Le reti Telecom restino italiane

Questo l'auspicio del Governo, consapevole del rischio che le appetibili infrastrutture dell'incumbent vengano rilevate da operatori provenienti dall'estero. Una possibilità che non sembra piacere a nessuno

Roma – Come è noto da alcuni giorni, Telecom Italia intende focalizzarsi sui servizi broadband e media e costituire due società, conferendo alla prima la rete fissa e alla seconda il business mobile. Per quest’ultima esiste il rischio che finisca in mani straniere, ma il ministro delle TLC Paolo Gentiloni esprime un auspicio: “Credo che il sistema industriale italiano, ove si arrivasse alla vendita, dovrebbe trovare una soluzione nazionale”.

Il Ministro, intervistato dal Corriere della Sera , conferma e condivide la sorpresa manifestata dal presidente del Consiglio nell’apprendere le intenzioni di riassetto del gruppo Telecom. “Siamo all’avvio di una grande evoluzione delle telecomunicazioni nel segno della convergenza”. Una fase cruciale e “l’Italia non può esserne esclusa”.

Al momento, comunque, il Governo non esprime alcun giudizio. Innanzitutto perché ha manifestato di voler approfondire il progetto della riorganizzazione approvato dal CdA Telecom, ma anche perché l’incumbent ha dichiarato, in una nota, che “per quanto riguarda le attività del business mobile, italiano ed estero (Brasile), la Società ribadisce di non aver affidato nessun mandato per la cessione, né tanto meno di aver ricevuto alcuna offerta”. È stato però precisato che l’azienda si è riservata “di esaminare le opportunità di valorizzazione delle attività di rete e del business di comunicazione mobile che si dovessero presentare, nonché ogni ulteriore o diversa iniziativa in funzione delle esigenze operative e di sviluppo sostenibile dell’impresa”. Tra le righe, con una certa chiarezza, si legge la disponibilità, da parte dell’incumbent, a valutare offerte provenienti da operatori o soggetti interessati ad entrare nel business, subentrando quindi alla gestione del gruppo Telecom.

Rumors in circolazione negli ambienti finanziari riferiscono che TIM sarebbe appetibile per operatori come Telefonica, Deutsche Telekom, France Telecom e per gruppi di private equity come Apax e Permira, tra i quali fa capolino anche Carlyle Group, il cui managing director Marco De Benedetti è stato, fino allo scorso anno, amministratore delegato di TIM.

Le dichiarazioni ufficiali di Telecom Italia lasciano intendere che ogni evoluzione debba ancora verificarsi. Pertanto il ministro Gentiloni, al momento, considera prematura ogni valutazione “istituzionale”, anche con riferimento alla possibilità, da parte del Governo, di abbandonare il suo attuale ruolo di osservatore e partecipare alla partita giocando il suo asso nella manica, ossia la carta della “golden share”, una particolare partecipazione azionaria svincolata dalla titolarità di vere e proprie quote azionarie, ma che gli attribuisce determinati diritti e poteri, tra cui il “diritto di veto” ad operazioni societarie come scissioni, fusioni, cessioni di quote di capitale.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Campagna Pubblicitaria
    le riviste prendono mazzette, non te lo diranno mai ma ci arrivi da solo leggendo alcuni articoli.questo su via comunque è da considerarsi al pari di una notizia sulle nuove cpu intel, niente di più, niente di meno, concordo però con l'autore del thread, qui a roma mi passano svariati aerei al giorno sopra la testa, e non sto a fiumicino, a roma.. e che non inquinano quelli? è vero che la colpa non è di via, e noi nel nostro piccolo col prossimo pc potremmo fare qualcosa...
  • Anonimo scrive:
    l'impatto zero
    è l'unica possibilità di sopravvivenza prima della catastrofe altrimenti inevitabile, ormai annunciata coralmente. Come in una tragedia greca.
  • Anonimo scrive:
    Per legge !
    Se fossi il legislatore obbligherei per legge gli uffici della PA ad acquistare simili tecnologie, quando si rinnovano i parchi macchine.Marco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Per legge !
      se fossi il legislatore obbligherei per legge a possedere a livello nazionale una azienda chiave nella produzione di questa roba così potrei produrmeli io senza che le varie ditte taiwanesi/giapponesi/americane mi ci facciano la cresta
  • Anonimo scrive:
    Emissioni di CO2 da funzionamento ?
    Ma i processori emettono anidride carbonica funzionando ?In 20 anni che lavoro nell'informatica non avevo mai sentito questa cosa ! Qualcuno ha dei link seri in merito ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
      - Scritto da:
      Ma i processori emettono anidride carbonica
      funzionando
      ?

      In 20 anni che lavoro nell'informatica non avevo
      mai sentito questa cosa !


      Qualcuno ha dei link seri in merito ?
      Secondo me si riferisce al CO2 emesso nell'intero ciclo produttivo del prodotto.Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
        Il processore ecologico è quello che hai già: prova a vedere se va ancora bene. Magari se non deve far girare Vista va benissimo, no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
          bravo, applauso- Scritto da:
          Il processore ecologico è quello che hai già:
          prova a vedere se va ancora bene. Magari se non
          deve far girare Vista va benissimo,
          no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
          - Scritto da:
          Il processore ecologico è quello che hai già:
          prova a vedere se va ancora bene. Magari se non
          deve far girare Vista va benissimo,
          no?Si bravo, ma l'hai letta la domanda o hai il generatore automatico di luoghi comuni che parte di default ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Il processore ecologico è quello che hai già:

            prova a vedere se va ancora bene. Magari se

            non deve far girare Vista va benissimo,

            no?
            Si bravo, ma l'hai letta la domanda o hai il
            generatore automatico di luoghi comuni che parte
            di default ?Il suo generatore di luoghi comuni ha perfettamente ragione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            Non ci sono più le mezze stagioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

            Il suo generatore di luoghi comuni ha
            perfettamente
            ragione.Avra' anche ragione, ma non e' collegato in nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle risposte precedenti.E' un po come se a questo post ti avessi risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            - Scritto da:

            Il suo generatore di luoghi comuni ha

            perfettamente

            ragione.
            Avra' anche ragione, ma non e' collegato in
            nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle
            risposte
            precedenti.
            E' un po come se a questo post ti avessi
            risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"Vuoi dire che secondo te se dimezzasse la velocita' a cui si cambia il processore non si risparmierebbero risorse ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?


            Avra' anche ragione, ma non e' collegato in

            nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle

            risposte

            precedenti.


            E' un po come se a questo post ti avessi

            risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"

            Vuoi dire che secondo te se dimezzasse la
            velocita' a cui si cambia il processore non si
            risparmierebbero risorse
            ?No, voglio solo dire che se ci fosse piu' verde forse non ci sarebbero tante guerre nel mondo
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            - Scritto da:



            Avra' anche ragione, ma non e' collegato in


            nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle


            risposte


            precedenti.




            E' un po come se a questo post ti avessi


            risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"



            Vuoi dire che secondo te se dimezzasse la

            velocita' a cui si cambia il processore non si

            risparmierebbero risorse

            ?

            No, voglio solo dire che se ci fosse piu'
            verde forse non ci sarebbero tante guerre
            nel mondoVedi, si ritorna al discorso dell'acqua: se scarseggia c'e' meno verde e piu' guerre.
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

            Vedi, si ritorna al discorso dell'acqua: se
            scarseggia c'e' meno verde e piu'
            guerre.Se ci fossero anche meno troll su PI mi offrirei volontario per innaffiare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            - Scritto da:

            Vedi, si ritorna al discorso dell'acqua: se

            scarseggia c'e' meno verde e piu'

            guerre.
            Se ci fossero anche meno troll su PI mi offrirei
            volontario per
            innaffiare.Anche la gente che sappia vedere al di la' del proprio naso manca un po'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

            Anche la gente che sappia vedere al di la' del
            proprio naso manca un
            po'.anche la gente che sia in grado di leggere un messaggio, capirlo ed eventualmente rispondere qualcosa che sia inerente
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            - Scritto da:

            Anche la gente che sappia vedere al di la' del

            proprio naso manca un

            po'.
            anche la gente che sia in grado di leggere un
            messaggio, capirlo ed eventualmente rispondere
            qualcosa che sia inerenteGia, come ha fatto la persona che auspicava una diminuzione della freguenza di aggiornamento dell'hardware, e magare un contemporaneo approfondito sfruttamento dello stesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

            Gia, come ha fatto la persona che auspicava una
            diminuzione della freguenza di aggiornamento
            dell'hardware, e magare un contemporaneo
            approfondito sfruttamento dello
            stesso.esatto, esempio perfetto !L'inizio del thread chiedeva informazioni circa il fatto che i processori emetessero o meno CO2 e questo ha risposto parlando di dimezzare la frequenza di aggiornamento.Non ho mai visto un caso piu' lampante di risposta che non centrava un cazzo con la domanda !
      • Anonimo scrive:
        Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

        Secondo me si riferisce al CO2 emesso nell'intero
        ciclo produttivo del
        prodotto.A buon senso anche io pensavo che andasse interpretata in questo modo, ma dallo stralcio che segue (ed anche dal titolo dell'articolo) si capisce esattamente che le emissioni derivano dall'uso del processore !"Il celebre chipmaker taiwanese sta infatti introducendo sul mercato i nuovi processori C7-D, che non sono soltanto dei chip a basso consumo energetico ma prevedono anche una compensazione per l'anidride carbonica prodotta con il loro funzionamento."
        • Anonimo scrive:
          Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
          - Scritto da:

          Secondo me si riferisce al CO2 emesso
          nell'intero

          ciclo produttivo del

          prodotto.

          A buon senso anche io pensavo che andasse
          interpretata in questo modo, ma dallo stralcio
          che segue (ed anche dal titolo dell'articolo) si
          capisce esattamente che le emissioni derivano
          dall'uso del processore
          !

          "Il celebre chipmaker taiwanese sta infatti
          introducendo sul mercato i nuovi processori C7-D,
          che non sono soltanto dei chip a basso consumo
          energetico ma prevedono anche una compensazione
          per l'anidride carbonica prodotta con il loro
          funzionamento."A scanso di equivoci, ci sono entrambe le cose. Il processo produttivo consuma energia. Il funzionamento del processore consuma energia.Poichè l'energia è prodotta (per lo più) per via termica (brucio carbone o petrolio) allora il consumo di energia corrisponde ad un emissione di CO2.
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

            A scanso di equivoci, ci sono entrambe le cose.
            Il processo produttivo consuma energia. Il
            funzionamento del processore consuma
            energia.
            Poichè l'energia è prodotta (per lo più) per via
            termica (brucio carbone o petrolio) allora il
            consumo di energia corrisponde ad un emissione di
            CO2.Si, alla fine ero giunto anche io a questa conclusione (perche' non ha senso che una cpu produca CO2 !)Certo l'articolo si poteva impostare un po meglio :-)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?
            - Scritto da:


            A scanso di equivoci, ci sono entrambe le cose.

            Il processo produttivo consuma energia. Il

            funzionamento del processore consuma

            energia.

            Poichè l'energia è prodotta (per lo più) per via

            termica (brucio carbone o petrolio) allora il

            consumo di energia corrisponde ad un emissione
            di

            CO2.

            Si, alla fine ero giunto anche io a questa
            conclusione (perche' non ha senso che una cpu
            produca CO2 !)Peccato, sono sicuro che una bella CPU a diesel non si pianterebbe mai. :D
            Certo l'articolo si poteva impostare un po meglio
            :-)

            Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Emissioni di CO2 da funzionamento ?

            Peccato, sono sicuro che una bella CPU a diesel
            non si pianterebbe mai. :D magari ci mette' un po a partire... ma poi dovrebbe andare bene :-)
  • Anonimo scrive:
    A me piacerebbe
    Io mi sono sempre trovato bene coi prodotti VIA, sia le motherboard stabili e chipset efficienti, sia le splendide EPIA mini-ITX. Comode per fare computer piccoli e silenziosi per vari usi dove non serve eccessiva potenza di calcolo.Ma porca miseria, quanto cacchio costano e come sono difficili da trovare!!Io sarei ben contento di seguire queste iniziative, farmi in casa, in azienda e rivendere belle soluzioni di server e macchinette di servizio piccolissime, silenziose, risparmiose e indistruttibili.Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.Benché le tecnologie siano già disponibili ed economiche, benché le prestazioni siano modeste, sembra che le aziende stiano marciando su questo desiderio di risparmiare, spazio ed energia elettrica, trattando queste necessità come una moda su cui marciare.Nessuno ha questa stessa sensazione?
    • Ubu re scrive:
      Re: A me piacerebbe
      - Scritto da:
      Io mi sono sempre trovato bene coi prodotti VIA,
      sia le motherboard stabili e chipset efficienti,
      sia le splendide EPIA mini-ITX. Comode per fare
      computer piccoli e silenziosi per vari usi dove
      non serve eccessiva potenza di
      calcolo.

      Ma porca miseria, quanto cacchio costano e come
      sono difficili da
      trovare!!

      Io sarei ben contento di seguire queste
      iniziative, farmi in casa, in azienda e rivendere
      belle soluzioni di server e macchinette di
      servizio piccolissime, silenziose, risparmiose e
      indistruttibili.

      Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.
      Benché le tecnologie siano già disponibili ed
      economiche, benché le prestazioni siano modeste,
      sembra che le aziende stiano marciando su questo
      desiderio di risparmiare, spazio ed energia
      elettrica, trattando queste necessità come una
      moda su cui
      marciare.

      Nessuno ha questa stessa sensazione?Diciamo che se devo scegliere preferisco queste iniziative (sicuramente commerciali) a quelle si limitano a tempestare la gente con pubblicità deficiente.Almeno hanno anche un risvolto ecologico vero.Visto che il loro mercato siamo noi, noi finalmente abbiamo il potere di trasformare la pubblicità instupidente, invadente, falsa, in ecologia.Ti pare poco?
    • Ubu re scrive:
      Re: A me piacerebbe
      - Scritto da:
      Io mi sono sempre trovato bene coi prodotti VIA,
      sia le motherboard stabili e chipset efficienti,
      sia le splendide EPIA mini-ITX. Comode per fare
      computer piccoli e silenziosi per vari usi dove
      non serve eccessiva potenza di
      calcolo.

      Ma porca miseria, quanto cacchio costano e come
      sono difficili da
      trovare!!

      Io sarei ben contento di seguire queste
      iniziative, farmi in casa, in azienda e rivendere
      belle soluzioni di server e macchinette di
      servizio piccolissime, silenziose, risparmiose e
      indistruttibili.

      Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.
      Benché le tecnologie siano già disponibili ed
      economiche, benché le prestazioni siano modeste,
      sembra che le aziende stiano marciando su questo
      desiderio di risparmiare, spazio ed energia
      elettrica, trattando queste necessità come una
      moda su cui
      marciare.

      Nessuno ha questa stessa sensazione?Diciamo che se devo scegliere preferisco queste iniziative (sicuramente commerciali) a quelle si limitano a tempestare la gente con pubblicità deficiente.Almeno hanno anche un risvolto ecologico vero.Visto che il loro mercato siamo noi, noi finalmente abbiamo il potere di trasformare la pubblicità instupidente, invadente, falsa, in ecologia.Ti pare poco?
    • Anonimo scrive:
      Re: A me piacerebbe
      ho la tua stessa impressione, e ormai nella barca è salita anche apple col mac mini ( i pc ci stavano già, basti pensare al saintsong espresso/cappuccino, o ai nuovi shuttle xpc)andrebbe secondo me rivista tutta l'architettura del pc, creando dei chip specializzati per le applicazioni video da aggiungere invece di fare cpu generiche che si accollano quasi tutto (dei chippini, non delle schede pci, incastonabili sulle mini mainboard come i bios nuovi)
  • Anonimo scrive:
    e l'inquinamento elettromagnetico?
    anche questo non è da sottovalutare,anzi credo dovrebbe essere considerato come primario.
    • Anonimo scrive:
      Re: e l'inquinamento elettromagnetico?
      Sono due cose che nn centrano nulla l'una con l'altra...Nn diciamo fesserie, per favore...L'anidride carbonica FA male -e va ridotta -, l'inquinamento elettromagnetico prodotto da una CPU è pari al tuo oroolgio da polso
    • vyger scrive:
      Re: e l'inquinamento elettromagnetico?
      l'inquinamento elettromagnetico non e' persistente nell'ambinte, non causa cambiamenti climatici e, forse non danneggia nemmeno l'uomo.ergo e' sicuramente in secondo piano, come l'inquinamento luminoso, che va comunque tenuto sotto controllo
      • Anonimo scrive:
        Re: e l'inquinamento elettromagnetico?
        - Scritto da: vyger
        ergo e' sicuramente in secondo piano, come
        l'inquinamento luminoso, che va comunque tenuto
        sotto controlloHai idea di quanto siano aumentati gli incidenti di scooteristi e motociclisti da quando hanno messo l'obbligo delle luci accese anche in città?Prima erano solo loro a tenere le luci accese anche di giorno, ora con tutti i veicoli che le tengono accese gli utenti delle due ruote sono diventati nuovamente "invisibili" e vulnerabili.
        • Anonimo scrive:
          Re: e l'inquinamento elettromagnetico?
          luci sempre accese in città ? mi manca : prego art.e comma del CdS !
          • Anonimo scrive:
            Re: e l'inquinamento elettromagnetico?

            luci sempre accese in città ? mi manca : prego
            art.e comma del CdS
            !Ha sognato la cazzata stanotte ed è venuto qua a rifilarcela... è OBBLIGATORIO tenere le luci accese in tutte le strade extra urbane, mentre in città è FACOLTATIVO (di giorno ovviamente...)!
          • Anonimo scrive:
            Re: e l'inquinamento elettromagnetico?
            purtroppo è vero, anche io anni fa ebbi uno scontro con mio cugino a riguardo e alla fine ebbe ragione lui, i motorini sono obbligati a tenere sempre le luci accese, anche in città di giorno, che spreco inutile della batteriaad ogni modo l'articolo è il 152 del codice della strada, visualizzabile anche a questo indirizzo:http://www.patente.it/codice/152.htmeccone un estratto: Art 152. Segnalazione visiva e illuminazione dei veicoli1. Fuori dai centri abitati, durante la marcia dei veicoli a motore, ad eccezione dei veicoli iscritti nei registri ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, è obbligatorio luso delle luci di posizione, dei proiettori anabbaglianti e, se prescritte, delle luci della targa e delle luci dingombro. Durante la marcia, per i ciclomotori ed i motocicli è obbligatorio luso dei predetti dispositivi anche nei centri abitati.
    • Anonimo scrive:
      Re: e l'inquinamento elettromagnetico?
      cazzate dette da chi ha ricevuto la sua bella bustarellacomunque una cpu più di un quarto di stanza non può inquinare, almeno il rischio è contenuto, i ponti radio dei cellulari inquinano tutto
  • Anonimo scrive:
    Re: Core Duo ecologico ci pensi?
    Anche intel ci sta provando. Andate a vedere i test del core 2 duo (conroe) che è uscito da poco. Consuma il 40% in meno e va il 40% in più a parità di clock
    • Anonimo scrive:
      Re: Core Duo ecologico ci pensi?
      Cioè parli dei test di Intel fatti sulle sue CPU e pubblicati nel suo sito.Immagino sia davvero imparziale!Insomma un bel consiglio il tuo, proprio da seguire.Aspettiamo i test di hardwaristi indipendenti e non prezzolati tramite annunci pubblicitari, e poi decidiamo se credere o meno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Core Duo ecologico ci pensi?
        Test che ci sono da qualche giorno... ma nemmeno pochi eh.. e confermano che conroe è un bel pezzo di processore, niente a che vedere con il Prescott.
  • Anonimo scrive:
    Anche alla apple
    Presto useranno CPU ecologiche... di legno ;)
  • Anonimo scrive:
    L'idea è ottima ma la cpu come sarà?
    Sicuramente se questa cpu risponderà alle esigenze dell'utilizzatore sarà preferita rispetto ad altre meno ecologiche. Però non si parla dell'apetto compatibilità: che socket userà? Sarà 64 o 32 bit? Userà EMT64 o X86-64? che prestazioni avrà?Queste e altre domande ne decreteranno il successo. Per esempio se usassero un socket tipo il 462 AMD io cambierei subito il mio duron con uno di questi. Se invece useranno un socket proprietario allora la vedo dura.In più i prezzi doranno essere per forza di cose molto bassi: l'ecologià e una cartteristica aggiuntiva per la quale pochi pagherebbero un premium price...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è ottima ma la cpu come sarà?
      Il C7 è a 32 bit. Usa un suo socket e non lo trovi sfuso ma solo ben saldato su motherboard. Le prestazioni di un C7 1.5 Ghz si avvicinano a quelle di un p3 1/1.3 Ghz no more. Il C3 a 1 Ghz ad esempio ha le prestazioni di un p3 700.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è ottima ma la cpu come sarà?
      è una cpu saldata su mainboard in formato mini o nano itx, piccole schede, poco potenti si, ma via ha deciso di seguire questa strada perchè come potenza non poteva competere con amd e intel, in sè l'idea non è malvagia, assemblarsi un mini pc in ogni stanza della casa dividendo i compiti potrebbe essere buono per aggirare l'ostacolo delle prestazioni (sempre a livello medio) il problema è che per la loro miniaturizzazione molti negozi se le fanno strapagare, anche i modelli più vecchi, io è da tanto che pensavo di passare al via c7, ma visti i prezzi appena uscito, costa come un core 2 duo
  • Anonimo scrive:
    Ma chi ci crede
    Tanto non devono dimostrarlo a nessuno e' un bello stunt di marketing ma figurati e non dico tanto via dico che se la cosa prende tutti a dire che pianteranno foreste e magari davanti alle telecamere pianteranno un paio d'alberi
  • Anonimo scrive:
    C'è albero e albero
    ogni albero impatta sul co2 in modo diverso sarebbe interessante capire se hanno scelto la specie
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è albero e albero
      Probabilmente hanno scelto le specie che renderanno più legna quando verranno abbattute da qualche multinazionale della carta...Non staranno certo a vedere dettagli insignificanti tipo la biodiversità. :|
  • hulio scrive:
    Applausi per VIA
    C'è solo da sperare che Intel e Amd si adeguino. Quanto ci vorrà?
    • Anonimo scrive:
      Re: Applausi per VIA
      - Scritto da: hulio
      C'è solo da sperare che Intel e Amd si adeguino.
      Quanto ci
      vorrà?Sottoscrivo gli applausi ma non mi illuderei, qui è tutto un magna magna sulle spalle della Terra
    • Rief scrive:
      Re: Applausi per VIA
      Applausi anche da me, un buon modo di fare marketing in maniera intelligente. Brava Via.
  • Anonimo scrive:
    Bello..però...
    La VIA, come il suo solito, lo metterà in commercio solo fra 2 o 3 anni, epia nano docet.
Chiudi i commenti