Le nomination per Big Brother Award Italia 2006

L'organizzazione del premio annuncia che sono aperte le nomination: entro il 21 aprile possono inviare le proprie segnalazioni tutti coloro che ritengono di voler mettere all'indice chi ha attentato alla privacy dei cittadini
L'organizzazione del premio annuncia che sono aperte le nomination: entro il 21 aprile possono inviare le proprie segnalazioni tutti coloro che ritengono di voler mettere all'indice chi ha attentato alla privacy dei cittadini


Roma – Da due giorni, da lunedì 27 marzo, è partita ufficialmente la raccolta delle nomine per il Big Brother Award Italia 2006 , l’ormai celebre premio “in negativo” che da anni viene assegnato in tutto il Mondo a chi più ha danneggiato la privacy di utenti e cittadini. Nel 2005 è stato assegnato, oltre che in Italia, in altre 11 diverse nazioni

“In una situazione in cui la privacy è fatta continuamente a polpette dalle nuove tecnologie e da discutibilissime iniziative di “sicurezza” – spiegano i promotori – il BBA vuole puntare il dito contro chi opera in prima linea contro la privacy, beneficiando spesso del fatto che mai come in questo periodi i “riflettori” della pubblica attenzione sono lontani da questi argomenti”.

Nella migliore tradizione della Rete, il BBA è una iniziativa molto seria ma realizzata anche con allegria: “Tutto il BBA – sottolineano a Punto Informatico gli organizzatori – è infatti permeato anche dalla voglia di divertirsi, non certo per sdrammatizzare la situazione, ma perchè fare le cose con allegria aiuta a farle bene”.

Le nomination dovranno pervenire entro il 21 aprile, mentre il 20 maggio a Firenze, durante il prossimo convegno e-privacy 2006 , si terrà la cerimonia di assegnazione del premio.

Per presentare le nomination è sufficiente proporre uno o più candidati per una o più delle categorie previste. Dal 24 al 28 aprile, una giuria voterà i vincitori delle varie categorie scegliendo tra le nomine proposte dal pubblico. Non tutti i premi sono “in negativo”, esiste anche un premio “in positivo”, che verrà assegnato a chi invece si è battuto proprio per il rispetto del diritto alla riservatezza. Più ciascuna nomination sarà argomentata, avvertono i promotori, più è probabile che possa rientrare nella rosa dei premiati.

La roadmap prevede che il 7 maggio vengano resi pubblici i tre candidati più votati in ogni categoria.

“Onde evitare indebite pressioni – specifica una nota del Premio – le nomine potranno essere fatte anche in parziale o totale anonimato, e i nomi dei componenti della giuria saranno resi pubblici solo alla fine dei lavori dalla giuria”.

L’organizzazione del premio è a cura del Progetto Winston Smith , in collaborazione con Privacy International ed altre organizzazioni. Il Progetto è a disposizione per ulteriori informazioni anche a questo indirizzo email .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 03 2006
Link copiato negli appunti