Le stampanti di HP mangiano Web

La nuova linea di stampanti laser HP trova casa sul Web ed offre agli utenti tutta una nuova serie di funzionalità orientate all'uso e alla gestione via Internet, compreso il supporto alle applet Java


Palo Alto (USA) – Ora che sui computer l’accesso ad Internet è ormai cosa scontata, la tendenza è quella di rendere disponibile questa funzionalità su un numero sempre più grande di info appliance e periferiche. Per le stampanti questa non è una novità assoluta, visto che già da qualche tempo diversi produttori offrono stampanti di rete in grado di essere controllate via Web.

HP va oltre ed annuncia una nuova linea di stampanti laser che, oltre ad integrare un server Web in grado di fornire lo stato dell’unità e la gestione remota, includono, nei modelli di fascia alta, una virtual machine embedded capace di far girare applet Java per la personalizzazione della stampante e l’aggiunta di nuovi servizi per l’interazione con telefoni cellulari, handheld o servizi Web.

Fra le nuove funzionalità Internet-oriented permesse da questa nuova linea di LaserJet, vi è la possibilità di scandire i documenti direttamente sul Web, stampare dai dispositivi wireless, ordinare automaticamente il toner ed avvisare via e-mail o messaggi SMS quando carta e inchiostro stanno per finire.

HP prevede di aggiungere il supporto Bluetooth alla sua linea di stampanti laser non prima del prossimo anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    abbasso la pirateria?
    Sul libro "Space Invaders", Carlà proponeva una cosa del genere per eliminare la pirateria: mettere a disposizione di tutti tutti i videogiochi che ci sono, in cambio di una quota (non meglio specificata se fissa o a consumo), di abbonamento. Questo significherebbe che tutti gli utenti possono giocare quando vogliono a qualunque gioco eliminando loro il fastidio di contattare un pirata e comprare il singolo gioco... chissa!!
    • Anonimo scrive:
      Re: abbasso la pirateria? --
      carla'????????
      Beh come trovata non mi sembra davvero originale. Se ne parla da almeno due anni, con Napster e soci poi si parla di videogiochi e non solo.Insomma come previsione mi sembra una delle solite scontatissime banalita' di quello li'.- Scritto da: Fabris
      Sul libro "Space Invaders", Carlà proponeva
      una cosa del genere per eliminare la
      pirateria: mettere a disposizione di tutti
      tutti i videogiochi che ci sono, in cambio
      di una quota (non meglio specificata se
      fissa o a consumo), di abbonamento. Questo
      significherebbe che tutti gli utenti possono
      giocare quando vogliono a qualunque gioco
      eliminando loro il fastidio di contattare un
      pirata e comprare il singolo gioco...
      chissa!!
Chiudi i commenti