Le MultiMediaCard turbo puntano ai cellulari

Tutto è pronto per l'arrivo sul mercato delle prime schede di memoria flash basate si di una nuova e più veloce specifica dello standard MMC. Al debutto il nuovo formato ridotto per telefonini e PDA


Seoul (Corea) – I promotori dello standard di memoria flash MultiMediaCard (MMC) sperano di riguadagnare il terreno perduto nei confronti dello standard rivale SecureDigital (SD) lanciando due nuovi tipi di memory card, entrambi basati sulla nuova specifica MMC 4.0 ad alta velocità.

Le nuove card arriveranno in due differenti formati: uno, chiamato MMCplus, avrà dimensioni tradizionali e tensione di corrente di 3,3 volt; l’altro, chiamato MMCmobile, avrà dimensioni più compatte e supporterà le tensioni di 3,3 e 1,8 volt. Entrambi conservano la compatibilità con le vecchie schede e con i dispositivi che le supportano.

La MultiMediaCard Association ( MMCA ) afferma che le nuove MMC sono da considerarsi le schede di memoria flash più veloci sul mercato. La nuova specifica prevede infatti frequenze di clock fino a 52 MHz (quella attuale è di 20 MHz) e il supporto a bus più ampi (x1, x4, x8): ciò consente di ottenere una velocità di trasferimento dati pari a 20 MB/s in lettura e di 15 MB/s in scrittura.

Particolarmente importante il supporto, nelle schede MMCmobile, del doppio voltaggio: una caratteristica che consente a queste memorie di mantenere la compatibilità con i dispositivi esistenti e, nella modalità a bassa tensione, di ridurre sensibilmente i consumi energetici.

Proprio ieri Samsung ha detto di aver sviluppato le sue prime schede MMCmobile e MMCplus e un controller integrante un processore ARM7 a 32 bit, un bus a 8 bit e un’interfaccia host capace di trasferire dati alla velocità massima di 52 MB/s.

“Samsung si aspetta che le funzionalità avanzate della nuova specifica MMC, quali formato di piccole dimensioni, elevate velocità di trasferimento dati e basso consumo energetico, facciano delle nuove schede MMC il formato di memory card più competitivo sul mercato, e questo non solo per i telefoni mobili, ma anche per tutti gli altri dispositivi mobili digitali”, ha affermato il produttore coreano in un comunicato.

Lo scorso giugno anche i produttori di memorie Kingston e Pretec hanno mostrato campioni di MMC “col turbo” .

Nelle scorse settimane Nokia, uno dei creatori dello standard MMC, ha annunciato il supporto , in alcuni suoi prossimi modelli di smartphone, del formato rivale SD. Quest’ultimo ha di recente superato, come diffusione globale, il più anziano rivale MMC, e ciò grazie soprattutto al mercato dei telefoni cellulari e dei PDA. Gartner Dataquest prevede tuttavia che durante i prossimi 4 anni le MMC saranno le memory card a più alto tasso di crescita.

Oltre a Nokia, fanno parte della MMCA HP, Samsung, Infineon, Micron e SanDisk.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti