Le RAM magnetiche debuttano sul mercato

Freescale afferma di essere il primo produttore a commercializzare un chip MRAM, promettente alternativa alle memoria flash a cui stanno lavorando anche altri colossi del settore

Austin (USA) – Il lungo percorso che ha portato allo sviluppo delle memorie RAM magnetiche, o MRAM (Magnetoresistive Random Access Memory), sembra finalmente giunto al suo termine. Freescale , ex divisione di Motorola, ha infatti annunciato il debutto sul mercato di quello che sostiene essere il primo chip MRAM commerciale .

Freescale lavora alle memorie MRAM da circa un decennio e, in questo arco di tempo, ha protetto la propria tecnologia con oltre un centinaio di brevetti. L’azienda sostiene di aver battuto sul tempo avversari del calibro di IBM , che lavora alle MRAM da oltre vent’anni, e di Toshiba e NEC , che nel 2004 avevano messo a punto un prototipo di MRAM dalla velocità record.

“Freescale è la prima a spingere sul mercato una tecnologia dalle incredibili possibilità e dalle profonde implicazioni com’è quella MRAM”, ha affermato Bob Merritt, di Semico Research .

Le MRAM sono memorie non volatili che si candidano come alternativa ideale alle memorie flash, utilizzate oggi all’interno di telefoni cellulari, player MP3 ed altri tipi di dispositivi portatili. A differenza delle memorie RAM tradizionali, che utilizzano cariche elettriche per memorizzare i dati, le MRAM utilizzano campi magnetici. Questa caratteristica fa sì che le MRAM siano più veloci degli attuali chip di memoria, consumino molta meno energia, abbiano una durata virtualmente illimitata e, similmente alle flash, conservino le informazioni immagazzinate anche in assenza di corrente elettrica.

Chi sulle MRAM ha investito molto, come Freescale, sotiene che questa tecnologia racchiude in sé le migliori caratteristiche dei vari tipi di memoria tradizionale – DRAM, SRAM e flash – e sia in grado di adattarsi a molti ambiti del mercato, anche quelli che richiedono condizioni d’uso estreme.

Sebbene, come si è detto, le MRAM rappresentino un’interessante alternativa alle attuali memorie RAM per PC, il campo di applicazione dove inizialmente hanno più chance di sfondare è quello dei dispositivi professionali. Rispetto alle flash, le MRAM sono notevolmente più veloci e hanno una vita infinitamente più lunga, tuttavia sono anche più difficili da costruire e richiedono, da parte dei produttori, l’investimento di forti somme per l’acquisto di nuovi macchinari. Resta dunque da vedere quanto tempo ci vorrà prima che le MRAM divengano abbastanza economiche da insidiare le flash.

La prima MRAM di Freescale, di cui è già iniziata la produzione in volumi, è costituita da un chip di 4 Mbit venduto all’incirca ad un prezzo di 25 dollari . L’azienda indirizza questo suo primo chip di memoria magnetica ai dispositivi di rete e sicurezza (router, smart card, ecc.), ai sistemi di archiviazione, alle console da gioco e alle stampanti. L’azienda spiega tuttavia che le memorie MRAM possono essere utilizzate anche come cache all’interno di hard disk, drive ottici e altre memorie di massa.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    TIM ormai alla frutta???
    Ho portato un numero Wind a TIM sfruttando la promozione 640 Euro subito e ho avuto solo DELUSIONI:1) scopro che ti mettono una tariffa obbligata (pessima) che puoi cambiare solo pagando 5,16 Euro; per avere l'autoricarica pubblicizzata devi pagare 9 Euro/mese2) Dopo aver inviato una decina di MMS mi hanno azzerato il contatore...ne promettevano 150 di MMS gratuiti3) Dicevano che erano gratuite le chiamate verso TIM e fissi, ma, nonostante chiami solo questi numeri mi stanno scalando lo stesso il credito4) Ieri mi è arrivato un SMS di una suoneria (MAI CHIESTA!) e mi hanno ciulato 3 Euro in un sol botto5) Ho contattato diverse volte il 119, anche via web, per sapere perché tutto questo stia succedendo e non mi hanno MAI rispostoA questo si aggiunge un segnale di copertura scarso, quando c'è comunque campo l'audio è non chiaro, pulito...insomma BYE BYE TIM....e grazie number portability
    • Anonimo scrive:
      Re: TIM ormai alla frutta???
      - Scritto da:
      Ho portato un numero Wind a TIM sfruttando la
      promozione 640 Euro subito e ho avuto solo
      DELUSIONI:
      1) scopro che ti mettono una tariffa obbligata
      (pessima) che puoi cambiare solo pagando 5,16
      Euro; per avere l'autoricarica pubblicizzata devi
      pagare 9
      Euro/meseTutte le SIMCard hanno un piano tariffario precaricato - attualmente trovi di default la cosiddetta Relax Base(anche io ho fatto MNP da Wind a Tim per la stessa promo MNP) - che però puoi cambiare "gratuitamente" verso un altro piano più adatto alle tue esigenze.Quello che dici è vero, si riferisce alla Carta Autoricarica Relax (costo 9euro; validità 30gg) che ti permette sia di chiamare a 9 centesimi verso tutti i numeri italiani sia di ricaricarti di 9 centesimi per le chiamate da rete fissa, però le suddette condizioni sono ampiamente pubblicizzate sia nei negozi sia sul sito di TIM (www.tim.it) dove sono indicate chiaramente. In TV è praticamente impossibile aver il tempo e la possibilità di leggere tutte le condizioni ed infatti io se vedo un pubblicità che mi interessa mi documento su Internet o nei negozi. Vedo che sei una persona che è presente su Internet allora, perché non ti sei documentato sul loro sito? Se tu non lo hai fatto non puoi biasimare gli altri per una tua mancanza..
      2) Dopo aver inviato una decina di MMS mi hanno
      azzerato il contatore...ne promettevano 150 di
      MMS
      gratuitiI 150euro di MMS ci sono (gli ho seccati praticamente tutti, per la gioia dei miei amici a cui ho riempito le memorie dei cellulari). Forse ci sarà stato qualche problema. Hai provato a segnalarlo? Di solito il sito di Tim è comodissimo (oltre che rapido) per questo.
      3) Dicevano che erano gratuite le chiamate verso
      TIM e fissi, ma, nonostante chiami solo questi
      numeri mi stanno scalando lo stesso il
      creditoA me era successa una cosa simile ma verificando il dettaglio del traffico sul sito e chiamando il 456+il numero di cellulare ho scoperto che non era più un numero TIM e quindi loro non c'entravano. Controlla, altrimenti segnalalo.
      4) Ieri mi è arrivato un SMS di una suoneria (MAI
      CHIESTA!) e mi hanno ciulato 3 Euro in un sol
      bottoSegnati il numero che te lo ha mandato e contatta il servizio assistenza clienti generalmente gli operatori mobili hanno la possibilità di inibire la ricezione di alcuni tipi di messaggi a pagamento se gli puoi fornire il numero esatto che te li manda. Inoltre non lasciare mai "solo" il telefonino ed utilizza il codice PIN (ovviamente non lo comunicare in giro, nemmeno a moglie e figli).
      5) Ho contattato diverse volte il 119, anche via
      web, per sapere perché tutto questo stia
      succedendo e non mi hanno MAI
      rispostoStrano, a volte ci mettono anche un paio di settimane ma, rispondo sempre. Gli hai dato dei riferimenti precisi? Questo soprattutto se è dovuto ad un problema complesso gli può aiutare a velocizzare i tempi.

      A questo si aggiunge un segnale di copertura
      scarso, quando c'è comunque campo l'audio è non
      chiaro, pulito...insomma BYE BYE TIM....e grazie
      number
      portabilityGli hai fatto presente la mancanza di copertura con riferimenti precisi (indirizzo con n°civico e modello di cellulare)? Adesso ci faccio caso..ma non era più topic se stava nel thread TIM questo post? Non è che sei pagato da TRE per fare pubblicità occulta?byNetsurfer (oggi più perfido del solito) @^ (win)
Chiudi i commenti