Le Super DRAM escono allo scoperto

Un gruppo di colossi nel settore dei chip è impegnato nello sviluppo di un nuovo tipo di memorie più veloci di Rambus e DDR-2


San Jose (USA) – Secondo quanto riportato da EETimes.com, il gruppo di aziende riunite sotto il nome di Advanced DRAM Technology (ADT), fra i cui membri, oltre ad Intel, si troverebbero alcuni fra i più grossi produttori di memorie, ha fatto circolare fra i produttori di PC le specifiche di un nuovo tipo di memorie DRAM che, secondo i loro supporter, succederanno a Rambus e DDR-2 .

Le specifiche delle nuove memorie, sebbene non ancora divulgate pubblicamente, dovrebbero essere simili a quelle delle DDR-2, dunque integranti la tecnologia double-data-rate e con un voltaggio inferiore a quello degli attuali moduli DDR SDRAM.

Le intenzioni dell’ADT sono quelle di lanciare sul mercato di massa questo nuovo tipo di memorie tra il 2003 ed il 2004, proponendo nel frattempo le specifiche al gruppo di standardizzazione Jedec entro la fine dell’anno.

La speranza dell’ADT è quella di riuscire a far convergere le proprie specifiche con quelle delle DDR-2, dando così vita ad uno standard ancor più solido e duraturo.

Secondo Farhad Tabrizi, uno dei membri del consorzio, queste nuove memorie hanno molto in comune con le DDR-2, ma rispetto a queste adottano degli accorgimenti tecnologici che consentiranno loro di raggiungere frequenze maggiori. Un altro punto di forza risiederà nel costo che, a detta di Tabrizi, potrà essere sensibilmente inferiore a quello delle memorie Rambus.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    MegaHertz: si o no?

    Intel sostiene che McKinley avrà una
    capacità computazionale, a parità di
    megahertz, sensibilmente maggiore
    rispetto a ItaniumE rispetto al Pentium 4?Vuoi vedere che per una volta Intel e AMD si trovano d'accordo sul fatto che il MegaHertz non basta + per stabilire la reale capacità elaborativa di un processore?Però Intel si trova alla prese con un problema di schizofrenia. Per il Pentium 4 vs AMD il megahertz conta, per il Pentium 4 vb McKinley no.
    • Anonimo scrive:
      Re: MegaHertz: si o no?
      - Scritto da: Hardwarista Dubbioso
      E rispetto al Pentium 4?Alcuni dati li trovi su sito della intel (cerca per benchmark) e troverai tutti i confronti su calcoli di interi e float per PIII, P4 ed Itanium. Se vuoi la masturbazione totale del confronto tra CPU, il sito www.spec.org fa al caso tuo.
      Vuoi vedere che per una volta Intel e AMD si
      trovano d'accordo sul fatto che il MegaHertz
      non basta + per stabilire la reale capacità
      elaborativa di un processore?Piuttosto vuoi vedere che gli *utenti* di Intel e AMD si troveranno d'accordo. Intel e AMD stesse ne sanno qualcosa di più sui processori e sanno come gli Hz contano nella misura delle prestazioni.
      Però Intel si trova alla prese con un
      problema di schizofrenia. Per il Pentium 4
      vs AMD il megahertz conta, per il Pentium 4
      vb McKinley no. La schizofrenia è solo degli utenti che seguono la regola: "più ce n'è meglio è".
    • Anonimo scrive:
      Re: MegaHertz: si o no?

      Però Intel si trova alla prese con un
      problema di schizofrenia. Per il Pentium 4
      vs AMD il megahertz conta, per il Pentium 4
      vb McKinley no. Intel non è schizzofrenica, lo sono gli utonticonsumatori, a loro si danno tanti megahertz(che in questo modo sono più contenti), agliutenti professionali si danno le prestazioni vere.
      • Anonimo scrive:
        Re: MegaHertz: si o no?
        Il confronto in MHz tra P4 e McKinley non si può proprio fare... forse dimenticate che il P4 è a 32bit?? Forse McK integrerà un core 32-bit separato come su Itanium.. di sicuro non si possono fare paragoni mettendo su una macchina codice a 64 bit e sull'altra a 32 bitE non sbattevi che prima o poi AMD crepa...
Chiudi i commenti