Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
          - Scritto da: Giorgio
          Io invece sono diventato ricchissimo grazie ai
          videogiochi.

          Come?

          Vendo polli di gomma con una carrucola in mezzo,
          che come si sa sono essenziali quando hai un
          problema
          irrisolvibile!Mah vendi mica anche della birra di radice? ho un problemino di pirati fantasma :-D
          • DeMoN3 scrive:
            Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
            Io non sono ancora riuscito a salvare il povero Calypso!!!
    • AtariLover scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      Che domande!Prendi un'asciugamano, la Guida Galattica e chiedi un passaggio con il pollice elettronico!(atari)
    • Redpill scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      - Scritto da: Stefano
      GIUSTO VIETARLI!!!
      LA MIA RAGAZZA GIOCANDO A F-ZERO GX HA COSTRUITO
      UNA NAVICELLA SPAZIALE ED'E' FUORI NELLO SPAZIO
      PROFONDO DA QUASI DUE SETTIMANE. NON HO ANCORA
      AVVERTITO I SUOI GENITORI PERCHE' MI AVEVA DETTO
      DI AVERE ANTIMATERIA SUFFICIENTE PER UN
      MESE.
      NON SO CHE FARE..Sei un mito... (rotfl)
    • Be&O scrive:
      Re: SONO PERICOLOSI. ECCO COSA SUCCEDE..
      Non sono un maniaco !!!e colpa di Larry !!! Si è Lui !!!
  • sigfrid scrive:
    elenco giochi da censurare
    pacman: altrimenti i ragazzi inizieranno a impasticcarsisupermario: fa venire la voglia di funghi allucinogeni
    • ovvio scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      ahahahahahahha hahahhahhh ahah hahahaha hah
    • marto tortio scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      Ma il gioco di pacman è stato creato proprio nell'epoca in qui albeggiavano i primi RAVE e il simpatico omino giallo mangia pasticche stà proprio ad indicare quei tempi di ragazzi dei rave che si impasticcavano, insomma pacman davvero è un gioco diseducativo!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      Ma LOL !!!- Scritto da: sigfrid
      pacman: altrimenti i ragazzi inizieranno a
      impasticcarsi

      supermario: fa venire la voglia di funghi
      allucinogeni
    • Blackstorm scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      - Scritto da: sigfrid
      pacman: altrimenti i ragazzi inizieranno a
      impasticcarsi

      supermario: fa venire la voglia di funghi
      allucinogeniTetris: in assoluto il gioco più pericoloso della storia :D
    • K.Mitnick scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      - Scritto da: sigfrid
      pacman: altrimenti i ragazzi inizieranno a
      impasticcarsi

      supermario: fa venire la voglia di funghi
      allucinogeniAnche PaperBoy, quel vandalo girava sui MARCIAPIEDI con la bicicletta, ma dico io, stiamo dando i numeri ??? inoltre investiva cani, pedoni, e lanciava i giornali nelle finestre rompendo i vetri delle povere signore abbonate alla rivista di gossip che regolarmente pagavano.... Un gioco assolutamente da BANDIRE !
    • Gesu scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      duck hunt : viene venduto assieme ad una pistola!! :| :|e poi.. papere uccise solo per sport!senza contare che quel cane mi ha convertito all'omosessualità[img]http://cupojoe.files.wordpress.com/2007/08/duckhunt1.jpg[/img]
      • Gesu scrive:
        Re: elenco giochi da censurare
        è colpa della zapper se ora mi sono giocato la condizionale per aver sparato all'impazzata sui piccioni in duomo a milano :([img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/9b/Nes_zapper.jpg[/img]
    • Sir Pilade scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      Devi fare più pratica con gli insulti. Prova con tutti quei pirati che passeggiano sull'isola... :D
    • DeMoN3 scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      - Scritto da: sigfrid
      pacman: altrimenti i ragazzi inizieranno a
      impasticcarsi

      supermario: fa venire la voglia di funghi
      allucinogenitroppo tardi,troppo tardi...
    • Be&O scrive:
      Re: elenco giochi da censurare
      Pokemon !Istiga i ragazini ad attaccarsi con le maniai segnalatori di cavi dei tralicci dell'alta tensione in alta cuota !(Sono identici alle sfere Poke !)
  • Sgabbio scrive:
    Re: La codacons come il Moige
    - Scritto da: Mec Alice
    Quoto ma poi dove sono gli stupri? O_O
    Questi mentre si guardavano un pornazzo han
    buttato l'occhio su gta. Son dei falliti alla
    pèari del moige, genitori senza arte e ne parte,
    spero che nessuno li ascolti, e non ingrassi
    questa protesta per dargli notorietà (che all
    fine è quello che vogliono per fare la grana
    formentando l'isteria per cose
    futili).Bhe, si stupri non so se ci sono in gta4, non ci ho mai giocato, anche perchè non possiedo nessuna attuale console. Comunque francamente c'è una MEGA CAMPAGNA contro GTA4 da quando è uscito, quindi diciamo che sono cosi scemi che fanno l'ennesima pubblicità gratuita alla rockstar, anche se devo dire che stanno facendo danno ingenti. A quando una recensione idiota come per Rule of Rose ?
  • anonimo scrive:
    Hanno ragione
    Dovrebbero vietare tutti i videogiochi. Portarli nella piazza principale e bruciarli in un grande rogo.Mio nipote dopo aver giocato a tetris per 2 giorni in fila ha iniziato a lanciare i mobili della casa contro il muro cercando improbabili combinazioni d'incastro. E' morto soffocato. Una triste vicenda ignorata dai media. Se l'idea del Codacons fosse stata approvata in tempo forse ora sarebbe ancora vivo...
    • ovvio scrive:
      Re: Hanno ragione
      ahaah hahah ahhhahahhahahahahah ahasha haha
    • fred scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: anonimo
      Dovrebbero vietare tutti i videogiochi. Portarli
      nella piazza principale e bruciarli in un grande
      rogo.e i libri no? vanno bruciati tutti e il lavoro va affidato ai pompieri.
    • Parolaro scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: anonimo
      Dovrebbero vietare tutti i videogiochi. Portarli
      nella piazza principale e bruciarli in un grande
      rogo.

      Mio nipote dopo aver giocato a tetris per 2
      giorni in fila ha iniziato a lanciare i mobili
      della casa contro il muro cercando improbabili
      combinazioni d'incastro. E' morto soffocato. Una
      triste vicenda ignorata dai media. Se l'idea del
      Codacons fosse stata approvata in tempo forse ora
      sarebbe ancora
      vivo...Scherzi ma tempo fa diedero la colpa a tetris dei sassi lanciati dai cavalcavia
      • Red scrive:
        Re: Hanno ragione
        Ari ahahahahahha
      • Demolitions scrive:
        Re: Hanno ragione
        - Scritto da: Parolaro
        Scherzi ma tempo fa diedero la colpa a tetris dei
        sassi lanciati dai
        cavalcaviainfatti cercavano di incastrarli con le macchine che passavano sotto, solo che non avevano tenuto conto che le macchine si muovono
    • mariuolo scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: anonimo
      Dovrebbero vietare tutti i videogiochi. Portarli
      nella piazza principale e bruciarli in un grande
      rogo.io quando ero più piccolo mi sono lanciato saltellando sull'l'autostrada, cercando di attraversarla da parte a parte evitando macchine, camion e serprenti... poi quando attraversavo il fiume mi accoppiavo con delle belle ranocchie...Avevo giocato per 6 giorni di fila a Frogger... credi che centri qualcosa?
      • loose scrive:
        Re: Hanno ragione
        L'abusivismo edilizio in Italia è dovuto all'uso dei trucchi in SimCity, esistono fior fiore di studi a dimostrarlo
      • MegaJock scrive:
        Re: Hanno ragione
        Io da ragazzo giocavo a Scramble. La prima volta che ho guidato un'auto e ho dovuto fare il pieno, sono passato davanti ad una stazione di servizio e l'ho fatta saltare in aria con una granata.
    • rotfl scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: anonimo
      Dovrebbero vietare tutti i videogiochi. Portarli
      nella piazza principale e bruciarli in un grande
      rogo.

      Mio nipote dopo aver giocato a tetris per 2
      giorni in fila ha iniziato a lanciare i mobili
      della casa contro il muro cercando improbabili
      combinazioni d'incastro. E' morto soffocato(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • mes.id scrive:
    L'open source contro l'oscurantismo
    Dove c'e' una casa produttrice, ci possono essere responsabili che possono venire intimoriti da vecchietti impauriti e genitori xenofobi.Con l'open source invece non esistono capi, l'intera comunita' e' responsabile del codice scritto, quindi questi metodi di intimidazione non funzionano per niente.questa e' la forza dell'open source, bisogna contribuire a far crescere proggetti open source, gli unici che ci garantiscono la liberta' di giocare e svagarci senza paura del tintinnio di manette.Basta ghestapo, basta SS, la liberta' di giocare e' un diritto che andrebbe garantito a chiunque.Gli sviluppatori software devono sentirsi liberi di creare le loro opere d'arte senza il epricolo di ritorsioni mafiose o altri metodi degni dell'inquisizione.Intanto vi allego un gustoso assaggio di opengta, un clone non ancora perfetto di GTA....http://picasaweb.google.com/under.northern.sky/OpenGTAScreenshotsbuon giuoco a tutti
    • Sgabbio scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      senza offesa ma sti discorsi estremi all'open source sono fuori luogo secondo me. So che ci sono alcuni giochi anche molto curari con sorgente aperto, però non mi sembra il caso. Il problema non è tanto che i giochi siano chiusi nei sorgenti, ma si tratta di un problema culturale, che aditano i videogiochi come roba da bambini e di associazioni che cavalcano l'onda per raccatare denaro, come sta facendo appunto il codacons.
    • asdf scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      - Scritto da: mes.id
      Dove c'e' una casa produttrice, ci possono essere
      responsabili che possono venire intimoriti da
      vecchietti impauriti e genitori
      xenofobi.

      Con l'open source invece non esistono capi,
      l'intera comunita' e' responsabile del codice
      scritto, quindi questi metodi di intimidazione
      non funzionano per
      niente.

      questa e' la forza dell'open source, bisogna
      contribuire a far crescere proggetti open source,
      gli unici che ci garantiscono la liberta' di
      giocare e svagarci senza paura del tintinnio di
      manette.

      Basta ghestapo, basta SS, la liberta' di giocare
      e' un diritto che andrebbe garantito a
      chiunque.

      Gli sviluppatori software devono sentirsi liberi
      di creare le loro opere d'arte senza il epricolo
      di ritorsioni mafiose o altri metodi degni
      dell'inquisizione.

      Intanto vi allego un gustoso assaggio di opengta,
      un clone non ancora perfetto di
      GTA....

      http://picasaweb.google.com/under.northern.sky/Ope

      buon giuoco a tuttiFanno male a chiamarlo OpenGTA mi sembra il modo migliore per beccarsi una letterina dell'avvocato. Per i marchi rompono le scatole anche per le assonanze.cmq leggo:This project is not free software according to the OSI definition, as commercial usage is not allowed. Quindi non è completamente free/open source.
      • MircoM scrive:
        Re: L'open source contro l'oscurantismo
        a giudicare del sito, hanno già accordi con DMA design e Rockstar Game, che sono proprio il motivo che impedisce una distribuzione commerciale di opengta.questa limitazione impedisce di considerare opengta free software (essendo l'utilizzo limitato in qualche modo, il sw non è completamente libero), tuttavia è indiscutibilmente un progetto open source (i sorgenti sono aperti).
    • Anonimo scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      si vabbè, buonanotte. Dormi che è meglioGTA 4 è costato 100 milioni di dollari, 150 professionisti a tempo pieno per 4 anni.Al massimo gli open sourcisti riuscirebbero a fare GTA 1
      • eTomm scrive:
        Re: L'open source contro l'oscurantismo
        - Scritto da: Anonimo
        si vabbè, buonanotte. Dormi che è meglio
        GTA 4 è costato 100 milioni di dollari, 150
        professionisti a tempo pieno per 4
        anni.
        Al massimo gli open sourcisti riuscirebbero a
        fare GTA
        1A giudicare dagli screenshot direi di 0.0.5 alpha.
      • mes.id scrive:
        Re: L'open source contro l'oscurantismo
        - Scritto da: Anonimo
        si vabbè, buonanotte. Dormi che è meglio
        GTA 4 è costato 100 milioni di dollari, 150
        professionisti a tempo pieno per 4
        anni.
        Al massimo gli open sourcisti riuscirebbero a
        fare GTA
        1Se non sei soddisfatto potresti sempre dare una mano, non serve essere programmatori.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'open source contro l'oscurantismo

          Se non sei soddisfatto potresti sempre dare una
          mano, non serve essere
          programmatori.dedicare ore della mia vita a quella cosa?no grazie, 60 euro ed ho il gioco
          • buahbhuahua bhuau scrive:
            Re: L'open source contro l'oscurantismo
            buahbhuahua bhuaubua hbhuahuabhuau buahbhuahuabhuau
    • Blackstorm scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      - Scritto da: mes.id
      Dove c'e' una casa produttrice, ci possono essere
      responsabili che possono venire intimoriti da
      vecchietti impauriti e genitori
      xenofobi.

      Con l'open source invece non esistono capi,
      l'intera comunita' e' responsabile del codice
      scritto, quindi questi metodi di intimidazione
      non funzionano per
      niente.
      Si, ma... tutto questo, cosa straca**o c'entra con la notizia?
    • lellykelly scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      ancora con sto open source... ogni cosa è buna per tirarlo in ballo... se faranno le aspirapolveri con un software dentro e PI farà l'articolo, arriverai te e dirai " eh no, se non è opensource non lo compro"vava
    • Gips scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      Completamente fuori bersaglio.
    • mariuolo scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo

      Intanto vi allego un gustoso assaggio di opengta,
      un clone non ancora perfetto di
      GTA....

      http://picasaweb.google.com/under.northern.sky/Opeallora, non sono contrario all'Open Source... ma dai.C'era un gioco simile che girava per il C=128
    • Mike scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      IMHO demagogia gratuita e fuori luogo
    • Antipop scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      anche secondo me l'open source non c'entra molto in questo caso, ma se volete rispolverarvi GTA 1 & 2, sono aggratis qua:http://www.rockstargames.com/classics/
    • A reloaded scrive:
      Re: L'open source contro l'oscurantismo
      - Scritto da: mes.id
      Dove c'e' una casa produttrice, ci possono essere
      responsabili che possono venire intimoriti da
      vecchietti impauriti e genitori
      xenofobi.

      Con l'open source invece non esistono capi,
      l'intera comunita' e' responsabile del codice
      scritto, quindi questi metodi di intimidazione
      non funzionano per
      niente.

      questa e' la forza dell'open source, bisogna
      contribuire a far crescere proggetti open source,
      gli unici che ci garantiscono la liberta' di
      giocare e svagarci senza paura del tintinnio di
      manette.

      Basta ghestapo, basta SS, la liberta' di giocare
      e' un diritto che andrebbe garantito a
      chiunque.

      Gli sviluppatori software devono sentirsi liberi
      di creare le loro opere d'arte senza il epricolo
      di ritorsioni mafiose o altri metodi degni
      dell'inquisizione.

      Intanto vi allego un gustoso assaggio di opengta,
      un clone non ancora perfetto di
      GTA....

      http://picasaweb.google.com/under.northern.sky/Ope

      buon giuoco a tutticiaosono (seriamente) un super-sostenitore del software libero... e tuttavia non riesco proprio a capire cosa c'entra l'open source in questa discussione...
      • mes.id scrive:
        Re: L'open source contro l'oscurantismo

        ciao
        sono (seriamente) un super-sostenitore del
        software libero...

        e tuttavia non riesco proprio a capire cosa
        c'entra l'open source in questa
        discussione...centra eccome, l'open source e' una idea, e' un simbolo.Nessuno puo' cancellare una idea, nessuno puo' arrestare milioni di persone. Se il 99% dei cittadini compie lo stesso reato, forse non e' piu' un reato. Questo e' il motivo dell'ispnr couerce. Nessun vincolo, nessun colletto bianco da impaurire, solo la liberta' di gioco.Niente bollini, niente censure, niente controlli liberticidi. L'open source garrantisce anche la liberta' di espressione. Da sostenitore dell'open, dovresti saperlo..no?
        • Sgabbio scrive:
          Re: L'open source contro l'oscurantismo
          ma nel caso specifico centra poco l'open source perchè il problema non è la filosofia della idea ma un'arretratezza culturale tutta italiana sui videogiochi. Poi stai tranquillo che Microsoft e Sony non toglieranno mai tale titolo nel loro catalogo anche se diranno il contrario...
  • se vabbe scrive:
    eh??
    censurato perche' diseducativo? e allora perche' le trasmissioni televisive non sono illegali?
    • nononloso scrive:
      Re: eh??
      - Scritto da: se vabbe
      censurato perche' diseducativo? e allora perche'
      le trasmissioni televisive non sono illegali?Giusto, ma anche: perché i presidenti del consiglio non sono illegali? 8)
  • Nome Obbligator io scrive:
    Perchè, solo questo?
    Di giochi diseducativi ce ne sono molti, ma sono solo GIOCHI...anche i film possono essere diseducativi (e lo sono!), ma non per questo vengono censurati.
  • Gesu scrive:
    ho la soluzione! ;)
    in realtà non ce l'ho,ma almeno possiamo mandarli affan©ulo!chi è d'accordo metta una X qui sotto! :D
  • Andrea scrive:
    codacons, fatti una sega!
    abbiamo gia' discusso queste cose milioni di volte, non ho voglia di ripetermi, ma giungo diretto al dunque: andate affanculo, vivete e lasciate vivere, merde.
    • cvb scrive:
      Re: codacons, fatti una sega!
      Quando i genitori ricominceranno a fare i genitori invece che essere assenti e iperprotettivi e permissivi nelle rare occasioni in cui si rendono conto di aver messo al mondo un pupo magari i bambini torneranno normali.Sono cresciuto con l'uomo tigre che spaccava i gong in testa ai nemici in laghi di sangue, con kenshiro che faceva scoppiare la gente prendendola a botte... ma non sono cresciuto serial killer....Forse smettere di affidare i propri figli a tv e console e lasciando che si sbuccino le ginocchia ogni tanto li renderebbe meno psicotici.Un paio di mesi fa avevo letto che i maggiori videogiocatori erano 30enni... ora trakkete diventano i minorenni.che siano i genitori a controllare a cosa giocano i figli(sono loro a sganciare i soldi per comprare il videogioco vietato ai minori,no?)E se non sono loro è perchè i ragazzini se lo scaricano col mulo e quindi poco importa che sia ritirato dai negozi.Ritirate tutti i film porno dai negozi perchè potrebbero traviare i bambini!E le sigarette????Gli alcolici????Che discorsi sono???Vedo sempre più vecchi bigotti che pretendono di metter bocca su cose che non gli sono mai appartenute....Tornassero nel loro sarcofago.
      • sega scrive:
        Re: codacons, fatti una sega!

        Sono cresciuto con l'uomo tigre che spaccava i
        gong in testa ai nemici in laghi di sangue, con
        kenshiro che faceva scoppiare la gente
        prendendola a botte... ma non sono cresciuto
        serial
        killer....erano altri tempi...giocavamo ancora con gli amici, e rispettavamo genitori o insegnanti (chi piu' chi meno)
        che siano i genitori a controllare a cosa giocano
        i figli(sono loro a sganciare i soldi per
        comprare il videogioco vietato ai
        minori,no?)
        E se non sono loro è perchè i ragazzini se lo
        scaricano col mulo e quindi poco importa che sia
        ritirato dai negozi.evidentemente non capisci il loro ragionamento. Take2 guadagna soldi solo se vende gta. Se la gente lo scarica con il mulo, magari perche' il gioco e' vietato loro perdono soldi. Risultato le prossime versioni o non usciranno o sarranno addolcite.
        Ritirate tutti i film porno dai negozi perchè
        potrebbero traviare i bambini!beh pero' non ho mai visto un padre comprare un vibatore al figlio 15enne
        Tornassero nel loro sarcofago.Poi dicono che i videogiochi non rendono scontrosi e asociali
    • anonimo scrive:
      Re: codacons, fatti una sega!
      - Scritto da: Andrea
      abbiamo gia' discusso queste cose milioni di
      volte, non ho voglia di ripetermi, ma giungo
      diretto al dunque: andate affanculo, vivete e
      lasciate vivere,
      merde.quoto anche io ma perchè la gente deve rompere il cazzo??
  • Qwerty2007 scrive:
    Si alla libertà, si alla legge!
    Io 18enne voglio e pretendo giocare a qualsiasi tipo di videogame altrimenti minate la mia libertà.Imparate a legiferare leggi utili e fate in modo che vengano applicate, vietatene la vendita ai minori e che si reale.Qui, in Italia stiamo delirando, per colpa di qualcuno devono rimetterci tutti? No, io non ci sto e con me molti altri.
    • CamperOfDuty scrive:
      Re: Si alla libertà, si alla legge!
      quelli là sono inutili, ignoranti e dannosi, non sarebbe male invocare una class action contro sti rinco, magari so'tutti basabanchi e vecchi bambaFamilies 4 Life-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2008 01.09-----------------------------------------------------------
  • asd scrive:
    pegi +18
    ma perchè il codacons non pensa ad altro?se è marchiato +18 e poi lo vendono ai bambini facessero causa ai negozianti..."Se i videogiochi influenzassero davvero i giovani oggi avremmo una generazione che ingurgita pasticche che rendono invincibili, in luoghi angusti, stanze buie, ascoltando una odiosa musica metallica.."mi faccio una gran risata codacons! :D
    • black sabbath scrive:
      Re: pegi +18
      mah musica metal a parte, sembra proprio che al giorno d'oggi questa sia l'unica attivita' preferita dai ragazzi.Te lo dice proprio un 25enne metallaro
      • Sgabbio scrive:
        Re: pegi +18
        ma non mi sembra che siano tutti ausettari, poi i ragazzi di adesso, manco hanno giocato a packman...anzi.... il massimo dei videoludico e pes o fifa :/
        • picchiatello scrive:
          Re: pegi +18
          - Scritto da: Sgabbio
          ma non mi sembra che siano tutti ausettari, poi i
          ragazzi di adesso, manco hanno giocato a
          packman...anzi.... il massimo dei videoludico e
          pes o fifa
          :/ cioe' fatemi capire se a quei tempi fosse esistito il codacons non poteva circolare liberamente il vic 20 ? IL C64 ? L'AMIGA? .....
          • Sgabbio scrive:
            Re: pegi +18
            quello che stavo dicendo al tizio omonimo di quel famoso gruppo metal è che non è vero che sono tutti housettari come dice lui. Che poi i giovani di adesso non credo che abbiano mai giocato a packman nella loro vita.
          • Demolitions scrive:
            Re: pegi +18
            - Scritto da: Sgabbio
            quello che stavo dicendo al tizio omonimo di quel
            famoso gruppo metal è che non è vero che sono
            tutti housettari come dice lui. Che poi i giovani
            di adesso non credo che abbiano mai giocato a
            packman nella loro
            vita.Però ce ne sono tanti di housettari e poppettari, fra l'altro è in dubbio pure la tua di conoscenza su quel gioco, visto che si scrive "Pac-Man", e non "Packman", XDCmq, pignoleria a parte, sono in linea di massima d'accordo con te, se veramente i videogiochi influenzassero così tanto, io non avrei un lavoro e non sarei in grado di stare in un ufficio con altre persone...
          • Sgabbio scrive:
            Re: pegi +18
            bhe era tardi V_V Comunque orinaria mente si doveva chiamare puckman, ma poi hanno cambiato se non erro.
        • ennekappa scrive:
          Re: pegi +18
          Esatto, allora aboliamo gli alcolici perchè i baristi li vendono ai minorenni anche se non potrebbero!Il problema è che è più facile censurare che far rispettare la legge!Che schifo!
          • ennekappa scrive:
            Re: pegi +18
            P.S. Domani vado subito a comprarlo che non si sa mai con questo nuovo governo...
          • Nome e cognome scrive:
            Re: pegi +18
            la fanno sempre la promozione xbox+gioco a 200 euri?
          • Cereal scrive:
            Re: pegi +18
            Per inciso il governo non c'entra niente, il CODACONS è tutto per i fatti suoi.Però romperebbe parecchio le scatole anche a me (che di anni ne ho 26) non poter comprare un gioco di cui ho tutta la serie e con il quale mi sono sempre divertito un mucchio, pur non essendo diventato o aver intenzione di diventare un capoclan...
    • Deo Gratias scrive:
      Re: pegi +18
      - Scritto da: asd
      "Se i videogiochi influenzassero davvero i
      giovani oggi avremmo una generazione che
      ingurgita pasticche che rendono invincibili, in
      luoghi angusti, stanze buie, ascoltando una
      odiosa musica
      metallica.."


      mi faccio una gran risata codacons! :DBeh l'affermazione sopra non è del tutto falsa... :DIn ogni caso le censure di qualsiasi tipo mi fanno schifo, questi dell'associazione dei consumatori dovrebbero pensare a cose ben più serie che rompere il cazzo per queste minchiate.
    • Pino scrive:
      Re: pegi +18
      - Scritto da: asd
      ma perchè il codacons non pensa ad altro?se è
      marchiato +18 e poi lo vendono ai bambini
      facessero causa ai
      negozianti...
      QUOTO
    • Sgabbio scrive:
      Re: pegi +18
      l'ho compra all'estero anche.
  • TheB scrive:
    Mah...
    Ma se il gioco e' marchiato VM18, che c'entra la "salute mentale dei minori" ?
    • Blackstorm scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: TheB
      Ma se il gioco e' marchiato VM18, che c'entra la
      "salute mentale dei minori"
      ?Intendevano la salute mentale già compromessa dei minorati mentali al codacons che non hanno un cazzo di meglio da fare che spaccare le balle per un videogioco.Il tutto senza offesa per chi la salute mentale non ce l'ha sul serio.
    • Gesu scrive:
      Re: Mah...
      purtroppo hanno ragione[yt]EuBQ_Mof5Q4[/yt]
Chiudi i commenti