Le videocamere DVD diventano pocket

Hitachi e Matsushita hanno sviluppato congiuntamente una nuova generazione di videocamere DVD più leggere delle attuali e in grado di stare in un palmo di mano


Roma – Hitachi e Matsushita Electric Industrial sono pronte ad introdurre sul mercato il frutto di una recente collaborazione per lo sviluppo di una nuova generazione di videocamere DVD.

I due colossi giapponesi hanno spiegato che le nuove videocamere peseranno intorno ai 500 grammi, circa il 30% in meno rispetto ai prodotti attualmente sul mercato, e saranno sufficientemente compatte da stare comodamente nel palmo di una mano.

Hitachi ha pianificato il rilascio di due nuovi modelli di videocamera, la DZ-MV350 e la DZ-MV380, attese in Giappone per la seconda settimana di marzo e in Europa rispettivamente ad aprile e a maggio. Più o meno nello stesso periodo Matsushita Electric prevede l’introduzione, sui mercati internazionali, della nuova videocamera VDR-M30K che, come tradizione, porterà il marchio Panasonic.

Le nuove videocamere di Hitachi e Matsushita registreranno i video in formato MPEG-2 su supporti DVD-RAM e DVD-R da 8 cm; le foto potranno in alternativa essere memorizzate su di una flash card in formato SecureDigital. Sia la DZ-MV350 di Hitachi che la VDR-M30K di Matsushita avranno una risoluzione di 800.000 pixel e un prezzo che, sul mercato giapponese, si aggirerà sui 950 euro. La DZ-MV380 avrà invece una risoluzione di 1,02 megapixel e costerà, sempre in Giappone, circa 1.100 euro.

Tutti i modelli avranno in comune uno zoom ottico di 10x, uno zoom digitale di 240x, un display LCD da 120.000 pixel, una porta USB 2.0 per la connessione al PC, due uscite video in standard S-Video e A/V e un’entrata microfono.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Italiani...
    Scommettiamo che gli stessi che adesso vogliono far spostare il ripetitore poi saranno quelli che si lamenteranno perchè nella propria zona non c'è copertura ?Italiani: botte piena (purchè stia nella cantina di qualcun'altro) e moglie ubriaca (purchè sia qualcun'altro a preoccuparsi dello smaltimento della sua sbornia).
  • Anonimo scrive:
    Pensate il risparmio...
    Io ho un un'antennone vicino casa, vabbhe' e' un po fastidioso ma e' ottimo per scongelare i cibi e per tenerli in caldo, tutto gratis. :-)Ehhh, la tecnologia ti semplifica la vita.
  • Anonimo scrive:
    Come Radio Vaticana
    "Cosa importa mettere a rischio la vita di persone innocenti... quello che conta è il denaro!"Sembra proprio questo l'insegnamento di Radio Vaticana, che emetteva onde che facevano una cosa tipo 10 volte il giro del mondo.Allo scoppio dello scandalo, cosa ti rispondono? "Oops, non ce ne eravamo accorti!"(E, manco a dirlo, tutti assolti.)Le malattie croniche non si toccano subito, i soldi si.Il vostro, triste, Fede (a cui sembra che il mondo continui a girare nel verso sbagliato).!
  • Anonimo scrive:
    Basta tenere il cell. un po' distante
    Tempo fa ho avuto modo di misurare le emissioni elettromagnetiche di un cellulare... In effetti fa impressione vedere dei valori molto superiori a quelli che emette il monitor di un pc a distanza zero.Il segreto comunque è quello di tenere il cell. a distanza di un centimetro dall'orecchio per annullare quasi tutto. Lo so che è scomodo e anche io me ne scordo sempre. Dovrebbero inventare un dispositivo in plastica da applicare al cell. che permetta di tenerlo alla giusta distanza quando è appoggiato alla testa.
  • Anonimo scrive:
    Chiariamo le cose...
    Come giustamente ha gia' detto qualcuno, la notizia e' sbagliata: la cefalea e' stata causata dal rumore e non dalle onde elettromagnetiche (anche perche' in quest'ultimo caso non sarebbe dimostrabile cosi' facilmente). In sostanza pensate ad un continuo "viiiiiiiiiii" di sottofondo: farebbe venire il mal di testa a chiunque, no?Vi consiglio di provare a farvi prestare da un amico un analizzatore di spettro o piu' semplicemente un misuratore di intensita' di campo magnetico. Provate ad avvicinarlo alla televisione: emette tantissimo! Aiuto!!! Provate ora ad allontanarvi: vedrete che nel giro di pochi centimetri il campo magnetico e' sceso a livelli quasi insignificanti.Tenendo quindi una distanza precauzionale dalle antenne per telefonini e dai ripetitori radio/televisivi, non si corrono rischi. Il fatto di avere un ripetitore per cellulari sul proprio edificio non comporta rischi: le onde sono dirette verso i vicini di casa... che saranno sicuramente ad una distanza sufficiente per non avere problemi.Infine il fatto che la frequenza di lavoro dei cellulari sia vicina a quella dei forni a microonde non significa niente... e' una frequenza diversa e quindi comporta effetti diversi.Usare poco il cellulare comunque e' una buona abitudine: ci si guadagna in salute non tanto per le onde elettromagnetiche, quanto per i rapporti interpersonali e con il mondo che ci circonda :-)Leto
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiariamo le cose...
      - Scritto da: Anonimo
      Come giustamente ha gia' detto qualcuno, la
      notizia e' sbagliata: la cefalea e' stata
      causata dal rumore e non dalle onde
      elettromagnetiche (anche perche' in
      quest'ultimo caso non sarebbe dimostrabile
      cosi' facilmente). In sostanza pensate ad un
      continuo "viiiiiiiiiii" di sottofondo:
      farebbe venire il mal di testa a chiunque,
      no?Veramente la notizia parla anche di rumore ma il fatto che si tratti solo di rumore, come dicono i Verdi, fa ridere i polli, quelli che credono alle tecnologie buone sempre e comunque.Ridicolo
    • UmAnOiDe/69 scrive:
      Re: Chiariamo le cose...
      - Scritto da: Anonimo
      Come giustamente ha gia' detto qualcuno, la
      notizia e' sbagliata: la cefalea e' stata
      causata dal rumore e non dalle onde
      elettromagnetiche (anche perche' in
      quest'ultimo caso non sarebbe dimostrabile
      cosi' facilmente). In sostanza pensate ad un
      continuo "viiiiiiiiiii" di sottofondo:
      farebbe venire il mal di testa a chiunque,
      no?Non c'è dubbio. Visto però il putiferio scatenato, mi piacerebbe a questo punto che qualcuno riportasse un riferimento esatto alla notizia originale. Se di rumore si tratta stiamo parlando a vanvera. Se qualcuno ha tirato dentro a sproposito il campi elettromagnetici vorrei tanto sapere chi è stato, dove, quando e perché.
      Tenendo quindi una distanza precauzionale
      dalle antenne per telefonini e dai
      ripetitori radio/televisivi, non si corrono
      rischi. Hmmm... beato te che hai di queste certezze. :-)Io sono portato a pensarla come te, sia chiaro. Ma da qui alle affermazioni categoriche ce ne corre. No all'allarmismo e no alle precauzioni ingiustificate - soprattutto se economicamente onerose per la società! Ma valga sempre il principio che non avere dimostrato "X" non significa affatto aver dimostrato "non-X". Fino a prova contraria quindi tendo a non credere alla dannosità dei campi EM non ionizzanti, ma non è una questione fieistica o ideologica; nulla insomma che mi impedisca di prendere atto dei risultati di un nuovo studio che invece un domani possa dimostrare il contrario.
      Infine il fatto che la frequenza di lavoro
      dei cellulari sia vicina a quella dei forni
      a microonde non significa niente... e' una
      frequenza diversa e quindi comporta effetti
      diversi.Sono d'accordo, a parte che... ma chi l'ha detto che sono frequenze vicine????Mi date una definizione operativa di "vicinanza" tra frequenze?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiariamo le cose...
        - Scritto da: UmAnOiDe/69

        Vorrei capire in sostanza dov'è che il mal
        di testa da rumore è diventato danno da
        campi elettromagnetici e per mano di chi!Temo che per questo non basterebbe uno stuolo di magistrati... :-/
        Quello che volevo dire è che sarebbe bene
        andarci cauti con le presunte *certezze*,Le "certezze scientifiche" non esistono, finché si parla di scienze sperimentali FCN e (soprattutto) di medicina. Fondazionalmente si può parlare di certezze solamente in Matematica, e con una solida, chiara serie di premesse tra sistemi assiomatici e scelta dei relativi sistemi formali (sempre nel quadro degli "aggiustamenti" ispirato dai teoremi di incompletezza ed indecibidilità di Gödel e dai successivi lavori di Church, Tarsky e quant'altri, per quei campi che ne sono influenzati). In buona sostanza, certezze circoscritte, che di solito non hanno a che vedere con il quadro osservativo-sperimentale intersoggettivo ma piuttosto col platonico mondo degli enti matematici - che possono modellare la realtà ad uso delle altre scienze, non certo formalizzarla esaustivamente.Questo non è male ripeterlo, di quando in quando, poiché è uno dei più grossi vincoli alla divulgazione scientifica in un mondo dove 6 italiani su 10 non leggono neppure un libro all'anno, ma i "clienti" di fattucchiere maghe chiromanti e pseudomedicine "alternative" aumentano ogni giorno. Non sarebbe male dare da leggere Kuhn in tutte le scuole, per capire come procede la conoscenza scientifica nelle discipline sperimentali e quale sia il posto del "dubbio" nel quadro di qualsiasi teoria "vera fino a confutazione".
        • Root5 scrive:
          Re: Chiariamo le cose...

          Fondazionalmente si può parlare di certezze
          solamente in Matematica, e con una solida,
          chiara serie di premesse tra sistemi
          assiomatici e scelta dei relativi sistemi
          formali (sempre nel quadro degli
          "aggiustamenti" ispirato dai teoremi di
          incompletezza ed indecibidilità di Gödel e
          dai successivi lavori di Church, Tarsky e
          quant'altri, per quei campi che ne sono
          influenzati). In buona sostanza, certezze
          circoscritte, che di solito non hanno a che
          vedere con il quadro
          osservativo-sperimentale intersoggettivo ma
          piuttosto col platonico mondo degli enti
          matematici - che possono modellare la realtà
          ad uso delle altre scienze, non certo
          formalizzarla esaustivamente.heheh premettendo che ammiro la vostra preparazione ed é molto interessante leggervi concedetemi na azzata :)ma il vostro spacciatore chi é?? heheh vorrai anche io un po di sta roba che ve fumate ...con affettoFrancesco
  • Nic scrive:
    Non tutti sanno che...
    Non tutti sanno che le onde elettromagnetiche sono un fenomeno naturale vecchio quanto il mondo.Anzi la Terra stessa emette un proprio campo elettromagnetico che ci protegge da alcune radiazioni provenienti dallo spazio (tra cui alcune che avrebbero impedito lo sviluppo della vita sul pianeta).Tuoni e fulmini durante i temporali sono espressioni di onde elettromagnetiche che si vengono a creare nell'atmosfera.Semplicemente con la tecnologia abbiamo semplicemente imparato a sfruttare qualche cosa che già c'era.E comunque sono ben 100 e rotti anni che sfruttiamo questi fenomeni. Non è roba dell'altro ieri.Se fossero dannose, secondo voi, in qualche miliardo di anni (ma anche considerando solo i 100 anni post-Marconi) non ce ne saremmo già accorti ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non tutti sanno che...
      Le onde elettromagnetiche non sono tutte uguali; mai sentito parlare di frequenza e di potenza ?Prova a infilare la testa dentro il forno a microonde e poi ne riparliamo.I ripetitori per la telefonia mobile e i radar sono ciò che più si avvicina ai forni a microonde.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non tutti sanno che...
        Ci si possono avvicinare quanto vuoi!Sai perché non avranno mai quell'effetto? Perché a quella frequenza e solo a quella entrano in risonanza le molecole dell'acqua, l'energia cinetica delle molecole genera (anzi, *è*) energia termica e il corpo si scalda.Prova a fare altrettanto con i 1,8 Ghz.
  • Anonimo scrive:
    Per me sono tutte cagate....
    Come da titolo.Volete i telefonini, magari più di uno per tasca, che prendano il segnale 99 volte su cento, dovete tenervi anche le antenne radio base, altrimenti tornate ai segnali di fumo o a quelli luminosi. oppure i segnali morse (via filo però, mi raccomando).
    • Bruco scrive:
      Re: Per me sono tutte cagate....
      - Scritto da: Anonimo
      Volete i telefonini, magari più di uno per
      tasca, che prendano il segnale 99 volte su
      cento, dovete tenervi anche le antenne radio
      base, altrimenti tornate ai segnali di fumo
      o a quelli luminosi. oppure i segnali morse
      (via filo però, mi raccomando).Beato te che non hai problemi! Io ho dovuto cambiare casa qualche anno fa per un problema molto simile e ti assicuro che non è bello sentirsi dire dai medici che, siccome sei una persona più sensibile della media a certe frequenze, sei soggetto a delle patologie CRONICHE. A me andrebbero bene anche i segnali Morse, però immagino che tu a questo punto voglia sbattermi su un'isola deserta in mezzo all'oceano perché sono di intralcio alla comunità e al progresso....
  • Anonimo scrive:
    BTS
    Mio fratello lavora in una società che installa BTS.Gli capitò, in un sito, di andare ad installare delle BTS laddove un'altro gestore le aveva già installate.Dopo una giornata passata "passeggiando" a una distanza di *2 metri* da una BTS operativa, è tornato a casa con un mal di testa devastante. Ovvio.Ma questo non è un mistero.Il giorno dopo sono tornati a finire il lavoro, avendo stavoilta l'accortezza di allontanarsi di *qualche* metro. La sera, nemmeno un leggero "cerchietto" alla testa.Ora nessuno dice che le radiazione elm fanno bene. Ma studi dimostrano (e hanno dimostrato per anni) che l'effetto si riduce con proporzioni cubiche al variare della distanza. Della serie, sopra i 10mt non si verificano praticamente più effetti.Ora mi pare di aver letto che questo qui aveva l'antenna a 1 metro dalla finestra del salotto.Ha sbagliato chi gliel'ha installata, niente da dire.Ma da qui a fare una caccia alle streghe da basso medioevo contro la tecnologia, ce ne corre....Troppa gente parla senza sapere....
    • Anonimo scrive:
      Re: BTS
      Certo che una società che continua a vendere cellulari ai ragazzini di 10 anni per mandarsi SMS da un banco di scuola all'altro è sicuramente una società evoluta!.E per fare questo continuerà ad installare tante e tali antenne che alla fine altro che cefalea.
      • Anonimo scrive:
        Re: BTS
        - Scritto da: Anonimo
        Certo che una società che continua a vendere
        cellulari ai ragazzini di 10 anni per
        mandarsi SMS da un banco di scuola all'altro
        è sicuramente una società evoluta!.
        E per fare questo continuerà ad installare
        tante e tali antenne che alla fine altro che
        cefalea.Non è la "società" che vende, sono i genitori che li comprano....
  • Anonimo scrive:
    SARA' VERO?
    Guarda caso sono tutti dolori non "verificabili" , insomma, i classici mali da assicurazioni !!chiunque puo' andare a dire di aver mall di testa e di essere preda da crisi d'ansia e i medici non potranno che annuire positivamente credendo alle parole del paziente il quale gioca su questo fatto !!Nolto diverso sarebbe stato se fosse stato diagnosticato un tumore, il quale non lo auguro proprio a nessuno.Un tumore , per quanto grave e atroce possa esserre e' dignosticabile veramente, ma un mal di testa no di certo !!Questa storia mi convince poco, mi da piu' l'idea di una persona che, essendosi visto installare un ponte GSM di fronte a casa abbia voluto sfruttare l'occasione, come molti fanno quando gli capita un tamponamento ai 15KM/h
    • Anonimo scrive:
      Come San Tommaso
      Certo che le onde elettromagnetiche non si vedono e quindi secondo questo ragionamento non dovrebbero far male.Purtroppo anche le radiazioni ionizzanti non si vedono ad occhio nudo però mi sembra facciano male!Io sono contro i truffatori delle assicurazioni ma certo mi piacerebbe fare un bella causa contro le Società che pubblicizzano un mirabolante futuro a base di telefonini che vendono come i spacciatori a ragazzini che per fare bella figura se ne stanno rincoglioniti con i cello in mano a fare giochetti demenziali piuttosto che farsi quattro passi e parlare a VOCE. Purtroppo proprio le fasce più deboli della Società sono le più sensibili alle Sirene del Wi-Fi , Gsm , UMTS , GPRS etc. etc. etc.
      • UmAnOiDe/69 scrive:
        Re: Come San Tommaso
        - Scritto da: Anonimo
        Certo che le onde elettromagnetiche non si
        vedono e quindi secondo questo ragionamento
        non dovrebbero far male.Scusa ma dov'è che dal msg precedente arrivi a trarre questa conclusione?
        Purtroppo anche le radiazioni ionizzanti non
        si vedono ad occhio nudo però mi sembra
        facciano male!Perfetto. Giusta distinzione: le radiazioni ionizzanti fanno certamente male. Per quelle non ionizzanti, almeno per le frequenze in ballo in questi casi, il dibattito è aperto ma di fatto non c'è una prova della loro dannosità.Il punto però è che non ho capito il tuo ragionamento: che c'entra il fatto che si vedano o meno? Mi sembra che chi ha scritto il msg precedente si riferisse all'effetto non dimostrabile (il mal di testa) in gioco in questa vicenda, in contrapposizione ad un effetto purtroppo ben verificabile (il tumore). Le raziazioni em ionizzanti sono un ente fisico non visibile (e tra l'altro non sono nemmeno certo che siano tutte fuori dallo spettro del visibile)? Se ne possono trovare di non visibili e non dannosi, ma con questo in effetti non abbiamo dimostrato nulla. Non ho capito la tua affermazione da dove ha preso spunto.Ciao
        • Bruco scrive:
          Re: Come San Tommaso
          Scusate, non ci tengo sollevare un vespaio, ma vorrei solo fare presente che la ricerca, in tutte le scienze, non è neutra ma figlia del suo tempo.Intendo dire che non solo i risultati ma gli stessi argomenti di ricerca sono pensati e decisi in funzione dell'economia. Ora, pensate davvero che le lobby economiche dietro al mercato delle telecomunicazioni (ci sono, ci sono) potrebbero permettere che qualche ricerca concluda per la pericolosità delle onde? Almeno mi concederete che esiste la possibilità che sia così. Io dico solo che qualcuno sta facendo in modo e starà facendo in modo che nelle ricerche fatte e in quelle che si faranno non emerga niente di preoccupante.Quindi il fatto che non ci siano prove vuol dire poco o niente.Spero che nessuno mi lapidi per avere detto la mia
          • Anonimo scrive:
            Re: Come San Tommaso
            - Scritto da: Bruco
            Scusate, non ci tengo sollevare un vespaio,
            ma vorrei solo fare presente che la ricerca,
            in tutte le scienze, non è neutra ma figlia
            del suo tempo.
            Intendo dire che non solo i risultati ma gli
            stessi argomenti di ricerca sono pensati e
            decisi in funzione dell'economia. Ora,
            pensate davvero che le lobby economiche
            dietro al mercato delle telecomunicazioni
            (ci sono, ci sono) potrebbero permettere
            che qualche ricerca concluda per la
            pericolosità delle onde?
            Almeno mi concederete che esiste la
            possibilità che sia così.
            Io dico solo che qualcuno sta facendo in
            modo e starà facendo in modo che nelle
            ricerche fatte e in quelle che si faranno
            non emerga niente di preoccupante.
            Quindi il fatto che non ci siano prove vuol
            dire poco o niente.
            Spero che nessuno mi lapidi per avere detto
            la mia
            No, anzi.....e' una cosa molto probabile e alla quale non avevo effettivamente mai pensato, visto pero' che l'econimia e' oggi piuì' che mai il motore del moneo, allora tutto puo' essere no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come San Tommaso
            - Scritto da: Bruco
            Scusate, non ci tengo sollevare un vespaio,
            ma vorrei solo fare presente che la ricerca,
            in tutte le scienze, non è neutra ma figlia
            del suo tempo.
            Intendo dire che non solo i risultati ma gli
            stessi argomenti di ricerca sono pensati e
            decisi in funzione dell'economia. Ora,
            pensate davvero che le lobby economiche
            dietro al mercato delle telecomunicazioni
            (ci sono, ci sono) potrebbero permettere
            che qualche ricerca concluda per la
            pericolosità delle onde?
            Almeno mi concederete che esiste la
            possibilità che sia così.
            Io dico solo che qualcuno sta facendo in
            modo e starà facendo in modo che nelle
            ricerche fatte e in quelle che si faranno
            non emerga niente di preoccupante.
            Quindi il fatto che non ci siano prove vuol
            dire poco o niente.
            Spero che nessuno mi lapidi per avere detto
            la mia

            Sono daccordo con te.Pero', se qualcuno riesce a provare che i telefonini fanno male, pensi che la societa' ne possa fare a meno?Anche il fumo fa male (ed e' provato) ma......
          • Anonimo scrive:
            Re: E[X] Come San Tommaso
            L'ennesima enunciazione della teoria del complotto. Provami che esiste il complotto. Non puoi perche' le prove che il complotto esiste sono state occultate dal complotto stesso.Il tuo ragionamento non porta da nessuna parte. Le onde em non ionizzanti fanno male? Non lo sappiamo... detto questo ti sembra logico prendere delle decisioni perche' mio cugino ha lavorato ad una antenna e gli e` venuto il mal di testa e cose del genere? Questi sono aneddoti non dicono assolutamente niente...
          • Bruco scrive:
            Re: Come San Tommaso
            Magari ti sembrerà una bestemmia, ma lavoro anch'io nel mondo della ricerca (universitaria).Io mi riferivo in primo luogo alla possibilità non della manipolazione dei risultati, ma a quella di indirizzare la ricerca verso certi obiettivi anziché certi altri, semplicemente decidendo quanti soldi fornire e a chi e a quando.(Sarebbe bello, per esempio, avere una bella statistica sui fondi versati alla ricerca farmacologica suddivisi per patologia...)Si, hai ragione, siamo arrivati a scoprire che il fumo e tante altre cose fanno male.Se fanno male le onde elettromagnetiche, arriveremo anche per loro. Però magari ci arriveremo tra cinquan'anni (e chissà se più per il processo di tentativi ed errori proprio della scienza, o di orientamenti stabiliti da chi detiene il "potere"). Nel frattempo, magari, ci sarà stato tutto il tempo per farcele percepire come assolutamente indispensabili (il male del mondo moderno).
          • Anonimo scrive:
            Re: E[X] Come San Tommaso
            - Scritto da: Bruco
            Nel
            frattempo, magari, ci sarà stato tutto il
            tempo per farcele percepire come
            assolutamente indispensabili (il male del
            mondo moderno).Sono gia` percepite come indispensabili. Per convincere il mondo a rinunciare a tutti gli oggetti che producono campi EM la pericolosita` dovrebbe essere spropositata (piu` di quella del fumo). E non abbiamo tutti i torti.
    • Anonimo scrive:
      Re: SARA' VERO?
      - Scritto da: Anonimo
      Guarda caso sono tutti dolori non
      "verificabili" , insomma, i classici mali
      da assicurazioni !!

      chiunque puo' andare a dire di aver mall di
      testa e di essere preda da crisi d'ansia e i
      medici non potranno che annuire
      positivamente credendo alle parole del
      paziente il quale gioca su questo fatto !!

      Nolto diverso sarebbe stato se fosse stato
      diagnosticato un tumore, il quale non lo
      auguro proprio a nessuno.
      Un tumore , per quanto grave e atroce possa
      esserre e' dignosticabile veramente, ma un
      mal di testa no di certo !!

      Questa storia mi convince poco, mi da piu'
      l'idea di una persona che, essendosi visto
      installare un ponte GSM di fronte a casa
      abbia voluto sfruttare l'occasione, come
      molti fanno quando gli capita un
      tamponamento ai 15KM/h
      Hai proprio ragione, la gente si attacca ad ogni cosa pur di far soldi
  • Anonimo scrive:
    spero che qualcuno si svegli prima o poi
    mi chiedo se prima o poi qualcuno si svegliererà e di punto in bianco si metta ad abbattere i ripetitori .....raga non sottovalutate il problema, tanta gente che conosco usa il telefonino a dismisura senza rendersi conto del male che facasi seri magari non ce ne sono ancora statie io penso che questo sia solo l'inizio della nostra finel'uso di massa del cellulare è una moda degli ultimi anni quindi mettetevi nella condizione di caso peggiore e aspettatevi il peggio
    • aXSe scrive:
      Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
      < tanta gente che conosco usa il telefonino a
      • Anonimo scrive:
        Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
        forse non ti rendi conto che la frequenza di funzionamento del cellulare è prossiama a quella di un forno a microonde ...i forni lavorano a 2.5GHz circa e i cellulari a 1.8se sei vicino ad un ripetitore fuori norma la quantità di onde che ti becchi e pari ad un decimo di quella di un forno a microonde sparato alla max potenzaprova a stare 2 ore al cell .... o magari ci sei già stato e ti si sono ristretti gli ultimi neuroni sanise poi a te da fastidio il fumo piuttosto che lo smog allora questo è un altro par di manichesul fumo ragazzo mio c'è dietro un giro di interessi che manco ti rendi conto ....... come ben sai il fumo è la principale causa di tumore ..... visto che ti sei fatto già un'idea di quanta gente muore all'anno prova ora a chiederti come si potrebbe pagare le pensioni se tutti scampassero fino a 90 anni ... (non sono cinico, ma realista)io mi domando .... abbiamo i dati che confermano questi fatti sul fumo e sulle malattie da esso provocate .... e allora perchè cazzo si continua a produrre sigarette e ad importarle??? non mi sembra porca maiala un bene di prima necessità ...
        • Anonimo scrive:
          Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
          Chi si interessa solo ai soldi, ha pensato quanto costa curare un malato di cancro da fumo ? Altro che pensione !! Il fumo provoca il cancro dopo 20-50 anni. Aspettiamo ancora un po' per avere l'evidenza dei danni da telefonino. Però poi sarà tardi.
          • Anonimo scrive:
            Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
            In questo fine settimana con gli incidenti automobilistici sono morte 35 persone, allora, come dobbiamo abbattere le antenne radio base, dobbiamo distruggere a mazzate tutti i veicoli a due a quattro ruote (magari anche quelli con una ruota sola, le carriloe e i monocicli) :)Ma va a.....
          • Anonimo scrive:
            Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
            spaccare a mazzate tutti i veicoli a 2 o 4 ruote?io inizierei spaccando la testa a tutti quei cretini che il sabato sera si svegliano e pensano di essere a monza ......se la gente andasse per strada con criterio magari di incidenti ce ne sarebbero meno ..... non è possibile che qui da me una macchina abbia fatto un volo di 35 metri andando a finire in un canale ..... andava ai 300 forse???
          • Nic scrive:
            [OT] ... traffico
            - Scritto da: Anonimo
            spaccare a mazzate tutti i veicoli a 2 o 4
            ruote?
            io inizierei spaccando la testa a tutti quei
            cretini che il sabato sera si svegliano e
            pensano di essere a monza ......
            se la gente andasse per strada con criterio
            magari di incidenti ce ne sarebbero meno
            ..... non è possibile che qui da me una
            macchina abbia fatto un volo di 35 metri
            andando a finire in un canale ..... andava
            ai 300 forse???Cito il min. Lunardi in una intervista su un quotidiano (non chiedetemi i riferimenti li ho persi):Si muore meno dove si va più veloce.Statistiche alla mano l'80% degli incidenti si verifica su strade normali e non in autostrada il che fa emergere come conseguenza ovvia che il problema è la qualità delle strade e non solo la velocità!Mia interpretazione: se non ci fosse stato il canale in parte alla strada si sarebbe magari schiantato comunque ma non ci sarebbe finito dentro facendo 35 m di volo.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] ... traffico
            ...basterebbe insegnare alla gente a guidare.Basterebbe educare la gente a usare il telefonino....fortuna che la selezione naturale premia generalmente i soggetti meno stolti.... è così da 4 mln di anni....
          • Nic scrive:
            Re: [OT] ... traffico
            - Scritto da: Anonimo
            ...basterebbe insegnare alla gente a guidare.Sfondi una porta aperta.Io sono per eliminare i limiti di velocità e dare la patente solo ai primi 5 classificati in una gara di rally organizzata apposta.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] ... traffico

            Cito il min. Lunardi in una intervista su un
            quotidiano (non chiedetemi i riferimenti li
            ho persi):
            Si muore meno dove si va più veloce.
            Statistiche alla mano l'80% degli incidenti
            si verifica su strade normali e non in
            autostrada il che fa emergere come
            conseguenza ovvia che il problema è la
            qualità delle strade e non solo la velocità!
            Infatti la maggior parte degli incidenti accade perchè ci sono delle lumache in giro ad ogni ora del giorno e della notte, ovviamente quelli dietro alla tartaruga tentano di sorpassarla ed è li che saltano fuori gli incidenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: spero che qualcuno si svegli prima o

            io inizierei spaccando la testa a tutti quei
            cretini che il sabato sera si svegliano e
            pensano di essere a monza ......Io il venerdì notte lavoro, quindi il sabato dormo..... e quando mi SVEGLIO alle 19.30 di SABATO SERA per ritornare al lavoro PENSO di essere nella mia città.Claudio(Monza)p.s.: era per allentare un pò la tensione, cmq quanto scritto è vero! :o)
        • UmAnOiDe/69 scrive:
          Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
          Ah ecco, ero in ansia per il fatto che qualcuno non avesse ancora tirato in ballo i forni a microonde.:-)- Scritto da: Anonimo
          forse non ti rendi conto che la frequenza di
          funzionamento del cellulare è prossiama a
          quella di un forno a microonde ...Prossima????Ma lo dici tu stesso:
          i forni lavorano a 2.5GHz circa e i
          cellulari a 1.8Minchia! E queste secondo te sono frequenze vicine?:-)Perché non provi a cuocere un uovo a 1.8 GHz per vedere se hanno effetti simili?Sai perché i forni a microonde usano *proprio* quella frequenza, no? E allora come possono le onde radio dei cellulari dare effetti paragonabili alle microonde del forno?
      • Anonimo scrive:
        Re: spero che qualcuno si svegli prima o poi
        - Scritto da: aXSe


        < tanta gente che conosco usa il telefonino
        a che fa

        Deciditi, fa male o no?
        ci sono più di 20 MILIONI di telefoni in
        italia, e chissà quante centinaia nel mondo.
        Se facessero veramente male i numeri
        comincerebbero ad essere evidenti.

        Invece ti dico una cosa, chi fuma uccide
        90000!!! (novantamila) persone all'anno solo
        in italia.

        Di cosa dobbiamo preoccuparci di più?
        di un mal di testa a Cremona o 90000 morti
        all'anno?E che dire, allora degli incidenti stradali che, soprattutto di giovani, ne ammazza piu' di 6000 (seimila) all'anno, senza contare poi quelli, forse ancora piu' disgrazati, che finiscono su una sedia a rotelle?Allora, perche' non "diamo fuoco" ai motori Turbo-aspiranti da 300 kmh che i costruttori di auto ci propinano per riempire i loro portafogli?In fondo il problema e' sempre lo stesso: sia i cellulari che i motori turbo sono strumenti messi a disposizione dell'uomo che DECIDE come usarli nel bene e nel male.
  • Anonimo scrive:
    Le antenne
    Lo volete capire che senza antenne non si può telefonare. Il telefonino è indispensabile nei casi di emergenza, sapete quante persone ha già salvato nei casi d'emergenza, incidenti e via dicendo. Serve anche ai soccorritori. Le antenne sono necessarie e mi sembrano il minore dei mali, ci sono cose che fanno ben più male, sono meno utili e si tollerano senza lamentarsi. Quindi basta fare allarmismi, del resto non mi sembra di aver mai visto qualcuno che sia morto xchè abitava vicino a delle antenne per i telefonini.Anzi speriamo vengano coperte al più presto le zone che ancora sono prive di segnale, che purtoppo sono ancora molte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le antenne
      infatti una centralinista si è ammalta di tumore al cervello a poichè ha usato per anni un apparecchio telefonico senza filiperò non so se è morta ancora ....
      • vb scrive:
        Re: Le antenne
        Si', anche mio cuggino e' caduto in moto, gli si e' aperto il casco e gli si e' spaccata la testa...
    • laforge scrive:
      Re: Le antenne
      - Scritto da: Anonimo
      Lo volete capire che senza antenne non si
      può telefonare.Ecco il tipoco esempio di cui parlavo...sapranno le persone pensare a cosa e' meglio ?
      Il telefonino è
      indispensabile nei casi di emergenza, sapete
      quante persone ha già salvato nei casi
      d'emergenza, incidenti e via dicendo. Facciamo in modo che siano altri i sistemi a salvare le persone ... perche' Ti sfido il 24 dicembre sera a prendere la linea ... oppure il 31 Dicembre ... o quando c'e' un terremoto e cadono i link tra le varie bts ... dai Su ...vivi su una falsa sicurezza...forse dannosa...
      Serve
      anche ai soccorritori. I soccorritori hanno apparati VHF/UHF con prestazioni migliori del tuo cellulare.... e neanche quelli potrebbero non essere sani... e sopratutto anche col cellulare vai in certe zone ... chiama il 118 ... e vedi se realmente arriva in 5 minuti ... il problema e' il tempo di intervento, non il fatto di poterli chiamare col cellulare ...
      Le antenne sono
      necessarie e mi sembrano il minore dei mali,
      ci sono cose che fanno ben più male, sono
      meno utili e si tollerano senza lamentarsi.Tipo ? Lo smog ? smetti di usare la macchina per essere coerente con le Tue parole.
      Quindi basta fare allarmismi, del resto non
      mi sembra di aver mai visto qualcuno che sia
      morto xchè abitava vicino a delle antenne
      per i telefonini.Non ancora...ma per ora esistono studi che dimostrano che stando vicino ad una struttura trasmissiva si sono verificate patologie legate a cancro e simili. Ok, non c'e' ancora la certezza, quello che dico e' ... abbiamo visto l'errore con l'amianto, perche' ripeterlo con una tecnologia che giorno che passa diventa sempre piu' un elemento fondamentale della propria vita?
      Anzi speriamo vengano coperte al più presto
      le zone che ancora sono prive di segnale,
      che purtoppo sono ancora molte.Quindi se un giorno saltasse fuori che e' pericoloso...che fa male ... a te basta poter telefonare x il resto non te ne frega niente ?
      • Nic scrive:
        Re: Le antenne

        Facciamo in modo che siano altri i sistemi a
        salvare le persone ... perche' Ti sfido il
        24 dicembre sera a prendere la linea ...
        oppure il 31 Dicembre ... Sinceramente l'ultimo capodanno problemi zero.E' vero che era il primo... storicamente ci sono sempre stati problemi.
        o quando c'e' un
        terremoto e cadono i link tra le varie btsMa secondo te se arriva un terremoto tale da distruggere le bts c'è davvero bisogno di chiamarli i soccorsi ?Non ti viene il dubbio che forse se ne siano già accorti da soli ?
        I soccorritori hanno apparati VHF/UHF con
        prestazioni migliori del tuo cellulare.... eVedo che la sai lunga a riguardo...Tanto è vero che il 118 di bergamo ha appena dotato tutti gli automezzi, di associazioni diverse, operanti in convenzione di telefono GSM.Esiste un problema tecnico: ogni frequenza ha bisogno della propria rete di ripetitori.Esiste un problema normativo: una frequenza noleggiata dall'ente x non può essere usata dall'ente y.Con il telefono si raggiungono tutti e l'infrastruttura è già presente.
        neanche quelli potrebbero non essere sani...
        e sopratutto anche col cellulare vai in
        certe zone ... chiama il 118 ... e vedi se
        realmente arriva in 5 minuti ... il problema
        e' il tempo di intervento, non il fatto di
        poterli chiamare col cellulare ... Questo non lo risolvi certo evitando di usare il telefono!Prova a non chiamare proprio e cronometrare quanto ci mettono ad arrivare...
        • Anonimo scrive:
          Re: Le antenne
          - Scritto da: Nic

          o quando c'e' un

          terremoto e cadono i link tra le varie bts

          Ma secondo te se arriva un terremoto tale da
          distruggere le bts c'è davvero bisogno di
          chiamarli i soccorsi ?
          Non ti viene il dubbio che forse se ne siano
          già accorti da soli ?Certamente, ma non e' detto che sappiano dove sei :-)Certamente, ma forse i soccorritori hanno anche bisogno di coordinarsi... e con il cellulare nel casi du cui sopra non fai nulla!


          I soccorritori hanno apparati VHF/UHF con

          prestazioni migliori del tuo
          cellulare.... e

          Vedo che la sai lunga a riguardo...
          Tanto è vero che il 118 di bergamo ha appena
          dotato tutti gli automezzi, di associazioni
          diverse, operanti in convenzione di telefono
          GSM.Non so nulla a riguardo ma se e' vero mi sembra un'errore.il 118 deve poter fronteggiare un'emergenza (anche tipo alluvione/terremoto/...) e la rete cellulare e' strutturata appunto a celle, se la tua cella non funziona non parli con nessuno, nemmeno con il tuo collega che sta a 3 km anche se la tua portante potrebbe raggiungerlo.
          Esiste un problema tecnico: ogni frequenza
          ha bisogno della propria rete di ripetitori.a parte che di ponti radio credo ce ne siano gia in giro parecchi da anni (come hanno funzionato altrimenti i sistemi di comunicazione tra forze dell'ordine/vvff/118 in genere fino all'altroieri?)
          Esiste un problema normativo: una frequenza
          noleggiata dall'ente x non può essere usata
          dall'ente y.appunto, un problema normativo. cambare una norma non credo costi un'esagerazione...
          Con il telefono si raggiungono tutti e
          l'infrastruttura è già presente.
          Infatti _dal momento che c'e'_ credo sia giusto e doveroso utilizzarla per motivi di semplicita', di ridondanza, etc etc ma a mio avviso NON e' la soluzione!

          e sopratutto anche col cellulare vai in

          certe zone ... chiama il 118 ... e vedi se

          realmente arriva in 5 minuti ... il
          problema

          e' il tempo di intervento, non il fatto di

          poterli chiamare col cellulare ...

          Questo non lo risolvi certo evitando di
          usare il telefono!
          Prova a non chiamare proprio e cronometrare
          quanto ci mettono ad arrivare...
          Sono parzialmente d'accordo con te, ma prova a romperti un osso qualunque su una montagna non "turisticizzata" e poi chiama con il tuo cellulare i soccorsi...Forse se avessi un 2metri sulla freq del soccorso alpino...mah...ciaostef
      • Anonimo scrive:
        Re: Le antenne


        Facciamo in modo che siano altri i sistemi a
        salvare le persone ... perche' Ti sfido il
        24 dicembre sera a prendere la linea ...Per forza le antenne sono intasate visto che ce ne sono poche e molti telefonini in circolazione.
        oppure il 31 Dicembrevedi sopra ... o quando c'e' un
        terremoto e cadono i link tra le varie bts
        ... dai Su ...vivi su una falsa
        sicurezza...forse dannosa...non mi riferivo a catastrofi, dicevo solo che è utile in caso di incidenti tipo quelli stradali, oppure in caso di incendi e così via, certo che per le catastrofi il telefonino non è utile

        Serve

        anche ai soccorritori.

        I soccorritori hanno apparati VHF/UHF con
        prestazioni migliori del tuo cellulare.... ePeccato che se non ci sono ripetitori e ponti radio la loro efficienza è pari a zero e quei ponti radio fanno molto più male che le antenne dei cellulari perchè escono con maggiore potenza.
        certe zone ... chiama il 118 ... e vedi se
        realmente arriva in 5 minuti ... il problema
        e' il tempo di intervento, non il fatto di
        poterli chiamare col cellulare ... Bravo ma se non li puoi avvisare come arrivano se lo sognano che c'è un'emergenza. Una volta per certi incidenti stradali in zone poco abitate dovevi cercare una casa che avesse il telefono e magari era a chilometri di distanza nel frattempo il ferito poteva peggiorare, invece oggi se c'è segnale puoi allertare i soccorsi in pochissimo tempo.

        Le antenne sono

        necessarie e mi sembrano il minore dei
        mali,

        ci sono cose che fanno ben più male, sono

        meno utili e si tollerano senza
        lamentarsi.

        Tipo ? Lo smog ? smetti di usare la macchina
        per essere coerente con le Tue parole.Non solo l'inquinamento, pensa ai ripetitori Tv, i tralicci dell'alta tensione e le antenne che ci sono sopra le caserme delle forze dell'ordine pensi che quelle abbiano meno potenza delle bts dei cellulari.

        Quindi basta fare allarmismi, del resto
        non

        mi sembra di aver mai visto qualcuno che
        sia

        morto xchè abitava vicino a delle antenne

        per i telefonini.

        Non ancora...ma per ora esistono studi che
        dimostrano che stando vicino ad una
        struttura trasmissiva si sono verificate
        patologie legate a cancro e simili. Ok, non
        c'e' ancora la certezza, quello che dico e'
        ... abbiamo visto l'errore con l'amianto,
        perche' ripeterlo con una tecnologia che
        giorno che passa diventa sempre piu' un
        elemento fondamentale della propria vita?Te l'ho detto le antenne dei cellulari sono il minore dei mali, molto più dannosi sono l'inquinamento, le sostanze cancerogene che usano in agricoltura e i cibi transgenici, iniziamo a curare quelli.

        Anzi speriamo vengano coperte al più
        presto

        le zone che ancora sono prive di segnale,

        che purtoppo sono ancora molte.

        Quindi se un giorno saltasse fuori che e'
        pericoloso...che fa male ... a te basta
        poter telefonare x il resto non te ne frega
        niente ?Quando e se salterà fuori se ne riparlerà, io sò solo che il cellulare ha salvato la vita a molte persone perciò nell'immediato è un bene meno male che esiste.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le antenne
      Il telefonino è soprattutto il mezzo che porta ingenti ricchezze nelle tache delle grandi aziende. L'utilità del telefonino è sola una comoda qualità secondaria. Qualità comoda a volte in caso di necessità e comoda scusa sempre per le aziende che la usano per nobilitare la loro fonte di denaro. Altre cose ben più utili (sanità, istruzione, ricerca...) suscitano meno interesse. La gente è così innamorata del giocattolino parlante che è disposta, pur di vedere sempre cinque tacche accese, a rischiare la salute, specialmente se è quella degli altri.
  • Anonimo scrive:
    ATTENZIONEEE!!!! Non ONDE ma RUMORE!!!
    Ho ascoltato CON MOLTA ATTENZIONE la notizia su piu canali e si parlava SEMPRE di RUMORE!!!Pare che l'impianto fosse molto rumoroso (trasformatori?)Vediamo di non prendere lucciole x lanterne!Si riesce a LEGGERE una notizia PRECISA (non senzazionalismo becero della Repubblica, per capirci!)????Chi e' che riesce a trovare INFO precise? (io sono ko, ho l'influenza e mo vado a nanna!)P.S. Dove vivevo prima avevo un trasformatore "di quartiere" a "abbastanza pochi" metri da casa.Di notte, quando era molto umido, il muro (tramezzo) accanto al mio letto vibrava con simpatia...Un bel vvvvviiiiiiiiiii a 50 Hz che mi faceva impazzire!Lo stesso rumore (anche se molto piu debole) che c'era fuori dalla porta della cabina Enel...Io capisco che il signore possa aver sbroccato, non e' bello dormire in situazioni cosi!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENZIONEEE!!!! Non ONDE ma RUMORE!!!
      direi che sei un mito ..... hai centrato in pieno il problema, bravoanche dove abito io un paio di persone si sono ammalate a causa del rumore dei peti che emetteva un certo pinco palla e alla fine sono morte asfissiate
    • Anonimo scrive:
      versioni
      Io ho sentito entrambe le versioni. Sara' colpa di qualche agenzia
  • Anonimo scrive:
    mi complimento con i medici
    Constato che i Sigg.Medici nei numerosi anni che passano all'università siano anche istruiti sui campi elettromagnetici, tanto che si spingono a riconoscere le cause di tumori misteriosi.E poi dicono che l'Univerità Italiana va a rotoli...
    • Anonimo scrive:
      Re: mi complimento con i medici
      Assolutamente d'accordo. Qualche medico cremonese è molto più ferrato in materia - evidentemente - di tutta l'OMS, che sull'argomento dichiara tuttora di non aver prove di correlazione tra i fenomeni.;-)Che scommettiamo che tra un po' salta fuori dal cilindro il primo caso al mondo di pensione d'invalidità causata da campi elettromagnetici?AHO, SEMO LI MEJO.
      • Anonimo scrive:
        Re: mi complimento con i medici
        qui il problema e' anche il rumore mica solo le onde (ma perche' tu davvero pensi che facciano bene?)
      • Anonimo scrive:
        Re: mi complimento con i medici

        Che scommettiamo che tra un po' salta fuori
        dal cilindro il primo caso al mondo di
        pensione d'invalidità causata da campi
        elettromagnetici?a cremona no, magari a napoli
    • Anonimo scrive:
      Re: mi complimento con i medici
      - Scritto da: Anonimo
      Constato che i Sigg.Medici nei numerosi anni
      che passano all'università siano anche
      istruiti sui campi elettromagnetici, tanto
      che si spingono a riconoscere le cause di
      tumori misteriosi.
      E poi dicono che l'Univerità Italiana va a
      rotoli...tumori?
  • laforge scrive:
    Oh ma tu guarda...
    e non e' il primo caso ... sara' il primo in italia ... il primo a fare clamore ma non e' il primo ... sara' veramente comico se escludendo le bufale e scenate ... risultera' che FA MALE... Ma le persone inizieranno a pensare alla propria salute oppure succedera' come per le automobili/riscaldamenti...etc etc ... come se nulla fosse... o meglio ... qualcosa c'e' ... ma meglio poter ricevere l'sms dell'amata ... oppure mentirsi dicendo ... "Io lo uso poco" ... "Io lo spengo la sera"...pensando che sia solo il cellulare ... dimenticando i ripetitori, le bts, e tutto il resto .... piano piano ci autodistruggiamo con le nostre comodita' tecnologiche... La tecnologia dovrebbe aiutarci a vivere meglio, non a disintegrarci a poco a poco...avvelenarci con il cibo, l'acqua, l'aria..."l'elettromagnetismo"... questo e' l'uso sconsiderato della nostra capacita' di inventare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh ma tu guarda...
      Laforge tornatene nella sala ologrammi, è meglio
      • laforge scrive:
        Oh ma tu guarda...(E' un messagio OT)
        - Scritto da: Anonimo
        Laforge tornatene nella sala ologrammi, è
        meglioMessaggio senza valore....e' OT. Redazione potete spostarlo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh ma tu guarda...
      Sara' off topic ma è pieno di verita'.Meditate gente.......
      • laforge scrive:
        Re: Oh ma tu guarda...(OT)
        - Scritto da: Anonimo
        Sara' off topic ma è pieno di verita'.
        Meditate gente.......Intendevo il messaggio anonimo in risposta al mio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Oh ma tu guarda...(OT)
          Non sei ancora tornato in sala ologrammi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Oh ma tu guarda...(OT)
          Ragazzi, a parte i terrori ciechi e le certezze granitiche, ma ve ne siete accorti che da 50 anni a questa parte la vita media dell'uomo (e donna ;-)) occidentali sta crescendo senza sosta?Federico
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...(OT)
            - Scritto da: Anonimo
            Ragazzi, a parte i terrori ciechi e le
            certezze granitiche, ma ve ne siete accorti
            che da 50 anni a questa parte la vita media
            dell'uomo (e donna ;-)) occidentali sta
            crescendo senza sosta?
            FedericoPurtroppo si.....
          • laforge scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...(OT)
            - Scritto da: Anonimo
            Ragazzi, a parte i terrori ciechi e le
            certezze granitiche, ma ve ne siete accorti
            che da 50 anni a questa parte la vita media
            dell'uomo (e donna ;-)) occidentali sta
            crescendo senza sosta?
            FedericoE ci hai fatto caso che i casi di malattia incurabile sono aumentati ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh ma tu guarda...
      - Scritto da: laforge
      e non e' il primo caso ... sara' il primo in
      italia ... il primo a fare clamore ma non e'
      il primo ... sara' veramente comico se
      escludendo le bufale e scenate ...
      risultera' che FA MALE... Ma le persone
      inizieranno a pensare alla propria salute
      oppure succedera' come per le
      automobili/riscaldamenti...etc etc ... come
      se nulla fosse... o meglio ... qualcosa c'e'
      ... ma meglio poter ricevere l'sms
      dell'amata ... oppure mentirsi dicendo ...
      "Io lo uso poco" ... "Io lo spengo la
      sera"...pensando che sia solo il cellulare
      ... dimenticando i ripetitori, le bts, e
      tutto il resto .... piano piano ci
      autodistruggiamo con le nostre comodita'
      tecnologiche... La tecnologia dovrebbe
      aiutarci a vivere meglio, non a
      disintegrarci a poco a poco...avvelenarci
      con il cibo, l'acqua,
      l'aria..."l'elettromagnetismo"... questo e'
      l'uso sconsiderato della nostra capacita' di
      inventare...Vabbe', ma tu che proponi come alternativa?Torniamo agli aratri e ai piccioni viaggatori o cosa?Sarebbe bello trovare una tecnologia che sia solo utile e non provocasse anche dei danni, ma temo che, almeno ad oggi cio' sia impossibile, come del resto E' IMPOSSIBILE trovare un farmaco che curi qualsiasi malattia senza avere ALCUN effetto collaterale!
      • laforge scrive:
        Re: Oh ma tu guarda...
        - Scritto da: Anonimo
        Vabbe', ma tu che proponi come alternativa?
        Torniamo agli aratri e ai piccioni
        viaggatori o cosa?No, ma nulla vieta di avere una visione piu' responsabile della situazione ... e sopratutto nel cercare nuove soluzioni o piu' semplicemente dire la verita' e lasciare alle persone la possibilita' di decidere in merito.
        • Nic scrive:
          Re: Oh ma tu guarda...

          lasciare alle persone la possibilita' di
          decidere in merito.Bravo!Esattamente come il referendum per il nucleare.Il popolo italiano terrorizzato dai media ha votato in massa NO al nucleare.Adesso abbiamo le centrali atomiche a 5 cm dal confine, dobbiamo comprare l'elettricità all'estero e se un domani si trovasse un modo di produrre energia pulita con il nucleare in Italia comunque non l'avremo!Niente male... non c'è che dire!
          • laforge scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...
            - Scritto da: Nic


            lasciare alle persone la possibilita' di

            decidere in merito.

            Bravo!
            Esattamente come il referendum per il
            nucleare.
            Il popolo italiano terrorizzato dai media ha
            votato in massa NO al nucleare.
            Adesso abbiamo le centrali atomiche a 5 cm
            dal confine, dobbiamo comprare l'elettricità
            all'estero e se un domani si trovasse un
            modo di produrre energia pulita con il
            nucleare in Italia comunque non l'avremo!

            Niente male... non c'è che dire!Non ho detto nulla di simile e poi...per la questione nucleare, se il popolo italiano e' kallone io che ci posso fare? Se pero' fa male ... io voglio poter decidere di dire si o no a questa tecnologia che viene imposta con false normative puntualmente modificate per rimettere in regola il mercato ...
          • Nic scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...
            -
            Non ho detto nulla di simile e poi...per la
            questione nucleare, se il popolo italiano e'
            kallone io che ci posso fare? Se pero' fa
            male ... io voglio poter decidere di dire si
            o no a questa tecnologia che viene imposta
            con false normative puntualmente modificate
            per rimettere in regola il mercato ... Ok, di pure di no, elmina le onde elettromagnetiche, ma sappi che sarà definitivo (referendum) quindi niente radio, tv, telefono senza fili, walkie-talkie, tv satellitare, automobile (si perchè le candele del motore producono radiofrequenza), motori elettrici, frigorifero, climatizzatore, aereo, treno, ecc... per i secoli a venire.Bel mondo, no ?Più o meno come 500 anni fa.
          • laforge scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...
            - Scritto da: Nic
            -
            Ok, di pure di no, elmina le onde
            elettromagnetiche, ma sappi che sarà
            definitivo (referendum) quindi niente radio,
            tv, telefono senza fili, walkie-talkie, tv
            satellitare, automobile (si perchè le
            candele del motore producono
            radiofrequenza), motori elettrici,
            frigorifero, climatizzatore, aereo, treno,
            ecc... per i secoli a venire.
            Bel mondo, no ?
            Più o meno come 500 anni fa.Scusami, forse mi sono spiegato male...allora... il fatto che qualcuno forse nasconda la realta' sui campi elettromagnetici lo hanno in molti, ovvio, perche' come dici Tu se questo saltasse fuori sarebbe un impatto sul mondo devastante...ma a questo punto invece che vederla in una ottica economica la si vedesse in un'ottica umana...decidere si o no per me in questo caso significa dire ... No non ci sto ad essere "cotto" mentre cammino per strada...Come esseri umani abbiamo fatto prpgressi mirabolanti ... e secondo Te non saremmo in grado di trovare dei mezzi di comunicazione alternativi, molto piu' validi di questi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...
            - Scritto da: laforgecaro laofrge, e' da almeno 13 ore che stai postando... trovati un'altra cosa da fare!
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh ma tu guarda...
            - Scritto da: Nic


            lasciare alle persone la possibilita' di

            decidere in merito.

            Bravo!
            Esattamente come il referendum per il
            nucleare.
            Il popolo italiano terrorizzato dai media ha
            votato in massa NO al nucleare.
            Adesso abbiamo le centrali atomiche a 5 cm
            dal confine, dobbiamo comprare l'elettricità
            all'estero e se un domani si trovasse un
            modo di produrre energia pulita con il
            nucleare in Italia comunque non l'avremo!

            Niente male... non c'è che dire!Aggiungo che quelle centrali,ora costano ciascuna allo Stato circa mezzo miliardo (500 milioni :-)) ) di lire... Insomma, paghiamo per non avere niente!!!bah,povera italy
Chiudi i commenti