Le tariffe GPRS di Omnitel Vodafone

Sono elevate come quelle di TIM ma l'operatore, al contrario del concorrente, sceglie la via dell'attesa con una card che consente una temporanea GPRS flat
Sono elevate come quelle di TIM ma l'operatore, al contrario del concorrente, sceglie la via dell'attesa con una card che consente una temporanea GPRS flat


Roma – Dopo TIM, anche Omnitel Vodafone decide di annunciare le proprie tariffe per i servizi di connettività mobile GPRS. Si tratta di tariffe che, come quelle del suo principale competitor, sembrano decisamente elevate.

In particolare Omnitel, dal prossimo 11 febbraio, è intenzionata a imporre, a prepagate con credito in euro e agli abbonamenti, una tariffazione di 3 eurocentesimi per ogni kilobyte trasmesso o ricevuto. La tariffa è la stessa se il collegamento è WAP o se si tratta di navigazione internet.

Sulla carta, dunque, Omnitel Vodafone di fatto si adegua alle prime tariffe annunciate sul mercato italiano , quelle di TIM, che avevano raccolto molta attenzione proprio perché elevate. Forse anche per questo, e in attesa di segnali più chiari sul futuro possibile del mercato GPRS, Omnitel ha messo le mani avanti parlando già di una carta servizi che in cambio di una spesa di 10,33 euro consentirà di fruire di una sorta di “flat GPRS temporanea”, ovvero di una connettività GPRS senza altri costi ma limitata al 22 aprile.

Quel che appare chiaro, dopo la presentazione delle tariffe Omnitel Vodafone, è che i più importanti operatori mobili italiani non sanno ancora quale sia la via migliore per gestire quella che considerano una “decisiva migrazione”, quella dal GSM “tradizionale” ai servizi avanzati GPRS. Migrazione propedeutica alle ambizioni degli anni prossimi, che si spingono verso il mare oscuro della telefonia di terza generazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 01 2002
Link copiato negli appunti