Le prime (alte) tariffe GPRS di TIM

Mentre continuano le promozioni di tutti gli operatori, TIM illustra le sue prime tariffe per alcuni servizi forniti via GPRS. Che costano tantissimo
Mentre continuano le promozioni di tutti gli operatori, TIM illustra le sue prime tariffe per alcuni servizi forniti via GPRS. Che costano tantissimo


Roma – Quanto costa il GPRS? Se lo chiedono in molti, visto che in Italia gli operatori impegnati su questo fronte hanno finora fatto ricorso a promozioni per cercare di far partire il mercato GPRS, quello stesso che l’amministratore delegato di Wind, Tommaso Pompei, ha definito un flop .

Gli utenti TIM fino al prossimo 15 gennaio potranno navigare su internet via GPRS in modo del tutto gratuito ma da oggi inizieranno invece a pagare per ogni Kb circolato sulla rete GPRS ben 64 lire (4 ce, Iva inclusa) per l’accesso ai servizi WAP.

Si tratta di tariffe letteralmente esorbitanti e appetibili solo per una ristretta fascia d’utenza, tariffe così elevate che tendono a dare ragione al “disastro annunciato” del GPRS così come raccontato da Pompei nei giorni scorsi. A ben poco serve che sia cancellato il contributo di 25mila lire per l’attivazione GPRS sulle SIM di TIM.

Dopo il 15 gennaio, ha comunque annunciato TIM , la navigazione su internet costerà 10 lire (0,6 ce Iva esclusa) per ogni Kb circolato sul network.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 12 2001
Link copiato negli appunti